Creatività di Stato: Elusione è Reato

Di Riecho , il - 10 commenti
banner-Trading_640x80

Poche settimane fa il governo britannico ha annunciato che la Barclays PLC, una delle banche più grandi e antiche del paese, dovrà pagare una multa di 800 milioni di dollari per aver eluso il fisco. La banca avrebbe cercato e trovato degli espedienti per aggirare la legislazione e pagare meno tasse, e il governo sta cercando di modificare la legislazione di modo da non permettere più queste pratiche. 

Trovate la notizia qui. “The Uk government is so shocked by a bank breaking a promise not to exploit a legal tax loophole that it is introducing retroactive legislation to block it”

Aspetta un attimo. Fermi tutti.

Se il governo deve modificare la legislazione di modo da chiuderne i ‘buchi’ che permettono l’aggiramento, allora è logica conseguenza affermare che quei buchi al momento sono legittimi. Quindi l’elusione fiscale praticata da Barclays è perfettamente legale.

Dopotutto, questo è ciò che significa elusione fiscale – evitare di pagare le tasse in modo legale trovando escamotages o cavilli. L’ evasione fiscale è invece una violazione intenzionale della legislazione. Barclays ha attuato la prima delle due.

Com’è possibile allora che il ministero del tesoro britannico possa comminare una penale a Barclays per aver fatto una cosa perfettamente legale? Tecnicamente, non può. Ecco perché le modifiche in atto alla legislazione verranno presentate come RETROATTIVE.

In altre parole, poiché il governo non può legittimamente punire Barclays, stanno andando indietro nel tempo per cambiare la legge e rendere l’azione di Barclays illegale.. il tutto ovviamente al solo scopo di racimolare entrate extra.

Con una sentenza di Febbraio la Corte di Cassazione si è pronunciata sulla astratta riconducibilità di condotte di elusione all’area di applicazione di reati fiscali. Essa ritiene che anche condotte non costituenti violazione di obblighi positivamente stabiliti ma solo aggiramento dei medesimi attraverso la realizzazione di fattispecie equivalenti a quelle imponibili possano integrare reato.

Nella nostra rubrica di Letture consigliate di settimana scorsa abbiamo segnalato un articolo di Davide Giacalone, in cui si denunciava una norma dell’ultima delega fiscale varata dal Consiglio dei Ministri: 

Nella delega fiscale, che è stata varata dal Consiglio dei ministri e che spero il Parlamento abbia la lucidità e la capacità di cambiare, è scritto che sarà condannato, quale abuso di diritto “l’uso distorto di strumenti giuridici idonei ad ottenere un risparmio d’imposta”, e ciò anche nel caso in cui tale condotta sia “non in contrasto con alcuna specifica disposizione”. Il cittadino e l’impresa saranno perseguibili quando, pur attenendosi alla legge, la “causa prevalente dell’operazione” sarà la ricerca di un vantaggio fiscale. Potranno sottrarsi alla condanna solo ove dimostreranno, loro, non lo Stato, che ci sono “ragioni extrafiscali non marginali” capaci di giustificarli.” 

Le condizioni economiche dell’Italia le conosciamo tutti, ma non dimentichiamo che anche quelle inglesi non sono delle migliori. Il Tesoro ha da poco annunciato (pdf) che gli introiti fiscali sono stati inferiori delle attese. Nonostante il costante aumento dell’imposizione fiscale in Gran Bretagna (ormai al 50%), le entrate da tassazione del reddito sono scese di 800 milioni rispetto all’anno scorso, una caduta del 4.68%.

In questo momento storico assistiamo alla ricerca degli Stati nazionali di prendere un pezzo sempre più grande di una torta che continua a rimpicciolirsi. La torta diventa più piccola e lo Stato aumenta le tasse per ottenere un pezzo più grosso.. il contrario di ciò che andrebbe fatto.
L’Italia in questo batte sicuramente ogni record e tutti ne vediamo chiaramente le conseguenze.

In giro per il mondo esiste qualche esempio di Stato che è felice di pretendere una piccola parte di una grossa torta. Hong Kong, come Singapore, ha tasse basse e nonostante questo i conti pubblici sono in surplus, come vi abbiamo raccontato.

Un esempio più vicino a noi è l’Estonia. O la Bulgaria, dove c’è una flat tax al 10%. Un’altra considerazione di cui tener conto è la seguente: non c’è l’incentivo all’evasione perché le tasse sono basse e il sistema fiscale semplice.

La semplice verità è che gli Stati occidentali sono in bancarotta. Politici e parassiti sono tanto disperati che sono pronti a far di tutto pur di confiscare la ricchezza dei cittadini.
La direzione è quella che abbiamo tutti di fronte agli occhi: aumento della tassazione e  deterioramento dei diritti dei cittadini.

da Riecho Blog Economia e Libertà

Condividi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Giuseppe D’Andrea

    Lo stato non ha bisogno di trovare scuse per tassare a sangue, più di quante non ne avesse Giovanni Senza Terra (il famoso Principe Giovanni di Robin Hood). 
    Lui diceva, io sono il Re nominato da Dio, tutto mi appartiene le vostre facoltà sono mie bonarie concessioni, voi mi dovete ciò che io ho deciso. Lo Stato odierno non è andato tanto avanti, ha eliminato Dio, ma si comporta ancora come se fosse l’unto del Signore che tutto può e tutto vuole, invece di comportarsi come il semplice esecutore di certe cose delegategli dai cittadini indipendenti e padroni del proprio destino.

    Questo ci fa capire che i teorici della storia “progresso continuo” si sbagliano, la nostra società sta progressivamente tornando indietro nella sostanza andando avanti solo nella tecnica e nella comunicazione.

    • Frensis

      si ma secondo la legge dei 6 gradi di separazione, ognuno di noi conosce una persona della forza pubblica che in caso, si rifiuterebbe di agire nei confronti di un amico / parente. 
      Sono sempre persone… questo Stato delle cose noin puo’ durare a lungo. io dico max 1 anno poi scoppia qualcosa.

  • Nefp

    Peccato che l’italia non usi la sua personale Hong Kong per cui ha fatto una guerra mondiale con 600000 morti ed altre tragedie a seguire dopo la seconda ….. si l’italia amministra un territorio dove c’è una zona franca riconosciuta dal Trattato di pace del 1947 …l’unica del Mediterraneo …..

    • Dan

       Napoli ?

    • Frensis

      parli del territorio libero di trieste?

  • Vincenzo

    Intendiamoci subito, sono assolutamente nemico dello stato sanguisuga. Sarei assoultamente favorevole a che si organizzasse, in modo aperto, palese, non violento, uno sciopero fiscale contro lo stato sanguisuga.
    Ma l’elusione fiscale merita il massimo disprezzo soprattutto perché è massimamente praticata dalle grandi aziende, e banche, che certamente sono le ultime ad avere bisogno di risparmiare sulle tasse. Anzi, sono spesso proprio loro che tramano e brigano per fare comparire nella legislazione quei buchi che poi sfruttano alla grande.
    E’ contro qualsiasi principio etico che un’azienda, sfruttando gli accordi internazionali che servono ad evitare la doppia tassazione, manipoli i suoi dati contabili per pagare le tasse in paesi a tassazione favorevole dove hanno al massimo un piccolo ufficio e una segretaria part-time mentre invece usufruiscono di servizi quali strade e comunicazioni in altri paesi. Tra l’altro, in questo caso, vi è un intero paese, quello che applica la tassazione favorevole, che vive parassitariamente sul lavoro degli altri. Percepisce tasse da aziende che non sono di fatto residenti in quel paese, e che quindi non usufruendo di nessun servizio non rappresentano nessun costo per quel paese a scapito di un altro che quei servizi, anche se male, li fornisce. Questo non è assolutamente accettabile, così come non è accettabile che attività economiche fatte per fare profitto, vengano coperte sotto il velo delle ONLUS che dovrebbero esistere per tutti altri scopi.
    Detto questo, la retroattività delle norme è scandalosa. Meglio additare al pubblico ludibrio tali comportamenti.

    • Massimo Poli
      • Vincenzo

         L’avevo già letto.
        Un conto è il modno come desideriamo sia e come lavoriamo per avere, un conto è il mondo come attualmente è. L’organizzazione sociale che abbiamo oggi è quella che è. Abbiamo un Stato che fornisce alcuni servizi, buoni in alcuni posti (ad es. Scandinavia), pessimi in altri (Italia), che ci mangia sopra e se ne approffitta in qualche posto di più e in qualche posto di meno. Ma esiste ed è uguale per me come per lei, se non apparteniamo alle categorie privilegiate dallo Stato (io non ci appartengo).
        Pertanto, posto che se una cosa non ci piace dobbiamo dichiararlo apertamente e apertamente combattere contro questa cosa per cambiarla, l’elusione fatta con i metodi delle triangolazioni significa solo: “io, che posso, intanto penso per me, voi arrangiatevi”

    • Massimo Poli
  • Dan

    a- Tu esisti da X anni
    b- Ci inventiamo ora che tu devi pagare una tassa retroattiva sulla tua esistenza
    c- Tu sei un evasore

    (e qui dividiamo i casi in base al fatto che “tu” sia italiano oppure no)

    d- (caso tu “it”) paghi in silenzio e chiedi pure perdono se quella p…. di tua madre t’ha messo al mondo
    d- (caso tu “non it”) Parti e accoppi i ladri

Banner-Non-si-puo-fare-03 (1)

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

ARGENTO SENZA IVA: SI PUO'!

Schermata_2013-06-05_alle_15.48.32

Link alla Recensione di RC

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.