Moneta Digitale: Siamo Sicuri che La Maggioranza degli Utenti Voglia Avere a Casa Propria il Possesso dei Bitcoin?

Di FunnyKing , il - 14 commenti

Bitcoin nasce per rispondere ad un certo numero di bisogni:

  • Potere utilizzare una moneta non inflazionabile dalle banche centrali
  • Potere fare transazioni con un mezzo tendenzialmente anonimo e non controllabile ne bloccabile dai governi
  • Possedere direttamente il proprio denaro in forma elettronica ma come se fosse contante. Ovvero possedere la chiave privata dei propri indirizzi bitcoin.

Francamente, mentre sono certo che le prime due esigenze sono forti e fondative per la maggior parte degli utenti nella adozione di bitcoin. Non sono affatto sicuro della terza affermazione. Ovviamente vale per me e per molte persone che conosco.

Ma si tratta di persone che si applicano e che sono relativamente sicure della tecnologia privata che utilizzano per “mettere via” i propri bitcoin (ovvero conservare le chiavi private).

Ho seri dubbi che per il vasto pubblco questo nuovo/antico paradigma, ovvero fare a meno della funzione primaria di una banca come luogo di conservazione e tutela dei risparmi (ok, state ridendo lo so, cercate di rimanere seri), sia un elemento positivo per la diffusione dei bitcoin.

Anzi se proprio devo dirvela tutta, sono certo che valga il contrario e che dunque sia necessario per la diffusione fra il grande pubblico di bitcoin che vengano create molte banche, con servizi di home banking o addiriturra di sportelli che lo conservino.

In fondo, tutte le volte che svolgo la mia doverosa opera di evangelizzazione, esattamente come per l’oro fisico, arriva la domanda: “si e poi dove li tengo i miei bitcoin?”

Ecco appunto.

Il fatto è che le banche sono comode, e hanno la fama di essere sicure. Piaccia o non piaccia.

Scrivo questo post perchè oltre a seguire le evoluzioni dei vari client on-line, come ad esempio GreenAddress, trovo interessante seguire le vicende come queste:

The Circle

circle-white-250x250

Ovvero startup che vogliono approcciare bitcoin nello stesso stile di una banca.

Ovvero con un interfaccia da home banking e il rilascio di servizi on- line  come le carte di debito (per quelle di credito dubito si possibile costruirne con bitcoin).

Ora immagino che questo post, stia sollevando l’inquietudine, anzi la legittima preoccupazione dei puristi. Perchè di fatto affidarsi a The Circle significa consegnare ad un ente esterno la chiave privata dei prorpi bitcoins, ed accedervi con una password (o con altro metodo, magari una chiavetta che genra numeri RSA), esattamente come fosse una banca.

Il che contraddice le ragioni che hanno provocato la creazione di Bitcoin.

Ma tenete presente una cosa: i creatori di bitcoin e gli early adopter della prima ondata, sono una estrema e benedetta minoranza. Non rappresentano affatto la popolazione mondiale, anzi hanno un modo di pensare del tutto anarchico e contro-intuitivo.

Se si vuole diffondere bitcoin è necessaria la creazione di sistemi di conservazione di questa moneta digitale che abbiano un trade off sempre più accettabile fra:

  • Facilità di accesso all’interfaccia
  • Sicurezza

Oggi a livello di sicurezza ritengo GreenAddress il sistema migliore al mondo, ciò che deve migliorare è il sistema di registrazione e accesso in termini di semplicità.

Poi forse il tempo e l’educazione porteranno il vasto pubblico ad approcciare bitcoin nella maniera più corretta.

p.s. io dentro circle, per ora, non metteri un satoshi. Ma sono sicuro che l’iniziativa avrà successo.


BLOCKCHAIN TOP
Investire in Ƀitcoin, Ethereum e le altre criptovalute, in modo semplice, veloce e pratico. Ora puoi!

⇒ Scarica GRATIS il piano d’azione ⇐


Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi