Fukushima: Il Governo Giapponese ha tra le opzioni l’evacuazione di Tokio

Di FunnyKing , il - 4 commenti

Update: Il governo Giapponese non sta attualmente discutendo di un eventuale evaquazione di Tokio, questa opzione fa parte del peggior scenario fra quelli possibili e considerati subito dopo il terremoto/tsunami. La notizia riporata dal Washington Blog e da Al Jazeera per ora è smentita.

Pare (dal Japan Times) che il governo giapponese stia seriamente prendendo in considrazione l’evacuazione di “parti” della città di  Tokio (!!), la quantità di radiazioni fuoriuscite dai reattori di Fukushima, secondo gli esperti, avrebbero già superato quelle di Chernobyl. Tra gli scenari analizzati, quello peggiore descrive la necessità di evacuare la popolazione in un raggio fra i 200 e i 250km dalla centrale, quindi sarebbe inclusa una parte di Tokio. 

DalWashingtonsBlog

Tokyo Radiation Exceeds Chernobyl In Some Places … Japanese Government and Experts Discuss Evacuation

As I noted last month, radiation in some parts of Tokyo is higher than in the Chernobyl exclusion zone.

Yesterday, Al Jazeera pointed out

Experts estimate the radiation leaked from Fukushima nuclear plant will exceed that of Chernobyl.

The need to evacuate parts of the sprawling capital of 35 million may have once seemed an incredible prospect but some experts say the possibility can no longer be ignored.

 

 

Indeed, as Japan Times reports today, the Japanese government started discussing the potential need to evacuate Japan soon after the quake hit:

In the days immediately after the crisis began at the Fukushima No. 1 nuclear power plant, the government received a report saying 30 million residents in the Tokyo metropolitan area would have to be evacuated in a worst-case scenario, former Prime Minister Naoto Kan revealed in a recent interview.

“It was a crucial moment when I wasn’t sure whether Japan could continue to function as a state,” he said.

After the March 11 earthquake and tsunami crippled the plant, Kan instructed several entities to simulate a worst-case scenario. One of those assessments said everyone residing within 200 to 250 km of the plant — an zone that would encompass half to all of Tokyo and cut clear across Honshu to the Sea of Japan — would have to be evacuated.

Things Are Getting Worse – Not Better – In Japan

While this is a worst-case scenario, things are getting worse – rather than better – at Fukushima. See this, this, this and this.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Fabietto

    Titolo alquanto fuorviante…. il testo dice che, all’epoca dell’emergenza, analizzarono anche questo come scenario peggiore… ma non vedo scritto da nessuna parte che ne stiano discutendo ora. 

    • Anonimo

      vero, ho preso un agenzia che poi è stata smentita… ho fatto un update. Ho anche cambiato il titolo.

  • sinbad

    In realtà un po’ di arrosto c’è. Alcune (sottolineo alcune) aree di Tokyo hanno livelli di radioattività “alti”. Tra le opzioni c’è anche quella, molto improbabile, di evacuazione di “alcune zone”.
    http://www.nakedcapitalism.com/2011/09/guest-post-will-tokyo-be-evacuated-due-to-fukushima-radiation.html

    Una cosa si può dire sicuramente. I russi di Chernobyl sono stati più trasparenti…il che è tutto dire.

    sinbad

    • Giuseppe D’Andrea

      Oddio … non esageriamo, forse sei un po troppo giovane per ricordare Chernobyl e la “trasparenza” Sovietica.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi