Archivi per tag: usa

Bonificare la palude 2.0: Trump & Reagan

Di Francesco Simoncelli , il - 44 commenti

di David Stockman C’è una certa rabbia per l’idea che Donald Trump possa essere un degno successore di Ronald Reagan e quindi innescare un boom economico nel mercato azionario. Infatti ci sono ancora in giro supply-sider, come Stephen Moore, che insistono sul fatto che la cosiddetta Trumpenomics innescherà un boom ed una crescita economica. Possiamo aspettarci che i venditori ambulanti di azioni a Wall Street credano stupidamente ad una prospettiva così fantasiosa, ma è... Continua a leggere

Isolare la Russia è una perdita di tempo e denaro

Di Francesco Simoncelli , il - 21 commenti

di James Rickards Il presidente Obama ha condotto la politica estera più deleteria rispetto a qualsiasi altro presidente degli Stati Uniti dai tempi di Woodrow Wilson. Ciò non è dovuto solo ad un ambasciatore morto per le strade di Bengasi, ad una falsa linea rossa in Siria che ha portato a 400,000 morti, 2 milioni di feriti e due milioni di profughi, a perdere l’Egitto nei confronti dei radicali islamici, o ad aver dato potere ad un regime terrorista in Iran. Solo questi sviluppi... Continua a leggere

Il rally nell’azionario guidato da Trump: la più grande occasione di sempre per posizionarsi short

Di Francesco Simoncelli , il - 27 commenti

di David Stockman Il rally nell’azionario guidato da Trump si dimostrerà quello che è sempre stato: una bolla di sapone. Si basa solamente sul passaggio da una politica ad un’altra ed è sgusciato fuori dalle sale di Wall Street nella notte dell’ultima tornata elettorale. Dopo tutto, quale modo migliore per portare gli agnelli al macello se non quello d’invertire il mercato con un aumento di più di 1,000 punti del Dow Jones poche ore dopo la scioccante elezione di... Continua a leggere

Solo gli idioti potevano credere ad una reflazione guidata da Trump

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di David Stockman Se avevate bisogno dell’ennesima prova che le banche centrali del mondo hanno distrutto una determinazione onesta dei prezzi nei mercati finanziari, questi ultimi giorni ve l’hanno fornita. Il sell-off di quasi $2,000 miliardi nei mercati obbligazionari globali era giustificato, ma è accaduto per le ragioni sbagliate, mentre l’aumento di 600 punti dell’indice Dow conferisce al termine stupido tutta una nuova accezione. Invece i venditori ambulanti di... Continua a leggere

Accordi commerciali: un problema mondiale

Di Francesco Simoncelli , il - 9 commenti

di Alasdair Macelod La conferenza annuale del partito conservatore è iniziata domenica scorsa e l’attenzione dei media s’è focalizzata per lo più sulla posizione del governo in relazione alla Brexit. Non è una sorpresa, perché la May è risultata reticente ed ha evitato di alimentare un battibecco con l’UE negoziando in pubblico. L’unica notizia rilevante è che il cosiddetto Article 50, quello che darà formalmente notifica dell’uscita della Gran Bretagna... Continua a leggere

La vera missione di Trump dovrebbe essere quella di sradicare le erbacce

Di Francesco Simoncelli , il - 28 commenti

di David Stockman Non può essere sottolineato abbastanza: dopo l’elezione di Trump le classi dirigenti di Wall Street/Washington sono state licenziate e insieme ad esse anche le loro politiche di guerra, debito e bolle. Quindi dobbiamo iniziare a far sloggiare le uova marce — in particolare la combriccola anti-lavoratori e pro-Wall Street di liberal e sciocchi keynesiani che dimora presso l’Eccles Building. In tale contesto, è auspicabile che Trump prenda una pagina dal copione... Continua a leggere

Due modi per andare in bancarotta: velocemente o lentemente

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di James Rickards Un crollo può avvenire in qualsiasi momento a causa dell’instabilità intrinseca del sistema finanziario. La causa di una perdita improvvisa di fiducia è inconoscibile. Potrebbe essere una guerra, una calamità naturale o un’epidemia. Potrebbe anche essere una dinamica meno visibile, come un cambiamento nella quantità di liquidità che vuole un piccolo gruppo di investitori e a cascata le cose vanno fuori controllo. I mercati faranno segnare “nessuna... Continua a leggere

Perché a questo giro lo stimolo fiscale non si concretizzerà

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman È praticamente una certezza che siamo in prossimità di un’altra recessione. Ma ciò che è veramente sorprendente, è che il mercato non sta dando alcun peso al fatto che la situazione fiscale della nazione sta finendo molto rapidamente all’inferno. E che non vi è praticamente alcuna prospettiva di un altro massiccio stimolo shovel-ready, come il piano di Obama da $800 miliardi. I segni premonitori della paralisi fiscale imminente sono evidenti: il deficit di... Continua a leggere

NOBEL PER LA PACE A PUTIN SUBITO, toglietelo a quell’altro, e soprattutto la valigetta atomica, prima che a Capodanno combini un casino! 2017 L’anno della Russia?

Di Joe Black , il - 90 commenti

          Prima che questo post finisca nelle Fake della Psicopolizia Europea e della nostra allegra democrazia che difende la libertà di stampa diamoci dentro:                     Quantomeno date a Vladimir Putin l‘Oscar per la Pazienza,                 se proprio non volete dargli  il Nobel per la Pace. L’avete dato persino ad Obama PRIMA che iniziasse ad... Continua a leggere

La battaglia disperata della FED contro la stagnazione

Di Francesco Simoncelli , il - 2 commenti

di James Rickards Quando si parla di “Giorno dell’Indipendenza” alla maggior parte degli americani, essi pensano al quattro di luglio. Ciò non vale per la Federal Reserve. Per quest’ultima il “Giorno dell’Indipendenza” è il quattro di marzo. Ed è possibile che il 4 marzo scorso potrebbe essere stato l’ultimo “Giorno dell’Indipendenza” della FED! Perché il quattro di marzo? Il 4 marzo 1951 la Federal Reserve raggiunse un... Continua a leggere

Bolle pericolose in piena vista

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman Jesse Felder ha pubblicato un grafico interessante riguardante le bolle. È l’ennesimo promemoria che ci ricorda come Janet Yellen e la sua allegra banda di stampatori di denaro, siano ignari degli eccessi nella speculazione e nella valutazione in tutto il sistema finanziario avviati dalle loro politiche. Rispetto al loro reddito disponibile, il valore degli asset finanziari delle famiglie supera di gran lunga quello delle ultime due grandi bolle. E ciò è successo in... Continua a leggere

Un dollaro più forte causerà una guerra commerciale con l’Europa?

Di Francesco Simoncelli , il - 1 commento

L’articolo di oggi s’interroga giustamente su una possibile normalizzazione della politica monetaria in caso di guerra commerciale tra Stati Uniti ed Europa. Esso si focalizza solo sullo swap con titoli di stato. C’è un altro tipo di titoli che potrebbero creare grattacapi allo zio Mario: i titoli societari. Sin da quando la BCE ha affermato che i titoli societari europei erano tanto eligibili nel suo programma di QE quanto i titoli di stato, adesso possiede il 9.2% (€50... Continua a leggere

Il giorno in cui il dollaro morì – Parte II

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di James Rickards Esiste un concetto, formulato da un filosofo di nome Karl Popper, chiamato ingegneria frammentaria. Ciò che egli intendeva con questo concetto è che se si fa parte dell’élite del mondo — un leader politico, il Ministro delle Finanze o il capo di un istituto globalista che vuole governare il mondo, o dire agli altri come vivere la propria vita — non si può ricoprire tutte le cariche in una volta. Molti ci hanno provato. Cesare, Napoleone, Hitler, i grandi... Continua a leggere

Ecco la strategia Usa (e turca) per trasformare la Siria nel Vietnam dei russi. False flag in arrivo?

Di Mauro Bottarelli , il - 44 commenti

Come era ampiamente preventivabile, i tg di ieri sera hanno dipinto quanto sta accadendo ad Aleppo attraverso un’unica lente: Assad vuole fare piazza pulita degli oppositori e ha ricominciato a bombardare, rendendo impossibile l’evacuazione dei civili e dei miliziani che hanno accettato di arrendersi, deponendo le armi ai check-point e muovendosi verso Idlib. La cosa non stupisce, anzi sarebbe stato stupefacente il contrario. Questo video 'Meltdown of humanity': Two... Continua a leggere

Il giorno in cui il dollaro morì – Parte I

Di Francesco Simoncelli , il - 12 commenti

di James Rickards La storia ricorderà il 4 settembre 2016 come il giorno in cui il dollaro morì? Prima di continuare, permettetemi di mettere in chiaro che domani vi alzerete e le cose saranno più o meno come oggi… Il dollaro non perderà il suo status di valuta di riserva mondiale dalla mattina alla sera. Non verrà istantaneamente trasformato in un inutile pezzo di carta, e non vedremo immediatamente un’iperinflazione. Quello che voglio dire è che in un futuro non troppo... Continua a leggere

Cosa vuol dire essere un membro del FOMC

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di Alasdair Macleod È facile criticare la FED per i suoi fallimenti, visto che il suo unico successo è stato quello di calciare il barattolo lungo la strada. Ma dovremmo anche pensare alle difficoltà che ora devono affrontare i policymaker. Cosa fareste se voi foste un membro del FOMC? Calciare il barattolo lungo la strada è stata una strategia che finora ha funzionato, ma le condizioni economiche stanno cambiando, lanciando nuove sfide. Il grafico qui sotto espone l’unico problema... Continua a leggere

Spesa per infrastrutture ed elicottero monetario: due pessime idee

Di Francesco Simoncelli , il - 4 commenti

di David Stockman La chiave per ripristinare la prosperità di Main Street non passa per un finanziamento delle infrastrutture, come invece continuano a sostenere i banditi della Beltway. Ciò si tradurrà in uno spreco di capitale, cattivi investimenti, ridotta efficienza economica ed un settore pubblico nettamente più ingombrante. La banca da tenere d’occhio, infatti, è la banca centrale della nazione. Fin a quando la massiccia intrusione della FED nei mercati finanziari non viene... Continua a leggere

Spesa per infrastrutture ed elicottero monetario: due pessime idee

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman La chiave per ripristinare la prosperità di Main Street non passa per un finanziamento delle infrastrutture, come invece continuano a sostenere i banditi della Beltway. Ciò si tradurrà in uno spreco di capitale, cattivi investimenti, ridotta efficienza economica ed un settore pubblico nettamente più ingombrante. La banca da tenere d’occhio, infatti, è la banca centrale della nazione. Fin a quando la massiccia intrusione della FED nei mercati finanziari non viene... Continua a leggere

Il dollaro in crisi

Di Francesco Simoncelli , il - 14 commenti

di James Rickards Le condizioni che hanno dato luogo alla crisi del dollaro nel 1971 stanno emergendo di nuovo quest’anno, ma con un tipo diverso di sistema monetario internazionale. Sin dal 1980, il mondo è stato de facto in un “dollar standard” al posto dell’ex-gold standard. In conformità con il dilemma di Triffin, gli Stati Uniti hanno sfoggiato grandi e persistenti deficit commerciali per mantenere il mondo ben fornito di dollari e finanziare la crescita globale,... Continua a leggere

Il dollaro in crisi

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di James Rickards Le condizioni che hanno dato luogo alla crisi del dollaro nel 1971 stanno emergendo di nuovo quest’anno, ma con un tipo diverso di sistema monetario internazionale. Sin dal 1980, il mondo è stato de facto in un “dollar standard” al posto dell’ex-gold standard. In conformità con il dilemma di Triffin, gli Stati Uniti hanno sfoggiato grandi e persistenti deficit commerciali per mantenere il mondo ben fornito di dollari e finanziare la crescita globale,... Continua a leggere

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi