Archivi per tag: Johnny Cloaca

La FED pensa che può usare il tasso d’interesse “naturale” per guidare l’economia

Di Francesco Simoncelli , il - 5 commenti

di Frank Shostak È ampiamente accettato che per mezzo di politiche monetarie adeguate, la banca centrale degli Stati Uniti possa traghettare l’economia verso un percorso di crescita, stabilità economica e prosperità. L’ingrediente chiave nel raggiungimento di questo esito è la stabilità dei prezzi. Alcuni esperti sono del parere che ciò che impedisce il raggiungimento della stabilità dei prezzi sono le fluttuazioni del tasso dei fondi federali intorno al tasso... Continua a leggere

Il piano Ghiaccio-9

Di Francesco Simoncelli , il - 8 commenti

di James Rickards La metafora principale che uso nel mio ultimo libro, The Road to Ruin: The Global Elites’ Secret Plan for the Next Financial Crisis, è qualcosa che si chiama “Ghiaccio-9”. Ghiaccio-9 può risultare familiare ad alcuni lettori, forse non alla maggior parte, poiché è qualcosa che ho preso in prestito dal romanziere Kurt Vonnegut. Scrisse un breve romanzo nei primi anni ’60 chiamato proprio Ghiaccio-nove. Se non lo conoscete, vi consiglio di leggerlo. È... Continua a leggere

Bonificare la palude 2.0: Trump & Reagan

Di Francesco Simoncelli , il - 44 commenti

di David Stockman C’è una certa rabbia per l’idea che Donald Trump possa essere un degno successore di Ronald Reagan e quindi innescare un boom economico nel mercato azionario. Infatti ci sono ancora in giro supply-sider, come Stephen Moore, che insistono sul fatto che la cosiddetta Trumpenomics innescherà un boom ed una crescita economica. Possiamo aspettarci che i venditori ambulanti di azioni a Wall Street credano stupidamente ad una prospettiva così fantasiosa, ma è... Continua a leggere

Il nostro incubo keynesiano

Di Francesco Simoncelli , il - 29 commenti

di Frank Hollenbeck Non è un eufemismo dire che sin dal 2008 la politica economica degli Stati Uniti è stata di stampo keynesiano. I tassi d’interesse sono vicini allo zero e il debito nazionale si attesta a quasi $20,000 miliardi. Questo è un risultato diretto dell’applicare la prescrizione politica raccomandata nella Teoria Generale di Keynes. Un giorno il suo libro sarà probabilmente accostato al Manifesto del Partito Comunista di Karl Marx, come opere che hanno generato... Continua a leggere

Isolare la Russia è una perdita di tempo e denaro

Di Francesco Simoncelli , il - 21 commenti

di James Rickards Il presidente Obama ha condotto la politica estera più deleteria rispetto a qualsiasi altro presidente degli Stati Uniti dai tempi di Woodrow Wilson. Ciò non è dovuto solo ad un ambasciatore morto per le strade di Bengasi, ad una falsa linea rossa in Siria che ha portato a 400,000 morti, 2 milioni di feriti e due milioni di profughi, a perdere l’Egitto nei confronti dei radicali islamici, o ad aver dato potere ad un regime terrorista in Iran. Solo questi sviluppi... Continua a leggere

Non siamo tutti Negan, lo stato è Negan

Di Francesco Simoncelli , il - 12 commenti

di Francesco Simoncelli Non è la prima volta che propongo riflessioni spingendo i lettori di questo blog a guardare film o serie TV. Chiunque voglia rinfrescarsi le idee, può consultare la seguente etichetta. Lo faccio perché l’intrattenimento può raggiungere un pubblico molto più ampio nell’epoca moderna; ma non solo, ciò sprona i lettori a considerare ciò che li circonda, ad avere un occhio critico nei confronti di quello che hanno di fronte e, soprattutto, a trarre una... Continua a leggere

Il rally nell’azionario guidato da Trump: la più grande occasione di sempre per posizionarsi short

Di Francesco Simoncelli , il - 27 commenti

di David Stockman Il rally nell’azionario guidato da Trump si dimostrerà quello che è sempre stato: una bolla di sapone. Si basa solamente sul passaggio da una politica ad un’altra ed è sgusciato fuori dalle sale di Wall Street nella notte dell’ultima tornata elettorale. Dopo tutto, quale modo migliore per portare gli agnelli al macello se non quello d’invertire il mercato con un aumento di più di 1,000 punti del Dow Jones poche ore dopo la scioccante elezione di... Continua a leggere

I dati economici senza una buona teoria economica sono inutili

Di Francesco Simoncelli , il - 1 commento

di Frank Shostak Al fine di “dare un senso” ai dati, gli economisti utilizzano diversi metodi statistici che variano da modelli altamente complessi ad una semplice visualizzazione dei dati storici. È generalmente ritenuto che mediante correlazioni statistiche si possano organizzare i dati storici in un corpo d’informazioni, che a sua volta può servire come base per la valutazione dello stato in cui versa l’economia. Si ritiene che attraverso l’applicazione di... Continua a leggere

Solo gli idioti potevano credere ad una reflazione guidata da Trump

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di David Stockman Se avevate bisogno dell’ennesima prova che le banche centrali del mondo hanno distrutto una determinazione onesta dei prezzi nei mercati finanziari, questi ultimi giorni ve l’hanno fornita. Il sell-off di quasi $2,000 miliardi nei mercati obbligazionari globali era giustificato, ma è accaduto per le ragioni sbagliate, mentre l’aumento di 600 punti dell’indice Dow conferisce al termine stupido tutta una nuova accezione. Invece i venditori ambulanti di... Continua a leggere

“Fiat Money Quantity” e oro a $11,000

Di Francesco Simoncelli , il - 5 commenti

di Alasdair Macleod È il momento di rivisitare la Fiat Money Quantity (FMQ), la quale calcola i dollari depositati nel sistema bancario, il denaro delle banche commerciali in deposito presso la FED e il contante. Oltre a farci vedere in che modo progredisce l’espansione della moneta fiat, un obiettivo di questa misura è quello di fornire alcune indicazioni sul rapporto col prezzo dell’oro. È particolarmente indicato osservare questa misura in un momento in cui gli analisti... Continua a leggere

Accordi commerciali: un problema mondiale

Di Francesco Simoncelli , il - 9 commenti

di Alasdair Macelod La conferenza annuale del partito conservatore è iniziata domenica scorsa e l’attenzione dei media s’è focalizzata per lo più sulla posizione del governo in relazione alla Brexit. Non è una sorpresa, perché la May è risultata reticente ed ha evitato di alimentare un battibecco con l’UE negoziando in pubblico. L’unica notizia rilevante è che il cosiddetto Article 50, quello che darà formalmente notifica dell’uscita della Gran Bretagna... Continua a leggere

La vera missione di Trump dovrebbe essere quella di sradicare le erbacce

Di Francesco Simoncelli , il - 28 commenti

di David Stockman Non può essere sottolineato abbastanza: dopo l’elezione di Trump le classi dirigenti di Wall Street/Washington sono state licenziate e insieme ad esse anche le loro politiche di guerra, debito e bolle. Quindi dobbiamo iniziare a far sloggiare le uova marce — in particolare la combriccola anti-lavoratori e pro-Wall Street di liberal e sciocchi keynesiani che dimora presso l’Eccles Building. In tale contesto, è auspicabile che Trump prenda una pagina dal copione... Continua a leggere

Lo scopo della guerra non è quello di vincerla

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di Bill Bonner È una bellissima giornata qui in Irlanda. Una buona giornata per l’inaugurazione della nostra nuova sede all’estero – un palazzo in stile classico che è stato costruito da una famiglia locale di commercianti nel 1860. Più tardi daremo un breve discorso, ringraziando tutti gli interessati… berremo un paio di bicchieri di vino… sperando di non aver commesso un grosso errore. Abbiamo investito – pesantemente – nel palazzo, dove avremo ben 200... Continua a leggere

Eliminare il denaro contante salverà l’economia?

Di Francesco Simoncelli , il - 23 commenti

Oltre alla spiegazione teoria che ci fornisce Shostak abbiamo anche quella materiale. Infatti ci basta guardare al caos che ha generato in India il recente divieto delle banconote da 500 e 1,000 rupie. Infatti non ha fatto altro che portare disperazione nella vita di milioni di indiani, poiché rappresentando circa l’80% del denaro circolante, li ha impossibilitati ad acquistare liberamente quei beni fondamentali di cui hanno bisogno e ha spazzato praticamente via i loro risparmi. Le... Continua a leggere

Stimolo fiscale: solo una scusa per uno stato più grande

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman Tra il 1870 e il 1913 il PIL reale degli Stati Uniti — al meglio delle nostre stime — è salito da $20 miliardi a $131 miliardi ($1958). L’aumento composto del 4.3% annuo in 43 anni rappresenta la crescita più alta del PIL reale per un periodo equivalente di tempo. Ma ecco la meraviglia… Durante quel periodo d’oro di crescita e prosperità, gli Stati Uniti non avevano alcuna banca centrale e non hanno avuto nemmeno un episodio di stimolo fiscale! Se si... Continua a leggere

Perché la Legge di Say è sempre vera

Di Francesco Simoncelli , il - 15 commenti

di Alasdair Macleod Uno dei miei lettori abituali ha sollevato il tema importante riguardo la Legge di Say, concetto che monetaristi e keynesiani amano negare. Devono etichettare come falso questo assioma fondamentale per giustificare lo stimolo della domanda aggregata da parte dello stato. O la Legge di Say è giusta e l’intervento dello stato è economicamente distruttivo, o se è sbagliata allora gli economisti moderni hanno ragione ad ignorarla. La base teorica dei post-keynesiani... Continua a leggere

La prossima crisi finanziaria

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di James Rickards Nel 1998 eravamo a pochi passi dal crollo e sin da allora abbiamo sbagliato tutto quello che potevamo sbagliare. Nel 2008 eravamo a pochi passi dal collasso e abbiamo fatto la stessa cosa. Ogni crisi è più grande di quella precedente. Oggi il mercato azionario non è molto lontano da dove si trovava a novembre 2014. Il mercato azionario ha avuto grandi alti e bassi. Una brutta caduta ad agosto 2015, una brutta caduta a gennaio 2016. Il tutto seguito da grandi rally entrambe... Continua a leggere

Io e l’amico Fritz

Di Francesco Simoncelli , il - 5 commenti

di Richard Daughty (alias The Mogambo Guru) Mi è stato consigliato molte, molte volte che potrei arginare l’ostilità di collaboratori, vicini e familiari (tra cui quella, senza far nomi, che ha promesso di amarmi, onorarmi, finché morte non ci separi con questo anello io ti sposo bla, bla, bla,) se smettessi d’essere così critico nei confronti delle persone apostrofandole, qual è la parola che sto cercando?, idioti. Come la malvagia Federal Reserve ed i pazzi econometrici... Continua a leggere

Due modi per andare in bancarotta: velocemente o lentemente

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di James Rickards Un crollo può avvenire in qualsiasi momento a causa dell’instabilità intrinseca del sistema finanziario. La causa di una perdita improvvisa di fiducia è inconoscibile. Potrebbe essere una guerra, una calamità naturale o un’epidemia. Potrebbe anche essere una dinamica meno visibile, come un cambiamento nella quantità di liquidità che vuole un piccolo gruppo di investitori e a cascata le cose vanno fuori controllo. I mercati faranno segnare “nessuna... Continua a leggere

Rinunciare alla nostra privacy

di Gary North Stiamo perdendo la nostra privacy, per sempre. La maggior parte delle persone non se ne preoccupa. Possiamo saggiarne l’ennesimo esempio con l’aggiornamento gratuito a Windows 10. È durato un anno. Era difficile non accettare l’invito. Bisognava intraprendere determinati passi per evitare l’aggiornamento. Qui ho spiegato come evitare l’installazione automatica. Windows 10 risucchia i nostri dati nel proprio database. L’accordo di Windows 10 è... Continua a leggere

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.