Finanza e Massoneria: i Confratelli Draghi e Monti. Parla Gioele Magaldi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia.

Di Giuseppe Sandro Mela , il - 22 commenti

Giuseppe Sandro Mela.

 occhio

 

  «Mario Draghi e Mario Monti sono entrambi massoni. Di più: appartengono all’aristocrazia massonica sovranazionale.»

  Intervista rilasciata al giornalista Fabrizio D’Esposito de Il Fatto Quotidiano da Gioele Magaldi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia Democratico (God).

 

  Wall Street Italia. 2013-02-12. Monti e Draghi massoni? Lotte intestine tra fratelli.

   ROMA (WSI) – Pubblichiamo questa testimonianza per dovere di cronaca. Sono indicate le fonti. I lettori che avranno tempo e voglia si faranno un’idea della rilevanza o meno dei temi trattati. Questa e’ la versione integrale dell’intervista concessa al giornalista Fabrizio D’Esposito de Il Fatto Quotidiano da Gioele Magaldi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia Democratico (God), sul cui sito e’ apparso il testo.

  Lo scandalo Mps ha evocato di nuovo l’ombra di grembiuli e cappucci. Sul suo sito si ricorda la partecipazione di Mussari a un convegno del Goi del berlusconiano Raffi. A lei cosa risulta?

  Giuseppe Mussari è un massone. Non perché abbia partecipato ad uno o più convegni del GOI (vi partecipano anche profani di rilievo), ma perché è stato iniziato libero muratore diverso tempo fa, agli inizi della sua scalata al potere. Sul percorso massonico di Mussari e di altri personaggi dell’establishment italiano, mi soffermo analiticamente nel mio libro di imminente uscita, Massoni. Società a responsabilità illimitata, Chiarelettere Editore.

  A Siena l’intreccio massonico che riflesso ha sulle varie cordate? Si è parlato di Amato, Bassanini, Luigi Berlinguer, poi dei berlusconiani vicini alla banca come Verdini.

  Luigi Berlinguer, presidente della commissione di garanzia del PD (che risolse con equità, lungimiranza e saggezza il falso ed ipocrita problema della presenza dei massoni nel Partito Democratico nel 2010, dichiarandone la piena ammissibilità, come per altri cittadini aderenti a svariate associazioni filosofiche, culturali e religiose consentite dalla legge e rispettose della costituzione democratica e repubblicana) appartiene ad una famiglia di antica tradizione massonica.

  Luigi Berlinguer non mente quando dice di non essere stato mai affiliato formalmente ad alcuna loggia, ma occorre ricordare che il padre di suo cugino Enrico Berlinguer (segretario del PC dal 1972 al 1984), Mario Berlinguer (1891-1969), era un noto, convinto e benemerito massone democratico e libertario, antifascista della prima ora, aderente prima al Partito d’Azione e poi al PSI, per il quale fu eletto sia deputato che senatore. Nella famiglia Berlinguer (e il discorso vale anche per Luigi, aderente al para-massonico Gruppo Spinelli), con mille sfumature da un individuo all’altro, c’è sempre stata una consolidata vicinanza culturale e ideologica al milieu massonico progressista.

  Franco Bassanini, come ricordava lucidamente l’altro giorno anche Cirino Pomicino, è invece molto vicino a certi ambienti massonici francesi.

  Giuliano Amato gode di ottime relazioni e amicizie tanto nel mondo massonico anglo-sassone che in determinati ambienti massonici sovranazionali collegati alla finanza e al mondo bancario tedesco.

  Denis Verdini ha frequentazioni massoniche un pò più ruspanti e provinciali di Amato e Bassanini, ma comunque è ben inserito in un certo circuito sia interno che esterno alle principali comunioni massoniche italiane.

  Nel suo libro Confiteor, Geronzi sostiene che in tutte le vicende del risiko bancario degli ultimi decenni la massoneria c’entra sempre. In che senso? Lei parla spesso di varie anime di questo mondo. Quali sono?

  Geronzi dice il vero. Ma chiunque conosca un minimo i circuiti finanziari e bancari sovranazionali – che determinano quello che accade anche nella provincia italiana- sa bene che essi sono saldamente in mano di gruppi massonici e paramassonici. Nel mio libro di imminente uscita, Massoni. Società a responsabilità illimitata, sono elencati nomi, cognomi e biografie di svariati personaggi dell’establishment planetario libero-muratorio. Le diverse anime della Massoneria? Dal XVIII a circa metà del XX secolo ha sempre prevalso l’anima illuminista, progressista, libertaria e democratica, vittoriosa su tendenze massoniche elitario-gerarchiche e reazionarie, nonché creatrice della stessa società aperta “popperiana” in cui l’Occidente vive.

  Dopo aver toccato il culmine del suo prestigio con figure del calibro di John Maynard Keynes, Franklin Delano Roosevelt, Harry Truman, George Marshall (il segretario di stato americano che diede il nome allo European Recovery Program o Piano Marshall, grazie al quale l’Europa fu ricostruita sapientemente con politiche keynesiane), Albert Einstein ed Eleanor Roosevelt (fautrice e patrona della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 10 dicembre 1948), la Massoneria, a partire dalla fine del Novecento ha visto prevalere, per la prima volta nella sua storia secolare, componenti conservatrici e reazionarie. Su di esse, in particolare, mi soffermo nelle parti finali del mio libro Massoni.

  Quando i poteri forti diventato marci accanto alla massoneria compare sempre l’Opus Dei, come due vasi comunicanti.

  Sugli intrecci fra Massoneria, Opus Dei e Vaticano mi sono soffermato di recente in un’intervista rilasciata a Ferruccio Pinotti e a Giacomo Galeazzi, per il loro libro di prossima uscita, Vaticano Massone.

  Lo stesso Geronzi però difende Gianni Letta e smentisce che sia lui l’incrocio tra “logge e cilicio”, il burattinaio di tutto.

  In questo caso Geronzi mente quando nega che in Gianni Letta si incrocino relazioni massoniche e opusiane. D’altronde, non bisogna nemmeno sopravvalutare Letta. Ci sono ben altri gran burattinai, in giro per l’Europa e in grado di influire pesantemente sulle faccende italiane.

  Leggendo il suo sito, si apprende che il mondo del potere è zeppo di fratelli. Lasciando da parte P2, P3 e P4, lei chiama fratelli anche Draghi e Monti.

  Mario Draghi e Mario Monti sono entrambi massoni. Di più: appartengono all’aristocrazia massonica sovranazionale.  Su ciò saranno peraltro prodotte importanti ed autorevoli testimonianze documentarie nel mio libro Massoni. Tra l’altro, occorre dire che troppo spesso, sulla questione MPS, ci si interroga sul livello italiano degli intrecci massonici. In realtà, se c’è un massone implicato fino al collo nella vicenda, quello è proprio il Venerabilissimo Maestro Mario Draghi, governatore di quella Banca d’Italia che tutto fece tranne che intervenire energicamente al tempo della strana acquisizione di Banca AntonVeneta da parte del Monte dei Paschi di Siena.

  A volte si può trattare solo di semplici consorterie senza tirare in ballo la massoneria?

  Quando c’è in ballo il potere: economico-finanziario, bancario, politico, diplomatico, ecclesiastico, etc. c’è sempre di mezzo la Massoneria. Non c’è da stupirsene: il mondo moderno e contemporaneo di matrice euro-atlantica è nato grazie all’azione di avanguardia ideologica svolta dai liberi muratori contro l’Ancien Regime. E’ naturale che i creatori delle società moderne ne abbiano mantenuto il controllo.

  Da tempo lei ha annunciato l’uscita di un suo libro sul back office del potere, in Italia oggi chi sono i fratelli più potenti?

  Su questo, appunto, rimando i lettori del suo giornale all’attento studio del mio libro, il cui titolo completo è Massoni. Società a responsabilità illimitata. Il Back-Office del Potere come non è mai stato raccontato. Le radici profonde e le ragioni inconfessabili della crisi politico-economica del XXI secolo, Chiarelettere Editore (in uscita tra aprile-maggio 2013).

  C’è ancora una massoneria esclusivamente esoterica nel nostro Paese?

La Massoneria, a qualsiasi latitudine, non è mai stata e mai sarà esclusivamente esoterica, cioè esclusivamente dedita a questioni spirituali e filosofiche. La Massoneria ha cambiato il mondo e continuerà a farlo.

  Lei ha fondato il God e da massone dichiarato combatte pubblicamente una battaglia dentro il suo mondo. E’ la prima volta che accade: perché lo fa?

  Perché, dopo la parentesi – dagli anni 60-70 del Novecento ad oggi – in cui i massoni reazionari si sono impadroniti delle maggiori leve del potere a livello globale, è necessario tornare allo spirito di quei fratelli liberi muratori che guidarono la Rivoluzione Americana e quella Francese, che fecero il Risorgimento in Italia e ovunque lottarono per affermare istituzioni liberal-democratiche parlamentari, allargamento del suffragio, diritti civili e politici. Occorre tornare allo spirito di quei fratelli che sconfissero il nazi-fascismo (Roosevelt e Churchill su tutti) e che regalarono al mondo un paradigma economico calibrato sulla giustizia sociale e il diritto alla dignità e alla felicità per ogni essere umano (vedi ancora Keynes e Roosevelt). Il trinomio Libertà-Fratellanza-Uguaglianza è nato nelle logge e adorna ancora adesso i templi massonici, scolpito sotto la cattedra del Maestro Venerabile.

 

Condivisioni

Incoming search terms:

  • monti massone
  • mario draghi massone
  • draghi massone
  • gioele magaldi
  • Massoneria e finanza
  • draghi mario massone
  • kiwanis massoneria
  • mario draghi massoneria
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Pingback: Monti e Draghi massoni? Lotte intestine tra fratelli.()

  • Ma certo. La Massoneria. Il diavolo in persona. Perché non ci mettiamo anche gli illuminati? Gli UFO? Il Vaticano? I tedeschi? Ah già, dimenticavo Bilderberg. La chiesa Scientology. E magari anche Hitler, Napoleone e Nerone.
    Articoli come questi non mi paiono molto seri, almeno non degno di Rischio Calcolato. Una cosa é parlare e scrivere di fatti, di finanza, di politica. Un’ altra scrivere di presunte cospirazioni. Non mi pare proprio il caso.

    • otellogirardi

      scusi, ma si è reso conto che quello sopra è un copia ed incolla di un articolo di altro sito? per dire non verò di una tesi bisogna anche dire perchè no! altrimenti non si capisce dove stia l’errore.

    • Ma mio caro Anfalas,

      Questo articolo non contiene nessuna parola mia.
      Ho solo riportato tra virgolette il testo rilasciato in un’intervista pubblicato sul WSI, nonché in altri siti, senza che avesse ricevuto smentite o contestazioni.
      Quindi, io non ho scritto proprio nulla, contrariamente a quanto Lei riporta.
      Inoltre, non sono degni di Rischio Calcolato i commenti rilasciati in modo anonimo, e che per questo indicano l’attendibilità nulla di chi li ha lasciati.
      Infine, Lei non accampa alcun dato nuovo né procede a ragionamento alcuno: non fa in poche parole niente per avvalorare i roboanti enunciati che pone nel Suo incipit.
      Non mi pare proprio il caso.

      • Giusto, l’ articolo non contiene nessuna parola Sua. Per questo mi scuso. D’altronde: perché scrivere (o citare) articoli di carattere cospirativo?
        Che differenza c’è tra la Massoneria, Rotary, Lions, Kiwanis ed altri? A parte della triste storia della loggia P2, naturalmente, fino ad’ oggi non ho trovato nessuna prova che un gruppo di vecchietti abbiano il potere e la facoltá di “dominare” il mondo o la finanza. Voglio solo capire perché ci debbano essere sempre in mezzo i massoni. Secondo me Rischio Calcolato si deve basare su fatti e non su presunte cospirazioni. Se un giorno ci dovrebbero essere prove sull’ illegalitá di quello che fanno i massoni sono il primo che trova opportuno scriverci degli articoli. In passato ci sono stati tanti gruppi di persone incolpate di cospirazioni. L’ antisemitismo stesso per esempio nasce proprio dalla falsa propaganda divulgata da persone che volevano eliminare certi gruppi troppo potenti (o troppo benestanti). Ci sono altri esempi, certo. Quello che voglio dire è, che secondo me, su RC non dovrebbe nascere un clima di incolpamento verso chichessia. Anch’ io mi chiedo cosa succede e cosa viene discusso negli incontri del gruppo Bilderberg. O die Skull & Bones. E che cosa significano i riti massonici.
        Ancora una volta: Lei non ha scritto niente di male, ma il fatto stesso che su un blog di finanza vengano menzionati i massoni secondo me implica, che l’autore condanni quelli che sono massoni o quello che fa la massoneria. Chiaro, quando le cose non vanno per il verso giusto è umano trovare un colpevole. Questo è successo anche in Germania 80 anni fa. Voglio solo che si resti attenti nell’ implicare cose o incolpare persone senza fatti consistenti o prove.

        E ripeto: esplicitamente Lei non ha scritto nulla di male. Ma secondo me ne la Massoneria ne Skull & Bones ne Illuminati ne altri dovrebbero centrare con RC.

        E dato che ho usato Twitter come authentication non sono affatto anonimo. Una breve ricerca (per esempio sulla homepage RC in alto a destra) sarebbe bastata.

        • Flynow

          Guardi quello che non è ben chiaro è il motivo per cui i citati Monti e Draghi, abbaino sempre negato la loro appartenenza alla massoneria, quando non ho visto appartenenti ad esempio a Rotary negarne l’adesione.

          Vede la posizione strategica di queste due personalità, in aree fondamentali dove viene prodotta la “moneta”, che le ricordo è il massimo potere che si possa avere tra le mani per condizionare la vita delle persone, qualche dubbio rimane e credo che in questo sia concorde, quindi l’appartenenza ad una tal “associazione” non resa palese, lo ritengo un atto gravissimo.

          Vede RC per quello che ho capito è una rivista elettronica di economia quindi non mi sembra poi così fuori tema citare gestori della moneta e i loro potenziali “conflitti di interesse” che a mio giudizio non sono poi così trascurabili, sia dal lato umano, che più propriamente trascendente.

          Perché trascendete ? Se interessa a lei oppure a tutti i lettori di RC ho letto di recente un “Manuale per conoscere la massoneria”, dalla lettura capirà di cosa si tratta, interessanti le implicazioni nella società, ISBN: 978889056116.

          Pur in buona fede qualche timore su quanto riportato nell’articolo a mio avviso rimane, anche perché : http://www.servizisegreti.eu/chi-e-veramente-monti-chi-ce-dietro/

          un saluto
          paolo

          • VecchiaSola

            la massoneria basa la sua esistenza sulla segretezza e sulla menzogna (chiamatela propaganda se volete). NEssun libro le dirà cosa fanno quando s’infrattano, altrimenti inviterebbero la gente a vedere…
            Con la finanza c’entrano e come! spiegatelo and Antares,goldrake o come diavolo si chiama…. il denaro é lo sterco del demonio….

          • Verissimo, caro Paolo.
            RC é una rivista elettronica di economia per investitori e trader.
            La massoneria interessa solo quel tanto che basta per comprendere cosa significhi la manipolazione dei mercati.
            L’onestà sta tranquilla alla luce del sole.
            Salve!
            bepi

        • VecchiaSola

          @twitter-14461275:disqus

          glielo spiego in termini semplici perché, evidentemente, lei é una mente semplice che non vede la complessità della realtà:

          COME EBBE A DIRE FUNARI:”QUANDO UN MAGISTRATO, UN PRIMARIO, UN PROFESSORE UNIVERSITARIO, UN POLITICO, UN GIORNALISTA ECC SI INFRATTANO DI NASCOSTO LA NOTTE A FARE RITUALI MAGGICI…. E’ PERCHE’ LO VOGLIONO METTERE NEL CULO A QUALCUNO!!”

          Le é chiaro adesso? e consideri che hanno istituzionalizzato la SODOMIA (che prima era un reato!), quindi si prepari….

  • otellogirardi

    COMPAGNO MELA…………io sono dell’idea che l’italia sta per diventare la nuova lehman brothers………..E’ SE PARTISSE TUTTO DA MPS?

    • Be daI anche in olanda due setttimane fa hanno nazionalizzato un banca, in spagna non stanno di certo meglio, per non parlare delle difficoltà di commerz banck e DB, non dimentichiamoci anche delle solidissime banche cipriote, si accettano scommesse….

      • Caro Sig. Bertoni,
        Mi consenta.
        Non è elemento di contentezza sapere che i nostri vicini hanno uno la scabbia, l’altro il verme solitario, l’altro ancora il diabete mellito quando noi abbiamo un cancro al pancreas in fase terminale.
        Forse, se guardassimo meglio ai fatti nostri, senza bearci delle difficoltà altrui, le cose nostrane potrebbero andare meglio.

    • Compagno Girardi,
      Per dimostrare la buona fede del Partito, il Politburo ha deciso di fare una signorata.
      Cambieremo lo statuto di Monte Paschi Siena in modo da escludere il Comune e la Provincia di Siena dalle nomine nei Consigli di Amministrazione e poter trasferire il Monte in altra sede, procedendo quindi alla sua liquidazione, facendolo acquisire da un pool di banche a noi estranee.
      Così sarà sventato questo complotto del kapitalismo contro il Partito del popolo lavoratore e proletario.
      Dolore!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Più che Lehman Brothers questo sarà l’inizio della fine dell’Italia, che presto risulterà essere sovietizzata. Anche Hitler è andato al potere con elezioni a suffragio universale.

  • più che un’intervista al massone è uno spot per il lancio del nuovo libro

    • Libro in cui sono riportate le tesi che sono state stralciate ponendole tra virgolette.
      Ciò assume una particolare importanza, tenendo conto che editore ed autore si assumono la piena responsabilità in civile e penale di quanto riportato nel libro.
      Ciò rende quelle dichiarazioni particolarmente probanti.
      Non teniamo invece in conto alcuno i commenti rilasciati da commentatori anonimi, che si autodefiniscono proprio per questo malvezzo.

  • Comunque da veri libertari dovremmo dire a questi confratelli di farsi i fatti loro e di non tentare di indirizzare il corso della storia…..

    Al mondo ci pensiamo noi tutti insieme, lavorando e producendo e scambiandoci le idee in modo non-controllato e non-influenzato. Lo sappiamo indirizzare meglio di loro, dal loro presunto e ridicolo politburo.

    Semplificando con un motto, “meglio un cuoco con il grembiale che un massone con un grembialino”

    Grazie massoni tornate negli scantinati da dove venite

    fg

    • Sì, sig. Grassi,
      Però ci sono.
      Se ci sono, sarebbe necessario tenerli presente.
      Capire meglio i loro obiettivi.
      Buona giornata!
      gsm

  • Giuseppe Bianchi

    Da profano mi pare che la diffusione e lo sviluppo di questo tipo di aggregazioni a carattere locale, statale e sovrastatale dimostri come le elites di ricchi e potenti piu’ che nel libero mercato credano nel libero monopolio e nella democratica spartizione dei mercati allo scopo di aumentare i profitti limitando la concorrenza. Collusione e corruzione sono poi la logica seppur non scontata conseguenza.

    • Caro Sig. Bianchi,

      personalmente trovo sequenziale che esistano e siano attive delle organizzazioni sovranazionali che coordinino politica ed economia.
      Questa dichiarazione, che ho riportato tra virgolette, mi sembrerebbe essere la prima però che attesta l’appartenenza sia di Draghi sia di Monti alla Massoneria, cosa che loro più volte smentirono.

      • Giuseppe Bianchi

        Caro Professore,
        evidentemente non ho colto il nocciolo del Suo post.
        Quello che intendevo e’ che dette organizzazioni sono opportune, ma devono agire con chiarezza ed alla luce del sole, nella massima visibilita’, a mio avviso.
        Quando sono composte da entita’ con scopo di lucro che si interconnettono con chi detiene i poteri politico e finanziario e agiscono nell’ombra o quantomeno lontano dai riflettori dei media, le cui considerazioni e decisioni non vengono divulgate sento odore di combines, di accordi per tutelarne i membri. Il passo poi dal legale al border line e’ poi spesso breve.

        Buona giornata e grazie dell’attenzione.

        • No problem.
          In realtà, in questo articolo non ho scritto nulla. ho solo riportato tra virgolette un enunciato non smentito.
          Circa gli scopi finali della massoneria, non li assimilerei a quelli della confraternita di san Francesco.
          Non si faccia illusione alcuna.
          Ma proprio nessuna.
          Buone cose!
          gsm

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi