Privacy Calcolata: La Rete Tor, Cosa è, Come Utilizzarla sia da Pc che da Mobile

Di FunnyKing , il - 30 commenti

v-per-vendetta

La Rete Tor: Cosa è

Ogni volta che un computer si connette ad Internet, i dati viaggiano dal client al provider lasciando tracce di informazioni e pacchetti di dati che sono riconducibili all’utente proprietario di quello specifico indirizzo IP. Il network di Tor (The Onion Router), collocandosi in una zona “oscura”, nascosta o sommersa del web (deep web), dove gli utenti possono accedere a siti e servizi in forma totalmente anonima, è una soluzione che permette di mantenere un grado di privacy molto elevato per la sicurezza dei propri dati.

La rete Tor consente di mantenere l’anonimato e protegge dall’analisi del traffico internet sulla rete pubblica nascondendo l’indirizzo IP e l’identità dell’utente attraverso una rete di router gestiti dagli utenti stessi (che ne rappresentano i nodi). Infatti, Tor è costituita da un gruppo di persone che volontariamente mettono a disposizione il proprio computer affinchè funga da server per la connessione ad Internet.

Gli utenti possono utilizzare Tor collegando i PC attraverso una serie di tunnel virtuali, anzichè seguire la consueta connessione diretta al provider, permettendo ad organizzazioni e singoli individui di condividere informazioni sulla rete pubblica senza compromettere la propria privacy. I dati non transitano, dunque, dal client al server, ma rimbalzano attraverso i diversi Onion Routers (o server Tor) presenti in tutto il mondo, attraverso un Onion Proxy, generando un circuito crittografato a strati (da qui l’uso del termine “onion”, che significa cipolla).

In questo modo nessuno è più in grado di tenere traccia del tragitto virtuale dei pacchetti di dati, e non si può risalire nè alla sua origine (initiator), nè tantomeno conoscerne la destinazione (responder). Tor è uno strumento efficace anche per l’elusione delle censure sul web, consentendo agli utenti di raggiungere destinazioni o contenuti altrimenti bloccati e può anche essere utilizzato dagli sviluppatori di software per creare nuovi strumenti di comunicazione e servizi nascosti che consentono di pubblicare siti web senza dover rivelare la posizione o l’origine.

Gli individui possono utilizzare Tor per connettersi a siti di notizie, navigare liberamente sul web, accedere a servizi di messaggistica istantanea o di posta elettronica, ottenendo sempre connessioni anonime in uscita, anche quando queste piattaforme vengono bloccate dai loro fornitori di servizi internet locali. In altre parole, Tor consente una navigazione in Internet che impedisce ai provider di conoscere i siti visitati, la posizione da cui si opera e consente l’accesso a siti bloccati.

Rete Tor: Come utilizzarla sia da PC che da Mobile

Dal momento che il browser Tor è stato sviluppato a partire dalla modifica di Firefox, l’unico protocollo internet supportato è quello TCP. Per utilizzare questo network gratuito è necessario entrare a far parte dei volontari a supporto di Tor, diventando un nodo della rete, iniziando con l’installazione del browser sul proprio PC.

L’installazione è molto semplice: è sufficiente collegarsi al sito

Tor Browser Bundle

https://www.torproject.org/projects/torbrowser.html.en

e selezionare il download del file nella lingua prescelta a seconda del sistema operativo in uso (Microsoft Windows, Mac Os X, Linux). Il file è talmente leggero (80 MB) da poter essere scaricato direttamente sul desktop del computer oppure su una chiavetta USB. Gli utenti Windows, una volta scaricato il pacchetto dei file, devono aprire ed eseguire il programma di installazione (.exe) ed avviare la procedura guidata di estrazione dei file (Extract). Dopo aver aspettato qualche secondo che il download giunga al termine, è necessario andare nella directory dove è stato salvato il programma e aprire la cartella Tor Browser.

All’interno della cartella si trova un’icona, che raffigura la cipolla di Onion, su cui bisogna effettuare un doppio click per avviare Start to Browser. Una volta completato il caricamento, Tor si aprirà automaticamente, mostrando una schermata di Firefox che comunica l’indirizzo IP del computer all’interno della rete Onion.

Gli utenti Mac, invece, dopo aver effettuato lo specifico download dell’archivio di file, dovranno trascinare l’icona della cartella del programma di installazione nel folder delle Applicazioni di OS X e fare doppio click per l’apertura del browser. In entrambi i casi, una volta effettuato l’accesso al browser di Tor, la navigazione web nascosta è immediatamente disponibile e si può fare una ricerca in Internet con Tor semplicemente scrivendo l’indirizzo sull’apposita barra URL, come per qualsiasi altro motore di ricerca.

Chiudendo l’applicazione, Tor cancella automaticamente tutti i dati della sessione di navigazione per garantire la privacy dell’utente.
Al network di Tor è possibile accedere anche attraverso i dispositivi mobili, quali tablet e smartphone, utilizzando i browser sviluppati per Android o Apple, che consentono di mantenere l’identità nascosta ai server.

Il client ufficiale di Tor per Android è:

Orbot

https://play.google.com/store/apps/details?id=org.torproject.android&hl=it , che può essere scaricato gratuitamente da Google Play Store seguendo la procedura guidata, durante la quale sarà richiesto il consenso all’utilizzo. L’indirizzo IP su Android, rilevabile dall’esterno, viene periodicamente modificato da Tor per garantire la massima privacy all’utente durante la navigazione web, nascondendo la provenienza e l’identità del dispositivo.

Nel caso di dispositivi non sbloccati si deve selezionare di voler procedere senza il root, altrimenti è possibile fare l’accesso come cliente superuser qualora l’unità mobile fosse sottoposta alla procedura di root. La differenza consiste nel fatto che su un dispositivo Rootato, Orbot è in grado di lavorare indipendentemente con tutte le applicazioni installate (inclusi i social network), mentre nei dispositivi privi di root è necessario utilizzare applicazioni in cui possa essere configurato il server proxy.

In particolare, per la ricerca sul web si deve usare DuckDuckGo, per le chat l’applicazione Gibberbot, mentre per utilizzare Twitter il proxy va impostato manualmente.
I proprietari di Iphone e Ipad possono utilizzare

Onion Browser

https://itunes.apple.com/it/app/onion-browser/id519296448?mt=8, con l’aggiornamento alla più recente versione 1.5.15, al costo di 0,99 euro, la quale non richiede il jailbreak ma, allo stesso modo, non consente una navigazione fluida come Orbot per Android. Il funzionamento dell’applicazione è molto semplice, in quanto non viene richiesta alcuna specifica configurazione e la connessione al network di Tor avviene in automatico una volta che essa viene lanciata. Onion Browser è compatibile solo per iOS 8.0 e versioni successive e l’utilizzo è vietato ai minori di 17 anni, proprio perchè consente un’accesso al web totalmente privo di restrizioni.

 

Nota di Rischio Calcolato: stiamo cercando autori esperti di soluzioni pratiche per la tutela dei dati personali su internet.

Privacy Calcolata (ultimi post)

 

Shares

Incoming search terms:

  • La NSA usa Tor per restare anonimo
  • tor o orbot e sicuro? per navigare in rete anonima?
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi