Diario di un Blogger: Correre è il Modo Peggiore di Tenersi in Forma

Di FunnyKing , il - 93 commenti

banner_spi_01

uomo-vitruvianodx

Mens Sana in Corpore Sano, come sapete io sono fedele a questa strepitosa massima greca. Il benessere della psiche, l’efficienza in lavori “di concetto”, e una autentica felicità e benessere non possono essere raggiunti senza una buona salute e un corpo in forma. C’è poi un non disprezzabile aspetto estetico e di proiezione di se che ha un influenza affatto trascurabile tra il successo e l’insucesso di ogni iniziativa che prevede l’iterazione umana.

Il tempo è un vero stronzo, è un coccodrillo che aspetta e ti mangia pezzo dopo pezzo (cit… indovinate chi), tuttavia una alimentazione relativamente corretta, qualche integratore e soprattutto una attività sportiva efficace, rallentano e non poco il nostro inevitabile viaggio verso l’esito finale. E comunque ce lo fanno raggiungere con una ottima qualità della vita.

Dunque io dedico tempo al mio corpo, e dedico tempo alla ricerca dei modi migliori per ottenere il risultato ottimale senza sprecare troppo tempo e soprattutto senza fare attività con gravi effetti collaterali.

Quindi torno su un argomento: “la corsa”.

La corsa, fine a se stessa, è la più grande stronzata moderna per darsi l’illusione di farsi del bene. Ed è anche il fulcro di una potentissima e consolidata industria. La corsa come fine sportivo e l’iper allenamento aerobico fanno male, un male del diavolo. Correre, per brevi tratti e tempi è solo uno dei tanti modi per riscaldare il corpo prima di una attività sportiva che sia il più possibile anaerobica. Andare oltre diventa uno sport con enormi controindicazioni che via via peggiorano con l’età.

Correre per dimagrire poi è un vero suicidio che porta a frustrazione, un corpo dall’aspetto macilento e miserabile, e un quasi inevitabile effetto Yo Yo.

Io so già di attirare nei commenti un mare di polemiche come avviene sempre, e dico nei 100% dei casi, quando una tesi palesemente falsa viene sostenuta da un sufficiente gruppo di interesse, sia esso politico o industriale. Attaccare il Dio della Corsa è un po’ come parlare di Energia Nucleare, Petrolio, Veganesimo o altri argomenti sui cui ci siano sufficienti interessi e condizionamenti mediatici in gioco.

Io non corro più se non per il tempo necessario a scaldarmi e preferibilmente in palestra su rullo ammortizzato. Faccio circuiti aerobico/anaerobici , scatti, pesi su macchine isometriche e se proprio devo fare qualcosa di aerobico vado in bicicletta che è molto meno frustrante.

La sofferenza della corsa per arrivare alla “soddisfazione” del traguardo è pura sodomia (passiva) fisica e mentale. Però se vi piace non sarò certo io a impedirvelo.

Da Vice

Correre è il modo peggiore di tenersi in forma

Correre è il modo peggiore per perdere peso e un allenamento abbastanza inutile per il sistema cardiocircolatorio, ma chissà come è diventato l’esercizio fisico più popolare sul pianeta Terra dopo camminare.

E questo è un male, perché correre fa schifo. C’è un motivo se fino al 79 percento dei runner finiscono per farsi male almeno una volta all’anno: la corsa non aiuta quasi per niente a rafforzarsi, e avere un corpo forte è il modo migliore di evitare infortuni, aumentare il metabolismo, bruciare grassi e rimanere flessibili e funzionali da vecchi.

Statisticamente, chi è interessato a rimanere in forma corre. E certo, sembra un esercizio “naturale”. Ma correre a passo medio, non troppo veloce e non troppo lento, per un periodo di tempo esteso non è una gioia per il corpo. È un’attività diventata popolare come “palliativo per la sedentarietà” negli anni Sessanta, e se è vero che qualsiasi tipo di esercizio fisico è meglio di niente, la corsa non ha nessuna caratteristica per cui valga la pena impegnarcisi.

Secondo Lee Boyce, coach e proprietario della Boyce Training Systems a Toronto, ci sono due motivi principali per cui si corre, e il più diffuso è perdere peso: si fa cardio per bruciare la pancetta. Ma la corsa è una pessima scelta.

“Il pensiero diffuso è che sia un modo di diventare più magri e più slanciati, ma ci sono moltissime attività che giungono a questo risultato meglio e più velocemente,” dice. La ricetta di Boyce per perdere massa grassa, che poi è quella di ogni personal trainer che valga i soldi che costa, è fatta di esercizi di forza in cui viene stimolato un intero gruppo muscolare. Ovvero squat, pesi, chin-up, pull-up e flessioni.

Se invece non potete fare a meno del cardio, suggerisce di accorciare le pause o unire più esercizi in un circuito per mantenere alto il battito e aumentare la capacità cardiorespiratoria. In questo modo, si ottiene la stessa situazione della corsa, “ma più benefici, perché stai allenando i muscoli alla resistenza, e in questo modo bruci più calorie, potenzi la perdita di peso e aumenti il metabolismo.”

E ha ragione: secondo molti studi l’allenamento con i pesi e il cardio ad alta frequenza sono più efficaci di correre a far perdere grasso superficiale e creare una buona situazione ormonale per la perdita di ulteriore peso—migliore funzionalità dell’insulina, meno cortisolo, l’ormone dello stress, più ormone della crescita e testosterone. (Sì, è un bene anche per le donne.)

Uno studio del 2008 pubblicato in Medicine & Science in Sports & Exercise, per esempio, ha diviso 27 donne obese in tre gruppi: uno si dedicava alla corsa a bassa intensità per cinque giorni a settimana, il secondo a esercizio breve ma ad alta intensità per tre giorni alla settimana, e il terzo gruppo, quello di controllo, non faceva esercizio fisico. Dopo 16 settimane di allenamento, i risultati erano innegabili: il secondo gruppo aveva aveva perso considerevolmente grasso addominale e sulle cosce, e se è vero che il primo gruppo aveva migliorato la propria capacità aerobica, il grasso corporeo non era sceso più di quello delle donne rimaste in panchina.

L’altro obiettivo del running è migliorare la salute del sistema cardiovascolare. In effetti, a credere ad alcune statistiche, è il motivo più comune dietro alla scelta di questa attività—diventare magri e belli è solo una felice conseguenza naturale. (Sì, certo.) E se è vero che la corsa aiuta a migliorare la salute del cuore e la capacità cardiorespiratoria, è un esercizio troppo “debole” per essere davvero efficace.

Secondo gli studi, sessioni ridotte di allenamento anaerobico fanno bene alla salute quanto lunghe, snervanti ore di corsa, e sono più funzionali a costruire e mantenere massa muscolare e aumentare la capacità aerobica. Una ricerca durata 15 settimane e pubblicata sul Journal of Strength and Conditioning Research ha anche dimostrato che dieci set di esercizi da dieci secondi fanno meglio alla resistenza e alla forza di un allenamento da 20-25 minuti a media intensità.

Correre è un buon allenamento “cardio” perché ti fa respirare veloce, ma ci sono infiniti modi per farlo. Vi piace correre? Non volete mollare? Bene, ma fatelo più in fretta. “Correre velocemente per poco tempo è meglio di correre a velocità moderata per lungo tempo,” dice Boyce. “Una persona normalmente ha molti squilibri muscolari, per cui i muscoli dello stesso gruppo o che afferiscono a una stessa giuntura possono avere davvero forze diverse—e non è il massimo metterli sotto sforzo con lunghe corse piene di sollecitazioni.”

Questo può infatti causare dolori cronici e squilibri, spiega, mentre fare brevi esercizi faticosi permette di sanare questi aspetti negativi: anzitutto ci sono meno sollecitazioni (e minor impatto sulle giunture), maggior efficienza di movimento, utilizzo di più muscoli, e impiego di più fibra muscolare, tutti elementi utili nella costruzione di forza e potenza. Muscoli sottoposti a maggiori sforzi esplosivi bruciano più calorie, e saranno più metabolici anche dopo l’allenamento. Ovvero, continueranno a bruciare calorie extra.

“I benefici sulle funzioni aerobiche, la perdita di peso e lo sviluppo di forza sono maggiori,” aggiunge Dean Somerset, psicologo dell’esercizio fisico e chinesiologo canadese. Però, in sua opinione, una corsa di minore intensità sottopone i tendini a minore stress. Secondo Somerset in una corsetta sempre allo stesso passo bruci più calorie, semplicemente perché corri più a lungo. Per lui, i veri benefici del lavoro anaerobico sono ormonali. “Salgono il testosterone, l’ormone della crescita e l’ormone tiroideo,” dice. I primi due sono ormoni fondamentali per la perdita di peso e lo sviluppo di una massa muscolare.

Se davvero preferite allenarvi sulla resistenza, potreste comunque ottenere gli stessi benefici di salute con circuiti di esercizi che rafforzano e proteggono le parti più vulnerabili del corpo. Non la corsa, insiste Boyce. Che fa male alle giunture e non aiuta la forza—e diventare forti significa essere meno esposti agli infortuni, soprattutto invecchiando.

“Se non ti piace correre, non c’è bisogno di correre per migliorare il sistema cardiovascolare,” dice Somerset. “Potete usare un vogatore, un kettlebell, andare veloci in bici.” Tutti esercizi che non mettono a repentaglio le giunture. E permettono di ottenere addome di ferro, schiena forte e miglior postura.

Ma se correre vi piace davvero, correte. Per dirla con Boyce, comunque, “L’allenamento della forza dovrebbe essere il piatto principale e la corsa il contorno.” Perciò se volete correre 20-30 minuti, bilanciate la corsa con 30-40 minuti di allenamento della forza. Brucerete più grassi, migliorerete la salute del sistema cardiaco, la mobilità, l’equilibrio e la flessibilità—tutte cose utili da vecchi. E non è per questo che vi allenate?

 

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Frank P

    “A me er ciclismo numm’è piaciuto mai, per carità… è ‘no sforzo antiestetico, ingrossa le cosce, è meglio er biliardo…” (Bruno Cortona, Il Sorpasso, 1962).

    • Fabrizio Bertuzzi

      per ingrossare le gambe col ciclismo ne devi fare assai…

  • T_B_S_

    Un paio di scarpe costano meno di una bicicletta, e occupano poco spazio.
    Il proprio mondo,non è quello di tutti gli altri.

    PS:Sono ciclista anch’io.

    • Lorenz85

      in verità basterebbe un set da 3 elastici (costeranno sui 15 neuri) per fare un po’ di allenamento sulla forza.. e poi giusto per variare eh, perchè se fai piegamenti, abs squat e backextention non ti servono nemmeno quelli

      • T_B_S_

        Credo si faccia corsa anche per stare all’aperto,dopo una giornata d’ufficio.

  • formic

    Pesavo 90kg ed ora, dopo 5 annetti passati in scioltezza, ne peso 73 (h178).
    Che dire poi, masochista, si vero, sai che fatica devi fare e quante volte ti dici machimeloafattofateporcap………!!!! Poi prosegui e, per incanto, al traguardo, te la ridi con amici e ci schezi sopra.

    Cos’è mai questa vita se non arrivare al Tragurdo dopo aver affrontato terreni accidentali, percoso sentieri montani con dislivelli pazzeschi, saltato massi e piccoli corsi d’acqua??

    Solo parlarne mi eccita……………..sarò drogato??

    • maxitalia83

      mi sono rivisto al 100% nel tuo commento!
      Per me correre = libertà

    • Dogui

      VI incollo da Wikipedia perchè le vostre sensazioni sono molto diffuse:

      Con l’espressione Runner’s high (letteralmente “sballo del corridore”) si intende la sensazione di euforia, simile a quella derivante dall’assunzione di certe sostanze stupefacenti, riscontrata da molti atleti durante la pratica sportiva prolungata.

      Questa sensazione è data dal rilascio di Endorfine:
      Le endorfine sono in grado di procurare uno stato di euforia o di sonnolenza più o meno intenso a seconda della quantità rilasciata;

      • formic

        ti dirò che di sonnolenza non è che ne abbia provata, stanchezza si eccome, ma anche desiderio ed eccitazione sessuale ;-))

    • Anto Nella

      sono le endorfine (lo stesso motivo per cui anch’io corro ;))

      • Albert Nextein

        Prova con lo spinning, e poi vedi.

        • Anto Nella

          è meglio? :O devo cambiare spacciatore? 😉

          • Albert Nextein

            Dipende dai gusti.
            Prova, ma non fermarti ai primi allenamenti.
            Persevera per almeno 3-4 mesi.
            E’ meno traumatico della corsa, per gli arti inferiori.
            E in bella stagione vai meglio, se giri in bici.

  • Gianox

    Ma non è una massima latina? Mens sana in corpore sano?
    Non per farmi gli affari tuoi, ma che bici usi? Bdc o MTB?

    • maboba

      latina, di Giovenale

  • peacock

    la corsa è il metodo migliore per perdere peso, facendo del riscaldamento e naturalmente in maniera progressiva, è anche il metodo migliore per preservare la propria salute dal punto di vista cardiovascolare, ha solo un problema, non costa nulla e non si fa in palestra quindi i vari personal trainer che la sconsigliano per poi far fare ai clienti delle stronzate di esercizi vanno salutati con una fragorosa risata.
    Poi come per tutte le cose non esiste uno sport universale che serva al dimagrimento di tutta l’umanità ma ognuno deve provare quello che gli piace e che funziona per lui, se per esempio uno odia a morte la corsa e non ci va mai ma piuttosto preferisce nuotare, che vada a nuotare.

    • Lorenz85

      ma proprio no, non devi solo considerare il costo ma anche il tempo richiesto per ottenere il risultato.
      Il tempo è cmq un costo perchè lo devi togiere ad altre attività o al lavoro: con la corsa ci metti una eternità e per le giunture non è sanissimo alla lunga. ci sono altre attività che pur avendo un costo mensile ( ma basta l’accesso agli impianti) rendono molto di più in termini di risultati e sono più equilibrati, ottimo il nuoto ma c’è anche altro

      • peacock

        mah a meno che non ti spari qualche lezione super intensa di cross fit o boxe o spinning , ma durano almeno mezzora a cui devi aggiungere il tempo per andare in palestra ecc ecc , non mi viene in mente altro di particolarmente “veloce” per dimagrire.

    • FP

      Definiamo.dimagrimento:
      Diminuzione di peso o diminuzione della massa grassa??
      Dopodiché nuotando sarà difficile arrivare ad una perdita effettiva di peso. Correndo difficilmente si arriverà ad una riduzione della massa grassa se non molto attentamente supportati e seguiti da gente preparata ergo il discorso da te fatto va un po’ a farsi benedire.
      Saluti

      • peacock

        tu se corri hai bisogno di uno che ti segue? non ti seguo 🙂
        comunque per perdere massa grassa mi pare piuttosto semplice, bruci più di quello che introduci magari selezionando quello che introduci, la corsa ti aiuta ad alzare il metabolismo come una infinità di altre attività, mi pare strano che per alzare il metabolismo ci voglia qualcuno che ti segue ( preparato lol ).

    • Fabrizio Bertuzzi

      la corsa va bene a chi e’ gia’ leggero di peso altrimenti sovraccarica troppo le articolazioni.
      poi bisogna cominciare molto lentamente, la prima uscita 5 minuti poi aumentare di 1-2 minuti ad ogni uscita. max 6-7 km per stare bene, oltre diventa un po’ troppo pesante e va bene per i giovani ancora in forze.
      io ho corso parecchio quindi lo dico per mia esperienza, cercare anche le scarpe giuste, morbide e consone alla propria posture, non sono tutte uguali. certe scarpe fanno venire facilmente male ai tendini o sotto al piede.
      la corsa fa dimagrire non perche’ si perde il peso durante la corsa ma perche’ si migliora l’efficienza del fisico in generale il quale riesce meglio a smaltire le tossine.
      SONO LE TOSSINE CHE CREANO IL GRASSO, IL NOSTRO CORPO LE ISOLA DAL RESTO AVVOLGENDOLE COL GRASSO.
      le tossine in genere derivano dal cibo mal digerito, e’ fondamentale trovareil cibo giusto per ognuno, io mi sento di dire che la dieta del tipo sanguigno funziona molto bene. anche solo col cibo giusto si sta in forma, insieme a niente stress. lo stress fa funzionare male il corpo, molto male. leggeri dentro e leggeri fuori.
      il nuoto in piscina non fa molto bene perche’ si respira il cloro che e’ un veleno. alla fine di una sessione in piscina si e’ sfiniti non tanto per via dello sforzo quanto per via dell’intossicazione da cloro. mi sembra che bombe al cloro le usino ogni tanto anche in siria.

  • pol pot

    Ashtanga yoga il massimo

  • Scimmia

    ho ripreso a correre dopo più di dieci anni che non lo facevo più, ma nel frattempo faccio e ho sempre fatto attività sportiva, nel giro di due mesi mi sono mezzo rovinato. forti tendiniti ed infiammazioni varie.
    la corsa mi ha massacrato. peccato perché mi piaceva.

  • chinaski137

    modalità tuttologo “on”

    • Tom Kindle

      Ah ah

  • Francesco Biondi

    Aumentando l’intensità a dispetto del volume – anche se qualche volta ho mantenuto il volume dell’allenamento alto – con i pesi si costruisce massa e perde un po’ di peso.
    Ma non si dovrebbe mai finire di dare importanza a ciò che si mangia.
    Poi và bene anche un po’ di cardo. A me sinceramente piace molto l’HIIT.

    In generale:
    poca pausa tra le serie oppure l’alterno una panca piana/stacco/squat con la kettleblel. Una specie di corssfit fatto da me ma funziona.

    Ho invece constatato che l’eccesso di cardio e di sovralleenamento in ogni caso porta al catabolismo e alla fine alla perdita di muscoli, affaticamento e la pancetta rimane.

    E si perde pure il sonno

  • FP

    La corsa spacca le ginocchia, la schiena e lavorando a frequenze cardiche alte, per chi è poco allenato è controproducente. Il ciclismo è uno sport non completo, ma si può lavorare a frequenze basse per lunghi tempi , quindi dimagrire in maniera veloce e sana.

  • Bruno Rosso

    Chiedo un consiglio a voi esperti: io la scorsa primavera avevo ripreso a correre, non lunghe distanze, tra i 5 e i 7 km al massimo, solo che ogni volta per un paio di giorni ero distrutto (ginocchia e vertebre lombari, soprattutto).
    Che alternative potrei avere, che non sia un abbonamento alla palestra ad odorare afrori esotici?

    • Anto Nella

      dei buoni plantari?

    • gedeone

      non correre e fai stretching o yoga

  • nathan

    Io per divertirmi pratico nuoto mentre per tenermi in forma ho optato per questa (commisionata tutta nera):

    https://youtu.be/zdvfz7dfGfY

  • MattoMatteo

    FK, a volte non ti capisco … era meglio se facevi un post su Lapo … 🙂
    Senza offesa, rimani sempre il migliore … 🙂

    • funnyking

      che ha fato Lapo?

      • MattoMatteo

        … godersi la vita a modo suo … e con i soldi della famiglia … azz non sapevo che avesse pure una societa quotata a Milano … la dice tutta sulla finanza italiota ahahah… cmq ieri sulla carta da cesso di repubblica era una delle notizione … 🙂
        Ribadisco il complimento 🙂

  • alex

    A parte le varie puttanate, personali e quindi di libera scelta, il sistema dimagrante migliore è il cerotto. Applicato sulla bocca, è miracoloso e fa dimagrire rapidamente. Gli integratori sono inutili, pericolosi e dannosi alla salute, il cibo è medicina e la medicina è il cibo. Poi vi è un tipo di attività, universale, sana, produttiva e chi più ne ha, più ne metta, trattasi di un bell’orto lavorato a vanga e con altri utensili primordiali, seguito dalla stagionale raccolta di olive, vendemmia, raccolto; per la linea, la salute digestiva e lo stare in forma, sono miracolosi!! La corsa era buona da giovani, quando si “correva” dietro alla figa, poi in età matura, certe “corse” danno infarto!!

    • Alberto

      Coltivare un orto è sempre una gran cosa. Che sia terra vera o un triviale doppio senso da sempre come risultato cose buone.

    • paolo

      il cerotto è veramente il massimo!!!

  • Albert Nextein

    Trovo la bici un ottimo stile di vita.
    Citibyke e M.Byke sono un divertimento, per me.
    Basta attrezzarsi e non avere fretta.

  • SdM

    Ma che magnifica notizia, per uno che corre da anni e ha vinto anche delle gare!
    Io però lo faccio per passione, e mi ha dato i suoi frutti: non so cosa sia il fiatone e sono instancabile. Ovviamente poi integro con altre forme di attività fisica. Però è grazie all’esercizio sulle gambe se poi riesco a coprire 2500m di altitudine in escursione senza risentirne come chi non corre.
    In ogni modo, consiglio a tutti quelli che vogliono essere in forma di praticare, almeno in parte, la corsa, perché nel complesso costituisce un valido allenamento aerobico ed una scusa per uscire di casa e stare all’aperto nello stesso tempo.

  • Marco Mare

    Tutto vero,la corsa è controproducente oltre che ridicola(quando fatta in città).
    Del resto basta confrontare il fisico di uno sprinter sui 100 metri (anaerobico) con quello di un maratoneta(aerobico).
    Il primo ha un fisico muscoloso e prestante,il secondo sembra un ammalato con una grave malattia.
    La corsa brucia muscoli tendini cartilagini ecc….
    In palestra mi capita di vedere uomini di 70-75 anni con un fisico pazzesco che manco tanti 20-30enni si sognano di avere,e nessuno di loro corre.
    Qualcosa vorrà dire.

    • SdM

      C’è anche gente che lo fa per piacere.

    • berthoh

      poi fa le analisi del sangue ai due e scopri chi è ammalato, dai non fate ridere

  • Sandro

    C’è fisico e fisico. A ognuno il suo, purtroppo o per fortuna, quindi non tutti gli sport vanno bene per chiunque. Può sembrare un discorso banale ma è così. Personalmente mi trovo a condividere l’opinione di FK per aver constatato su me stesso le conseguenze della corsa.
    Soprattutto ginocchia e polpacci, sempre stati un punto debole ma finché sei giovane è un conto poi ti devi fermare.
    Meglio la bici.
    E d’inverno palestra con attenzione a non esagerare perché le tendiniti sono in agguato….!
    Per contro conosco gente che continua a correre senza problemi, che è più anziana di me e sta benissimo per cui tutto è relativo.
    Il problema è la volontà di conformismo a tutti i costi, è vero. Correre a prescindere perché è di moda in effetti può essere deleterio.

  • Fraceccolost
  • fuggiasco

    a me sembra che l’articolo quotato stia parlando alle persone che non hanno mai fatto sport o che ricominciano dopo molto tempo e gli avvisa dei problemi, ma (mi sembra) dimentica di dire anche che tutti gli sport fanno male, soprattutto se non si è seguiti da persone più che valide e anche seguiti non è detto che non ti faccia male.
    es. tizio si iscrive in una palestra seguito da un istruttore e se quest’ ultimo non si informa da tizio di eventuali problemi fisici col cavolo che avra benefici anzi. io ho fatto sport (judo e karatè) praticamente da quando son nato fino ai 25, i pesi li ho fatti solo per un periodo poi ho visto che mi legavano (facevo gare all’epoca) e ho smesso. fortunatamente però non ho problemi di peso ed ho un metabismo col turbocompressore e posso mangiare di tutto senza prendere chili di troppo e comunque li perdo subito. adesso faccio poco sport se non qualche esercizio (soprattutto corda) senza pesi, al massimo qualche volta uso polsiere e cavigliere (quelle piene di sabbia o piccolissimi pallini di piombo), poi una volta al mese mi incontro con vecchi compagni di karate e/o judo e ci meniamo per bene.

    comunque, senza voler offendere nessuno, da veneziano vi dico che la maggior parte degli abitanti in terra ferma non sa camminare, come si può pretendere di saper correre.

  • marcoferro

    credo che lunghe camminate siano più piacevoli e utili al benessere fisico.

    • deadkennedy

      E psichico

      • marcoferro

        esatto..

  • Alonso Fantoni

    Un’ora di nuoto 4 o 5 volte la settimana. Ritmi blandi o più veloci . Torni a casa rilassato e massaggiato.

  • Pareggiamoiconti

    ad una certa età la corsa diventa un problema per ginocchia e schiena

    • gino monte

      mai conosciuto gente che si fracassa le vertebre in palestra o che muore in bici schiacciata da un bus?

      • funnyking

        la pianti di fare il cialtrone, tu saresti cosa? Un preparatore?

        • gino monte

          miiii… perchè sto nervosismo oggi???

    • nemo_propheta_in_patria

      Dillo ai maratoneti ultrasettantenni.

  • ingenuo

    Concordo, sono anni che lo dico ma nessuno mi crede.. e quando (a 42 anni) mi chiedono quanto corro per mantenermi in forma e rispondo “zero” rimangono sbigottiti.
    E’ semplice, basta vedere le cose in modo oggettivo: è vero che durante l’esercizio aerobico il corpo tende a bruciare grassi, ma in questo modo si dà all’organismo il messaggio biologico di mantenere un alto livello di grassi come carburante, perchè esso interpreterà il bisogno di correre come un bisogno di sopravvivenza. Di conseguenza anche riducendo l’apporto calorico si tenderà a perdere massa magra e a recuperare con gli interessi il grasso perso durante l’esercizio aerobico. Inoltre mantenere massa grassa in caso di predominante attività aerobica ha anche il non trascurabile vantaggio dato dal peso relativo molto più basso dello stesso volume di tessuto adiposo rispetto a un pari volume di muscolo magro. Visto che l’organismo nella corsa deve spostare il peso di se stesso, privilegerà la tipologia di tessuto più leggero, ovvero quello adiposo.
    Ripeto, è pura logica.

  • 0889

    ci sono tizi che anche dopo i 40 fanno palestra, e sono grossi, specialmente i biciipiti (che si mettono in mostra) e le gambe invece magroline.
    si vabbe
    li voglio vedere poi fare una corsa o avere uno scontro di solo 2 minuti…
    con la bocca spalancata che non hanno aria,, piegati in due

    • SdM

      Che brutta cosa i corpi torniti, poi vai a vedere e le gambe sono secche. E poi, uno sportivo che non ha fiato non si può vedere.

  • EdoardoB

    Visto che FK ha citato Vice, beccatevi questo ottimo e a tratti esilarante articolo sulle tecniche (disperate, a mio avviso) di propaganda del PD circa il referendum: http://www.vice.com/it/read/le-pagine-buongiorniste-passate-a-fare-campagna-per-il-s-al-referendum

    C’è anche questo video: https://www.youtube.com/watch?v=HyhQCioGVPs

  • AndreAX

    Ma perché ostinarsi a fare confusione? correre non è sinonimo di maratona mi sa si confondono le categorie. Il fisico emaciato è del maratoneta non del corridore medio che sta bene eccome perché modula la frequenza cardiaca e protegge dall’ipertensione e da tutto il corredo patologico cardiovascolare. Se poi volete proprio un metodo veloce per dimagrire il migliore è digiunare ma non è il più salutare se non si sta attenti ai micronutrienti

  • Neofita

    Mens Sana in Corpore Sano, come sapete io sono fedele a questa strepitosa massima greca

    Greca? are you serious? 🙂

    • Jack Bertheels

      Un incipit disastroso. Deficit aerobico? 🙂

      • Uto Uto

        mens sana in corpore xanax

    • funnyking

      l’hanno tradotta, ma la massima è greca

  • Alberto

    Tutti che vogliono morire sani?
    Ambirei morire “sotto i ferri” potendo. Sano, aerobico o anaerobico a piacere, attività x cui tutti siamo naturalmente portati e nati grazie a quello.
    Joie de vivre….

    • funnyking

      caro mio essere vecchi e malati è un inferno che non ti auguro

  • Edoxxx

    Quindi mettersi un tapis roulant in casa è un grosso errore/inutilità?

    • Dogui

      In una stanza con finestra , non è un errore , a patto che dopo cambi aria.
      Se poi abiti in un quartiere malfamato a rischio aggressione metti le inferiate alla finestra.

  • gino monte

    1) faccio l’allenatore di atletica, palestra e triathlon
    2) le conclusioni di FK sono semplicistiche, pur avendo un 20% di verità
    3) gli studi scie(me)ntifici su questi argomenti, ma anche sull’alimentazione, sono tutti in conflitto d’interesse e ideologggicamente orientati, proprio come in politica o economia
    4) correre e basta non va bene
    5) andare in bici rischi la vita
    6) nuotare, ovvero fare su e giù al chiuso in una piscina manco fossimo criceti, mi deprime
    7) correre è un’attività fra le più naturali dell’uomo, nuotare e pedalare no
    8) l’estetica è un concetto relativo e poi non è detto che un maratoneta “emaciato” non abbia un pene di 20cm che usi per 1h30 a tutto vapore

    • verklarte

      Soffro di fibrillazione atriale e tachicardia improvvisa da circa due anni. Il cardiologo, oltre ad una terapia farmacologica, mi ha consigliato di camminare a passo spedito almeno un’ora e mezza al giorno (non di correre che mi farebbe rischiare un infarto). Per la verità non avevo bisogno di questo consiglio perché sono sempre stato un buon camminatore. Quali attività fisiche mi consiglieresti oltre alle camminate?

      • gino monte

        io credo molto nella specializzazione… e non sono specializzato in terapie per chi ha problemi cardiocircolatori.
        se nella camminata veloce raggiungi esempio 110 battiti, PRESUMO che anche altre attività che si tengano su quella frequenza male non facciano.
        mia madre, dopo un’operazione di bypass coronarici, ebbe i tuoi stessi problemi e in terapia riabilitativa le facevano fare anche cyclette e qualche esercizio ginnico (tutto leggero) oltre a camminate sul tapis.
        ma parlane col cardiologo.

        • verklarte

          Tutti i cardiologici che ho consultato mi hanno consigliato una mezz’ora di ginnastica svedese al giorno e lunghe camminate. Il fatto è che ho sempre svolto attività fisica regolare anche se ho dovuto smettere di nuotare per una fastidiosa labirintite recidivante causata da un tuffo dalla pedana qualche anno fa. Eppure adesso mi ritrovo lo stesso con la fibrillazione atriale che senza farmaci non scompare. Sarà la vecchiaia (70). Grazie comunque dei consigli.
          Vk

      • hurom

        fai un esame del sangue per la vitamina D. se hai un valore sotto i 30, integra fino a giungere tra 50-80 ng/dl.
        inoltre se hai i denti del giudizio ancora in bocca (o al 95% estratti male con conseguente osteite cavitazionale, che è pure peggio), sono rinomati per sconvolgere il meridiano energetico del cuore

        • verklarte

          Avevo letto da qualche parte che la vit. D può influire sull’attività cardiaca. La mia vitamina D è molto bassa (23) ma il cardiologo mi ha detto che non c’è alcuna relazione tra cuore e vit. D. Comunque sto predendo un integratore.
          Ho ancora un dente del giudizio, l’ottavo dell’arcata sinistra superiore.
          Potresti darmi qualche llink su entrambi i rilievi?

    • Alleva Torelli

      un 1h30 a tutto vapore è l’allenamento che preferisco…

  • giuseppe

    Miglior attivita’ fisica? Crossfit. Provare per credere!

    • funnyking

      vero

    • Dado

      mai sentita una cagata del genere!!!

  • MarcoMartini982

    gombloddooo

  • Dogui

    Il meglio per il fisico italico è la ginnastica napoletana, il resto è fuffa.

  • hurom

    io come lavoro faccio il chiropratico e devo ringraziare la corsa per i tanti clienti chemi riempiono lo studio , addolorati e consunti da tale insulsa attività.
    correre a piedi nudi su terra battuta come i masai è un conto, correre su asfalto con quelle micidiali scarpette “al gel” che sconvolgono tutti i meccanismi di propriocezione è tutto un altro mondo (alieno).
    io consiglio la camminata veloce, scatti brevi, e nuoto IN MARE (non nelle pozze di cloro) quando possibile.
    personalmente cammino, uso la mtb per spostamenti e gitarelle (con una sella particolare) e nuoto in mare tutto l’ anno 2-4 volte alla settimana in base alle condizioni meteo. (ma una pucciatina anche con mare mosso la faccio).
    nulla di estremo e sempre con il piacere e divertimento come target.
    lontani sono i tempi del “no pain no gain” in cui grugnivo sotto enormi carichi in palestra.
    correre inoltre, dall’ alba dei tempi, segnala al corpo che stiamo “fuggendo da un pericolo”, con l’attivazione di tutte le variabili biochimiche e ormonali del caso, che se protratte cronicamente contribuiscono al logorio organico precoce.

  • Fabrizio de Grandi

    Eliminato la corsa(x la mia schiena è devastante)…3 volte la settimana palestra+1/2 volte la settimana surf+ 1/2 volte la settimana cray fishing + 2/3 volte la settimana passeggiata con i cani sulle Table Mountain. Tutto questo a 42 anni dopo aver smesso di fare qualsiasi attività fisica in Italia ( dovevo solo lavorare). Mi sento rinato fisicamente…ovviamente nell’alimentazione grandi abbuffate di carne di struzzo.

    • hurom

      ottima carne, beato te che la trovi e te la puoi permettere!

      • Fabrizio de Grandi

        Qui è cheap la carne di struzzo…circa 80 Rand al Kilo.

        • hurom

          eh certo qui in italia gli allevamenti sono pochi e la strapaghi manco fosse una costata di chianina

  • gedeone

    un tappetino di schiumato e 5 o 6 posizioni di yoga, quelle basilari. Fatte senza voler diventare maestri e con qualche eservcizio di respirazione diaframmatica.
    Il tutto 3 o 4 volte la settimana.
    Sarete flessibili, forti, e rilassati, senza grottesche ipertrofie muscolari.
    Lo yoga non c’ entra nulla con la new age e le donnette attonite in tutina

    p.s. per chi vuol fare qualcosa di dinamico, molto meglio della corsa, della bici, ecc , è il salto della corda.
    Però bisogna avere una buona tecnica e delle scarpe decenti . In rete ci sono buoni tutorial, in particolare :

    http://www.studiomiletto.com/index.php/allenamento/454-salto-della-corda-programma-per-iniziare

    • nemo_propheta_in_patria

      Perché servono scarpe decenti?

  • Fabio E. Nategh

    La corsa è l unica attivita che non occorre pagare palestre o istruttori o attrezzi. Basta due scarpe. Probabilmente produce troppo poco PIL e vogliono eliminarla

  • berthoh

    io faccio anche 90 km a settimana e non cambio

  • Vittorio Cagnetta

    Tre considerazioni.
    1) L’articolo citato nel diario del nostro blogger preferito non è un gran che, nella mia umile opinione: afferma cose antitetiche a poche righe di distanza e sopratutto cita “esercizi per la forza” di pochi secondi che sarebbero meglio di mezz’oretta di corsa, ma non descrive quali; per avere un’idea almeno basilare si deve arrivare alla fine dove si citano alcuni strumenti della palestra come il vogatore; inoltre si critica la corsa per le sollecitazioni a tendini ed articolazioni ma poi si consigliano esercizi brevi ma a maggiore intensità… mi sfugge la logica.
    2) Sono d’accordo con chi ha puntualizzato che il danno della corsa deriva dal coorrere sull’asfalto, porto la mia testimonianza: io normalmente corro sulla spiaggia e non ho mai problemi, quando però ho provato a correre per lo stesso tempo sull’asfalto dopo che sono tornato a casa sono sempre partiti dei doloretti alle ginocchia
    3) caro FK anche con i pesi ci si può far male, e proprio lo squat che se non ricordo male portava il tuo articolo come alternativa migliore alla corsa ne ha fatti di danni ai cuscinetti tra le vertebre…. forse non tutti sanno che il grande Bruce Lee soffriva di un continuo mal di schiena dopo che una mattina si fece del male proprio con uno squat.
    Fine contributo. 😉

  • nemo_propheta_in_patria

    Post provocatorio e finalizzato solo a far beccare i lettori fra di loro (clickbaiting?). Ogni attività fisica ha i propri pro e contro, chi lo ha provato sulla propria pelle lo sa. Per mia esperienza personale, andrebbe esercitata sia la forza che la capacità aerobica, senza trascurare la flessibilità e l’equilibrio. Se si fa tutto questo, non si può sbagliare. Partire dal presupposto che bisogna scegliere l’attività “migliore” o “più efficiente” è di per sé un errore. Detto questo, fondamentale (come in ogni cosa) è la tecnica : una tecnica corretta minimizza gli effetti negativi e massimizza quelli positivi, solo che coltivare una buona tecnica è “difficile” e “poco efficiente”, da cui post come questo.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi