Fronte di Liberazione Fiscale

Di Antonino Trunfio , il - 20 commenti

banner_spi_01

Ieri Sabato 13.2.2016 come presidente di Liberi Comuni, ho partecipato alla manifestazione indetta dal sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero per il lancio del Fronte di Liberazione Fiscale.

Il simbolo lo trovate sotto :

FRONTELIBERAZIONEFISCALE LOGO

Lo sfondo rosso e il richiamo ad una croce bianca vogliono essere un riferimento alla Confederazione Elvetica, le cui frontiere peraltro, distano da Cantù, solo poche decine di kilometri.

Ho deciso di partecipare e dare il sostegno mio e di tutti gli iscritti di Liberi Comuni, perchè la proposta di Bizzozero, sebbene sia semplice e concentrata sul tema cruciale della libertà economica, riguarda un tema cruciale per qualsiasi comunità umana, altrimenti sottomessa alla demagogia politica e sequestrata dalla partitokrazia e dai suoi parassiti.

Come sanno i nostri iscritti e quelli che comunque simpatizzano per Liberi Comuni, la nostra associazione politica ha elaborato qualcosa che io rappresento come la “combinazione della cassaforte”.

La cassaforte è il sistema che ostacola e mortifica la libertà prima tra tutte quella economica. Lo stato e la sua insaziabile necessità di spesa pubblica per il consenso elettorale.

La combinazione è quella formulata da Giovanni Birindelli, che permette con una strategia precisa e in tempi piuttosto veloci di riportare le Legge al suo posto, ridandole il primato che ha avuto e deve avere in qualunque società che aspira ad avere futuro e properità. Legge al suo posto, e poteri di ogni ordine e grado a partire da quelli del quirinale, fino all’ultima circoscrizione comunale, sottomessi alla Legge. Non alla kostituzione kattokomunista itaGliana.

Ieri mi sono sentito quindi in dovere, di conoscere Claudio Bizzozero. E mi sento oggi di osservare l’evoluzione del suo Fronte di Liberazione e di poterlo aiutare con la forza delle nostre idee e la formidabile strategia “Birindelliana” che permetterebbe al Fronte di Liberazione Fiscale, di divenire davvero una potentissima arma di offesa del sistema centralizzato dello stato, e la premessa per un cambiamento epocale, non già della sola pressione fiscale e dell’autonomia impositiva Lombarda e dei comuni Lombardi, ma di un nuovo modello di società dove si ristabilisce il primato della Legge su tutto, e i diritti inviolabili dell’uomo rimessi al centro di qualunque azione politica in una comunità e in una società. Il tutto a partire dai diritti di proprietà.

Prima di concludere la manifestazione è stata scoperchiata dal telo che la copriva, la piccola utilitaria personale del sindaco. E’ con questa auto che si parte per un progetto ambizioso ma concreto, caro a milioni di lombardi esasperati dalla crisi economica e dalla rapina fiscale romana.

FRONTELIBERAZIONEFISCALE

Auguri pertanto a Claudio Bizzozero, e conti pure sul nostro sostegno morale, delle idee e concreto per organizzare incontri, manifestazioni e conferenze affinchè con le regionali del 2018 in Lombardia, si ponga fine all’estorsione romana nei territori lombardi.

Condividi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Paolo

    Questo facciamolo presidente onorario:
    https://www.youtube.com/watch?v=chTC19PnR9E

    • Albert Nextein

      Nella sua semplicità espressiva ha detto tutto il necessario.
      Se pago le tasse non ho di che campare.

  • Giuliano D’Ambrosi

    E, nel caso arrivasse per posta l’intimazione a pagare da equitaGlia, ecco il comportamento da tenere https://www.youtube.com/watch?v=r-IoPnbic1U

    • Albert Nextein

      Questo, pur simpatico, parte da una premessa del tutto farlocca.
      “se fossi ricco pagherei”.
      Dimenticando che sarebbe un ricco suddito e servo.

  • Mister Libertarian

    Lo Stato è un furto!

    Grande Bizzozzero, grande Trunfio, e forza Fronte di Liberazione Fiscale!

  • Antonello S.
    • Mister Libertarian

      Porca miseria! Bizzozzero che flirta con quel pazzoide di Barnard e con la MMT!

      Per fortuna che questo link risale al 2013.

      Speriamo che nel frattempo qualcuno vicino a Bizzozero, ad esempio il prof. Bassani, gli abbia spiegato un po’ di economia austriaca,

  • Fabrizio de Paoli

    Grande Antonino, bellissima iniziativa. Mi iscriverò al FRONTE LIBERAZIONE FISCALE.

    Leggendo il link di Antonello S. Però mi si è gelato il sangue. Sarebbe opportuno mettere in guardia il sindaco da cavalli di Troia e Worms.

  • Luigi Cifra

    Mi pare che ci sia anche il Prof Marco Bassani, quindi dovrebbe essere un movimento serio…

    • Maximus

      Sti cazzi !
      A Roma tremano.

      • Fabrizio de Paoli

        Tremano e tremeranno comunque, perché a prescindere dai movimenti organizzati, c’è già un sacco di gente che individualmente ha già deciso di NON più pagare.
        Non è importante che si vedano e non è importante che i giornali e le tv ne parlino.
        La cosa importante è che ci sono, per questo a Roma tremano.

        • Maximus

          Nel 1992 tu dove eri ?

          • Fabrizio de Paoli

            …92?
            A lavorare.

            O magari han messo al riparo ciò che non volevano perdere.

        • saya

          non tremavano così dai tempi del carro armato di cartone

    • Antonino Trunfio

      Si era con Bizzozero e con tutti i convenuti come me a Cantu’

  • formic

    la via deilampioniaddobbati è la più veloce.

    • Antonino Trunfio

      Dipende se si e’ piu’ veloci e forti ad addobbare i lampioni, oppure a finire dietro le sbarre con prove pre-costruite dall’associazione a delinquere con sede principale in roma. I veri nemici di questa cupola sono perseguitati, motivo per il quale chiunque sfasci vetrine per reclamare diritti, o si chiami ndrangheta, mafia, camorra trova protezione e tolleranza per la spartizione del territorio. Sono per l’uso dello loro leggi criminali rigirandole sapientemente contro. Ogni epoca e ogni tiranno ha conosciuto il suo ultimo giorno quando si e’ trovato dentro le proprie mura un inaminato e apparentemente innocuo cavallo di legno.

  • davide

    NEl sud Tirolo è da decenni che impazzano personaggi che lanciano filippiche sull’indipendenza. Risultati? Zero! Come si spiega? Si spiega quando si viene a sapere che la loro Giovanna D’arco che ad ogni piè sospinto lancia strali antiitaliani, tale signora Eva, cumula grazie ai romani vitalizi cifre sei zeri.
    Che il loro storico ex governatore tale Luis (in carica 24 anni) s’è arricchito un bel pò facendo lo strenuo difensore dell’identità altoatesina.
    E se andate a Bolzano in una casa vacanza, basta farsi amico col proprietario che ti racconta tutte queste belle cosette sul conto degli intrepidi antiromani e antistatalisti.
    Se li comprano tutti a Roma! Ma l’avete vista la lupa capitolina? delle tette enormi che neanche il + perverso chirurgo estetico potrebbe immaginare e sotto a succhiare i vari Masaniello di turno. Froci col c….altrui.
    Ecco la lupa è il vero simbolo italiano. Dovrebbero metterla in ogni scuola o ufficio pubblico. altro che Checco zalone e quo vado

    • Albert Nextein

      Questi personaggi hanno confuso identità con indennità.

      • davide

        pungente!

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi