banner-Trading_640x80

da Mondo Elettrico di Massimo J. De Carlo

oilrefinery01 Consumi dei carburanti in calo e rischio strategico di chiusura delle raffinerie

Benzina troppo cara e raffinerie in crisi. In un articolo sul sito dei Gestori di Carburanti vengono riportati dati  elativi all’anno in corso quali sono stati presentati da Alessandro Gilotti, presidente dell’Unione petrolifera.
In sintesi, cala la bolletta energetica, crollano i consumi, le raffinerie rischiano di chiudere e le tasse pesano troppo. Si riafferma che i dati del calo di consumi di carburante, gravati dalle tasse più alte d’Europa, destinate ancora a crescere nei prossimi anni, e la generale crisi del settore portano potenzialmente al rischio di chiusura di tutte le raffinerie.

Il consumo di benzina e gasolio è diminuito del 5% nel 2013, con volumi tornati sui livelli del 2000. Dal 2004, anno di picco dei consumi, sono stati persi complessivamente 11 miliardi di litri. La benzina, scesa a 8 milioni di tonnellate. La chiusura tutte le raffinerie comporterebbe un gravissimo rischio strategico e non c’è efficienza che si possa mettere in campo, in Italia non c’è raffineria in grado di fare profitti e da Bruxelles continua a uscire una normativa penalizzante.

Secondo i dati dell’Up l’utilizzo della capacità degli impianti nel 2013 è sceso al 72% a causa del calo dei consumi e dell’export, ma sul settore pesano anche le normative ambientali Ue “sempre più vincolanti”.

- Un altro problema, le raffinerie nazionali, -5% nel 2012

MondoElettrico è anche su   fb01 Consumi dei carburanti in calo e rischio strategico di chiusura delle raffinerie
.

Incoming search terms:

  • calo vendite carburanti
  • ccalcolo consumo carburante benzina
  • chiusure raffinerie soluzione
  • raffinerie in crisi
  • renzi raffinerie
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato