E’ Colpa degli Spagnoli (ma Che Tedeschi, vedrete il Paiolo che ci Stanno per Aprire da Madrid)

Di FunnyKing , il - 58 commenti

Partiamo da un micidiale post di Mario Seminerio:

Il parlamento spagnolo ha dato il via libera definitivo alla riforma fiscale del governo Rajoy (No podemos? Si, podemos). Dal prossimo primo gennaio cambia la struttura della curva Irpef ed anche la tassazione dei frutti del risparmio. Andiamo a buttare un occhio.

L’imposta sulle società passa dal 30 al 28% e sarà ulteriormente ridotto al 25% nel 2016. Le imprese costituite nel 2013 e 2014 pagheranno per un biennio l’aliquota ridotta del 15%. Riguardo l’imposta personale sul reddito, gli scaglioni d’imposta passano da sette a cinque. La no tax area aumenta a 12.000 euro, l’aliquota minima scende al 24,75% nel 2015 e sarà del 19% nel 2016. L’aliquota marginale massima sarà del 47% dal prossimo anno e scenderà al 45% nel 2016. Di rilievo il fatto che questa aliquota, che sino ad oggi colpiva i redditi oltre i 300.000 euro lordi annui, ora scatterà dai 60.000 euro. Per dare un giudizio di senso compiuto sul beneficio netto (che comunque ci sarà) e sugli effetti distributivi e di progressività servirebbe conoscere le modifiche apportate a detrazioni d’imposta e deduzioni dall’imponibile.

Per contro, è possibile già ora dare un giudizio definitivo alla modifica della tassazione sui frutti del risparmio. La Spagna, come noto, adotta un sistema di imposte sostitutive per ottenere un effetto di progressività nell’imposizione sui redditi di capitale (altra cosuccia che i baldi progressisti italiani neppure conoscono, impegnati come sono a discettare di patrimoniali). Sino a 6.000 euro annui di redditi da capitale l’imposta sostitutiva passerà dall’attuale 21% al 20% nel 2015 ed al 19% nel 2016. I redditi da capitale sopra i 50.000 euro saranno tassati al 22% nel 2015 ed al 21% dal 2016. Sopra questa soglia, l’aliquota scenderà dal 24% del 2015 al 23% del 2016. Oggi, sopra i 24.000 euro di redditi di capitale annui si paga il 24%. Queste aliquote si applicano anche alla tassazione delle plusvalenze di breve termine, che invece oggi pagano tra il 52 ed il 56% se realizzate in meno di 12 mesi……

Non è difficile immaginare quali saranno gli effetti sull’economia Spagnola. (si si, lo so, gli Spagnoli ora se la passano maluccio, ma a livello tendenziale sono un altro pianeta)

Che si è vero, la Spagna si finanzierà (ancora) in defict ma….. per lasciare in tasca soldi ad aziende e produttori di ricchezza spagnoli, non per buttare i soldi nel cesso con la Spesa Pubblica.

E dunque abbiamo un nuovo simpaticissimo nemico mortale, la Spagna.

Che peraltro ha diversi settori che, come dire, collidono con l’interesse nazionale ItaGliota.

Oltre al fatto che, non è neppure difficile immaginare, viste le affinità linguistiche e culturali una nuova mecca per i giovani cuori e le giovani menti italiane.

Quindi preparatevi, perchè….. E’ Colpa dei Cattivi Spagnoli che abbassano le tasse.

Eh si si si si si.

p.s. Nel 2015 alla fine,penso che i sovranisti saranno accontentati. Anzi non faccio neppure troppa fatica a immaginare, dazi, controllo dei capitali e tutto per difendere ” l’interesse nazionale “, credo che il culo sui privilegi si declini con queste due parole.

p.p.s. vi siete mai chiesti come mai a nessuno in Italia viene in mente di fare deficit per un taglio drastico delle tasse?

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Pareggiamoiconti

    la direzione è sicuramente giusta, il braccino però mi pare corto assai…

    • funnyking

      guarda per come siamo messi noi, è gia un bel cambio di direzione.

      • Pareggiamoiconti

        sono d’accordo sull’importanza del cambio di direzione, ma se abbassi lo scaglione dell’aliquota marginale da 300.000 a 60.000 euro, la riduzione dell’aliquota mi pare un po’ pelosa…

        alla fine il gettito complessivo rischia di aumentare, e non di poco

        • tombecker76

          Come é normale che sia in un paese che deve far quadrare i conti.

          A patto che ovviamente si tagli contemporaneamente la spesa pubblica.

      • Andrea Vignola

        te lo taglio anch’io i’irpef così. poi però clausola di salvaguardia sulle detrazioni. anche in spagna si sono inventati la inchiappetata a scoppio ritardato

      • Stefano74

        Si almeno ci provano anche se, come si dice, “la carta prende tutto”. Premesso che il loro podemos mi ricorda il “yes we can” ( quindi la spagna piu che il futuro di qualcuno e’. Il passato degli usa, ho sempre sostenuto che bisogna provare dalll’oggi al domani abbassare le sliquote per tagliare il budget della macchina statele e provare a dire “signori i soldi sono questi, cazzi vostri”. E ribaltare qualche scrivania pidocchiosa. Voi direte utopia ma una scossa va data e deve essere cosi

    • Semplice

      E’ l’inversione di tendenza che conta. Ci vuole più forza a fermare una macchina che lanciarla e gli spagnoli, sembra, ci stanno riuscendo o almeno provando.

      Prova a farla in Italia una cosa del genere…”ecco, tagliano le tasse agli evasori, agli imprenditori, agli speculatori” bla, bla,bla.

      • Pareggiamoiconti

        sisi in italia ti dicono che stai togliendo risorse alle fasce deboli

  • Lucaf

    Bene bene, ecco un altro paese candidato ad accogliere me, la mia famiglia e la mia azienda. Peraltro il clima è molto più simile al nostro e non fa schifo come in germania, la gente mi è simpatica e non mi sta sui coglioni come i tedeschi, parlo già la lingua e non devo farmi venire il mal di testa per imparare il tedesco.

    • Enri

      Bravo Luca, qui a Tenerife si parla spagnolo, la benza sta ad 1.009 € al litro e di tasse se ne pagano ancora meno IVA 7% e il resto segue… =_=

      • Melis Mario

        Tasse sulle persone fisiche li a tenerife?

  • Melis Mario

    47% sui redditi personali dai 60.000 euro in su…se queste sono tasse basse io ho fatto un threesome con natalie portman e scarlett johannson. Certo,sono inferiori alle nostre ma non ci vuole molto, il difficile é trovare un paese con tasse superiori

    • tombecker76

      Per i consumi contano molto di più le aliquote marginali basse che non quelle su redditi alti.

      E comunque quelle aliquote sui redditi piú alti sono simili persino qua in Irlanda.

      • l.v.mises

        ma una flat tax con notax area, no?! è tanto semplice…

        • tombecker76

          Nell’articolo di FK é menzionata, mi pare.

        • gino monte

          in brasile è così. inoltre il kattiwo governo komunysta ha fatto dei programmi di sgravi fiscali MOSTRUOSI per piccole e micro imprese (tipo totale massimo tasse impresa 15 euro al mese)… MANCUPUCAZZU! i libbberisti locali danno addosso al governo… perchè? 2 motivi:
          – il governo kattywokomunysta ha fatto una legge per inquadrare in un contratto le colf (che sono 15 milioni) dopo secoli di schiavitù e apartheid
          – il governo kattywokomunysta dà un foodstamp di 30 euro al mese ai nullatenenti.
          sapete cosa dicono i libbberisti? “ma se gli dai 30 al mese quelli non lavorano più! stai incentivando i fannulloni!”
          con 30 al mese?
          quando a te libbberista non bastano 3000?
          i libbberisti so’ così, ingordi, malati… che ci vuoi fare…

          • Melis Mario

            Ci sono liberisti e liberisti,per me esistono solo cose di buon senso.Per quanto mi riguarda uno stato efficiente con poche tasse puó tranquillamente aiutare i bisognosi(quelli veri), anzi deve farlo.Ma non deve assumere parassiti a spese mie .Sulle misure del governo brasiliano sono d’accordo,ma la situazione brasiliana non é la nostra.Noi abbiamo una casta dominante di parassiti al posto di un normale apparato pubblico

          • gino monte

            il brasile sarà diverso dall’italia… ma il libbberisti sono uguali, sono come le fighe, se lamentano sempre e pur di guadagnare 100 euri l’anno in più so disposti a affamare milioni di persone.

          • tombecker76

            Stranamente nella libberista irlanda prendono anche di piu’ (sia sotto forma di casa popolare che di reddito di sostegno).

          • gino monte

            e infatti io t’ho sempre detto che hai fatto benissimo ad andare nella keynesiana irlanda 🙂

          • tombecker76

            Talmente keynesiana che la spesa pubblica e’ poco oltre il 30% del PIL.

          • gino monte
          • tombecker76

            No. É poco sopra il 30. A te lo scoprire perché.

          • l.v.mises

            non buttiamola sull’ideologico, la flat tax è osteggiata in tutto il mondo dagli pseudo-socialisti pseudo-progressisti di sinistra e promossa da persone vicine all’ideologia liberal… a me sembra semplicemente una soluzione di buon senso per l’italia, paese in cui l’irpef la pagano fondamentalmente solamente i lavoratori dipendenti, rimane comunque una tassa progressiva se introdotta con notaxarea…quindi nessun problema di costituzionalità

          • gino monte

            concordo! ma chi è che la butta sull’ideologico?
            i ricchi/imprenditori brasiliani + USA + GB cha danno addosso al brasile!
            e ti dirò di più. tra i programmi del governo “kattywokomunysta” c’è pure i tassi agevolati al DUE PER CENTO ANNUO (tasso ufficiale 11) per industria e agricoltura! ma che minkia vogliono di più???

      • Melis Mario

        47% su 60000 in irlanda?

        • tombecker76

          41% ma poi c’e’ un 2-4% aggiuntivo di “income levy” dal 2009 per mettere una pezza agli allora distastrati sbilanciamenti del budget statale.

          PS: si’ e’ un po’ una mezza leggenda quella delle tasse bassissime qua.
          Sono ragionevoli di sicuro, ci sono dei tax relief e delle no tax area e sono piuttosto progressive, ma sono abbastanza normali.

          Quelle bassissime sono quelle sulle aziende, e secondo me dovrebbero essere prese ad esempio.

  • Alexone1

    Ecco un altro paese che se ne strafrega del sacro limite del 3,00%, di brutto fra l’altro, e che prova a rilanciarsi (a spese appunto dei più coglioni dell’Europa). E l’UE del rigore a giorni alterni che ne dice?

  • Antonello S.

    Dal post non si capisce come la Spagna intenderà coprire gli iniziali ammanchi di cassa dovuti al calo delle aliquote fiscali (certo…non una manovra epocale), deficit o taglio alla spesa pubblica?.
    E comunque è sempre una cosuccia un pò moscia…
    Se volete andare sul sofisticato vi propongo questo:

    http://www.cobraf.com/blog/defaultEconomia.php?topicGroupID=1&idr=123571968#123571968

    • tombecker76

      Un calo delle tasse può avere anche l’effetto opposto.

      • Cartomante

        Condivido. Le tasse stanno alla nazione come il carico sta alla macchina. Domanda: la macchina va più veloce a pieno carico o a vuoto?
        Se la carichi troppo, la macchina si rompe.
        E l’Italia si è abbondantemente rotta…..anche quelli.

      • Antonello S.

        Ok, mi sta bene, però occorre capire che noi stiamo con una moneta sopravvalutata del 30% e con una tassazione fra le più alte al mondo.
        Per riottenere competitività, oltre alla parziale minchiata delle riforme di Peppapig, occorre agire pesantemente fra questi due valori, cioè tassazione e cambio e l’deale è un mix delle due, sempre che ottieni la sovranità monetaria.
        Poi fuori recessione si potrà anche avviare dei tagli mirati alla spesa pubblica.
        Però se prima non utilizzi le leve precedenti devi procedere sulla strada della compressione salariale ed avviare il Paese alla definitiva balcanizzazione.

        • Vincenzo Sangiorgio

          Avessi mo fatto qualche anno fa anche solo la metà di quello che sta facendo la Spagna ora non avremmo cambio sopravvalutato.
          E se facessimo ora qualche cosa in più della Spagna, il problema del cambio non esisterebbe proprio.

        • tombecker76

          Non puo’ esistere una moneta sopravvalutata del 30% dopo 12 anni che la usi.

    • angeloluca barba

      Deficit

  • Artù

    zitti evasori! le tasse sono alte perchè noiciabbiamievvassione di milemilamilamigliardi
    perchè il mio vicino di casa cià l’audi e quindi è evasore e l’altro cià il suvvu e
    una volta ho chiesto la fattura al dentista e questo mi ha fatto la bua con il trapano

  • Artù

    ma poi Monti a Cortina quanto ha raccolto?

  • U B

    Ora avremo due macchie del tempo una greca e una spagnola quale scegliete come esempio :-))

  • Semplice

    Devo dire “tanto di cappello” e sopratutto la borsa spagnola sarà vista sotto altra luce.

    PS: non ditelo alla Serracchiani…quella si suicida se sa che gli spagnoli hanno tradito la crociata contro le RENDITEEEEEEEEEEEEEEEeeeeeeee

    Sembra si che abbiano tradito, Serracchiani, ma hanno tradito le rendite di posizione non quelle da risparmio.

    PPS: e adesso il magico Serra di Londra che dirà ? lui che le tasse sul riapsrmio dovevano crescere !!!!!!!! isso, che sta all’estero.

    Comunque se lo mettono in atto, bravi spagnoli.

  • Austrian school

    Ottima iniziativa della Spagna, anche se in Europa ci sono situazioni molto più convenienti. Il Montenegro ha una tassazione al 9% sui redditi d’impresa ed il 5% sui dividendi. Quindi un residente all’estero pagando il 14% globale di tassazione porta a casa i soldi. Ovviamente non esistono Tari, Tasi, Imu, addizionali regionali e comunali, Irap, canone RAI, ecc.
    Il mondo è grande e le nazioni competono fra loro per attrarre investimenti, eccetto l’Italia ovviamente che fa di tutto per far scappare i potenziali investitori.

    • l.v.mises

      il montenegro non è nell’eurozona, anche se utilizza euro

      • Austrian school

        Un vantaggio in più. Gli scambi con l’eurozona sono liberi.

  • Giacomo Ha.

    Ma, noooo, gli spagnoli sbagliano… Che stupidini… Non hanno capito niente, gli allocchi.
    Dovrebbero invece prendere ad esempio l’illuminata strategia rigorista di quel geniaccio di Mario Monti, un Nobel mancato per un zic…
    Sì, quello della luce in fondo al tunnel, quello che voleva uccidere la domanda interna, quello della casa in affitto in Engadina che non voleva entrare in politica, quello del salva-Italia…
    Ah, averne di uomini così!
    Perché se n’è andato? Pekké, pekké??

    Che nostalgia…
    E, poi, come stava bene in loden.
    Era sobrio.

  • jackbauer

    Menomale che l’Euro doveva saltare il 20 Dicembre 2015!

  • Andrea Vignola

    il sistema fiscale spagnolo è un po’ come quello italiano. occhio alle detrazioni e deduzioni. sia mai che ci sia un renzos anche da loro….

  • Zazà la Superscimmia

    p.s. Nel 2015 alla fine,penso che i sovranisti saranno accontentati. Anzi non faccio neppure troppa fatica a immaginare, dazi, controllo dei capitali e tutto per difendere ” l’interesse nazionale “, credo che il culo sui privilegi si declini con queste due parole.

    ——————————————————————-

    VOI sovranisti sarete accontentati. Ti ricordo che hai la tessera dell’UKIP. 😀

    • chinaski137

      ormai si esprime solo con slogan del cazzo… voi sovranisti fa ride

  • MRIclan

    Secondo me non succede proprio nulla nel 2015

    • Giacomo Ha.

      Non è vero.
      Il 20 gennaio 2015 è luna nuova.
      E poi la figlia del mio vicino di casa si sposerà.

  • Lucio

    Beh, io ci spero proprio che la Spagna riprenda.
    Perchè per il calore delle persone, la lingua ed il clima è proprio il Paese in cui andrei a vivere in sostituzione dell’Italia.

    L’ideale sarebbe che si riprendesse l’Italia… ma credo che faccio prima io a diventare finocchio.

    • tombecker76

      Occhio…

    • davide

      Ah Ah Ah…
      se non sei finocchio o culo rotto, ti mette a posto ivan lo scalfarotto. :-))

      • Lucio

        Me ne guardo bene azz 😛

  • Alleva Torelli
  • c1p6

    Beh, se si andasse a verificare la tassazione spagnola su tutte le componenti forse si cambierebbe idea, a partire da domazioni, successioni [tasse altissime davvero] e oneri indetraibili.
    Giusto l’esempio qui riportato ma dal farne una generalizzazione ce ne passa, la Spagna non è un paese per imprenditori quanto non lo è l’italia con la differenza che le detrazioni sono assai più sensate e il sistema è più chiaro e trasparente. Per il rispetto è lo stesso tritacarne italiano, forse un po’ meno tendente allo stalinista (nel senso meno organizzato in termini quasi persecutori, troppe volte) ma certamente non permette molto dialogo con l’istituzione senza lunghi processi, come invece è possibile in Svizzera, Austria, Olanda.

  • c1p6

    DIMENTICAVO: bisognerebbe anche dire che in Spagna esiste un’imposta patrimoniale, forse così il quadro sarebbe un attimo più completo

  • Lucio Eu

    Che ficata la disoccupazione spagnola al 25%, spero si arrivi a questo anche in Italia, la vita è fatta per vivere non per lavorare, troppo avanti gli spagnoli.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi