Archivi per categoria: Blogs

Perché la presunta “prosperità di Clinton” degli anni ’90 è un mito ridicolo

di David Stockman Che Hillary Clinton sia rimasta — inspiegabilmente — vicina al suo uomo per 40 anni sono fatti suoi. Ma ora lei vuole che anche 320 milioni di americani stiano dalla sua parte eleggendola presidente, in modo che possa fare di Bill lo zar economico della nazione: Nel corso di un discorso in Kentucky ha detto: “Mio marito, che metterò a capo della rivitalizzazione dell’economia perché lui sa quello che sta facendo.” A dire il vero, no invece. In realtà... Continua a leggere

“Non distruggete IS, ci serve ancora!”, sbotta il professor Ifraim

Di Maurizio Blondet , il - 8 commenti

“Solo la follia strategica che prevale oggi a Washington può accettare come positiva la distruzione di Daesh – Essa non farà che dare più potenza all’asse Mosca-Teheran Damasco. Teheran, Mosca e Damasco non condividono i nostri valori democratici”.    E’  proprio un grido del  cuore quello uscito da Ifraim Inbar, direttore  del Begin Sadat Center  for Strategic Studies.  Pensate: dopo cinque anni di politica israeliana del “pesce in barile” sul Califfato;  dopo tanto ... Continua a leggere

Etichette:

Perifrasi della kostituzione taGliana: art.10

Di Antonino Trunfio , il - 7 commenti

Continua oggi la disamina della costituzione più bella del mondo con il suo art.10. I precedenti 9 sono post precedenti che potete trovare su questo sito. Ammetto che per qualche tempo mi ero arreso al contenuto dell’ultimo articolo il 139, che testualmente recita togliendo ogni speranza: “La forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale”. Della serie: questa è, questa vi dovete tenere; nei secoli dei secoli, amen. Ho ragione nel pensare che lo... Continua a leggere

Corruzione? Magari. E’ peggio, è che siamo invincibilmente stupidi e arretrati.

Di Maurizio Blondet , il - 116 commenti

Un caro amico mi gira, dal  Secolo d’Italia,   questa  rievocazione  del terremoto del Vulture,  che colpì 50 Comuni di  7 provincie tra Basilicata, la Campania e la Puglia.   Anno: 1930,  nel luglio. Magnitudo oltre 6.7.  Numero di morti, 1404. Titolo: Nel 1930 il terremoto delle Vulture: il governo Mussolini in 3 mesi costruì 3.746 case e ne riparò 5.190.   “Benito Mussolini, non appena ebbe notizia del disastro convocò il ministro dei Lavori Pubblici, Araldo di... Continua a leggere

Etichette:

Quando il denaro muore

di Gary North È raro che il denaro possa morire, ma di tanto in tanto accade. È morto in Germania e Austria nel 1921-1923. È morto in Ungheria dopo la seconda guerra mondiale. È morto in Zimbabwe nel 2008-9, quando il resto del mondo era in recessione. Ecco un caso famoso: Or in tutto il paese non c’era pane, perché la carestia era gravissima; il paese d’Egitto e il paese di Canaan languivano a motivo della carestia. Giuseppe ammassò tutto il danaro che si trovava nel paese... Continua a leggere

SIRIA. QUEI TRENTAMILA CADAVERI CHE L’OCCIDENTE NON RICONOSCE.

Di Maurizio Blondet , il - 38 commenti

“Siamo riusciti ad identificare decine di migliaia di jihadisti abbattuti dalle nostre truppe” , dice in un’intervista a Sputnik il dottor  Hussein Nofal, presidente in Siria del comitato supremo di medicina legale: “Erano cittadini di Francia, Turchia, Irak, Arabia Saudita, Libano ed altri   paesi arabi”. Le autorità siriane  hanno preso contatto coi paesi d’origine, ma questi rifiutano di collaborare  con Damasco per   confermare le identità dei morti, e ancor meno... Continua a leggere

Etichette:

Trionfo di Erdogan. L’America si umilia e lo aiuta a cacciare i curdi.

Di Maurizio Blondet , il - 40 commenti

  Il 24 agosto una dozzina di  cingolati e truppe della Turchia sono penetrati in Siria   per scacciare “i gruppi terroristi dalla frontiera turca e mantenere l’integrità territoriale della Siria”. Quella integrità territoriale che stavano violando…ma si sa: “integrità territoriale della Siria” è il mantra che significa, in realtà,  “nessuno stato curdo sarà ritagliato qui”.  Di fatto i turchi hanno respinto dalla città siriana  di Jarablus i “terroristi”... Continua a leggere

Etichette:

ll diritto alla Sragione. E le sue conseguenze sociali.

Di Maurizio Blondet , il - 56 commenti

No, non crediate che sia una pazza isolata. Non solo ne conosco decine di animaliste che la pensano così. E che Daniela Martani,  esercita la  propria libertà di pensiero, il suo “diritto all’opinione”,  la maggior conquista della demokrazia. Il diritto ad avere  una opinione del tutto svincolata da qualunque obbligo –  anche l’obbligo di adesione alla razionalità.  Infatti   aderire alla ragione “limiterebbe”  la libertà dell’individuo; e l’individuo oggi è... Continua a leggere

Etichette:

SOROS E “FRANCESCO” UNITI NELLA LOTTA…

Di Maurizio Blondet , il - 44 commenti

Ormai da settimane ignoti hackers hanno messo in linea 2500 e-mail riservate fra Georges Soros, i dipendenti delle sue fondazioni  –  capeggiate dalla casa-madre,  la Open Society Foundation  e i  riceventi dei suoi  doni. I media ne tacciono, perché sono ovviamente imbarazzanti. Si vede per esempio che lui ha dato direttive ad Hillary Clinton quando era segretaria di stato,  su una crisi in Albania (sic) e su come risolverla: direttive che Hillary ha seguito alla lettera. Si vede... Continua a leggere

Etichette:

Lo spettro dell’oro sta infestando il sistema monetario

di James Rickards Per un secolo le élite hanno lavorato per eliminare l’oro sia fisicamente che ideologicamente. Questa operazione ha avuto inizio nel 1914, con l’ingresso del Regno Unito nella prima guerra mondiale. La Banca d’Inghilterra voleva sospendere la convertibilità delle banconote in oro. Keynes lo reputò un errore. L’oro è una merce finita, ma il credito è pressoché infinito. Rimanendo con l’oro, il Regno Unito avrebbe potuto conservare il suo... Continua a leggere

Brexit: il prodotto civetta è stato smascherato

di Gary North La sconfitta del “remain” il 23 giugno ha rappresentato uno dei più grandi giorni della mia vita. Ma io sono un americano. Perché dovrebbe interessarmi? Risposta: perché mi oppongo al Nuovo Ordine Mondiale da più di mezzo secolo. Ho guardato queste persone intelligenti arrivare alla fase finale del più grande prodotto civetta del XX secolo. E ora ha iniziato a disintegrarsi. Il Brexit è stata la prima fase di questa disintegrazione. La prima fase è iniziata in... Continua a leggere

Ieri burkini, oggi Ventotene, domani…?

Di Maurizio Blondet , il - 46 commenti

  …di cosa parleranno i media domani? L’evento di Ventotene è passato come passa una loffia. Senza lasciare una traccia da utilizzare nei prossimi giorni  per la chiacchiera e il tormentone estivo. La cosa più divertente  – bisogna contentarsi –  è stata vedere le facce di circostanza di Hollande e Merkel portati da Renzi davanti al cenotafio di Altiero Spinelli.  Nella supposizione che i tre “Esuli Antifascisti” fossero universalmente noti e altissimamente... Continua a leggere

Etichette:

ESCALATION NEOCON: HANNO FRETTA DI ‘FARE’ IL KURDISTAN

Di Maurizio Blondet , il - 201 commenti

Buttata la maschera,  l’America minaccia  MILITARMENTE Siria e Russia; ammette di avere sul territorio siriano truppe e commandos         americane  che combattono contro il governo di Damasco a favore dei separatisti curdi; crea un “no fly-zone” di fatto sulla particella di territorio siriano che ha promesso ai curdi di rendere indipendente.  Il generale Stephen Townsend, comandante delle forze Usa in Irak e Siria,  ha dichiarato: “Abbiamo informato i russi     di cosa... Continua a leggere

Etichette:

La rivincita degli elettori/zoticoni: perché i giorni dell’élite finanziaria sono contati

di David Stockman Gli oracoli dell’establishment si sono sbracciati per proclamare che il Brexit è già stato cancellato. A quanto pare, come nel caso del primo voto negativo per il TARP, due giorni di turbolenze nel mercato azionario e monetario hanno segnalato agli elettori/zoticoni dove hanno sbagliato. La tesi è che le masse al di fuori di Londra si sono date la zappa sui piedi, dal punto di vista economico, sulla base di alcune paure ataviche degli immigrati e della... Continua a leggere

Almeno c’era l’Autunno caldo….

Di Antonino Trunfio , il - 26 commenti

Ininterrottamente governi nazionali e locali pianificano e realizzano le due vocazioni principali: interventismo & redistribuzione, ma Agosto è solo tempo di annunci per fortuna. Tra una Capalbio e una Cortina d’Ampezzo, le miriadi di parassiti della partitokrazia taGliota, non mancano di rilasciare dichiarazioni, interviste. Occorre dire che frotte di squattrinati cronisti sono in agguato dappertutto, pronte a raccogliere ovvietà e corbellerie da inviare ai quotidiani di agosto che... Continua a leggere

PER RAGIONI UMANITARIE. ED EVITARE VITTIME CIVILI.

Di Maurizio Blondet , il - 52 commenti

    “Il mondo noterà che la prima  bomba atomica fu lanciata su Hiroshima, una base militare. Ciò perché volevamo in questo prima attacco evitare, per quanto possibile, l’uccisione di civili”. (Discorso del presidente Truman alla radio, 9 agosto 1945. La bomba su Hioshima era stata gettata il 6, quella su Nagasaki  il 9, data del discorso di Truman). “Abbiamo scoperto la più terribile bomba nella storia del mondo.  Forse il fuoco di distruzione profetizzato  nell’Era... Continua a leggere

Etichette:

Il primo problema politico. Che ci costa 335 miliardi. L’anno.

Di Maurizio Blondet , il - 96 commenti

Adesso dicono che  è una bufala. Che i milionari della sinistra grassa e  radical che villeggiano a Capalbio non hanno fatto le barricate per  scongiurare l’arrivo di una cinquantina di profughi nel loro piccolo paradiso.  A protestare, dicono, è stato solo er sindaco comunista Luigi Bellumori:  che non vuole i negri nel resort:  “Bisogna accogliere, per carità. Ma queste so’ vil-le . E di gran lusso. Con giardino. Finemente arredate. Nel centro storico”. Furio Colombo, uno che... Continua a leggere

Etichette:

Le forze USA hanno protetto la ritirata dei jihadisti da Manbij

Di Maurizio Blondet , il - 52 commenti

“Un convoglio  di circa duemila veicoli  è riuscito ad evacuare Manbij  e raggiungere Jarabulus, erano combattenti di Daesh con le loro famiglie e civili usati come scudi umani”:  così attesta un abitante di Manbij, Adnan al-Hussein, raggiunto al telefonod al New York Times.  Lo stesso grande quotidiano raconta che quel convoglio è stato sorvegliato dall’alto da droni delle forze armate Usa,  che non  l’hanno disturbato. In pratica, hanno coperto  la ritirata dei jihadisti da... Continua a leggere

Etichette:

Inizia una reazione MUSULMANA contro il Wahabismo

Di Maurizio Blondet , il - 36 commenti

“L’Arabia Saudita è la fonte del terrorismo internazionale,  per cui dovrebbe essere messa sotto tutela internazionale”: lo ha detto Nouri al Maliki,  l’ex primo ministro iracheno, alla tv iraniana Al Manar. Una dichiarazione che assume tutto il suo sapore sullo sfondo degli eventi degli ultimi giorni, se non ultime ore. Per la prima volta, Teheran ha consentito ai caccia russi che vanno a bombardare lo Stato Islamico e gli altri gruppi sostenuti da Usa e Sauditi, dalla propria base... Continua a leggere

Etichette:

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi