I consumi petroliferi marzo 2017, +0,4%

Di Massimo J. De Carlo , il - 2 commenti

Stando a dati ancora provvisori, nel mese di marzo 2017 i consumi petroliferi italiani sono ammontati a circa 5,0 milioni di tonnellate, con un incremento pari allo 0,4% (+21.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2016.
La domanda totale di carburanti (benzina + gasolio) nel mese di marzo è risultata pari a circa 2,6 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di benzina e 2,0 milioni di gasolio, con un incremento dell’1,4% (+37.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2016.
I prodotti autotrazione, con un giorno di consegna in più, hanno rilevato le seguenti dinamiche: la benzina nel complesso ha mostrato un decremento del 2,2% (-14.000 tonnellate) rispetto a marzo 2016, mentre il gasolio autotrazione una crescita del 2,6% (+51.000 tonnellate).
Le vendite sulla rete di benzina nel mese di marzo hanno segnato un decremento dell’1,3% mentre il gasolio un incremento del 2,3%.
Nel mese considerato le immatricolazioni di autovetture nuove sono aumentate del 18,2%, con quelle diesel che hanno rappresentato il 56,3% del totale (era il 56,2% nel marzo 2016), mentre quelle di benzina il 33,5%.
Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato, sale il peso delle ibride al 2,5% e del gpl al 6,1%; stabile quello delle elettriche allo 0,1%, mentre scende il metano all’1,5%.
Nel primo trimestre 2017 i consumi sono stati invece pari a circa 14,0 milioni di tonnellate, con un decremento dello 0,4% (-59.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.
La benzina nel periodo considerato, ha mostrato una flessione del 3,9% (-69.000 tonnellate) e il gasolio una lieve crescita dello 0,2% (+12.000 tonnellate).
Nei primi tre mesi del 2017 la somma dei soli carburanti (benzina + gasolio), pari a circa 7,2 milioni di tonnellate, evidenzia un calo dello 0,8% (-57.000 tonnellate).
Nello stesso periodo le nuove immatricolazioni di autovetture sono risultate in crescita dell’11,9% con quelle diesel a coprire il 55,7% del totale (era il 56,0% nel trimestre del 2016) e quelle a benzina il 33,6%.
Per le altre alimentazioni le auto ibride hanno coperto il 2,7% delle nuove immatricolazioni, quelle alimentate a GPL il 6,3% e a metano l’1,6%, mentre le elettriche si confermano ancora allo 0,1%.





 I nostri grafici 

Qui di seguito sono i nostri grafici preparati grazie ai dati forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico riguardanti il consumo di petrolio. Dedicheremo a parte un post sul consumo dei carburanti nei prossimo giorni.

Il petrolio

Il grafico con i consumi di petrolio per anno solare. Il consumo mensile scende dello 0,4 % rispetto allo stesso mese dell’anno passato posizionandosi molto in basso tra i peggiori degli ultimi 12 anni presi in considerazione.

Il grafico dei consumi con i mesi in sequenza dal Gennaio 2006.

Il grafico seguente è relativo ai consumi sommando i 12 mesi precedenti al mese di riferimento a partire dal dicembre 2006. Dopo una risalita partita all’inizio del 2012 e una stabilizzazione a partire dai mesi del 2016 la tendenza è ad una leggerissima diminuzione costante.

Il grafico delle percentuali mese su mese dell’anno precedente dal Gennaio 2006. La curva tende a scendere.


Prossimamente osserveremo graficamente il consumo dei carburanti.




MondoElettrico è anche su   
.

Post Tratto da Mondo Elettrico di Massimo J. De Carlo

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • kikko19

    appena scoppia la rissa in medio oriente il prezzo del petrolio vola, portando i consumi verso il basso e facendo vendere piu’ auto ibride elettriche (che aumenteranno di prezzo ovviamente…)

    • Ronf Ronf

      Insomma, ha ragione Crozza a dire che “è tutta una gigantesca INC COOL 8” 😉

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi