Francia, Il Miglior Scenario Possibile per I Sovranisti si Sta Realizzando

Di FunnyKing , il - 73 commenti

Nota di Rischio Calcolato: è difficile fare previsioni su chi arriverà al ballottaggio per le Presidenziali Francesi, e tuttavia se leggete RC sapete che da queste parti abbiamo sempre preso le percentuali di Macron come “leggermente” pompate dai sondaggisti. Macron è chiaramente il candidato dell’establishment europeo e bancario, il peggio del peggio per storia, consorterie e visione, una merdaccia invotabile tipo Hillary Clinton.

Però….

…. parrebbe stia accadendo qualcosa di veramente interessante. Al secondo turno potrebbero finirci (ho detto potrebbero) la Le Pen e il leader della sinistra Melechon. Il che non mi sorprende, dal mio recente viaggio a Parigi ho portato a casa l’impressione di una Francia ormai socialista nell’anima dei su0i cittadini e dunque il ballottaggio fra nazional-socialisti e social-comunisti non mi sorprenderebbe affatto.

La Le Pen ha una speranziella di diventare presidente solo se al ballottaggio ci arrivasse con il leader liberale (oddio liberale per i Francesi per me al massimo è un centrista moderato) Fillon. Se il ballottaggio fosse davvero Le Pen – Melechon non ci sarebbe partita, un plebiscito per il leader della sinistra.

Ora…. il punto però è che della Le Pen sull’Europa sappiamo (che vuole uscire), Melechon invece ha idee meno radicali e tuttavia molto dure.

Ovvero deficit, deficit, deficit (che è la ricchezza dei cittadini per i nuovi economisti).Melechon è per il reddito di cittadinanza ( manco in Francia non ci fossero sussidi per qualsiasi cosa) e per tassare i ricchi (manco le tasse fossero basse in Francia.)

Ad ogni modo per l’impostazione del rigore Europeo si prospetta la fine, e la Germania dovrà alla fine decidere se adeguarsi o uscire.

Tutto molto interessante (e il ca’ me ne frega in realtà), in fondo è tutto un grande meraviglioso show,.

da Scenarieconomici  articolo di Fabio Lugano

Domenica si tiene il primo turno delle elezioni presidenziali francesi, e  Deutsche Bank ha rilevato una crescita del rischio di break out dell’euro, tramite il costo implicito dei CDS (credit default swap) dell’eurozona, e lo spread dell’OAT (i buoni del tesoro francesi) sul Marco.

A cosa è dovuto , secondo DB, questo andamento più rischioso ? Ad un avvicinamento delle posizioni dei candidati e, soprattutto, al  risorgere delle posizioni di Melenchon , candidato della sinistra più marcata.

Ora se i dati danno quasi per scontato che Marine Le Pen passi al secondo turno la grande sorpresa è proprio il ritorno della sinistra storica. Chiamarla estrema mi appare un termine forte, visto che quella moderata è rappresentata dal budino Hamon e da un Macron appoggiato dall’establishment economico . La ripresa di Melenchon, che è un fautore dello stipendio di cittadinanza ed è euroscettico, potrebbe configurare la possibilità, per ora contenuta, di un confronto fra due candidati antisistema: Le Pen e Melenchon. In questo caso i sondaggi indicano comunque una prevalenza del candidato di sinistra su quello del Front National, ma già il fatto che questo evento si realizzerebbe sarebbe un indicatore dell’inaffidabilità dei sondaggi.

Per ora i sondaggi ufficiali indicano come più probabile il ballottaggio fra Macron e Le Pen, con un vero e propri testa a testa al primo turno. Vedremo se questa sarà la realtà.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Semplice

    Personalmente crederò ai cambiamenti solo dopo aver visto un esito stile Brexit, fino a quel momento ritengo il sistema ancora troppo forte.

    Per il resto, citare DB come analista dei rischi mi fa morir dal ridere ahahahahah

    • Opinionlader

      Che ridere citare DB come fonte autorevole, è più fallita di MPS.

      • Semplice

        E ma sai, ai krukki tutto è concesso dall’italiano medio piccolo.

  • mau

    Se la Le Pen finisce contro Melenchon al ballottaggio vince. L’avversario più pericoloso per Marine è il simile, cioè Fillon

    • Nanoballerino&Funny

      Infatti, Funny numerONE: sbaglia 1 volta si e 3 anche

  • Ale C.

    forse il miglior candidato dell’estabilshment è proprio Melechon.
    Un Tsipras con la R moscia.

  • Cruciverba

    Secondo me sottovaluti troppo Macron e gli euristi convinti ( con il culo degli altri ) .
    In Francia probabilmente prevarrà la paura verso l’incertezza e non è detto che Macron ( per quanto sia un sicario dell’economia dei Rothschild inguardabile e detestabile ) alla fine non riesca a spuntarla al secondo turno . Alla fine la gente quando ha paura commette sempre degli errori fatali . Spero per i Francesi che non si lascino spaventare e che votino per la Le Pen e la fine del “Fogno Europeo” ma la vedo dura . in Francia ormai i Mohamed ed Ali sono piu’ del 10% della popolazione … il vero ago della bilancia che probabilmente affosserà la Francia per sempre .

  • johnny rotten

    Il pedofilo podesta, in una mail fra quelle pubblicate da WikiLeak, dava istruzioni ai sondaggisti su come modulare la campionatura per ottenere risultati favorevoli alla killary, sulla scorta della sua esperienza indicava fasce, città e a volte anche quando era meglio fare i sondaggi per ottenere tale risultato, in un altra mail veniva svelato un patto con tutti i media main stream europei per sostenere la killary anche da questo lato dell’atlantico, il metodo scelto era quello di pubblicare tutti un certo tipo di notizie e sempre tutti censurarne altre, però questi sistemi mafiosi orwelliani devono essere stati un po’ troppo evidenti ed hanno portato alla vittoria di trump, questo ci dice che se i media non sono capaci di moderarsi ed autoregolamentarsi a vincere in ogni prossima elezione saranno sempre i candidati anti sistema, perchè ormai è largamente diffuso tra tutte le popolazioni occidentali lo zapping fra i vari canali news e quando uno vede che le notizie sono tali e quali ovunque qualche sospetto inizia a venirgli.

    • “Il pedofilo podesta”

      era una bufala: http://www.ilpost.it/2017/03/27/pizzagate-alex-jones/

      • Ronf Ronf

        Insomma, come al solito per voi altri, visto che tale Podesta è un Dem, allora è innocente anche se colpevole. Se invece si accusa Berlusconi per il Rubygate, allora per voi altri Berlusconi è sempre colpevole anche se la Corte di Appello di Milano (quello strapieno di “giudici comunisti”, almeno secondo Berlusconi…) e la Cassazione lo hanno assolto. E te lo dice uno che sperava nella condanna di Berlusconi per poter ricostruire il centrodestra dopo di lui (e infatti fino a quando c’è Berlusconi, allora è impossibile costruire un vero centrodestra in grado di contrapporsi al PD)

      • johnny rotten

        Tu sei una bufala, le e-mail del pedofilo podesta non sono una bufala sono proprio le sue, qua non si parla di mozzarelle, cerca di capire.

  • nathan

    Sopra ho votato eccitato.

  • Lodovico

    Per me, che sono contro questo establishment europeo globalista, massonico, russofobo e fantoccio delle eltes finanziarie, un ballottaggio tra M. Le Pen e Melenchon sarebbe perfetto. In quel caso, a mio modesto parere vincerebbe facile la Le Pen.
    Ritengo, invece, più probabile un ballottaggio con Fillon; in tal caso quest’ultimo avrebbe notevoli probabilità di vittoria per la gioia del nostro FunnyKing. Comunque per me sarebbe il male minore perché Fillon vuole una maggior collaborazione con la Russia (per questo hanno tentato di farlo fuori dalla corsa presidenziale) e una modifica dell’attuale struttura europea.
    Condivido, infine, l’idea che una presidenza Macron sarebbe una iattura per la Francia e per l’Europa, in quanto vincerebbe un candidato nato nei laboratori dell’establishment.

  • Uto Uto

    Vado a memoria.. :-).
    referendum Brexit 51 a 49 = paese spaccato… lo rivedremo l’8 giugno??
    elezioni americane 51 a 49 = paese spaccato…modello casinò
    referendum turco 51a 49 = paese spaccato… cazzi loro
    referendum italico 60 a 40 = bimbominkia in castigo… ma ci riprova
    elezioni francesi .. indovino un bel cambia un caz

    • Noel

      ti sei dimenticato un altro importantissimo:l’Austria!

  • silvia

    Scommetto che Le Pen non ce la fara’.Questa sensazione mi scaturisce dal fatto che le cose stanno prendendo una piega irreversibile….la gente (Europea) si e’ arresa, si e’ arresa alla poverta’,ha bisogno di stato per campare con le briciole,tutti ormai hanno bisogno del reddito di cittadinanza perche’ hanno capito che da soli non ce la possono fare.
    Il Regno Unito e’ una eccezione determinatasi dalla sua storia e dal suo background.
    In un mondo dove, fallita la globalizzazione e il liberismo selvaggio,le ferite provocate ai popoli prendono pieghe diverse, determinando di nuovo nazionalismi ,chiusure e evoluzioni differenti a seconda delle proprie caratteristiche culturali.
    America, UK , Turchia,Asia , Italia etc. sono solo esempi di come ognuno sta andando secondo il suo peculiare percorso.
    Bisogna prendere atto del fallimento,e che la promessa di benessere per tutti (per ottenere controllo monetario,cessioni di sovranita’ etc..) e’ stata solo una colossale menzogna .

    • Noel

      …ormai è tardi:decidono Lor Signori!(come sempre)

    • io

      “Fallita la globalizzazione e il liberismo selvaggio” ma seriamente? Bisognerebbe provarlo il “liberismo selvaggio” prima di dire che non funziona, soprattutto in Italia. Per il resto ok

      • silvia

        I Italia il liberismo selvaggio per fortuna non si e’ potuto realizzare e non si realizzera’ mai. In altri paesi si e’ realizzato provocando danni enormi alla popolazione ,eliminando la middle class, impoverendo la massa, reintroducendo la schiavitu’,producendo merci inutili, scadenti,se non dannose.

        • Firmato Winston Diaz

          “eliminando la middle class”

          La middle class e’ stata eliminata (ma poi lo e’ stata veramente? mi pare davvero difficile dire che oggi l’italiano non solo medio, ma anche mediano viva materialmente peggio di 30 anni fa, gli pare solo perche’ ha enormemente aumentato le sue aspettative riguardo al benessere, che non e’ cresciuto altrettanto delle sue aspettative, anche perche’ sarebbe stato impossibile) dalla concorrenza dei paesi ex-terzo mondo (quattro milardi di persone circa, fra cinesi ed indiani) che prima vivevano di sussistenza, ci fornivano solo materie prime in cambio di quattro perline colorate e dittatori sanguinari mentre ora, abbandonata sia la sbornia comunista che quella fascista, hanno avuto, come noi nel ventennio del dopoguerra, quando lavoravamo senza troppe pretese ne’ troppe regole, la loro rivoluzione industriale.

          Onestamente mi pare che ci stiamo costruendo una mitologia da viziatissimi figli di puttana, da perfezionisti con la pancia piena, che ci sta portando alla rovina, e che sarebbe bene evitare di alimentare ulteriormente. Non ce lo possiamo piu’ permettere: mentre noi ci stiamo addormentando cullandoci in allori di cui le attuali generazioni, che consumano eccome ma senza produrre NULLA, non hanno alcun merito, gli altri si sono svegliati.

          • silvia

            Date troppa importanza agli aspetti economici e poco a quelli culturali (valori, riferimenti, integrita’ morale, disciplina).
            La middle class intesa come valori socio-economici e’ sparita da un pezzo,sostituita da benessere fittizio diffuso. Fittizio perche’ trattasi di benessere materiale.
            Certo ora siamo sempre in collagamento con il mondo anche dal cesso autopulente di casa nostra, a patto di non scordare l’antidepressivo a colazione,ma viviamo assai peggio di trenta anni fa dal punto di vista psicologico, morale e sociale.

          • donato zeno

            Non sono affatto concorde a dare questa sensazione sono le merci sottocosto dalla cina la gente è vestita e mangia peggio di 20 anni orsono e la situazione continua a deteriorarsi.

          • Firmato Winston Diaz

            Le merci dalla cina sono “sottocosto” come lo erano quelle che producevamo noi 50 anni fa: e’ che i cinesi (e gli indiani, e gli orientali in genere esclusi ormai i giapponesi) sono gente povera che sta uscendo dalla miseria, che e’ felice con poco, a differenza di noi, ormai arricchiti per quanto da poco, a cui non va MAI bene niente (sentimento che i politici, tutti populisti, fomentano in tutti i modi), con l’aggravante che in questo siamo molto peggio, ancora piu’ “fighette”, dei popoli nordeuropei piu’ ricchi di noi.
            Dovremmo semmai stupirci che, nonostante le merci cinesi siano prodotte ad una frazione del costo del lavoro nostro, non solo non siamo gia’ falliti ma abbiamo una qualita’ della vita (materiale, ma per il resto e’ colpa nostra, se stiamo negli uffici a inventarci solo regole per fottere e rompere le balle al prossimo nostro) immensamente superiore di quei popoli che “si fanno il culo”.

          • Goffry

            Agreed.
            Nel 1990 i PIL di India e Cina erano un terzo (ripeto, un terzo) dell’Italia.

          • donato zeno

            è un fatto transitorio,ci sono gli aggeggi elettronici a poco ma il resto ha decuplicato il prezzo,ricordo anche io la grottesca osservazione (1987) viaggiando in Francia “ma il cambio qua è sfavorevole” una nazione di turisti.

          • Firmato Winston Diaz

            E’ decuplicato di prezzo cio’ che e’ prodotto in italia e si e’ costretti a comprare “italiano”, cioe’ i servizi in monopolio naturale, privati e pubblici; le tasse, e gli immobili (che peraltro erano gia’ carissimi da prima, per lo stesso motivo, il monopolio naturale).

            Il resto di roba che arriva dall’oriente non costerebbe nulla, se si togliessero i dazi (ricordiamoci che TUTTO cio’ che arriva dalla cina in europa e’ sottoposto a dazio, ulteriori soldi rubati dal lavoro altrui che si mettono in tasca i nostri Stati comunque sempre in bolletta), e soprattutto se si togliessero le provvigioni stratosferiche che vengono lucrate dagli importatori e grandi distributori occidentali, spartite con gli Stati con cui sono conniventi e gli danno la forza, col monopolio, di imporre.

            Ma non durera’ per sempre, e il risveglio sara’, per molti, istruttivo.

          • Firmato Winston Diaz

            Mah, io, dalle mie parti, vedo solo automobili enormi, lustrissime e nuovissime da 50.000 mila euro (che sarebbero 100 milioni di vent’anni fa, una cifra che non si permetteva di spendere neppure paperon de paperoni per un’automobile), strade perfette e superaccessoriate, tanto che una pista ciclabile di oggi e’ piu’ attrezzata e costosa di una autostrada di 50 anni fa, case perfette a cui i mille professionisti che se ne occupano non sanno piu’ cosa obbligare a fare per lucrare ancora qualcosa, Comuni con il 10 per cento della popolazione attiva impegnata a fornire servizi pubblici che sarebbero del tutto inutili e inopportuni se non in una societa’ che non sa piu’ come buttare i soldi… il chiagni e fotti della sbandierata miseria degli italiani e’ una vera offesa alla miseria vera, andare ancora dietro, e concorrere a moltiplicare, queste geremiadi comincia a “suonare male” ed essere un po’ fastidioso, IMHO.

          • Firmato Winston Diaz

            Diamo troppa importanza a tutto, compresi i valori-integrita’-morale eccetera, guarda che siamo in un’epoca in cui il moralismo e il perbenismo dilagano fino a ben oltre il giustizialismo, in tutti i campi e in tutte le fazioni politiche (vedi grillismo-leghismo-sinistrismo).
            Per ogni sciocchezza si invocano leggi eccezionali, inasprimenti delle pene, e non si fa piu’ neppure differenza fra reati colposi e preterintenzionali.
            In altre parole, vediamo tutto sbagliato dappertutto, complotti, ingiustizie, inquinamento, non ci va mai bene niente, non siamo disposti a perdonare nulla, e questo e’ tipico delle civilta’ impazzite, viziate e sazie.
            Ogni commento e articolo trasuda cio’, dappertutto.
            Una civilta’ effeminata, sotto certi aspetti, se si puo’ dire.
            Se si vuole godere di un minimo di liberta’ (ma a chi importa piu’?), si deve essere disposti a tollerare anche quella altrui, e perche’ cio’ sia possibile, bisogna lasciar perdere l’ipersensibilita’ per il nostro diritto, secondo cui qualsiasi cosa faccia chiunque altro ci fa danno.

          • Ronf Ronf

            A parte il fatto che il cambio tra Lira e Dollaro nel “Sistema di B. Woods” era 625 e non 675, ti ricordo che all’inizio il cambio era 575 Lire per 1 Dollaro ma poi ci fu la svalutazione a 625, quindi la tua difesa (indiretta) dell’Eurosistema cercando di storpiare che cosa era accaduto… beh, è semplicemente una ridicolaggine: il “Sistema di B. Woods” inoltre era ben diverso da quello dell’Euro

        • io

          E se in Italia non si è realizzato il “liberismo selvaggio” (a cui tu dai la colpa dello sfascio attuale) allora cosa ci ha condotto al fallimento?

          • silvia

            il liberismo selvaggio adottato da molti paesi western (e cercato di esportare insieme alla “democrazia” anche nei paesi emergenti) sta provocando un feroce backlash che consiste in nazionalismi, corsa alle armi, riaccensioni di tensioni , masse di zombies che una volta erano la middle class piu’ ex classe operaia , che si buttano a sinistra nella speranza di raccogliere le briciole statali per la sopravvivenza, PERCHE’ NON CE LA FANNO PIU’.
            Mentre in Italia le cose sono sempre andate cosi’, in modo mafioso, e clientelare.Il declino dell’Italia ritengo che sia dovuto al fatto che le persone capaci sono state fatte fuori, sono rimasti solo gli incapaci e una barca capitanata da imbecilli non puo’ che affondare….No, in Italia decisamente il liberismo non e’ entrato.E anche se fosse entrato, gli italiani sarebbero affondati comunque.

          • io

            Si ok ma se vuoi rispondi alla mia domanda di sopra: se il liberismo non è entrato, allora cosa “ci” ha portato a questa situazione?

          • silvia

            Forse ho risposto un po’ troppo fra le righe.
            Secondo me il declino dell’Italia non e’ dipeso da fattori esterni, ma da un andazzo interno che va avanti dagli anni sessanta. ( e non e’ il ’68) Con il clientelismo tipico della DC si sono piantati i semi della disfatta , cioe’ si e’ da allora cominciata a selezionare tramite raccomandazioni e non per meriti una classe dirigente di incapaci che poi ha portato il nostro paese alla rovina.
            con l’avvento dell’Euro , dell’Europa e della globalizzazione furiosa, l’Italia e’ implosa , cioe’ questi sono stati solo fattori che hanno accelerato il declino.
            Gli Incapaci che ci governano e che sono in posizioni strategiche (giudici amministratori e dirigenti pubblici , ma anche imprenditori collusi con stato e mafia etc.), non hanno saputo fare fronte alle richieste di un assetto globale che si andava costituento, quindi non sapendo cosa fare i nostri si sono solo accodati agli altri, nella posizione di subalterni .
            Pare che fare i servi sia proprio il nostro destino.
            Gli altri comunque non sono meglio, e procedendo in modo irresponsabile verso la classe media e lavoratrice, ora sono arrivati al capolinea….gli zombies hanno fame.
            In Italia cio’ avviene tutto in modo piu’ lento.
            la crisi scatenata dai subprime , infatti ha affondato l’economia americana e europea, ma ha solo appena sfiorato quella italiana nel suo procedere verso un lento declino.
            Noi decliniamo per i fatti nostri, siamo impermeabili.
            Siamo arrivati al punto che non c’e’ nemmeno piu’ nessuno valido da votare.
            Gli italiani in gamba se ne sono andati da tempo.
            Proprio da questa impermeabilita’ tuttavia io vedo un barlume di salvezza (intendo salvezza della vita non certo economica): i danni della globalizzazione e del liberismo senza regole sono cosi’ atroci ,che quasi quasi e’ meglio non essersi mai evoluti, come hanno fatto gli italiani.
            E penso anche che chi finora non e’ espatriato, farebbe bene a non farlo e restare a casa per il momento , aspettare e incominciare a zappare l’orto.

          • Goffry

            Il declino dell’Italia è iniziato nel 1992 con l’operazione Mani Pulite e l’uscita della lira dallo SME…

          • Ronf Ronf

            No, caro: il declino dell’Italia è iniziato quando Prodi insistette per far rivalutare la Lira per riportarla nello SME (il governo di Major, conservatore, e poi il governo di Blair, labour-ista, nello stesso periodo si rifiutarono di riportare gli UK dentro lo SME)

          • io

            Si ma cosa diavolo c’entra il liberismo????? Soprattutto se come dici giustamente in Italia non ci è mai entrato!!! Come si fa a dire che qualcosa non funziona se non si prova prima??? Ideolgia a parte s’intende…

        • MaAncheNo

          Per fortuna abbiamo solo lo statalismo selvaggio.

          Chiaramente molto meglio.

  • Il_disturbatore

    Fuori tema, ma fate circolare, che si sappia da che venditore di pentole ballista bisogna guardarsi bene
    http://m.dagospia.com/il-fondo-monetario-boccia-la-renzeconomics-l-italia-e-ultima-nella-crescita-ue-grecia-meglio-146082

  • pippo

    la Le Pen perderebbe contro Melénchon? Ma per favore……..

  • Mino

    Perché lo chiamate “DEFICIT” ?
    Si chiama “AUMENTO DELLA BASE MONETARIA”.

    • iuter andrea

      perchè nel 90% dei casi si tratta di sussidi a persone improduttive e/o incentivi su qualcosa di commerciale (cioè drogare un sistema).

  • donato zeno

    Non so chi sia il migliore ma conosco il peggiore:Macron.

  • Davide

    Il ballottaggio Le Pen-Fillon sarebbe il massimo.

  • “La Le Pen ha una speranziella di diventare presidente solo se al ballottaggio ci arrivasse con”…

    La cosa equivale a dire che la Le Pen (e Mélenchon) sono normalmente minoritari, ma che possono “sfangarla” grazie al meccanismo e alle circostanze.

    Il che è certamente possibile. Ma poi? Chi vincerà la presidenziali, per fare qualsiasi cosa, avrà bisogno di una maggioranza in parlamento, per il quale ci sono le elezioni a giugno. E lì è molto più difficile che Le Pen e Mélenchon la sfanghino di nuovo.

    Senza maggioranza, un presidente francese ha addirittura meno poteri di quanti ne ha Trump. E se poi ci fosse addirittura una maggioranza di colore diverso (possibile, visto che il sistema è uninominale e maggioritario), il presidente diventa solo un interlocutore del governo, che ha il potere di dettare l’agenda politica.

    E se anche riuscissero ad avere un maggioranza in parlamento, finirebbero entrambi come Trump: costretti a rimangiarsi le promesse irrealizzabili.

    Ragioni per cui un’eventuale presidenza Le Pen (o Mélenchon) farebbe qualche danno, ma sarebbe per lo più ineffettiva. Sì, uno show.

    • Ronf Ronf

      Premesso che tu hai enormi lacune sul diritto costituzionale francese, ti dico una cosa: il tuo ragionamento si può cucire addosso a Macron, il quale è minoritario e infatti può vincere solo grazie al meccanismo e alle circostanze. Trump non si è rimangiato nessuna promessa: è stato Paul Ryan a mettere – e a perdere – la faccia sulla proposta di riforma sanitaria (la cosiddetta Ryancare), non Trump il quale intelligentemente ha lasciato andare Ryan allo scontro con l’ala destra del Partito Repubblicano e adesso Ryan è in forte crisi di credibilità (e la Fox News ha persino chiesto le sue dimissioni da Speaker della Camera).

      • Certo che vale anche per Macron, ma con una differenza: è plausibile supporre che una futura maggioranza parlamentare non-Macron voglia e possa trovare con lui un’intesa.

        “Trump non si è rimangiato nessuna promessa”

        Questo è quello che gli Americani vedono in tv, ed è difficile dire quello che sostieni: https://www.youtube.com/watch?v=K4PvNmB4dAo

        • Ronf Ronf

          Se la legge di Paul Ryan sulla sanità non è passata, vista la Costituzione US, la colpa è di Ryan che non ha saputo esercitare bene il suo ruolo di Speaker della Camera (che negli US non è un organo neutro: infatti è un ruolo attivo sul piano politico) e comunque la legge Ryancare era una stronzata enorme che nessuno sano di mente avrebbe mai votato. Trump intelligentemente è stato capace di mandare Ryan allo scontro al suo posto e quindi Ryan lui da solo si auto-delegittimato: io personalmente sono a favore della proposta e del progetto di legge sulla sanità scritta da Rand Paul (il Sen. del Kentucky).

          • Che la responsabilità sia attribuibile a Ryan piuttosto che ad altri è cosa che può interessare un ristretto circolo di appassionati di politica; per il grande pubblico vale il video che ti ho linkato.

            E non è demagogia: uno dei compiti del presidente è quello di essere il leader e il mediatore. A suo tempo Obama lo fu, e, dopo un iter che durò molti mesi, la riforma sanitaria passò; Trump invece ha fallito.

          • Ronf Ronf

            Eh? Guarda che negli USA lo Speaker non è una figura oscura: dai tempi del famoso scontro (1995) tra lo Speaker repubblicano Newt Gingrich e la Casa Bianca guidata dal democratico Bill Clinton che gli speaker hanno molta visibilità. Ok, dopo Gingirch c’era stato un forte calo di interesse: però da Nancy Pelosi in poi c’è stato un enorme aumento di interesse. Informati!

          • Ripeto: uno dei compiti del presidente è quello di essere il leader e il mediatore.

            Tu dici che Trump ha lasciato che Ryan lo fosse al suo posto; gli Americani lo giudicheranno per questa scelta.

            Cambiare l’Obamacare era una delle ragioni che hanno portato alla sua elezione. Risultato: l’Obamacare resta.

            Quello che alla fine conta sono i fatti. E i fatti sono che Trump passa alla storia come il presidente durante il cui mandato l’Obamacare è stato mantenuto.

          • Ronf Ronf

            Guarda che Obamacare si può cambiare anche in seguito. E guarda che in Italia con l’Italicum che è stato modificato BEN DICIASSETTE VOLTE dal PD di Renzi prima di aver fatto approvare la versione definitiva (che poi è stata smantellata in gran parte dalla Corte Costituzionale, ma questo è un’altro discorso). Tu sei solo un rosicone: intanto i Dem hanno perso e ora stanno uscendo pien di libri (scritti da gente autorevole) sulle follie di Hillary con i suoi collaboratori (se neanche Hillary si fidava del suo staff, perchè mai tu oppure io oppure altri ci dovremmo fidare?) e c’è molto da ridere, ih ih ih!!!

          • Quando e se verrà cambiato, ne prenderemo atto. Intanto l’Obamacare resta, e chi aveva promesso un rapido “repeal and replace” si è rimangiato la promessa, e chi ci aveva creduto rosica.
            https://youtu.be/K4PvNmB4dAo

          • Ronf Ronf

            Non so chi è che sta rosicando, ma io ti dico una cosa: a me interessavano soltanto due cose, cioè blindare la Corte Suprema (Trump ha fatto il decreto di nomina, quindi il Senato ha approvato la persona nominata) e la nomina del nuovo Ambasciatore USA in Italia (Trump ha fatto il decreto di nomina, ma il calendario del Senato è quello che è… i tempi lunghi non dipendono dal Presidente e quindi noi italiani dobbiamo ancora aspettare) che dovrà gestire le prossime elezioni politiche (il PD di Renzi infatti vuole votare entro ottobre 2017 apposta per NON dover sottostare al nuovo tizio che comanderà in Italia: diciamolo chiaramente… in Italia comanda l’Ambasciatore USA a Roma in Via Veneto, provaci tu ad andare al governo senza avere l’approvazione USA e poi vediamo…) e ciò mi induce ad essere attualmente soddisfatto di Trump (vedremo cosa farà l’Ambasciatore nuovo).

          • donato zeno

            Lei ricorda come venivano considerati gli USA nel mondo dopo il Watergate?Le pare opportuno ripetere quella esperienza?Lyndon Johnson e Gerald Ford?cmq il buco di bilancio genenerato dall’obamacare impedirà guerre in grande stile e (probabilmente) si tirerà appresso l’intera economia americana.

          • Non capisco la domanda.

          • donato zeno

            vale la pena di tentare l’impeachment in cambio dell’attacco a Damasco? Non vi è bastata l’impresa libica?

          • Ripeto: non capisco la domanda.

          • donato zeno

            mI sembra piuttosto chiaro parte dell establishment di Washington vuole lo scalpo trumpiano perché pensa si opponga ad invasione Siria (ricattato da Putin) mi limito a far notare che sarebbe la 4 guerra a fronte di tre non concluse (Afghanistan,Libia,Irak)

    • donato zeno

      Ma certi gruppi cadrebbero nel panico, lo rileva la reazione isterica al De Bello Syriaco trumpesco da parte di un Romano Prodi salutato come grandiosa impresa militare.

      • Non so se a cadere nel panico sarebbero solo “certi gruppi”. Supponiamo che domenica sera si realizzi uno scenario tipo:

        * Le Pen prima e al di sopra delle aspettative (quindi probabilità di vittoria al secondo turno)
        * Le Pen e Mélenchon al secondo turno

        Chi sarebbe il fesso che continuerebbe a comprare titoli di stato francesi, ovvero chi presterebbe euro allo stato francese con la prospettiva di vederseli rendere in moneta svalutata?

        La conseguenza è che non solo “certi gruppi”, ma anche l’uomo della strada darebbe istruzione di venderli o quantomeno di smettere di rinnovarli. Con conseguenza sullo spread, etc, etc.

        A quel punto, alla Le Pen (e a Mélenchon) verrebbe chiesto di impegnarsi a garantire che lo stato onorerà i suoi debiti. Etc, etc, etc…

  • Lucio

    sarebbe il colmo che la Le Pen non arrivasse al ballottaggio. E’ l’unica che danno sicura e sfortunatamente i sondaggi portano sfiga.

  • Sandro

    Ormai dovrebbe essere noto che i sondaggi sono falsi in quando non di sondaggi si tratta ma di semplice propaganda di regime.
    Vengono irradiati sui media a “martello” come la pubblicità di “Poltrone e Sofà”, ovviamente a favore del candidato pro-sistema, già mesi prima delle elezioni. Il concetto è semplicemente quello per cui più si parla e si dà per ovvia e scontata una certa cosa più il popolo bue sarà portato a credere che quella cosa sia vera.
    Quindi stiamo a vedere quanto buoi potranno essere i francesi.
    Sarebbe fantastico invece vedere le facce attonite dei giornalisti servi di regime che non si capacitano di come possa essere accaduto che i media non siano riusciti a dirigere il voto degli elettori, se vincesse la Le Pen, come ebbe la sfrontatezza di dire la Botteri dopo l’elezione di Trump.

  • Lorenzo

    Allora, @ronfronf:disqus chi ci va al ballottaggio?

    • Ronf Ronf

      Premesso che mi scuso per il ritardo con cui rispondo, ma il sottoscritto ci tiene a precisare che ha 1 vita anche fuori dal web. Detto questo, trovo decisamente seccante il fatto che il sottoscritto non sia accettato “di là”. E trovo decisamente scandaloso che prima mi si era detto “visto che tu sei gollista, ti facciamo scrivere anche nella settimana prima del ballottaggio” per poi ovviamente rimangiarsi il comunicato (Stigni è sempre il solito… quando March fa lo snowflakes, ovviamente Stigni punisce il sottoscritto che neanche ha sfiorato March). Ecco, vai a ricordare al popolo la storia dei 7 giorni per il turno elettorale (“allora, noi ti facciamo scrivere nei sette giorni attorno al 1° turno e 2° turno delle presidenziali: tu però non litigare con la gente”). Io dissi che mi sembrava una presa per il culo visto che io nel giorno del voto olandese NON avevo fatto casino con nessuno (anzi, ero riuscito persino a interloquire in modo civilizzato con Luchetto che in quell’occasione sembrava un Lord inglese) e poi dissi che era ingiusto che gente che non sa nulla del diritto costituzionale francese possa scrivere in modo libero, mentre io vengo limitato: ovviamente Stigni fece una scenata dicendo che io taggo la gente (cioè, adesso non posso neanche taggare gli amici? Cioè, tu Lorenzo taggando me commetti un crimine! Capisci ora come mai io odio profondamente Stigni?) e che mi credo chissacchì (Stigni accusa me di una cosa che invece fa lui: chi ha il potere di blocco? Lui, non di certo io: quindi chi si crede chissàchi è lui, non il sottoscritto) dicendo che io non posso criticare gli altri. Quello è pazzo!

    • Ronf Ronf

      Poi, riprendendo il discorso di prima: io non posso dire nulla, ma Generale può insultare tutto e tutti senza venir punito; io da gollista devo subire l’umiliazione che Stigni mi ha scritto (e che ti ho scritto prima) sui giorni in cui posso commentare, mentre invece ai fascisti ignoranti viene consentito di far tutto; io non posso dir nulla, mentre invece March può insultarmi (durante il Brexit lui mi insultò con un epiteto estremamente grave che mi ha umiliato come persona: io mi trattenni dall’insultarlo e gli dissi “perchè ti comporti così? Tu eri l’utente più raffinato del sito” e lui mi disse “semplicemente ho la certezza che con te posso farlo”. Cioè, questa è MAFIA e come sempre gli italiani fanno i potenti e i criminali contro chi non si può difendere: scommetto che se fossi io l’admin, allora March sarebbe il primo a leccarmi il buco del culo. E infatti March è quello che fa con Stigni, cioè l’admin); HerrX negli ultimi mesi ha mentito spudoratamente dicendo che era in Svezia quando invece, lo ha detto lui nel periodo subito dopo il voto in Olanda, non è mai stato vero (sono rimasto senza parole quando l’ho letto…) e non è stato punito, invece al sottoscritto è vietato scrivere solo perchè ho barato sull’età (ero solo un ragazzetto quando scrissi la prima volta subito dopo la 2° elezione di Napolitano e per essere accettato – almeno io credevo di fare bene – dissi di aver votato); Vainer fa commenti sessisti sulla Leotta e la passa liscia, io per aver fatto battutine su Belen anni fa venni linciato; Stigni vieta su Sc.Pol di commentare vicende di altri blog, ma Lillo lo fa sempre e mai viene punito! (Fine 2° parte)

    • Ronf Ronf

      (Inizio 3° Parte) L’elenco di follie è sterminato: io mi sono dovuto umiliare persino nell’accettare la limitazione ai commenti. Una volta mi venne detto “massimo 10 commenti al giorno”, io dissi “Va bene”; poi stavo discutendo di Fitto con HotDog e quindi dissi “lasciatemi discutere con lui perchè sono interessato a capire come funziona la politica in Puglia, quindi parlerò solo con lui oggi e non con gli altri” e ovviamente venni linciato dagli idioti di sinistra e bloccato per molti mesi. Quindi al momento dello sblocco ho dovuto recuperare tutte le discussioni perse, mi dissero che avrei avuto la revoca permanente del blocco se non avessi insultato nessuno e ovviamente io non ho insultato nessuno… ma la revoca non è mai stata fatta perchè Faes disse “lui parla troppo”. Cioè, dopo tanti mesi fuori io dovevo pure stare zitto? Quelli sono degli psicolabili. Tu hai idea di che cosa vuol dire per un Millennials essere umiliato in questo modo? Da quello che io ho capito, tu dovresti essere un poco più grande di me. Cioè, cosa ho fatto di male per meritarmi questo? Io non uso i social perchè ho paura di parlare di certe cose (ti immagini su Facebook cosa succederebbe? Brrr…) e quindi me lo ricordo come se fosse ieri… ero estremamente incerto, nell’aprile 2013, se scrivere o meno: ma c’era Fedark che spiegava alcune cose su Gianni Letta (“quando era al governo costui era qualcosa di più di un Ministro dei Servizi Segreti”, mi disse Fedark nella nostra prima discussione: io me lo ricordo come se fosse ieri…) e quindi pensavo di poter interloquire, ma gli altri mi aggredirono (Continua)

    • Ronf Ronf

      (Inizio 4° parte) Quando mi insultavano con dei modi decisamente violenti, io dissi “smettetela o vi querelo. Insultare sul web è un reato” e ovviamente venni bannato io. Cioè, ti rendi conto? Sembra, in un certo senso, come dar la colpa alla donna stuprata quando c’è uno stupro! Una volta poi io ho detto una cosa (estremamente grave accaduta nel periodo) della mia infanzia e sono stato deriso da tutti. Non sono mai stato così tanto umiliato: ero caduto per terra a piangere sul pavimento. Ma per un ragazzetto secondo te è sopportabile essere deriso in quel modo lì? Rispondimi: ti pare normale che sono stato io quello espulso a vita e non chi invece mi ha insultato, dileggiato e deriso? Stavo battendo i pugni sul pavimento quando entrò mia madre e poi lei insistette per scrivere lei per far smettere gli idioti. Ovviamente ti lascio immaginare la reazione folle di Luchetto e Montag. La cosa mi si è persino ritorta contro: sai, ti faccio una confidenza. Io, come vedi, ho una notevole proprietà di linguaggio (ho sempre imparato tutti i tempi dei verbi fin da piccolino: ti lascio immaginare come si sono vendicati gli altri bambini invidiosi dei miei voti alti…) e certe volte mi è venuto un dubbio: visto che gli altri sbagliano spesso, non è che forse pensano che io sia un prof di 60 anni di materia linguistica? Cioè, un 60enne ha gli strumenti per sopportare certi insulti, un Millennials no. Dimmi tu se è normale tutto quello che mi è successo. Mi dispiace, ma non sono la tua “banca dati” personale e quindi mi rifiuto di rispondere alla tua domanda: fammi riabilitare “di là” e ti rispondo. (Continua)

    • Ronf Ronf

      (Inizio 5° parte) Personalmente trovo umiliante il fatto che tu vieni qui a interpellarmi solo quando vuoi tu, mentre io non posso venire “di là” a cercarti. Cioè, guardiamo cosa tu mi hai fatto: per colpa tua sono andato su Bidimedia a scrivere senza sapere che cos’era, quindi ho ritrovato i peggiori troll dementi che mi avevano stalkizzato su Sc.Pol. e chi è stato bandito a vita pure da Bidimedia? Ma io ovviamente! E solo perchè avevo taggato Mauro dicendogli “guarda che Herr X sostiene qui sotto di essere perseguitato da 4 idioti che io ho bloccato, ma tu che sei Admin dovresti intervenire perchè il tuo sito avrebbe un danno se perdesse una persona ragionevole come Herr X per colpa di 4 idioti” e ovviamente l’admin Mauro ha bandito Herr X e il sottoscritto. Non parliamo poi delle battutine che Lillo e Stigni hanno fatto su Sc.Pol. contro il sottoscritto senza che io potessi difendermi: ho dovuto usare lo spazio di Mitt Dolcino su Sc.Eco. per far arrivare a voi altri l’avviso “o cancellate o querelo” a proposito di quelle battutine decisamente offensive. Ma tu hai idea di che cosa vuol dire leggere dei commenti lesivi della propria dignità umana senza poter replicare? Tu hai idea di che stress e di che rabbia repressa che si accumula? Poi però Stigni si lamenta se io lo critico! Cioè, roba da matti… poi tu neanche mi rispondi a questi messaggi… beh, vuol dire che, come al mio solito, ho solo buttato il mio tempo. Io volevo solamente parlare di politica, non volevo (e non l’ho fatto) insultato nessuno: prima mi dicono che sono competente e una risorsa preziosa, poi però mi insultano e mi espellono.

    • Ronf Ronf

      Ecco qua un esempio dell’essere mafioso intrinseco di Stigni. Se un neo-utente fa una domanda su un qualcosa che non conosce bene, l’educazione vuole che l’admin gli risponda spiegandogli cosa dice la legge… invece lui fa l’arrogante: vorrei vederlo nella vita reale come si comporta. Scommetto che lui è solo uno sfigato che non oserebbe mai alzare la voce. Anzi, scommetto che lui le prende nel vero senso della parola quando è nella vita reale. Stigni, lo so che mi stai leggendo… ciao sfigato 🙂

      Avatar
      Alessandro Manara • un’ora fa
      Al ballottaggio in Francia accedono tutti i candidati che ottengono il 12,5% degli aventi diritto, circa il 20% dei voti alle urne. Significa che al ballottaggio possono accedere Le Pen, Macron, Fillon e Melanchon ?
      • Rispondi•Condividi ›
      Avatar
      Stigni – Go Lincoln Go SP MOD Alessandro Manara • un’ora fa
      Mischiare presidenziali con le parlamentari. Olè!
      1 • Rispondi•Condividi ›

      • Lorenzo

        Io penso che dovrebbero sbannarti, ma è una causa persa.

    • Ronf Ronf

      Adesso ho capito come mai tu vieni qui a scrivermi. Il vero tuo scopo è farmi saltare i nervi per far divertire quello sfigato di Stigni, il quale si è tradito da solo su Sc.Pol. insieme a quel mentecatto di “BW”, per non parlare di quel povero coglione di Fra/Santiago (o come si chiama adesso) e del perenne disaddattato Lillo. Comunque, visto che mi leggete tutti, vi dico che siete solo degli sfigati: andate nella real life a dire che sei admin di Sc.Pol e poi vediamo che cosa vi dicono; precisamente vi rideranno in faccia, d’altronde siete solo degli sfigati che usano il potere di blocco perchè nella vita reale non potete soppriremere le persone che (giustamente) vi picchiano. Vista la vostra anti-democraticità, vi auguro di crepare nel modo più doloroso e più lento possibile: ovviamente dovete crepare nel giro di pochi giorni, così poi rido io di voi sfigati ai vostri funerali. Tanto qui voi non contate nulla, capito sfigati? E siete pure idioti perchè vi fate pure beccare dall’altra parte. Capito coglioncelli dei miei stivali? Visto che mi leggete, vi comunico che io mi sto facendo un sacco di risate: voi siete patetici e ridicoli con il vostro fanatismo. Comunque, caro Stigni, ti svelo un segreto: alcuni dei tuoi lacchè poi vengono qui a ridere di te. Lo sai? Ah, non lo sapevi… sei proprio uno sfigato!

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi