banner-Trading_640x80
 Commento: Il reale significato del affaire Bank of America

I fatti sono noti, Bank of America ha ricevuto l’intimazione con atto formale di ricomprare 47 mld di dollari di obbligazioni garantite da mutui emesse da una sua controllata. In questa vicenda è importante stare molto attenti ai dettagli, quindi partiamo dall’ atto formale: si tratta di una lettera raccomandata di intimazione prevista dalla legge americana con cui un numero consistente di obbligazionisti (almeno il 25%) intima all’emittente di garantire le proprie obbligazioni nel caso si avverino determinate circostanze, gli elementi qualificanti perché questo atto formale abbia valore legale sono essenzialmente due:

1) Che venga sottoscritto da almeno il 25% degli obbligazionisti.
2) Che “determinate circostanze” si siano avverate.

In questo caso le “determinate circostanze” sono o il default su interessi o capitale oppure che l’ammontare della garanzia sottostante (ovvero il valore degli immobili su cui sono stati accesi i mutui) sia andata sotto un certo livello (fate bene attenzione).

Andiamo avanti:

Per Bank of America si aprono due strade, ricomprare le obbligazioni oppure affrontare una causa collettiva civile per eventuali danni. Come ha fatto notare ZeroHedge (con un simpatico grafico che non postiamo perché ampiamente incollato su tutta la blogosfera, quindi andatevelo a vedere li in originale) nel bilancio di Bank of America ci sono  872mln di $ accantonati per le perdite generate dall’eventuale il riacquisto di questi bond. Quindi Bank of America ha fondi in bilancio sufficienti per coprire a stento il 2% di eventuali perdite su questi bond! ( e solo su questi sia chiaro)
Zero Hedge fa notare un altra cosa interessante che (aggiungiamo noi) riguarda i bilanci di TUTTE le banche americane, ovvero la pratica di migliorare l’utile netto di trimestre in trimestre riducendo le riserve per rischi. In questo specifico caso, nell’ultima trimestrale  BofA ha abbassato, portandolo a ricavo, il fondo rischi per riacquisto di obbligazioni cartolarizzate di ben 376m di dollari (da 1.24mld di $  del 2Q2010 a 872mil del 3Q2010). Bofa in questo modo ha abbellito l’utile per pari importo.
Questa è una pratica che negli ultimi 3 trimestri consecutivi è diventata di uso comune per tutte le grandi banche americane, Bofa non è neppure quanto di peggio offra il mercato, JP Morgan ad esempio stà arrivando a vette mai esplorate nel truccare i bilanci  con questo startagemma( Derivati e Foreclosure Gate: JP Morgan sta per collassare ).
Quindi occhio a comprare azioni bancarie sulla base degli utili trimestrali o peggio sulla base delle previsioni dei manager per i prossimi trimestri, scusate il francesismo ma sono tutte cazzate al vento, numeri che possono fare molto male al portafoglio.

Ma andiamo ancora avanti:
C’è un aspetto molto importante di questa vicenda che rimane oscuro, ed è precisamente questo: Quale è l’esatto ammontare di credito garantito da questi 47mld di obbligazioni?
Potete scommettere che gran parte di queste “sicurissime” obbligazioni con garanzia reale sono state utilizzate come collaterale per ottenere credito a leva. Ad essere molto ma molto conservativi, è probabile che l’eventuale deleveraging connesso al riacquisto o il default di queste obbligazioni possa essere di non meno del doppio del loro valore facciale. In altre parole è probabile che ci sianno almeno 94mld di prestiti che dovranno rientrare a causa del fallimento delle garanzie connesse a questi 47mld di obbligazioni.
per ora basta cosi… anzi no.. e se il problema su queste obbligazioni fosse l’impossibilità di escutere i pignoramenti a causa di documenti irregolari (foreclosure-gate..) no vabbeh non esageriamo…
Buon put-back a tutti! (put-back è la formuletta-acronimo che sintetizza la richiesta di riacquisto delle obbligazioni con atto formale, put-back letter)

Se ti è piaciuto questo post puoi fare una donazione al progetto di ricerca italiano che cambierà il mondo, non un solo euro finirà nelle mani di questo blog.
Se vuoi sapere di più sulla tecnologia Kite Gen clicca su questo tag: Kite Gen (tag)

Rischio Calcolato: Un altro modo di fare Blog.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed feed icon16x16 Commento: Il reale significato del affaire Bank of America oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link… Grazie!
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato
Sono aperte le Iscrizioni all'UNICO EVENTO in Italia di Rischio Calcolato a Bologna il 13-14-15 di Dicembre, ovvero come "Investire con la Crisi". Ti aspettiamo, per informazioni clicca qui.
 

Seguici su Twitter: https://twitter.com/R_Calcolato

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/rischio.calcolato