Contro le notizie censurate: DOPPIA BORDATA DA PUTIN. Nasce BancaBrics con 100 MLD di dotazione. L’India inizia integrazione nella SCO (Shanghai Cooperation Organization)

Di Joe Black , il - 34 commenti

joe_black

 

 

Di Joe Black

a Ufa il mondo si muove. Putin piazza una doppia bordata avviando due grandi operazioni strategiche nello stesso giorno. Verso un nuovo bi-polarismo? Perchè la borsa di Shanghai crolla ADESSO?

Nasce la nuova Banca di sviluppo dei Brics

CHc1UakWIAAl2r6
9 luglio 2015 Alexei Timofeichev, Rbth
Con un capitale di 100 miliardi di dollari diventa operativa la nuova Banca, che servirà a finanziare progetti infrastrutturali negli stati Brics e nei paesi in via di sviluppo. Siglato a Mosca anche un accordo per la creazione di un pool di riserve valutarie

Nasce la nuova Banca di sviluppo dei Brics

Brics-2015

Il principale obiettivo della banca sarà quello di finanziare progetti infrastrutturali negli stati Brics e nei paesi in via di sviluppo (Foto: Tass)
Il ministro delle Finanze russo, Anton Siluanov, ha annunciato l’avvio dell’operatività della Banca di sviluppo dei Brics. A detta di Siluanov, la banca potrà ottenere il rating e finanziare entro la fine dell’anno i suoi primi progetti.
Il ministro russo ha comunicato che l’incarico di presidente della nuova banca è stato affidato a Kundapur Vaman Kamatha, ex direttore di Icici Bank. Il capitale della banca ammonta a 100 miliardi di dollari.
L’accordo per la creazione della Banca di sviluppo dei Brics era stato siglato un anno fa. Il principale obiettivo della banca sarà quello di finanziare progetti infrastrutturali negli stati Brics e nei paesi in via di sviluppo.

55701
La questione di una moneta comune
Secondo Siluanov, i progetti russi che richiedono finanziamenti da parte del Fondo per la ricchezza nazionale, incluso quello di Rosneft, potranno ricorrere a crediti della Banca dei Brics.

La politica comune dei Brics
Inoltre, come ha rilevato il ministro, in futuro saranno possibili investimenti in progetti stranieri, ma per il momento verrà data la priorità a progetti investitivi all’interno dei paesi Brics.
A detta di Siluanov, il discorso riguarderebbe anche la Grecia, attualmente afflitta da difficoltà finanziarie. “È possibile che in futuro progetti greci e di altri stati vengano inclusi in quei piani su cui verranno convogliati i contributi [della Banca dei Brics], ma ritengo che ciò non avverrà così presto, o almeno non in un immediato futuro”, ha detto Siluanov.
Siluanov ha poi dichiarato che la questione di un’unione finanziaria più stretta tra i paesi Brics – l’unione valutaria – non è per ora in agenda. “La creazione di un’unione valutaria presuppone l’adozione di un’enorme quantità di misure per l’integrazione delle norme fiscali, doganali e di bilancio, dei regolamenti amministrativi, e altro ancora. Perciò la creazione di un’unione valutaria non figura per il momento all’ordine del giorno”, ha sottolineato Siluanov.

russia-150708140313

Il pool di riserve valutarie

Oltre alle operazioni legate alla nuova banca, il 7 luglio i direttori delle Banche centrali dei paesi Brics hanno siglato un accordo per la creazione di un pool di riserve valutarie. Il volume complessivo del pool di riserve valutarie ammonta a 100 miliardi di dollari.
La Cina vi contribuirà con 41 miliardi di dollari, Brasile, India e Russia con 18 miliardi, la Repubblica Sudafricana con 5 miliardi. Il pool è stato creato affinché le Banche centrali dei paesi Brics possano disporre reciprocamente di risorse per affrontare eventuali problemi con la liquidità in dollari e compensare deficit di bilancio.
Come ha dichiarato la presidente della Banca Centrale russa, Elvira Nabiullina, il pool è uno “strumento cautelare”. “Attualmente non ravvisiamo alcuna ragione fondata per ritenere che qualcuno dei paesi partecipanti possa rivolgersi a questo strumento in cerca di aiuto”, ha affermato la dirigente russa, rilevando poi che non vede la necessità della creazione di reali riserve valutarie dei Brics. “…A nostro avviso, il pool di riserve valutarie convenzionali e l’enucleazione di regole chiare per il suo funzionamento, attuata nella fase operativa del contratto, risponde alle ragioni per il quale il pool è stato costituito, quale meccanismo cautelare contro i rischi finanziari e i rischi legati alla situazione sui mercati mondiali”, ha spiegato la Nabiullina.

CJXjlDfW8AA2Drl

Benché il Fondo monetario internazionale definisca il pool neonato come un’“alternativa all’Fmi”, il governo russo non sembra aver alcuna fretta di fornire valutazioni al riguardo. Il viceministro delle Finanze russo, Sergey Storchak, ha dichiarato che non si può paragonare il nuovo meccanismo finanziario dei Brics con l’Fmi. “Il confronto con il pool di riserve valutarie convenzionali e l’Fmi è del tutto incongruente. Non hanno niente in comune, eccetto un’affinità nel nome poiché l’Fmi è un’organizzazione internazionale, mentre il pool di riserve valutarie convenzionali è una sorta di “portafoglio”, a cui attingere solo in determinate circostanze” ha rilevato Storchak .

2015-07-08T161038Z_1_LOP000H5NA6G5_RTRMADP_BASEIMAGE-960X540_EMERGING-BRICS-PUTI

Nasce una nuova governance economica globale: la Nuova Banca di Sviluppo dei BRICS è operativa

Nasce una nuova governance economica globale: la Nuova Banca di Sviluppo dei BRICS è operativa

Il primo progetto dovrebbe essere finanziato alla fine di quest’anno o all’inizio del prossimo anno

La tanto annunciata Nuova Banca di Sviluppo (NDB) o Banca dei BRICS è ufficialmente operativa da ieri, 7 luglio, con la prima riunione del suo consiglio di amministrazione a Mosca.
La NDB, con circa 50 miliardi di dollari di capitale da investire in infrastrutture pubbliche, si presenta come una istituzione alternativa alla Banca Mondiale e al Fondo Monetario Internazionale.
La nuova banca fornirà fondi per progetti infrastrutturali e di sviluppo nei paesi BRICS. Ogni nazione avrà pari voce nella gestione della banca, indipendentemente dalle dimensioni del PIL.
Una Banca dei BRICS – alternativa al FMI per consentire alle nazioni di essere sempre meno dipendenti dalla moneta di riserva mondiale – era stata originariamente discussa al vertice BRICS nel 2012. Al Vertice del 2014 il quadro di riferimento per la Banca BRICS è stato approvato come “un sistema di misure che aiuti a prevenire molestie nei confronti di paesi che non sono d’accordo con le decisioni di politica estera da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati”. Nel corso del VI summit dei Paesi BRICS a Fortaleza, in Brasile, i capi di stato e di governo di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica hanno annunciato la creazione della Banca BRICS, articolata nella New Development Bank (o NDB)  e in un fondo di riserva monetaria chiamato Accordo sui Fondi di Riserva (Contingent Reserve Arrangement, CRA). De facto, i BRICS prendono le distanze dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca Mondiale, istituzioni nate 70 anni fa nell’orbita del dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d’America.
Il consiglio di amministrazione ha nominato i membri del consiglio di amministrazione, guidato dal presidente Kundapur Vaman Kamath, e ha anche discusso norme in materia di procedure e strategia di sviluppo quinquennale della banca.
<(Chissà che riservine di metallo possono mettere su insieme…)>
resize (1)
La banca avrà lo scopo di “promuovere la riforma della governance economica globale”, aveva dichiarato in precedenza il ministro delle Finanze cinese, Lou Jiwei.
La NDB dovrebbe lanciare il primo progetto alla fine di quest’anno o all’inizio del prossimo anno.
La banca ha un capitale iniziale autorizzato di 100 miliardi. Il suo capitale sottoscritto iniziale di 50 miliardi di dollari verrà equamente ripartito tra i soci fondatori.
Come concordato dai cinque paesi, il primo presidente del consiglio di amministrazione è stato nominato dalla Russia, il primo presidente del consiglio di amministrazione da parte del Brasile, e il primo presidente da parte dell’India.
Un centro regionale africano della banca avrà sede a Johannesburg, Sudafrica.
I governatori delle banche centrali dei Paesi del blocco BRICS hanno firmato, ieri, anche un accordo operativo che disciplina il funzionamento del pool di riserve in valuta degli Stati membri. L’importo della riserva è stato stabilito a 100 miliardi di dollati, riporta la Banca centrale della Russia in un comunicato.
L’obiettivo di questo fondo comune sarà concedere prestiti ai paesi partecipanti in caso di problemi di liquidità in dollari. La creazione del fondo è stata decisa un anno fa, 15 luglio 2014, in occasione del vertice dei BRICS a Fortaleza (Brasile).
Il fondo di riserva monetaria chiamato Accordo sui Fondi di Riserva (Contingent Reserve Arrangement, CRA) entrerà in vigore il 30 luglio, ha detto dopo l’incontro a Mosca il Capo della Banca centrale russa Elvira Nabiullina
… peccato non si possa aprire un conto in valuta mista lì….

A Ufa…

Ufa_prokudin

si è tenuto un doppio vertice:

ufficializzato avvio integrazone dell’India nella SCO

 (Shanghai Cooperation Organization)

russia-india-150708165104_fotogallery

Mosca, 8 lug. (askanews) – La Shanghai Cooperation Organization (SCO) inizia il processo di piena adesione dell’India alla organizzazione. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin in una riunione con il collega indiano Narendra Modi. “Stiamo iniziando il processo di piena adesione dell’India alla Shanghai Cooperation Organization”, ha detto Putin che vede in Nuova Delhi un partner storico il cui ingresso nella Sco ristabilisce un equilibrio con la Cina e con la prevista adesione del Pakistan, alleato di Pechino.

Il leader russo ha ringraziato Modi per il suo sostegno della presidenza russa in BRICS (Russia, Brasile, India, Cina e Sudafrica). Il capo del Cremlino ha osservato che durante il vertice – iniziato oggi – si avvierà una strategia a lungo termine di partnership BRICS e il lavoro della Banca per lo Sviluppo.

La SCO comprende Russia, Cina, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan. Hanno lo status di osservatore Mongolia, India, Iran, Pakistan e Afghanistan. Nel mese di settembre 2014, il Pakistan e l’India hanno chiesto formalmente di aderire SCO.

sco2

Sono piccole cose mica da ridere. Il mondo si sta muovendo molto velocemente. Impariamo in fretta le nuove sigle. Ne sentiremo parlare spesso…

20140715_brics_0

A proposito… non stanno anche sviluppando l’internet indipendente …anti Nsa?

BRICSnet

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Tags: ,