Il Paradosso di E-Cat. L’Energia (quasi) Gratis, Prima di Farvi del Bene, Vi Farà tanto Male

Di FunnyKing , il - 47 commenti

banner_spi_05

Domestic-concept-2-1030x643

Seguo sempre con una certa curiosità le vicende di E-Cat, ovvero del “mitologico” (mi si passi il termine ironico) apparato di Andrea Rossi per produrre energia a bassissimo costo. Un apparato che avrebbe le potenzialità di mettere fuori mercato:

  • Energia prodotta con idrocarburi
  • Energia prodotta con carbone
  • Energia nucleare
  • Energia rinnovabile
  • Le reti di trasporto degli indrocarburi
  • Le reti di trasporto dell’energia elettrica

Avete una vaga idea di quale enorme montagna di debito e di che indotto economico e occupazionale oltre che Geopolitico sia connesso con tutte le forme di produzione energetica?

Immaginiamo per un attimo che la “solita mail hype” che appare di tanto in tanto sul sito e-cat-world.com sia fondata (non lo è stata mai, fino ad ora, tranquilli):

Here’s a comment from Andrea Rossi today regarding the E-Cat X:

Andrea Rossi
February 9, 2016 at 4:31 PM
Italo R.:
very premature, but I want to add that today the E-Cat X made a tremendous step forward a massive production. Today I am very happy.
Warmest Regards
A.R.

Facciamo finta che siamo vicini alla produzione in massa e alla commercializzazione di questo fantomatico e-cat (che per lo meno si merita il titolo di fake del secolo), oppure qualsiasi cosa vogliate che prometta energia sicura, a basso costo, e producibile su piccolissima scala (anche con impianti domestici).

Ok facciamo festa? Ma occhio a dove tenete i soldi.

Perchè nel caso prevedo un certo problemuzzo con qualche decina di triliardi di euro di debito connesso con la produzione di materie prime legate all’energia, le rinnovabili, il nucleare e tutte le reti di trasporto energetiche.

Tutta roba a leva 20 (o a riserva frazionara) finanziata sia dagli Stati che dalle banche.

E’ un interessante paradosso, non credete-

p.s. tralascio il “sobrio” problema geopolitico in cui si troverebbero alcune nazioni, magari prima di scomparire potrebbero perfino impegnarsi in una simpatica guerra, di quelle serie.

Condivisioni

Incoming search terms:

  • produrre corrente gratis
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Manuel

    Il solo fatto che tu continui ad aprirci articoli, significa che ancora un pò ci credi all’E-Caz, nonostante siano 5 anni di nulla cosmico.

  • Peppino Prisco

    che sia vero oppure no, non lo useremo MAI!

  • Luca Pisani

    Secondo Rossi se a fine marzo 2016 il test dell’impianto 1 MW E-Cat sarà positivo allora comincerà la produzione degli impianti industriali da 1 MW (per produrre acqua calda). Solo dopo che Rossi comincierà a vendere gli impianti industriali allora comincerà il processo di certificazione per gli e-cat domestici. Quindi se tutto va bene parliamo di 2017 per gli e-cat industriali e 2020 per quelli domestici.
    Sempre nel campo delle invenzioni che sembrano fantascienza allora vale la pena citare:

    – SUNCELL ( http://pesn.com/2016/02/07/9602717_Video–Brilliant-Light-Power_SunCell-Demonstration_January-28-2016/ )

    Una nuova tecnologia che dovrebbe essere commercializzata nel 2017.

    Abbassando l’orbita degli elettroni dell’idrogeno producono un fotone. Facendolo tantissime volte al secondo producono una gran quantità di luce che viene raccolta da pannelli fotovoltaici producendo corrente elettrica.

    – ELFE Flashlight (http://trade.adgex.com.au/elfe)
    La torcia che si ricarica col campo magnetico terrestre

    – ORBO (http://orbo.com/)
    Il caricabatterie che si ricarica con le interferenze elettro-magnetiche

    • T_B_S_

      Idee buone ma costano decisamente ancora troppo.

    • Leo Fabiani

      Quindi il suncell andrebbe contro il primo e secondo principio della termodinamica, bisognerebbe riscrivere la fisica a quanto pare …. Scusa dove me la trovi l energia per abbassare l orbita dell elettrone? E dopo 3/4 conversioni come fa l energia ad essere superiore a quella inizialmente usata x abbassare l elettrone ??????…. Certo che su interne e c è di tutto.

      • Luca Pisani

        Guarda non è che ci capisco molto in fisica sono un musicista.
        L’ho citata solo per dire che di cose come Rossi ne circolano…
        Mi piacerebbe che fosse vero ma non ho le competenze per esprimermi.
        Di fatto Mills dice che i fisici/matematici non hanno capito molto a livello di atomo e che hanno fatto la teoria dei quanti che è una teoria probabilistica perchè non hanno capito come funzionano le cose a livello atomico cosa che invece lui sembra aver capito.
        Bisognerebbe guardare il video (sono due ore) in cui l’Ing. Mills spiega alcuni principi di funzionamento. L’ho fatto ma non ci capisco molto…
        https://www.youtube.com/watch?v=R0PYe-4090g
        Ciao Luca

        • Leo Fabiani

          Immagino suoni bene, però di fisica mancano proprio le basi. L energia e onnipresente nell’universo e nella materia. Il problema della materia stessa è che la stessa energia fa da collante alla materia. Pertanto devi usare altra energia x scollarla (in senso figurato) per farle cambiare forma e utilizzare l energia contenuta nella materia. Se bruci un combustibile utilizzi l energia presente nello stesso.combinato con l aria si trasforma in altra materia (gas vari) e rilascia energia che però era già presente nel combustibile. Se fai la fusione atomica unisci 2-atomi di idrogeno e fai uno di Elio. La differenza nel posso atomico tra idrogeno ed Elio viene rilasciata come energia (calore)… Etc etc

          Pertanto l energia Non la puoi creare ma utilizzare.

          Se vuoi fare un salto quantico al elettrone (che produce luce) cosa semplicissima, funzia così anche una comune lampadina, devi immettere energia. Nel caso della lampadina la corrente. Nel caso dei signori d el video? Corrente.

          Col piccolo problema che c e una legge fisica che ti dice che ad ogni cambiamento di stato fisico perdi energia. Pertanto una converSione così fatta corrente – luce – corrente darà SEMPRE una corrente di uscita inferiore a quella immessa.

          Quindi o i signori cambiano completamente la fisica e confutano tutto l esistente o come e più facile sono dei cialtroni.

          Ps il tipo e è un pessimo ingegnere evidentemente

          • Maria Bonanni

            ma tu fai molta confusione riguardo a trasformazioni e grandezze fisiche. è vero che il rendimento di una qualsiasi conversione è minore di 1, quindi sì! avrai sempre meno di quello che spendi. come anche è vero che il principio di funzionamento di sto suncell è abbastanza banale e molto simile al laser. che, siccome esiste e si usa (il laser), non demolisce nessuna legge fisica. quindi non temere per tutto l’esistente e per le leggi della fisica. poi tieni a mente che l’importante è avere l’energia nella forma desiderata. nessuno vuole infiniti kJ sotto forma di petrolio in qatar, magari sotto terra. molti vogliono un 20% scarso di quegli infiniti kJ sotto forma di lavoro utile che magari farà spostare la loro automobile (che poi un benzina neanche ci arriva a 20%, più realisticamente ha un’efficienza del 12-15%, ma siamo buoni e diciamo 20% va)
            p.s. non cercare di calcolare letteralmente il 20% di infinito…..

          • Leo Fabiani

            evidentemente non hai letto l’articolo e cosa scrive dentro e quindi discuti di aria fritta. (in effetti io non ho mai detto che la tecnologia non funziona) ma che non fa quello che scrive. (oltre a non avere alcun senso, ossia fare luce per poi fare corrente con i pannelli fotovoltaici e avere free energy) quindi se vuoi continuare a scrivere o scrivi riguardo alle cazzate scritte nell’articolo o non ho tempo da perdere.

          • Maria Bonanni

            hai detto che il suncell va contro i primi due principi della termodinamica…….
            siccome è cosa buona e giusta che nessuno, a parte te, sia convinto di questo, ho semplicemente fatto chiarezza.
            in maniera un po’ colorita, ok. ma faccio sempre così

          • Consulente dei nuovi schiavi

            Ahahahahaha sei sempre pronto vedo!

          • Leo Fabiani

            ahahahahhahaha anche tu vedo!

          • Consulente dei nuovi schiavi

            Le tue cantonate termodinamiche mi piacciono, ma scendi dal piedistallo e leggi bene prima di scagliarti pretestuosamente!

          • Luca Pisani

            Si ho capito.
            L’energia che immetti nel sistema deve essere inferiore a quella in uscita altrimenti a cosa serve?
            In effetti non lo dice nel video ma ho dato per scontato che lo sia perchè altrimenti non lo potrà vendere.
            Mi sembra di aver capito che riesce a ottenere i fotoni utilizzando due magneti “rotanti”.
            Il sistema ha anche bisogno di argento fuso perchè altrimenti i magneti si rovinavano in poco tempo.
            Poi siccome la luce dei fotoni non è tutta nel range visibile usa un black body di tungsteno per ottimizzare il processo. E quindi il pannello fotovoltaico prende la luce dal black body in tungsteno.
            La cosa curiosa è che gli chiedono se ha provato a produrre corrente elettrica e dice che lui vuole vendere solo il core del sistema e non l’intero processo finito. Questo è molto strano.
            Dice poi che nel 2017 ci sarà la commercializzazione del prodotto.
            Quindi staremo a vedere: se funziona e economicamente è fattibile lo vedremo sul mercato altrimenti racconta frottole.
            Ciao Luca

          • Leo Fabiani

            Difficilmente lo vedrai in commercio xché va contro le leggi della fisica. (Ossia avere in uscita più corrente di quella, usata dal sistema)Tutto l ambaradan è solo un sistema molto complesso di consumo di energia.
            Ovviamente sotto il video c è un bel tastino “donate” così si fa le vacanze pagate dai polli creduloni.

          • Maria Bonanni

            lo sai che è semplicissimo avere in uscita più corrente di quella che immetti senza rovinare le leggi della fisica?!?
            è facile facile facile, faaaacile. ma tu non ci arrivi xkè di fisica non ci capisci. e si vede. scrivi solo un mare di scemenze, con qualche goccia di cose intelligenti (probabilmente sono gli errori che commetti senza neanche accorgertene)
            Luca (musicista), non seguire la fisica insegnata da un panda.

          • Leo Fabiani

            ah si? erudiscimi dato che è semplicissimo mi puoi spiegare come. ho scritto genericamente corrente ma è evidente che si parla di energia, giusto per evitare che giochi con volt/ampere.
            quindi come fai a immettere energia in un sistema e ricavarne di più in uscita?
            sono molto curioso, magari imparo qualcosa di nuovo.

      • Maria Bonanni

        in effetti un po’ di fisica andrebbe riscritta. termodinamica applicata agli elettroni e magari, visto che siamo a questi livelli, meccanica quantistica per calcolare la caduta dei gravi. ci sta, si si. ci sta eccome

        • Leo Fabiani

          beh puoi cominciare dato che Vedo sei del campo

          • Maria Bonanni

            il bello è che non sono del campo. ma neanche un panda

          • Leo Fabiani

            interessante, non sei del campo, però dici che la fisica andrebbe riscritta, immagino perchè te l’ha detto tuo cugino (quello che spegne internet con un tasto e guida la macchina d acqua?)

          • Cris Wien

            Da fisico di posso dire che la fisica che abbiamo ora funziona benino. Non c’e’ nulla di riscrivere, ma piuttosto da integrare e da esplorare diverse scale temporali e spaziali. Il bello della fisica, -quando funziona ed e’ elegante- e che il limite di una teoria confluisce in un altra. Esempio banale, le piu’ importanti trasformate relativistiche di Einstein a velocita’ “umane” sono quelle della meccanica Newtoniana etc.. etc… 🙂

          • Leo Fabiani

            dillo alla sig.ra sopra non a me….

        • Cris Wien

          Ahhh nulla di riscrivere, ma piuttosto integrare ed esplorare.

      • Maria Bonanni

        l’orbita dell’elettrone si abbassa da sè, spontaneamente. ti basterebbe conoscere il principio di funzionamento di un qualsiasi laser. senza riscrivere la termodinamica, nè la genesi e neanche il nuovo testamento. tutto regolare: elettroni allo stato eccitato (è qui che spendi energia. per farli salire di livello) tornano allo stato naturale di minimo livello energetico (è qui che ti rendono, ti danno, energia. che poi andrai a focalizzare ecc ecc…e ci fai il tuo bel taglio del laminato d’acciaio per esempio. a patto che utilizzi una sorgente che produca un fascio con lunghezza d’onda compatibile con il materiale che andrai a lavorare. per compatibile si intende che non venga riflessa. xkè altrimenti….chiaro no?!? se il fascio viene riflesso quasi del tutto o per la maggior parte, il materiale non si lavora.)
        detto questo, la luce prodotta dall’idrogeno quando il suo elettrone si “abbassa” di orbita la puoi usare con questo suncell. nel pieno rispetto delle regole (termodinamiche, ma diciamo anche quantistiche. perché mica vogliamo comprare casa con monete da 1 e 2 euro e pagare il pane con un bel bonifico da 140mila??? non serve, di solito)

        • Leo Fabiani

          si, si,, tuto vero quello che dici (in effetti sopra ho scritto che è lo stesso principio el funzionamento della lampadina..) ma poi con sta luce e i pannelli fotovoltaici come è che ci fai una corrente superiore a quella usata per eccitare l’idrogeno????????? (sempre nel rispetto della termodinamica e senza inventarsi c…ate in internet)??

          quindi se vuoi parlare di come si eccita un elettrone non trovo la cosa eccitante perchè è fisica da terza media.. se invece mi vuoi dimostrare come con sto suncell ottieni più energia di quella che immetti allora sono interessato, così divento milardario e vinco il nobel per aver cmabito la fisica.
          buona giornata

          • Maria Bonanni

            l’energia che incide sul tuo pannello fotovoltaico è di gran lunga superiore all’energia che ne esce dopo la trasformazione. il rendimento si aggira sul 30%. ottieni sempre meno di quello che immetti (solo che a te sembra di più perché tanto immette il sole e per te quello è zero, ma è sbagliato. come il tradimento. è sbagliato), fattene una ragione. ottieni sempre meno, mai di più. neanche con il fotovoltaico.
            forse la moltiplicazione del pane e dei pesci ha fatto eccezione, ma per il fotovoltaico ti asscicuro che non c’è nessuna eccezione. rendimento sempre minore di 1. molto minore.
            probabilmente è il caso di risfogliare il libro di terza media. per te ovviamente.

          • Leo Fabiani

            quindi mi dai ragione , quindi.. che .. c…o rompi i c…ni?
            o non sai leggere sopra? cioè contesti quello che dico io dicendo quello che dico io. hai grossi problemi.

          • Maria Bonanni

            eh si si, hai ragionissima. anzi, scusa il disturbo e perdona l’ignoranza 😛

          • Leo Fabiani

            ti perdono, capisco che hai problemi

        • davide

          impossibile variare lo stato energetico dell’elettrone in positivo o negativo senza spendere energia

  • Nikytower

    Purtroppo il nostro problema energetico non dipende tanto dal costo della energia ma da quello della tassazione. Per questo motivo ho uno scarsa attenzione.
    Ad oggi un modo per produrre energia a costi molto inferiori non esiste.
    Qualora si presentasse qulcuno che si avvicinasse davvero a produrre energia a costi bassissimi avrebbe un incidente e i suoi studi sparirebbero.
    Nel caso si presentasse davero sul mercato un sistema valido lo stato ladro lo tasserebbe q.b. per cui per gli utenti non cambierebbe nulla…

  • Fabio Pauselli

    Magari proprio per questo dicono che è una bufala……. (complottismo mode on) 🙂

  • Il_disturbatore

    Fake del secolo,…. esatto!!
    . la conferma? … Rossi è ancora verticale.. se c’era uno 0,00000001% di possibilità di successo, sarebbe finito sciolto nell’acido da un bel po.

  • paolo pulicani

    the proof of the pudding is in the eating

    Ma questo pudding (dal punto di vista applicativo) sono anni che non riesce ad uscire..dai tempi di Fleischmann and Pons, ben 36 anni fa…un pò come il suo gemello, la fusione calda che va cercando una applicazione tecnologica da almeno 50 anni…
    Bisogna scegliere:

    Caso 1. Cattiva volontà (complottismo et similia)
    Caso 2. Impossibilità di applicazioni tecnologicamente ed economicamente sensate

    Ognuno può scegliere a suo gusto.

  • Pietro Micca

    tranquillo. se funziona (ed e’ un grosso se) verra’ immediatamente proibito perche’ inquina, e’ radioattivo, o fa venire l’autismo ai bambini. che problema c’e’.

  • Albert Nextein

    Chissà.
    Se però questo ecat dovesse rivelarsi una bufala , allora invito il Rossi a fare il boscaiolo e a tagliare i circa 300 quintali di legname che mi servono ogni anno.
    E’ provato che la legna secca brucia e fa caldo.

  • formic

    forse vedi i produttori di petrolio al mare a prendere il sole con decine di gnocche?

    • Ronf Ronf

      No, infatti gli sceicchi arabi le tengono in casa con i vestiti occidentali perchè nei loro paesi è vietato usare i vestiti occidentali fuori casa, ma dentro casa è legale

  • amadiro

    dove erano le lobby della conservazione quando inventarono il frigorifero?
    perché John Gorrie non è stato ucciso?

  • mau
  • Luigi za

    ..questo fantomatico e-cat (che per lo meno si merita il titolo di fake del secolo),

    Assolutamente no, la palma d’oro va al reattore/bottiglia Coca Cola dell’iraniano prof. Keshe.

  • Paulo Paganelli

    Non ti preoccupare FK, il passaggio non sarà immediato e le LENRs possono affiancare altre forme di energia (solare, eolica etc). Comunque l’E-Cat ha bisogno di essere ricaricato dopo un certo tempo poi la polverina dentro si consuma.

  • ForzaKarolina

    Ma tanto l’e-cat è una stronzata giusto e Rossi un ladro impostore…. quindi perchè perdere tempo a parlarne?
    Io non la penso affatto cosi ma tant’è… staremo a vedere!

  • Stefano74

    E tu pensi che la Svizzera ne rimarrebbe fuori ?

  • Stefano74

    Il finale è’ già scritto : troveranno il modo di fare rientrare l’ecat nella stessa macchina che ha prodotto quel debito. Che fine hanno fatto i nocchieri dopo che è stata introdotta l’automobile ?

  • Mike J. Lardelly

    Saranno 7-8 anni che l’apparecchio “verrà immesso sul mercato tra pochi mesi”…

    mah…

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi