Moneta Digitale: Oggi Ho Cambiato 50 Franchi Svizzeri in Bitcoin ad un Bancomat

Di FunnyKing , il - 53 commenti

Bitcoin atm a Lugano

Che bello tornare bambini per un giorno, anche a 44 anni suonati. Oggi la Blockchain mi ha fatto tornare bambino.

Tutto comincia questo Sabato nel mio solito cazzeggio ehm  approfondito studio del web in cerca di occasioni di investimento (fk non dorme mai!). Beh per farla breve vado a controllare il mio sito preferito fra quelli che contano gli ATM che cambiano Valuta Fiat (Chf, Eur, Usd…)  in Bitcoin.

Questo qui.

E mi accorgo di 2 cose:

  • Nel mondo in 2 giorni sono stati installati altri due Bitcoin Atm (da 239 a 241)
  • Uno a Lugano, a 20km da casa mia… cooooooosaaaaa!

Schermata 2014-09-23 alle 21.07.54

Dunque, dopo un Lunedi’ infernale (perchè c’è crisi dunque poco lavoro,,, come no) a rosicare, eccomi a Lugano davanti al Wok Sushi Bar, in via Bertaro Lambertenghi 5, zona Universitaria.

Fuori ci trovo il proprietario e sorpresa….

Di Bitcoin non ne sa una beata mazza, in tasca ha un cellulare Nokia di quelli utili solo per telefonare e mandare sms (praticamente eterni, e che se ti cadono per terra rompono la piastrella). E’ successo che un suo amico che conosce un amico che lavora per BitcoinSuisse gli ha proposto di mettere un ATM in negozio, come promozione. Per fare arrivare i clienti al mangiare Sushi.

Ecco mi ha pure chiesto (lui, il tizio che ha messo il primo atm bitcoin nel Ticino) se gli spiegavo un po cosa era sto Bitcoin e come mai alla mattina ci sono orde di ragazzini/studenti col cellulare che ci mettono dentro soldi e se ne vanno. (non pare funzioni molto per vendere Sushi)

Ho provato a spigare, ma dopo 2 minuti ho notato un totale calo di attenzione….vabbeh.

Comunque alla fine ho preso il mio Galaxy S4 Mini (quello svizzero LTE), ho acceso Bitcoin Wallet (scaricato da Google Play) ho preprato sullo schermo il qr-code del mio indirizzo ricevente, cliccatto sul pannello touch dell’Atm Lamassu, appoggiato il Cellulare al vetro con dietro le telecamere e…..

Schermata 2014-09-23 alle 22.35.31

….la macchina mi ha detto di essere pronta a ricevere soldi.

Ho tirato fuori dal portafoglio 50chf (poi altri 20 chf… ma lo vedrete in un piccolo video più in la) messi nella fessura ed in 3 secondi il netto in btc mi è apparso sul cellulare.

0.124 btc per 50 Chf (un tasso di 325€ per un Btc).

ahahahaha e stasera Paypal ha annunciato che integrerà Bitcoin nel suo servizio.

…comunque. Mica è finita qui.

Sono andato in ufficio dal mio amico Gorini, ho installato a lui, e ad altri due un paio di Wallet ho devoluto loro, per la  causa dell’evangelizzazione qualche centesimo di BTC,  e lo ho costretto a venire con me (di nuovo) al Sushi Bar.

Disneyland appunto. Inutile dire che il 100% dei miei prossimi incontri a cena a Lugano si svolgeranno al Wok Sushi Bar, in via Bertaro Lambertenghi 5 (che non ha neppure un cacchio di sito web e il proprietario non ha la minima idea di cosa sta facendo… ma solo in Svizzera)

p.s. scambiarsi Bitcoin con il cellulare attraverso fotocamera e Qr-code (presto con nfc) è una esperienza esistenziale. Ti fa capire di possedere per davvero del denaro, denaro del 2014.

 


BLOCKCHAIN TOP
Investire in Ƀitcoin, Ethereum e le altre criptovalute, in modo semplice, veloce e pratico. Ora puoi!

⇒ Scarica GRATIS il piano d’azione ⇐


Shares

Incoming search terms:

  • digitali monete svizzere
  • dove cambiare franco svizzero
  • dove cambiare monete svizzere
  • dove conviene csmbiare i soldi in svizzera
  • dove meglio in italia cambiare franchi svizzeri in euri
  • franchi svizzeri monete come cambiarli
  • moneta virtuale svizzera
  • monwta virtuale svizzera
  • pago euro resto franchi
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Mike J. Lardelly

    Ora non ho dubbi su dove andare a mangiare a Lugano!

    • funnyking

      ohhhh yeahhhh, portati tanta bella carta straccia e un cellulare. (okkio solo chf)

      • nandod

        Giusto a due isolati da dove mi troverò oggi. 🙂 Di solito credo alle coincidenze, ma è un periodo che me ne capitano un po’ tante per ignorarle… Mi sa che a pausa pranzo ho voglia di sushi (previo passaggio per un atm tradizionale a farmi dare qualche chf).
        Grazie mille fk!

        • funnyking

          quando hai fatto mi mandi un selfie con Lamassu che lo pubblico

          • nandod

            Mi hanno dirottato la pausa pranzo e non ho fatto in tempo. Ma ci torno presto, spero.

  • mpolci

    Altra esperienza esistenziale è pagare con lo smartphone e lo stesso sistema del QRCode quando fai acquisti online al PC. Percepisci veramente la differenza fra pagare (i bitcoin) e farsi infilare le mani in tasca dal commerciante (le carte di credito).

  • Il Gemmologo

    Ma non eravate voi quelli che facevano la “battaglia” contante libero?
    E ora che vi danno una moneta completamente “astratta” vi ci buttate a capofitto?
    La coerenza non è umana… su questo ne convengo. 🙂
    Se poi mi si dice che “pay-pal” (Leggi BANK of AMERICA) li implementa me sa che ho visto giusto.
    Vi hanno reso GEEK la pillola che non volevate prendere dal GOVERNO e la mangiate da soli PURE PAGANDO!
    Buona fortuna con i Bit coin…
    Eh… quelli sono “incontrollabili”… sicuro!
    Se bank of america li accetta sicuramente sono incontrollabili.. SICURO! 😉
    Ciao!
    The.gem

    • Robertlee

      Vabbe è come mettere un gettone alla roulette. … se va bene moltiplichi per 30 e passa… se va male addio gettone. … se poi diventa davvero moneta corrente allora cambierebbe tutto

      • funnyking

        da un punto di vista di gestione del rischio, il gettone potrebbe essere 1% del patrimonio mobiliare. Attualmente è questo il livello che ritengo corretto per me.

        • Il Gemmologo

          Attenzione! All’atto pratico magari proverei anch’io se avessi un ATM. Ok… mal che vada hai sempre i tuoi soldi all’atto pratico.
          Ma il fatto che prenda piede una moneta completamente astratta ha comunque delle implicazioni… scusate. Me lo avete insegnato voi…
          E me li avete fatti notare voi le possibili conseguenze sulla società e i “soldi”.
          E un dubbio mi resta sempre su Bitcoin.. me lo avete messo voi. 🙂
          Sinceramente chi o cosa ha creato BIT COIN mi risulta alquanto “nebulosonebbiosopoco chiaro”. E questo fatto mi fa pensare.
          Mi dicono che non ha proprietari… ma io che ne so?
          E se non fosse così?
          Pensate alle implicazioni.
          Io non dico che non avete ragione… ma che può essere sempre il contrario… o che le cose possono assumere una prospettiva diversa a seconda delle premesse iniziali.
          The.gem
          P.s:E se fosse un “esperimento” delle banche centrali per vedere IN PICCOLA scala cosa succede con monete completamente astratte?
          Niente di male a parteciparci…

          • Diego Tomaselli

            “Mi dicono che non ha proprietari… ma io che ne so?”

            Ce li ha i proprietari… eccoci: io e Funny King.

            I ns BTC non stanno in una banca, non stanno su un sito web.

            I ns BTC stanno in un enorme file condiviso tra decine di migliaia di computer sparsi per il mondo…

            Un file che anche tu puoi leggere per controllare quante donazioni ha ricevuto Funny King…

            Prova a chiedere alla tua banca lo stesso servizio. Prova a chiedergli, ad esempio, i tuoi soldi che credi depositati sul tuo C/C, a chi li ha prestati.

            Ecco “tu che ne sai”.

    • funnyking

      Scusa, ma: mica lo scrive il medico di adottare bitcoin, e ti assicuro che non troverai mai una riga su RC sulla necessità di adottarlo. Cisacuno si prende le propri responsabilità e rischi nel farlo.
      Tu non farlo, e siamo tutti più felici.

      • Il Gemmologo

        Non è il fatto di adottarlo o non adottarlo…

        Per dire: Io vendo su ebay.

        Ricevo pagamenti con pay pal.

        Un domani uno mi paga in Bit coin.

        Vedi FK.. io mi pongo già il problema contrario.

        Pay-pal mi adotterà un tasso di cambio?

        Seguirà quello ufficiale? (Ci sara da qualche parte…)

        Per me RICEVERE BIT COIN da venditore e “MANEGGIATORE QUOTIDIANO” di valuta digitale giornaliero sarà INEVITABILE!

        E sai cosa gli manderò in cambio? Sassi! (Ridendo: Sempre detto io che per i sassi ti danno TUTTO! Pure i BIT COIN!) 😀

        E poi sarà inevitabile, magari trasferire questo denaro digitale “questa nuova currency” dal mio conto pay-pal a un altro. E fare un PRELIEVO bancomat per le piccole spese.

        Ecco.. ricevere BIT COIN e fare quanto sopra richiede tutta una serie di PASSAGGI pratici che riguardano cio di cui mi state parlando.

        Vedi… a me per ridere e citarti: me lo scrive il medico di adottare bitcoin! ;-DDD

        Io non scelta se va avanti così.
        The.gem

        • funnyking

          ma scusa che te ne frega di paypal?

          • Il Gemmologo

            Ho letto che verranno implementati da pay-pal.

            Tu mi paghi in bit coin.. e io sul mio conto pay-pal che ricevo?

            AUD? GPB? EUR? USD? CAD?

            Perchè io attualmente ho queste valute sul mio conto e se mi reco in UK mi faccio una carta ricaricabile, la collego al mio conto, vado a un bancomat e NON pago tasso di cambio! ;-D

            Idem se io adesso decido di acquistare su EBAY qualcosa in sterline! Io non pago il cambio! Ho sterline e NON AVVIENE una conversione di valuta.

            Mentre se pago in euro pago una commissione di cambio a PAY PAL. (E non poco!) Ok.. uno compra un oggetto.. ma se uno fa 100 transazioni al giorno DAREAVERE comincia a perdere SOLDI e PARECCHI! ;-D

            Mai pensato a questo?

            Io ricevo DOLLARI e PAGO IN DOLLARI!

            Mi sembra STUPIDO ricevere dollari pagare una commissione di cambio USDEUR e poi comprare in america e ripagare una commissione di cambio EURUSD.

            Che so FESSO a regalare due commissioni a pay-pal? (O a chiunque altro!)

            Quello che mi chiedo e se io potro conservare sul mio conto pay.pal pagamenti ricevuti in BIT-COIN in BIT-COIN?

            O sarò costretto a convertirli in un altra valuta?

            E quale? Posso scegliere?

            Pay pal implementerà BIT COIN… ma come?

            Nei due sensi? dare avere?

            O solo dare da Pay pal a Bit coin?

            Io ho un sacco di domande…

            E sono domande che devo pormi…

            Tu le conservi nel tuo Wallet.. pay-pal implementerà Un wallet?

            Sarà facoltativo o obbligatorio?

            Boh.. staremo a vedere.. sicuro se BIT coin e pay pal possono si “fondono” e bit coin diventa “una currency” su pay pal.. io sarò tra i primi che ci avrà a che fare… sicuro!

            Vedremo…

            Se succede qualcosa vi avviso..

            The.gem

            P.s:L’articolo di FunnyKing: Attenzione Paypal potrebbe integrare Bitcoin presto

          • funnyking

            non è di funnyking suvvia, attenzione.

          • infettato

            Il programma è aperto certo io non so interpretarlo/leggerlo non è il mio mestiere ma se fosse stato “ambiguo” stai sicuro che qualcuno dei tanti del mestiere avrebbe posto il problema (magari una porta aperta camuffata bene). Per il momento non c’è nulla, per il momento è ancora la “rete decentralizzata” il server che tiene in piedi questa struttura. Per quanto riguarda Paypal è ovvio che i movimenti sono controllati…la candela verde che c’è stata ieri dopo l’annuncio presumo sia per l’affidabilità (leggi sicurezza/valore) di questa valuta. Se tu vendi in dollari presumo che chi compra potrà pagare anche in bitcoin o qualsiasi altra valuta con il cambio “imposto” da paypal, te sempre quello ricevi. Diverso è per comprare in quel caso la commissione sul cambio valuta è altamente sconveniente ma lo è con qualsiasi valuta….

          • infettato

            Il programma è aperto certo io non so interpretarlo/leggerlo non è il mio mestiere ma se fosse stato “ambiguo” stai sicuro che qualcuno dei tanti del mestiere avrebbe posto il problema (magari una porta aperta camuffata bene). Per il momento non c’è nulla, per il momento è ancora la “rete decentralizzata” il server che tiene in piedi questa struttura. Per quanto riguarda Paypal è ovvio che i movimenti sono controllati…la candela verde che c’è stata ieri dopo l’annuncio presumo sia per l’affidabilità (leggi sicurezza/valore) di questa valuta. Se tu vendi in dollari presumo che chi compra potrà pagare anche in bitcoin o qualsiasi altra valuta con il cambio “imposto” da paypal, te sempre quello ricevi. Diverso è per comprare in quel caso la commissione sul cambio valuta è altamente sconveniente ma lo è con qualsiasi valuta….

          • Diego Tomaselli

            …non puoi ragionare sui vantaggi dei BTC se li paragoni alle vecchie valute… qui sta l’errore… ancora pensi sia necessario il contante per comprare il pane…. e quindi giustamente ti preoccupi.

            Oggi ci vuole la monetina per comprare il pane, è vero..

            Ma domani clicchi sul cellulare e paghi il pane sul cellulare del panettiere, che con un altro click manderà un po’ di soldi ai parenti in Egitto.

            Niente banche, nè paypal.

          • niente fisco…

          • Diego Tomaselli

            giusto… anzi niente stato…. XD

          • Ti sei fissato con paypal, significa solo che ,se compri una chiavetta Usb in Cina o dove cavolo vuoi tu puoi usare paypal e i bitcoin per pagarli, solo quello.
            Se invece un milione di ragazzi volessero comprarsi un videogioco in internet, potrebbero comprarlo in rete, pagarlo in bitcoin e buona lì, senza intermediari.
            Chi c’è dall’altra parte potrebbe prendere i bitcoin e farsene quello che vuole, con relativa certezza di non essere beccato dal fisco, anche se maneggiasse dei milioni di euro.
            Il futuro non è paypal, ma compagnie come facebook, e simili che usano monete virtuali negli scambi, per pagare i conti e per transazioni tra gli utenti.
            Anche molte società “regolari” stanno annusando il business…

          • Diego Tomaselli

            …non credo abbia le basi per comprendere a fondo la portata IMMANE di questa domanda……
            😉

    • Arcaico Raven

      Il fine della battaglia “contante libero” non era la nostalgia di maneggiare la carta invece che usare monete digitali, ma la paura che col digitale ci fosse un controllo da parte dello Stato & oligarchie varie sui tuoi soldi. Con Bitcoin questo problema non c’è, basta studiare.

    • Diego Tomaselli

      BTC non è denaro contante… E’ MOLTO MOLTO MEGLIO: per scambiarti il contante devi incontrarti di persona… per pagare qualcuno in BTC puoi farlo da migliaia di km di distanza..

      Tutto questo pure pagando? SI’ E VOLENTIERI.

      L’utilità si paga, non è gratis… esattamente come si pagano le commissioni su tutte le transazioni bancarie… o anche solo lasciando i soldi fermi…

      Con la differenza che i BTC sono MOLTO MOLTO PIU’ UTILI di qualsiasi servizio bancario classico.

      Ergo, tali vantaggi si pagano, ed è il mercato a decidere quanto.. solo ed esclusivamente il mercato, non una legge sul bollo o un’aliquota sulle marginazioni…

      Il problema paypal è molto secondario… tenteranno solo di sopravvivere…

      Ma una volta che paypal sarà adottato… paypal sarà semplicemente INUTILE, come pure i cambi tra valute preistoriche, essendo una sola la valuta accettata nel mondo.

      Magari non sarà BTC, magari ne nasceranno di migliori, cmq non avrà più alcun senso avere valute diverse a seconda della zona in cui si abita.. almeno nel mondo civilizzato.

      Se pensi siano controllabili, provali… vedrai che nessuno ti chiede alcun documento o numero di cellulare o email… nulla, nè per aprire un conto nè per eseguire transazioni.

      Ciò che ti identifica è solo il possesso della tua chiave privata, che di default non risiede su alcun server remoto…

      Sta dove la metti tu, a tuo rischio e pericolo.

      “Possesso vale titolo”.

  • Cristian

    Bho…..sono sempre un po rimasto al margine della discussione sul bitcoin e per la verità non mi ha mai interessato…non voglio rovinare la festa a chi per un attimo torna bambino, questa è una cosa meravigliosa e ce ne fossero di questi momenti, però anche solo usando un minimo di logica tutto il discorso bitcoin non sta in piedi; sinceramente, cosa cambia avere bitcoin o vili euro o dollari o franchi svizzeri?? Si si qualcuno mi dirà che i bitcoin non si possono stampare e dunque moltiplicare all’infinito ma chi controlla tutto questo esattamente come chi controlla le banche centrali??? Inoltre sarà anche una moneta virtuale ma intanto la scambi (e dunque la prezzi) con putrida moneta fiat e questo mi da l’idea che non sia nient’altro che un planetario schema ponzi o per dirla alla maniera ddell’italico popolo una gigantesca catena di sant’Antonio, con tanto di poveretti che entreranno per ultimi e rimarranno con il cerino in mano! Infine non capisco (ma qui sarà un problema mio) quale sia la genialata di integrare il nitcoin in paypal, cioè che differenza o che vantaggi otterrei nell’usare paypal in modalità bitcoin?? Il bitcoin non sarebbe solo e semplicemente una specie di carta prepagata ricaricabile che mi fornisce credito al conto paypal!! Bho davvero…..ho come l’impressione che chi comanda il mondo quello che non riesce a far passare dalla porta che noi abbiamo blindato ce lo fa passare dalla finestra che sempre noi abbiamo lasciato spalancata, e per la massa quell’olezzo puzzolente è aria fresca e profumata! Ma come si sa “pecunia non olet” e i romani la sapevano lunga, che poi sia cartaccia, bande magnetiche o microchip, ho veramente l’impressione che non cambi proprio niente!

    • funnyking

      la risposta alla seconda domanda è nessuno controlla tutto e tutti controllano tutti. Prima di parlare a vanvera di bitcoin è davvero necessario capirne il meccanismo. Lo dico senza polemica, cerca di capire. Il resto (paypal conversione da moneta fiat) è del tutto irrilevante, l’adozione di bitcoin deve avvenire anche dalla conversione da moneta fiat, E per inciso: anche bitcoin è moneta fiat, solo che la fiducia la dai alla blockchain, ovvero ad un sistema distribuito di computer e non ad un pianificatore centrale.

    • Arcaico Raven

      Sempre le solite critiche, sempre le solite critiche. Ergo qui non c’è proprio interesse a capire il funzionamento di qualcosa documentandosi, ma è pura fobia dell’innovazione.
      Se non vi fidate non comprate, basta che non facciate le solite critiche a casaccio.
      1) uno schema Ponzi, che piace tirare in ballo per ogni cosa, altro non è che risanare un debito facendo altro debito, e visto che ogni debito ha i suoi di interessi che vanno anche risanati allora si tende a fare un debito sempre maggiore fino a renderlo insostenibile. Bitcoin non è nulla di tutto questo, è un asset, se ci credi lo compri se no lasci stare.
      2) nessuno controlla bitcoin, l’algoritmo dei bitcoin è gestito dalla blockchain, un sistema distribuito su tutti i computer dei minatori di bitcoin che ci sono al mondo. Per cambiarne le regole a favore di qualcuno è necessario che la maggior parte dei milioni di utilizzatori decidano tutti assieme di cambiarlo nello stesso modo, ergo convincere la maggior parte (più del 50%) dei minatori a favorire qualcuno.

      • Cristian

        Lo schema Ponzi da wikipedia:

        “Lo schema di Ponzi permette a chi comincia la catena e ai primi coinvolti di ottenere alti ritorni economici a breve termine, ma richiede continuamente nuove vittime disposte a pagare le quote. I guadagni derivano infatti esclusivamente dalle quote pagate dai nuovi investitori e non da attività produttive o finanziarie[6].

        Il sistema è naturalmente destinato a terminare con perdite per la maggior parte dei partecipanti, perché i soldi “investiti” non danno alcuna vera rendita né interesse, essendo semplicemente incamerati dai primi coinvolti nello schema che li useranno inizialmente per rispettare le promesse. La diffusione della truffa spesso diventa di tale portata da renderla palese, portando alla sua interruzione da parte delle autorità.

        Le caratteristiche tipiche sono:

        Promessa di alti guadagni a breve termine;

        Ottenimento dei guadagni da escamotage finanziari o da investimenti di “alta finanza” documentati in modo poco chiaro;

        Offerta rivolta, all’epoca in cui fu architettata la truffa, ad un pubblico non competente in materia finanziaria;

        Investimento legato ad un solo promotore o azienda.”

        A me pare che le caratteristiche ci siano tutte, comunque è una mia opinione! Io sono libero di non comprare o di comprare e così tutti gli altri; io non ho fatto nessuna critica, ho solo espresso perplessità.

        • nandod

          Mancano la prima, la seconda, e la quarta, e si potrebbe discutere sulla terza. Se per te ci sono tutte, stiamo guardando due film diversi.

        • Arcaico Raven

          “…richiede continuamente nuove vittime disposte a pagare le quote. I guadagni derivano infatti esclusivamente dalle quote pagate dai nuovi investitori”
          E’ ciò che ho detto io, chi ha architettato il sistema Ponzi risana il suo debito (che è il guadagno promesso ai polli iniziali) facendo altro debito (le quote pagate dai nuovi polli che comprendono gli interessi dei primi, e che a loro volta vorranno dei guadagni).
          Uno è libero di non credere nei Bitcoin, ma almeno capisca che è come non credere in un determinato asset, mettiamo da parte concetti come lo schema Ponzi che è una forma di mercato non sostenibile. Per i Bitcoin se c’è fiducia allora hanno successo, non c’è un instabilità strutturale come nello schema Ponzi o nelle vendite multilivello.

        • Diego Tomaselli

          1- “Promessa di alti guadagni a breve termine”
          …chi te le fa ste promesse scusa? non mi risulta che qualcuno ti stia proponendo BTC in vendita… semplicemente qualcuno se li compra E A TE NON TE LI VUOLE VENDERE….

          2- “Ottenimento dei guadagni da escamotage finanziari o da investimenti di alta finanza documentati in modo poco chiaro;”

          Escamotage?? Documentati in modo poco chiaro?? Ma dici sul serio????? Cioè stiamo parlando di software completamente OPEN che tutti i programmatori del mondo possono verificare/modificare/implementare!!!

          3- “Offerta rivolta, all’epoca in cui fu architettata la truffa, ad un pubblico non competente in materia finanziaria”

          Ripeto: nessuno ti offre nulla… BTC è nato per BEN ALTRI USI e infatti non viene offerto, almeno per ora, ad un pubblico non competente… è molto difficile acquistarli, e per questo i bancomat fanno notizia…. a meno che con “pubblico non competente” intendi trafficanti di armi, droga e documenti falsi, che sono stati i primi ad adottarli su vasta scala…. non mi risulta proprio che negli schemi Ponzi si inizi a truffare per prima la criminalità internazionale…… Poi è ovvio che, come con i soldi preistorici, qualcuno LI RUBERA’, qualcuno li userà PER TRUFFARE, etc etc… ma questo è l’uso e l’abuso di un mezzo buono per tanti (MA TANTI) altri usi…

          4- “Investimento legato ad un solo promotore o azienda.”

          …e chi sarebbe???????????

    • Diego Tomaselli

      “anche solo usando un minimo di logica tutto il discorso bitcoin non sta in piedi”

      Quindi secondo te i programmatori alla DELL, quelli di PayPal, gli ingegneri che producono hardware per fare mining, gli esperti di informatica che spendono migliaia di dollari in tale attrezzatura per supportare l’infrastruttra in tutto il mondo, i migliaia di hacker che potrebbero trarne profitto cracckando il sistema, i programmatori che sviluppano software open (quindi leggibile e modificabile da altri programmatori)….

      Tutti questi… sono tutti degli idioti privi di logica.

      • Cristian

        Quando

        si è fissati con una cosa si fa molta fatica a comprendere anche le più
        banali ovvietà! La mia frase sulla illogicità del bitcoin non si
        riferisce ai mezzi tecnologici e alle persone che ci stanno dietro, ma
        al concetto stesso di bitcoin; in altre parole, che senso ha sostituire valute fiat con una criptovaluta smaterializzata
        che ha tutta l’aria di essere altrettanto fiat???!!! Inoltre tu dici ”
        gli
        esperti di informatica che spendono migliaia di dollari in tale
        attrezzatura per supportare l’infrastruttra”, bene (e sarà proprio
        così), e allora usando un po di logica non pensi che chi ci investe
        tanto denaro come minimo ne deve riguadagnare altrettanto??

        • nandod

          Perché dici che è fiat?

        • Diego Tomaselli

          Quindi confermi: secondo te sono tutti degli idioti privi di logica.

          • Cristian

            No non confermo, ed è proprio faticoso capire….. quelli che hanno messo in piedi tutto sono persone capacissime, e a questo punto penso che forse gli idioti siano quelli che li comprano (bada bene non si scambiano si comprano) i bitcoin: Detto questo, ognuno è libero di pensarla come vuole e di agire nella maniera che ritiene più giusta. Io personalmente ho studiato approfonditamente il funzionamento del bitcoin e ritengo che ci siano tanti punti incerti, per cui io non ne compro, ma tutti gli altri sono liberissimi di acquistarne!

          • Diego Tomaselli

            Quindi confermi che hai studiato tu i BTC e hai capito meglio della DELL (che scambia BTC per i propri computer) e di PayPal (che invece consentirà il cambio direttamente in EURO o USD).

            Mi interessava arrivare a questa conclusione, che tu hai capito che ci sono dei punti incerti meglio di tutti quelli che accettano BTC in cambio di beni reali (o soldi).

            Ora che abbiamo chiarito che hanno meno logica di te, ci puoi rivelare quali sono questi punti incerti così ci eviti di prendere fregature? Tradurrò io poi per il CEO della DELL.

        • Diego Tomaselli

          E’ ovvio che ci investe pensa di guadagnarne altrettanti.

          E quindi? sono tutti degli idioti o forse non ti viene in mente che sappiano qualcosa più di te in ambito informatico, tra PayPal e DELL?????????????????’

    • Soldi non “rintracciabili”, hai presente?
      Esistono solo nel tuo wallet, e , se stai attento, nessuno saprà che li hai.
      E non potrà farti pagare le tasse o toglierteli, se non bloccando Internet.
      Potenzialmente anche un sistema per riciclare denaro per i “birichini”…
      Le potenzialità sono immense, e siamo solo agli inizi.

      • Cristian

        L’importante è crederci!!

        • anche i soldi “veri” sono una convenzione sociale, l’importante è crederci.

  • Zudomon

    oggi è è una bellissima giornata per acquistare bitcoin ^^

  • ottavio1974

    Continuo a preferire l’oro (a l’argento), comunque, come diversificazione, una piccola percentuale di bitcoin nel portafoglio si può pure aggiungerla.

    • funnyking

      non c’è concorrenza fra i due asset

      • YouNeedAThneed

        FK, che genere di info, documenti, scan impronte, ecc. hai dovuto dare per fare la transazione?

        (bella notizia Lamassu a Lugano. Adesso venisse anche a Chiasso x fare meno strada da Itaglia!)

        • funnyking

          ahahahahhahahahaahahahahaahah
          nienete di nienete.
          Ho solo creato un indirizzo btc nella blockchain
          Ho il sospetto che arriverà a Mendrisio e poi a Chiasso entro fine anno. Che sia un presentimento?

          • YouNeedAThneed

            Niente? Amazing! che bello 🙂

  • Edoxxx

    Posso trasferire Euro da Paypal a Bitcoin oppure mi conviene tenerli comunque li?
    Infine non ho capito, cambiare soldi in bitcoin è una speculazione o cosa?

    • funnyking

      è speculazione oppure un nuovo modo di scambiare beni e servizi, Lo decidi tu

      • Edoxxx

        Ok, ma i tuoi 50 franchi varranno di più o di meno? E comunque ti chiederanno delle commissioni, o no?

  • davide

    ….e per riconvertire i bitcoin in CHF come si fa?
    Esiste un’altra app da scaricare?

    • funnyking

      no ci sono ATM two way. Ma io non le voglio.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi