La retorica del giorno dopo….

Di JLS , il - 26 commenti

Ieri a Milano delle persone incappucciate e vestite di nero, hanno fatto a modo loro, sfasciando le cose degli altri. Mai che si dirigano gli eroi incappucciati, contro una prefettura per seppellirla di sterco di maiale, o  coprire di sputi qualche politico nazionale o locale, o ficcare un microfono in gola ai tanti cialtroni della carta stampata e dei tg. Niente di niente, troppo rischioso, troppe scorte, troppe auto blindate e blindati da quelle parti e intorno alla torma dei demokratici di professione e d’apparato.

E poi a ben pensarci a che servono le forze dell’ordine ? a proteggere appunto le istituzioni e i loro simboli : prefetture, politici e vassalli dell’informazione. Mica le povere cose della gente e del lavoro. Se resta tempo e possibilità si protegge anche la gente e il lavoro. Ho tanti sospetti a riguardo dunque, circa la regia di queste apparenti operazioni di dissenso violento. Dissenso un fico secco. A tremare è solo la povera gente.

Scriverò a riguardo prima o poi di questi sedicenti rivoluzionari di carta pesta, ma soprattutto della regia occulta e dei registi che ne coordinano le gesta qui e li, in Europa e nel mondo. Giusto per ottenere il risultato necessario : rendere stabili e invulnerabili i sistemi di potere finti, basati sulla menzogna e la truffa planetaria del fisco, chiamati quasi sempre demokrazie, più o meno parlamentari. Tenere impaurita la gente comune, che tanto può sempre andar peggio senza la demokrazia e il sistema di cartapesta attuale.

I rivoluzionari di carta pesta spaccano il possibile e l’impossibile, facendo danni a tante persone comuni che non c’entrano un fico secco col loro malcontento telecomandato. Penso ai tanti che stamattina dovranno andare dall’assicuratore per chiedere il risarcimento dell’auto andata arrosto, scoprendo che gli atti vandalici non erano compresi nella polizza, dovendo quindi scappare in banca prima e poi dal concessionaro dopo, e auguri a tutti loro, se dalla banca usciranno potendo dirigersi dal concessionario. O invece soltanto a casa per prendere la bici, se non hanno sfasciato pure quella.

Penso ai tanti commercianti che con la loro partita iva, lavorano e faticano dodici ore al giorno non solo dietro al registratore di cassa, ma prima e dopo nei magazzini e davanti ai conti della sera, che non tornano più, ormai da anni anche in una grande città come Milano.

Penso a tutti questi e non mi importa se le auto erano di lusso o i negozi di Dolce & Gabbana. Riempirei di mazzate questi deficienti, fino a rompergli tutte le osse perchè possano soggiornare all’ortopedico per almeno 2 anni e dopo finire sulla sedia a rotelle per tutta la vita. Ai loro mandanti, non scrivo qui quello che ordinerei di fare, ma lo capite. Al popolo bue resta la gendarmeria e i gendarmi, gli alfANO e i Pisciapia di turno, e tutta la feccia che si meritano, votando e pagando le tasse. AMEN.

Scrivo solo perchè sono schifato della retorica dei tg e delle dichiarazioni di politici e dei loro portaborse i pennivendoli del corriere della sega, della repubblika, dei mentana-gruber-santori-floris e di tutto il battaglione di buffoni e cerebrolesi che anima e produce montagne di carta straccia quotidiani per le edicole, e schiamazzi H24 dallo schermo al plasma.

Le frasi e i titoli di rito, sono indentici a quelli di ieri, dell’altro ieri e di sempre. Prendete i giornali e i tg di tutti gli episodi recenti e remoti, e scoprirete che le parti sono sempre le stesse, il copione pure, le dichiarazioni identiche. Deduce anche uno scemo che la regia deve essere sempre la stessa. Ecco l’elenco “copia e incolla” per ogni casino cittadino o sportivo :

1. Il politico di rango : ….un’inaccettabile attacco alla demokrazia (!!!!). I responsabili di questi atti devono essere presi e assicurati alla giustizia….

La suddetta dichiarazione è identica da destra a sinistra, all’unisono come il coro dell’Antoniano e del parlamento romano.

2. Il politico locale : …..il governo deve usare fermezza contro queste minoranze di violenti. Chiediamo un decreto apposito, i nostri cittadini devono potersi sentire sicuri……

3. Il ministro di turno : …..il sistema di sicurezza ha funzionato, ma agiremo con fermezza contro i responsabili. Lo stato ancora una volta ha dimostrato di esserci…..

4. Il capo del governo : …..un grazie alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine che con eroico sprezzo del pericolo hanno tenuto a bada i facinorosi assicurando il rispetto della democrazie e del diritto di protestare. Lo stato non arretra ed è già pronto un nuovo decreto contro questi disordini e i loro autori…..

5. Il sindacalista : …..il nostro era un corteo pacifico, nel diritto di manifestare. La democrazia non può essere messa a rischio dagli squadristi e le battaglie per i diritti devono prevalere…..

6. L’opinion leader di turno : le dichiarazioni variano molto, proprio perchè sono opionion leaders e non followers. Quello che li accomuna tutti discretamente è la completa assenza di audacia nelle dichiarazioni. La democrazia infatti non la vieta l’audacia ma la sconsiglia.

7. il sindaco delle città interessata : …..la nostra città è una citta di gente per bene, laboriosa, onesta. I miei cittadini devono poter vivere tranquilli. Chiediamo al governo e al ministro in carica fermezza e un nuovo decreto per la protezione delle città da questi atti……

8. qualche passante scelto ad hoc : ….non è ammissibile tutto questo, meno male che ci sono le forze dell’ordine…..

9. il responsabile dell’ordine pubblico della manifestazione : i nostri uomini hanno agito secondo le direttive e hanno evitato il peggio, limitando i danni alla città e alla proprietà privata

10. l’immancabile prefetto : ci stiamo coordinando a livello nazionale per fronteggiare queste inaccettabili minacce alle istituzioni e allo stato

FINE DELLE RETORICA. INIZIO DELLA COMUNICAZIONE EFFICACE.

Se stamattina qualcuno intervistasse chi ha perso l’auto o chi ha perso il negozio tra le fiamme, la dichiarazione sarebbe affatto retorica, ma sintetica, eloquente e diretta :

ANDATEVENE AFFANCULO, voi e il paese di pezzenti e paraculi che non siete altro.

Tranquilli, nessuno intervisterà i danneggiati. Siamo in democrazia e il pluralismo dell’informazioni non lo permette.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi