Quindi la Deflazione era il Vostro Problema. Bene è Morta, ora Riavrete la Vostra Inflazione.

Di FunnyKing , il - 60 commenti

Dunque direi che il seguente grafico merita qualche commento:

euro-area-inflation-cpi

State osservando il tasso di inflazione medio Europeo, trainato da quello tedesco balzato al +1.7% su base annua.

E dunque anche la malvagia deflazione sembrerebbe sconfitta, vedremo se si tratta di un fuoco fatuo o di un trend consolidato e tuttavia per un attimo ipotizziamo che nel giro di un anno l’inflazione dei prezzi torni sul livello desiderato del 2% o anche qualcosa di più.

Beh a quale punto come minimo, sentendo le stronzate che ci sono state propinate da finti economisti e blog interessati, come minimo mi aspetto un nuovo rinascimento. Il ritorno degli anni 60 e la piena occupazione.

No scherzo, in realtà mi aspetto il collasso. Perché la malvagia deflazione ci ha tenuti in vita.

L’inflazione non renderà l’Italia più competitiva, ne più produttiva. L’inflazione sarà solo e solamente una maggiore enorme voce di costo per i cittadini i quali si vedranno confiscati dal combinato disposto di una pressione fiscale in aumento (perché in parte legata ai prezzi) e da rendimenti reali comunque sempre troppo schiacciati dalla BCE.

Poi una piccola questioncina ovvero il costo per gli interessi sul debito pubblico.

Non penserete mica che che i tassi su Bot e BTP se ne staranno buoni a questi livelli ridicoli per molto, con una inflazione crescente.

Lo dico in una altra maniera, visto e considerato che il tasso di interesse sui nostri titoli di Stato è legato a quello pagato dai tedeschi, non penserete mica che i tedeschi si lasceranno pelare vivi dall’inflazione al 2% con tassi sul bund allo 0,qualcosa.

Non succederà.

E comunque una volta raggiunto il target del 2% la BCE dovrà  (dovrebbe?) smettere di acquistare…. e poi?

Io mi sto preparando ad una delle più divertenti giravolte del decennio, un gigantesco cambio di narrativa sia da parte dei media sussidiati che da parte di noti economisti di Pescara e blogger in servizio effettivo permanete i quali ci hanno stracciato i coglioni per anni sull’unica fattore economico che ha preservato potere di acquisto e una parvenza di benessere per i cittadini italiani: la malvagia deflazione (Dio me la conservi in Svizzera)

Sarà bellissimo vedere il benefico effetto di tassi in crescita su Mutui, Credito al Consumo, spese per interessi. Eh si quello che ci vuole.

Ovviamente il particolare che la bassa produttività italiana non c’entra una beneamata minchia con il tasso di inflazione o la deflazione rimarrà un dettaglio. Oggi smoccolate contro la deflazione e i tedeschi, domani smoccolerete contro l’inflazione e i tedeschi.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • A. Luca B

    il punto interessante e’ che al 2 il cannone si ferma.

    e non so se avremo il tempo di arrivare a misurare l’inflazione del primo anno…

  • Tom Kindle

    Grande. È sempre colpa degli altri è sempre un complotto alle nostre spalle..

    • Martin Lutero

      É sempre colpa dei Cattivi Tedeschi. In tanti ne sono convinti…

    • FP

      La colpa è sempre dell arbitro.

  • Sbarabbapilo

    Tu ed icerbergfinanza dite due cose tot. diverse.

    • Floriana Barbini

      si con la differenza che icebergfinanza sa di quello che parla mentre fk pensa solo ai click

      • SUPERCAZZOLAPREMATURATA

        Già, analfabetismo di ritorno (chissà come avrà fatto a laurearsi) commista ad invidia del pene nei confronti di Bagnai!

  • nathan
  • Massimo

    Draghi fara’ melina come ha fatto la Yellen?

  • Semplice

    Bò, per me è ancora presto per capire se veramente l’inflazione tira su la testa.

  • Luigi za

    Credibilità della fonte del grafico? (pare essere Eurostat dopo ingrandimentoi)
    Direi che è fondamentale saperlo visto il numero di bufale interessate che viaggiano in rete.

    • Jonathan

      Su trading economics non ci sono bufale…semplicemente i dati forniti dalle varie agenzie governative…che poi siano veritieri o meno quella è un altra storia…i dati sopracitati sono di EUROSTAT…quelli che ho messo io dell’ISTAT….

  • felix garham

    STAGFLAZIONE…. questo è quello che arriverà. 😉

    • Il_disturbatore

      Tradotto, miseria per tutti

  • Alex0406

    Non capisco questo articolo…..mi sembra di aver letto che l’Italia sia in PIENA DEFLAZIONE, a fine 2016 abbiamo toccato un livello che non si registrava dal 1956, quindi di che parliamo?

    • Franco Maraschi

      Di una bufala perche’ sottointende all’italia . Diciamo che fk e’ un asso nella provocazione e quindi nell’audience.

      • Tom Kindle

        Su base mensile non è così

        • Alex0406

          Ok su base mensile, ma ricordiamoci che eravamo a Dicembre. Secondo me prima di rivedere l’inflazione in ITALIA al 2% ci vorranno anni e anni, se va bene. I problemi sono ben altri!!

          • Tom Kindle

            Si ma in Europa galoppa è questo il problema

    • Jonathan

      Ho sentito la stessa cosa sui Tg oggi…ma i dati di oggi sull’inflazione YoY mi paiono discordanti dalla narrativa… F5 https://uploads.disquscdn.com/images/8033f2a71186f493b33bcc1e65914fcb251ab9a49185533a564d297ca9f3fd02.png

  • Franco Maraschi

    Ma quale inflazione se con l’euro e la globalizzazione non fanno altro che togliere i soldi dalle tasche della gente.

  • Floriana Barbini

    io non capisco…..ogni tanto a fk gli si stacca il cercello credo……

  • Mister Libertarian

    Chi si lamenta per la “deflazione” (che poi tale non è) è il tipico soggetto che sacrifica il buon senso comune alle stupidaggini ideologiche.

    • Ronf Ronf

      Personalmente io ADORO l’inflazione zero. Meglio la stabilità delle oscillazioni.

  • si tratta solo di osservare le cose nella giusta prospettiva… finora i consumi erano stagnanti perchè la “ggggente” aspettava che i prezzi scendessero prima di acquistare, ora i consumi ripartiranno a razzo perchè la “ggggente” acquisterà oggi per evitare di pagare di più domani… almeno, così ci hanno spiegato… il fatto che fino ad oggi non ha acquistato causa “mancanza denaro”, e domani meno che mai acquisterà causa aumento dei prezzi, sembra del tutto ininfluente, ora che “finalmente” l’inflazione sarà correttamente al 2%, miracolosamente l’economia ripartirà, non si sa con che soldi… prepariamoci al peggio, il combinato disposto fra economisti fuori di melone e politici incompetenti (a qualcuno basta che siano onesti, contento lui…) ci cancellerà dalla faccia della terra…

    • Alberto Galli

      Condivido al 100%.

    • Friendly Cynic

      Gli econoscemi pensano che l’individuo medio gestisca la sua vita come un investitore di borsa.

  • Antonino Trunfio

    Niente da fare, con la neolingua l’interventismo di BCE, UE e affiliati passeranno alla storia come la piu’ grande frode della storia umana. La tragedia non sta nella frode in se’, ma nel pressoche’ definitivo intontimento di milioni di persone che chiederanno agli stessi interventisti di intervenire!
    Faremo la fine della Germania dei primi 4 mesi del 1945. Ma non ci sara’ una nuova Norimberga.

  • SDM

    L’aumento dell’inflazione non è necessariamente un segnale positivo: non mi sembra che quella venezuelana o argentina siano cose belle. Quanto ancora si poteva continuare a (barare) stampare denaro a casaccio, senza che il suo potere d’acquisto relativo iniziasse a calare?
    Ma gli effetti sull’economia non sono affatto buoni, specie se depressa come la nostra.
    Quando la BCE dovrà fermare le stampanti, chi comprerà il nostro debito insolvibile a tassi bassi??

    • Noel

      l’unico segnale positivo è quando aumenta il potere d’acquisto degli stipendi degli operai…tutto il resto è noia

    • Gian Maria Freddi

      Bisogna distinguere l’inflazione “normale” dovuta a una crescita economica (PIL) da quella artificiale dovuta a una eccessiva emissione in circolazione di nuovo denaro da parte della banca centrale (su indicazione del relativo governo).

  • ricci_nuff

    C’è stato un lieve aumento dei prezzi petroliferi legato allo storico accordo Opec di fine novembre ma di qui a parlare di reflazione ce ne corre.
    E comunque per far smettere lr rotative BCe bisogna avere un’inflazione al 2% in Eurozona che significa almeno il 3% in Germania.

  • ufo

    gli italiani sono furbi non si faranno fregare dall’inflazione , i soldi li daranno tutti allo stato cosi sarà lui a prenderlo in culo.

    • Noel

      siamo tanto furbi che ci meritiamo i politici che abbiamo:che furbizia,vero?

  • Noel

    che noia!

  • Giampi Gianci

    Proprio stasera il TG1 ha annunciato un calo dei prezzi come non succedeva dal 1959. Quando si dice le bufale…

  • Fabrizio Sb

    Secondo me già la deflazione è a due cifre se mettessero pure nel paniere il prezzo degli immobili.

    • Friendly Cynic

      Vero

    • Tommasodaquino

      Beh bisognerebbe mettere allora anche i titoli di stato, altro che deflazione

  • Rosalba48

    Stagflazione in arrivo, come nei favolosi anni’70, quelli delle BR e di Lotta Comunista?
    Certo che no! Gli effetti saranno per lo meno incrementati al cubo.
    Ma a questo punto, chiedo ai sovranisti (e senza alcuna polemica, dato che ogni giorno che passa capisco sempre più che tutto quello che avevo imparato fino a ieri è già aria fritta) vogliamo una nuova Lira più forte o più debole dell’attuale euro?
    E nel primo caso come faremmo ad ottenere tale risultato, dato che come ho appreso nel tempo, le nostre riserve auree coprono più o meno in ventesimo del nostro debito pubblico.
    Nella seconda ipotesi, Lira debole come ai tempi d’antan, riusciremo davvero a ridare competitività alla nostra economia con la sola svalutazione?
    E come fare poi con la pussy generation, abituata come è ora a spassarsela in vacanza o a recarsi all’estero anche per motivi più nobili, con prezzi tedeschi in linea con quelli italiani?
    Non prendo neanche in considerazione il blocco dei capitali che oramai dò per scontato comunque vada e per il quale vedo come unico antidoto la “gialla reliquia barbarica” e i bitcoin; ovviamente India e Cina insegnano che le mani voraci dello Stato proveranno a ghermire pure quelli, non so con quanto successo?!

    • Mister Libertarian

      Ben detto. Se penso ai commenti che scriveva qualche tempo fa (“Carcere agli evasori!”, “Viva lo Stato e lunga vita ai pensionati retributivi!”), Rosalba48 è completamente rinsavita.

      Io credo che un Veneto, una Lombardia o una Padania indipendente potrebbero tranquillamente uscire dall’euro per avere una moneta più forte, magari ancorata all’oro.

      L’Italia intera però non ce la farebbe mai ad avere una moneta solida, dato che la stampa a ruota libera diventerebbe necessaria per pagare gli stipendi e le pensioni ai milioni di parassiti improduttivi che vivono allegramente grazie alla spesa pubblica.

      Il ritorno alla liretta dell’Italia unita significherebbe quindi, in pratica, che nessun italiano che non sia enormemente benestante (cioè un membro della casta statale) potrebbe mai più permettersi di acquistare i beni e i servizi di miglior qualità prodotti all’estero.

      • chinaski137

        siete uno spasso

        • Franco Maraschi

          Vero! Il mister poi argomenta sempre in modo professionale , serio e pacato, pero’ con immani cazzate economico- finanziarie. Le loro puerili e risibili teorie economiche, fanno sempre sospettare che prendano goliardicamente per il culo chi legge.

      • Ronf Ronf

        Occhio che la Padania indipendente finirebbe fuori dalla sfera USA per entrare nella sfera franco-tedesca e quindi la Padania indipendente non sarebbe in grado di resistere senza la protezione USA, quindi i “padani” sarebbero “i terroni dei franco-tedeschi”. Invece con l’Italia unita, sia il Nord che il Sud sarebbero dentro la sfera USA e quindi quando gli USA ci daranno il permesso ufficiale di uscire dall’Euro (ti ricordo che gli USA sono il vero padrone dell’Italia fin dal 1943 e ci sono i trattati a dirlo tipo il Trattato di Cassibile dell’8 settembre 1943 e il Trattato di Parigi del 10 febbraio 1947) sia il Nord che il Sud rinasceranno (magari tramite una “nuova Mani Pulite” per annientare la classe dirigente pro-europeista).

        • Mister Libertarian

          Le considerazioni geostrategiche non sono rilevanti.

          Basta fare come la Svizzera: neutralità e basta.

          • Ronf Ronf

            Prego, vai tu a convincere gli USA a NON applicare il Trattato di Cassibile (8 settembre 1943) e soprattutto il Trattato di Parigi (10 febbraio 1947, la pace della II guerra mondiale). Prego, vacci tu: poi vediamo che fine fai (a Ustica)

    • Ronf Ronf

      La geopolitica USA prevede che l’Italia resti nella sfera USA-UK come si è fatto fin dai tempi di Yalta. I franco-tedeschi si devono rassegnare: quando gli USA e gli UK ordineranno ai politicanti italici di portare l’Italia fuori da Euro e UE, allora salterà in aria sia l’Euro che la UE perchè il nostro paese è un grande paese di tipo industriale e comunque l’Italia è sempre il principale alleato di USA e UK in Europa (cioè nel blocco continentale). Ti pare quindi che USA e UK lasceranno l’Italia al suo destino alla deriva? Certo che no: USA e UK hanno bisogno di noi per controbilanciare i franco-tedeschi nel blocco continentale europeo e infatti furono gli USA a decidere, dopo il 1945, di industrializzare l’Italia apposta per il controbilanciamento a danno dei tedeschi (Divide et Impera). Se tu ancora non lo hai capito, Euro e UE de-industrializzano l’Italia, cioè il principale concorrente dell’industria tedesca, e in questo modo i tedeschi vogliono togliere agli USA la sua arma per fare pressione sulla Germania (i francesi puntano sui servizi italici)

      • sertin sertin

        Io però non sarei tanto sicuro che gli usa( lascerei stare la uk) siano così interessati alla sola italia, per quanto geopoliticamente importante per loro. Meglio sarebbe un fronte sud alleato “anti” tedesco, con Spagna, Portogallo, Grecia e Italia (la Francia, la le Pen a parte, pare avere molta incertezza al riguardo, quindi non mi fiderei troppo). Non dimentichiamo che cmq i tedeschi potrebbero spostarsi verso la Russia e agli usa non farebbe certo piacere. Gli equilibri sono geopoliticamente delicati, ma qualcosa va cmq tentata.

        • Ronf Ronf

          Ma solo in Italia c’è la penetrazione USA-UK nella magistratura e nei mass media: Mani Pulite ti dice nulla? Senza il Trattato di Cassibile (8 settembre 1943), certe cose non sarebbero state fatte in Italia. Ergo… solo in Italia gli USA possono fare certe cose. Solo in Italia basta un giudice e un giornale a far cadere un governo (o sposarlo verso i desideri degli USA), infatti FR-GER danni stanno “reclutando” giudici e giornalisti (grazie a Obama e Hillary, i 2 che si sono fatti finanziare le loro attività politiche da Deu.Bank negli ultimi anni) apposta per “pilotare” l’Italia. Gli altri paesi da te citati o sono forti (la Spagna, pur essendo un paese economicamente debole, non è “pilotabile” come l’Italia) o sono troppo piccoli (Portogallo e Grecia) o sono rivali degli USA (Francia, dove il centrodestra tradizionale di Fillon è filo-russo ma può facilmente accordarsi con gli USA se loro gli consentono di fare il pro-russo)

  • Nicola Albano

    E vai ! Che bella l’inflazione ! Spendere uguale per acquistare meno !

  • Mister Libertarian

    Gli imbecilli keynesiani sono in imbarazzo con il paragone del 1959, perchè in quegli anni di deflazione (nel 1960 la lira italiana vinse l’Oscar della moneta più solida al mondo) c’era il miracolo economico e demografico, e l’economia italiana cresceva a due cifre!

    Poi nel 1963 sono arrivati i socialisti al governo, nel 1968 è cominciata la contestazione, e l’Italia è diventata un paese comunista, con inflazione, tasse e debito pubblico alle stelle.

    Oggi stiamo vivendo l’epilogo di decenni di folle egemonia statalista.

    • Ronf Ronf

      Non è proprio così. Già nel 1964 Nenni (PSI) dovette “piegare la testa” (Moro e la DC avevano “fatto capire” il PSI che “o chinava la testa oppure il Capo di Stato avrebbe varato il governo militare”, vedi la famosa vicenda del “Piano Solo” con i militari e il Presidente della Repubblica Antonio Segni) e “limitarsi” ad ottenere la nazionalizzazione dell’elettricità (Andreotti in seguito disse che “si dovevano, per ovvie ragioni, costruire le centrali nucleari, quindi la nazionalizzazione è stata il via libera necessario al nucleare”). Il disastro è avvenuto dopo le Politiche del 1968 con il crollo del PLI e del PSU (lista unica del PSI con il PSDI) a favore di “certa gente” a sinistra come quelli di Unità Proletaria e Democrazia Proletaria.

  • aiccor

    magari gli immobili (che “tengono” coll’inflazione) riacquistano un po’ di valore….

  • Giesse

    Sappiamo tutti che un inflazione al 2% in eurozona significa la fine dell’UE. I debiti pubblici di giganti come Italia e Francia sono insostenibili con tassi “normali” del 2 – 3%. L’unica via d’uscita è far aumentare il PIL tenendo l’inflazione vicino allo zero, comprimendo il rapporto debito/PIL a livelli più umani. Anche volendo (e non vogliono) i burocrati neuropei non sono in grado di farlo

    Faranno di tutto per ritardare il botto. Quando arriverà sarà un Big Bang economico mai visto prima.

    Ma come la Russia vent’anni dopo il 91 si è ripresa. Così i paesi europei dopo vent’anni dal botto rifioriranno.

    Certo tanti Europei dovranno mangiare patate per almeno dieci anni. Ma combattere il materialismo farà bene al corpo e allo spirito.

  • Mister Libertarian

    RadioGR24 ore 13:02: siamo in deflazione per la prima volta dopo 57 anni, a parte l’aumento di carburanti, luce, gas, acqua, utenze e poste …

    Provate a dirlo a vostra moglie che i prezzi calano. Prima però nascondete il mattarello

    • Ronf Ronf

      RadioGR24 si riferiva al dato annuale complessivo. Purtroppo la moglie che ha in mano il mattarello non fa parte del campione complessivo usato da Istat-Eurostat

    • gianluca pointo

      cazz….sono anni che lo vado dicendo, inascoltato…vabbeh…

  • chinaski137

    quanta ignoranza in un solo post… c’hai più complessi de una banda de paese…hai fatto bene a ripartire ma dovevi farlo dalle elementari

  • keynes

    l’unica cosa che possiamo fare è: ridurre i consumi superflui e tirare sul necessario per creare risparmio di autodifesa (se possibile) – se non si lavora andare via – autoprodurre il necessario se si può – non votare chi ti promette la luna e i partiti di governo – SPEGNERE QUESTE LOGORROICHE TELEVISIONI

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.