La vita di una donna in due parole: Britain first. Peccato che il killer non le abbia dette e sia matto

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

Cox2
Primo, di fronte alla morte di una donna di 41 anni, madre di due figli, bisognerebbe applicare la regola di un dignitoso silenzio. Ma non è stato così, perché la deputata laburista Jo Cox è stata uccisa una seconda volta dall’infame propaganda filo-Ue quando ancora si trovava tra la vita e la morte in un ospedale di Leeds. Già, perché solo due parole hanno da subito caratterizzato la sua tragedia, fin dal compimento: “Britain first”. Ovvero, prima la Gran Bretagna, piccolo partito nazionalista ma, soprattutto, motto molto usato da chi fa campagna per il Brexit. Bene, stando a un testimone – uno solo – l’uomo che l’ha uccisa, il 52enne Thomas Mair, avrebbe detto queste due parole prima di accoltellarla e finirla con due colpi di pistola. Bene, immediatamente, essendo la Cox una fervente oppositrice del Brexit, l’omicidio è diventato il frutto malato dell’odio anti-europeista. E magari anche anti-immigrazione, visto che sempre la Cox si era spesa molto per la causa dei profughi ed era stata per anni militante della onlus Oxfam. Il delitto politico perfetto con un timing ancora migliore.
Cox

Certo, perché ai media italiani, cialtroni e straccioni, servi del potere tali da tramutare Emilio Fede nel martire della libertà d’informazione, è bastato questo per imbastire titoli e servizi dei tg. E non oso immaginare cosa leggeremo domani sui quotidiani. Io ho preferito usare l’informazione inglese, seguendo unicamente la cronaca. Il primo testimone dell’accaduto intervistato da Sky News è stato Hichem Ben Abdallah, il quale era vicino al luogo dell’aggressione, nelle vicinanze della biblioteca di Birstall, nel West Yorkshire. Ecco le sue parole: “L’uomo la stava prendendo a calci e lei era stesa a terra. Quando un passante, un uomo molto coraggioso che lavora nella lavanderia vicino, è intervenuto, l’aggressore ha estratto una pistola, ha fatto un passo indietro e le ha sparato due volte”. La Cox si trovava lì perché aveva in programma un incontro con i suoi elettori proprio presso la biblioteca comunale del piccolo centro vicino a Dewsbury. Sempre stando al signor Abdallah, il tutto sarebbe durato tra i 15 e i 20 minuti. Un po’ tanto come aggressione, tanto più se si tratta di un omicidio politico.
BF1

Un altro testimone è Clarke Rothwell, titolare di un bar vicino alla biblioteca, che ha detto alla BBC News come ci fosse in atto un alterco tra un uomo armato di pistola e la Cox: “Ha sparato alla donna e poi le ha sparato ancora. Lei è caduta, qualcuno stava lottando con lui e allora ha preso un coltello e lo ha brandito contro di lei. Le ha sparato tre volte. La gente cercava di aiutarla, a quel punto l’assalitore è scappato lungo una strada a senso unico. Io e il mio amico abbiamo corso per cercare di trovarlo”. Per Sky News, un altro testimone: “All’improvviso è saltato fuori questo tipo con un cappello da baseball che ha tirato fuori una pistola. Sembrava una pistola della Prima Guerra Mondiale o una pistola artigianale. Ha sparato il primo colpo e allora io sono scappato via, come hanno fatto tutti. Di colpo, poi, abbiamo sentito il secondo colpo”. Ed ecco il punto cardine: sempre stando a una testimone di Sky News, l’assalitore avrebbe gridato “Britain First”. Bene, questo video andato in onda sulla tv inglese


vede quel testimone smentire questa ipotesi, visto che alla domanda del giornalista risponde: “Non gliel’ho mai sentito dire”. Cazzarola, cade tutto il castello infame e rimane solo la tragedia di una vita spezzata. Spezzata da chi? Da Thomas Mair, 52enne che lavora come volontario nel parco cittadino, essendo amante del giardinaggio. Ma c’è qualcosa d’altro che lo riguarda e che nessuno ha avuto la decenza di dire: che l’impegno con il volontariato Mair lo ha scoperto frequentando il Pathways Day Centre di Mirfield, un centro per adulti con problemi mentali. Eh già, lo testimonia lui stesso in un’intervista del 2010 in cui si raccontava appunto del lavoro dei volontari della Oakwell Hall.
Cameron
Ecco le sue parole: “Posso dire onestamente che ha fatto di più per me il volontariato che la psicoterapia o i farmaci. Molta gente che soffre di malattia mentale è socialmente isolata e sconnessa dalla società, ci si sente senza valore e spesso anche a causa della disoccupazione prolungata… Questi problemi sono alleviati dal volontariato, perché uscire di casa e incontrare nuova gente è una buona cosa. Ma ancora più importante è fare un lavoro utile, perché quando hai finito provi un senso di compiutezza che è appagante a livello emotivo.,. Per gente che per varie ragioni non può fare lavori a tempo pieno e con una paga, il lavoro volontario offre un’alternativa terapeutica e socialmente positiva”.
Brexit17

Insomma, è matto. E’ come Kabobo, quello che picconava la gente per strada nel quartiere di Niguarda a Milano, però nessuno lo ha detto: per tutti è quello che ha ucciso la giovane deputata filo-europeista gridando “Britain First”. Il mio senso di schifo ormai sta toccando vertici mai visti in 43 anni di vita. Resta un dubbio: il testimone parlava di una pistola vecchia o costruita artigianalmente. Quindi, senza matricola, un’arma di cui non si può risalire alla paternità o al possesso iniziale. L’ha fatta lui, tra una siepe potata e l’altra, oppure qualcuno gliel’ha messa in mano, magari mettendogli in testa anche cosa farci? E poi, al di là del coltello che c’è e non c’è in base ai testimoni, così come il cappellino da baseball, due cose non tornano.
Brexit18
Primo, qualcuno parla di un uomo uscito fuori all’improvviso, qualcun’altro di un uomo che stava già litigando con la Cox. Secondo, i colpi sono stati due o tre? Perché magari un matto non addestrato può sparare due volte senza ferire mortalmente ma se qualcuno con più mire ed esperienza spara di nascosto il terzo colpo fatale, allora il piano funziona. Lo so, vedo complotti ovunque ma visto in che condizioni siamo finiti grazie a troppa gente che vede gli unicorni, ci crede e si sente anche furba, preferisco continuare a pensare male. Ma con la mia testa. Anche perché di fronte a reazioni del mercato come queste
Cox2
Cox3
di fronte all’omicidio di una deputata pro-Ue a una settimana esatta dal referendum e con il Brexit al 48%, uno se non è del tutto lobotomizzato qualche domanda se la pone (ovviamente saranno dipese da reazioni tecniche al trilione di opzioni sullo Standard&Poor’s che scadono oggi, ci mancherebbe). Peccato che quando un’agenzia seria ed establishment come la Reuters spara un titolo del genere,
Cox1
anche la pista della scadenza tecnica alla Borsa di New York perde un po’ di smalto e i dubbi tornano. Cattivi e insistenti. Attenti, da qui in avanti la “libera stampa” si lancerà su questa vicenda come un avvoltoio ancora di più, dipingendo il Brexit come l’anticamera a un futuro di paura, violenza e instabilità. E Jo Cox verrà immolata sull’altare dell’europeismo, senza alcuna vergogna. Riposi in pace.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Matteo Pesenti

    Tra la cosiddetta “stampa libera” si è già distinta questa sera a ottoemezzo quella sublime merdaccia di Lilli Gruber

    • andrea pippo

      la gruber è una giornalista indipendente, va al bilderberg solo per dovere di cronaca.. ah dimenticavo non può divulgare quello che succede dentro, si ci va per il buffet.

      • Stamattina La7 ha dato il suo strapeggio… deputata europeista uccisa da un nazionalista.

  • Caio Giulio

    Il diluvio di merda è già partito. e di poveri folli manipolati e messi in mezzo alla Oswald è piena la storia.

  • Danilo Sindoni

    Forse sarà un caso ma le Borse si sono riprese appena è uscita questa notizia. Questa tragedia, sia come sia, potrebbe effettivamente modificare l’esito del voto. Caso, sfortuna, fortuna, coincidenze, decidete voi.

  • Lucio

    Ma guarda il caso….
    un evento contro il Brexit.

    Guarda caso…una traditrice della sua Nazione… ehm pardon, una povera signora che si prodigava per gli immigrati e per la permanenza in UE viene uccisa dal solito estremista di destra anti-sistema che sbuca sempre in certi momenti.

    Ma guarda il caso…

  • Fan_di_Putin

    un voto in meno contro il Brexit.

  • FUTUROFINITO

    Ecco perché’ qui a Ibiza gli Inglesi sono così’ strani oggi. Non sapevo di questo incidente. Ma non cambiava nulla anche se non l ammazzavano. Stanno da Dio gli inglesi con un 30% di sconto sull euro e chi glielo fa di mollare sta manna. Qui è’ un paradiso…per loro. Brexit a fare in culo al cubo.

  • Consulente dei nuovi schiavi

    Siamo alla frutta, se agli inglesi piace raddrizzare banane senza le mani saranno felici delle direttive europee in merito. Non c’è un Cox da aggiungere ne dà togliere, spero che lo capiscano anche i sudditi di sua maestà.

  • Scrillo

    Forse non l ha detto o non ha detto proprio così. Però sembra un omicidio politico, perché la vittima un deputato che si spendeva a fare comizi pubblici pro europa. Poi magari è solo un pazzo, la polizia farà indagini, però a chiunque viene in mente che l abbia uccisa per le sue idee politicge, più che per questioni economiche o sentimentali. È un movente quasi ovvio, poi forse non sarà così e gli daranno anche l infermità mentale. Però pensare che sia un omicidio politico non mi sembra una assurdità adesso.

  • federale

    Io non so cosa sia successo, tantomeno se questo sia veramente un complotto, però se non lo è, per chi sostiene il remain è un grande aiuto, nel momento giusto, una strana coincidenza…
    E alle coincidenze non credo!!!

  • valentino

    Bene, che sia tolto, o, quanto meno, depotenziato, il movente politico dalla tv inglese è sintomo che la partita non è ancora chiusa, mi ricorda la vicenda dei trucchi elettorali, tutti debitamente segnalati

  • Caio Giulio

    Un OT tanto per farsi due risate sul livello dei leccaculo velinari cd. giornalisti :
    http://sport.ilmessaggero.it/calcio/russia_hooligans_tifosi_putin-1801000.html
    E meno male che ci si scherzava sopra, però mi pare chiaro che si tenti di levare i mondiali alla Russia a tutti i costi.

    • Gianox

      La Francia merita una gran brutta fine.
      È diventato un paese dispotico ed ignorante come non lo era mai stata. Mai la Francia aveva toccato livelli tanto bassi.
      Di fatto gli arresti di cui si parla in questo articolo sono stati eseguiti per dare un colpevole all’opinione pubblica, giusto per dare l’impressione che la polizia francese sia capace di garantire l’ordine. Menzogna.
      Probabilmente, sapevano che c’era un folto gruppo di tifosi russi in un albergo di Mandelieu-La Napoule perché il gestore del bar di fronte aveva fatto una soffiata, hanno fatto una retata sperando di trovare qualcosa di grosso da dare in pasto all’opinione pubblica, non hanno trovato niente di che, ma alla fine, con scuse puerili, ne hanno arrestati 3/4, quelli che magari hanno già qualche precedente in patria, giusto per mostrare i muscoli e per non fare la figura degli allocchi.
      A questi poveracci finiti in carcere non succederà nulla, poiché non avranno modo di dimostrarne la colpevolezza: solo fumo negli occhi.

      • Caio Giulio

        Ma tanto vedrai che la Russia la buttano fuori dalla competizione con le buone o le cattive. Comunque il punto ridicolo dell’articolo è il nome di Putin collegato agli scontri e l’attacco a tutti i livelli contro l’eccellente sport russo è ormai ai confini della farsa.

        • Gianox

          Beh, la Russia ha già un piede fuori dalla competizione, e questo solo perché la squadra non è all’altezza.
          Comunque, ogni occasione è buona per dar contro ai russi, anche nello sport.
          Confesso che la Sharapova non mi è molto simpatica, perché si è troppo americanizzata: ma che accusino di doping lei e non le sue sorelle Williams, beh, questo è proprio una presa in giro.

          • Caio Giulio

            Non è solo la bella Maria, ma la storia del meldonium, legale fino al 31 12 2015, che ha colpito varie tenniste russe senza prove certe dell’effetto dopante. Ma poi ti sei scordato l’attacco al laboratorio russo dei test ? Questi pagliacci ormai tentano in tutti i modi di gettare fango, e poi guarda che non è detto che la squadra di calcio sia proprio spacciata: basta che alcuni non pareggino tipo 2-2 o peggio.

          • Gianox

            Mah, non ho ancora visto una partita di questi europei, ma so che hanno perso 2-1 contro la Slovacchia: quelle non sono partite da perdere se vuoi far strada…

    • donato zeno

      Piuttosto che un Maidan è meglio perdere 10 mondiali.

  • verklarte

    Su Bianco e Nero di Radio1 rai questo pomeriggio il conduttore rivolgeva a tutti gli ospiti (con i quali parlava di argomenti diversi dal Brexit) la stessa domanda: Cosa ne pensa di questo atto ignobile ad opera di un nazionalista…ecc. ecc.

  • Gianox

    Ci andrei piano a definire matto questo Mair ed a paragonarlo a Kabobo.
    Solo in una società malata come la nostra si può sperare di ricuperare uno come quest’ultimo: in altri tempi sarebbe finito tra le mani di un boia, e forse sarebbe stata la cosa più giusta da fare.
    Ma questo Mair, se le parole riportate sono farina del suo sacco, non mi pare così matto.
    Cioè, uno che ti dice che ha sì dei problemi mentali, ma che il volontariato lo aiuta a superarli perché rende la sua vita più compiuta, beh, non mi dà l’idea di essere così altamente pericoloso: certo che ha dei problemi (d’altronde lo dice chiaramente lui stesso) ma il fatto che si sforzi di superarli mi suggerisce che, per quanto mentalmente instabile, non lo sia a tal punto da dare fuori di matto ed uccidere il primo che passa per strada, come invece ha fatto Kabobo che è proprio un pazzo pericoloso da togliere dalla circolazione.
    Piuttosto, uno come questo Mair può essere facilmente manipolato, se portato ad esplodere, proprio perché debole.
    Quelli come lui sono sempre i perfetti colpevoli: troppo poco normali perché suscitino sospetti, ma al contempo troppo poco matti per risultare delle vere variabili impazzite.

    • Andrea

      la vedo dura, mi sembra troppo banale la cosa.
      Secondo me proprio perchè matto (forse ??) potrebbe parlare tranquillamente, e quindi estremamente pericoloso per il mandante.

      • Gianox

        Gli può sempre capitare un disgraziato incidente.

        • Andrea

          una ipotesi che solo il tempo può validare

          • Gianox

            In questi casi si dice: chi vivrà vedrà.
            Certo che qua, tra jihadisti gay che fanno stragi sparando come se avessero 4 mani (ad Orlando testimoni asseriscono di aver sentito sparare più armi) e matti o presunti tali che ammazzano il primo che passa per strada, che casualmente è il campione britannico del bremain, non si capisce più nulla.

          • Andrea

            la situazione è complessa e grave, per questo secondo me serve più compattezza. Invece, purtroppo, ci si divide sempre anche su cose dove dovremmo essere più uniti.

          • Gianox

            Lo scopo di questi attentati è appunto quello di creare terrore per dividere. Divide et impera, non a caso.

          • gino monte

            il jihadista se era islamico aveva… ottomani 🙂

  • donato zeno

    Macchè è solo un femminicidio.L’omicida odiava le donne.

    • giuseppe glavina

      Forte!

  • Semplice

    Io i giornalisti italiani non li capirò mai. Che gusto ci provano a raccontare palle ma sopratutto che senso ha farlo nell’era del digitale dove tutti sanno tutto direttamente dal luogo di origine.

    I giornalisti italiani sono elementi di studio per psicologi.

    • Gianox

      Beh, ho appena letto l’articolo di stasera di Blondet, appena appena pubblicato.
      Credo che alla fine di questo articolo, troverai le risposte che cerchi.

      • Semplice

        Ribadisco, lo potevi fare una volta ma se hai centinaia se non migliaia di telecamere che ti vedono, ovvero cittadini di quei luoghi che riportano i veri accadimenti, perchè ti ostino a raccontar balle ?

        Io credo che siano scemi e molti giornalisti non sanno neppure usare la rete.

        • Gianox

          Lo aveva già capito Goebbels: ripeti una menzogna milioni di volte e per tutti diverrà verità. Questo è il compito dei giornalisti oggi: mentire a più non posso affinché non si sia più in grado di distinguere il vero dal falso.

    • beppe

      l’era digitale vale per pochi, la maggioranza è formata da una massa di idioti ignoranti che vota guardando la rai o leggendo corriere o repubblica

    • Maximus

      Cetto la qualunque che assegna i posti di lavoro: ” Un figlio scemo ? Giornalista ! ”

      Qui :https://www.youtube.com/watch?v=JONrkerHrWE

      Vai al minuto 2:45

    • Maximus

      I giornalisti sono pagati spesso per inventare le notizie come questa :http://www.qelsi.it/2013/lo-yacht-del-figlio-di-bossi-e-una-bufala-ma-nessuno-chiede-scusa/

      Soprattutto due settimane prima delle elezioni

    • yuk yuk

      però oggi a prima pagina il giornalista di turno, mi pare Alessandro Campi, non a caso non di sinistra, segnalava il tempismo sospetto dell’attentato, il balzo della borsa e faceva intendere sospetti che ci possa essere qualcosa di oscuro dietro questo omicidio…

      • Semplice

        Quello lo abbiamo visto tutti.

    • Cruciverba

      Ma anche no . Si chiamano soldi .
      In Italia sono pochi i giornalisti .
      La maggior parte sono scribacchini che scrivono quello che vuoi purchè cacci la grana . Il 77 posto come libertà di informazione è li a testimoniare questa semplice verità .
      Il problema è la gente che si beve le loro merdate come se fossero prelibati calici di champagne …

    • gianni

      il senso e che il 95 % degli italiani crede ai falsi giornalisti italiani e non s’ informa da fonti alternative

      • what you see is a fraud

        Io ho notato che per essere un giornalista di successo in Itaglia bisogna appartenere alla tribu’………….Come disse il famoso Woody Allen : ” 80 percento del successo e’ essere eb…….. ”
        Poi con questa precisazione i soldi arrivano no ?
        E’ un grande piacere per membri della tribu ‘ raccontare balle al pubblico scrivendo sui vari giornali controllati e ricevendo soldi e fama …….
        Non solo abbiamo ” la Repubblica ‘ ma anche ” La 7 ” questi sono i Fatti …………

    • Lorenzo

      già è stato fatto. Cosa vende un giornale, informazione? no, pubblicità. Siccome vende questa, c’è un’ abnormità di offerta. Ne segue che per catturare l’attenzione si utilizzano i due sistemi più radicali: il riflesso d’orientamento (lo stesso che produce code quando c’è un incidente in strada) e la non chiusura cognitiva. Da aggiungere che, nella media, la domanda è appagare la sensazione di essere informati. L’approfondimento costa fatica ed è esigenza di pochi.

  • Andrea

    Chiunque strumentalizzi la morte di chiunque è un miserabile.
    Sia esso blu o rosso.
    Non sono abituato a dare colori alla gente ma la malattia mentale (seria) di certi elementi mi costringe a farlo.

  • yuk yuk

    sono i pazzi a determinare lucidamente le svolte della storia.

    • Andrea

      secondo me un omicidio finirà con esasperare le posizioni, ma non le cambierà.
      Folle, forse più dell’esecutore materiale dell’omicidio, pensare che si cambino le posizioni.
      Secondo me.

      • gino monte

        sottovaluti la psicoanalisi, la straordinaria potenza degli input inconsci

  • Cris Wien

    Lavorando in UK per diversi anni (in effetti lavoro sempre per loro indirittamente) la realta’ e’ che:
    -Le aziende locali sono abilissime nell’imbarcare fondi FP7 (Fondi europei per R&D)
    -Usare/sfruttare manodopera formata in altri paesi EU per ogni tipo di mansione (Dal lavapiatti al professore di Uni)
    -Usare l’assenza di dazi e visti (UE) per produrre ciarabattole in Romania e Bulgaria per creare un polo finanaziario e turistico solido in casa usando tranquillamente la propria moneta.

    Profilo medio anti EU in Inghilterra.
    Bassa istruzione/disoccupato ed amante dei pubs. Quasi sempre sempre bianco e anziano, ma talvolta giovane e figlio di migranti che ha perso il lavoro a causa dei nuovi arrivati Polacchi e Bulgari. Lo scozzese che e’ mediamente piu’ furbo, sebbene generalmente stordito dall’alcohol, ha capito che uscire sarebbe un disastro.

    In effetti, se uscissero ci farebbero un favore, ma si darebbero una martellata sulle gonadi.

    • Andrea

      esattamente quello che dicevo ieri, l’inghilterra ha più di quanto da alla UE.
      Per noi una favore per loro no.
      Vedremo.

    • Friendly Cynic

      Tutte e tre le ragioni che hai indicato a favore del no Brexit non portano vantaggi alla classe media ed a quella operaia native favorevoli al Brexit ma anzi le danneggiano.

      É ovvio che la maggioranza di loro preferisca abbandonare l’Unione delle Repubbliche Socialdemocratiche Europee.

  • what you see is a fraud

    Considerando che oggi e’ di moda per i controllori di fare FALSE FLAGS per spaventare e dirigere la popolazioni in direzioni desiderate …….Orlando fu’ una false flag che ha usato Attori professionali specialisti in simulazioni ( crisis actors ) …. poi l’undici settembre e una lunga lista di stragi nelle universita’ o colleges USA . Anche in qusto caso non mancano gli indizi pensate nella data 16 / 06 / 2016 ci sono ben tre 6 …..666 il diavolo… .
    Questo incidente Sembra quasi inventato apposta per diragliare il voto BREXIT . Ricordate che quelli con cui abbiamo a che fare non ci pensano due volte ad ammazzare una giovane donna con due figli con un colpo di pistola o un pericoloso politico con un accidente automobilistico o un aeroplano che inaspettatamente cade uccidento tutti a bordo . Quelli con cui abbiamo a che fare ovviamente hanno accesso a sondaggi privati che mettono BREXIT in testa e a questo punto sono disperati . Hanno gia’ truccato il risultato della Scozia indipendente , hanno truccato le elezioni in Austria e hanno costretto paesi e rifare refernda che non erano di gradimento ai traditori comprati membri del politburo dell’Unione Sovietica Europea .
    Tutto cio che vedete e’ una frode .

    • gianni

      e la strage dei gay e’ avvenuta il 12-6-2016 ——> 1+2+2+1 = 6 poi ci sono altri due 6 e assieme fanno 666

      • Mikahel

        Peccato che 666 non sia ilnumero della bestia, ma il suo valore è stato nascosto proprio dalle bestie che ne hanno falsamente modificato il significato reale… Re-ale.

    • giuseppe glavina

      Ma loro sanno che ormai molti hanno capito quasi tutto e anche qualcosa di più nel senso che gratta gratta niente o quasi. Con azioni tragiche cercano forse di ritardare quello che a breve può risultare evidente ai più: che il potere è fondato sul NULLA . Una tragicomico commedia per esimerci dalle nostre responsabilità destinata al fallimento. Il FALLIMENTO del POTERE.

  • Gianox

    Mi sono appena riletto l’articolo. Già ieri sera era chiaro che si trattava di un articolo serio e ben fatto. Dopo averlo riletto, invece ho capito che è più che ottimo, è eccellente, un grande articolo.
    Bottarelli ha già detto tutto ciò che in questo momento si può dire. Rimane solo da attendere eventuali sviluppi.

    • formic

      az….. non solo trovi il tempo di leggere e commentare, pure li ri_leggi :-)) e ri_commenti?
      Non ti batte nessino ;-)))))

  • Alessio Sa

    peccato che in italia si mastica calcio invece di lottare per ia sovranita per il propio paese W i patrioti onesti

  • Friendly Cynic

    “Sembrava una pistola della Prima Guerra Mondiale”

    Forse é la stessa che ha ucciso Francesco Ferdinando.

    • LucaP

      In UK il possesso di armi da fuoco è fortemente ristretto e ancora di più è ristretto il possesso di pistole ed anche le forze dell’ordine sono per lo più disarmate.
      Fanno eccezione le armi storiche quindi porrebbe essere realmente una pistola della prima o seconda guerra mondiale.

  • Brunoscuro

    Come con Moro, nei momenti critici muoiono, fatalità, delle persone per bene che non hanno nullka a che fare con la vera guerra che si sta combattendo nell’ombra.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi