Il Bilancio del Governo Monti (Reload) – Valutazione finale: il peggior Governo della 2 Repubblica (Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi)

Di Gpg Imperatrice , il - 45 commenti

Premessa: gli indicatori di Performance

Tiriamo le somme. Abbiamo fatto 6 post di analisi, con dati alla mano, per ciascuno dei 6 indicatori di Performance fondamentali che descrivono l’andamento dell’Economia Reale e delle Finanze Pubbliche, basati sul confronto tra andamenti dell’Italia anno per anno, governo per governo, dal 1996 ad oggi; qui i LINK (cliccate sopra per aprire i post).

Trovate qui il primo post:   Il Bilancio del Governo Monti – Parte 1: il PIL

Qui il secondo post: Il Bilancio del Governo Monti – Parte 2 – la Disoccupazione

Qui il terzo Post: Il Bilancio del Governo Monti – Parte 3 – il Debito Pubblico

Qui il quarto post: Il Bilancio del Governo Monti – Parte 4 – L’Inflazione

Qui il quindi post: Il Bilancio del Governo Monti – Parte 5 – La Produzione Industriale

 Qui il sesto post: Il Bilancio del Governo Monti – Parte 6 – il Deficit Pubblico

Abbiamo analizzato ciascun indicatore, in ciascun anno, in confronto con quello della UE, valutandone il differenziale (in sintesi abbiamo in buona parte “contestualizzato” le performance depurando in fattori ciclici).

  

I Risultati delle Performance dell’Italia rispetto alla media Europea, anno per anno, governo per governo:

 

A tal fine abbiamo introdotto un indicatore, il SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa : indicatore di performance rispetto alla media UE calcolato sui 6 parametri (se positivo l’Italia ha fatto meglio della UE, se negativo ha fatto peggio): PIL , Disoccupazione , Produzione Industriale , Inflazione , Deficit , Debito.

 

Qui i risultati:

 

Riepilogo Risultati: “un quadro desolante” per l’Italia – I risultati del Governo MONTI sono senza dubbio i peggiori degli ultimi 17 anni

 

A) Il Governo Monti e’ il peggiore governo assoluto nel SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa, nonche’ in 3 indicatori (PIL, Disoccupazione, Produzione Industriale) ed in altri 2 e’ tra i governi peggiori degli ultimi 15 anni (Debito ed Inflazione), mentre sul Deficit fa meglio della media storica, ma fa nettamente peggio degli anni precedenti. Nel complesso la Manovra Monti imperniata all’85% sulle tasse, ha letteramente “distrutto” l’economia reale (ricchezza, lavoro, produzione), ha creato inflazione e sta ottenendo risultati fortemente negativi sul fronte delle finanze pubbliche rispetto al triennio precedente. 

B) L’Italia (ed i relativi governi) ha avuto un comportamente mediocre sul fronte dell’Economia e delle Finanze Pubbliche nel Periodo 1996-2012: ha avuto risultati complessivi del SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa solo in 3 anni su 17.  Su PIL e Produzione Industriale ha avuto rusultati peggiori della media UE in tutti i 17 anni.

C) Centro Destra e Centro Sinistra governano sostanzialmente allo stesso modo, vale a dire con politiche simili, risultati negativi ed in modo mediocre (solo Monti fa peggio). Non si notano risultati apprezzabilmente positivi da parte di un governo o dell’altro. Se guardate bene, i differenziali di Performance su PIL, Produzione industriale, etc sono analoghi a prescindere da chi abbia governato, accomunati da risultati negativi (l’Italia ha perso da 17 anni costantemente PIL e Produzione rispetto alla media UE, indipendentemente da chi fosse al governo).

 D) Negli ultimi 17 anni l’unica parentesi dove l’Italia ha chiaramente fatto meglio della media UE fu nel 2009-2010. Tremonti in quel periodi di crisi internazionale “feroce” ebbe il merito di non sperperare denaro pubblico e di non fare niente (era accusato di questo da Tutti, compreso il prossimo probabile primo ministro Bersani e l’ex primo ministro Berlusconi). Nel resto d’Europa, quasi tutti i Governi (quelli dei PIIGS, di Francia e Regno Unito) fecero politiche fortemente espansive della spesa pubblica a deficit, che sostanzialmente crearono danni fortissimi su tutti i fronti. Nel 2010 l’Italia ha fatto come la media UE in ben 3 indicatori (PIL, Produzione Industriale, Disoccupazione) ed ha fatto molto meglio in altri 3 indicatori (Deficit e Variazione del Debito pubblico, nonche’ inflazione), sostanzialmente per demerito dei nostri partners. In estrema sintesi, e’ meglio un Governo che non fa niente, che un Governo che agisce (e quindi che fa danni).

 

Riepilogo Risultati per ciascuna Variabile:

PIL: coi governi di Centro Destra e Centro Sinistra perdavamo l’1,0% di PIL all’anno (equivalenti a 250 euro di ricchezza in meno all’anno per ogni Italiano), con Monti il 2,0% (circa 500 euro all’anno a persona, neonati inclusi)

DISOCCUPAZIONE: coi governo di Centro Destra e Centro Sinistra il Tasso annuo di Disoccupazione ha avuto uno scostamento medio annuo dello 0,1% migliore della media UE (equivalente a 20.000 disoccupati in meno), con una performance media leggermente migliore negli anni dei governi di Centro Destra. Con Monti la Disoccupazione ha avuto un aumento di ben l’1,5% in piu’ della media Europea. Come dire, dei circa 500.000 disoccupati in piu’ registrati in Italia nella media dei primi 8 mesi del 2012 rispetto al 2011, ben 380.000 sono responsabilita’ del Governo Monti (il dato a fine anno sara’ assai peggiore, visto che in estate siamo a variazioni annue di circa 750.000 disoccupati in piu’).

DEBITO PUBBLICO: coi governo di Centro Destra e Centro Sinistra l’Italia ha ridotto dal 53% al 38% il differenziale di rapporto tra Debito e PIL rispetto alla media Europea (dello 0,9% all’anno medio). Con Monti la forbice riprendera’ a riaprirsi, seppur leggermente (0,2%) interromendo una tendenza alla riduzione che durava da 5 anni ininterrotti. Monti fa il quarto peggior risultato degli ultimi 15 anni (solo i governo pre-elettorali del 2001, 2005 e 2006 fecero peggio)

INFLAZIONE: coi governi di Centro Destra e Centro Sinistra abbiamo avuto un differenziale di inflazione con la UE allo 0,3% nella media annua, ma tra il 2006 ed il 2011 avevamo azzerato il gap, ed anzi iniziavamo ad avere un tasso di inflazione inferiore. Con l’arrivo di Monti riparte l’inflazione e torniamo 10-15 anni indietro, interrompendo una dinamica tutto sommato positiva. Ovviamente cio’ e’ legato all’incremento di tassazione indiretta scriteriata di Monti, specie l’aumento dell’IVA e delle accise sui carburanti.

PRODUZIONE INDUSTRIALE: nei 15 anni precedenti perdavamo un 1,7% annuo di produzione rispetto alla media Europea (risultato pessimo, con un -1,3% durante i governi di Centro Sinistra e -2,1% sotto i governi di Centro Destra). Con Monti arriviamo al -5,3% chee e’ un risultato assolutamente impareggiabile in negativo.

DEFICIT PUBBLICO: Nei 15 anni dal 1996 al 2011 l’Italia ha avuto un Deficit Pubblico annuo medio superiore alla media UE dello 0,7%, ma tra il 2009 ed il 2011 (ultimo governo Berlusconi), l’Italia e’ stata per la prima volta da decenni piu’ virtuosa della media UE, in media del 1,4% annuo. Ora con il governo Monti il dato si sta deteriorando e quest’anno l’Italia chiudera’ con un deficit al 3,3% contro la media UE del 3,7%, con differenziale positivo di appena lo 0,4%

 

 Conclusioni: da questa analisi una Lezione per tutti

L’Italia e’ irrimediabilmente in declino. Cosa ci sarebbe da fare?

1) Riforme serie (istituzioni, giustizia, burocrazia, lavoro, liberalizzazioni) per ridare competitivita’

2) Riduzione fortissima della Spesa Pubblica Improduttiva, finanziando investimenti e protezione sociale, riduzione massiva del carico fiscale su famiglie, imprese e lavoratori, e pareggio di bilancio e riduzione del debito

Destra e Sinistra sono sostanzialmente la stessa cosa e fanno sostanzialmente le stesse politiche a meno di orpelli per incalappiare gli elettori (tenere alta la spesa pubblica, tassare, non riformare sostanzialmente niente). Il Governo Monti sta avendo risultati di performance ancor peggiori dei governi precedenti, perche’ ha di fatto spinto all’estremo le politiche fallimentari dei governi precedenti. Quello che serve all’Italia e’ esattamente l’opposto.

 

GPG Imperatrice

 Qui trovate  MIEI ARTICOLI

 Seguitemi su  FACEBOOK

Contattami  gpg.sp@email.it

Condividi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato
Tags: ,
  • Davide_P

    Il quadro complessivo è molto tetro, ma l’analisi in sé è interessantissima, da sbandierare ai sostenitori destrosi e sinistrosi che si scannano sulla mera questione del “hai fatto peggio tu, vado io che miglioro”. Certo è che il quadro politico è desolante…
    Grazie mille per l’analisi precisa e chiara che (do del tu, esagero?) tu hai svolto. Il rammarico più grande è che, seppure magari sul web possa avere un risalto particolare, sono ancora troppi quelli che si basano sull’informazione proveniente dalle fonti di stampa ufficiali quali giornali sussidiati e televisioni. E mi stupisco sempre di più nel vedere quanto sia condizionabile la gente. Ho appena letto sul Corriere della Sera un commento di una persona che se la prendeva ancora con gli evasori fiscali, colpa loro se i politici rubano… sigh…
    Credi che sia verosimile una situazione diversa? L’Italia in sé non è magari “too big to fail”? L’idea che mi sono fatto è che il paziente verrà tenuto in vita anche a costo di lasciarlo in coma vegetativo, al momento l’Italia è ancora “importante” per il futuro della UE (e dei suoi sostenitori), quindi dubito che si finirà per il default che a più riprese dalle colonne di questo sito viene invocato. Logicamente pronto ad accettare ben volentieri ogni cosa che sappia smentirmi.
    Mi sono dilungato, chiedo scusa, mi limito a riproporre la mia domanda: l’Italia può essere effettivamente emendata (da politica o default) oppure dovrà rimanere comatosa per il futuro dell’UE?
    Ancora complimenti per l’impegno e un grazie per i dati che hai deciso di condividere, e per l’attenzione

    • GPG_Imperatrice

      Nulla e’ eterno, neanche il coma ed il declino. Non sono ottimista nell’immediato, ma reputo che nel lungo termine qualcosa di buono, dalle ceneri di questo martoriato paese, possa nascere.
      Di speranze non si vive, ma non si vive senza speranza

  • Contrary_opinion

    Se non fosse che corriamo il rischio di ritrovarcelo su per i piedi ancora (berlu) , sarebbe una straordinaria occasione da mandare questo straordinario articolo a tutte le redazioni di mediaset, a il giornale e compagnia andando.
    Sarebbe un’ottimo modo;
    1) nel caso non lo pubblicassero, sbugiardarli definitivamente, confermando che si sono tutti allineati a sostenere il “prof” (parola grossa);
    2) in caso contrario se lo pubblicassero sarebbe un’ottima occasione per loro di dimostrare di avere se non altro a parole, uno spirito critico.
    Vediamo se sono liberali, … o solo a parole anche questa definizione….

    Tutti gli altri partiti e giornali non li considerei neache in quanto basta una parola per definirli.. “venduti”.

  • Inflazione è la misura della quantità di moneta in circolazione. Le tasse (iva) sono un’altra cosa (so che nella neo lingua inflazione=aumento dei prezzi ma….)
    Direi che dopo tanti anni non è il caso di illudersi….
    Non è che abbiamo bisogno di politici diversi, è proprio che non ne abbiamo bisogno..

    1) Riforme serie (Istituzioni private, giustizia privata, burocrazia eleminare, lavoro è materia tra lavoratore e datore di lavoro, liberalizzazioni = abolire le leggi che regolamentono i settori e gli ordini) per ridare competitivita’

    2) Riduzione fortissima della Spesa Pubblica (Improduttiva no!: della spesa pubblica e basta), finanziando investimenti e protezione sociale (aricominciamo a spende?), riduzione massiva del carico fiscale su famiglie, imprese e lavoratori , e pareggio di bilancio e riduzione del debito

    In dettaglio; http://www.movimentolibertario.com/2012/09/forza-evasori-il-partito-si-fara-ecco-come-cambia-il-programma/

    • GPG_Imperatrice

      Chi fa un programma non puo’ che avere un mio apprezzamento (perche’ propone): detto questo quel programma ha 2 limiti a mio avviso:
      a) E’ un programma ideologico e non pragmativo, inabblicabile nel mondo reale (proporre di licenziare 2,5 mln di persone in 2 anni e pensare che 850000 dipendenti della PA siano sufficienti a dare un minimo di servizi e’ pure propaganda; analogamente far pagare in un paese come l’Italia il 15% di flat Tax a Tronchetti Provera ed al Fattorino, provocherebbe una rivoluzione istantanea)… o meglio, se vuoi applicarlo, devi prevedere l’assunzione di 1.000.000 di celerini (cche non sono esattamente gratis)
      b) Mancano i saldi delle misure proposte (a naso, viste le misure, e conoscendo piuttosto bene gli ammontari del bilancio pubblico, quel programma crea un buco di bilancio stratosferico; la sola misura sull’IVA a naso crea una voragine di quasi 100 miliardi, e pure di piu’ la flat tax applicata sul differenziale entrate-uscite); e’ del tutto inutile fare programmi senza quantificare gli impatti di bilancio, voce per voce.
      Qui le nostre proposte, complete di analisi, ammontari, saldi di bilancio, etc. http://www.rischiocalcolato.it/2012/09/programma-politico-diamo-un-futuro-ai-nostri-figli.html
      Questo programma pubblico (fatto in 1 anno di lavoro, e ben prima che altri si cimentassero), completo di ogni voce, identifica le azioni e quantifica gli ammontari di ogni provvedimento.
      PS: il programma prevede di ridurre la spesa pubblica di 200 miliardi nell’arco di 5-7 anni. Come scritto le uniche 2 spese non tagliate sono quelle per Investimenti (che e’ una spesa rivolta al futuro) e per la protezione del Lavoratore che perde il posto (come in tutto il mondo civile, cosa che ha un costo e base per fare una seria riforma del mercato del lavoro). Poi, puo’ piacere o non piacere….ma almeno e’ un programma fatto seriamente (cioe’ studiando a menadito il bilancio, gli impatti di ogni azione e quantificandoli…..che e’ l’ABC per essere credibili…ed infatti nessuno quantifica una mazza in Italia)
      Grazie per l’intervento ed un saluto

      • Homo_Liber

        Cara Imperatrice, io apprezzo tantissimo i tuoi lavori di analisi, che denotano peraltro un livello intellettivo superiore, meritevole della massima stima.
        Il mio (ma non solo mio) problema nel credere nella effettiva realizzabilità delle proposte del programma viene dalla esperienza personale oltrechè, consentimelo, storica.
        Ti assicuro che se anche tu fossi sulla soglia dei 50 anni, la “speranza” in certi rimedi, che dal punto di vista strettamente logico “piacciono” anche a me, sarebbe pressochè svanita.
        Conosci già la mia opinione; la realtà è che l’Italia è una “emulsione” molto spinta, ed ostinarsi ad andare contro natura nel voler legare forzatamente gli elementi non può funzionare.
        Errare umanum est, perseverare autem diabolicum, et tertia non datur. (GSM docet)

        • GPG_Imperatrice

          Le tue osservazioni sono di buon senso.
          Il mio scopo scopo nell’elaborare il programma non era nel fatto di realizzarlo (sarei eccessivamente ambiziosa), ma semplicemente di “far pensare” i lettori, sia sui contenuti, ma soprattutto sull’impostazione (analitica, propositiva e con i saldi), che mi auguro pretendano dalle formazioni politiche un domani.
          Un saluto

        • Giorgio

          Humanum, appunto, tanto per ribadire il concetto.

          Sono un burlone, lo dico con simpatia…

          • Homo_Liber

            Grazie per la segnalazione: errore di battitura. Non sono un dattilografo provetto!!

  • the_joker_IT

    Finché non si fa pulizia completa della classe politica cialtrona e asservita ai poteri forti interni e stranieri (banche e finanza in primis) e non la si rimpiazza con una il cui unico interesse è quello nazionale non si va da nessuna parte (purtroppo).

    La proposta?
    – Max 2 mandati;
    – Ineleggibilità a cariche pubbliche superati i 65 anni e 1 giorno;
    – Ineleggibilità in caso di condanne anche solo in primo grado su determinati reati (corruzione, concussione, peculato e simili);
    – mandato da parlamentare incompatibile con qualsiasi altro tipo di attività (se sei parlamentare fai quello e basta);

    • Giuseppe Bianchi

      Sono d’accordo, aggiungerei anche, almeno in parte la classe dirigente privata, spesso collusa e corrotta, ma mi pare come chiedere al lupo di decidere da solo di diventare vegetariano.

  • berthoh

    secondo me la verità l’ha detta romney nel fuorionda famoso… potete piazzare chiunque a palazzo, finchè gli italiani non vedranno il fallimento chiederanno sempre i pasti gratis, lamentandosi che anche i politici li vogliono ….

  • Giuseppe Bianchi

    Grande lavoro, ottime le conclusioni : equilibrate sintetiche, realistiche.
    Appare tutto cosi’ logico, cosi’ semplice, anche se per alcuni potra’ essere doloroso. Come mai allora non si riesce mai ad intraprendere il cammino ? Non sara’ che coloro che devono decidere sono proprio quelli che traggono i maggiori vantaggi dal sistema attuale e con il minimo sforzo ? Basterebbe allora cambiare i decisori cosa che non mi pare realisticamente indolore e di facile attuazione nel breve periodo.

    • GPG_Imperatrice

      grazie

  • bertuela

    Carissima Imperatrice,innanzi tutto grazie e complimenti per i sei post. Mi domando: è
    possibile far pervenire-graziosamente-il tuo eccellente lavoro a Pierferdinando Casini
    ( grande supporter di Monti)? Magari si ravvede…….

    • GPG_Imperatrice

      non credo lo capirebbe

    • stefano

      si ravvede? Quello teme un repulisti come la peste. Non credo sia in grado di fare alcun lavoro produttivo, nella sua vita ha fatto solo gran danni.
      Se dovesse perdere il caldo seggio parlamentare, sperando che saltino i vitalizi, forse potrebbe giusto vendere hot dog fuori dal Dall’Ara; ma io non mi fiderei di lui nemmeno per comprare un wurstel.

    • johnnyr88

      La nostra Imperatrice non è ancora in grado di fare miracoli quali accendere gli scarsi neuroni di Casini

  • Pareggiamoiconti

    Complimenti, davvero un gran nel lavoro

    “Destra e sinistra sono sostanzialmente la stessa cosa” e’ una frase che andrebbe incorniciata ed affissa ad ogni angolo di strada

    • GPG_Imperatrice

      grazie

  • antoniaaa

    La politica è esautorata non conta più nulla. Anche i vari renzi o grillo se dovessero vincere non avranno alcuna possibilità di toccare nulla. Distrutto berlusca (usando grillo) adesso devono distruggere il pd (usando renzi) per far saltare anche le resistenze sindacali contro i licenziamenti nello stato e via discorrendo.

  • Monti ha fatto un disastro e questo e’ innegabile.e lo ha fatto di proposito,si capisce a colpo d’occhio:se non avesse fatto niente,ora staremmo meglio.io mi chiedo:quale e’ il suo piano??vedo che di fronte ad un simile fallimento ,Monti continua a prendere elogi e ritirare premi,dai leaders europei e americani.La tesi che lui voglia svendere l’Italia al miglior offerente non mi convince.Non c’era bisogno di creare tutto questo casino in fondo siamo sempre stati il paese di Pulcinella che puo’ essere conquistato con poco sforzo da chiunque.

    • GPG_Imperatrice

      se non avesse fatto niente,ora staremmo meglio…. non c’e dubbio
      Il miglior governo mai avuto fu un governo che non face niente di niente

  • post magistrale. uno dei migliori di Gpg di tutti i tempi (ed io ne so qualcosa). complimenti

    • GPG_Imperatrice

      grazie AND

  • stefano

    Cara GPG, bom trabalho.
    Obrigado!

    • GPG_Imperatrice

      De Nada.
      Um Abrazo

  • johnnyr88

    Non vedo l’ora di farlo leggere a certe pecore di mia conoscenza che “Monti ha salvato Fallitaglia” anche se credo siano talmente prive di materia cerebrale da non riuscire a comprendere articoli del genere

    Comunque carissima la cosa migliore di tutto il lavoro è la contestualizzazione e il confronto con il resto d’Europa. Prendere le cose al di fuori del contesto è solo un’operazione demagogica, buona per il montiano medio (e ce ne sono più di quanti tu creda)

    • GPG_Imperatrice

      grazie… tra l’altro ho scoperto cose interessanti…. il miglior governo possibile in Italia e’ quello che non fa niente… piu’ fanno azioni e piu’ fanno danni…. guarda la tabella e lo capisci. Ciao e grazie del commento

  • Massimo Antonicelli

    Ho letto tutto con grande interesse. Un notevole lavoro di analisi.
    Tenendo presente il quadro da lei delineato, ma anche le possibili alternative politiche prossime future sulla scorta dei sondaggi più attendibili, farei a GPG una domanda:
    dato per spacciato il PdL (ma mai dire gatto se non lo si ha nel sacco…) preferirebbe Bersani (con tutto ciò che comporterebbe, da Vendola & c.) o Monti al governo?
    Confido in una sincera risposta

    • GPG_Imperatrice

      Nessuno dei Due. Comunque meglio un governo politico che un papocchio… direi che dopo aver visto i dati, Monti (che come persona preferisco a Berluscni o Monti) direi che e’ meglio faccia le valigie. Un Bersani avrebbe un pregio: non durerebbe troppo…. quindi e’ meglio

  • dxdanny

    Come al solito complimenti per l’ottimo lavoro di analisi. Aggiungerei che Monti ha generato una fortissima recessione, oltre che con le tasse, anche con l’imposizione dello stato di polizia tributaria. Infatti chi ha disponibilità finanziarie non fa più circolare moneta per la paura di avere addosso gli occhi del fisco. I commercianti preferiscono detenere moneta liquida invece di versarla in banca (come si faceva fino a qualche anno fa). Chi ha o vuole comprare una imbarcazione lo fa all’estero, le auto di grossa cilindrata sono svendute per paura del fisco e di nuove non se ne vendono. Gli esempi potrebbero essere molteplici ma il risultato finale è che la moneta non circola. In tutti i libri di economia (che forse Monti non ha mai letto oppure non li ha capiti) la ricchezza è direttamente proporzionale alla velocità di circolazione della moneta, il governo Monti con le tasse ed il terrore fiscale ha tirato un vigoroso freno a mano alla velocità di circolazione della moneta, ed eccoci ridotti in recessione con tutti gli indicatori che segnano i peggiori risultati della storia. Ci volevano i professori a mandarci per stracci, complimenti. (avesse almeno ridotto il debito pubblico, manco quello ha un valore positivo).

    • GPG_Imperatrice

      grazie

  • angeloluca barba

    GPG l’analisi andrebbe però contestualizzata alla contingenza.

    Non sono certo un amante della politica montiana, ma certo è ben diverso governare la crisi del 2012 o il momento dell’incasso e crapula dei dividendi dell’euro di fine anni 90.

    In questo senso bisognerebbe ( ed è fantascienza) domandarsi cosa avrebbe fatto uno dei governi precedenti nella stessa situazione. L’unica similitudine è possibile farla solo con il governo Berlusconi fine 2011 ed i suoi comportamenti.

    Il raffronto fa tremare le vene dei polsi.

    • GPG_Imperatrice

      Ma hai letto bene l’analisi?
      E’ contestualizzata e depurata dai cicli.
      Non analizza i risultati in se’, ma i differenziali con l’Europa, che equivale a tener conto dei cicli e depurarne l’effetto,
      Nel 2012 Monti trova una crisi….ma l’intera europa e’ in crisi, e pezzi d’europa pure peggio di noi.
      Idem nel 2008-2010: ci fu una grossa crisi, sia in Italia che in Europa.
      Un saluto

  • Pingback: 1992/1993 – 2012/2013: BYE BYE ITALIA (a chi giovano gli scandali…) « ilContagio()

  • tombecker76

    Ammiro la tua passione per i numeri ma continuo a ritenere che ci sono due grossissimi difetti in alcune delle tue analisi:

    -confondere correlazione e causalita’

    -ascrivere i numeri rilevati in un orizzonte temporale preciso esclusivamente a quell’orizzonte temporale (ovvero: quello che si fa oggi puo’ avere effetti domani o dopodomani E/O i risultati/numeri dell’oggi dipendono da quello che si e’ fatto ieri o l’altro ieri).

  • Lo Ierofante

    Attualmente Il tasso di disoccupazione nel nostro Paese, fonte Bce, supererebbe il 12,5%. Tale cifra include anche chi ha smesso di cercare lavoro.

  • AND

    che rotta co sto “dividendo dell’euro”. E’ UNA BAGGIANATA.

    allego grafico sovrapposto ITA 10 YR – GB 10 YR. storico, dal 93 circa ad oggi. i grafici sono centrati per data e rates. inutile che dica che GB e ITA hanno avuto problemi analoghi nel 92, hanno difeso un aggancio sballato. sono saltati, costretti prima ad alzare i tassi, e poi una (ITA) ha preso la via dell’EUR, l’altra è rimasta con la £.

    si vede chiaramente che il percorso è stato più o meno il medesimo, fino al redde rationem recente dove GB piazza i titoli a tassi reali negativi e noi nella stratosfera.

    ENJOY e tanti saluti a boldrin

    • AND

      analoga cosa si può fare con US

  • AND

    ah vedo ora che i commenti sotto sono di un mese fa.. ma è stato riportato il post in alto, giusto? comunque quello che ho scritto vale sempre. il totem del dividendo dell’euro è ben saldo nella testa della gente non diversamente da un mese fa

  • Ein guter Job

    Non è per niente il peggior governo se visto dall’ottica all’interno della quale è nato e il motivo per cui è stato messo lì: effettuare politiche di pesantissima DEFLAZIONE SALARIALE e REPRESSIONE DELLA DOMANDA INTERNA per dare ancora un pò di tempo alla BOMBA AD OROLOGERIA DELL’EURO di non esplodere e recuperare i crediti dei capitalisti del Nord Europa, come la signora Merkel vuole. Punto. Hanno fatto un OTTIMO lavoro: direi che, in quell’ottica, sono stati i migliori in assoluto. Basta capire PER CHI LAVORANO. per saperne di più goofynomics.blogspot.it

  • Gilles74

    SI, sono triste perché, dopo un mafioso impresentabile agli occhi del Mondo, ci aspettavamo
    che questo alieno venuto dalla trilaterale avesse aiutato il Paese, invece si è occupato solo dei suoi principali datori di lavoro, cioé, Goldmans Sacs + (mi sfuggono gli altri-pardon)
    Ed è per questo che sono incazzato e triste alla volta.

  • Renzo Mattioli

    E’ una analisi del tutto miope e sballata. perchè capovolge le cause con l’effetto.

    Il “superindice” poi sembra costruito apposta per elogiare Berlusconi.
    Ma anzitutto è una realtà che i governi di Centrosinistra hanno fatto scendere il debito/PIL aumentando l’avanzo primario. Mentre quelli Berlusconi hanno dissipato quei risultati facendo risalire il debito fino ai livelli lasciati in eredirtà a Monti. Vedi:
    http://www.youtube.com/watch?v=sn29NSHrVfQ&playnext=1&list=PLBA90AF1EBB68AEDD&feature=results_video
    http://www.youtube.com/watch?v=PwP2aaWvM2Y

    Dire poi che nel 2008-09 “Tremonti in quel periodo ebbe il merito di non sperperare denaro pubblico e di non fare niente…” è pazzesco. Perchè prorpio negando l’evidenza della crisi e di prendere provvedimenti siamo vissuti in una situazione di apparente benessere. Ma proprio questo “rimandare i compiti” aggravò la situazione del debito e i costi dello spread fino al punto di costringere Berlusconi stesso ad introdurre la polpetta avvelenata del patto di stabilità nel 2013 e ad appoggiare Monti (per lui il suo “utile idiota”) votando ed apprezzando tutti i suoi provvedimenti recessionistici.

  • Renzo Mattioli

    La vostra è una analisi del tutto miope e sballata. perchè capovolge le cause con l’effetto,

    Il “superindice” promuove il vivere al disopra delle proprie possibilità, e boccia chi poi ne eredita il conto salato da pagare.

    Dire ad esempio che nel 2008-09 “Tremonti in quel periodo ebbe il merito di non sperperare denaro pubblico e di non fare niente…” è pazzesco. Perchè prorpio negando l’evidenza della crisi e mantenendo artificialmente una situazione di apparente benessere.

    Noi siamo in una CRISI DA DEBITO!! Ed è un fatto inconfutabile che i governi di Centrosinistra han fatto scendere il debito/PIL aumentando l’avanzo primario. Mentre quelli Berlusconi hanno dissipato quei risultati facendo risalire il debito fino ai livelli lasciati in eredità a Monti. Vedi:
    http://www.youtube.com/watch?v=sn29NSHrVfQ&playnext=1&list=PLBA90AF1EBB68AEDD&feature=results_video
    http://www.youtube.com/watch?v=PwP2aaWvM2Y

    E i dati ISTAT:

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi