Verso la Bancarotta:Il Disastro fra la Banche Italiane, Sofferenze alle Stelle (Edizione Ottobre 2015)

Di FunnyKing , il - 32 commenti

MATTEO-RENZI_12_resize

E’ appena uscito il consueto ABI montly outlook, ovvero il bollettino statistico a cura dell’Associazione Bancaria Italiana. Come di consueto abbiamo controllato il livello delle sofferenze bancarie consapevoli che “quello” è il problema, forse il principale problema per tutto il sistema Italia.

Al solito i dati si riferiscono a un mese e mezzo fa, ovvero Agosto 2015.

Come prevedibile e inevitabile la traiettoria delle sofferenze bancarie italiane è perfettamente in linea con quella Spagnola o Greca solo traslata di qualche trimestre, in particolare fa sensazione scoprire che le sofferenze NETTE rapportate al capitale+riserve (ovvero quelle sulle quali le banche non hanno ancora messo coperture a bilancio)  stanno continuando a salire e dunque ad erodere il “margine” di sicurezza costituito dal capitale delle banche.

Ecco i grafici auto esplicativi:

Cominciamo con le Sofferenze Bancarie Nette e Lorde in % sugli Impieghi:

Schermata 2015-10-20 alle 18.09.18

  • Sofferenze Nette : crediti problematici o inesigibili su cui NON sono ancora state messe coperture a bilancio
  • Sofferenze Lorde: Totale dei crediti problematici o inesigibili 

E con la loro variazione anno su anno….

Schermata 2015-10-20 alle 18.09.40

Infine il dato più preoccupante, l’incidenza delle sofferenze NETTE sul Capitale e sulle Riserve delle banche….. come ogni bimestre Gennaio-Febbraio grazie ad aumenti di capitale ed aggiustamenti nel patrimonio (utili messi a riserva), il rapporto fra Sofferenze Nette e Capitale+Riserve rimane stabile su livelli elevatissimiSchermata 2015-10-20 alle 18.09.53

Commento: Anche quest’ultimo report di ABI, abbastanza comprensibilmente, NON ha avuto eco sulla stampa. Come non c’è nessun eco della notizia clamorosa dell’indagini su Ignazio Visco per corruzione e truffa (trattasi del governatore della Banca d’Italia)

I dati grezzi e in percentuale su capitale e impieghi delle sofferenze delle banche italiane  stanno di nuovo crescendo ad un ritmo molto elevato e sono tutti a nuovi record storici. Almeno da quando esistono rilevazioni.

Il dato più brutto riguarda il rapporto fra sofferenze bancarie e il capitale proprio delle banche, ormai arrivato al 21.20% con una forte impennata solo nell’ultimo mese.

E’ del tutto evidente che il sistema bancario italiano ha bisogno di altre pesantissime ricapitalizzazioni o (purtroppo) di un intervento pubblico per sollevare le banche da una parte consistente delle loro sofferenze.

Senza queste precondizioni (ma non solo con queste) non è possibile, in nessuna maniera, che riparta in Italia un circolo virtuoso del credito. Ed anzi mi aspetto per i prossimi mesi una nuova sfilza di “scandali bancari” vecchi e nuovi, e comunque un ritorno al mercato dei capitali di molti istituti e l’azzeramento (ulteriore) dei valori azionari di molte banche.

Ma tranquilli.

Dal 1 Gennaio 2016, le banche le salverete voi…. correntisti. Che problema c’è tanto il risparmio degli italiani è altissimo no?

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi