Dove Tagliare le Tasse (dai… Facciamo Finta che Verranno Tagliate)

Di FunnyKing , il - 14 commenti

20131118_123645_D4032073

 

(facciamo finta)

Facciamo finta che domani il governo Renzi Tagli le tasse per 10 Miliardi di Euro, cioè facciamo finta che i 10 miliardi promessi da Matteo Renzi alla trasmissione di Fazio siano interamente finanziati da tagli alla spesa pubblica e non finanziati con riduzioni di detrazioni fiscali oppure con aumenti o introduzione di altre tasse.

Fatta questa finta, entro nel dibattito (finto) su dove sia più efficace metterli per provocare il maggiore effetto possibile per cercare di ridurre il tasso di decrescita economica e di frenare l’aumento del tasso della disoccupazione.

La risposta è semplice e ampiamente conosciuta da qualsiasi economista in buona fede: interamente nel taglio dell’Irap oppure nel taglio della tassazione sulle società.

Ogni centesimo di euro messo nel taglio del cuneo fiscale è di gran lunga meno efficace di una riduzione del carico fiscale sulle società e sulle professioni. Il problema al solito è politico, metter “in busta paga” qualche spicciolo in più a chi IL LAVORO o UNA PENSIONE CE L’HA crea l’illusione immediata per la politica (e per il PD) di ottenere qualche voto in più, ma in realtà ogni euro dirottato dalla riduzione della pressione fiscale sulle imprese non fa altro che aumentare il gap fra disoccupati e occupati.

Sia chiaro, ogni reale diminuzione della pressione fiscale è benvenuta, purchè le risorse vengano interamente prese da tagli di spesa, però esistono tonnellate di analisi statistiche sui diversi impatti delle varie politiche di allentamento fiscale.

Se l’obbiettivo è quello di creare occupazione, la preoccupazione principale di un governo DEVE essere quella di rendere più attraente fare impresa in Italia, ovvero fornire un quadro favorevole all’imprenditore a prescindere dal numero di addetti che intende impiegare.

Peraltro, in questo senso, l’Irap è l’imposta perfetta da ridurre e abolire, in quanto tra le altre cose viene calcolata anche sul numero dei dipendenti delle aziende.

Capisco bene che nella cultura Catto-Comunista Italiana affermare che il primo motore della crescita è il PROFITTO ATTESO dagli imprenditori e dagli azionisti, o in termini più generici l’egoismo dell’individuo sia un tantinello fuori moda.

Ma ooops, si tratta di una legge naturale e guarda caso le nazioni storicamente economicamente più forti sono proprio quelle che più consentono all’individuo di poter realizzare il suo sogno di ricchezza e di elevarsi su tutti gli altri.

In altre parole, lasciare 80€  in busta ai lavoratori (e pensionati) con i redditi più bassi è si uno stimolo alla crescita, ma dagfi effetti di gran lunga inferiori al taglio diretto delle tasse per chi ha il cuore e la capacità di fare l’imprenditore e creare ricchezza in Italia.

Vabbeh, ho fatto finta, domani scopriremo le coperture e l’ennesimo Bluff di Matteo Renzi.

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi