Per l’Ennesima Volta, La Bce Non fa Quantitative Easing (per ora..). Ecco il meccanismo con cui compra anche i nostri BTP.

Di FunnyKing , il - 5 commenti

Nota di Rischio Calcolato: Ci sono arrivate due dozzine abbondanti di richieste di informazioni, fra commenti e mail, che ci chiedono se la BCE comprando BTP e Bonos Spagnoli stia facendo un piccolo Quantitative Easing. La risposta è NO. O meglio, per ora NO almeno fino a quando la BCE riuscirà a drenare abbastanza euro a breve termine per “sterilizzare” gli acquisti di eurobond sul mercato secondario.

Confusi?

Ecco qui un post fondamentale d’annata, originariamente pensato ai tempi in cui la BCE si riempiva allegramente di bond Irlandesi:

Allacciate le cinture, Rischio Calcolato vi spiega dove guardare se volete sapere quando la BCE compra titoli di stato prima che ve lo dica ufficialmente, partiamo dalla premessa:
Premessa: La Bce non è una banca centrale qualunque!
La funzione principale di tutte le banche centrali del mondo è quella di regolare la quantità di moneta in circolazione per ottenere un dato scopo. Tutte le banche centrali del mondo tranne una regolano la quantità di moneta in circolazione per ottenere due distinti risultati spesso in conflitto fra loro:
1) Tenere controllato il livello di inflazione.
2) Assicurare una sufficiente quantità di moneta per ottenere la piena occupazione dei cittadini (o lo sviluppo economico).
-Nei periodi di prosperità tutte le banche centrali tendono ad alzare i tassi di interesse per diminuire la quantità di moneta in circolazione in modo da raffreddare un eventuale eccessiva crescita e quindi i prezzi.
-Nei periodi di crisi economica o di Grande Crisi, tutte le banche centrali tendono ad abbassare i tassi di interesse perché in caso di crisi non esiste un rischio inflazione, anzi semmai può esistere un rischio di deflazione.
Ma…
Tutte le banche centrali tranne una possono decidere di accettare una futura forte inflazione per raggiungere lo scopo della ripresa o della piena occupazione per questo la FED o la BOJ si azzardano a fare manovre di quantitative easing stampando di fatto enormi quantità di nuova moneta e iniettandole nel sistema a forza. (perché il sistema da solo non accetta nuova liquidità anche a tassi reali negativi).
La Banca Centrale Europea è quell’unica banca centrale al mondo che non ha lo scopo di assicurare una sufficiente quantità di moneta per ottenere la piena occupazione o un qualsivoglia sviluppo economico.
Per la BCE l’unica cosa che conta davvero è:
Tenere controllato (non necessariamente bassissimo) il livello di inflazione. E basta!
Questo è il motivo per cui la BCE NON FA E NON PUO’ FARE QUANTITATIVE EASING! Il Quantitative Easing e’ una pratica che espandendo a dismisura la moneta in circolazione pone le basi per lunghi periodi di forte inflazione. L’esatto contrario del principale mandato della BCE.

 

 

 

J.C. Trichet il presidente della Bce nella conferenza stampa di giovedì scorso, sollecitato da una domanda di un giornalista lo ha detto senza letteralmente:
La BCE non fa Quantitative Easing” (ipse dixit)

Fine della premessa

 

 

 

ma allora……la domanda sorge spontanea:

Se non può stamparne di nuovi, con che soldi (euro) la BCE compra titoli di stato sovrani?
La BCE compra i titoli di stato dei paesi che non riescono ad andare sul mercato a tassi accettabili con gli euro che sono attualmente in circolazione! (monsieur De Lapalisse docet)


Urka! come riesce in questa magia? Facile! Prima stampa soldi subito dopo se li riprende indietro per l’esatto ammontare, il terminie tecnico è “sterilizzazione”

Il meccanismo è questo:
a) settimana 1: la Bce compra 100mil di euro di titoli Irlandesi ad un tasso del 6% l’anno.
b) settimana 2: la Bce si offre di comprare 100mil. di euro ad una settimana con un asta ad un tasso settimanale molto basso. (circa lo 0,4%)
Risultato: da una parte la BCE immette liquidità nel sistema comprando Bond a fronte di euro dall’altro toglie liquidità comprando emettendo un Bond settimanale (un pronti contro termine), la quantità di moneta nell’euro zona non è cambiata la BCE possiede titoli irlandesi e alla fine della settimana deve restituire i 100mil avuti in prestito dal mercato.
e poi?
Caso 1: La bce sempre nella settimana 2 non ha comprato altri bond allora:
c1) settimana 3;la Bce si offre di comprare 100mil. di euro ad una settimana con un asta ad un tasso settimanale molto basso. (circa lo 0,4%) in sostituzione a quelli scaduti e così via settimana per settimana fino a quando la BCE non avrà rivenduto i bond Irlandesi.
Caso 2: La bce sempre nella settimana 2 ha comprato altri 100 mln di bond Irlandesi allora:
c2) settimana 3 la Bce si offre di comprare 200mil. di euro (100+100) ad una settimana con un asta ad un tasso settimanale molto basso. (circa lo 0,4%)100 in sostituzione a quelli scaduti, altri 100 per avere la liquidità dell’operazione fatta nella settimana 2; e così via settimana per settimana fino a quando la BCE non avrà rivenduto i bond Irlandesi.
Il meccanismo utilizzato dalla BCE è quello di rinnovare di settimana in settimana un asta di liquidità per comprare l’esatto ammontare di euro spesi per i Bond acquistati e tenuti in portafoglio.
Bene ma…..
Quali sono le conseguenze legate all’acquisto di titoli di stato e delle aste di sterilizzazione della liquidità? Quali tracce la Bce lascia sul mercato?
E’ abbastanza semplice: più è grande la cifra che la BCE  drena dal sistema minore sarà la disponibilità di liquidità sul mercato. Come noto, minore è la disponibilità di un bene maggiore ne sarà il prezzo, il prezzo del bene “liquidità” è espresso dai tassi interbancari  a breve termine e qundi (rullo di tamburi,,,):

Quando la BCE compra Bond sovrani vi è un innalzamento dei tassi interbancari a breve  termine ovvero l’Euribor.

Si da il caso però che Euribor è  la base di calcolo della gran parte di mutui e prestiti , per cui si può ben dire che la crisi Irlandese (eytsimilia) la stiamo pagando anche con le rate del muto sulla casa.
Ok il meccanismo è spiegato, volete la prova? Eccovela! (perché non siamo mica micio micio e bao bao)


Torniamo con la memoria al momento in cui la crisi Irlandese si è manifestata in tutta la sua violenza per la prima volta ovvero ai primi di ottobre (per riferimenti: IRLANDA…i mercati hanno paura..!!! ), la BCE intervenne (come in questi giorni?..?) pesantemente sul mercato, (La BCE la settimana scorsa ha comprato 1,334miliardi di euro di debito sovrano) ecco quello che successe all’Euribor:

 

 

 

I giorni in cui la Bce intervenne per comprare Bond Irlandesi fu proprio quella a cavallo di settembre e ottobre 2010, abbiamo cerchiato cosa accadde al tasso Euribor a 1 settimana per confronto.
….e finalmente..ECCO LA PROVA:

Proprio come due mesi fa, nel pieno di una crisi, il tasso Euribor a una settimana ha visto un aumento drammatico in sole 2 sedute (+12%), segnale dell’interevento della nostra banca centrale sul mercato.

A differenza di 2 mesi fa, i tassi Euribor per le scadenze più lunghe sono rimasti ad un livello abbastanza alto, ma quando l’Euribor a 1 settimana raggiungerà quello a 1 mese (tra poco) anche le scadenze a 1,3,6,12 mesi cominceranno a salire.

Insomma è la ripetizione di un film già visto ma con l’aggravante che questa volta le cifre in gioco sono molto più alte e i paesi da “salvare” aumentano di numero. Non è neppure da escludere che la Bce,questa volta, abbia comprato anche i nostrani BTP.

Conclusione
Fare previsioni di questo genere è sempre pericoloso e espone chi le fa a possibili brutte figure, d’altro canto la funzione di un blog economico è anche quella di proporre modelli originali per decodificare la complessa realtà non limitarsi solo a qualche pur originale commento.

Martedì prossimo sapremo con certezza quanti titoli di stato sono  stati comprati dalla Bce, ce lo rivelerà la consueta asta di liquidità. Nella precedente asta che si è svolta Martedì 30 Novembre la Bce ha drenato 67 mld di euro, vediamo cosa succede il prossimo 7 dicembre.

Buon Week End a tutti

Shares

Incoming search terms:

  • bce sterilizzazione
  • quanti soldi ha la bce
  • bce quantitative easing
  • quantitative easing bce
  • sterilizzazione bce
  • la bce non fa quantitative easing
  • perchè la bce non abbassa i tassi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Tags:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi