Moneta Digitale: #Bitcoin La Strada Verso il Fork

Di FunnyKing , il - Replica

banner_spi_01

Se conoscete bitcoin e leggete Moneta Digitale su Rischio Calcolato dovreste sapere cosa sta accadendo, per i pochissimi (quei 2 o 3 al massimo)  in di voi che non lo sanno faccio un riassunto per punti:

  1. Bitcoin ad oggi non può soddisfare la richiesta di transazioni sulla sua blockchain se non discriminando in base al prezzo di transazione, al massimo la blockchain di bitcoin emette blocchi da 1 mb ogni circa 10 minuti, e quindi al massimo valida circa 350.000tx al giorno (quando va benissimo).
  2. Le proposte per fare scalare verso l’alto la capacità di validare transazioni sono essenzialmente di due tipi, a) on-chain, attraverso l’aumento delle dimensioni del blocco oltre 1mb, e b) off-chain con sistemi che permettano di fare molte transazioni di segno diverso su canali di pagamento e che si compensino di tanto in tanto sulla blockchain (magari a fine giornata)
  3. Il motivo di dissenso fra le due visioni è economico (non politico o di principio), bitcoin-core l’attuale gruppo di sviluppatori che manutiene il client maggioritario di bitcoin è dominato da una società privata chiamata Blockstream (gli sviluppatori più mportanti sono a libro paga di Blockstream)  che ha interesse a spingere per transazioni off-chain che nello specifico usino i suoi prodotti proprietari.
  4. Dall’altro lato della barricata esiste una diversa versione di bitcoin che può abilitare un Hard Fork in grado di fare scalare verso l’alto la dimensione dei blocchi in accordo alla volontà dei miners. Si chiama Bitcoin Unlimited (BU da ora). BU  è il terzo tentativo di fare scalare bitcoin on-chain con un Hard Fork, dopo Bitcoin XT (Blocchi da 8 mb) e Bitcoin Classic (Blocchi da 2 mb)
  5. Bitcoin Unlimited sta ottenendo uno strepitoso successo e mentre scrivo è segnalato come client di riferimento dal oltre il 34% dei miners (intendendosi il 34% della potenza totale di rete)

Comunque la vogliate pensare, e come sapete io non nascondo la mia totale avversione per Blockstream/Core, un fork di bitcoin è assolutamente possibile nei prossimi mesi. Non è più una eventualità remota.

Possono succedere 3 cose :

  1. Che la rete forki su Unlimited
  2. Che Bitcoin/Core accetti un compromesso e aggiorni il propio client a 2mb come peraltro prospettato in una nota riunione l’anno scorso.
  3. Che la rete alla fine decida per l’attivazione dei Segwit e cerchi di scalare con transazioni off-chain in accordo ai (malvagi 🙂 ) piani di Blockstream

Quello che non può più accadere, a mio parere, è che le cose rimangano bloccate così a lungo (per lungo intendo un alrro anno) senza una forte dis-adozione di bitcoin e un crollo del suo valore economico. Come ho avuto modo di dire molte volte, le cose sono cambiate con l’affermarsi di ethereum (e potenzialmente di ZCash) esistono alternative percorribili con i loro pro e contro.

Farò molti interventi su questo argomento, perché molte sono le cose da dire.

Per ora mi limito ad alcuni concetti base:

  1. I miners sanno benissimo che forzare un eventuale fork con un piccola maggioranza di consenso su Bitcoin Unlimited porterebbe al disastro di uno split in due coin ingestibili e lentissime, quindi ad un crash dei prezzi. Quindi prima che avvenga un tentativo serio di fork ci vorrà come minimo una super maggioranza di miners che segnalano Bitcoin Unlimited, a mio parere non meno del 80%.
  2. Un fork che avvenga con almeno l’80% della potenza di rete lascerebbe la rete perdente in condizioni di essere ingestibile, con blocchi che si genererebbero in non meno di 50 minuti l’uno e mesi e mesi prima di una normalizzazione.
  3. Ad oggi comunque (so che questa opinione non è molto condivisa) credo che l’aumento del segnale dei miners su Bitcoin Unlimited sia una forma di legittima pressione su Bitcoin Core perché rilasci una versione con blocchi da 2MB, tuttavia la finestra di opportunità per questo scenario si restringe mano a mano che Unlimited raggiunge e supera la maggioranza (semplice) della potenza di calcolo.

Dal punto di vista del prezzo di bitcoin (so che vi interessa) queste notizie e questo stato di fatto NON è una buona cosa sia per la speculazione pura che nell’incertezza vende, sia soprattutto per l’ecosistema che magari oggi anziché investire su bitcoin può essere tentao di aspettare o investire su ethereum.

Il possibile fork di bitcoin a livello mediatico è stato coperto dal rumore del possibile arrivo dell’ETF dei fratelli Winkelvoss, tolto di mezzo quella opzione (per ora), emerge lo stato della rete, intasata, lenta, costosa e che necessita di una soluzione.

E i prezzi si stanno adeguando.

p.s.

di bitcoin noi ne parliamo qui, su telegram, https://t.me/joinchat/AAAAAEFXGlsK7A53vDPAvw

di ethereum e del suoi token noi ne parliamo qui, su telegram, https://t.me/joinchat/AAAAAEKGbPSZ8RXydlNsFg

 


BLOCKCHAIN TOP
Investire in Ƀitcoin, Ethereum e le altre criptovalute, in modo semplice, veloce e pratico. Ora puoi!

⇒ Scarica GRATIS il piano d’azione ⇐


Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi