Il bitch slap di Zbigniew Brzezinski a Trump

Di Nuke The Whales , il - 66 commenti

Il 20 febbraio 2017 avevo notato un curioso articolo di Zbigniew Brzezinski, personaggio che in fatto di geopolitica ci vede lontano più di un falco 1. Sostanzialmente emerge che la politica di Trump porta allo sbando e al disordine, una struttura internazionale non gestita correttamente in grado di recare problemi che potrebbero esplodere quasi contemporaneamente. Un Presidente che continua a formulare dichiarazioni irresponsabili e non coordinate. Giustamente Brzezinski fa notare che gli Usa hanno bisogno di fare chiarezza di pensiero se intendono perseguire la strada “America Great Again” e “America First”, ma utilizzando una strategia di leadership stabile e a lungo termine nei confronti di Cina e Russia in un clima di collaborazione (e non di sicuro come Trump sta facendo adesso).

Lo stratega internazionale fa capire a chiare lettere che gli Usa devono essere consapevoli del pericolo che potrebbe arrivare da una alleanza strategica tra Cina e Russia: “gli Stati Uniti devono fare attenzione a non agire nei confronti della Cina come se si trattasse di un subordinato: questo andrebbe quasi a garantire un legame più stretto tra Cina e Russia.” Sempre l’elegante scacchista della geopolitica spiega al novizio dalla folta chioma che per affrontare la Corea del Nord deve richiedere una cooperazione tra Cina, Giappone e Russia, da soli gli Stati Uniti non sposteranno di un centimetro Pyongyang.

All’interno dello stesso quadro emerge che la politica di Trump sia fortemente ispirata alla tattica “faccio il pazzo per spaventare tutti, così ottengo maggiori risultati in tempi brevissimi” 2. Gli avversari si spaventeranno? Gli Usa hanno davvero la capacità di spaventare Cina e Russia? NO, spiacente! In geopolitica ti insegnano ad usare il cervello, perché mostrare i muscoli può essere un segno di decadenza, disperazione e debolezza (E Trump ha molti problemi: una profonda guerra nel deep state, un popolo “malcontento da accontentare” e Neo-con che fanno pressioni pesanti ogni giorno per indurlo all’ubbidienza).

Se gli Stati Uniti vogliono migliorare le relazioni con la Russia, devono imparare a rispettare le regole delle relazioni internazionali; quindi per costruire una relazione internazionale serve almeno un quadro di comportamento accettabile che purtroppo non esiste allo stato attuale. Trump capiamoci bene nel tuo linguaggio: le dispute non si affrontano sempre con il metodo della “sfida al O.K. Corral” 3.

Già la pressione in Russia è alta perché deve affrontare le tre Repubbliche Baltiche, l’Ucraina (la Terra dei Pazzi) e l’Uzbekistan che dopo aver consolidato la sua indipendenza è diventata la nuova fucina che sforna terroristi islamici. Nel frangente in Asia Centrale si consuma la combattuta penetrazione economica tra Cina e Russia.

In questo video 

http://www.france24.com/en/20170320-zbigniew-brzezinski-us-foreign-policy-trump-north-korea-japan-china-russia-syria Brzezinski sottolinea che serve una più chiara politica degli Stati Uniti in Siria e in Medio Oriente, e ha puntualizzato l’assenza di idee chiare in politica estera dell’amministrazione Trump.

La profonda crisi del sistema politico americano e la sua polarizzazione 4 potrebbe essere regolata in modo più distensivo senza dove ricorrere a ottuse stravaganze. Trump è una figura atipica ma non estranea alla tradizione della politica internazionale. Il suo forte aspetto di imporsi nella egemonia globale, il fatto che voglia presentarsi come il leader del West che sostiene la libertà in tutto il mondo, ebbene tutto questo si scontrerà con un fatto importante che lo riporterà con i piedi ben per terra: dovrà concentrarsi sui suoi affari interni. La crisi finanziaria del 2008 e le sue conseguenze hanno notevolmente mutato l’atmosfera sociale e politica. Trump è obbligato ad assumersi l’onere della leadership globale ma non ci riesce, è solo un uomo che parla di grandezza. Per lui la grandezza è la capacità di diventare un uomo di successo, un esempio da seguire per tutti.

Mi viene quasi voglia di capire se Trump abbia pensato di rispolverare la vecchia “politica del grosso bastone” 5 e di riportare in voga la dottrina delle cannoniere, cosa che in effetti appare plausibile visto l’attuale comportamento nei confronti della Corea del Nord (Affiancare negoziati “pacifici” dietro minaccia di un intervento militare statunitense).

La lunga tradizione politica americana, profondamente radicata nella mentalità nazionale, desidera dominare con un approccio liberal-mondialista che ormai è antiquato. Un Presidente privo di esperienza ma che è ricco di nazionalismo conservatore e che abbraccia un forte mercantilismo nell’economia. Un “enfant terrible” di cui inizio a godere la parte “enfant”.

Alessia http://liberticida.altervista.org/

1 https://www.nytimes.com/2017/02/20/opinion/why-the-world-needs-a-trump-doctrine.html?_r=1)

2 pratica già utilizzata da Nixon https://en.wikipedia.org/wiki/Madman_theory

3 come un film pieno di morti, facendo intendere che ciò che sta per accadere sarà pericoloso e potenzialmente letale

4 http://eng.globalaffairs.ru/number/The-President-of-Our-Dreams-18577

5https://it.wikipedia.org/wiki/Politica_del_grosso_bastone

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Caio Giulio

    Il tutto viene aggravato dal fatto che il tizio di questioni militari non ne capisce nullla e si affida al suo consiglio di sicurezza ormai infestato dei peggiori neocon, altri imbecilli che non sanno dove sia di casa la vecchia e sana diplomazia (basta guardare chi hanno mandato alle NU). Il mix sta diventando preoccupante, e non saranno certo quei due bambocci della figlia e consorte, ad aprire gli occhi al vecchio che ogni giorno si dimostra sempre più rincoglionito ed egocentrico.

    • marcoferro

      mi fa piacere che ormai anche tu sei dei nostri su trump, persa ormai ogni speranza. il problema è che a questa gente non serve un diplomatico, uno che usa il buonsenso e il cervello. loro hanno solo un bullo senza cervello che minaccia in continuazione. con questi atteggiamenti, più la demenza di trump e i consiglieri matti e guerrafondai che hanno al pentagono una guerra sarà inevitabile.

      • TheoGattler

        Mi ci metto anche io relativamente al giudizio su ‘Er Pannocchia’… ovviamente se sono il benvenuto.

        • Phutin Kryptofroch

          In ‘Er Pannocchia’ you trusted.

          https://disqus.com/by/theogattler/

          TheoGattler Gianox 2 months ago
          Poi non credo che negli anni successivi alla seconda guerra mondiale fosse molto facile essere italiano e vivere da quelle parti…
          In Donald I trust
          1 Reply View in discussion
          TheoGattler
          TheoGattler Semplice 2 months ago
          Potevano scegliere se rimanere, oppure morire…. l’alternativa era questa.
          In Donald I trust
          1 Reply View in discussion
          TheoGattler
          TheoGattler marcoferro 2 months ago
          Beh, potrebbero essere utilizzati come sminatori… nel senso che li si fa correre in lungo e largo su dei terreni in cui si sospetta la presenza di mine russe.
          In Donald I trust
          Reply View in discussion
          TheoGattler
          TheoGattler Anto Nella 2 months ago
          Chi controlla il presente controlla il passato
          Chi controlla il passato controlla il futuro
          G. Orwell, 1984
          In Donald I trust

          • glock

            Fai le pulci… o prepari una Norimberga ai commentatori? Le persone hanno tutto il diritto di cambiare opinione quando analizzano e capiscono. Sarebbe da pazzi non saper cambiare opinione ed orientamento.

          • TheoGattler

            Sai, evidentemente il sig. ‘putin’ è ancora meglio del Papa, visto che il dogma dell’infallibilità pontificia si riferisce unicamente ai rarissimi pronunciamenti ex-cathedra…. (qualsiasi cosa voglia dire).
            Comunque riconosco appieno di aver scritto delle vaccate.

          • zhoe248

            Rivedere e giudicare diversamente eventi o persone in base al loro mutare è tipico delle menti libere, non certo dei tifosi indottrinati.
            Uno ( con quel nick poi) che sente il bisogno di andare a ricercare parti di commenti altrui espressi mesi fa dimostra solo di soffrire dei postumi da rosicamento per la non ancora digerita sconfitta della sua “democratica” kompagna ìlare.

          • marcoferro

            se non ricordo male era Socrate che diceva: solo gli stupidi non cambiano mai idea. per quanto mi riguarda non c’è nulla di male a cambiare opinione, se uno lo notasse o glielo facessero notare che è sbagliata o non corretta. si chiama onestà intellettuale. penso sia appunto un atteggiamento più stupido perseverare in una opinione sbagliata e non riconoscerlo, piuttosto che dichiarare che ci si era sbagliati.

          • TheoGattler

            Sì, ammetto di averlo scritto ed ammetto anche di aver avuto ‘Er Pannocchia’ come avatar, per diversi mesi….. ed allora ?
            Beato te che sei l’unico essere sulla terra veramente infallibile; visto che anche quella del Papa è limitata alle rarissime volte in cui parla ex-cathedra.
            Ps: In Donald I no longer trust.
            cùntent ?

          • marcoferro

            solo gli stupidi non cambiano mai opinione o non hanno dubbi…

        • marcoferro

          ah ah benvenuto nel club, intanto hai visto hanno fatto un attentato in francia, ancora non si sa niente di preciso in questo momento a parte la morte di un povero poliziotto.

          • TheoGattler

            Tessera n 3 ???
            Ma, così, a naso; penso alla solita false flag per condizionare l’esito delle ptesidenziali; così come il mese scorso la falsa diatriba tra l’olandese Rutte ed Erdogan consentì al primo di limitare notevolmente i danni alle successive elezioni.
            Oramai sono prevedibilissimi; esattamente come il funzionamento di un diodo.

          • marcoferro

            prevedibili e pericolosi, io intanto vado a dormire a domani….e buongiorno.

          • TheoGattler

            pericolosissimi, ma non tanto per questi attentati… alla fine il mese scorso poco ci mancava che mia cognata fosse falciata mentre attraversava le strisce pedonali causa malore di un autista.
            Ciò che a me fa veramente paura è questa frase della Boldrini: ‘lo stile di vita dei migranti sarà anche il nostro’.
            E’ questo tristissimo futuro che a me spaventa.

          • marcoferro

            la boldrini se volesse potrebbe sempre mettersi il burqa e con quella faccia ci farebbe pure un favore…

      • Caio Giulio

        La speranza è l’ultima a morire, ma a questo punto o è genio con un piano diabolico, oppure un cretino. Purtroppo ogni giorno mi convinco della seconda, visto che si alza la posta in maniera molto pericolosa.

        • TheoGattler

          Alla soglia dei 50 anni, pur essendo stato solo due volte negli States, posso dire di sapere bene come sono gli americani:
          punto tutto sulla seconda !!!!

        • marcoferro

          io sono un paio di settimane che dico che uno come lui è rozzo e agisce in preda sull’onda emotiva del momento. non è certo un fine stratega, una eminenza grigia come si dice…poi se avesse in serbo qualche colpo di teatro ad effetto , a sorpresa, tanto di cappello gli faremo. ma in tutta onesta non ci credo molto neppure io.

      • Annibale Mantovan

        Io non sono ancora così convinto che Trump si sia venduto. Finora ha buttato una bomba in mezzo al nulla e bombardato una base siriana preavvisando prima. Sembra che abbia necessità interne da soddisfare più che nemici esterni da colpire. Almeno spero che sia così…aspetterei qualche mese ancora prima di giudicare… (sperem!)

        • Gianox

          Potrebbe essere.
          In fin dei conti, sappiamo che se fosse stata eletta la Clinton, forse un conflitto di ampio respiro internazionale sarebbe già iniziato. Al momento Trumpm sta facendo solo casino, per la serie: can che abbaia non morde.

        • marcoferro

          lo speriamo ovviamente, però un trump così machiavellico non ce lo vedo. servirebbe un’astuzia e una intelligenza politica notevole, insomma cose che non ci si aspetterebbe dal rozzo trump, ma aspettiamo. intanto mentre scrivo hanno fatto un’altro attentato in francia….

  • what you see is a fraud

    Se non bastano tutti i neocon nel gruppo di ministri messi li da Trump, e se non bastano i problemi di denaro che i governo ha di fronte , c’e’ anche il problema che il marito di sua figlia e’ probabilmente un gangster e anche agente della Mossad .
    Ho un interessante articolo da proporvi scritto da Wayne Madsen :
    Wayne Madsen — Strategic Culture Foundation April 17, 2017

    “Jared Kushner: A Suspected Gangster Within the Trump White House ”
    “Jared Kushner un sospettto gangster nella casa bianca di trump ”
    http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=150395
    Citazione dal link . Attenzione che la lettura di cio’ che segue e’ meglio del contenuto di un libro di avventure .
    ” Christie’s federal law enforcement investigation discovered that Charles Kushner tried to lure his brother-in-law and employee, William Schulder, into a prostitution honey trap at the Red Bull Inn motel in Bridgewater, New Jersey. The elder Kushner paid $10,000 to a high-end prostitute, who reportedly worked for a Manhattan escort agency linked to the Mossad, to lure Schulder into a trap, complete with a videotape system, designed to prevent him from testifying on behalf of Christie at Kushner’s trial. After Schulder’s wife was sent a videotape of the tryst at the motel, Christie managed to not only ensure that an embarrassed but angered Schulder remained a star witness but also got the prostitute to testify against Kushner. Another witness for the prosecutors, Robert Yontef, Kushner’s chief bookkeeper, was also subjected to a Kushner prostitution trap and a «smoking gun» videotape arranged by another call girl hired by Kushner.”

    • Friendly Cynic

      Dimmi con chi vai…

  • Friendly Cynic

    Brzezinski? É lo stesso Wardem che supportava l’accerchiamento della NATO contro la Russia?

  • Ronf Ronf

    Urgente avviso per gli admin. Massima allerta contro i troll di Scenari Politici in vista del voto FR; se qui o in altri post oseranno scrivere, io vi chiamerò per farli espellere a vita.

    • Alessia la Kazara atea

      Beh, credo che il termometro sia già alto ovunque. Francamente sono più interessata a osservare Yemen e Iran. Da vera pragmatica penso che chiunque vinca (Le Pen compresa) cambierà poche cose. E poi le acque dell’Oceano Pacifico sono ancora più calde tra Nord Corea e Mar Meridionale Cinese. I focus da controllare sono ben altri.
      Dopo se mi sbaglio e vediamo il Frexit, beh mi riservo di festeggiare. Ma non mi sento di sbilanciarmi, il secolo dei grandi statisti è passato e gente come De Gaulle in Francia non se ne vede da un bel pezzo.

      • TheoGattler

        Nel Settembre 1939 De Gaulle era ancora un anonimo colonnello dell’esercito repubblicano francese….
        Nel 1789 Napoleone Bonaparte era un oscuro ufficiale di artiglieria dell’esercito monarchico di Luigi XVI.

  • Gianox

    Brzezinski, cioè colui che inventò il terrorismo islamico in Afghanistan in chiave antisovietica, da sempre è ossessionato dalla possibilità che l’Heartland si compatti attorno a Russia e Germania, più che attorno a Russia e Cina. Egli sa che Cina e Russia potrebbero entrare in contrasto per il dominio dell’Heartland, e vorrebbe approfittarne.
    Ma Trump potrebbe essere un problema perché paradossalmente è troppo imprevedibile anche per uno come Brzezinski.
    Questo modo di fare oggettivamente sopra le righe da parte di Trump non sta facendo altro che avvicinare ulteriormente la Russia alla Cina, quando invece il nostro Brzezinski vorrebbe che si allontanassero. Ho il sospetto che stia tramando nell’ombra per indurre Trump a concentrare i propri sforzi contro la Russia piuttosto che contro la Cina.
    Quantomeno, questa sarebbe una buona cosa da parte di Trump, risultare tanto imprevedibile da rompere le uova nel paniere ad uno come Brzezinski.

    • Friendly Cynic

      La Cina é la nuova Germania ed ha un economia complementare a quella della Russia, oltre ad averne bisogno per commerciare via terra con l’Europa.

      • Gianox

        Per quanto queste considerazioni siano corrette, continuo a pensare che Russia e Cina potrebbero trovarsi in rotta di collisione per il controllo dell’ Heartland.

        • donato zeno

          i cinesi non hanno mai invaso nessuno

        • Friendly Cynic

          La Siberia é un inferno gelato: ci riescono a vivere giusto i russi. Non penso che i mercanti d’oriente vorrebbero vivere li.

          A parte questo, perché invadere chi ti vuole vendere tutte le risorse che vuoi, faticando per estrarle al posto tuo?

          • Alessia la Kazara atea

            Infatti i cinesi stanno acquistando terreni ovunque in Africa, mica sono andati ad invaderla. Perché scomodarsi? I cinesi acquistano terreni, dopo vanno sempre dagli stessi governi africani e gli propongono anche di costruire infrastrutture…
            Non serve più invadere, le invasioni ora sono molto diverse.
            L’unica cosa differente rimane il piano Yinon, ma quella è un’altra storia.

          • Friendly Cynic

            Cos’é il piano Yinon?

          • glock
          • Gianox

            Ma sono appunto invasioni, sotto forma diversa, ma invasioni.
            Una potenza imperiale rimane pur sempre una potenza imperiale.
            I Russi sono un caso a parte: sono una potenza imperiale terrestre, perché già posseggono l’Heartland.
            Ma la Cina, che è potenza marittima al pari degli USA, potrebbero un giorno, crollato l’impero americano, nutrire le stesse mire espansionistiche degli USA.
            D’altronde, la Siberia sarà anche inabitabile per lo più, ma è ricca di petrolio e risorse energetiche, è così vicina al confine cinese, e si sa. l’appetito vien mangiando.

          • Gianox

            Io dei cinesi, a pelle, non mi fido. Non mi piacciono.
            Comunque, si parla di un ipotetico futuro in cui, crollato l’impero americano, la Cina, diventata a sua volta prima potenza al mondo, possa avere mire egemoniche al pari degli USA oggi.
            Per quanto cinesi ed americani siano diversi, per quanto i cinesi siano portatori di una civiltà ben superiore a quella americana, ho timore che, una volta divenuti la principale potenza mondiale, possano comportarsi in maniera imperialista.
            E questo per me, a lungo andare, potrebbe portare Cina e Russia in rotta di collisione.

          • TheoGattler

            Sì, potrebbe essere, ma credo che dovrà scorrere parecchia acqua sotto i ponti ancora.

          • prof

            Completamente d’accordo

    • Sepp

      Perche’ dare cosi’ importanza a trump?
      da quando un palazzinaro, a nostra insaputa
      e’ diventato un genio della geopolitica?
      uno come brezinski ha fatto la carriera
      in politica, quindi nukke ci dica chi sono
      i cervelli pensanti dietro trump e genero,
      Anche se da fastidio a nukke, questa e’ una
      farsa, buona per noi teleutonti, cina, russia e similia
      vanno a braccetto, non c’e’ nessun conflitto,
      la mia curiosita’ e’ perche’ ci mettono cosi’
      tanto a unificare il mondo?
      A questa domanda deve rispondere nukke.

      • Lila

        No… la Cina è antirussia, nel senso che se la vuole conquistare, e i personaggi come Brzezinski gli danno una mano.

    • Lila

      Soprattutto fu Kissinger ad inventare i talebani in chiave antisovietica in A-stan. Brzezinski si invento’ i ceceni , finanzio’ il magiacravatte georgiano , gli arancioni in ukraina anti yanukovic e Maidan

  • TheoGattler

    OT:
    Francia, credo che qua dentro più di uno ci avrebbe scommesso; right ?

    • Caio Giulio

      Però anche qui: è tutta farina nel sacco della Marine, non potevano fargli miglior “favore” senza contare gli scontri a Marsiglia. Forse veramente allora è in corso una lotta intestina tra lorsignori.

      • TheoGattler

        E’ troppo presto per dirlo… se veramente è una false flag (come ne sono convinto) dovrebbe essere a svantaggio della Le Pen.
        Stiamo a vedere come si svilupperanno gli eventi.

        • Caio Giulio

          Non sono d’accordo, oggi i soliti incapucciati nel pomeriggio a fare casino, e vedrai i soliti arabacci nell’ attentato. Il tutto quando si vota domenica.
          http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/parigi_spari_champs_elysees_ucciso_poliziotto-2392148.html

          P.S.
          Ed eccolo qua il solito barbuto del belgistan:
          http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/parigi_sparatoria_ricercato-2392202.html

          • TheoGattler

            Aspettiamo, prima di giungere a conclusioni affrettate….
            Anche perché se così fosse, vuol dire che siamo (sono) veramente alla frutta.

          • TheoGattler

            Tra l’altro potrebbe (condizionale è d’obbligo) essere una scusa per proclamare lo stato di emergenza e rinviare le elezioni a tempi migliori.

          • Ronf Ronf

            No, casomai è la scusa per compattare il voto dei moderati su Macron per evitare la fuga verso Fillon che porterebbe Macron al terzo posto fuori dal ballottaggio che quindi sarebbe in mano a Le Pen e Fillon. Infatti in Italia con la Strategia della Tensione negli anni settanta si era evitata la crescita delle destre (MSI e PLI) a danno della DC grazie al “compattamento post-attentato”

          • TheoGattler

            Sì, potrebbe essere….

  • Marco Dal Prà

    Ottimo Articolo.

  • johnny rotten

    brzezinski forse non ha capito la lezione fondamentale che la storia impone agli umani e cioè che le cose non si ripetono mai allo stesso modo, per cui l’idea che l’occidente a trazione sionista possa colonizzare il resto del mondo all’infinito ha da essere abbandonata, troppi eventi recenti sono lì a dimostrare che quell’epoca è già finita da un pezzo, si può congetturare quanto si vuole ma i fatti non cambiano, non esiste più quel divario tecnologico e militare tra l’occidente ed il resto del mondo che ha deciso la geopolitica negli ultimi 500 anni, nell’ipotetica assemblea mondiale dove le nazioni sono gli azionisti ogni stato esige un diritto di voto pari a quello di ogni altra nazione, è vero che hanno provato a truccare le regole cercando di far passare il concetto che le nazioni siano una nozione superata, l’unione monetaria europea ne è un esempio, ma hanno miseramente fallito e neanche la carta di distruggere entità statali con menzogne scritte ad arte dai fake media main stream puoò essere giocata troppe volte, il mondo non è più popolato da “selvaggi” che erano all’oscuro dell’esistenza di popoli lontani, grazie anche all’imposizione rinnovata dell’analfabetismo da parte di un colonialismo feroce, oggi internet e telefonia mobile mettono tutti nella stessa platea e prenderli per il culo tutti assieme è diventato arduo anche per gli imbonitori più astuti, si metta l’anima in pace brzezinski, e con lui tutti i compagni di sinagoga, prenda atto che il mondo si trova ad una svolta epocale come sembrano aver capito meglio di tutti le destre, i tradizionalisti e sovranisti di ogni specie, quindi anche quelli della sua banda se non saranno svelti a riposizionarsi saranno spazzati via dal tsunami che sta arrivando, la storia non guarda in faccia a nessuno, neanche al sedicente popolo eletto.
    P.S.
    una nota sul rapporto Russia-Cina: i primi dieci anni “dell’era Putin” sono stati spesi, in sordina, per ridiscutere tutte le dispute sui confini che non erano poche e in molte occasioni erano state occasioni di scontro militare, ebbene tutte le questioni sono state risolte in maniera ottimale, in alcuni casi, i più ostici in quanto ad attribuzione, prevedendo l’uso comune, ad esempio: su alcune isole in fiumi confinari che potevano essere rivendicate sia dall’uno che dall’altro si è optato per la proprietà condivisa, questo a mio avviso sottende un modo nuovo nelle relazioni internazionali che, se non vigesse in occidente la legge della disinformazione, potrebbe essere considerato come materia di studio nelle accademie diplomatiche.

  • Già la pressione in Russia è alta perché deve affrontare le tre Repubbliche Baltiche

    E perché mai?

  • Lila

    Zbigniew Kazimierz Brzezinski ? Piu pazzo di lui… nemmeno Trump. E’ il padre di Maidan. Insomma il bue che dà del cornuto all’asino : )
    Brzezinski è il peggio che la genetica umana ha espresso-

    • maurizio

      Sicuramente è ” il peggio ” ma non è pazzo…… purtroppo è molto intelligente !

      • Lila

        No, assolutamente non è intelligente.. come tutti quelli del PNAC.. solo potente perché dentro il cerchio degli psicotici al potere,

  • pol pot

    Domanda : ma gli islamisti , tifano per la Le pen ? Gli stanno facendo la migliore campagna elettorale possibile , senza fargli spendere un euro !!!!!

    • Lila

      La campagna elettorale si ferma, e questo permette al governo di fare la sua propaganda a reti unificate, senza rispettare più nemmeno il silenzio pre elettorale.

      • TheoGattler

        In modo da poter compattare il voto dei moderati su Macron (come un altro commentatore mi ha suggerito; tanto per rendere a Cesare ciò che gli appartiene…).
        Tipica strategia della tensione o ennesima false flag.
        Prevedibili come un diodo, oramai.

  • killerclown

    brzezinski elegante schacchista della geopolitica? uno che negli anni ’90 proclamò gli usa “world’s paramount power” dal futuro incontrastato(all’epoca lo fecero anche gli adolescenti che guardavano i telefilm usa, per dire), salvo poi ricredersi a posteriori, come gli economisti?

    le analisi di breziznski fanno il paio con le analisi storiche di fukuyama e della sua “end of history”. si è dimostrato più schacchista kissinger, anche se guerrafondaio.

    • Lila

      ultimamente era meno guerrafondaio Kissinger che Brzezinski ( consulente strategico di Obama ), che la dice lunga su chi è Brzezinski

      • killerclown

        kissinger fu guerrafondaio quando questa politica fu, anche se cinica, sostenibile dalla posizione usa nel contesto economico e geopolitico. poi smise. tra l’altro è ancora oggi fortemente critico nei confronti della politica antirussa, e dall’inizio forte oppositore di maidan, oramai rivelatasi uno sbaglio. un pragmatico vero. al contrario del brzezinski,”l’elegante scacchista”, le cui consulenze “eleganti” tendono a rivelarsi controproducenti nel tempo, se non disastrose.

        • Lila

          concordo… Kissinger ha un lume tra i neuroni e buone sinapsi… Brzezinski ..è un pallone gonfiato con demenza senile

  • prof

    Ottima analisi, Alessia.
    Il rapporto tra Russia e Cina va visto, secondo me, in prospettiva, stante la “naturale” propensione imperialistica della Cina medesima. Tra l’altro i cinesi, già controllano il Sud Est Asiatico: il 30% della popolazione della Malaysia è cinese, Singapore è interamente cinese, Indonesia, Thailandia e altri paesi hanno una presenza di cinesi in media superiore al 10% delle popolazioni locali.

    Negli Stati Uniti stessi vi è una fortissima presenza cinese, cosi’ come sta accadendo anche in Europa. L’Africa è da anni oggetto di una massiccia politica di penetrazione da parte cinese (il Sudan, forte produttore di petrolio, è praticamente in mano loro).

    L’imperialismo cinese ha tempi lunghi e modi soft ma il risultato è assicurato: non dobbiamo aspettarci reazioni roboanti di fronte alle pazzie di Trump: anzi, non dobbiamo aspettarci reazione alcuna. Trump non riuscirà a dividere Russia e China, semplicemente perchè Russia e Cina non sono e nè saranno mai unite o alleate, se non in maniera contingente e per motivi di business.

    • Alessia la Kazara atea

      Se viaggi (e viaggi tanto per davvero) certe cose sono chiare in modo lampante, nessuno te le deve spiegare: vedi e impari. L’unica nazione in cui i cinesi sono ancora trattati maluccio è il Giappone (vecchie acredini ovviamente).
      L’unico modo per contenere il carattere di Trump è l’indifferenza, solo così lo fermi.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.