Giuliano Melani: Italiani fate uno sforzo: comprate il debito dell’Italia

Di Redazione , il - 15 commenti

Giuliano Melani, responsabile leasing di una grande banca italiana, ha acquistato un’intera pagina del Corriere della Sera e da lì ha lanciato un accorato appello agli italiani, affinchè comprino i titoli di Stato e aiutino il paese ad uscire dalla crisi.
L’iniziativa di Melani si incrocia con la notizia che diverse banche internazionali hanno ridotto la propria esposizione verso il debito sovrano dei paesi in difficoltà, fra i quali anche l’Italia.

“Facciamo uno sforzo, compriamo il nostro debito. Chi più ne ha più ne metta. Rechiamoci in banca, mandiamo a ruba i nostri titoli di Stato. Compriamoli al tasso di rendimento più basso possibile. Compriamoli anche a tasso zero – si legge nella lettera pubblicata sul quotidiano.
Melani si impegna in prima persona ad acquistare lunedì prossimo 20’000 euro in Btp.

All’Ansa, Melani ha detto di essere passato all’azione dopo aver letto sui giornali “titoli da far paura dove si spingevano i lettori a vendere i propri titoli di stato. Roba da incoscienti. Invece dobbiamo salvare questo paese, mettiamo in sicurezza l’edificio che sta crollando.”

E poi aggiunge: “Questo appello mi è costato un botto, per favore non fatene carta da macero.”

Condivisioni

Incoming search terms:

  • melani giuliano
  • giuliano melani
  • lettera melani
  • lettera melani corriere
  • giuliano melani lettera
  • lettera di giuliano melani
  • lettera giuliano melani
  • lettera di melani
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Italianoincaxxato

    Io direi: Parlamentari, politici e soprattutto banchieri… compratevelo VOI il debito italiano!

    dato che fino a ora VOI c’ avete sempre e solo speculato e guadagnato sopra (e non sto parlando solo dell’Italia ma il discorso si estende a tutte le potenze mondiali politiche e finanziarie), VOI con la vostra avidita’ avete creato questa situazione e VOI, se vi rimane un briciolo di coscienza e di “amor patrio” (che parolone, eh?) dovrete rimediare.

    Altrimenti, invece che perpetuare a oltranza questo imbroglio del debito, e’ meglio andare in bancarotta, uscire dall’Euro, tornare alla Lira e riniziare tutto da capo.

    Un Italiano deluso e incaxxato (ma che si sta preparando personalmente e finanziariamente ad affrontare la bancarotta)

  • Italianoincaxxato

    Io direi: Parlamentari, politici e soprattutto banchieri… compratevelo VOI il debito italiano!

    dato che fino a ora VOI c’ avete sempre e solo speculato e guadagnato sopra (e non sto parlando solo dell’Italia ma il discorso si estende a tutte le potenze mondiali politiche e finanziarie), VOI con la vostra avidita’ avete creato questa situazione e VOI, se vi rimane un briciolo di coscienza e di “amor patrio” (che parolone, eh?) dovrete rimediare.

    Altrimenti, invece che perpetuare a oltranza questo imbroglio del debito, e’ meglio andare in bancarotta, uscire dall’Euro, tornare alla Lira e riniziare tutto da capo.

    Un Italiano deluso e incaxxato (ma che si sta preparando personalmente e finanziariamente ad affrontare la bancarotta)

  • Landidomo

    Ha perfettamente ragione Melani!
    C’è in corso un tentativo di ricatto contro l’Italia. Un modo di rispondere è comprare titoli di Stato (e prendersi gli interessi).
    Io aderisco e compro: ho già cominciato, prima dell’appello!
    ML – Forlì

  • Bruno Campanini – Forlì

    Iniziativa encomiabile!
    Tutti gli italiani in grado di farlo dovrebbero aderirvi.
    Io lo farò lunedì mattina con tutti i miei risparmi disponibili.

  • Pietro

    Sicuramente le tasse che pagheremo saranno superiori ad un congruo investimento in BOT. E’ un tentativo da fare anche se questi porci di politici non si meritano l’aiuto dei cittadini …lo farò dopo che Berlusconi se ne sarà andato perchè farlo adesso servirebbe a tenerlo a galla!

  • In questa discussione sui titoli di stato, ognuno giustamente dice come la pensa… è bene aderire oppure è meglio non aderire… Vedremo come andrà a finire. qualche giorno fa sempre su questo grandioso e interessante blog (congratulazioni ai webmaster) era riportato un articolo che proponeva una delle tante ricette per l’abbattimento del debito pubblico, ovvero la conversione di titoli già emessi con nuove garanzie fisiche tra cui l’immenso patrimonio immobiliare. Potremmo partire da quello per proporre questa ricetta anche ALLE BANCHE CHE SI AFFANNANO NELLA RACCOLTA DI CAPITALI LIQUIDI SUL MERCATO MA CHE DEVONO AFFRONTARE IL COSTO DEL RIFINANZIAMENTO A PREZZI SUPERIORI E CON GARANZIE SUPERIORI. LORO, LE BANCHE HANNO A BILANCIO NUMEROSI IMMOBILI INVENDUTI, PERCHè NON EMETTERE BOND BANCARI CON GARANZIE GLI IMMOBILI STESSI? per farla semplice se una coppia va in banca e a questa viene proposta di sottoscrivere un bond bancario, invece dell’interesse perchè non garantire l’usufrutto oppure la cessione di un’unità abitativa come garanzia di ultima istanza? naturalmente dipenderà dall’importo del bond sottoscritto. ovviamente.

  • Agostinolamanna

    Grazie concittadino Melani!
    Questa sera a tavola con mia moglie e mio figlio abbiamo molto apprezzato il Suo intervento sulla 7. 
    Abbiamo cosi’ letto il suo appello sul Corriere che, come tante famiglie italiane impegnate nel lavoro o nello studio, leggono spesso solo la sera.
    Il suo appello ci ha colpito e ci ha fatto riflettere anche sulle nostre responsabilita’ senza pensare che sia colpa di un altro il rischio che sta correndo il nostro Paese come spesso ci sentiamo ripetere dal politico di turno.
    Siamo contenti che un semplice cittadino abbia dato una lezione a tanti politici capaci solo di litigare salvo che per mantenere i loro scandalosi privilegi.
    Come cittadini preoccupati per lo spettacolo degradante che ogni giorno offre chi ci governa, ora sappiamo che e’ possibile andare “oltre” la casta e il grave degrado morale.
    Siamo stati rincuorati per la fiducia che ispira la sua semplice ma efficace proposta.
    Lunedì invece di farci prendere dal panic selling incrementeremo i nostri risparmi in titoli del nostro debito pubblico auspicando che il nostro Presidente della Repubblica, che gode di grande fiducia, possa presto affidare in più affidabili mani il nostro futuro.
    Aggiungiamo infine che nostro figlio ventenne giorni fa ragionava proprio sull’inerzia propositiva dei partiti e ha scritto al Corriere (16.10 us) proponendo che ai politici siano in parte pagate le indennita’ in titoli di Stato proprio per tentare di avvicinarli alla vita e alle preoccupazioni della gente normale.
    Ci piace pensare che tanti cittadini, stimolati dalla sua iniziativa, sappiano riprendere il loro ruolo di cives attivi delegando un po’ meno e, come per il 150°dell’Unita’ d’Italia, sventolare il tricolore dell’orgoglio di essere italiani migliori di tanti politici.
    Ancora un grazie per la sua bella e costruttiva iniziativa.
    Agostino Lamanna
    agolam
     
    Messaggi: 2
    Iscritto il: 15 minuti fa

  • Corsaro

    Sono d’accordo con Pietro comprerò btp dopo che questo cesso di governo sarà andato a casa.
    Penso che gli italiani siano davvero incivili per aver votato e sostenuto questi delinquenti.
    Forse ci meritiamo il discredito. Il guaio è che ci rimette di più chi non ha responsabilità

  • pergentino giovannelli

    Questa iniziativa di Melani non deve cadere nel vuoto, questa è la vera saggezza che competeva una volta agli uomini di buona volontà (erano la stragrande maggioranza degli italiani, oggi si contano sulle dita di una mano, tra questi c’è Giuliano Melani), domattina vado in banca e vedo quello che posso fare, senza se e senza ma! Coraggio mettiamocela la famosa manina sulla coscienza!
    pergentino giovannelli

  • Gino Dal Santo

    Quello che scrive Melani è ciò che tutti sapevamo ma che nessuno aveva il coraggio di riconoscere. Basta accusare gli altri perchè fra essi ci siamo anche noi. Facciamo come suggerisce Melani, acquistiamoci il nostro debito e così facendo dimostreremo ai nostri politici italiani, all’Europa e al mondo che ci assumiamo le nostre responsabilità per far risorgere questo nostro meraviglioso Paese
    ITALIA.

  • Av1950va

    Ieri ho venduto 14000 di Rabobank 2,68 – 2015 ed ho compreto 14000 euro di cct. Ho fatto quello che potevo. Grazie per il suggerimento e speriamo serva 

  • Caterinatesta

    farò anch’io il possibile entro fine settimana.
    Bisogna diventare responsabile di se stessi ed uscire dallo sgomento dell’impotenza.
    Ok indignarci, ok continuare a parlare delle situazioni distorte che hanno determinato la crisi di oggi come per es. la  finanza americana che ha dato avvio alla crisi del 2008 con i subprime e la crescita poggiata sull’indebitamento della gente spinta al credito al consumo etc….:
    Io credo che ormai – grazie a trasmissioni, discussioni, letture di libri, giornali ,confronti con chi e’ preoccupato come noi  – siamo arrivati ad un punto di chiarezza e di coscienza che solo 3 anni fa non avevamo : adesso però bisogna passare ad una nuova fase : agire con responsabilita e consapevolezza sapendo che siamo un popolo e possiamo determinare il futuro nostro e dei nostri figli. La sola indignazione e’ sterile.
    Un abbraccio a tutti gli italiani
    Caterina
     

  • Senatus57

    QUESTO MELANI E’ UBRIACO –  NON SERVE A NULLA COMPRARE I BOT- E NON VALE LA PENA FARE NULLA PER QUESTO PAESE DI ITALIOTI, ANALFABETI, BEOTI, CATTOLICI , IGNORANTI – PREFERISCONO STARE ZITTI , REGALARE 9 MILIARDI  OGNI ANNO  ALLA CHIESA – MERDA TRUFFA, E GUARDAR IL GRANDE FRATELLO IN INFRADITO COL CROCEFISSO AL COLLO-   SIETE L ULTIMO PAESE DEL CONTINENTE !!!!!!!!!

  • Corsaro

    Scusa Senatus, ma tu dove vivi? Non sei italiano?
    Sono d’accordo su molte cose che dici,italioti… eccc. ma dovremmo cercare di uscirne fuori

  • GALIENI GABRIELE

    IO VORREI FARE UN ALTRO APPELLO AGLI ITALIANI, DEVE ESSERE UN APPELLO PASSAPAROLA, IN PARTICOLAR MODO PUO’ FARLO CHI RICOPRE ALCUNI RUOLI IMPORTANTI, STAMPA, COMUNICAZIONI, CONTATTI CON IL PUBBLICO, ETC,NON IL GOVERNO SOPRANO CHE E’ VINCOLATO DA ACCORDI EUROPEI: QUANDO E’ POSSIBILE ACQUISTARE PRODOTTI ITALIANI ED EVITARE IN QUESTO DIFFICILE MOMENTO L’ACQUISTO DI PRODOTTI STRANIERI ( sarebbe addirittura da mettere al bando i prodotti francesi e tedeschi, alla luce di alcuni comportamenti politici), E’ URGENTE RICREARE SVILUPPO PRODUTTIVO PER L’OCCUPAZIONE E L’INCREMENTO DELL’ECONOMIA.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi