Verso la Bancarotta: Debito Pubblico, il Gioco delle 3 Carte

Di FunnyKing , il - 37 commenti

MATTEO-RENZI_12_resize

Oggi probabilmente sentirete che il debito pubblico Italiano è calato di brutto, di ben 30,9 miliardi di euro ad Agosto 2016 rispetto a Luglio 2016.

E’ il gioco delle 3 carte, se guardiamo le cifre del bollettino statistico di Banca d’Italia (pag. 18):

schermata-2016-10-14-alle-16-29-55

Nella prima colonna troviamo il debito complessivo, nella seconda le disponibilità liquide del tesoro, ovvero i soldi liquidi in cassa.

Notate nulla?

Ci sono 36,4 miliardi di euro in meno nelle casse del tesoro a fronte di 30,9 miliardi in meno di debito.

Quindi secondo voi la situazione patrimoniale dello Stato Italiano è diminuita o aumentata?

Vogliamo fare un confronto omogeneo fra l”Agosto 2015 e l’Agosto 2016?

Agosto 2015: Debito 2186,4 miliardi. Cassa 73,7 miliardi.

Agosto 2016: Debito 2224,7 miliardi. Cassa 64,6 miliardi.

Quindi, nell’Agosto 2016 abbiamo più debito per 38,3 miliardi e meno cassa per 9,1 miliardi.

Ovvero un peggioramento complessivo a 12 mesi di : –47,4 miliardi in 12 mesi.

Oltre 3 punti di Pil a livello nominale.

E continuiamo col gioco delle 3 carte, alla prossima.

p.s. e meno male che i malvagy tedeschi ci impongono l’austerity.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • giggi251

    Considerate che ad agosto precisamente il 22 si versano le imposte a saldo o la prima rata di una buona percentuale dei contribuenti che hanno una partita IVA e di quasi tutte le società. Se notate negli anni passati il debito diminuiva veramente. Quest’anno invece è aumentato anche in agosto. Buon fallimento a tutti

    • Maximus

      Veramente è diminuito…

      • Friendly Cynic

        Non hai letto l’articolo.

        • Maximus

          Ho letto anche la tabella. E’ vero che i soldi in cassa calano, ma il debito pubblico luglio/ agosto cala.

          Comunque non cambia nulla : a fine anno, è sempre più alto dell’anno prima…

    • nathan

      La vetta del ridicolo si tocca con gli acconti Iva e Redditi, ovvero ti impongono di prestargli i tuoi soldi a costo zero, surreale.

    • Nathan

      Diminuiva veramente dove?

      • Friendly Cynic

        No, é aumentato cazzaro:

        http://www.brunoleoni.it/perche-il-debito-pubblico-continua-a-crescere

        L’orologio dell’Istituto Bruno Leoni è lì a ricordarlo tutti i giorni: ogni 3 secondi aggiorna il valore del debito pubblico italiano. La stima di oggi (26 settembre 2016) fatta dal think tank liberista, che si basa sui rapporti mensili della Banca d’Italia, indica una cifra superiore a 2.255 miliardi di euro.

        È il tallone d’Achille che espone il nostro Paese agli attacchi della speculazione finanziaria. Lo hanno ricordato a inizio anno i tecnici di Bruxelles nel Rapporto triennale sulla sostenibilità dei conti pubblici e lo dicono ogni due per tre economisti ed esperti. La cifra ufficiale “monstre” di fine luglio, stando all’ultimo Supplemento al bollettino statistico “Finanza pubblica, fabbisogno e debito” di via Nazionale, che calcola il livello raggiunto dal debito due mesi prima, è di 2.252 miliardi di euro.

    • Nathan

      E’ diminuito cazzaro ad Agosto ed è costante dal 2014. Ma tu segui i grandi studi di sto sito di cazzari.

      2010 1.843.015 1.548.816 119,00%
      2011 1.897.900 1.580.220 120,10%
      2012 1.989.781 1.613.265 123,30%
      2013 2.069.847 1.604.478 129,00%
      2014 2.136.204 1.611.884 132,50%
      2015 2.171.671 1.636.372 132,70%

  • biafra66

    ….soldi liquidi in cassa al tesoro?
    Ahaha maledetti il “contante” in cassa sotto il materasso di Padoan non si tiene…usatelo per diminuire il debito!

    • paolo

      A che pro? Anche se lo usassero per diminuire il debito, tempo 3 mesi e sei al punto di partenza, ma senza cassa. È come dare dei soldi e dei consigli ad un ubriacone col vizio del gioco. .

      • biafra66

        ….e già. ..ma come vedi anche la cassa ha via via “sofferenze” che poi non sono altro che le varie prebende governative.
        Quindi piuttosto che “Regalare x votare ” sarebbe utile “pagare
        per diminuire debito”…e non emettere bond matusa a 50 anni!

  • Massimo

    e saldo target 2 continua ad aumentare

  • umbvas

    che disatro in mano a degli ebeti che stanno trascinando il paese verso l abisso

  • TheoGattler

    A me ricorda tanto i vari comunicati emessi dal ‘Ministero dell’Abbondanza’ che Winston Smith sentiva in 1984……
    Non so se a voi dà la stessa impressione,
    Бог благословит Россию

    • Briciolino

      A me persino peggio. Mi ricorda le conferenze stampa del ministro dell’informazione di Saddam nella seconda guerra del Golfo che diceva di aver la situazione in pugno ed erano pronti a ricacciare a casa gli americani mentre in sottofondo si sentivano le esplosioni dei bombardamenti 🙂 E anche per noi le bombe sono sempre più vicine…

  • nathan

    Tanto adesso sono tutti concentrati sulla petizione per abolire i compiti a casa per i loro figli genialoidi, di conseguenza il problema del debito per costoro è attualmente classificabile come mitologia.

  • Scimmia

    e abbiate pazienza. il 4 dicembre è qui vicino e fino ad allora va TUTTO bene! anzi sono in arrivo ricchi premi per tutti…. dopo quella data….

    • Andromeda

      Sicuro che voteremo il 4 dicembre? Il ricorso di Onida (apprezzato costituzionalista di sinistra, ma soprattutto uomo appartenente ad una della caste più influenti e potenti d’Italia) presentato al tribunale civile di Milano potrebbe far slittare la data del referendum. Nutro dubbi sulla natura spontanea di scritturazione di tale ricorso, qualcuno deve aver fatto presente ai tanti privilegiati parassiti che una eventuale vittoria del no rischierebbe di esaltare oltremodo il rischio paese con le inevitabili ed imprevedibili conseguenze che ne deriverebbero. Vorrei far presente che Mps, che è al momento tenuta in vita artificialmente sino allo svolgimento dell’esito referendario, in caso di disfatta della compagine renziana, andrebbe gambe all’aria, dispiegando un devastante effetto domino sul complessivo sistema bancario italiano. Il voto del 4 dicembre, pur avendo riflessi non trascurabili di tipo politico, sabotando ulteriormente alcune garanzie al cittadino ormai suddito, ma tra un pò schiavo, ne ha di molto rilevanti dal punto di vista finanziario, contenendo in sè il germe della vaporizzazione definitiva delle casse statali con il probabile default italico. Ergo, per evitare che l’abbeveraggio parassitario venga meno, nel caso i cui i sondaggi disperassero di dare un risultato lieto, la casta giudiziaria è pronta ad intervenire procastinando sine die il referendum costituzionale.

      • Friendly Cynic

        La casta giudiziaria é l’unico potere che necessita di una riforma costituzionale: altrimenti é inutile andare a votare per eleggere i parlamentari se é lei che detta legge.

      • Ronf Ronf

        Io invece preferisco che il voto venga spostato al marzo 2017, periodo in cui l’Italia dovrà decidere da che parte stare: con o contro gli UK che in quel periodo inizieranno ufficialmente la procedura per uscire dalla UE e quindi una vittoria colossale del NO in Italia aiuterebbe molto gli UK contro la UE a guida tedesca perchè il NO al referendum delegittimerebbe la UE

  • franciwzm

    Mi sbaglio o la lega si è molto ammorbidita verso i dipendenti pubblici del sud ? Un bel referendum per abolire le regioni a statuto speciale no?

    • nathan

      Aspetta e spera.

    • Friendly Cynic

      Campania, Puglia e Calabria sono a statuto speciale?

  • Belaundeterzo Terzo

    Per diminuire il debito pubblico le alternative sono tre:
    1) aumentare le tasse
    2) diminuire la spesa
    3) Forte crescita del PNL

    La 1 non è più praticabile salvo qualche piccola modifica al rialzo che in effetti c’è quasi sempre. In questa classificazione io metterei anche le tariffe e i prezzi imposti. tipo elettricità gas autostrade ecc. E anche in questo campo i rialzi ci sono.

    La 2 non piace a questo governo. Spesso non è neppure praticabile per la vecchia questione dei diritti acquisiti. Tipico il caso delle partecipate. Si fa presto a dire che devono essere abolite perché in molti casi non servono a nulla e succhiano tanto denaro dalla mammella dello stato. Poi se ti azzardi a toccarne una ti piovono addosso ricorsi contro ricorsi e cause a non finire. E poi dentro queste partecipate non ci sono persone qualunque ma la crema dei super raccomandati e privilegiati.

    Per quanto riguarda la 3 …………. non saprei cosa dire. Il sistema Italia non va proprio e non sarà certo il Buffalmacco a tiraci fuori.

    • Antonello S.

      Se ti sforzi trovi anche una quarta alternativa e sembra che sia la più accreditata…

    • Davide

      4) cambiare politici e uscire dal’ euro.

      La 4 sarebbe la migliore ma ci vuole coraggio e capacità ma in Italia sono due elementi assenti da quando passo la nube di Chernobyl.

      • Ronf Ronf

        Per fare il punto 4 serve solo una cosa: il Dipartimento di Stato USA che ordina ai giudici di fare una nuova “Mani Pulite”, questa volta contro il PD.

  • Österreicher

    Se questo è il gioco delle 3 carte aspettiamo il dato di dicembre li si che Houdini era un principiante.
    p.s. ci sta la frase “ce l’impone l’Europa” alla fine è così. Se fai trucchi puoi fare più debito. Certo è come il drogato che si fa una dose pensando di sentirsi momentaneamente meglio, non rendendosi conto che lo sta portando alla morte, ma questi sono gli stati europei (almeno il 90%)

  • illuso

    tutta l’Italia è fallita…e non solo a livello economico, ma anche come affidabilità generale. la ciliegina sulla torta è meteo it, il famoso servizio meteo che non azzecca nemmeno le previsioni a 12 ore. leggendo ieri ed oggi le previsioni, leggo che in puglia tutto è sereno, sole e caldo…..la verità è che qui piove.
    la cosa assurda che non leggo nel sito un punto dove poter far notare le calzate che dicono. vi sembra serio?….questa è la società che si è imposta nel progresso.

    • Il_disturbatore

      Meteo.it non fa nessun servizio di previsione, ma produce solo tanti click Internet. Quello che vedete è 100% acquistato da terze parti senza tanto badare alla sostanza.

    • Svicolone61

      Fossero questi i problemi…
      In ogni modo io uso il ilmeteo.it che non è per nulla male a livello generale

      • illuso

        il problema “ripeto” non è il meteo….ma si dimostra da piccole cose come siamo messi…. sappi che l’arenile è formata da miliardi di granelli di sabbia…

  • illuso

    a matematica per gli idioti italiani è una opinione…l

  • Nathan

    2010 1.843.015 1.548.816 119,00%
    2011 1.897.900 1.580.220 120,10%
    2012 1.989.781 1.613.265 123,30%
    2013 2.069.847 1.604.478 129,00%
    2014 2.136.204 1.611.884 132,50%
    2015 2.171.671 1.636.372 132,70%

    Dunque vediamo dal Governo Renzi debito pubblico costante e tralascio Pil e occupazione.
    Ovviamente per Blondet un fulminato non conta W LETTA E BERLUSCONI.
    Finchè non cresce il Pil in maniera sostenuta non cala ma questo aumento di debito esagerato non lo vedo anzi.
    Ah cazzari perché non vi candidate a risolvere i problemi con le vostre ricette ridicole?

    • Ronf Ronf

      Tutti gli indici economici sono peggiorati DOPO il golpe del novembre del 2011 con cui il PD di Bersani si è inchinato a Monti pur di cacciare Berlusconi. Oggi il tuo amico Berlusconi non conta nulla (ormai da quasi 5 anni), non so se lo sai…

  • Davide

    impareggiabili imbroglioni e adesso aspettiamoci lo strobazzare dei media

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.