Perifrasi costituzione italiana: art.15 (15° puntata)

Di JLS , il - 19 commenti

Segretezza delle comunicazioni, intercettazioni ambientali e telefoniche!!! Alè. Ecco a voi svelato il 15° trucco del manuale dei democratici in servizio permanente effettivo, che cosi recita solenne:

“art.15 – La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge.”

intercettazioni-2

Più vado avanti a leggere e approfondire il significato del contratto sociale denominato costituzione, e più mi convinco del compromesso malriuscito, del maldestro tentativo finito in cagnara, di mettere insieme idee e concezioni inconciliabili tra loro.

Cosa si intenda per “libertà” (in 139 articoli il termine ricorre 14 volte), non è dato di sapere. Cosa sia dunque la libertà di corrispondenza e comunicazione, è ovvio: un mistero gaudioso.

Gaudiosamente rivelato a due sole categorie che per questo motivo, da 70 anni misticamente ammorbano l’aria col fetore delle loro nefandezze:

i politici, con “novità” legislative che sostituiscono, modificano, annullano a ritmo ininterrotto da 70 anni, regolamentazioni precedenti (il termine previsto dalla neo lingua è RIFORMA) tutte comunque vecchie e nuove, coerenti con santa sovrana kostituzione;

i togati di palazzo, con sentenze che per uno stesso identico fatto, a Bolzano assolvono l’imputato, e a Catanzaro lo condannano. Sempre e solo secondo santa sovrana kostituzione.

Anche il termine segretezza si presta a molte interpretazioni. Ad esempio mi chiedo: è solo il contenuto della corrispondenza o della comunicazione ad essere dichiarato inviolabile, o anche il fatto che nessuno dovrebbe sapere quando, quanto, con chi comunico? Anche questo non è dato di sapere.

Ritorna ineffabile anche in questo articolo 15, il plateale artifizio di dichiarare un principio (inviolabilità di una certa cosa, ad esempio nel 14 si parlava di domicilio) e subito dopo di trasformarlo in una clava a uso e consumo di un potere prestabilito, in questo caso il potere giudiziario con “atto motivato” (magistratura), e quello legislativo (parlamento) che preventivamente fisserebbe le “garanzie” perché una spranga di ferro possa continuare ad apparire come un sacro santo principio.

Basterebbe questo, per chiedere non il cambiamento della costituzione, ma come dice l’amico prof. Marco Bassani (allievo di Gianfranco Miglio), la sua distruzione col lanciafiamme.

Ora continuando la parafrasi del suddetto art.15, leggo : l’autorità giudiziaria con atto motivato può violare la segretezza delle comunicazioni di chiunque. Motivato a chi, quando?

Sono migliaia i casi di “motivate” violazioni di comunicazioni, che si è scoperto solo dopo essere state

  • certamente costose,
  • spesso inutili
  • sistematicamente diffamatorie di persone che non c’entravano un beata fava, estranee ai fatti o innocenti.

Mi chiedo: c’è un solo magistrato in Italia che sia stato defenestrato con effetto immediato e messo definitivamente in mezzo alla strada, per aver dilapidato soldi altrui e rovinato con le proprie “motivate” intercettazioni, anche uno solo tra i cittadini, vittima di questo liberticidio? Neppure uno, tranquilli. La costituzione non lo contempla per i suoi servitori di palazzo.

Da quando le comunicazioni prevalenti sono quelle attraverso le reti mobili, col progressivo diffondersi delle tecnologie informatiche, abbiamo assistito a un proliferare di cosiddetti “atti motivati” da parte di magistrati di ogni procura che forniscono queste strabilianti evidenze

  • 141.000 cittadini intercettati nel 2013
  • 214 milioni di euro di spesa nel 2013

E’ inquietante scoprire che non vi sono dati più recenti rispetto al 2013. L’ultimo rapporto del ministero di Giustizia si ferma appunto a quell’anno ( https://webstat.giustizia.it/Analisi%20e%20ricerche/DG-Stat%20Rapporto%20su%20Intercettazioni%20fino%20al%202013.pdf)

intercettazioni

Mi hanno colpito due cose del rapporto:

  1. Sono stati ridotti i costi di intercettazione, obbligando le compagnie a fornire gratuitamente gli elenchi (prima quindi dovevano essere pagati). Chiara ed ennesima prova, che con l’autorità concessa a qualcuno di legiferare e regolamentare, tutto e il contrario di tutto sono sempre possibili.
  2. A fronte di un numero impressionante di “bersagli” (“garbata” definizione giudiziaria degli intercettati), non vi è riscontro alcuno dei ritorni ottenuti dalla Giustizia. Esempio: ho speso 150.000 euro per incastrare e condannare due estorsori, che estorcevano ogni anno ai commercianti locali 50.000 euro. In tre anni “l’investimento” in intercettazioni si è ripagato. Niente di tutto questo, cioè niente dati, niente analisi, niente di niente, sebbene l’autore del report sia l’ufficio di statistica dello stesso ministero in questione!

intercettazioni-1

Cosa sappiamo delle società incaricate di effettuare le intercettazioni (manodopera, mezzi tecnici, ecc…) ? Come assicurano l’inviolabilità delle comunicazioni del bersaglio di turno? In altri termini: le conversazioni o le immagini catturate, rimangono segrete (tranne che per la magistratura) a coloro che operano, o possono lecitamente e senza disturbo, utilizzare lo stesso materiale? Di fughe di notizie e di intercettazioni dalle procure, prima ancora che addirittura una persona sia stata inquisita, sono piene le cronache dei giornali.

Concludendo. L’art.15, quindicesima (in ordine di tempo) acrobazia per dipingere di mistica un principio, che a colpi di atti motivati e altri trucchi è nient’altro che una clava.

E adesso tornate pure ad azzuffarvi per il SI e per il NO, e il 4 dicembre mettetevi in fila indiana, per il vostro corano.

Per il momento dalla cloaca itaGlia è tutto, a voi studio.

Shares

Incoming search terms:

  • spese intercettazioni telefoniche
  • spese per intercettazioni telefoniche
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi