John Calhoun e il programma “esperimento 25” cosa c’è dietro l’immigrazione

Di Nuke The Whales , il - 51 commenti

https://en.wikipedia.org/wiki/John_B._Calhoun Programma molto interessante: il ricercatore fu il primo a studiare seriamente le dinamiche dell’accrescimento della popolazione, dimostrando attraverso un allevamento di topi in condizioni ideali (cibo a volontà, controlli veterinari, spazio in abbondanza e assenza di predatori) che alla fasce di crescita della popolazione seguono poi dinamiche complesse. Queste sfociano in poche generazioni nell’apatia, nel rifiuto del sesso da parte di molti maschi e nell’estinzione, preceduta da un folle periodo di omosessualità e cannibalismo. In poco tempo i topi morirono di vecchiaia, senza più riprodursi, e anche se ne vennero prelevate alcune decine disponendoli in un altro habitat diverso, morirono lo stesso senza riprodursi. Il motivo principale di questo dramma sarebbe una scarsa deriva genetica, ovvero il fatto di esser partiti da sole quattro coppie di topi. Un fenomeno conosciuto in genetica, che dimostra che una popolazione senza sufficiente differenza genetica e sufficienti componenti iniziali non può sopravvivere. Niente Adamo ed Eva, spiacente!

Durante i suoi studi, Calhoun coniò il termine behavioral sink https://en.wikipedia.org/wiki/Behavioral_sink – sprofondamento comportamentale – per descrivere la patologia comportamentale che deriva dal sovrappopolamento: egli temeva che gli stessi risultati ottenuti con i topi, fornissero anche un oscuro presagio sul futuro dell’umanità (boom demografico e risorse a disposizione).

Così gli eurocrati hanno pensato che inserire mediorientali musulmani (i ciabattanti) e negri (gli amanti del welfare) in Europa, poteva essere un modo per contenere la decadenza e rinnovare il patrimonio genetico. Vah, fa sempre bene rinfrescare il patrimonio genetico! A Bruxelles hanno pensato che le donne bianche avrebbero gradito i “super dotati big bamboo” oppure avrebbero apprezzato “la lunga durata dei pisellini circoncisi”. Aspettiamo e vediamo se hanno ragione, ormai l’esperimento è partito… e presto vedremo come si sviluppa il meticciato.

I russi stanno ripetendo l’esperimento ripetutamente dal 1992 e, malgrado questo, non gli è mai passato per la mente di fare entrare nuove “risorse” africane, dato che al massimo permettono di rimanere gli immigrati provenienti dalle repubbliche ex-sovietiche e gli immigrati asiatici (ma solo di certe nazioni, capiamoci bene: filippini, indonesiani e cinesi…). Forse loro sanno qualcosa che noi non sappiamo e hanno introdotto esperimenti matematici certi, certificati e qualificati.

Molti studiosi hanno dimostrato che un mondo sempre più popolato crea nichilismo e disordine nelle città popolose, esattamente come era successo in Universo 25 dove non aveva ucciso la fame, ma le persone sviluppano la tendenza ad autodistruggersi o a non riprodursi. Sono ancora molti gli scienziati che studiano la teoria di Malthus, ma con un nuovo sguardo: più sovrappopolazione, più fame e una società dove le persone distruggono se stesse, in linea col modello dei topi.

Ma anche la genetica e l’alimentazione sono due fattori che influiranno molto, ovvero dobbiamo porre attenzione al legame tra ciò che mangiamo e il nostro codice genetico. Nuovi studi legano il DNA e la ricerca di biologia molecolare (https://www.barillacfn.com/it/magazine/cibo-e-salute/alimentazione-e-genetica-si-influenzano-a-vicenda/), sono nate nuove scienze come: la nutrigenomica, la nutrigenetica e la nutraceutica. Queste studiando i legami tra la salute di ciascuno, la dieta alimentare e le basi genetiche. Gli alimenti che mangiamo sono direttamente collegati con le molecole che possono influenzare – in modo diretto o indiretto – la possibilità di sviluppare malattie legate al DNA. Il cibo influenza i geni e può modificare la salute, migliorandola e deteriorandola. Quello che mangiamo può essere uno strumento per spingere il patrimonio genetico in una direzione specifica, in questo caso non si modifica la sequenza o la struttura del DNA, ma si parla di far funzionare in modo diverso un gene (i geni possono modificare la capacità di produrre proteine). Il cibo influenza i geni coinvolti in: processi digestivi, assorbimento di nutrienti, stati di infiammazione, reazioni del sistema immunitario, crescita delle cellule, e sviluppo di malattie come cancro, Alzheimer o diabete.
Ma se è vero che il cibo influenza il DNA, è anche vero il contrario: il patrimonio genetico di un individuo può determinare anche risposte differenti sul fronte al medesimo nutriente. Un determinato alimento può avere un effetto molto differente da una persona all’altra grazie al DNA e alle differenze chiamate SNP (polimorfismi a singolo nucleotide) che sono presenti nei geni e che possono influenzare in modo rilevante i differenti processi legati all’assunzione dei nutrienti. Differenze del DNA che hanno rappresentato spesso un vantaggio evolutivo.

Però una cosa va ricordata, https://it.wikipedia.org/wiki/Deriva_genetica: le popolazioni che migrano possono osservare l’effetto del fondatore, che si verifica quando pochi individui con un allele raro nella generazione originale possono produrre una popolazione che ha frequenze alleliche che sembrano essere in contraddizione alla selezione naturale. Gli effetti del fondatore sono spesso ritenuti responsabili delle alte frequenze di malattie genetiche.”

Coincidenze, dannate coincidenze. Emh, noi in Europa ci divertiremo a fare da cavie (topi) a questo immenso laboratorio che è la genetica, i risultati molto presto si vedranno. Contenti voi!?

NUKE & Alessia http://liberticida.altervista.org/

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • marcoferro

    da un poco quando penso all’europa, ai suoi governanti non eletti da nessuno e alle politiche che stanno usando sia in campo monetario, che a quelle dell’immigrazione clandestina, oppure nella ridicola politica estera incarnata da morticia mogherini mi viene in mente un’immagine tratta dalle corti del ‘600 o del ‘700, quando la nobiltà che non conosceva il concetto del lavarsi usava sudare, cagare, pisciare, senza mai pulirsi – il bagno era inaudito. Elisabetta I d’Inghilterra una volta dichiarò “Ho incontrato il Re di Francia, puzzava come una capra. Io mi faccio il bagno una volta all’anno, ma questi francesi non potrebbero farlo anche loro?”. Cosa facevano a quei tempi per sopprimere l’olezzo demoniaco che emanavano? Si spruzzavano profumo sulle pelli puzzolenti, che però tornavano mefitiche alla seconda defecazione o al primo sudore, e allora questi nobili vi spruzzavano altro profumo, poi cagavano ancora e poi altro profumo… in un circolo vizioso da vomitare, sinceramente. senza dimenticare quelle parrucche infestate di parassiti e la cipria che mettevano per coprire le macchie causate dalle malattie. Loro oggi fanno questo spruzzano profumo sui miasmi che emanano, ma inutilmente puzzano sempre di più. sarebbe venuto il momento per una bella doccia ormai…..

    • paolosenzabandiere

      Scusa il tono ma serve per capire. Il saper di sudore, di merda e piscio come tutti gli animali non fece scomparire i re “franciosi” e i loro sudditi che continuarono ad allargare le cosce e a stringere le chiappe come i più nettati “inghilesi”, e ovviamente a figliare.

      Il problema è che questi nostri governanti la merda vera l’hanno nel cervello. Per esempio deve essere geniale la soluzione adottata da certe “devastanti” sociali di togliere i figli alle famiglie povere per affidarli a istituzioni discutibili, molto discutibili, alla Modica cifra di oltre 3000 € al mese, che come tutte le dotte scimmie sanno producono un enorme risparmio rispetto agli ipotetici 500€ che sarebbero servite per rendere economicamente normale quella famiglia povera.

      • Guido Perrone

        ma nel frattempo gli stessi 500 moltiplicati per cinque li danno alla famiglia afro del pianerottolo accanto

        • paolosenzabandiere

          Eh già, poi dicono che la colpa se ti passa la voglia di far figli è esclusivamente tua.

      • marcoferro

        concordo con te, certe istituzioni servono proprio per complicare le cose semplici… anzi oltre al danno la beffa, adesso li volgiono dare solo a coppie di sodomiti fregandosene dei diritti dei bambini ad avere una mamma e un papà.

    • Angel

      Elisabetta I° soleva intrattenere gli emissari diplomatici europei sedendo sul suo personale “vaso stercorario”, adagiando tutt’attorno le sue sontuose vesti.

      C’è da dire che gli odierni sudditi di Elisabetta II° non sono cambiati poi così tanto, a prescindere dalle “risorse” di recente introduzione.

  • Rosso di sera

    Finalmente un articolo interessante: l’interazione fra il patrimonio genetico e l’ambiente circostante (nutrizione, ambiente, inquinamento, sovrappopolazione, etc). Questi giorni ho girato un po’ per Cialtronia, ed il panorama sconfortante delle altre città che ho visitato, induce certamente all’autodistruzione. Abbiamo già varcato le porte temporali del Nuovo Medioevo, il viaggio è cominciato e noi qui non avremo la possibilità di rivedere un Nuovo Rinascimento. Sarei davvero curioso di vedere come sarà Cialtronia fra -non dico 500 anni- ma solo nel 2100….

    • deadkennedy

      Anche prima…. bastano 20 anni per vedere cambiamenti radicali nel tessuto socio economico.

      • Rosso di sera

        Beh, già girando per varie città del Nord, Bergamo, Milano, Torino, Brescia, ho visto il deserto industriale, ed ho visto nelle stazioni la ricchezza portata dalle NR.
        Poveri i nostri bambini, che vitaccia che faranno!
        Cresciuti nel brodo politically correct, saranno schiacciati dalle NR che di politically correct non ne sanno nulla, e povere bambine, carne da preda dei su menzionati big bamboos.
        Mi meraviglio che Fabio Testi, dopo la sua uscita sui bordelli e contro la B. Santa Protettrice dei Migranti, non sia ancora stato deferito al Tribunale della Santa Inquisizione Femminista dalla Psico-Polizia del Pensiero Democratico…

        • deadkennedy

          Concordo su tutta la linea, sono quotidianamente in almeno 2 delle stazioni citate e se le paragono alla.metà degli anni 80 (inizi univerietà) l’unica differenza sono gli animali sociali: siamo passati dagli eroinomani ai “pitecantropi”

        • gianni

          pero’ forse i bambini di oggi su un aspetto se la passeranno meglio di noi perche’ essendo poveri non avranno la merda di televisione , videogiochi , internet e smartphone , e forse neanche droga e alcool

          • GattoMaculato

            Droga e alcool che imperversano inarrestabili nei paesi dove la povertà è una piaga, e sempre imperverseranno. Solo i pazzi possono fare l’elogio della miseria.

      • gianni

        si , fra 20 anni i 20 milioni di vecchi italiani saranno quasi tutti morti e al loro posto immigrati , io immagino un italia fra 20 anni dove la maggior parte della gente non sara’ italiana , la maggior parte della gente non lavorera’ e ci sara’ poverta’ di massa

  • Alkrin

    infatti gli immigrati seconda generazione hanno un tasso di fertilità identico a quello degli indigeni; con certe fesserie scriveteci i romanzi di fantascienza, non articoli parascientifici

    • Rosso di sera

      Non è proprio così immediato il processo di perdita della fertilità… il processo di sostituzione etnica-genetica richiede certamente tempi lunghi, ma qui i goveni danno una grossa mano all’adattamento genetico, direi…
      Poi questo non è un blog di scienze naturali, chi vuole e chi è interessato, può sempre consultare testate specialistiche, giusto?

      • Alcoor26 .

        Un pò come dire:”noi qui scriviamo caxxate, chi è interessato vada su un blog scientifico”. Livello: scie chimiche

        • deadkennedy

          Eppure l’atmosfera la stanno impestando di aereosol… poi chi lo faccia e perchè è solo un dettaglio.

          • gianni

            le scie chimiche le possiamo collegare all’ articolo : siccome siamo troppi e inutili ci fanno morire prima con le scie chimiche

          • deadkennedy

            può anche essere… ormai non si vergognano nemmeno a dirtelo in faccia

          • gianni

            Nell’ inaugurazione del tunnel del san Gottardo si sono rivelati apertamente al mondo che sono una mafia malefica misantropa , se non lo hai visto cercalo su youtube , e’ impressionante

          • deadkennedy

            Si si rimpiango Crasso in queste occasioni, o meglio sarebbe un trattamenyo alla tito tipo 70 dc

          • nathan
        • Angio’ mi sa che ti mando a cacare… Leggi i link pirla.

          • Alcoor26 .

            Non sono il solo che la pensa così. Questa è un’accozzaglia di qualche nozione scientifica romanzata al bar.

            Anche leggendo i link, ti pare forse che la popolazione mondiale sia in overcrowding e quindi che inizi a mangiarsi come fanno i topi??? Oppure è esplosa la demografia è sta ancora salendo??
            Ma poi, si può paragonare l’umanità ad una colonia di topi???
            Gli europei non fanno figli perché sono senza soldi e si ritrovano in una società che non è la “loro” quella dei loro padri, con divorzi, sesso facile, etc oppure perché sono in overcrowding????
            E, dai, non ci credo che anche tu sia d’accordo con alessia che l’emigrazione sia per migliorare la specie, anziché per cancellare le identità dei popoli.
            Anche perché gli europei non fanno meno figli in quanto europei o per DNA, ma per cultura-possibilità economiche.
            E la stessa (IN)cultura “occidentale” viene propagandata agli immigrati e a riguardo delle loro situazioni economiche, non c’è neanche da parlarne.

            Sulla mutazione del DNA in base a quello che mangi è semplicemente pazzesco!!!! Qui la mutazione viene data al 100% nel corso della vita in base a quello che mangi, mentre in realtà la mutazione avviene in maniera quasi casuale, prima in un individuo e poi può esser trasmesso agli eredi, in modo che per essercene in giro in discreto numero con quella mutazione, ci vogliono diverse generazioni. Che poi, potranno avere una dieta diversa, e che quindi la mutazione può valere una cippa….

            Ed in fatti se noti, a parte qualcuno che la pensa come me, questo articolo è commentato da chi crede nelle scie chimiche.
            Perbacco!!

  • Alcoor26 .

    Non so se sia più ridicola-imbarazzante la prima parte secondo cui le elites avrebbero voluto l’immigrazione per migliorare la razza o i mutanti (si il cambiamento del dna vuol dire che le persone mutano) in base al cibo nell’arco della vita di una persona.
    Questo pezzo è di livello “scie chimiche”, forse meno.

  • Il_disturbatore

    Intanto l’Austria ha detto basta,… nessuno fiata, Orban si era preso i migliori epiteti.
    Solo quelle merde del PD continuano imperterriti ad andarne a prendere… hanno urgenza di sistemare i bilanci delle coop rosse che senza i 4,2 mld annui fallirebbero.
    Oltre ad essere istigatori di suicidio di massa, eh si perché mettersi in mare con un canotto consapevoli che qualcuno arriva come pianificato, comporta qualche rischio, I problemi li lasciano poi agli autoctoni.

  • gianni

    a ecco perche’ non voglio figli e sono misantropo

    • nathan

      E la cosa esilarante è che se lo chiedi a tutti coloro che li concepiscono, pur di non ammettere che lo fanno esclusivamente per darsi un ridicolo scopo sociale e la possibilità di plasmare ed esibire in vetrina una propria creatura agli altri (e garantirsi ove possibile badanti gratis nella vecchiaia, ndN), ti risponderanno impettiti e senza cognizione di causa alcuna che lo fanno per la mitica prosecuzione della dannosa specie (non hanno l’istinto sessuale di accoppiamento, ormai slegato da tutto il resto, no.. secondo loro hanno l’istinto di mamma e papà, che tenerezza), per vaneggiamenti come l’immaginario amore (ovvero mistificazione sociale del sesso e della comodità) e stracazzate simili condite da infinite ed inascoltabili amenità con cui si sono cotti i neuroni.
      Se la natura avesse un cervello centralizzato e non si affidasse al caso ordinato degli eventi, avrebbe già spazzato via qualche millennio fà un essere inutile (tranne che per se stesso), parassita ed infestante per lo sfigato pianeta a cui è toccato, come l’uomo.
      Ovviamente adesso il parassita in crisi si domanda in tutti i modi come durare il più a lungo possibile e convivere con gli altri parassiti il più pacificamente possibile (provandoci con regole socio economiche sempre più inutili), ma questo è del tutto irrilevante per l’inesorabile risultato finale.

      • Fabrizio Bertuzzi

        oppure fai i figli quando te lo senti e poi vedi cosa succede. le sorprese sono il sale della vita. 🙂
        cmq e’ vero quello che dici, in occidente funziona cosi’, fa parte della crisi dei valori.

        • GattoMaculato

          Fuori dall’occidente invece non c’è la crisi dei valori, ma dell’intelletto in toto. Almeno qua c’è chi si fa qualche domanda, se sia il caso di fare figli senza senso “per vedere cosa succede” (sulla pelle altrui), altrove li sfornano e basta, come gli animali, di quali valori parli, della schiavitù della donna sfornafigli e degli uomini fannulloni che dalle donne si fanno mantenere?

      • gianni

        Dai Nathan , cerchiamo di non essere cattivi , la verita’ e’ che l’ umano e’ quello che e’ , quelli come te e me per i pensieri che abbiamo non facciamo figli , ognuno fa quello che vuole , io l’ umanita’ la vedo come un unica coscienza-famiglia

        • nathan

          Non è cattiveria, è realismo.

  • gianni

    infatti qui in italia ad essere cosi’ tanti ci assomigliamo tutti un po’ ….. che schifo

    • Fabrizio Bertuzzi

      si assomigliano tutti nella finzione. e’ facciata, se ognuno riuscisse veramente ad essere fuori com’e’ dentro sarebbe tutta un’altra storia.
      il dio TV ha lavorato bene…

      • gianni

        Vero

  • ws

    il più grande esperimento del XXI secolo: mettere TANTISSIMO cavolo per “migliorare” il ragù.😈

  • Flambeau

    Ma dove c’è scritto che il tutto è causato da scarsa varietà genetica? Non trovo nulla a riguardo.

    Interessante l’esperimento (che non conoscevo) interessantissime le osservazioni fatte; ma lo studio delle cause puzza molto di confusione tra correlazione e nesso di causalità. Un bel post-hoc-ergo-propter-hoc

    • Quattro coppie di topi all’inizio di ogni esperimento. Dopo poche generazioni il numero cala bruscamente. C’È scritto nei link

  • Edoxxx

    Come dire……

    OGNI SCUSA E’ BUONA PER AFFIBIARCI I RIFIUTI UMANI!

    20 anni fa ne avevamo BISOGNO per le fabbriche……

    OGGI ne abbiamo BISOGNO per SOSTITUZIONE DEMOGRAFICA!

    Fra 20 anni saremo quel 20 % che dovranno mantenerli.

  • Fabrizio Bertuzzi

    non ci ho capito molto dell’articolo ma rimango sempre poco interessato quando si cerca di spiegare tutto solo da un punto di vista materiale. secondo me e’ proprio l’eccessivo interessamento al materiale che ha scatenato la crisi, anche poi sul piano materiale.
    metterci in balia della genetica o quant’altro significa accettare di essere dei robot, di non poter decidere niente, ad un livello animale o poco piu’. non ci siamo…

  • paolosenzabandiere

    QUESTA E’ UNA FAKE NEWS DEGNA DEI TG

    Quindi leggendo questo articolo, che fa il paio con le accuse di bamboccioni e sfigati fatte ai giovani, si deduce che la colpa di questo stato di cose è dovuta al fatto che non si tromba più, soprattutto non si tromba più per fare figli? Geniale, come non averci pensato. Peccato che a leggere quanto detto dal ricercatore, si evince qualcosa di leggermente differente.

    Perché in pratica dice questo e non altro: “Il motivo principale di questo dramma sarebbe una scarsa deriva genetica, ovvero il fatto di esser partiti da sole quattro coppie di topi. Un fenomeno conosciuto in genetica, che dimostra che una popolazione senza sufficiente differenza genetica e sufficienti componenti iniziali non può sopravvivere”. Allora qualcuno mi spieghi perché noi razza bianca europea avremo bisogno di altri apporti genetici, con tutti i trasferimenti di popoli a cui abbiamo assistito, subito, o partecipato? Poi farlo con con l’afgano, l’arabo, o il nero che spesso da millenni l’unica novità genetica a cui hanno assistito è il susseguirsi
    delle stagioni, cioè il nulla. La verità e proprio nell’esatto contrario, e quanto a differenza genetica noi ne abbiamo da vendere, resta una sola grande differenza.
    In tutte le società povere,in tutti i sensi, anche di spirito, si tende a fare un maggior numero di figli, più ci si evolve e più l’innata voglia di farli diminuisce, ma parzialmente, tant’è che oggi arriviamo al paradosso che anche i gay vogliono scimmiottare i rapporti etero (che anche molto omosessuali part time hanno) e pensare di far figli.

    Certo che se il quaranta % dei nostri giovani non ha lavoro, tranquillità, sicurezza sociale, vederli desiderosi di metter su famiglia la vedo dura. Come vedo dura tagliare servizi, scuole, ai bambini e ai loro genitori, e poi che questi a cuor leggero possano pensare di far altri bambini oltre quello per il quale una società ignobile
    gli crea già oggi una marea di problemi. Ma questa classe politica è arrivata, con le sue devastanti decisioni, a togliere i bambini alle famiglie povere, con la complicità degli “scassanti sociali” preferendo dare oltre 3000€ alle organizzazioni “scassa famiglia” piuttosto che dare un contributo economico alle famiglie disagiate. La stessa improponibile classe politica che preferisce spendere decine di miliardi per le “risorse” che non vedono l’ora di imporci il loro modo di pensare.

    Spiace vedere che RC, spero involontariamente, si sia prestato a questo gioco.

    • formic

      io penso che il precariato e la crisi siano il miglior anticoncezionale

  • Ronf Ronf

    Là a Bruxelles hanno pensato che le donne bianche avrebbero gradito i “super dotati big bamboo” ——–> visto come è andato a finire (malissimo) l’unione tra Antonella Clerici e il suo Eddy (con cui la Clerici ha fatto una figlia… e una montagna di corna) mi sa che la risposta è NO, l’esperimento è fallito (cioè, la Clerici ha avuto la figlia… ma pure le corna)

    • formic

      ma le oche son contente cosi,
      e di oche starnazzanti è pieno il mondo

    • Caio Giulio

      Anche questa storia dei superdotati è un mito, basta guardare l’industria del porno dove il 90% sono bianchi e non li scelgono certo perchè sono carini 😉

  • Caio Giulio

    Se fosse vero lo studio, certi si sarebbero già estinti da secoli, mentre ancora ne vediamo tanti ed in posti importanti.

    • paolosenzabandiere

      Un popolo che inizia con la lettera I di imbe? No, sono troppo impegnati a studiare comportamenti animali e a redigere rapporti. Forse E di ebrei? No, non è possibile quelli si sono sterminati da soli tanti incroci fa, come dice il sommo vate ricercatore. Chissà cosa ne pensano su Gaia…

  • Lucio

    Non è che semplicemente siamo fatti in maniera tale da bloccare autonomamente la crescita della popolazione per salvaguardare pianeta e razza umana stessa?
    Immaginatevi un mondo in cui si allunga la vita media e poi ci si ritrova ad essere 50 miliardi, poi 100, poi 1000 nello stesso pianeta. Ci estingueremmo prima per altri motivi.

    Quindi o dentro ogni specie c’è un sistema auto livellante oppure i topo non ci azzeccano un cazzo e questa ricerca è una stronzata pazzesca.

  • Alleva Torelli

    ecco perchè i nostri progenitori dai quali abbiamo ottenuto il codice genetico non si riproducono piu’… non trombano piu’… troppo benessere e troppa tecnologia fa passare la voglia?… allora siamo destinati… 😉

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi