Sapete Quanto ha Perso un Cassettista Monte dei Paschi dal 2007 a oggi? Il 99,03%

Di FunnyKing , il - 27 commenti

banner_spi_05

Schermata_2016-01-06_alle_11_44_18

Quello che vedete è l’incredibile grafico del prezzo delle azioni Monte dei Paschi, Grafico che tiene conto dei 2 raggruppamenti azionari avvenuti negli ultimi 3 anni, aspettiamo con ansia il prossimo visto e considerato che parrebbe che le aziono BMPS si avviino di nuovo sotto la soglia di 1€ per azione.

I massimi risalgono al Maggio 2007, circa 114€ per azione. Si avete letto bene.

Il cassettista con azioni Monte dei Paschi di Siena, dai massimi del 2007 a oggi ha perso il 99.03% dell’investimento fatto. Magari qualcosina l’ha recuperata vendendo (per centesimi) i diritti di sottoscrizione dei vari aumenti di capitale, ma sono briciole.

Non si può dire che gli azionisti Monte dei Paschi non abbiano già ampiamente partecipato al Bail-In.

Condivisioni

Incoming search terms:

  • quanto ha perso il monte dei paschi
  • quanto ha perso il titolo mps ultimi 10 anni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Albert Nextein

    E’ la politica.

  • FP

    L orrore sta nel fatto , che la gente crede di poter rivedere quelle quotazioni, mentre gli azzerati non riavranno nulla mai.. Poi si svegliano tutti sudati. ..
    Seat PG , Tiscali, BMPS di queste belle storie ne è pieno il listino, il lusso sarà la prossima mietitrice? ? Chi può dirlo. .

  • Pablo

    Forse bisognerebbe comprarle ora 🙂

  • biafra66

    Nulla…ancora qualche colpetto e quando lo S&P arriva a 1800 altro che cassettista ormai gia bello “asfaltato”….poveri correntisti (che tanto le banche made in Italy sono le piu’ sicure al mondo)……e si l’ Epifania…che tutte le feste si porta via!!!! Aleeee’ oho..ale’ oho!!

  • fabiotto

    noooo…ma non è un fallimento…noooo!!!

  • angelo m.

    si ma il bello è che anche chi entra oggi perderà altrettanto :-))

  • Lucio

    Peccato che ai salvataggi del MPS ci partecipiamo tutti quanti.

  • Austrian school

    E nonostante le perdite già subite dagli azionisti il MPS è tuttora a fortissimo rischio di default. I pazzi che ancora hanno depositi in quella banca andrebbero internati o esaltati come eroi della patria “chi muore per la patria vissuto è assai”.

  • Jonathan

    A me preoccupa Unicredit…10 volte più grande….e probabilmente Dio solo sa quanta spazzatura contiene!!!

    • Luigi Cifra

      Mi hanno detto che Unicredit salta a gennaio…

      • Jonathan

        Credo che Draghi si venderebbe l’anima e l’eurotower oltre a una spasmodica stampa monetaria piuttosto che accada….cmq si stanno portando avanti col lavoro oggi è riuscita a beccarsi una bella sospensione!!!

        • formic

          credo che l’anima se la sia gia venduta da molto tempo 😉

      • formic

        a me invece che gli asini saranno prossimi al decollo verticale…………

      • andrea pippo

        dell’anno prossimo?

      • Gino

        Dai non scherziamo…

        • Jonathan

          ….che poi la gente va short in leva e si fa più male che comprando MPS!!!

    • BlatantPromotion

      è il 22% di banca d’italia

    • Friendly Cynic

      Proprio perché é cosí grande non le permetteranno mai di saltare: piuttosto la nazionalizzano.

  • ForzaKarolina

    Lo so bene perchè li conosco di persona!
    Diversi amici qui a Mantova (l’ex Banca Agricola Mantovana è stata inglobata da MPS) ci hanno investito nonostante gli avessi detto 3500 volte di non farlo e di vendere….
    Quando glie lo dicevo mi rispondevano: “ma se vendo adesso ci perdo troppo”, io rispondevo “si ma se non vendi perdi tutto, almeno adesso ti resta qualcosa”, e loro “tanto ormai più di cosi non posso perdere (quando eravano ancora a -40%, -50%….).
    Ne conosco addirittura alcuni che hanno continuato a comprare di recente “per abbassare il prezzo di carico”… una stronzata cosmica ma ormai mi arrendo… facciano pure quello che vogliono!

    • Maximus

      Se non ricordo male ti occupi di finanza.
      Posso chiederti se conosci le motivazioni del ritiro di Barclays e del fatto che subentrerà Chebanca ?.
      Ci può essere sotto qualcosa di losco ??
      Grazie in anticipo.

      • andrea pippo

        ormai è due anni che barclays ha ritirato tutte le carte di credito in italia e cercato di passare i clienti a succursali di mediobanca.
        credo abbiano anticipato un poco troppo il rischio sistema italia. cmq meglio un poco in anticipo che un poco in ritardo.

      • ForzaKarolina

        Non è esattamente il mio campo_ io faccio finanza aziendale (principalmente valutazioni aziendali e finanza straordinaria) e risk management ma in linea di massima concordo con andrea pippo qui sotto.

  • Manuel

    Ok, ma per onor di verità dal 2007 i dividendi quanto hanno dato in % al capitale iniziale investito?

  • Manuel

    Cmq sembra l’ETC LNGA, andate a darci un’occhiata e fatevi due risate. Miracoli del contango.

    :asd:

    • FP

      Altra mietitrice. .. Sarà interessante capire quale sarà la prossima.

    • Jonathan

      Sono cose diverse…stiamo parlando di un ETC con sottostante il natural gas in leva 2X….con o senza contango un pò tutti i leveraged su materie prime hanno fatto quella fine…insomma si possono pur sempre definire derivati e come tali comportano un rischio maggiore…la cosa è ancora più grave perchè un titolo che ha rendimenti associabili a un derivato ti fa capire di come sia stata gestita!!!

      • Manuel

        So benissimo che sono due strumenti diversi. Non ho scritto a caso “miracoli del contango”. facevo solo notare l’andamento verso lo zero.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi