E’ ufficiale: il “bazooka” di Draghi è una pistola ad acqua

Di Mauro Bottarelli , il - 25 commenti

th7SQ25RPX
Mercati tonici e vigorose pacche sulle spalle ieri in Europa, dopo che due membri del direttivo della Bce hanno reso noto quanto segue. Primo, il QE vedrà aumentati gli acquisti in maggio e giugno per controbilanciare i bassi volumi dei mesi estivi. Secondo, il programma di stimolo andrà avanti come programmato fino al settembre 2016 e anche oltre se le aspettative inflazionistiche non saranno raggiunte. Bene, peccato che vi siano tre criticità che potrebbero pesare non poco: una delle quali, inoltre, rischia di essere letta dai mercati sul breve termine per quella che in realtà è, ovvero l’ammissione che il QE nei primi due mesi di vita non è servito a nulla e rischia di perdere ulteriore incisività. Vediamole. Primo, i contenuti di quanto comunicato ufficialmente ieri da Benoit Coeure e Christian Noyer erano noti a una platea di banchieri e gestori di hedge fund dal giorno prima, visto che erano stati resi noti da quest’ultimo nel corso di una riunione a porte chiuse a Parigi che non prevedeva comunicazioni alla stampa. E già qui, evviva la segretezza e il fair play. Secondo, la questione dei bassi volumi di acquisto di luglio e agosto non esiste ma esiste invece il fatto che la situazione obbligazionaria sta diventando seria. Ovvero, la Bce sta già oggi riducendo le maturities dei suoi acquisti perché non trova bond a lunga scadenza per acquisti per a 60 milioni al mese, quindi compra anche sotto le durate che si era ripromessa per il primo periodo e sarà costretta a scendere ancora se vuole mantenere inalterato il volume prefissato di acquisti ogni mese. Questo grafico,
Mayday79
ci mostra come proprio i mesi di maggio e giugno siano quelli che hanno il maggior numero di emissioni nette, quindi la Bce non sta aumentando il volume degli acquisti per espandere il cosiddetto “bazooka” ma solo perché ha bisogno di fagocitare tutto il possibile nel corso di questa finestra temporale favorevole. E nei mesi a seguire? Certo, per luglio e agosto ogni dato negativo – ad esempio l’abbassamento ulteriore delle scadenze della carta acquistata o il non raggiungimento di quota 60 miliardi – avrà scuse balneari ma da settembre in poi, chi si accuserà? Il brutto tempo come fa la Fed? O le castagne? No, lì toccherà con ogni probabilità affrontare le prime tensioni sui mercati e forse dover mettere in conto di abbassare la soglia minima di rendimento eligibile per gli acquisti, ora a -0,20%. Terza criticità, forse la più seria. Al netto del caso greco che se mal gestito ancora per un po’ potrebbe innescare tremori sull’obbligazionario, questi due grafici ci mostrano altro.
Mayday80
Mayday81
Ovvero, che con questa mossa la Bce non ha fatto altro che imitare in pieno il piano di lavoro utilizzato lo scorso anno dalla Fed. Quando infatti i dati macro Usa sono cominciati a crollare con la fine del QE3 e le equities cominciavano a perdere smalto, nel mese di ottobre il presidente della Fed di St.Louis, Jim Bullard, se ne uscì con l’ipotesi che un quarto ciclo di QE se la situazione fosse ulteriormente peggiorata. I dati macro Usa sono continuati a crollare ma il mercato si è rimesso in marcia. Ora guardate il paragone con il grafico relativo all’Europa: dati macro in calo, mercato che perde spinta e – oplà – Mario Draghi si gioca il suo “Bullard moment” utilizzando Benoit Coeure e la sua indicazioni di maggior acquisti da parte della Bce. Peccato che Bullard intervenne alla fine di tre cicli di QE, mentre Coeure è dovuto entrare in azione dopo due mesi! Quanto ci metteranno i mercati a capire il bluff degli acquisti dell’Eurotower, inviando segnali poco gestibili da un mercato già illiquido? Ma, soprattutto, se il “Bullard moment” non sarà sufficiente, quale carta si giocherà Mario Draghi? Ne resta solo una, seguire la Bank of Japan e cominciare a comprare anche equities. A quel punto il rischio potrebbe essere non di una correzione ma di un’ecatombe.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi