Si Avvicina il Momento del Panico (e del Crash) per il Mattone Italiano

Di FunnyKing , il - 23 commenti

State pronti se avete liquidità o accesso al credito. Perchè si avvicina il momento del crash per i prezzi degli immobili e dunque, nonostante ICI/IMU/TASI/TARI/TUC…. e adesso LUC, si potrà finalmente comprare una casa in italia.

E sia chiaro una prima casa (anche in sostituzione/ampliamento di quella attuale), non una rendita immobiliare. Data la struttura della tassazione sulle seconde case italiane e il trend, la rendita immobiliare sarà morta fino alla bancarotta del paese (poi….. ci sarà da comprare a man bassa)

I dati sui prezzi delle abitazioni, sulle compravendite e soprattutto sulle aspettative degli operatori stanno passando dal depresso al disperato, e dal lato dell’offerta si moltiplicano le casistiche di “vendita obbligata” per necessità di bilancio sia che esso sia di una famiglia, di una azienda o di una banca.

E a proposito, li voglio vedere i bilanci delle banche italiane, specie quelle che negli anni belli erano specializzate in mutui, con un bel ulteriore -30% dei prezzi degli immobili.

Interessanti alcuni grafici e dati presi dal sito AiutoMutuo

ppao

EROGATI-FINALE

 

Ma soprattutto

acri

 

L’investimento nel mattone comincia ad essere odiato!

Letteralmente odiato e la “rendita” di famiglia un peso fiscale e in molti casi un pericolo di rivalsa da parte di equitalia.

Ci sono le condizioni per un crollo delle quotazioni, e… poi non vi aspettate un recupero rapido, ci vorrà un decennio perchè gli italiani si dimentichino di questa caporetto.

Ad ogni modo, per la propria abitazione principale, l’occasione sta per arrivare. 

p.s. prima che me lo chiediate nei commenti: assolutamente si, se riuscite a vendere oggi ad un prezzo ancora decente, fatelo (anche ad un prezzo moderatamente indecente). Dopo il crash i prezzi non recupereranno se non dopo anni e intanto giù patrimoniali abbestia.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Guido Aguiari

    Ripensavo al mantra: “i soldi dell’affitto sono buttati, compra, compra”, chi è in affitto da tre anni e investe in obbligazioni tranquille si sta pagando la casa camera dopo camera

    • berthoh

      il problema è quel “tranquille”

      • Guido Aguiari

        Sì ok

    • funnyking

      eh si.

    • C’è una bella differenza tra essere disoccupati e avere una casa di proprietà ed essere disoccupati stando in affitto.

      • Guido Aguiari

        Sì il patrimonio, ma se il disoccupato ha i €€€ corrispondenti sul conto forse sta meglio potendo mollare tutto senza i muri sul groppone

  • berthoh

    non nascondo la personale soddisfazione nel leggere sti dati

    beninteso che io possiedo una casa e in teoria ci perdo, ma non mi interessa

    i pochi sani di mente in italia capivano che il giochetto non reggeva, anzi, molti non se ne rendono neppure conto

  • Jimmy Riddle Hoffa

    E allora investire in prodotti finanziari, quelli si che sono sicuri.
    I promotori finanziari tirano una boccata di ossigeno e ringraziano.

    Investire in immobili significa anche investire in famiglia e stabilità questo pero’ l’articolo lo dimentica volutamente.
    Poi I prezzi delle case saranno anche gonfiati, ma le tasse sui proventi finanziari sono ancora troppo basse.

    • funnyking

      investire in immobili, oggi, in Italia è la rovina della propria famiglia.

      • Jimmy Riddle Hoffa

        Certo per te le famiglie dovrebbero lavorare tutte nella finanza, comprare prodotti finanziari ed essere pronte dall’oggi al domani a spostarsi in Svizzera.

  • Contrary_opinion

    Probabilmente anche le banche hanno capito che è inutile far tenere alto il livello dei prezzi per avere delle garanzie fasulle,… meglio che si svaluti la pietra,.. e che si proceda senza indugio al reintegro della garanzia,… clausoletta che almeno il 98% dei sottoscrittori un mutuo non ha afferrato, data l’euforia del momento di fronte al notaio..:)
    Le banche in un colpo solo sistemano i bilanci come probabilmente glielo chiede la BCE,.. e si fanno dare nuove garanzie che per loro male non fanno.

  • Luigi Zambotti

    @funnyking

    la rendita immobiliare sarà morta fino alla bancarotta del paese (poi….. ci sarà da comprare a man bassa)

    Bravissimo FK, tu al pari del Barrai, hai capito ciò che molti pirloni ital_idioti non afferrano.

    • ricca

      la rendita in teoria avrebbe dovuto essere solo nel caso di affitto, altrimneti la casa è sempre un costo. Poi si sono inventati che l’inflazione è buona e fa bene, ed allora è diventata bene rifugio. In assenza di inflazione e di affitto, la casa non rende un @@ è solo un costo e bello alto pure.

      • Nikytower

        Son proprio i sinistroidi inflazionatori che hanno fatto diventare la casa il bene rifugio. Cosa che è finita in cxxo ai poveracci che si son trovati a lavorare una vita per pagare gli interessi alle banche amiche dei sinistroidi mentre loro andavano a caviale pagato dallo stato… cioè anche dai poveracci… ma tant’è che sembra che ne vogliano ancora di inflazione.
        probabilmente ai sinistridi piace metterlo e ai poveracci prenderlo… 🙁

  • Generaleeeeee

    insomma il suggerimento per difendere la propria famiglia e fottere quella di qualcun altro appioppandogli la casa.

    Solo io ci vedo un che di non edificante in questa visione dei rapporti umani ed economici?

    • Franco Grassi

      Il mondo va cosi, se non si puniscono gli stolti e si premiano gli intelligenti il mondo non avanza, tu da che parte ti metti?

  • ricca

    Niente sale per sempre, e ciò che è molto salito, molto scenderà. E’ fisica. Niente di nuovo.
    Problemi? No, solo per chi ha speculato e ha comprato sui massimi e voleva rivendere per lucrarela differenza. Del resto 30 anni di mutuo per comprare due stanze in città era una pura follia, a cui però molti hanno creduto.
    Prima la casa un operaio , in famiglia monoreddito, la comprava in 10 anni (80-100 metri quadrati). Torneremo lì prima o poi. Considerando i tempi dei cicli immobiliari, e che i prezzi hanno iniziato a calare solo nel 2011 in italia, ne riparliamo tra minimo 5 anni, per il bottom.
    E li io comprerò qualcosina, di nuovo ed efficiente, non 4 muri marci……

  • Franco Grassi

    Un decennio??

    Paolo non ti dimenticare lo SBOOM demografico, abbiamo smesso di fare figli da decenni, ho sentito che in alcune zone del nord italia siamo a 0.9 figli per coppia, presto le case si svuoteranno.

  • Eat Tbund

    GRECIA AL KUBO

  • HarinGV

    E’ da molti anni che dico che la casa si compra se serve. La seconda casa è stato un mito del passato. Comprare per affittare era una follia già prima del 2000.
    Quanto alla ripresa dei prezzi, ci sarà ma penso sarà molto differenziata: case scadenti saranno buone solo da demolire. Immobili di qualità recupereranno bene, perché un nucleo forte di abbienti resiste e resisterà sempre, in Italia.

  • Giano

    Tutti gli indicatori sulla situazione del mercato immobiliare sono negativi, tuttavia non si tiene conto di un dato importante: la ricchezza delle famiglie italiane. Gli italini sono ricchi, quelli che hanno gli immobili in genere hanno anche un conto in banca e un buon lavoro. Dimenticatevi crash e bolle che scoppiano, i prezzi degli immobili caleranno sì ma lentamente, come è successo sinora. Secondo me per comprare ci vorranno almeno altri due anni.

  • Giovanni Iadevaia

    Certo italiani, correte a svendere le vostre case che poi lo stato razzierà per bene il ricavo con una bella patrimoniale (prelievo forzoso sui c.c.). Occhio italiani!!! E tutto l’ esercito di disperati che tenta di acquistare con quel poco che ha….lo faccia al paesello o nelle estreme periferie delle città.

  • Daniele Chillari

    Acquisto casa vecchia e ristrutturazione sfruttando gli incentivi fiscali ed eventuale vendita anche a prezzo di costo è l’unica soluzione di investimento attuabile in questo momento con l’immobiliare

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi