Elezioni Calcolate, 4-Marzo-2017: La Scissione del PD, Effetti e Problemi di Rilevazione

Di FunnyKing , il - 12 commenti

Commento: Se già normalmente i sondaggi politici non godono di autorevolezza, quando avvengono scissioni e nascono nuovi partiti, il grado di inaffidabilità aumenta a dismisura. Aumenta per un fattore tecnico ovvero la mancanza di serie storiche per pesare correttamente le risposte ai sondaggi stessi.

Poi c’è una questione legata all’emozione, quando nasce un nuovo partito c’è sempre un effetto WOW e una sovra esposizione mediatica, fattori che generano forti bias rispetto a quello che avverrebbe in vere elezioni ovvero dopo un periodo di campagna elettorale al calor bianco.

Detto questo, definire “nuovo partito” o “nuovi partiti” le schifezze ottocentesche fuoriuscite dal PD fa abbastanza ridere, nel medio periodo mi sa che alla fine il PD si riprenderà il grosso dei voti e potrebbe diventare anche più attrattivo per gli elettori di centro destra.

L’altra questione riguarda Matteo Renzi, in caduta libera di immagine, di forma fisica ( è un pazzo a presentarsi così in Tv, è mal consigliato?, boh) e con pezzi dello Stato Italiano evidentemente in aperto contrasto.

Ad ogni modo, dopo due settimane dalla “scissione”, la somma fra PD e partiti fuoriusciti è maggiore dell’insieme per ora.  Il Pd si attesta in media (nei sondaggi) al 27,9% i partitini che si formerebbero sono dati tra il 4% e il 5%, totale dal 32% al 33%, molto più del 30-31% del PD delle settimane pre-scissione.

Ma come vi dicevo è tutto un gioco di fumo e specchi. Ci vorranno un paio di mesi per capire veramente quale sarà il nuovo trend.

Anche l’M5S perde (nei sondaggi) consensi verso i nuovi partiti ex-PD.

Vedremo nelle prossime settimane.

Buon divertimento:

 

 

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Massimo

    questo PD,senza l’ala sinistra, e’ sovrastimato
    non governerebbe neanche con i FI

    • Ronf Ronf

      Guarda che se mettono la soglia di sbarramento al 5% come in Germania, PD e FI avranno la maggioranza (per pochi seggi) se rimangono al di sotto della soglia la Meloni, l’estrema sinistra e i centristi (NCD e frattaglie varie). Se invece, come infatti Berlusconi teme, la Meloni entra in Parlamento (facendo la lista unica con Fitto, Caldoro, Quagliariello e Musumeci apposta per togliere voti a FI al Sud), il governo passa al M5S perchè a Fratelli d’Italia e alla Lega conviene votare con loro, se non altro per mandare a casa PD e FI (i centristi saranno fuori dall’Aula)

      • Massimo

        tutto puo’ essere
        ma renzi non arriva al 2018 con un partito dal 28%

        • Ronf Ronf

          Leggi qua il tabellone. Se la somma tra Lega, M5S e Fratelli d’Italia supera la somma tra PD e FI, allora chi va al governo secondo te?!? Sappi che con il sistema del 5% (cioè il sistema tedesco) gli unici che contano sono i partiti sopra la soglia visto che gli altri avranno zero seggi. Prova a fare tutte le simulazioni (attualmente con quello che resta dell’Italicum la soglia è del 3% mentre alle Europee è del 4%) e quidni fai F5 con la tastiera per vedere il tabellone di oggi (4 marzo 2017) su Repubblica, lo vedi qui sotto?

          https://uploads.disquscdn.com/images/6c1a44c07f71c9f0330d28734c9fbb8b3333217da0e7cc614fbd9ea7ca4e5f44.png

          • Massimo

            io ho capito quello che dici

            vedremo alle prossime amministrative se renzi ha tutto quel consenso

          • Ronf Ronf

            Occhio che alle Comunali devi fare la somma tra PD e “Lista per il Sindaco”. Mi spiego: Firenze, 2014. Nello stessa giornata il PD a Firenze ebbe due risultati diversi tra Comunali ed Europee per il seguente motivo: alle Europee tutti gli elettori del PD hanno dato il voto al PD, ma alle Comunali un pezzetto degli elettori del PD ha dato il voto alla “Lista Nardella” (cioè la lista collegata al PD per i candidati civici a sostegno del candidato a Sindaco Nardella) e ti faccio notare che la somma tra PD e Lista Nardella alle elezioni comunali combacia alla perfezione con il voto europeo per il PD.

  • Consulente dei nuovi schiavi

    Non ho un ‘idea precisa di cosa accadrà ma posso anticiparvi questo sul congresso del PD: Renzi è probabile, suo malgrado, che avrà due liste: una area Dem e l’altra che non si riconosce con l’area Dem, quindi sia più a sinistra che liberal (ahahahahh io sosterrei questa giusto per rompere le balle per bene), nel nuovo carro del Renzi in versione umile (ecco spiegato l’autogol di immagine) saltano anche l’area del ministro Martina e udite udite Fassino
    … tramite la seconda lista. Poi viene Orlando, che sarà votato da Cuperli e Bersaniani perché gli iscritti nn sono usciti e chiederanno ai non iscritti e ai votanti di altre forze poLLitiche di Sx di votare per Orlando (alle primarie) in modo da avere un piede dentro al PD pur costruendo la nuova forza politica dAle-Magna Magna fuori (certo che il baffetto arraffatutto è proprio furbo, ha già messo le mani avanti dicendo che gente di dx andrà a votare Renzi ben sapendo che quello che conta è il voto degli iscritti al congresso e non le primarie perché l’assemblea nazionale e la direzione nazionale la votano solo gli iscritti ihihihihih e gli iscritti Cuperli-Bersaniani non sono usciti e voteranno la lista di Orlando ahahah). Poi viene la lista di Emiliano e vabbeh è solo per indebolire nuovamente Renzi perché alla fine ci saranno cmq quattro correnti in assemblea e direzione. Le primarie contano come il due di picche a ben vedere, i giochi in partito si fanno in direzione nazionale che decide le candidature (quello conta ragazzi!) Renzi avrà come minimo due padroni se non tre per avere la maggioranza. Unica salvezza per lui prendere più di 50% alle primarie. Ah che roba il PD ahahah e alla fine, secondo me, alle elezioni poLLitiche dipenderà tutto da legge elettorale e gli altri partiti, cmq il PD va dritto per la sua strada e a modo suo si rinnova e mescola nuovamente. PoLLitica itaGliana (sottofondo musica spot poste itaGliane).

  • Rifle

    Il punto saliente è:
    una volta fatte le primarie, Renzi (se vincente) ha lo spazio temporale per poter indire nuove elezioni in giugno?

    Se sì, le percentuali rimarranno più o meno quelle dell’ultimo sondaggio e molti dei suoi avversari non faranno neppure in tempo a riorganizzarsi.

    Se no, se ne riparla tra un anno e chissà come saranno cambiati gli scenari nel frattempo.

    • Consulente dei nuovi schiavi

      Dipende dal voto degli iscritti del PD, solo gli iscritti votano le liste collegate dell’assemblea nazionale che nomina la direzione nazionale che è l’unica che decide le candidature. A seconda di quale sarà la direzione uscente votata dagli iscritti si vedrà se andare ad elezioni o meno e quando e con chi e con quale legge. Le primarie contano ma non troppo e solo in caso di percentuali bulgare.

  • andrea rossi

    PD mi sembra sovrastimato…

  • nathan
  • Hannibal Lecter

    Oggi i sondaggisti potrebbero anche cambiare mestiere, prossimamente ci saranno delle belle sorprese francia olanda, lasciamo stare la germania i celebrolesi abitano tutti la. Per quanto riguarda l’inghilterra (CHE NON MI SONO MOLTO SIMPATICI) PERO’ HANNO UN MERITO: SONO TENACI E HANNO LE PALLEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!! E LE USANO MOLTO BENE, DIVERSAMENTE DA NOI: ALLEGRI DURI IN CASA, FUORI FACCIAMO GLI SPLENDIDI TONNI NELLA RETE, MAH, CHE PAESE ……………………LA PAROLA APPROPIATA METTETECELA VOI.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi