Fondamentale: Aumenteranno di Brutto Le Tasse di Successione. Prestate Attenzione.

Di FunnyKing , il - 90 commenti

image

Devo introdurre un nuovo tema di cui non mi sorprende che i giornali italiani parlino poco. Lo faranno ovviamente quando sarà troppo tardi e i topi (voi) saranno in trappola.

In Italia attualmente vige ancora un regime di relativo favore per quello che riguarda le imposte di successione e/o donazione:

Schermata 2016-07-13 alle 14.15.24

Esistono franchigie fra cui quella da 1 milione di euro per i parenti in linea diretta, e le imposte sono piuttosto basse nel confronto con quelle di altri paesi OCSE.

Tuttavia andrebbe ricordato che l’Italia è anche il paese con la più alta pressione fiscale complessiva, e dunque il patrimonio accumulato dalle famiglie italiane è già stato tassato fino all’osso.

Il punto focale è che esiste una delega fiscale al governo per cambiare questo stato di cose e passare ad un regime molto più punitivo, l’ipotesi più accreditata è la seguente:

 

NUOVA TASSA DI SUCCESSIONE

La base imponibile della nuova imposta di successione sarà sempre costituita dal valore complessivo dell’eredità. L’ammontare della tassa, però, si determinerà applicando le seguenti aliquote:

7%: per il coniuge ed i parenti in linea retta (genitori e figli), con una franchigia massima di 400.000 euro (vuol dire che il tributo si paga sul valore che eccede questa soglia). Attualmente, l’aliquota è al 4%, e la franchigia a un milione di euro;
8%, per fratelli e sorelle, con una franchigia di 100.000 Euro; attualmente, l’aliquota è al 6%, e la franchigia è uguale;
10%, senza franchigia, per gli altri parenti fino al quarto grado, affini in linea retta, affini in linea collaterale fino al terzo grado; attualmente la franchigia è pari al 6%;
15%, senza franchigia per gli altri soggetti; attualmente la franchigia è pari all’8%.

Ma le novità non finiscono qui: se il valore del patrimonio ereditario supera i 5 milioni di euro, le aliquote saranno pari al:

21%, per coniuge, genitori e figli;
24%,per fratelli e sorelle;
30%, per tutti gli altri parenti sino al 4° grado;
45%, per gli altri soggetti.

Faccio notare che nell’asse ereditario e/o nella donazione per il calcolo della franchigia sono COMPRESI I BENI IMMOBILI.

Questo significa che nella stragrande maggioranza dei casi la “Prima Casa” si mangerà e spesso supererà ogni franchigia.

Inutile soffermarsi sulla logica di questo nuovo inasprimento fiscale, è piuttosto ovvio, l’Italia è ancora fatta di famiglie ben patrimonializzate che hanno risparmiato per una vita, e dunque esiste un bel gruzzolo da aggredire in sede di successione. Non importa quanti sacrifici abbiano fatto e quante tasse le famiglie italiane ci abbiano GIA’ pagato.

Prevedo una nuova ondata di depressione immobiliare in Italia specie per gli immobili di pregio, più facile venderli e poi in qualche modo e con calma trasferire i soldi ai figli.

Detto questo vi prego di prendere nota con attenzione di questo evento, specie coloro i quali hanno un patrimonio complessivo consistente, se ne parla poco in Italia e capisco anche bene il perchè e da dove arriva il fumo di copertura.

Purtroppo le famiglie che hanno molti beni immobiliari non hanno scampo, devono o dovrebbero vendere in fretta se trovano mercato, chi invece ha un cosistente patrimonio bancabile, diciamo oltre il milione di euro, ovvero:

  • conti correnti
  • quote societarie
  • investimenti sui mercati finanziari

Dovrebbe considerare di utilizzare gli strumenti che la legge mette ancora a disposizione per porre le basi di una difesa fiscale efficace.

A questo proposito e vista l’urgenza ho in mente di fare un incontro in Svizzera a fine Agosto sul tema per vedere quali siano le possibili soluzioni, scrivete a rischiocalcolato@gmail.com nel caso foste interessati.

Siate Consapevoli, Siate Preparati.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi