Cosa ha Esattamente Scritto Vladimir Putin all’Europa (Prima di Chiudere il Gas)

Di FunnyKing , il - 16 commenti
banner-Trading_640x80

(poi non vi lamentate)

da Vladimir Putin fan Club

Cari colleghi (ahahahaha nd. fk, Barroso collega di Putin?),

All’inizio di aprile abbiamo suggerito consultazioni immediate al fine di elaborare un approccio coordinato per stabilizzare l’economia ucraina e di garantire la stabilità del transito di gas naturale russo in conformità con i termini contrattuali.

Oltre un mese è passato. Le consultazioni con i rappresentanti di un certo numero di paesi non-UE hanno avuto luogo a Mosca, in cui i nostri partner ci hanno detto che hanno completamente condiviso le nostre preoccupazioni per la situazione circa i pagamenti dell’ Ucraina per le forniture di gas dalla Federazione russa e dei rischi a causa di insufficiente quantità di gas immagazzinato in depositi sotterranei ucraini.

Per quanto riguarda i paesi dell’Unione europea, abbiamo avuto solo un incontro a Varsavia con una delegazione guidata dal Commissario europeo per l’Energia Günther Oettinger, in cui ha partecipato anche il rappresentante ucraino Yuri Prodan. Purtroppo, dobbiamo dire che non abbiamo ricevuto proposte concrete dai nostri partner quanto a come stabilizzare la situazione con l’azienda acquirente ucraina in modo che possa far fronte ai propri obblighi contrattuali e di garantire il transito affidabile.

Inoltre, la situazione circa i pagamenti per il gas russo è peggiorata in questo periodo di tempo. Gazprom non ha ricevuto un singolo pagamento per il gas fornito all’Ucraina, e il debito totale è cresciuto da 2,237 miliardi di dollari a 3,508 miliardi di dollari.

E questo nonostante il fatto che l’Ucraina ha ricevuto la prima tranche del prestito FMI per l’importo di $ 3,2 miliardi.

Date le circostanze, la società russa ha emesso una fattura anticipatamente per le forniture di gas all’Ucraina, che è completamente in conformità con il contratto, e dopo l’ 1 giugno le forniture di gas saranno limitate alla somma prepagata da parte della società ucraina.

Vorrei sottolineare ancora una volta che siamo stati costretti a prendere questa decisione. La Federazione russa è ancora aperta a continuare le consultazioni e collaborare con i paesi europei al fine di normalizzare la situazione. Speriamo inoltre che la Commissione europea si impegnerà più attivamente al dialogo, al fine di elaborare soluzioni specifiche e giuste che aiuteranno a stabilizzare l’economia ucraina.

Condividi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato
  • WinoBS

    avete fatto scorta di legna?

    • MarcoTizzi

      Se andiamo avanti così qualcuno farà una bella scorta di legnate…

      • Oculus Maximum

        mi sa tanto che l’europa si prende una bella lezione di geo-strategia questa volta… ”legnate geo-strategiche” …

    • Oculus Maximum

      procuratevi un manuale di sopravvivenza in fretta anche…

  • toccodellamedusa

    Tranquilli. Il 2 giugno il Nerd torna a giocare a pac-man.

  • Turbo-mind

    Facendo ricorso alle riserve e aumentando leggermente l’importazione dall’Algeria l’Italia è a posto fino a tutto il 2015. L’emergenza gas riguarda soprattutto la Germania, quindi…
    o si risolve alla svelta, molto alla svelta,
    o mega-crisi in Germania.
    Eh si, sono proprio tempi interessanti!

    • http://nukethewhalesnow.blogspot.it/ Nuke The Whales

      No, la Germania e i paese del Nord Europa sono a posto, il gas lo prendono dal gasdotto bielorusso e dal North Stream, che hanno ampi margini di ampliamento del flusso del gas, tra l’altro.
      Notevole anche notare che gli stati che sono più “arrabbiati” con la Russia, ovvero paesi baltici e Polonia, non ricevono gas russo dall’Ucraina, ma da altri gasdotti non a rischio.
      In pratica fanno i bulli con il culo degli altri.
      La crisi ci sarebbe oltre che all’Ucraina, in Romania, e in Cecoslovacchia ed in Ungheria e nei paesi confinanti, che ricevono il gas praticamente solo dall’Ucraina.
      Soffrirebbero anche gli stati tipo Austria , Serbia e in centro Europa, pur in misura minore.
      E anche l’Italia, ovvio, magari non si rimane a secco, ma saranno comunque volatili per diabetici

      • LucaS

        Esatto! La Germania non rischia nulla.

      • Turbo-mind

        Chiedo venia! Ero convinto che anche north stream passasse per un tratto in Ucraina… invece passa da tuut’altra parte. :)

    • http://www.riccardozanon.com/ Riccardo Zanon

      Vengono a prenderlo a casa nostra, cosa credi? I virtù della solidarietà Europea!

  • maidiremai

    Oltre alla legna servirà anche la bicicletta….. http://www.metallirari.com/leuropa-rischia-grosso-con-il-gas-dellucraina/

  • pagliuzza

    con la carenza di gas aumenta il consumo di fagioli

    • Andrea_SҨ, il vostro nemico…

      Vai con l’eolico!

      W l’energia pulita…

  • Oculus Maximum

    la germania sará alquanto preoccupata… che dite? (sorriso malefico)

  • nababbo

    obanana continua con sogno di

    Washington quello di
    “sganciare” dalle tubature dalle quali ricevono il gas russo, gli
    alleati euro-atlantici nel Vecchio Mondo.

    Il gas “nemico”: già nel febbraio 2008, il direttore della National
    Intelligence degli Stati Uniti, Michael McConnell, ha pubblicamente
    definito Mosca e Pechino una minaccia per Washington. Secondo le sue
    stesse parole, i servizi di intelligence “temono le capacità finanziarie
    della Russia, della Cina e dei paesi dell’OPEC (Organizzazione dei
    Paesi esportatori di petrolio) e l’uso potenziale del loro accesso ai
    mercati esteri per l’attuazione dell’impatto finanziario per i loro
    scopi politici”.
    non solo la germania dipende dal gas rosso, ma altri paesi. seppur non avranno lo stesso peso dei tedeschi.
    Vedendo poi l’effetto delle sanzioni
    Le statistiche riguardanti i singoli paesi risultano più impressionanti.
    Finlandia dipende dalle forniture russe al 100 %, Bulgaria – all’85%,
    Boemia – all’80%, Slovenia – al 63%, Grecia – al 55%, Polonia – al 54%,
    Austria – al 52%, Ungheria – al 49%, Бельгия – al 43%, Germania – al
    40%.
    intanto:
    L’UE sta preparando una risposta comune a Putin sul gas per l’Ucraina

    ma i soldi che l’fmi ha dato all’ucraina oltre a pagare il battaglione americano a kiev a cosa servono??

    poi l’oro se lo sono preso gli usa …. naturalmente….

    poi non bisogna dimenticare

    La tedesca Deutsche Welle fa notare che in Germania i costruttori dei
    macchinari agricoli denunciano una forte flessione delle vendite in
    Russia.
    Adidas, Carlsberg, l’Oreal, la società austriaca Wienerberger,e la British American Tobacco.

    Bisogna vedere poi l’americana Exxon Mobil o ll’europea BP che già lavorano con Gazprom e Rosneft

    Inoltre la francia deve consegnare alla Russia 2 navi mistral e…

    L’amministrazione
    del Presidente degli USA Barack Obama è preoccupata per le informazioni
    secondo le quali Parigi è intenzionata ad adempire il contratto per la
    fornitura di navi portaelicotteri francesi “Mistral” alla Russia.
    “Siamo preoccupati”, ha detto il portavoce della Casa
    Bianca Jay Carney in un briefing a Washington. Secondo il funzionario,
    Washington è “in attesa di conferma ufficiale di tali informazioni da
    parte francese”.

    Mercoledì scorso, la società russa
    “Rosoboronexport” ha riferito che la Francia riceve regolarmente il
    pagamento per la costruzione delle navi russe del tipo “Mistral”.
    E’ i momento per l’Europa /se esiste) di mandare a f*ck the usa

  • Lucio

    Muovetevi a fare South Stream!!! Altro che tante pippe. L’Ucraina va EVITATA come la peste. Una volta che potremo fare a meno dei vecchi gasdotti potremo mandare a farsi fottere tale Paese.

Banner-Non-si-puo-fare-03 (1)

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

ARGENTO SENZA IVA: SI PUO'!

Schermata_2013-06-05_alle_15.48.32

Link alla Recensione di RC

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.