33 euro, a tanto era arrivato lo stipendio minimo ucraino, al cambio della settimana scorsa.

Di Nuke The Whales , il - 44 commenti

Ho pensato di prendermi una pausa, per filtrare le tante, tantissime notizie che mi arrivano dalla terra dei pazzi, l’Ucraina.

così sembrano di più...
Facendo i conti bene con il cambio nero, ho determinato a quanto era arrivato il cambio minimo venerdì scorso, poco prima del “miracoloso” aumento della Grivnia.
33 euro, quello era l’esborso della pensione minima elargita ai pensionati che lavorano e calcolata per elargire benefici agli indigenti.
Al mese, non al giorno.
Adesso, è bene dirlo, il cambio è leggermente aumentato, anche se il cambio nero rimane ancorato saldamente sopra le 30 grivnie per un dollaro, malgrado le assicurazioni del ministero di Kiev.
I mercati, si sa, si basano soprattutto sull’aspetto psicologico, e la promessa del FMI, di una nuova “iniezione di denaro”, ovvero altri prestiti a breve termine, ha fatto il suo dovere.
Anche in italia la promesse dell BCE di emettere nuovo debito pubblico, ovvero “la stampa dei soldi” ha fatto bene all’economia, dopo tutto.
I poveri ucraini, annichilati dalla propaganda, non si rendono conto che i dollari del FMI dovranno restituirli a rate semestrali, al 10% di interesse annuo, e in dollari.
E i debiti contratti con il Fondo Monetario hanno precedenza rispetto a qualsiasi altra cosa.
Il governo di Kiev, da parte sua , ha dato il via ad una serie di provvedimenti, per “risanare l’economia”.
Ve li elenco in modo generico, dato che ogni giorno ci sono cambiamenti:
  • Aumento della età pensionabile di cinque anni, blocco delle pensioni malgrado la svalutazione, (oltre il 5% su base mensile) e tagli generosi sugli importi.

  • Vincoli per il cambio, è estremamente difficile anche per legge ottenere dollari da carte di credito o conti correnti, atto che è già praticamente impossibile.

  • Gli esportatori adesso dovranno cambiare al tasso di cambio ufficiale il 75% della valuta in ingresso, questo provvedimento corrisponde per loro ad una perdita secca del 20% minimo, per chi esporta, ovvero la differenza tra il cambio “virtuale” e quello “reale”.

  • Tasse sui soldi in ingresso del 30%, ovvero un prelievo forzoso sulle rimesse degli immigrati, e i soldi cambiati in Grivnie al tasso ufficiale, decurtando ulteriormente il valore del denaro in arrivo.

  • Simpatico dazio aggiuntivo pari al 5% o il 10% sul valore dei beni in ingresso, provvedimento volutamente depressivo per ridurre le importazioni dall’UE e dalla Russia.

Aumento della tariffe del gas e delle bollette, fino al 700%. Dato che il parlamento non riesce a decidere se fare o meno gli aumenti, per paura della rivolta della popolazione, si è deciso di lasciare l’onere all’autorità per l’energia di Kiev.
Invece di bollire il ranocchio pian piano come si fa in Europa , A Kiev hanno deciso di buttarlo direttamente nel fuoco, e veder cosa succede.
Certo, probabilmente i governati della Terra dei Pazzi, non avevano molta scelta, vista la situazione.
Adesso cari amici, fate attenzione, visto che prima o poi potrebbe toccare anche a voi sentirvi dire le stesse balle.
Per poter convincere la gente a accettare il peggiroe governo del mondo , a impoverisris quasi in silenzio e a lavorare praticamente per niente, occorre il solito sistema del bastone e della carota.
Il basto ne, in questo caso è “l’aggressione russa”, ovvero un inesistente esercito di russi che scorrazza per il paese a bordo di carri armati “invisibili”.
Non bisogna dire:
 “ci sono dei volontari russi, e, forse, alcuni di questi che combattono a fianco dei separatisti sono inviati dei servizi segreti di Mosca”
Detto così non fa molta impressione, invece i giornaloni di Kiev strillano:
“cinquantamila soldati russi camuffati circondano per l’Ucraina a bordo di mille carri armati! solo ieri i nostri valorosi soldati del battaglione Aidar ne hanno uccisi cinquecento! E con un solo colpo di cannone!”
Per quanto riguarda le notizie economiche, invece di dire :
” il guaio è che la Russia ha tagliato di brutto le esportazioni con il nostro paese, per un importo annuale di centosessanta miliardi di dollari
Purtroppo le nostre aziende, a parte alcuni prodotti agricoli, non producono niente che possa interessare o essere minimamente competitivo in termini economici con i prodotti UE, e mancano delle certificazioni necessarie.
Per rinnovar le industrie del paese occorreranno centinaia di miliardi di dollari, oltre a sessanta miliardi l’anno solo per la manutenzione delle strade, e non parliamo poi della devastazione della guerra.”

Esposto così il problema farebbe intristire i poveri telespettatori, invece le veline del governo riportano testualmente, ripeto, dicono lo fanno esattamente.

entro cinque anni la nostra economia e gli stipendi saranno a livelli europei, e questo porterà gli abitanti del Dombass e della Crimea a ribellarsi e a tornare da noi.
Stiamo progettando delle misure per arginare i milioni di russi che vorranno emigrare in ucraina.

Neanche un drogato di crack in crisi di astinenza ci crederebbe, a queste promesse, ma il popolo di Kiev se la beve, o finge di crederci.
Ho sentito Poroscemo, il presidente Ucraino recitare questo discorso in televisione, e più volte.
E come è possibile? Uno si aspetterebbe una rivolta popolare, i politici di Kiev meritatamente trasformati in decorazioni per lampioni e un nuovo governo che cerca di mediare con Mosca, al fine di evitare il disastro, abbandonando le velleità europee e rimanendo  “tra i due mondi” come succedeva fino ad un anno fa.
La situazione nel paese, invece, è diversa rispetto a come la si dipinge.
Certo, è molti difficile, ma non si può pensare che un dipendente di un ministero o un doganiere sopravvivano davvero con duecento euro al mese di stipendio, così come un pensionato in città non campa con cento euro al mese di pensione ( se gli va bene, ormai).
La mazzetta è una antica tradizione, nessun dipendente dello stato fa niente se non gli dai soldi, negli ospedali non ti curano se non paghi la “retta” a medici ed infermiere, e nessuna firma verrà mai apposta su di un documento pubblico se il funzionario non viene pagato, pagato in base alla sua importanza.
I soldi arrivano dalle rimesse degli immigrati, quelle che il governo di Kiev cerca di tassare a tutti i costi, e che adesso arriva per via traverse, sotto forma di euro e rubli che viaggiano insieme a chi torna a casa a visitare i parenti.
parliamo di cifre in valuta straniere che sono pari a circa il 40% del PIL reale del paese.
Chi riceve quei duecento dollari al mese dai parenti all’estero e chi lavora per lo stato in una posizione decente, non ha problemi, ce la fa a pagare le bollette e a comprarsi da mangiare, mentre chi non ha nessuno e chi fa lavori di base, come lo spazzino , deve scegliere già adesso tr ale due opzioni.
Ovviamente l’ottusità dei burocrati europei si nota, in questo frangente.
Si cerca a tutti i costi di varare leggi anticorruzione, per limitare il fenomeno della mazzette, dimenticando che lo stipendio dei funzionari statali, paragonato al loro tenore di vita è un qualcosa di assolutamente irrilevante, in molti casi si potrebbe anche non versarglielo e non se ne accorgerebbero neanche.
Un esempio? la villa da tre milioni di euro del procuratore generale di Kiev, finita nel 2013, quando il suo stipendio, al tasso attuale, è tra si e no duecento euro al mese…
E lui è quello che dovrebbe vigilare sulla corruzione dei potenti.  
Insomma, nel paese l’economia “sommersa” è molto importante e sono i soldi che arrivano in “nero” dall’estero a tenere insieme la società.
A me dispiace per le persone normali, per i pensionati che campano in qualche modo con 50-100 euro al mese di pensione, e i lavoratori normali, quelli che devono accontentati i stipendi più bassi di quelli minimi applicati in paese sviluppati come la Zambia o la Nigeria.
Mi dispiace per le loro aspirazioni , per il Maidan, che voleva combattere la corruzione degli statali e lo strapotere degli oligarchi.
Invece i soldi degli oligarchi sono diventati vitali, i dollari depositati in Svizzera in decenni di ruberie sono diventati vitali, dato che pochissimi imprenditori occidentali si fiderebbero a investire nel paese, prima della stabilizzazione.
Peccato che gli oligarchi, in cambio, vogliano assolutamente tutto, sangue e anime della popolazione compresi.
E la corruzione?
Se i soldi in valuta estera che arrivano con le rimesse sono quello che permette alle gente di mangiare, i funzionari pubblici campano drenando quei dollari , rubli o euro alla popolazione che li riceve, in cambio del loro lavoro.
A Kiev lo stipendio di un deputato o di un giudice è assolutamente insufficiente a garantire un tenore di vita adeguato ai livelli non dico europei, ma paragonabili a quelli di un paese tipo il Brasile o il Sudafrica.
Nessuna , nessunissima speranza di arginare il potere degli oligarchi e la corruzione, se non buttando giù tutto per poi ricostruire.
Non so come la pensate voi, ma secondo me , andrà a finire male.
La guerra nel Dombass, va avanti, e sotterfugi degni dei villaggi “Potiomkin” sono in corso, ma ne parleremo la prossima volta.

da Liberticida di Nuke The Whales

Condivisioni

Incoming search terms:

  • costo vita ucraina
  • costo della vita in ucraina 2015
  • costo della vita ucraina
  • stipendio medio kiev
  • stipendio esercito ucraino
  • stipendi ucraina
  • stipendi medici ucraina
  • stipendi in ucraina 2015
  • kiev stipendio medio
  • vivere in ucraina costo della vita
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • indopama .

    ho appena parlato con un ex ufficiale medico ucraino che si e’ seduto di fianco a me al McDonald qui a Bali a prendere un caffe’, mi ha detto che e’ venuto via su consiglio di due amici del KGB. sapranno qualcosa…

    • danilo angiolini

      Forse è ricercato per tradimento alla Patria….

      • indopama .

        probabile, mi ha detto che ha scritto una lettera al suo governo che lui la guerra ai suoi non la vuole fare.
        cmq mi ha detto che ucraini e russi sono come fratelli, questo tra la gente normale, tra oligarchi invece si scannano come boia.

        • Di ucraini in giro per il mondo ultimamente ce ne sono tanti, sembra quasi che chi poteva scappare si è affrettato a farlo, e li capisco pure.

          • danilo angiolini

            Se è un ufficiale medico non deve combattere ma potrebbe curare e salvare combattenti di entrambi gli schieramenti…è solo un vigliacco e poi il KGB non esiste più dagli anni 90…

          • lo vieni a dire a me?

            la “quinta” c’è ancora, dato che “non esisteva” prima “non esiste” neanche adesso, la leggendaria divisione addetta al “мокрое дело”.

            Per il resto il vecchio KGB è stato diviso in due tronconi, controllati dal Ministero degli interni.

  • ALESSANDRO13

    Ma davvero il FMI presta i soldi a tassi del 10% e in moneta straniera?
    Se è così sono veramente degli strozzini.

    • Anche la Bers, guardate nei link di uno degli ultimi articoli , 10% su base annua ma a rate semestrali, così sembrano meno, ed in dollari.
      Alcuni dei primi prestiti del FMI erano al 5% , ma si sono ricreduti in fretta.

  • Lorenzo Marchetti

    ma davvero si chiama poroscemo? in romanaccio suona come poro scemo…

    • BlatantPromotion

      ??

    • Poroshenko è il vero nome, è stata una mia “licenza poetica ” chiamarlo Poroshemo o Porosemo, nei vari blog, e ha preso abbastanza piede.
      Li mortacci sua.

  • biafra66

    Forex dice che tra i 500.000 e il milione sono in Libia pronti a “balzare” in UE….vedo e leggo che in Ukraina va anche peggio…..che misera fine della rivoluzione arancio+Maidan. Propongo un blocco terrestre con la frontiera Ukraina dopo il paventato blocco navale con la Libia.

    • gino monte

      costruiamo un muro, ahah!
      ma con un mega fossato zeppo di anaconde e coccodrilli :))
      p.s. io lo dicevo 25 anni fa che era meglio tenersi il muro di berlino…

      • biafra66

        …eheh Sì caro gino la vecchia e cara DDR …tanta roba! Guarda adesso, tocca pure l’invasione di nazistelli targati Ukraina…con la cortina di ferro non sarebbe successo! Ma tanto ormai in UE vale tutto….beati voi in Brasile lì è sempre festa, sempre domenica.

        • gino monte

          io ero a favore del comunismo, per 2 motivi:
          – i soldi a noi e la povertà a loro, ahah!
          – era un utile spauracchio contro la psicotica ingordigia di USA e scagnozzi.
          p.s. i nazi ci sono pure qui, si divertono a bruciare vivi barboni e gay… poi qua la polizia è tutta uno squadrone della morte nazista.

          • biafra66

            Quoto gino e……….samba!!

          • Però se ci tratti personalmente sono pure simpatici ed amichevoli.
            Una vera e propria distopia, amichevoli in famiglia, giocondi con gli amici, accarezzano i gattini e vanno al teatro, poi salgono sui fuoristrada neri e fanno strage tra papponi e delinquenti di strada.
            Certe volte veri e propri massacri.
            Boh?

          • gino monte

            il padre della mia ex “moglie n.2″… simpaticissimo, occhialetti rotondi, panzetta… 85 tacche sul calcio della pistola.
            lo sai che ci sono brasiliani a combattere per il donbass?

          • se ci pensi il tipino in famiglia è proprio simpatico, scommetto che ha pure i baffi….

          • Obrigado , Gino, spero che non ce ne siano anche dalla parte dei fascistelli….

  • LucaS

    Grazie per la testimonianza! In effetti il perchè gli ucraini non si siano ancora ribellati me lo domandavo sempre! Però credo ci sia un’altra spiegazione: i naziskin che se fiati ti ammazzano senza tanti complimenti… Io dubito che gli ucraini credano al governo, ma alla minaccia dei nazi ci credono eccome!

  • Supernaut

    Nuke, leggo sempre avidamente i tuoi aggiornamenti, ma permettimi una piccola critica. Troppi errori nei tuoi scritti, capisco che magari scrivi di fretta con uno smartphone, ma gli errori tolgono credibilità a quello che dici. Tutto deve essere fatto bene, se vogliamo propagare queste conoscenze a un pubblico che auspichiamo essere sempre piú numeroso. Un po’ piú di attenzione, quindi. Grazie comunque per i contenuti, una finestra aperta che fa entrare un po’ d’aria fresca nei meandri della propaganda occidentale.

    • scusa , è proprio una mia mancanza. Certe volte mi scappano le lettere dalla tastiera, forse, se scrivessi direttamente in russo…

  • valerio

    Toh….. chi si rivede, il Nostradamus “de noantri”. Mi mancavano le tue pirotecniche pensate. Cambi argomento? Ero rimasto alla possente macchina da guerra Sovietica che liberava l’Ucraina dai Nazisti, al generale inverno che avrebbe falcidiato quegli straccioni di ucraini, alla guerra civile che sarebbe dilagata per tutta la pianura ucraina e a tutte le altre minchiate che sei stato capace di dire in più di un anno.
    A me sembra che quelli che tu chiami pazzi, malgrado le furbate di Puler, anche grazie a un sempre maggiore aiuto dei governi europei (di centrosinistra) hanno fatto ingoiare un rospo piuttosto grosso a quel fascista di Putler.
    E ora, ti cimenti in una analisi economica che potrebbe essere paragonata a quella dei Fratelli Max, solo che tu sei più comico.
    A bello! Quel paraculo o meglio bugiardo di Putler, contava proprio sulla difficoltà economica ucraina per fare quello che ha fatto ovvero invadere l’Ucraina, solo che malgrado le pezze al culo il popolo ucraino ha sconfitto la poderosa armata Sovietica.
    Caro mio detto, in parole povere vi hanno fatto il culo. Quella che doveva essere una passeggiata sino ad Odessa o sino al Dnieper si è rivelata l’ennesima fesseria di Putler che ora ha un nemico in più vicino a casa. Bella furbata!
    Perchè non parli un pò di Yanucovich, dei soldi che si è portato nell’Unione Sovietica e del fatto che si nasconde lì dal mandato dell’Interpol per sottrazione di beni dello stato?
    Caro mio, di minchiate continui a dirne tante e sempre divertenti.

    • Marco

      Grande Valerio !! siete penosi!! anch’io è da un anno che ve lo dico…

      • Lila

        Un sodale di Valerio : )

        Chi si somiglia si piglia……

        • Marco

          l’importante è non somigliare a chi appoggia il più grottesco dei giornali mai esistito…

      • Supernaut

        Infatti è da un anno che ti non caghiamo. Inutile idiota

        • Marco

          fate ridere… siete 4 gatti che vorrebbero arrivare a 5…ahahhahhaha penosi!!!!

          • Lila

            Va beh sempre meglio 4 gatti, che due polli : )

    • donato zeno
    • Lila

      Ma la pagano…. o proprio cosi di testa?

      • valerio

        No, non mi pagano scrivo per filantropia! E per divertimento!
        Non si immagina la soddisfazione che provo nel constatare che vi rode il chiccherone. Amo vedere sbriciolarsi l’arroganza del vostro impavido baluardo del “comunismo”. Ora che avete perso un altro pezzo della vostra scacchiera credo che sarebbe più intelligente preoccuparsi di quale sarà il prossimo pezzo che perderete.

        • Lila

          Non era il vostro idolo Zbigniew Brzezinski quello che giocava con la grande scacchiera…..usando le popolazioni come pedine del suo gioco. Poi c’avete pure Kasparov…. mi sa che quelli degli scacchi siete voi…. Russia e Cina sembra che giochino a Go.

    • fabbri73

      Valerio se mi dici chi ti spaccia gli allucinogeni ci faccio un giro anch’io. Quindi il glorioso esercito ucraino ha fatto il culo ai minatori del Donbass?? Quindi in Ucraina si sono ripresi alla grande nonostate i poderosi aiuti dell UE? Se scrivi tutte queste cazzate senza prendere sostanze psicotrope devi avere dei seri problemi.

      • valerio

        Minatori del Donbass? Ma quali minatori? Pensa proprio che ho l’anello al naso? Cari i miei pacifisti, l’Ucraina ha fatto una guerra contro la colomba russa. La vostra ipocrisia è commovente, siete una banda di paraculi, più bugiardi che intelligenti.

        • Lila

          Guardi che la colomba è il simbolo di Israele mica della Russia., e il putch degli ebrei ha avuto un fermo dopo l’arrivo di Putin

    • Quaku soldi di Yanukovic? quelli che esistono solo nelle fantasie dei giornalisti ucraini?
      Se ha portato via qualche soldo lo deve aver messo negli stessi contii dei suoi precedenti colleghi, ma non sono le cifre che credete, purtroppo.
      Magari , invece di dire fesserie, io andrei a ritirare i soldi dai conti , sono saltate altre tre banche in questi giorni, tra cui Delta Bank…

      Il tempo stringe e la fine è vicina.

      P.S. avevo prevosto venticinque per un dollaro in primavera e siamo già oltre i trenta, quando potete durare ancora?

    • Franco

      PER I BOCCALONI FUORI COME UN BALCONE COME TE CHE PENSONO DI GODERE…I PADULI VOLANO SEMPRE BASSI…E SENZA LUBRIFICAZIONE…
      da Ron Holland:

      “Di certo, le cospirazioni esistono e grazie al lavoro di Edward Snowden,
      sappiamo che l’America svolge veramente una sorveglianza globale
      raccogliendo dati, torturando e spiando tutto il mondo. Credo però che
      questo sforzo sia più diretto al controllo di personaggi potenti,
      politici interni e stranieri chè al prendere di mira gli indifesi
      cittadini americani che sono in disaccordo con le decisioni politiche,
      una situazione spaventosa per ciò che un tempo era considerato simbolo
      di libertà da tutto il mondo.
      Ma come diceva Dorothy al suo
      cane, Toto, nel classico film de “Il Mago di Oz”, “ho la sensazione che
      non ci troviamo più in Kansas”, anche noi non siamo più nell’America dei
      nostri padri fondatori. Il vero capitalismo ed i mercati liberi
      semplicemente non esistono più. Una manciata di potenti lobby manipolano
      i mercati, la moneta legale è un franchise redditizio e stiamo
      provando a sorvegliare e controllare tutto il mondo per mantenere la
      nostra posizione di leadership ottenuta alla fine della seconda guerra
      mondiale.
      Oggigiorno sei un pazzo e un BOCCALONE ad aver fiducia in ciò che il
      governo o la stampa spacciano per vero, chiaro ed imparziale, essendo
      tutto ciò puramente propaganda. Le organizzazioni governative esistono
      solamente per proteggere le industrie predilette e non il pubblico, il
      nostro sistema legale è uno scherzo e tutte le guerre combattute per la
      democrazia sono solo espedienti per saccheggiare altre nazioni,
      guadagnare ed accaparrarsi risorse naturali.
      Tutti i governi
      fanno propaganda e i notiziari mainstream spacciano i piani segreti e le
      politiche al pubblico. Ma il mondo di oggi e specialmente gli Stati
      Uniti stanno fronteggiando nuove sfide non simulate o previste in
      precedenza e qua stà il problema ed il rischio per la nazione e per i
      cittadini boccaloni…che li sentono all’improvviso e senza sputo visto che volano bassi!”

      DONBASS LIBERO-LIBERO DONBASS.

  • Ivan Bezvestnyi

    Povera gente, per decenni ormai la situazione solo si peggiora.

    • Franco

      Nel Donbass si stà già ricostruendo e gli stipendi ai dipendenti pubblici iniziano ad arrivare dal governo della Novorussija che provvede anche a far arrivare a domicilio pacchi con alimenti di prima necessità ai pensionati e famiglie con bimbi etc….gli stessi combattenti separatisti si prestano per la consegna, mentre i volontari cosacchi danno una mano a ricostruire ospedali e scuole non solo a combattere…stanno iniziando a bonificare intere aree da mine anti-uomo etc…i corsi all’università sono completi e le lezioni sono riprese etc….si pensa di adottare il rublo ma ci sono un pò di difficoltà da superare, insomma non molla nessuno, squadre di elettricisti, squadre rialzo delle stazioni, tecnici vari etc. sono al lavoro full-time per ripristinare e ricollegare…insomma la vita continua e non morirà mai, come vorrebbero quelli di Kiev….!

      Donbass Libero-libero Donbass

  • Ana Vita

    Un’opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o altri bisogni di finanziamento personali, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie non costrette.

    * Prestito finanzia

    * Prestiti immobiliari

    * Prestiti all’investimento

    * Prestito automobile

    * Debito di consolidamento

    * Margine di credito

    * Seconde ipoteche

    * Riacquisto di credito

    Contattare il responsabile per ulteriori informazioni.

    Contatto→→: cristinaallegri09@hotmail.it

  • Buonasera
    Dopo numerosi rifiuti di cartella da parte delle banche ho avuto il mio prestito di 50.000 € in una donna giusta del nome merciaio Alexandra nelle 72h. Alla partenza non vi credevo ma la mia curiosità la ha spinta ha provato ma finalmente ho potuto ottenere questo prestito che la mia uscita di questo vicolo cieco nel quale vivevo. Vengo di questo parte voi informato perché ormai sappiate abbia che indirizzate quando sarete nella necessità, il suo indirizzo posta elettronica è questa: mercier.alexandra1200@gmail.com
    Contattati il Si siete nella necessità. condividere questa pubblicazione

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi