banner-Trading_640x80

corsa clandestina Corsa Clandestina. AllIppodromo di Kabul Fan Faròn torna in Testa

Oggi vi parliamo di una pista prestigiosa: l’Ippodromo di Kabul. Molto spesso, la mattina, questo circuito forniva report accurati durante l’approfondimento ippico della principale rete della tv afghana. Ma oggi, in piena sbornia da corse clandestine, ha scelto di impedire agli spettatori di assistere alle gare d’avvicinamento al Grand Prix d’Europa.

Tuttavia, grazie a qualche indiscrezione trapelata, siamo riusciti molto faticosamente a ricostruire gli esiti dell’ultima corsa su questo tracciato che, come vedremo, si dimostra particolarmente ostico per il purosangue azzurro Varenne.Il dato shock di questa rilevazione sta nel numero bassissimo di seggiolini occupati in tribuna, solo il 55% di chi poteva recarsi all’ippodromo, infatti, ha scelto di andare a scommettere, falsando sensibilmente l’esito finale della gara.Vince, senza troppi patemi, Fan Idòle che sapientemente guidato dal fantino Fan Faròn chiude il miglio in 33,5”. Dietro di lui il pentastellato Igor Brick è in ottima forma, facilitato anche da una pista decisamente amica: 28,4” per lui, con uno dei migliori tempi ufficiali fatti segnare sin qui dal fantino genovese.

A due giri dalla fine, sfumata ogni possibilità di raggiungere il secondo posto, Varenne ha ceduto di schianto: l’assenza del fantino Burlesque (sempre chiuso a Château de Boscòn) e strane voci sul coinvolgimento in possibili combine legate all’Esposizione Mondiale del Cavallo pesano non poco sul suo risultato finale. Con 16,5” fa segnare uno dei peggiori tempi di sempre e c’è già chi punta il dito contro alcuni complotti internazionali.

Lo sprint per il quarto posto premia il nordico Groom de Bootz che con 5,5” batte dopo un’appassionata volata il filo-governativo siciliano Ipson de Scipiòn (5,4”). Accede a sorpresa al riparto dei sacchi di biada anche Frères Tricolòr che strappa un tempo di 4” appena necessario per superare l’ostacolo di sbarramento e accedere ai sacchi di biada previsti dagli organizzatori di Bruxelles e Strasburgo.

Fuori per un soffio, invece, il rosso Generàl de Etomatopulòs che chiude in 3,9”. Sempre ultima e distanziata dal gruppo dei migliori c’è la scuderia degli eredi di Petit Jean e di Ipson de la Boccòn con il curioso fantino belga che sembra non riuscire ad abituarsi ai ritmi dell’ippica nostrana.

Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato