Archivi per tag: traduzioni

Keynes avrebbe amato il piano economico di Trump

Di Francesco Simoncelli , il - 14 commenti

di Frank Shostak Il piano di Trump è quello che Keynes avrebbe prescritto! La maggior parte dei commentatori economici, come il premio Nobel Paul Krugman, dovrebbero essere felici per il piano economico del neo-presidente eletto Donald Trump, poiché esso sarà in sintonia con le teorie keynesiane. Una delle promesse di Trump è quella di un massiccio programma di spese per infrastrutture. Secondo Trump: Aggiusteremo i nostri centri cittadini e ricostruiremo le nostre autostrade, i nostri... Continua a leggere

Wall Street sta chiamando le pecore al macello… di nuovo

Di Francesco Simoncelli , il - 10 commenti

di David Stockman Per la prima volta sin dagli anni ’30 ci sarà un crollo per Wall Street ed una recessione per Main Street, ma la Città Imperiale sarà incapace di porre rimedio ad entrambe le faccende. Ecco perché la storia finanziaria non è circolare; è cumulativa e verranno fatti a pezzi tutti gli artifici fiscali e monetari, gli espedienti e le frodi che sono stati implementati dallo stato per mantenere viva un’illusione di prosperità e prezzi degli asset finanziari... Continua a leggere

Zombie per cena

Di Francesco Simoncelli , il - 17 commenti

di Richard Daughty (alias The Mogambo Guru) Avete mai notato come le conversazioni a cena sembrano ridursi sempre a qualcuno che vi chiede soldi? O vogliono che trascorriate un po’ del vostro prezioso tempo con loro, a “fare” qualcosa “come se si fosse una famiglia unita” e dove dovete comportarvi da “padre amorevole” in cambio di “un semplice gesto d’amore”? Anche a me è capitato! Strano, eh? E non vi siete stancati di rispondere... Continua a leggere

Cicli del credito e l’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di Alasdair Macleod Lo shock per l’elezione di Trump ha prodotto reazioni inattese sui mercati, in parte spiegate da investitori che hanno acquistato titoli azionari e dollari e che hanno venduto altre valute e oro. Questo perché il presidente Trump ha dichiarato che realizzerà investimenti in infrastrutture ed alleggerirà le politiche fiscali. Se perseguirà questo piano, ciò significherà deficit di bilancio più grandi e tassi d’interesse più elevati. L’aspetto... Continua a leggere

La Trumponomics non aiuterà l’entroterra americano

Di Francesco Simoncelli , il - 9 commenti

di David Stockman Le principali misure necessarie per sradicare la cultura della Finanza delle Bolle sono poche e semplici: abrogazione della legge Humphrey-Hawkins, abolizione del Federal Open Market Committee (FOMC) e vendita del debito di Tesoro USA e delle GSE in pancia alla FED. Questo è tutto — perché la determinazione dei prezzi in un mercato libero farebbe tutto il resto. In una parola, farebbe rigare dritto la FED e permetterebbe ai tassi d’interesse, alla curva dei... Continua a leggere

Come i deficit statali ci impoveriscono

Di Francesco Simoncelli , il - 69 commenti

di Frank Shostak Secondo alcuni commentatori il deficit di bilancio degli Stati Uniti resta ancora un grave problema economico, nonostante il tema attiri meno attenzioni rispetto al passato. Il bilancio del governo federale ha registrato un attivo di $33.4 miliardi a settembre 2016 rispetto ad un attivo di $90.9 miliardi a settembre del 2015. La media mobile a 12 mesi del bilancio del governo federale si è attestata ad un passivo di $49 miliardi a settembre 2016 rispetto ad un passivo di... Continua a leggere

Trump deve licenziare Janet Yellen

Di Francesco Simoncelli , il - 10 commenti

di David Stockman Gli statalisti keynesiani presso la FED pensano che i bust devastanti sin dal 1987 sono stati causati da un mix tra esuberanza eccessiva degli investitori, troppa deregulation, una mania una tantum riguardo gli immobili e un’accoppiata avidità/corruzione a Wall Street. E non trascurate alcuni dei motivi più inverosimili riguardo i due crolli finanziari di questo secolo. Primo tra questi è la favola di Greenspan/Bernanke secondo cui i lavoratori cinesi che guadagnano... Continua a leggere

L’ansia tedesca per l’inflazione potrebbe portare ad uno shock elettorale nel 2017

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di Brendan Brown Il mantra della BCE, che imposta la sua linea di politica in base all’unione monetaria nel suo complesso e non per il suo grande membro (Germania), potrebbe far comparire un evento imprevedibile — sotto forma di shock politico tedesco il prossimo autunno. I funzionari politici con sede a Francoforte stanno ignorando le osservazioni dell’economista premio Nobel Robert Mundell: le banche centrali dei vari stati membri non sono attente ai sintomi... Continua a leggere

La guerra al denaro contante peggiora

Di Francesco Simoncelli , il - 16 commenti

di James Rockards La guerra al denaro contante è un tema che ho riproposto molte volte. Questa guerra è in pieno svolgimento in Europa e negli Stati Uniti. Gli stati prevedono di utilizzare i tassi d’interesse negativi, le tasse e altre tecniche per derubare i risparmiatori della loro ricchezza. Per farlo, devono far finire i risparmi in conti digitali presso le grandi banche controllate dallo stato. Fino a quando i risparmiatori detengono contanti, possono evitare molte di queste... Continua a leggere

La rivoluzione fallita

Di Francesco Simoncelli , il - 15 commenti

di David Stockman Le rivoluzioni hanno a che fare con cambiamenti drastici all’interno di un regime di potere stabilito. I piani di Ronald Reagan, tuttavia, non comprendevano fin dal principio cambiamenti di questo genere. Ma i miei piani sì, e non solo i miei, ma anche quelli di un piccolo gruppo di intellettuali sostenitori della visione economica che privilegia l’offerta alla domanda (supply-side economics). La Rivoluzione Reagan, come allora la definii, richiedeva un assalto al... Continua a leggere

C’è una sovrabbondanza di risparmi?

Di Francesco Simoncelli , il - 50 commenti

di Frank Shostak Nel suo discorso alla Federal Reserve di New York il 5 ottobre 2016, il Vice Presidente della Federal Reserve, Stanley Fischer, ha suggerito che un calo visibile del tasso d’interesse naturale negli Stati Uniti potrebbe essere causa di una sovrabbondanza di risparmi. Secondo Fischer, un aumento dei risparmi e una riduzione degli investimenti hanno significativamente abbassato il tasso d’interesse naturale. Per Fisher e altri commentatori questo significa che... Continua a leggere

I bond vigilantes fermeranno la Trumponomics

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di David Stockman Sì, i bond vigilantes sono tornati. Accolgo con favore il ritorno dei bond vigilantes e non solo perché sono l’unica forza che può fermare la folle corsa verso un bagno di sangue fiscale, il quale è stato favorito dal team di Trump. Il loro ritorno segna anche la fine della falsificazione del debito e dei prezzi di altri asset finanziari, implementata dalle banche centrali di tutto il mondo a partire dalla metà degli anni ’90. Ciò che è realmente accaduto... Continua a leggere

La FED pensa che può usare il tasso d’interesse “naturale” per guidare l’economia

Di Francesco Simoncelli , il - 8 commenti

di Frank Shostak È ampiamente accettato che per mezzo di politiche monetarie adeguate, la banca centrale degli Stati Uniti possa traghettare l’economia verso un percorso di crescita, stabilità economica e prosperità. L’ingrediente chiave nel raggiungimento di questo esito è la stabilità dei prezzi. Alcuni esperti sono del parere che ciò che impedisce il raggiungimento della stabilità dei prezzi sono le fluttuazioni del tasso dei fondi federali intorno al tasso... Continua a leggere

Il piano Ghiaccio-9

Di Francesco Simoncelli , il - 9 commenti

di James Rickards La metafora principale che uso nel mio ultimo libro, The Road to Ruin: The Global Elites’ Secret Plan for the Next Financial Crisis, è qualcosa che si chiama “Ghiaccio-9”. Ghiaccio-9 può risultare familiare ad alcuni lettori, forse non alla maggior parte, poiché è qualcosa che ho preso in prestito dal romanziere Kurt Vonnegut. Scrisse un breve romanzo nei primi anni ’60 chiamato proprio Ghiaccio-nove. Se non lo conoscete, vi consiglio di leggerlo. È... Continua a leggere

Bonificare la palude 2.0: Trump & Reagan

Di Francesco Simoncelli , il - 44 commenti

di David Stockman C’è una certa rabbia per l’idea che Donald Trump possa essere un degno successore di Ronald Reagan e quindi innescare un boom economico nel mercato azionario. Infatti ci sono ancora in giro supply-sider, come Stephen Moore, che insistono sul fatto che la cosiddetta Trumpenomics innescherà un boom ed una crescita economica. Possiamo aspettarci che i venditori ambulanti di azioni a Wall Street credano stupidamente ad una prospettiva così fantasiosa, ma è... Continua a leggere

Il nostro incubo keynesiano

Di Francesco Simoncelli , il - 34 commenti

di Frank Hollenbeck Non è un eufemismo dire che sin dal 2008 la politica economica degli Stati Uniti è stata di stampo keynesiano. I tassi d’interesse sono vicini allo zero e il debito nazionale si attesta a quasi $20,000 miliardi. Questo è un risultato diretto dell’applicare la prescrizione politica raccomandata nella Teoria Generale di Keynes. Un giorno il suo libro sarà probabilmente accostato al Manifesto del Partito Comunista di Karl Marx, come opere che hanno generato... Continua a leggere

Isolare la Russia è una perdita di tempo e denaro

Di Francesco Simoncelli , il - 21 commenti

di James Rickards Il presidente Obama ha condotto la politica estera più deleteria rispetto a qualsiasi altro presidente degli Stati Uniti dai tempi di Woodrow Wilson. Ciò non è dovuto solo ad un ambasciatore morto per le strade di Bengasi, ad una falsa linea rossa in Siria che ha portato a 400,000 morti, 2 milioni di feriti e due milioni di profughi, a perdere l’Egitto nei confronti dei radicali islamici, o ad aver dato potere ad un regime terrorista in Iran. Solo questi sviluppi... Continua a leggere

Il rally nell’azionario guidato da Trump: la più grande occasione di sempre per posizionarsi short

Di Francesco Simoncelli , il - 27 commenti

di David Stockman Il rally nell’azionario guidato da Trump si dimostrerà quello che è sempre stato: una bolla di sapone. Si basa solamente sul passaggio da una politica ad un’altra ed è sgusciato fuori dalle sale di Wall Street nella notte dell’ultima tornata elettorale. Dopo tutto, quale modo migliore per portare gli agnelli al macello se non quello d’invertire il mercato con un aumento di più di 1,000 punti del Dow Jones poche ore dopo la scioccante elezione di... Continua a leggere

I dati economici senza una buona teoria economica sono inutili

Di Francesco Simoncelli , il - 1 commento

di Frank Shostak Al fine di “dare un senso” ai dati, gli economisti utilizzano diversi metodi statistici che variano da modelli altamente complessi ad una semplice visualizzazione dei dati storici. È generalmente ritenuto che mediante correlazioni statistiche si possano organizzare i dati storici in un corpo d’informazioni, che a sua volta può servire come base per la valutazione dello stato in cui versa l’economia. Si ritiene che attraverso l’applicazione di... Continua a leggere

Solo gli idioti potevano credere ad una reflazione guidata da Trump

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di David Stockman Se avevate bisogno dell’ennesima prova che le banche centrali del mondo hanno distrutto una determinazione onesta dei prezzi nei mercati finanziari, questi ultimi giorni ve l’hanno fornita. Il sell-off di quasi $2,000 miliardi nei mercati obbligazionari globali era giustificato, ma è accaduto per le ragioni sbagliate, mentre l’aumento di 600 punti dell’indice Dow conferisce al termine stupido tutta una nuova accezione. Invece i venditori ambulanti di... Continua a leggere

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.