Olanda, Wilders Non ha Vinto e Neppure ci si è Avvicinato

Di FunnyKing , il - 182 commenti

Questo è un post pericoloso perché basato su 3 exit poll e un conteggio molto parziale dei voti…..

Quindi facciamo finta che i sondaggi ci abbiano (per una volta) pres0, e Wilders abbia a mala pena preso il 13% dei voti e 19 seggi in parlamento, secondo o terzo partito dopo i Liberali Europeisti dell’Alde Olandese (quelli con cui M5S avrebbe voluto andare a allearsi, quelli di Mario Monti… per dire) e i Cristiano Democratici.

Ecco supponiamo sia andata così.

Beh c’è poco da dire, in Olanda i Socialisti sono stati distrutti, ma gli Olandesi non hanno votato per uscire dall’Europa e dall’Euro e neppure per un più stretto controllo dell’immigrazione.

Wilders ha fatto un buon risultato ma niente di rilevante.

Ci vediamo in Francia ad Aprile. Altra storia.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • donato zeno

    parlare di disfatta è tuttavia eccessivo

  • Lucio

    gli olandesi non sono ancora maturi o si sono fatti gettare fumo negli occhi dalle ultime azioni contro i turchi.
    Peccato. Vedremo se rimpiangeranno o meno questo voto, ma da una parte me lo aspettavo. Del resto noi europei, soprattutto a nord, siamo rimbambiti dalle politiche attuali. Troppe persone avrebbero paura a tentare un cambiamento verso qualcosa di più chiuso ed aggressivo.

    • donato zeno

      L’Olanda non è stata colpita direttamente da crisi ed attentati.

    • Noel

      …sono solo benestanti!

  • andrea pippo

    beh, ha quadruplicato i seggi, e tu chiamala sconfitta del populismo. il problema è che a me sembra molto simile a salvini, quando la lega stava al 5% ed è passata al 12-15.
    Per il resto direi che continuare a sperare nei francesi, mi sembra un rischio. Non ci sono più i francesi di una volta, a questi non gliene sbatte niente di uscire dall’euro. Dai, noi italiani abbiamo perso male e vergognosamente la senconda guerra mondiale e i francesi sono decenni che ci raccontano che l’hanno vinta, quando l’hanno persa malamente e si sono pure alleati coi tedeschi dopo la sconfitta.
    Cioè, sono dei cazzari come noi, niente a che spartire con gli inglesi. Junker è francese, non l’ho mai sentito una volta parlare inglese, non lo sa neanche fare probabilmente, la sua mentalità è totalmente francese. Questo è il genere di grandi statisti che la francia produce: gente come l’attuale presidente. I francesi hanno votato hollande, e non si sono accorti che era una mezza calzetta.
    questi si bevono tutto, come noi del resto.
    Che volete che la francia salvi l’europa? ma dai, ma non lo ha mai fatto neanche in guerra, sono stati i soli amerikani e inglesi, e poi han detto tenetevela, perchè, appunto, siamo dei cazzari.

    • mau

      purtroppo è così

    • Gianox

      Io i francesi li conosco piuttosto bene e non posso che essere concorde con te, ma non su un punto: a salvare l’Europa sono stati i russi non certo gli americani.

      • andrea pippo

        si anche. hai ragione

    • maggioranza_silenziosa

      Juncker è del Lussemburgo.

    • Angel

      “Junker è francese”

      LUSSEMBURGHESE! Per il resto, hai ragione su tutto.

    • AndreAX

      In realtà lo ha fatto ma bisogna tornare ai tempi di Carlo Magno! Quindi ben altro contesto e mentalità!

  • marcoferro

    nonostante tutto il partito di wilders è cresciuto, forse i tempi ancora non sono maturi ma lo diventeranno presto. anche io ho sovrastimato gli olandesi che si sono dimostrati dei koglioni senza tanti giri di parole.
    Adesso che in olanda ha vinto rutto Rutte, tutta la pantomima che ha fatto con erdogan complice ergendosi come uomo forte può anche finire e rientrare nei ranghi. si vede che in olanda stanno ancora troppo bene, adesso che il PERICOLO wilders è stato scongiurato si ritornerà come prima più di prima, più mussulmani, altra integrazione, più turchi e moschee, magari un poco di stupri,etc… vediamo quando si stuferanno dell’integrazione coatta e la coabitazione forzosa con gente che non ha niente a che vedere con la cultura europea e sta spolpando il continente con il welfare elargito con troppa facilità a questa gente
    infine per i media è stato più importante che wilders sia stato sconfitto, mamma mia pericolo scampato, che discutere le idee e i programmi di questo sconosciuto di rutto rutte, ma chi kazzo è ?

    • cipperimerlo

      Questa è la dimostrazione plastica che non possiamo ottenere solidarietà dai popoli del nord e che ce la dobbiamo fare da soli…

  • TheoGattler

    Sapete come finì la storiella del pastore che continuava a burlarsi dei suoi amici gridando in continuazione ‘al lupo’ ?
    Sembra che stavolta il trucchetto abbia funzionato, ma è sintomatico che per vincere siano oramai costretti a ricorrere a questi mezzi.
    Staremo a vedere cosa si inventeranno la prossima volta, vedremo se riusciranno a giocare ancora con il fuoco senza scottarsi e sopratutto, quante volte la gente abbocchera ancora.
    Vedremo.

  • Rosso di sera

    Vista l’ora in cui hai pubblicato l’articolo, e al risultato, avresti fatto meglio a dormirci sopra. Rassegnati che tanto l’Europa occidentale é destinata a diventare musulmana, il trend é ormai inarrestabile. Inclusa la Svizzera. Nemmeno la Russia ne uscirà indenne. Si salveranno soltanto, e lottando duramente, i paesi di Visegrad. Quella stronza della realtà, che quando é di fronte ai tuoi occhi non vuoi vederla.

    • L’oppositore

      Concordo. L’unica soddisfazione sarà vedere i liberali dover scegliere tra la morte a fil di spada e il rinnegamento totale delle loro ridicole credenze: considerato che i liberali non hanno spina dorsale, ci metteranno un nanosecondo a scegliere il Corano. E forse diventeranno i più accaniti persecutori di chi vorrà seguire altre religioni e stili di vita…

  • cipperimerlo

    Gli effetti devastanti del calvinismo…

  • Mister Libertarian

    Il primo ministro Mark Rutte perde dieci seggi, circa il 25% di quelli che aveva, ed è dichiarato “vincitore“.

    Il partito laburista, compagno di governo di Mr Rutte, perde 29 seggi, passa dai 38 ai nove. Ventinove sono i seggi persi. Ed era uno dei partiti al Governo.

    Il Pvv guadagna quattro seggi, quindi “perde”.

    La formazione che era al governo passa da 79 seggi agli attuali 40, e avrebbe “vinto“.

    A casa nostra, una coalizione governativa che si dimezza da 79 a 40 seggi ha perso, ed ha perso alla grande.

    • Stefano74

      E stai parlando in riferimento a casa nostra cioè la payria dell’inaffidabile e inattendibile…

    • Pareggiamoiconti

      Esatto

      E bisogna vedere adesso come fara’ a governare

      • ws

        i parlamenti sono pieni di puttane.

        • Cruciverba

          La ce le hanno pure in vetrina …

  • biafra66

    Ecco cosa succede con un proporzionale senza “robusto sbarramento”.
    Una coalizione che più ridicola non è possibile: Rutte+verdi+ D66+ altri due deputati da raccattare a muzzo….però funziona…azz se funziona, gli orange continuano a votarli….e i muslim ad entrare nel paese dei tulipani.Ma Wilders c’è…..caspita come combatte!

  • Noel

    è matematico:la “fetta” di popolazione benestante che guarda al proprio orticello è ancora grande in Olanda ed è quindi logico che non votino per il cambiamento!…Chi mai vorrebbe cambiare uno stile di vita sicuro con uno incerto???

    • Maximus

      Sarà bello vederli morire di fame da qui a poco.

    • funnyking

      senza offesa, di certo la popolazione Olandese non guarda all’Italia

      • Firmato Winston Diaz

        C’e’ da dire pero’ che accolgono molto bene, senza alcun pregiudizio, anzi con particolare simpatia, gli italiani migranti che si integrano produttivamente nel loro tessuto sociale accettandone la grande apertura da paese mercantile (cosa che per un italiano retrogrado cattoislamico e pieno di pregiudizi non e’ sempre facile…), ne conosco personalmente.

        • MaAncheNo

          Gli italiani all’estero sono la copia ricalcata degli italiani del sud che si trasferivano al nord fino agli anni 80-90.
          2 semplici categorie:

          – la gente capace e che aveva voglia di lavorare e sudare, umile. Sono quelli che nel giro di una generazione hanno consentito ai loro 2 o 3 figli di aspirare ad avere un’istruzione universitaria e a salire la scala sociale, o di avere successo nelle loro attività imprenditoriali di qualsiasi tipo e dimensione.

          – i fancazzisti, spesso con parenti in odore di mafia, la cui massima aspirazione era ottenere qualche sorta di paraculo lavorativo (nel migliore dei casi) e che non facevano altro che stare solo tra loro e lamentarsi del tempo che non era come quello della Sicilia o del golfo di Napoli.

          Con tutti le sfumature del caso, trovi lo stesso tipo di italiani all’estero oggi come oggi.

      • Noel

        si…ma nei difetti siamo tutti uguali,nordici e sudici!

    • Cruciverba

      Proprio cosi’ , infatti il voto delle periferie e delle aree extraurbane è stato ben diverso da quello dei borghesucci del centro città .

  • Massimo

    ha vinto lo status quo, non c’entra niente l’antislamismo
    come giustamente scritto su questo blog, ultimamente Rutte ha avuto posizione antislamiche come un Borghezio qualsiasi
    mi riferisco al caso del ministro turco dei giorni scorsi.

    la cosa comica
    COMICA
    che il partito del falco europeo, Dijsselbloem, quello che vorrebbe molta piu’ austerita’ per il sud europa, fa parte del partito socialista olandese
    partito che ha straperso.
    i genitiloni qualsiasi italiani devono stare attenti
    perche’ nel nord vincono partiti che la’ sono “moderati”, ma qua sarebbero di estrema destra liberale
    il sud europa ha poco da festeggiare

    altra cosa:
    i primi 4 partiti non avranno i seggi per governare

    non mi stupirei che anche la lepen non riesca a sfondare
    la bolla finanziaria e il qe fanno ancora da argine.

  • ws

    Ci vediamo in Francia ad Aprile. Altra storia.
    ma (temo) stessa conclusione.

    • redfifer

      A questo punto anche io!

      Quando un Popolo rifiuta libertà e dignità o è soggiogato o è stato fregato alle urne, non trovo altra spiegazione.

  • Gianox

    Gli olandesi? Sono protestanti, come gli svedesi.
    Ci sarà pur sempre una ragione per cui i fiamminghi belgi, pur affini agli olandesi, si sono associati ai valloni francofoni nel Belgio cattolico?
    Il fatto è che i protestanti sono senza spina dorsale. Certo, i loro sono paesi ordinati, non sono cialtroni come i latini, sono benestanti, ma sono pur sempre senza spina dorsale. Non sarà certo la piccola Olanda a cambiare il destino dell’Europa…

    • maggioranza_silenziosa

      Dovendo scegliere, a parità di totale disinteresse verso la religione, preferirei nascere in un paese protestante piuttosto che in uno cattolico, proprio perchè come dici te i latini (cattolici) sono cialtroni, peccano, poi però corrono a confessarsi, si pentono e ricominciano da capo.

      • Gianox

        Mah…
        A parte il fatto che i protestanti sono sempre stati considerati eretici, almeno sino a che Bergoglio non ci ha messo lo zampino, però tra l’essere cialtrone ed essere smidollato, non ho dubbi sul fatto di preferire di essere cialtrone. Molto meglio che essere senza spina dorsale. Sarà un caso, ma per rovinare i latini li stanno protestantizzando.

      • Annibale Mantovan

        Hai centrato il problema!

    • Escorpion

      Saranno pure cialtroni i latini, peró loro non rinunceranno mai e poi mai alla soberania dei loro paesi come hanno fatto gli europei. La Germania gli ha inculati due volte e tutti e ci godono e si arricchiscono pure.

    • MaAncheNo

      È per quello che hanno colonizzato un intero continente, dominato mezzo mondo e vinto 2 guerre mondiali. Perché sono senza spina dorsale.

      Comunque gli olandesi sono sostanzialmente atei e i cattolici rappresentano il gruppo religioso piú numeroso nel loro paese.

      • Firmato Winston Diaz

        Vero, e ricordo un conoscente olandese che era orgoglioso che la maggioranza dei cittadini del suo paese fosse ufficialmente classificata come atea. Ma si tratta di molti anni fa. Vedo su wikipedia che ora:

        I Paesi Bassi sono probabilmente il Paese con la più alta percentuale di abitanti non religiosi: infatti nel 2009 il 42% degli adulti dichiaravano di non riconoscersi in alcuna religione. La maggior parte di chi ha dichiarato di essere seguace di una religione è membro di una delle tradizionali chiese cristiane (28% cattolici, 19% protestanti; questi ultimi divisi fra chiesa riformata olandese, chiese calviniste ed altre chiese riformate); le religioni non tradizionali raccolgono l’11% della popolazione; fra di esse la più importante è l’Islam (5% della popolazione), ma vi sono piccole ma significative presenze anche di buddisti, induisti, ebrei.

        • MaAncheNo

          Un conto e’ dichiaraesi cattolici, un conto e’ esserlo. I membri ufficiali, tra cattolici e protestanti messi insieme, arrivano si’ e no al 20-22% nei Paesi Bassi.
          I praticanti sono probabilmente solo una parte di quel 20%.

          • Firmato Winston Diaz

            Vero, e quasto vale anche per l’italia, anche se le percentuali sono probabilmente rovesciate. E poi c’e’ sempre l’effetto bandwagon, quando la maggioranza relativa tira il carro da una parte, molti, la maggioranza silenziosa “basta che se magna”, si accodano.

            Un’altra cosa interessante, secondo me, e’ che l’olanda e’ il tipico stato di dimensioni ottimali europee, con una popolazione attorno ai 10 milioni di abitanti (16 nella fattispecie, poco piu’ del lombardo-veneto) . Inoltre, il loro parlamento ha 150 membri a quel che leggo! Il cancro dell’europa sono i grandi stati nazionali, quegli stessi che hanno scatenato le grandi guerre mondiali autodistruggendola, che continuano nell’opera, e per i quali quasi tutti fanno il tifo anche qui dentro, senza rendersene nemmeno conto.

            Certo che e’ abissalmente diversa dall’italia anche per un altro motivo: pare che la gente sia contenta di viverci, cosa che per noi e’ ormai inconcepibile…

          • MaAncheNo

            Sul federalismo e sulla decentralizzazione sono completamente d’accordo, e anche sulle dimensioni ottimali, che guarda caso sono proprio intorno ai 10 +- 5 milioni in quasi tutte le realta’ che aspirano all’indipendenza (Catalogna, Scozia etc) e de tanti paesi che tendono a funzionare meglio, ognuno a modo suo (Svezia, Danimarca, Norvegia, Irlanda).

      • Angel

        Nella prima guerra mondiale l’Olanda si dichiarò neutrale, e tale rimase per tutta la durata del conflitto. Nella seconda, venne sì invasa dai tedeschi, ma divenne da subito compiaciutamente collaborazionista con i nazisti (assai peggio dei francesi), con i quali trovarono forti affinità “etniche” ed una simpatia reciproca, che consentì una grande benevolenza da parte del regime hitleriano. Portano inoltre la responsabilità della deportazione del 75% dei suoi cittadini di origine ebraica, il tasso più alto fra tutti i Paesi europei. Erdogan non ha poi sbagliato di tanto, in questi giorni…

        • Firmato Winston Diaz

          Hai ragione in quello che dici, pero’ storicamente il maestro di tutta quella gente li’ e’ stato Mussolini (frainteso o no non ha molta importanza in questa sede), senza Mussolini non ci sarebbe mai stato un Hitler, quindi forse non siamo nella posizione migliore per dare di questi giudizi.
          Scagli la prima pietra!

          • Angel

            Non sto dando giudizi, ma esponendo un fatto storico. Quanto all’antisemitismo del regime fascista, fu più un formale rispetto dell’alleanza con Hitler: in Italia, tantissimi ebrei vennero salvati dalla deportazione, per il semplice fatto che la “forma mentis” dei Paesi nord-europei (fortemente compartimentata, anche “razzialmente”), da noi non ha mai attechito.

          • Firmato Winston Diaz

            Piuttosto diciamo che la componente razziale, molto forte nel nazismo, sarebbe stata idiota in un paese oggettivamente composto da mille “razze” come l’italia. Mussolini deve essere impazzito, verso la fine del suo “mandato”. Guarda io personalmente la forma mentis rincoglionita e colma di assurdi pregiudizi la vedo molto di piu’ in italia, ma forse ho avuto il privilegio di conoscere altri europei fuori norma per i loro paesi.

          • Angel

            Scusa, ma secondo me non hai visto bene, o meglio, non hai colto l’essenza ipocrita del progressismo nord e mittel-europeo. Basti pensare al fortissimo classismo presente in questi Paesi (molto forte anche in Francia). Per quanto riguarda il razzismo e l’arianesimo, i natali sono da ricercare nella Francia e nell’Inghilterra ottocentesche (De Gobineau e Chamberlain). Quanto al ‘melting pot’ italiano, gli studiosi di ogni nazionalità considerano la Penisola italiana come quella più compatta geneticamente, rispetto a Paesi come Germania, Olanda, Francia (divisa storicamente nelle due componenti di base, germanica e gallo-romana).

          • MaAncheNo

            “gli studiosi di ogni nazionalità considerano la Penisola italiana come quella più compatta geneticamente, rispetto a Paesi come Germania, Olanda, Francia ”

            Cavalli-Sforza mi sembra abbia scritto l’esatto contrario.

          • Angel

            Cavalli-Sforza è nato un secolo fa, e non è Dio.

          • MaAncheNo

            No, però è uno studioso serio e probabilmente il miglior esperto nel campo. Soprattutto per quanto riguarda l’Italia e l’Europa, per ovvi motivi.

            Comunque che in realtà gli italiani del nord, a livello genetico, abbiano più in comune con i bavaresi che con i siciliani non lo dice mica solo lui.

            Mi sembra anche ovvio, vista la geografia della penisola e la sua storia.

          • Firmato Winston Diaz

            Be’ dipende quali italiani del nord, ci sono forti differenze genetico-culturali anche fra zone molto vicine fra loro del nord.

          • MaAncheNo

            Il Nord, con tutte le relative differenze porovinciali e regionali, e’ piuttosto omogeneo a livello di mentalita’ di base. Almeno per gli autoctoni nati prima degli anni 90.

          • Angel

            Può essere. A me, sapere di essere più vicino ad un tedesco o ad un turco, non cambierebbe la vita d’una virgola. Comunque, i più recenti studi internazionali ci relegano ai margini dell’Europa genetica, e assai vicini invece alle popolazioni del medio-oriente. Incredibilmente, la Sardegna è sempre quella peculiare, rivelando con i suoi marker genetici una rilevantissima prossimità con i popoli nord-europei. La scienza sembra smentire i luoghi comuni. Pare…

          • MaAncheNo

            Devi avere letto male o di fretta. L’Italia nell’insieme e’ si’ un’isola genetica, nel senso di differenze medie dal resto d’Europa e non (come lo e’ la Finlandia, ad esempio), ma all’interno dell’Italia stessa poi ci sono altrettante se non maggiori differenze.
            Alcuni italiani sono geneticamente piu’ vicini ai baschi, altri alle popolazioni dinariche e centro europee, e altri, come dici tu, alle popolazioni medio orientali.

            A ciascuno il suo.

          • Angel

            Diciamo pure che c’è una larvata tendenza a rifiutare le ascendenze arabe, da parte dei popoli europei. La Spagna è emblematica in tal senso: liberatasi dalla presenza dei regni moreschi solo in tempi relativamente recenti (si parla della fine del 1400), millanta al mondo una quasi esclusiva discendenza celtica: il che è, ovviamente, una gigantesca falsità ideologica, e niente ha a che vedere con la scienza. Radici arabe sono rintracciabili, in realtà, fino alle Isole Britanniche, ed in misura non irrilevante. D’altra parte, osservando le popolazioni locali, non si può che restare sorpresi dal numero di nativi scozzesi e irlandesi dall’aspetto decisamente mediterraneo. Molte ragazze irlandesi sono connotate da occhi neri, capelli corvini, sguardi insolitamente profondi (a quelle latitudini, almeno), che non possono non rimandare alle isole mediterranee.

          • MaAncheNo

            Il tuo è wishful thinking. a parte il fatto che arabi e mediterranei non sono assolutamente la stessa cosa, come non necessariamente lo sono mediorientali e arabi (fenici, romani e greci sono mediterranei ma certamente non arabi, i turchi nemmeno).

            Gli arabi non sono gli unici ad avere gli occhi scuri, anzi l’umanità intera ha occhi scuri a parte slavi ed europei centro-settentrionali.

            Parlando poi di irlandesi e scozzesi (vivo da quelle parti) di capelli corvini se ne vedono, ma pochi. Occhi scuri (marroni e neri) anche meno.

            Detto questo non capisco bene da dove venga questa conversazione, origini e genotipi vari sono stati studiati in tutte le salse e quello che cerchi di far passare eà molto tirato per i capelli.

            A meno che invece ti aspettassi che tutti quelli che vivono dal reno in su fossero biondi e con gli occhi azzurri, il che sicuramente eà ben lontano dalla verità, ma sicuramente non per “influenze arabe”.

            Almeno per adesso.

          • Angel

            Ma ‘wishful thinking’ de che…??? Per cortesia, non diciamo cacate. Il “wishful thinking” è, semmai, tutto di quegli italiani afflitti da complessi di inferiorità genetica, e che misurano col centimetro la loro latitudine di nascita. Trovo tutto ciò di una meschinità raggelante…Proprio da ignoranti con l’anello al naso, eh…! Se c’è qualcosa che non sopporto sono il razzismo, e la presunta superiorità ereditata per titolo nobiliare. Roba da provincialotti che leggono le fiabe di Liala. Ma me ne potesse fregare di meno dei genii di chicchessia…! Piuttosto, continuate pure a vivere tranquilli voi, cullandovi sulle vostre pie illusioni celtiche, o invidiando quelle altrui. L’Universo va avanti lo stesso.

            Saluti.

          • MaAncheNo

            Ma chi ha mai parlato di superiorità genetica? Non ne ho parlato e nemmeno lo credo.

            Se invece parliamo di superiorità culturale del mondo europeo e di quello est-asiatico rispetto al mondo arabo, quello è nella storia, nei fatti e nella logica.

            Se nessun musulmano ha mai vinto un premio nobel un motivo ci sarà, no?
            Può darsi che se permettessero alle donne di studiare, di andarsene in giro da sole e di scegliere chi sposare, forse, qualche premio nobel lo avrebbero vinto anche loro.

          • Angel

            Il “wishful thinking” di cui parli è tutto dei complessati come te. Io me ne tiro fuori totalmente.

          • MaAncheNo

            Buona vita. E buona prosecuzione con questa tua proiezione dell’io.

          • Angel

            A te, e ai tuoi virtuali e desiderati geni celtici eheheh

          • MaAncheNo

            Come dicevo, ti auguro tante buone cose.

            Non ho tempo per giocare coi disoccupati senza futuro che cercano scuse e passano dall’offesa al vittimismo come bambini di 3 anni poco o per nulla dotati di cervello (il che è al 50% genetico).

            Purtroppo la natura non è stata buona con te. Sarà per la prossima vita.

          • Angel

            Povero sfigato, che sei… Ma io ho pazienza con i Minus Habens squattrinati come te. Coraggio ! 😀

          • MaAncheNo

            Come mi piacciono gli italiani da 2000 euro al mese e con 50K euro in banca che credono di essere “quelli coi soldi”.

            Pussa via poveraccio. Abbiamo altri standard dalle mie parti 😀

            Non puoi competere, ne’ ora, ne’ tantomeno nel futuro ancora piu’ povero che ti aspetta 😀

            Ripeto, ti e’ andata male in questa vita, ma in buona parte in effetti non e’ colpa tua. Sara’ per la prossima 🙂

          • Angel

            Sul 50k euro hai proprio toppato alla grande eheheheh. Indovina se in eccesso, o in difetto. La mia risatina di scherno dovrebbe aiutarti…
            😉
            Il resto, neanche lo leggo

          • MaAncheNo

            Sogna pure. E’ gratis.

            Torno al lavoro, tu torna pure ai 100mila milioni che guadagni per postare su Internet.

          • Angel

            Tu quanto guadagni, per aspettare con ansia le mie risposte ogni 24 ore? Ma sparisci: sembri la Diane Selwyn di “Mulholland Drive”. Alla fine, visti i fallimenti, si è uccisa…Coraggio! BOOOOUM…! Un colpetto alla tempia, e tutto è finito, fame compresa 🙂
            Garantito da Hemingway

          • MaAncheNo

            Sogna. E’ tutto quello che ti resta.

          • Angel

            No, ti caco in testa. Magari ti porta fortuna 😀

          • MaAncheNo

            Altri sogni…

            Cmque prova con una dieta ricca di fibre se proprio…

          • Angel

            PS: sicuro di aver risolto del tutto il tuo passato con le PERE…? Non quelle che crescono sugli alberi, scemotto. QUELLE altre…

            :-|||

          • MaAncheNo

            Comunque ti spiacerà venirlo a sapere, ma basta leggere due o tre righe per capire chi chiaramente aspirerebbe ad avere geni “celtici e mitteleuropei”.

            E non è il sottoscritto.

            La volpe e l’uva. Fattene una ragione, sei quello che sei, e non credo che i tuoi geni c’entrino molto, peraltro.

          • Angel

            Aria ! Sfigato che sei…

          • MaAncheNo

            Eh beh. Quando uno e’ avanti, e’ avanti.

          • Angel

            Patetico…Dico sul serio, fai pena.

          • Angel

            Tu sei solo un COGLIONE. Ci arrivi…?

          • MaAncheNo

            Il nostro Angel in un raro momento di lucidità, nei rari momenti di onestà verso sé stesso e verso la sua vita:

            http://cdn4.thr.com/sites/default/files/imagecache/scale_crop_768_433/2012/04/dawson_crying.jpg

          • Angel

            Azz, pure la foto…Ne hai di tempo da perdere. Più che altro, dovresti recuperare tutto quello perso fra Sert e panchine in attesa dei pusher ehehehe. Mi fai ridere…

          • MaAncheNo

            Non ci fosse tua madre a cercare di strapparmi 20 euro di bocca ogni 5 minuti, ci starei anche comodo su qualche panchina…

          • Firmato Winston Diaz

            Cavalli Sforza imposto’ le sue ricerche sui gruppi sanguigni delle varie popolazioni, perche’ allora la scansione del DNA non era nemmeno lontanamente immaginabile, e confronto’ i risultati con le differenze fra le famiglie linguistiche, trovando sovrapposizioni. Infatti uno dei suoi testi piu’ importanti e interessanti si chiama “geni popoli e lingue”.

            Comunque va letto, egli e’ il contrario dello studioso razzista, tant’e’ che ha sempre detto che la differenza genetica fra la media delle due popolazioni piu’ distanti geneticamente e’ solo una frazione (un settimo se non erro) di quella che si trova all’interno di una stessa popolazione omogenea. In altre parole in media dovremmo essere piu’ razzisti verso il vicino di casa che verso uno che sta dall’altra parte del mondo ma magari ci somiglia geneticamente di piu’ (il che di fatto succede quotidianamente, salvo quando ci si fa trascinare troppo dalle ricorrenti follie tribali di massa)

            Sono molto belli i suoi libri divulgativi, tipo “Chi siamo. La storia della diversità umana”, ma forse anche “la scienza della felicita’” che nonostante il titolo dev’essere una specia di sua autobiografia (non ricordo bene).

            Fra l’altro, l’inventore del concetto e termine di “meme” e’ lui’, e gia’ nei lontani anni ’60.

          • Firmato Winston Diaz

            Ma dove hai letto ste cose sulla compattezza genetica dell’italia?
            Secondo TUTTE le ricerche che io conosco, necessariamente recenti quelle su base genetica vera e propria, dato che lo studio del DNA e’ possibile solo da poco (ricordiamo che il semplice fatto che esista la doppia elica e’ stato scoperto solo poco piu’ di 50 anni fa), l’italia da sola custodisce tanta se non piu’ differenza genetica dell’intera europa presa nel suo insieme! E questo gia’ da prima di ogni immigrazione recente.

            Per non parlare delle differenze culturali all’interno del paese.
            Su gobineau d’accordo, ma ovvio che sono teorie che si sono sviluppate maggiormente nei grandi stati del nazionalismo ottocentesco quali francia e inghilterra, e poi germania. Mentre, infatti, l’italia come Nazione con la N maiuscola e’ stata un fallimento completo, sotto tutti gli aspetti, e l’esperienza si chiude con la sconfitta del fascismo.

            L’uomo, come animale, e’ naturalmente razzista, ma si tratta di un razzismo che spesso e’ molto piu’ culturale che altro, nel senso che ad odiarsi sono gruppi culturali diversi, piu’ che biologici in senso stretto, basti pensare alla tuttora feroce diatriba in italia fra comunisti e berlusconiani, che deriva da quella fra democristiani e comunisti, e fascisti e antifascisti, o piu’ indietro nel tempo guelfi e ghibellini, e in piccolo e’ presente anche nella pur scarsissima diversita’ culturale presente all’interno dei blog, che tendenzialmente formano gruppi tribali molto compatti dove tutti la pensano allo stesso modo, e a volte non sanno nemmeno che esista un mondo culturale esterno a quel blog.

            A parte che avendo Cavalli Sforza dimostrato che la varieta’ genetica all’interno di una popolazione e’ cinque-dieci volte maggiore di quella fra la media di due popolazioni diverse (solo che si vedono di piu’, perche’ coinvolgono l'”involucro esterno”) il razzismo biologico ha, tecnicamente, ben poco senso. Sono piu’ importanti insomma le differenze biologiche all’interno di ogni popolazione che quelle fra le popolazioni, e semmai lo scontro e’ su quelle culturali, ma anche quelle sono in continua evoluzione, comunque, perlomeno nelle condizioni di liberta’, creazione e ricerca che vorremmo (o no?) che fossero peculiari alla nostra civilta’ europea. Da questo punto di vista l’atteggiamento francamente bigotto-reazionario di questo gruppo (che fra l’altro non credo che il suo animatore condivida, e’ di cultura mercantile che non puo’ che essere aperta alle differenze, e inoltre pure lui e’ un “migrante”) non ha molto senso, se non per il fatto che, come ben sanno tutti gli operatori dell’informazione, scaldare gli animi e costituire un gruppo tribale contro il resto del mondo visto come nemico aumenta i “click” e le vendite (ecco il tribalismo, caratteristica costitutiva di tutte le societa’ umane, non solo sui campi di calcio, in azione).

            Onestamente credo sia inutile scrivere queste cose qui dentro, ma tant’e’.

          • Angel

            L’unica regione italiana realmente peculiare (etnicamente parlando) era, fino a qualche decennio fa, la Sardegna, per ovvie ragioni geografiche, e molto simile (per alcuni marcatori genetici) agli abitanti dell’odierna Catalogna. Ma negli ultimi anni, è venuto alla luce uno stretto legame genetico fra gli antichi sardi e gli etruschi. Di questi ultimi, la discendenza genetica è oggi rintracciabile (e solo vagamente) in rarissimi ‘isolat’ toscani (fondamentalmente, paesini arroccati su dei cucuzzi che contano appena qualche decina di abitanti). Il grande rimescolamento genetico nella Penisola è avvenuto a partire dal’alto medioevo, per cui oggi non ha più senso alcuno parlare di etruschi, ausonii, umbri, messapici, e quant’altro. L’isolamento della Penisola (circondata dal mare e isolata a nord dai bastioni alpini), ha favorito la sostanziale omogeneità italiana, a dispetto dell’insulso snobismo pan-celtico di certe ideologie separatiste.

          • Firmato Winston Diaz

            Pare proprio di no:

            http://www.lescienze.it/lanci/2014/01/09/news/sapienza_universit_di_roma_italiani_i_pi_ricchi_in_europa_di_diversit_genetica-1957357/

            Comunque, cerchiamo di evitare anche noi speculazioni politiche su questi dati, usare i “dati della scienza” per proporre o imporre diverse organizzazioni politiche non ha mai portato bene.

            Fra l’altro trovi queste informazioni anche in fonti d’informazione che sono all’estremo opposto dello snobismo pan-celtico:

            http://www.repubblica.it/scienze/2014/01/09/news/italiani_popolo_pi_ricco_di_diversit_genetica_in_europa-75495329/

          • Angel

            A queste ricerche, personalmente do un peso molto relativo. Basti pensare all’eterna diatriba sull’origine degli etruschi, che ha diviso gli scienziati italiani in due fazioni quasi politiche: quelli che li vogliono provenienti dall’Asia Minore, e quelli che sono fermamente convinti della loro discendenza mittel-europea (stranamente, fra questi ultimi figurano molti ricercatori toscani…). Siamo al ridicolo, più che allo snobismo. A quando la creazione di un falso cranio etrusco con caratteristiche centro-europee? (nell’800 era pratica frequentissima per avvalorare determinate teorie “scientifiche”, e alcuni sembrano ragionare ancora oggi allo stesso modo).

          • MaAncheNo

            Spari cagate a caso.

            I sardi sono sì la popolazione più peculiare d’Europa, ma hanno similitudini con berberi e baschi, non coi catalani.

            Per forza non trovi un lavoro. Hai sempre studiato male.

          • Angel

            Ahahaha, tu sei dovuto emigrare per campare, ma vai a cagare, cretino…

          • MaAncheNo

            Faccio un po’ piu’ che “campare” carissimo. E senza aver mai dovuto leccare il culo a nessuno. C’e’ chi puo’ permetterselo e chi non puo’.

            Probabilmente se la natura fosse stata trucida con me quanto lo e’ stata con te mi sarei comportato come fai tu, giocoforza.

            Deo gratias e’ stata molto piu’ generosa (e ci vuole davvero poco, visto che il tuo e’ un caso abbastanza al limite della sfiga sia genetica che culturale).

          • Angel

            Ma eri qui a farmi la posta da ieri per rispondermi con le tue merdate da idiota…? Ma vai a zappare, minorato. Sei una risorsa per gli Irlandesi, no? Come i nigeriani qui da noi. Bravo…!

          • MaAncheNo

            C’e’ un motivo per cui l’irlanda non aderisce a Schengen. Decidiamo noi (doppio passaporto) chi entra e chi no.

            Non hai idea di quanto sei fuori dal mondo che conta. Se non parli 3 lingue e non hai una laurea che abbia una significato nel mondo del lavoro (ingegneria, scienze informatiche, analisi dei dati…) sei spacciato gia’ da oggi, e non ha niente a che fare con i geni “arabi e celtici” (se ti sentissero i miei colleghi di origine maghrebina o irlandese ti riderebbero in faccia, ma di gusto).

            Ripeto, purtroppo la natura con te e’ stata grama e hai fatto le scelte che eri in grado di fare. Se almeno comprendessi qual e’ il tuo posto nel mondo vivresti piu’ sereno…

            E invece ti tocca vivere roso dall’invidia e dall’inettitudine fino alla fine dei tuoi giorni, che siano tanti o pochi.
            Mi spiace per te, ma nemmeno troppo 😉

          • Angel

            Non mi lamento di parlare fluentemente tre lingue e del mio 110&Lode in facoltà scientifica. Mi fa ridere solo che tu, nel frattempo, fossi sotto metadone e sotto le urla dei tuoi genitori 🙂
            Coraggio, si può sempre cambiare…in peggio, vedo 😉

          • MaAncheNo

            E poi le marmotte viola…..

          • Angel

            Quelle con cui parli, dopo l’iniezione di succo di PERA…Abbi fede, Dio avrà pure uno strapuntino anche per te. Ce l’ha per i cani, quindi…

          • MaAncheNo

            PS: cerca di capirlo, puoi solo andare in depressione per altri due giorni parlando con me.
            Non sono un poveraccio come te e puoi inventarti tutto quello che vuoi, ma non hai armi per ferirmi. La mia vita è felice, piena, con prospettive e fortunatamente anche finanziariamente florida.

            Ora dai, respitra profondamente, e riprendi a fare quello che ti tocca fare (o non fare) ogni giorno finché campi. E non dire mai di no, mi raccomando.
            Non puoi permettertelo.

          • Angel

            Mi viene in mente un strofa di quella canzone: “Dio ti guarda e sorride”
            😀
            Agli umani, invece, fai ridere il culo 😉

          • MaAncheNo

            Ora torna alla realta’. E alla depressione. Tante buone cose, fenomeno de noantri.

          • AndreAX

            Beh Mussolini aveva una infezione luetica potrebbe aver avuto un interessamento neurologico che è patognomico nella forma terziaria; Hitler aveva il parkinson sul finir della guerra, muoveva armate che non esistevano più.

          • AndreAX

            Questo è Salvemini! Cmq anche per me ci fu una reciproca infatuazione prima Mussolini su Hitler poi fu Hitler su Mussolini.

          • Firmato Winston Diaz

            Mussolini ha sempre disprezzato Hitler, che considerava un pazzo fanatico. Solo che verso la fine non era piu’ nella posizione di non potersi accodare, e probabilmente e’ stato prigioniero, piu’ che di Hitler, della sua stessa retorica mussoliniana, che prima solo Hitler prendeva sul serio (e i fascisti piu’ coglioni).

          • Angel

            Tutto molto vero…

        • MaAncheNo

          Eh beh si’. L’Olanda invasa e controllata territorialmente dai tedeschi e’ stata secondo te nazista mentre noi alleati di Hitler siamo stati quelli bravi, buoni e col core grande accussi’.

          • Angel

            “col core grande accussi'” non c’è mai stato nessuno sul pianeta Terra, quindi evitiamo inutili PLEONASMI, PLEASE… (e scusa la cacofonia 😉

      • AndreAX

        Anche in italia siamo all’87% (una volta il 90% ma effetto Bergoglio…) cattolici però se vai in un oratorio armato di mitra e urli DITEMI I 10 COMANDAMENTI O FACCIO UNA STRAGE bè mi sa che farai una strage perchè non ne sanno più di un affiliato a un circolo Arci qualsiasi.

        • MaAncheNo

          Non so quale sia la percentuale in Italia ma dubito sia cosi’ alta.

          Peraltro tieni conto che sono davvero pochi quelli sotto i 30 anni che hanno a che fare in qualche modo con il cattolicesimo.

          Tieni conto anche che il 23% degli italiani e’ over 65 ed entro i prossimi 15 anni al massimo, statisticamente, sparira’ o quasi.

          • AndreAX

            Tutte considerazioni legittime infatti i più sono cattolici perchè la mamma e il nonno lo erano o perchè il amtrimonio in chiesa infondo resta bello scenograficamente parlando. Così come in Giappone dove si fanno cattolici solo per poter indossare l’abito bianco. Certo che è giusto quel che dici infatti la mia osservazione voleva essere che se non sono così cattolici i cattolici italiani che si ritrovano in casa il Papa figurati i cattolici olandesi. E infatti le frange più progressiste e per me francamente moderniste ed eretiche in seno alla cattolica le ritrovi proprio in Olanda.

          • Firmato Winston Diaz

            “se non sono così cattolici i cattolici italiani che si ritrovano in casa il Papa figurati i cattolici olandesi”

            Be’ questo non e’ detto, e’ tradizione particolarmente italiana usare il cattolicesimo nel modo che dici, solo per l’esteriorita’.

          • AndreAX

            Non posso saperlo direttamente è vero però se chi va con lo zoppo impara a zoppicare e beh…

          • MaAncheNo

            Non c’è bisogno di andare in Olanda peraltro. Tutti i cattolici che si trovano in qualche modo geograficamente prossimi all’Europa protestante hanno influenze più o meno pesanti (volenti o nolenti, consce o subconsce).

            Si pensi all’Austria, all’Olanda stessa, al Belgio .

            O anche al Nord Italia, dove il cattolicesimo per quanto profondo (ai tempi) era vissuto in maniera spesso dissacrante (dagli uomini, più che altro, che pur andando in chiesa alla domenica, poi bestemmiavano e mandavano affanculo preti e papi per i 6 giorni che rimanevano).
            Anche la cultura del lavoro del nord Italia ne è stata influenzata, a differenza di un sud storicamente tagliato fuori da quella cloaca filosofica e non che storicamente è sempre stata il Vaticano.

          • AndreAX

            Non ho ben inteso il senso del tuo intervento se puoi rispiegarlo , l’ultima proposizione da Anche a Vaticano mi sembra in contrasto con quanto hai detto sopra.

          • MaAncheNo

            2 semplici concetti:

            1. Anche paesi (e aree) cattolici o a forte presenza cattolica geograficamente prossimi a Germania e UK hanno subito influenze culturali protestanti.

            2. Il cattolicesimo del Nord Italia è sempre stato leggermente diverso da quello del sud Italia (o di posti come la Spagna e la Polonia, molto più vicini al sud Italia, in tal senso).
            Per farla breve, non è un mistero che nel sud Italia, in media, il cattolicesimo è sempre stato vissuto in maniera più profonda e assoluta.
            Basta vedere quanti voti prendevano i comunisti al Nord (in cui comunque vinceva la DC) in confronto al sud.

          • AndreAX

            Afferrato grazie, un fondo di verità c’è ma da frequentatore del rito antico posso assicurarti che in quel contesto questa differenza cade.

          • Angel

            Probabilmente la percentuale è calcolata sui battesimi, o cresime, prime comunioni e altre menate chiesastiche.

      • yuk yuk

        s,ì ma erano altri tempi. Le confessioni e le fedi cambiano, sopratutto il modo di viverle e testimoniarle. Basti pensare allo scandalo dell’ otto per mille.E poi Il mondo protestante come quello cattolico è, per fortuna diviso, e lacerato da grandi conflitti ed interessi. Sbagliato semplificare su criteri “storici” sorpassati.

        • MaAncheNo

          Uso la storia per capire come ha influenzato ed influenza la mentalità del presente, non come filtro in bianco e nero ed assoluto.

          Anche perché gli USA ad esempio sono ben avviati a diventare più cattolici che protestanti.

          • yuk yuk

            infatti, è quello che dicevo.

    • yuk yuk

      i protestanti sono ininfluenti e in genere puritani, cioè dediti ad alti ideali e bassi compromessi (col potere). In questo talvolta sono anche peggio dei cattolici. Un protestante “famoso” è Ferrero, tanto per capire il tipo.

  • Tom Kindle

    Ma i socialisti in tutta Europa si stanno trasformando nel partito dei Verdi?

    • Ale C.

      come i cocomeri: verdi fuori e rossi dentro.

      • Massimo

        ahahaahahhahaahha

      • Firmato Winston Diaz

        E con tanti s(c)emi al loro interno.
        Comunque si chiamano angurie, non cocomeri.

        • Ale C.

          eheheheheheh!
          dalle mie parti, in effetti, si dice angurie.
          ma più in generale, in Italia, penso sia più usato cocomeri.

    • biafra66

      Infatti “braccia rubate all’agricoltura!”

  • Firmato Winston Diaz

    “quelli con cui M5S avrebbe voluto andare a allearsi, quelli di Mario Monti… per dire”

    Non esattamente, il loro leader Guy Verhofstadt, ALDE, e’ anche uno dei premier liberali belgi-fiamminghi che hanno quasi dimezzato il debito pubblico senza distruggere il paese di tasse: quindi l’esatto contrario di Monti, e piuttosto un Colomban.
    Ricordiamoci che circa 20 anni fa il belgio aveva il debito pubblico peggiore d’europa, persino peggio dell’italia. Poi un po’ ha governato verhofstadt, e un bel po’ sono stati, dopo, senza governo e quindi a legislazione costante.

    Il fatto e’ che l’olanda e’ un paese civile e molto orgoglioso del suo libertarismo, non e’ un paese civilmente arretrato e reazionario come l’italia. In italia molto spesso sono “nazi” persino i libertari, basta leggere qualche commento ai blog specifici per convincersene. Per non parlare dei commenti qui dentro 😉

    Inoltre, Wilders come leader di destra in italia sarebbe impensabile, la destra in italia e’ sempre e ancora ostaggio dei reazionari bigotti della controriforma, oggi come 4 secoli fa. En passant, storicamente, quelli che hanno distrutto, azzerato, la predominanza italiana in europa, e non smettono mai di dare lezioni di morale a tutti col ditino alzato.

    Continuate pure.

    • Semplice

      Italiani reazionari e nazi ?

      Amen

    • AndreAX

      Reazionari bigotti della controriforma??? Via su che Weber è stato sputtanato da tempo non diciamo idiozie!

      • Firmato Winston Diaz

        Guarda che e’ TUTTA la storiografia che dice cosi’, non Weber.
        Certo, non la storiografia da blog.

        • AndreAX

          Io la storiografia la conosco e per questo dissento in toto nel periodo della Controriforma 1500/1600 i centro bancario economico e politico non era più l’italia ma la Germania (per estensione) di Carlo V quello di SUL MIO IMPERO NON TRAMONTA MAI IL SOLE quello del CUIUS REGIO EIUS RELIGIO quello che aveva alle spalle i Fugger (e li fece fallire non restituendo il debito). Quello insomma che fece un superstato e sistematizzò con la forza la questione luterana. Se guardi a due secoli prima e anche al Medioevo medio e alto indietro ancora troverai che nel contesto della enorme frammentazione fiorì l’economia la giurisprudenza e l’arte culminando nel Rinascimento. Da lì in poi è sì un declino ma grazie alla Riforma che ha appoggiato l’idea di una religione di stato che ha storicamente costituito la premessa per quel che vediamo oggi.

          • Firmato Winston Diaz

            Ok storiografia da goofynomic’s blog.
            Quello che riporti fra l’altro non e’ in contrasto con quello che ho detto io, concentra solo l’attenzione, marxisticamente come e’ consustanziale a quel blog, sugli aspetti economici-finanziari. Ok, anche per questo vale lo stesso.

          • AndreAX

            Goofynomics sto cazzo! Io con un keynesiano per giunta arrogante e spocchioso proprio no!

          • Firmato Winston Diaz

            Comunque la controriforma ha significato la morte dell’italia come centro culturale d’europa, quale era all’epoca. Dopo di quella, il nulla. I semi della modernita’, che si sono formati in italia, hanno germinato altrove, perche’ qui se solo pubblicavi un libro o manifestavi un pensiero non in linea con la dottrina, finivi in galera se ti andava bene. Proprio l’olanda, invece, gia’ allora divenne rifugio dei liberi pensatori, dei creatori. In questo weber non c’entra nulla, con la sua macchinosa e tutto sommato inutile teoria. Se non per il fatto che la “chiesa” protestante, non essendo monolitica e gerarchicamente organizzata come quella di Roma, non aveva la stessa capacita’ di interdizione. D’altra parte, cominciarono le guerre di religione che ripsparmiarono l’italia, in germania si stima che la guerra dei trent’anni abbia ridotto la popolazione a meta’ o un quarto, una strage.

          • AndreAX

            Non riesco a cogliere il perchè di questa tua affermazione.Ti aggiungo che se vogliamo lasciar da parte le considerazioni economiche per non cadere nella fallacia marxista allora l’impianto weberiano è sbagliato da cima a fondo. L’idea che la predestinazione possa in qualche modo sposarsi con la libera impresa è semplicemente idiota; se tutto è già deciso non esiste perdita e non esiste profitto; invece le perdite e i fallimenti d’imrpesa esistono eccome se essistono anche tra i paesi protestanti sono esistiti e la spiegazione per questa empirica contraddizzione è….SUSPANCE… MA CHE NON SEI PREDESTINATO OVVIAMENTE! Ma vaffanculo ovviamente! Perchè questa è una spiegazione a posteriori dei fatti, oltre a essere non-falsificabile, così posso spiegarti tutto anch’io a giochi fatti! Ha molto più senso, ed infatti è stato storicamente così, che il capitalismo nascesse nel contesto cattolico e non ai tempi della Riforma ma nel Medioevo. L’dea che Dio resta sullo sfondo e rispetta il tuo libero arbitrio Lutero, e Calvino ancor peggio del nostro, non lo hanno mai realmente capito; ecco perchè non riescono mai a spiegarsi il perchè e il per come delle cose economiche e non, perchè sono logicamente fallaci nelle premesse.
            La Riforma fu un tentativo (secondo me peraltro riuscito a metà per quanto magnifica la cattolica non si è mai ripresa dallo scisma, anzi oggi sta praticamente andando verso il luteranesimo!) di ripristinare questo quadro logico di fondo. Tutta la ricchezza che ti balla negli occhi e ti fa dire che la Riforma li ha fatti ricchi è in realtà frutto di un coatto trasferimento di risorse dalla proprietà privata e personale del singolo a quella dello stato (che cambia forma nei secoli), e questo ha portato a un enorme impoverimento e non intendo economico. A riprova di ciò basta guardare all’arte l’infallibile cartina al tornasole degli animi umani! Se fai un giro a Ginevra patria di Calvino bè noterai che nel centro storico non c’è un cazzo! Nemmeno nella Cattedrale di San Pietro (ex cattolica stuprata ai tempi della riforma nella sua bellezza dalla furia iconoclasta) c’è rimasto nulla. In 500 anni non sono riusciti a sviluppare un’arte loro propria, ti sei chiesto perchè? Perchè hanno perso il Bello che viene da Dio, e questo perchè hanno perso Dio, e tutto ciò che possono aver fatto fanno o faranno sarà solo imitazione inconscia del loro passato da cattolici quando ancora avevano qualcosa da dare al mondo. L’arte invece in Italia non è morta nè prima nè durante nè dopo la Controriforma, per me stiamo morendo oggi ne vuoi la prova? Vai a vedere quanto è orripilante la chiesa di Fucsas a Foligno; ma in genere qualsiasi chiesa costruita negli ultimi 60 anni circa è orrida!!! Perchè stiamo marciando per molti versi ci siamo già da un pò verso il vuoto pneumatico luteran calvinista.

          • yuk yuk

            perchè litigate?, tanto sul lungo periodo saremo tutti morti o convertiti coercitivamente all’ Islam.

          • Ale C.
          • yuk yuk

            si “marxianamente” è più elegante….:-)

  • MaAncheNo

    Spannometricamente, il 70% dei voti vanno a partiti che fanno SONO:

    Liberali
    CristianoDemocratici (moderati e non statalisti)
    Nazionalisti

    Sarà forse ora di spostarsi da quelle parti?

  • Hannibal Lecter

    Cari giornalisti e politici italioti, non c’è niente da festeggiare x la vittoria di mark rutte, questo è quello che vuole l’europa a due velocita, con esclusione dei paesi del sud europa, e in particolare l’esclusione dei cialtroni italioti, dunque è inutile unirsi al vincitore, come se la vittoria sia anche merito vostro. COME SI SUOL DIRE: DEL DOMAN NON V’E’ CERTEZZA, IN CAMPANA BELLA E SPLENDIDA GENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • MaAncheNo

    Comunque la differenza fondamentale tra protestanti e cattolici è la criticità con cui assimilano testi scritti e informazioni in generale.

    Si nota in molti dei commenti qui sotto.

    Certo che credersi leoni quando si è storicamente dei micetti, o al massimo delle iene che sanno attaccare solo in branco, è davvero tragico.

    • yuk yuk

      ti assicuro che il mondo protestante ormai si è completamente allineato politicamente a quello cattolico, anzi è ancor più collettivista e statalista. Nelle comunità “una volta” congregazioniste e indipendenti vive il pensiero unico di papa Francesco e la sudditanza al potere della sinistra, il resto sono scaramucce di facciata.

      • MaAncheNo

        Non parlo di praticanti, parlo di 5 secoli in cui certi popoli si sono abituati al pensiero critico e all’interpretazione personale.

        E’ una differenza piuttosto grande che crea società molto diverse.

  • Ragazzi… ma cosa stiamo dicendo? Wilders ha fatto un balzo in avanti, il governo ne ha fatto uno indietro, e voi dite che ha perso? Ha perso perché non ha stravinto? Ma parliamo di politica o di calcio o per caso è la stessa cosa? A parte che col proporzionale una forza antagonista potrebbe governare solo col 51% dei voti, perché diversamente tutti ma proprio tutti si coalizzerebbero contro di lei, ma stiamo parlando dell’Olanda, dico! Del Paese massonico per eccellenza, la Terra di Mordor dei complottisti, quello che ha preso Wilders è già tanto e financo troppo in quel contesto. Piuttosto guardiamo se non si ferma lì, a fare la Lega del posto che non governa, o se la tendenza prosegue. In Olanda non ne hanno le balle ancora abbastanza piene, c’è un welfare che regge perché il demos ancora lavora, quando schiopperanno davvero allora cambierà radicalmente.

  • SDM

    In Francia la Le Pen non vincerà. Crescerà, ma gli idioti nordeuropei hanno bisogno di prendere ancora molte bastonate prima di aprire gli occhi e svegliarsi.
    Essi sono catastroficamente impregnati di ideologie multikulti, buonismo mainstream, politically correct; inoltre gli autoctoni sono interiormente terrorizzati al pensiero di quello che potrebbe succedere se venisse implementata un’agenda di deislamizzazione e dearabizzazione. In cuor loro lo sanno, tuttavia hanno paura di ammetterlo. Considerando che le loro città sono abitate tra il 20 ed il 30% da quella gente, intuiscono che qualora si ribaltasse l’indirizzo politico, avrebbero la guerra civile in casa, di cui le manifestazioni pro Erdogan sono state un assaggio. E non mi si venga a dire che i turchi siano bene integrati. La maggioranza di costoro e dei discendenti sono e saranno sempre turchi, mai olandesi. Lo spirito nazionale è ZERO, e lo si vede dalle manifestazioni traboccanti bandierine con la mezzaluna.
    Il Netherlands ha deciso di calciare il barattolo, ignorando il fatto che se non adesso, entro pochi decenni o si sottometteranno, o sarà guerra civile.
    D’altronde, già undici anni fa, nel lontano 2006, nel governo si parlò del fatto che se un domani vi fosse stata una maggioranza islamica, il codice giuridico avrebbe fatto bene ad adeguarsi alle norme della Shari’ah. Non sto scherzando, lo ha detto il ministro della giustizia!
    https://web.archive.org/web/20070929120452/http://www.expatica.com/actual/article.asp?subchannel_id=1&story_id=33017
    http://www.expatica.com/nl/news/Sharia-could-come-via-democracy-Dutch-minister_140118.html
    http://www.wnd.com/2006/09/37897/
    Anche nella democraticissima Wikipedia, in fondo, terzultimo paragrafo.
    https://en.wikipedia.org/wiki/Islam_in_the_Netherlands
    Per ora, che si godano i ghetti arabi, le no-go-zones, gli stupri e le crescenti proibizioni/costrizioni.
    Notate poi che è emerso che il partito dei verdi sarebbe stato votato quasi esclusivamente da musulmani. E infatti già da tempo si parla di alleanza verdi-verdi (verde è il colore dell’islam sunnita), così come di finanziamenti dei Fratelli musulmani a questi partiti.
    Ora… quali saranno le politiche di cui tali gruppi politici saranno sostenitori?
    Quindi, nei Paesi Bassi la situazione è tutt’altro che buona, ed il futuro non promette affatto bene.

    • Scrillo

      “ma gli idioti nordeuropei hanno bisogno di prendere ancora molte bastonate prima di aprire gli occhi e svegliarsi.”
      Io aggiungerei solo: di svegliarsi in minoranza. Perché nella democrazia vince la maggioranza, e quello che resta degli europei in olanda non può più fare una voce sola per la nazione. Non è il risveglio da un incubo, ma in un incubo, da cui non ci si può risvegliare ancora.

      • what you see is a fraud

        I mussulmani per vincere e controllare il paese devono solo avere un candidato e anche se sono ,per ora in minoranza , vinceranno perche’ gli autoctoni sono divisi da molti partiti . E’ la solita storia con in bianchi ……. cane mangia cane , disuniti , e poca coesione sociale …… invece i Khazari i mussulmani e i cinesi si aiutano tra di loro .
        Sic transit gloria mundi

  • Rifle

    Alla fine questo 2017 dei miracoli sarà un anno come gli altri.

    In Olanda nessuna novità.
    In Francia la LePen arriverà al ballottaggio ma non oltre.
    In Germania vincerà Schulz.

    In Italia fa lo stesso, qualunque coalizione vincerà alla fine farà ciò che vuole Bruxelles.

    Brexit e Trump non hanno alterato poi molto la situazione qui in UE.

    No cari miei, se qualcosa cambierà sarà a causa di un cigno nero.
    E i cigni neri sono improvvisi ed imprevedibili.
    Non aspettiamoci novità dalle elezioni.

    • Hannibal Lecter

      Esatto quello che dici, ma devono essere gli europei chiamati al cambiamento quando ne hanno l’occasione, a cavalcare l’onda. I burocrati europei mica ti puntano la pistola, x farti votare in una certa maniera, siamo noi stessi che adoriamo la nostra gabbia IL MALE DI NOI STESSI SIAMO ANCORA NOI.
      saluti

      • what you see is a fraud

        citazione “siamo noi stessi che adoriamo la nostra gabbia IL MALE DI NOI STESSI SIAMO ANCORA NOI. ”
        Verissimo troppe persone ignoranti di cosa succede , menefreghisti fino a quando qualche brutta cosa succede a loro .
        Forse siamo a questo punto perche tanti cittadini sanno che mostrare disapprovazione , disgusto di azioni governative , puo’ costare molto caro al cittadino . Voi non ci credete ma c’e’ una guerra non dichiarata in corso contro oppositori del regime , ” estremisti ” e dichiarati nemici del sistema ….. Chi combatte per lo stato queste guerre non dichiarate sono i servizi segreti non solo del paese in cui si vive ma anche i servizi di altri paesi quando il cittadino visita all’estero . C’e’ una guerra in corso per la mente dei cittadini e ogni metodo legale e non e’ usato per sabotare il cittadino , la sua vita privata, il suo lavoro . Il grande vantaggio dello stato in questa guerra e’ che le vittime spesso non capiscono di essere prese di mira come un bersaglio e spesso anche parenti a amici sono arruolati dal sistema attraverso , favori , soldi , o carriera per nuocere la vittima .
        https://www.youtube.com/watch?v=wcPUJ5sxi2c

        • Friendly Cynic

          Non ti punisce nessuno se voti l’estrema destra nell’urna e non devi nemmeno dirlo in giro.

          La maggior parte della popolazione occidentale é semplicemente idiota, scavandosi la fossa ad ogni elezione per ideologia, ignoranza o pura stupidità.

          La decadenza delle nazioni occidentali é un suicidio demografico (denatalità + prolifica invasione) a cui i popoli occidentali si dedicano con entusiasmo (progressisti/cristiani) od indifferenza (moderati, apolitici).

    • Il cigno nero, da un punto di vista statistico, è quando un numero N esageratamente grande di persone si alza con il piede sbagliato. https://uploads.disquscdn.com/images/d4a887ac08809f2bbc8af5a063e5db133a7082f179225612afc32e0f50c48318.jpg Se riuscite a trovarlo su una bancarella, leggete questo romanzo; io ebbi la fortuna di leggerlo da giovane, e ancora me lo ricordo. Una sera l’agricoltore Marv Sellers, facendo i conti di casa, conclude che non può permettersi di pagare le rate del nuovo frigorifero… decide di restituirlo, e…

  • Scrillo

    Purtroppo per l’olanda e per l’europa questa è una gran brutta notizia. Dopo aver aperto le porte del vaso di pandora, non serve a niente richiuderle dopo che i suoi veleni sono già usciti fuori. Senza usare la forza non si può uscire da questa situazione di paganesimo islamico e cittadinanza multi straniera.

  • Ronf Ronf

    La vera notizia è che due partiti iscritti a ECR (il gruppo guidato dai Tory UK e dal PIS polacco) hanno preso un 5% dei voti in un paese sinistro-progressista come l’Olanda!

    • MaAncheNo

      Il 70% e rotti dei voti è andato a liberali, cristiano democratici e nazionalisti.

      Decisamente un “Paese sinistro-progressista”.

  • Forza-Karolina

    Mi aspetto lo stesso anche in Germania. Evidentemente stanno ancora troppo bene. Gli auguro di essere invasi da milioni di merde dall’Africa che li vessano e si facciano mantenere a vita. I coglioni pro-immigrati si meritano questo e altro!

    • SDM

      Giustissimo. Sembra che solo nel 2016 la Merkel abbia fatto entrare in Germania circa 600k barbari, il TRIPLO che da noi… non era bastato il milione e mezzo dell’anno prima, evidentemente il paese non è sufficientemente devastato.
      I problemi sono due: uno il fatto che ci rimettono anche quelli che (come noi) non vorrebbero fare questa fine e sono consapevoli dei rischi del futuro. Considerando poi che noi occidentali siamo ormai pressoché sterili, questa gente una volta entrata ha gioco facile nel ribaltare gli equilibri demografici, e quindi democratici. Insomma non si torna indietro. E ci rimettiamo anche noi (i sostenitori del multikulti per me peggio staranno più sarò contento, quello che gli farei non posso scriverlo per sicurezza).
      Due, che, messe a parte le false e disgustose modestie, l’Europa era il luogo migliore al mondo in cui vivere, il luogo più civilizzato e la culla delle culture più belle ed avanzate. Lo so che la decadenza e l’estinzione sono processi naturali, però è triste sapere che il mondo verrà privato di una cosa così bella.
      P.S. Abbiamo trovato in Francia un altro dei numerosissimi malati mentali che si svegliano e scoprono di aver pianificato da soli attacchi alla gente:
      http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/francia-sparatoria-in-un-liceo-otto-feriti-arrestato-studente-disinnescato-ordigno_3062031-201702a.shtml
      E in Turchia già si comincia a parlare di Guerra santa.
      http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/voto-olanda-turchia-ue-verso-l-abisso-presto-guerre-di-religione_3061973-201702a.shtml
      Il settore militare-difesa. Ecco una cosa su cui in Italia non taglierei un centesimo di spesa pubblica.

      • Forza-Karolina

        Guarda tu non hai idea di quanto mi faccia incazzare sta cosa. Sarà che io quelle merde li le detesto in una maniera allucinante. Non mi capacito di come la stragrande maggioranza della gente non solo non reagisca a questo schifo ma tutto sommato gli sta bene… E’ una cosa che non riesco a spiegarmi.

        • silvia

          anche io mi sono chiesta per molto tempo il motivo della non reazione a questo schifo….poi la risposta mi e’ apparsa improvvisamente: l’invasione e’ l’altra faccia della medaglia, e’ la pianificata distruzione della civilta’ europea, ma per farlo accettare agli europei l’hanno connessa con l’euro e il sistema europeista in vigore, cosicche’ la gente per la paura di perdere i finti privilegi di una moneta forte, o i privilegi di un finto sistema che promette liberta’ pace e prosperita’, ingurgita pure l’invasore.Senza capire di essere in trappola.
          non odiare l’invasore, (anche tu faresti lo stesso), ma odia chi continua ad essere pro europa e pro euro.

          • Forza-Karolina

            Si ma non capisco perchè uno non possa essere pro Europa e pro Euro ma contro gli immigrati. Io tanto per capirci sono contro tutte e 3 ste cose ma non riesco a spiegarmelo in questi termini.

          • silvia

            Perche’ il pacco devi prenderlo completo, ti piace l’europa? ti piace l’euro ,vero? vuoi mantenere intatto lo status quo di finti privilegi? E allora accetta l’invasore, che poi sarebbe il fine ultimo, il piano Kalergi.
            Come potrebbero altrimenti mantenere il consenso mentre stanno chiaramente portando avanti una sostituzione etnica.
            Come potrebbero ottenere l’accettazione passiva dei popoli a farsi distruggere se non li tenessero al cappio con il sistema economico in vigore.

          • Caio Giulio

            Privilegi? Ma dove? stavamo cento volte meglio con le Lire e non mancava proprio un cazzo rispetto ad oggi, ma anzi. Io di tutta le mondezza asiatica ne potrei fare a meno anche domani.

          • silvia

            lo so anche io la penso cosi’, ma mi sembra che siamo solo in due finora…..

          • SUPERCAZZOLAPREMATURATA

            In tre…….

          • what you see is a fraud

            Infatti , cio’ che dici e’ molto sensato basta vedere l’immobilita’ di fronte alla catastrofe dei leader politici al governo . E’ come se non ci fossero .

          • Caio Giulio

            Più che economica è secondo me una questione di modelli propagandati a tutti i livelli mediatici, dove vediamo sempre le (una volta) minoranze interpretare i buoni di turno, mentre al contrario si criminalizza sempre l’uomo bianco e il cristiano per innescare dei subliminali sensi di colpa nelle menti devastate dagli orwelliani schermi piatti, veri altari del miserabile focolare attuale.

      • Ale C.

        l’Europa era il luogo migliore al mondo in cui vivere, il luogo più civilizzato e la culla delle culture più belle ed avanzate. Lo so che la decadenza e l’estinzione sono processi naturali, però è triste sapere che il mondo verrà privato di una cosa così bella.

        Sottoscrivo parola per parola.

    • Caio Giulio

      Non prenderti la fatica di augurargli niente, ci pensano da soli ed anche se chiudessero le frontiere domani, quelli si moltiplicano come mosche al contrario dei coglionazzi autoctoni sinistrati, senza dimenticare i milioni di pannoloni in via di estinzione a breve.

  • AndreTheBoss

    La cosa è questa.
    più tardi scoppierà il bubbone
    Più male farà
    Senza se e senza ma.

    Se la fine dell’UE fosse arrivata quest’anno max 2018, probabilmente ce la saremmo cavata con uno scombussolamento.
    Ma se arriverà fra 5/6 anni la fine (che arriverà, tranquilli) sarà devastante.
    Attendiamo prossima crisi.
    Quella che rilancerà TUTTI i partiti di estrema destra.

  • Mela

    Come scrivevo 4 giorni orsono, la dittatura europea non crolla, il sistema non può crollare tramite le urne. Se con il voto democratico si potesse cambiare qualcosa, i padroni non lo consentirebbero nemmeno.

    Una singola persona si sveglia, il popolo assonnato da impianti ideologici, non si sveglia; muore così, si adagia, si fa’ piacere il degrado, ma non si sveglia, perché il sonnifero indotto dai vili giornalisti, dai lecca-scarpe certificati come Santoro, Benigni, Gomez, Carminati, Fazio, Mentana,Travaglio, pagati fior di milioni, che cianciano di disoccupazione senza mai ricordare che l’industria italiana l’hanno distrutta Draghi, Napolitano, Amato, Prodi, e gli altri suoi sodomizzatori. Come parlano bene, e come leccano bene, i perfetti ruffiani, che sanno prendere omaggi sia davanti che da dietro, mentre i coglioni contribuenti si fanno intrattenere da questi bambocci lecca-scroti ammosciati. Una vergogna assoluta.

    • Francesco Biondi

      Ma che veramente vuoi il crollo dell’Europa e del liberismo?

      • Mela

        Prima vorrei vedere processati i milionari che hanno sempre visto il lavoro alla lontana, come i sopracitati.

    • ittymixe

      Perdoni la domanda: per caso Lei è il Professor Mela?
      Nel caso, bentornato.

      • Mela

        No. Il mio nick, come il mio avatar, si rifanno al frutto della conoscenza della Bibbia, quella che Dio voleva evitare di concedere agli uomini, ideale parallelismo, in chiave negativa, dell’operato odierni dei padroni terreni, che con l’inganno e la frode ci privano della conoscenza e della libertà.

  • Österreicher

    Parlando di cose serie:inflazione a febbraio al 2,2% in Austria, come in gran parte dei paesi euro,tranne i soliti noti inflazione in salita. Ne vedremo delle belle.

    • MaAncheNo

      La pazienza dei crucchi su quel lato e’ abbondantemente terminata secondo me.

      Credo che dietro le quinte siano gia’ iniziate le grandi manovre. Draghi o non Draghi.

  • verklarte

    Io credo che l’establishment europoide se la sia vista brutta. Era più che certo che il partito di Wilders avrebbe avuto la maggioranza relativa e francamente, fino a un mese fa, non mi sarei aspettato che Rutte diventasse antiislamico e ferocemente antiturco. Come ha ricordato anche Bottarelli, le elezioni turche non avevano mai costituito un problema di ordine pubblico. In Germania, in Belgio e in Olanda esponenti politici turchi avevano sempre arringato le folle turco-islamiche durante le campagne elettorali e nessuno aveva mai avuto da ridire. Ma questa volta Rutte, ossia l’establishment, ha avuto paura e parecchia. Ha inseguito Wilders nelle parole, nell’arroganza e nei metodi ed ha vinto. Ieri sera mi sono divertito ad ascoltare i commenti dei giornalisti de l’Espresso, il Corriere e la Stampa su Rai news e a Porta a Porta. Nessuno ha fatto notare la metamorfosi strumentale di Rutte, ma tutti hanno ripetuto all’unisono che “l’ondata pupulista era stata fermata”. Gli intervistatori annuivano compiaciuti. E’ questa l’infomazione, lo sappiamo, in Italia come in Olanda.
    Ma a parte questo dato di costume giornalistico non credo che la grande maggioranza degli autoctoni siano contrari all’islamizzazione, anzi la vedono con simpatia e forse invidiano i turchi o i magrebini. Me ne sto convincendo ogni giorno che passa. L’agnostico è affascinato dall’islamico coerente e inflessibile. Lo teme ma lo ammira. E’ lo stesso stato d’animo che nutrivano gli aristocratici romani di fronte alla rudezza e semplicità dei costumi dei barbari che premevano ai confini dell’impero. Quando un popolo giunge a empatizzare con gli invasori è già morto.

    • what you see is a fraud

      Rutte avendo capito che numerosi cittadini sono anti islamici e anti immigrazione e approvano delle politiche di Wilders , ha rubato parte della piattaforma politica del PVV .
      Il risultato e’ che sebbene Rutte ha vinto , i suoi rappresentanti sono diminuiti , quelli di Wilders sono di piu’ di prima e chi vince e’ anche la popolazione Olandese perche’ Rutte dovra’ accontentare coloro che hanno vottato per lui . Ma la storia non finisce qui; perche alle prossime elezioni , se la gente si stufa veramente della UE saranno guai per Rutte.

      • verklarte

        Conosco un po’ l’Olanda. E’ un paese decotto.

  • Caio Giulio

    La bravata “razzista ed intollerante” del ruttino sembra aver funzionato per gli utili idoti da coffe shop e le amanti del black manga, che da quelle parti sono numerose e votano eccome.
    Però ormai, come qualcuno giustamente fa notare, le aspettative crescono, e la momentanea “vittoria”, numericamente però sconfitta, ha più il sapore di una classica vittoria di pirro, considerando anche che da loro il tracollo demografico in favore dei beduini, essendo quattro gatti, si avvicinerà molto più rapidamente che da altre parti, e magari alla fine sarà un bel monito per nazioni ben più grandi.

    • illuso

      sempre che non ci siano stati imbrogli…

  • Rosalba48

    La Provvidenza esiste: anche se solo con la certezza di qualche mese, i nostri risparmi sono al momento salvi.

    • silvia

      Hai centrato il problema…..le pecore europee pur di salvare quei quattro risparmi accettano di farsi invadere…..per la carota davanti prendono il bastone di dietro-

      • Rosso di sera

        Questa è fra le più belle di quelle che mi sto godendo fra i tuoi sagaci commenti!
        Sinceri complimenti!

  • illuso

    siete convinti che gli olandesi siano un popolo libero e democratico?……pura illusione….basti pensare che hanno ancora un re e regina…..sinonimo di pecoroni assistiti da un sistema statale che certamente da servizi migliori del nostro…ma pagato a caro prezzo.
    l’ essere umano è nato per essere pascolato, sottomesso….sono una manciata i credenti nella democrazia vera, non quella camuffata da comunismo puro….motivo per cui ci saranno sempre guerre nel mondo….il vocabolo democrazia inculcato nella stupida gente è sinonimo di guerre e povertà.

  • hurom

    Wilders non ha affatto sfigurato, anzi, considerato il tipo di nazione che è l’olanda.
    leggetevi la puntuale disamina di dezzani a riguardo.

    http://federicodezzani.altervista.org/lolanda-ha-fatto-la-sua-scelta-scontata-aderire-allarea-marco/

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi