Patto Cina-USA per eliminare Kim Jong-un

Di Fenrir , il - 89 commenti

pattocinausaProprio in questi istanti il vicepresidente statunitense Pence afferma che “l’era della pazienza strategica è finita”. Quest’ultima affermazione non fa che far salire la pressione verso il regime nordcoreano dopo che Trump ha mostrato tutta la sua risolutezza in Siria. Ora la situazione è questa: abbiamo la portaerei americana a largo delle coste coreane, pronta ad attaccare; abbiamo Kim Jong-un che nonostante abbia fallito l’ultimo test missilistico sembra non voglia abbassare affatto la tensione; abbiamo i movimenti militari dell’esercito cinese ai confini della Corea del Nord e abbiamo la stessa Cina che ha deciso di interrompere i voli di linea e gli scambi marittimi verso quello che fino ad ora era stato, seppur scomodo, un suo alleato, cioè il regime di Kim Jong-Un.

Vorrei far riflettere i lettori su come l’attacco americano in Siria sia partito in concomitanza con l’incontro tra Trump e Xi Jinping e anche l’invio della portaerei americana sia avvenuto dopo questo incontro. A mio avviso i leader delle due più importanti potenze economico-militari del pianeta è stato una sorta di patto Molotov-Ribbentrop moderno (per chi non lo sapesse è il patto tra nazisti e sovietici antecedente alla Seconda Guerra Mondiale con cui i due regimi si spartirono la Polonia), dove i cinesi hanno chiaramente deciso di abbandonare i russi nell’appoggio al regime di Assad e in cambio hanno ottenuto che la Corea del Nord non venga assorbita dalla filo-americana Corea del Sud, quando Kim Jong-Un sarà abbattuto.

Cosa potrebbe succedere quindi alla prossima provocazione del giovane dittatore? A mio avviso gli americani faranno uno strike a sorpresa atto a distruggere le principali installazioni missilistiche e militari del paese e probabilmente cercheranno anche di stroncare la leadership cioè eliminare Kim e i suoi principali gerarchi. Fatto questo, la situazione nel paese potrebbe diventare molto instabile e l’esercito cinese avanzerà con una scusante qualsiasi come difendere la Corea del Nord da quella del Sud o semplicemente garantire la stabilità onde evitare rese dei conti o una guerra civile. L’esercito nordcoreano, paralizzato dall’assenza di leadership e convinto che i cinesi siano alleati non reagirà. Una volta che la Cina avrà occupato il paese gestirà un transizione verso un regime comunista più moderato, di tipo cinese, con un presidente fantoccio (magari un gerarca non troppo vicino a Kim ma comunque autorevole).

Questo scenario hanno concordato le due potenze. Del resto Kim è un problema per entrambi e per la stabilità regionale, ma al tempo stesso fino ad ora la situazione era paralizzata dal fatto che la Cina non consentiva alcun intervento. Ora probabilmente la Cina ha ottenuto di conservare l’influenza sul paese e quindi farà fare agli americani il lavoro sporco di eliminare la leadership e poi interverrà successivamente per garantire la stabilità. Così Trump avrà mostrato al mondo che con la proprio risolutezza ha eliminato un regime pericoloso e odiato da tutti e la Cina non perderà un’area di influenza. Entro quest’estate o al massimo entro la fine dell’anno vedremo realizzare questo scenario.

Questo nuovo patto Pechino-Washington non potrà che far preoccupare la Russia di Putin che adesso si trova praticamente senza alleati seri se non la Siria e l’Iran(che potrebbe essere il prossimo obiettivo di Trump) e l’ambigua Bielorussia. E’ probabile che in Siria, Putin sarà costretto a sacrificare Assad e accettare di mantenere la propria influenza solo sulla Siria alawita cioè i dintorni di Latakia, dove Putin ha il suo porto militare. Vorrei inoltre far riflettere su come la Cina sia un nemico naturale della Russia, dato che il primo è un paese sovrappopolato il secondo no, il primo ha bisogno di materie prime e il secondo le ha. Non escluderei che un giorno Occidente e Cina si spartiscano la Russia ovviamente dopo averla destabilizzata dall’interno.

Per quanto riguarda l’Europa, dopo la vittoria del referendum, Erdogan si appresta a diventare de facto un dittatore e questo non potrà che portare ulteriori tensioni a causa soprattutto della repressione dei curdi, delle mire espansioniste in Siria e dei continui litigi con stati europei. Credo che presto nei confronti della Turchia verranno fatte delle sanzioni e nei prossimi anni non escludo anche un confronto militare con l’Unione Europea (conflitto che sarà la scusa buona per creare un esercito europeo, procedere nella creazione degli Stati Uniti d’Europa e sarà anche utile per creare uno spirito nazionalista europeo).

Tornando alla Corea del Nord, non dovrebbero esserci ulteriori sorprese, tutti i segnali recenti confermano lo scenario sopradescritto. Le uniche sorprese potrebbero venire dalla reazione del regime, se effettivamente riuscisse ad usare i suoi ordigni nucleari sarà un’ulteriore catastrofe per l’umanità e per questo pianeta.Se questo articolo ti è piaciuto, non perderti Libertà Indefinita, un saggio sulla libertà e sulla legittimità di un sistema, il nostro, sempre più contestato dalla popolazione.banner liberta indefinita
CONDIVISIONE  E’ RIVOLUZIONE
Se apprezzi il nostro lavoro continua a seguirci cliccando su una delle icone sottostanti

Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterCheck Our Feed

Sono Giuseppe Cirillo alias Fenrir, l’autore di questo blog. Nei nostri articoli ci sforziamo di offrire un’angolazione e una visione diversa rispetto ai media di regime. Per qualsiasi domanda o per un’eventuale collaborazione contattami alla seguente mail: fenrir1489@gmail.com 

 

 

Donald Trump, l’ultimo imperatore

E se il Brexit fosse voluto?

USA: la guerra civile è inevitabile?

La Terza Guerra Mondiale è già iniziata?

La Cina prepara l’invasione della Russia

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • fabbri73

    Onestamente lo vedo come uno scenario altamente improbabile. Primo la.Corra del Nord è un paese altamente militarizzato quindi difficile da spiegare con dei soli strike aerei. Se anche i cinesi inviano truppe dovrebbero essere almeno nell’ordine doppio rispetto alle truppe dispiegate. Secondo la spartizione della Russia come avverrebbe secondo te? La Cina attacca su un fianco e la Nato sull’ altro? E i Russi stanno a guardare? Dai su non è Risiko. Se vuoi fare analisi falle serie non di fantasia .

    • Pippo Pelo

      Gli usa da soli non possono far nulla. Se non interviene qualcuno con gli scarponi non prenderanno mai la core.

      • Noel

        israele….

        • Pippo Pelo

          Ci vogliono scarponi…. e tanti per prendere la corea.

          • TheoGattler

            molti scarponi ed anche body bags.
            (-:

          • Noel

            israele ha tutto tranne che scarponi,ma ha uomini “chiave” in ogni angolo dell’universo che fanno il bello ed il cattivo tempo come vogliono:ricordati questo!

    • quando l’ammerega ha seriamente intenzione di “esportare la demograzzia” non spende troppe parole, agisce e basta, per quanto riguarda la Corea del Nord stanno parlando troppo, un motivo ci sarà…

  • Franco Maraschi

    Mi sembrerebbero fantasiose fantasie. Perche’ la Cina dovrebbe abbandonare la Russia, poi sarebbe chiaramente inferiore agli atlantici. Fenrir descrive una potenza Usa che c’e’ solo sulla carta ormai . Militare no di sicuro, i russi sono molto piu’ forti. Industriale finanziaria mi pare che l’occidente e’ messo molto male, da qui l’inutile agitarsi dei neocon che, oltre essere molto pericolso, accelera -secondo me – la crisi stessa, Usa-atlantica.

  • Giovanni Netto

    bla bla bla bla (all’infinito)

    quante chiacchiere questi novelli Rambo americani.
    E fatelo ‘sto attacco (se avete i coglioni)

    beh, se in siria sono stati lanciati 59 cruise e solo 23 hanno colpito il bersaglio.(colpito si far dire) …..e gli altri che fine hanno fatto? sono andati in Turchia a prendersi un po di sole? ….dicevo se i cruise hanno un kill ratio del 39% il paffutello coreano con i capelli a spazzola può dormire sonni tranquilli tra due comodi guanciali..

    nella loro storia militare post ’45 (Grenada a parte) di guerre non ne hanno vinte manco una. figurarsi adesso che vogliono attaccare (A PAROLE) il 5° esercito del
    mondo…….forse sono ancora galvanizzati dell’ exploit della vittoriosa guerra contro l’isoletta di Grenada…….

    l’unica arma deficiataria della Corea del Nord è l’aviazione per il resto ha un esercito convenzionale da far impallire.

    qui le cifre……

    https://aurorasito.wordpress.com/2017/04/16/parata-nordcoreana-con-sorpresa-per-trump/

    • TheoGattler

      Dimentichi la guerra contro la superpotenza di Panama, condotta da Bush sr. nel 1989.
      Anche quella fu un’indubbia vittoria militare.

  • Hannibal Lecter

    Non penso che questi BOARI abbiano tutta questa POTENZA, questo alone di INVINCIBILITA’ x me creato ad arte, credo che prima o poi qualcuno si toglierà la curiosità x esempio la Russia o la Cina e avremmo delle belle sorprese. Comunque qualcuno ogni tanto dovrebbe ricordare ai boari il Vietnam

  • TheoGattler

    La guerra tra la Turchia e la UE, dimenticando:
    1-) Sia la Turchia che la UE (in larga parte) sono paesi NATO; non solo ciò indebolirebbe questa alleanza militare, ma proprio per questa motivazione non avverrà mai
    2-) i milioni di immigrati turchi che abbiamo avuto la sciagurata idea di accogliere ed integrare costituirebbero un problema non indifferente.

    • Pippo Pelo

      Pienamente d’accordo. Troppi turchi nella pancia europea. Erdocazz lo sa, proprio per questo fa il comodo suo. Sarà l’unico stato euro-nato che avrà um dittatore. (In fondo anche l’Europa si regge sulla dittatura…..)

      • what you see is a fraud

        esatto ” (In fondo anche l’Europa si regge sulla dittatura…..) ”
        In fatti i non eletti da nessuno commissari messi li’ forse dagli amici degli amici dei Rothschield fanno le leggi che sono tutte contro gli interessi degli stati . Vedere Immigrazione dei selvaggi , il progetto di eliminare le nazioni stato e farle a pezzi in regioni europee ……..

  • Alcoor26 .

    “La russia verrà spartita tra cina e usa”
    “L’unione europea (adesso è uno stato??) farà guerra alla turchia (2o esercito nato)”

    Direi che si sia oltrepassato il limite.

  • the_joker_IT

    “Non escluderei che un giorno Occidente e Cina si spartiscano la Russia ovviamente dopo averla destabilizzata dall’interno.”

    LOL! Napoleone e Hitler non sono bastati?

    • Noel

      non c’entra nulla:alla vastità della Russia orientale pressochè disabitata è cotrapposto tra la catena dell’immalaya e l’oceano indiano un conglomerato di miliardi di persone che crescono,crescono e crescono…

      • johnny rotten

        Io ricordo che il Presidente Putin qualche tempo fa fece una dichiarazione in cui disse che la Russia non combatterà mai più guerre sul suo territorio, pensi ci sia qualcuno in giro che voglia smentirlo?

        • Noel

          apero di no…ma mai dire mai…

      • gianni

        E per fortuna abbiamo migliaia di armi nucleari per ammazzare miliardi di umani

        • Noel

          si ma non tutti:per esempio tra i big ,germania,giappone e italia NO

  • giggi251

    A me sembra il contrario. Dopo il lancio dei missili Cina e Russia in politica estera parlano allo stesso modo. Credo che il momento della redde rationem tra occidente e oriente sia arrivato. In tutta la storia dell’umanità le potenze di terra ( in questo caso Russia e Cina ) hanno sempre vinto e questa non è l’eccezione. Chiedetevi perché gli ultimi tre presidenti degli USA hanno fatto una giravolta di180 gradi dopo pochi mesi. Dall’isolazionista Bush al ” riportiamoli a casa” di Obama a ” first america” di Trump dopo pochi mesi hanno fatto il contrario. Tre presidenti che hanno vinto le elezioni dicendo ” perché spendere in guerre? Con quei soldi riattivo la spesa pubblica e l’economia riparte” alla prova dei fatti quando arrivano al potere si accorgono che esiste un apparato industriale di guerra e che un isolazionismo porterebbe in pochissimo tempo al collasso del dollaro. Faranno la guerra: non hanno altra scelta; un dollaro a 56 rubli ( solo perché Putin stampa) è insostenibile. Oramai la Russia è uscita dalla recessione e Pechino non abbandona la Corea del Nord senza un accordo che preveda anche lo stretto di malacca e l’accerchiamento che sta subendo. Non resta che la guerra per gli USA, oppure un collasso nemmeno tanto lento.

    • Franco Maraschi

      O forse no. Getto nella mischia questo interessante post di Mitt Dolcino appena uscito https://scenarieconomici.it/chinakimyuan/
      L’autore , mi pare, accenna alla possibilita’ che Siria e Nod Corea siano diversivi -diversivi fino ad un certo punto, chiaro- per colpire poi il bersaglio vero, la Germania, manipolatrice di cambio. Fosse cosi’ il piano di Trump e’ astuto: prima gli davano tutti addosso, dopo siria e nord corea, molto meno.

      • Mario2

        Ahahaha

        • Franco Maraschi

          Ultimo sondaggio: la popolarita’ di Trump e’ risalita dal 42 al 50%.

  • Sandro

    Secondo me, dobbiamo prepararci a qualche esplosione nucleare, perché ne hanno tutti una gran voglia mi sembra.
    Della Cina non mi fiderei granché. Una volta “assorbita” la Corea del Nord, tornerà alle sue normali abitudini. Non scordiamoci le schermaglie nel mar cinese meridionale.
    Il patto Molotov-Ribbentrop fu stracciato poco dopo e la Germania attaccò la Russia come è noto a tutti.

    • TheoGattler

      Solo una ?
      Io spero invece che si vada fino in fondo e si facciano esplodere il maggior numero di MIRV possibile; in primo luogo sul territorio statunitense.

  • Noel

    …ipotesi plausibile anche se sarebbe un’ulteriore “passo indietro” dell’umanità!

  • E. von Böhm-Bawerk

    Sicuramente la Cina non sarebbe contenta se la Nord Korea passasse sotto il controllo USA. Sarebbe un fatto strategicamente devastante per loro se gli USA cominciassero a piazzare basi militari in NK.
    Meglio agire preventivamente dando l’impressione di fare un favore agli USA togliendo di mezzo il bambino ma mantenendo la NK sotto il proprio controllo.
    Lo scenario descritto è verosimile.
    Trump farebbe la figura di uno stratega acutissimo facendo convincere i cinesi a far fuori il bambino, una minaccia esistenziale per gli yankees, e senza neanche spendere un dollaro dei contribuenti.
    Vedo più probabile che sia la Cina invece che gli USA a portare i militari in KN.
    Poi Trump verrà invitato a Pechino e farà una bella foto con Xi tutti davanti una enorme bandiera rossa con falce e martello (la rivincita sui Tomahawk di Iblid).
    Ovviamente poi la Cina si vedrebbe più libera di scorrazzare nel mare Cinese del Sud per ampliare le proprie mire imperailistiche e le rivalità con gli USA tornerebbero come prima, ma questa è una battaglia per il futuro.

  • ws

    Non credo proprio., ho visto la parata e quelle nord-coreane non sono armi di cartone. La NK ha messo tutti i suoi missili strategici e tattici su piattaforme mobili terrestri e sommergibili
    https://en.wikipedia.org/wiki/Pukkuksong-1
    ihttps://en.wikipedia.org/wiki/Sinpo-class_submarine
    in un tempo rapidissimo cosa che mi fa credere che T si sia cacciato in un vicolo cieco,( magari pure ivi accompagnato dal suo gentilissimo ospite cinese 😎)
    Adesso la situazione è molto semplice : la cina non farà un cazzo , e se, come credo ( e spero) anche T non farà un cazzo spero che dopo “essersela fatta in mano” qualcuno a washington smetta di credere ai proprii bluff .
    Altrimenti è un casino

  • gianni

    Io spero nella terza guerra mondiale

    • Noel

      che senso avrebbe?

      • gianni

        Sono misantropo, siamo troppi e inutili

        • Noel

          …e gentili

  • prof

    Secondo me sarebbe piu’ saggio partire da una piu’ attenta osservazione della fotografia di cui sopra, meritoriamente ed opportunamente allegata: dice tutto. Se poco poco si conoscono appena i cinesi (dò pe scontato si conoscano gli americani) la faccia di Xi sta dicendo esattamente il contrario di quanto sta pensando Trump …
    L’analisi che questo articolo propone è quella che piu’ facilmente scaturisce dalla lettura dei recenti avvenimenti. Peccato che, quando di mezzo ci sono i cinesi, le cose abbiano sempre una lettura diversa … che non è nemmeno quella opposta alla lettura che qui si dà …

  • gianni

    Grande nord Korea fatti rispettare a qualunque costo

  • johnny rotten

    Un mucchio impressionante di commentatori parlano della Korea del Nord, ma solo per sentito dire, un buon “giornalista” o “analista” che dir si voglia dovrebbe citare le fonti, ma quali sono queste fonti? un girotondo di voci riprese una all’altra, >70 anni di bugie e propaganda messa in giro dai soliti, nessuno di coloro che ne parlano è mai stato in NK e nemmeno dispone di fonti in loco, ma tutti dicono le stesse cose, sono concordi, e questo dovrebbe rappresentare un buon motivo per rifiutare la solita tiritera sulla NK, in più avviene anche che i MMS ogni tanto raccontino storie aberranti e raccapriccianti sulle gesta del malvagio dittatore, salvo poi essere smentiti dai fatti e, solo come esempio, la squadra di calcio che venne sbranata dai cani del feroce orientale risulta ancora viva e vegeta e continua a giocare allegramente a football, la cosa schifosa è che questi MMS, italioti compresi, non si è mai scusata per questa disinformazione da dilettanti, peggio di tutte le disinformazioni note nei regimi dittatoriali, e mai ne è seguita la dovuta smentita, io quando sento parlare della NK nei termini noti e abituali mi rifiuto di prendere in considerazione qualsiasi discorso conseguente.

  • Belaundeterzo Terzo

    destabilizzare un paese dotato di armi nucleari e vettori? Non mi pare proprio semplice.
    Diciamo che i missili intercontinentali li puoi facilmente intercettare e distruggere. Agli americani la tecnologia non manca ma non credo che i coreani abbiano armi di questo tipo o se preferite armi operative. Per quanto riguarda i missili a medio o corto raggio il discorso cambia. La tempistica di reazione per distruggerli è troppo breve. qualcuno potrebbe andare a segno e sarebbe veramente la fine per il T. E probabilmente anche il Kim. Non dovrei dirlo ma una esplosione nucleare per togliere di mezze due pazzi è prezzo troppo alto.

  • mau

    Se lo scenario descritto nell’articolo è considerato credibile anch’io ho una teoria. Eccola: Grillo, Di Maio e Di Battista andranno a fare un comizio rispettivamente a Washington, Mosca e Pechino. Incanteranno le folle che li eleggeranno a leaders ed in un colpo solo i cinquestelle conquisteranno il mondo. Ovviamente si avvarranno di una consulenza strategica fornita da Fenrir

  • donato zeno

    E’ meglio che aspettino la morte di Kim per cause naturali,la delta force funziona solo al cinema.

  • Austrian school

    Lo scenario è verosimile salvo che qualche missile nucleare riesca a raggiungere la Corea del Sud, il Giappone o peggio la costa occidentale Usa. In uno sciagurato caso come questo la situazione diventerebbe ingestibile secondo lo schema indicato.
    Finora i presidenti americani hanno evitato lo scontro con Kim Jong Un proprio perché il rischio di risposta nucleare è tuttaltro che improbabile da postazioni mobili e sottomarine.
    Speriamo che Trump abbia buon senso e non vada oltre le minacce.

    • Ronf Ronf

      Notare che se il missile nucleare nordcoreano distruggesse la zona della faglia di S. Andreas, allora la California (55 delegati) passerebbe da “roccaforte Dem” a “stato incerto” (peggio della Florida nel 2000) perchè la zona di S. Andreas è la roccaforte dei Dem. Questo spiega come mai i Rep vogliono la guerra contro la Nord Corea? Ammettiamolo: senza Trump, i Rep avrebbero straperso di nuovo.

      • Noel

        fantapolitica!

        • Ronf Ronf

          Non è fantapolitica: se la faglia di S. Andras esplode (es. per un terremoto, cioè per un fenomeno naturale), allora salta in aria tutta la zona dove i Dem raccolgono i voti e quindi la California senza quella zona infatti è una zona pro-Rep. Cioè, per farti capire, lo Stato di NY senza NY City è pro-Rep, ma i Dem vincono perchè NY City da sola ribalta il risultato di tutto il resto dello Stato: lo stesso accade in Illinois dove Chigago da sola manda verso i Dem tutto il resto dello Stato dell’Illinois che invece vota Rep. Hai capito adesso?

          • Noel

            si…ma potrebbe avvenire tra 10.000 anni!!!

          • #Venexit #Calexit

            hai dimenticato i farmaci, anche oggi

          • davide

            Penso servirebbero 100 bombe atomiche per innescare la faglia e tutte in un solo istante.
            ti copio e incollo
            https://it.wikipedia.org/wiki/Scala_Richter
            in fondo troverai una tabella interessante.
            La bomba di Hiroshima è paragonabile alla scala Richter 6
            Il meteorite/cometa caduto a Tunguska è paragonabile ad 8
            Come saprai i numeri sulla scala Richter sono logaritmi a base 10.
            Significa che l’energia sviluppata a scala 8 è cento volte quella sviluppata a scala 6.
            Infatti la differenza fra otto e sei, è due, che essendo un logaritmo a base 10 significa: 10 elevato 2 = 100
            Per fare venire giù i quadrifogli di L.A. ci vuole un otto pieno e abbondante https://uploads.disquscdn.com/images/917b6a591ee1bbe153ef6a18deaf14e121611d9431d1d3406a9c49c7ea2bc154.jpg

    • paolinks

      Considerando il numero di sottomarini in possesso dal grassone, direi che i missili che possono raggiungere gli USA sono piu’ di qualcuno.

      Comunque io valuterei bene cos’e’ successo durante l’ultimo test, perche’ due sono gli scenari possibili:

      1. sabotaggio cinese
      2. sabotaggio da parte della stessa Corea del Nord, in modo da non dare scuse a Mad Dog e contemporaneamente salvare la faccia

      In entrambi i casi, i due alleati orientali vogliono in tutti i modi disinnescare la bomba. Il problema e’ che ben sappiamo che gli americani le scuse sono pronti pure ad inventarle. Al che viene da chiedersi cosa succederebbe in caso gli americani vogliano comunque attaccare. Negli anni ’50, con una Cina debole, la risposta cinese fu feroce. Sessant’anni dopo credo che sara’ apocalittica. Senza contare che il socio di Vladivostok sta mandando colonne di carri armati a zonzo.

      • TheoGattler

        3) Non c’è mai stato ed è solo una fake news occidentale

  • Rifle

    E se Kim temendo questo facesse la mossa preventiva di occupare la Corea del sud?

    Trump che fa? Bombarda Seul?
    Manda i marines a battersi contro un milione di nordcoreani?

  • maurizio

    E io sono Napoleone……

    • biafra66

      …maurizio, io Attila!

      • Attila chi? il Fratello di Dio?

        • biafra66

          …ma siii dai…quando leggo certe cose vale tutto!

          • ti ricordi il film?

          • biafra66

            …ricordo “Attila il flagello di Dio” con Abatantuono…ma sinceramente non l’ho mai visto…nemmeno in tv. Immagino fosse una “cagata pazzesca”….e il post ci si avvicina!

          • glock

            Io quando leggo certi articoli piango per la miopia

          • biafra66

            Glock….glock….mi ricorda uno “strumento” di ottima fattura made in Austria! …piangiamo insieme dai!

        • Luigi za

          Ed io allora son Pepè il nipote di Dio.
          Dopo Yahweh il Dio, Giosuè detto Gesù il figlio di dio, toccherà pure a Pepè il nipote. O no?

      • maurizio

        Ka…….o che coppia !!

  • e’ solo un opinione dell’autore, io resto del parere che l’amministrazione USA , non solo quella attuale sia troppo inaffidabile per farci degli accordi. I cinesi ragionano per i decenni successivi, quando fanno un piano in fretta, se non per secoli.

  • glock

    Qua non si fa controinformazione ma solo fantapolitica e delle peggiori. Chi ha scritto è digiuno di geopolitica e totale assenza di letture internazionali. La Cina si muove lentamente e fa solo progetti a medio-lungo termine. Senza contare che i politici cinesi hanno di base poca fiducia negli americani. Gli americani sono subdoli, folli, inaffidabili e hanno ancora in testa di essere i padroni del mondo. La parte comica del pezzo è l’invasione cinese in Russia. Sì Sì credici! Vorrà dire che anche l’autore insieme ai cinesi finirà impantanato in Siberia. Io consiglio cura detox con tisana di finocchio e allontanamento dalla tastiera per tre giorni

  • Saltalungo

    Dopo la parata militare dell’altro giorno, durante la quale sono stati mostrati sistemi missilistici mobili che l’Occidente non si aspettava che la Corea del Nord possedesse, qualsiasi piano di attacco statunitense è andato in fumo. Per questo la necessità da parte delle agenzie di propaganda sudcoreane e statunitensi di inventarsi un test missilistico fallito nordcoreano che non è confermabile, e probabilmente non è manco mai avvenuto: per ridimensionare la debacle americana e rassicurare lo spirito belluino ferito dei vassalli statunitensi nella regione.
    “Non escluderei che un giorno Occidente e Cina si spartiscano la Russia ovviamente dopo averla destabilizzata dall’interno”, questa frase è in aperta contraddizione con la realtà geopolitica e mi chiedo se in realtà non sia solo un pio desiderio dell’autore (filoamericano?).

  • verklarte

    Ammettiamo che ci sia stato un accordo tra Trump e Xi Jiiping sulla Corea del nord. Ammettiamo anche che gli Usa riescano ad abbattere Kim (la vedo dura) con una serie di micidiali attacchi missilistici, la Cina a quel punto dovrebbe invadere il piccolo stato e trasformarlo in una specie di suo protettorato sotto il controllo americano? Esporrebbe le sue truppo di invasione alla contaminazione radioattiva prodotta dagli strikes americani sui siti nucleari? Ci sono tanti modi di suicidarsi, direbbe il nostro Tremonti.
    Se lo scopo degli Usa è destabilizzare e neutralizzare il penultimo “stato-canaglia” non vedo perché dovrebbero chiedere l’aiuto della Cina. Per stabilire un asse definitivo Washington-Bejjing? E la Cina rinuncerebbe a tutti i suoi progetti? Alla Silk Road, all’AIIB, al suo nuovo Swift, all’integrazione euroasiatica?
    Quello su cui concordo con Fenrir è la possibilissima intesa tra Trump e Xi sul futuro della Siria, anche perché alla Cina non costa niente dissociarsi dalla politica russa nella regione, non avendo che un ruolo del tutto marginale.
    Quello che mi preoccupa (anche qui sono d’accordo con Fenrir) è la rilassatezza di Putin nel conflitto. Non ha voluto intervenire in forze in Siria né nel 2012 né nel 2015. Se l’è presa comoda. Ha preso Aleppo poi si è appisolato. Mi ricorda Annibale e gli ozi di Capua. Forse sta gettando la spugna. Se è così temo che il famigerato Sunnistan sia dietro l’angolo https://uploads.disquscdn.com/images/c4ece6a5dcb3860e6fdf6411d5657a274b27bf2dca8bbd5ba4b4aea7b5fcf3e8.jpg

    • johnny rotten

      La Syria è importantissima per la Cina, infatti nel progetto OBOR rappresenta il terminale sul Mediterraneo, ancora ieri a Damasco vi era una delegazione di affari Cinese per discutere di finanziamenti. Cina, Russia e Iran, e di conseguenza anche la Syria, sono uniti da unico destino, cioè quello di divenire a turno le prossime vittime dell’assalto dell’imperialismo anglo-sionista, la Cina potrebbe al massimo fare finta ma non può sul serio abbandonare gli alleati, sarebbe un suicidio per tutti, e poi a loro basta aspettare, europa e usa cadranno da soli seppelliti dai debiti e dai relativi tassi ad usura, a Mosca invece sanno bene che gli yankees vanno presi con le pinze essendo governati da pazzi criminali quindi pazientano, il tempo è dalla loro, basta saper aspettare.

      • verklarte

        Il fatto è che il tempo è poco e i pazzi yankees hanno fretta. Turmp ha dato carta bianca ai suoi generali e quelli non si faranno pregare. Dall’altra parte vediamo incertezza dei russi e ambiguità cinesi. Non so se sia una buona strategia.

        • Mikahel

          Trump ha appena chiesto a Pyongyang la Pace, segno che la sua era una mossa contro i guerrafondai, ed i cinesi sono li per impedire l’ingresso dei guerrafondai, in pratica questi: http://no.wfp.org/node/943

  • marcoferro

    secondo me si è fumato l’impossibile chi ha scritto questo articolo. ricordo solo che si è vero che c’era un patto di non aggressione tra tedeschi e sovietici, ma fallì miseramente con l’operazione barbarossa , ossia l’invasione dell’unione sovietica da parte della Germania e che hitler riteneva popolata da subumani. i patti sono fatti per non essere rispettati o a cambiarli nel momento più opportuno e conveniente. come la storia dimostra inoltre mai fare patti con gli ammeragani, visi pallidi, lingua biforcuta, etc…toro seduto ne sa qualcosa….
    inoltre un documento ufficiale del dipartimento di stato americano del 2009 mi pare riteneva la cina il nemico numero uno per gli stati uniti nel 2017. sono dei pazzi e ci dobbiamo aspettare qualunque cosa, fare previsione è assurdo e quasi impossibile secondo me.

    • Mikahel

      Il patto Ribbentrop non fù mai stato un patto di coesione politica, anche se Germania e Russia avevano grandi accordi economici, come sottolineò Adolf a Benito qualche mese dopo, ma fù un patto strategico per non far criminalizzare la sola Germania (che in realtà aveva missione difensiva dei suoi ex-territori ed ex-alemanni). Cosa che comunque non riuscì, visto che i zionisti erano dietro (ma anche avanti, con Chutterland e poi Chercill) ad i britannici che condannarono solo la Germania per l’aggressione alla neo nata Polonia.
      E l’invasione Barbarossa era anche essa difensiva… infatti impedendo ad i Russi l’attacco a sorpresa, evito che i zionisti comunisti dal chiaro accento new-yorkese, entrassero in tutta l’Europa con il falso socialismo sovietico, ovvero con il Grande fratellismo sionista (cosa riuscita a metà evidentemente).
      Abbiamo un background storico notevolmente viziato.

      • verklarte

        Souvurov

  • io vorrei capire che genio di barbiere c’è dietro il riporto di trunks
    U_U

  • Lucio

    Potenzialmente i cinesi potrebbero occupare la Corea in risposta ad un attacco americano anche senza essersi accordati. Figuriamoci se gli americani continuerebbero ad attaccare con i cinesi li presenti.

    Io credo che la Cina voglia anche mostrare come gli USA non abbiano il coraggio di fare una guerra contro anche loro. Così ne escono entrambi a testa alta, Trump e Xi.

    Alla Cina potrebbe interessare la Russia ma penso che prima di tutto le convenga tenersi in buoni rapporti con lei perché credo che il suo nemico rimarranno gli USA.

    • donato zeno

      Perché mai i cinesi dovrebbero voler occupare la nordcorea i cui test e attività missilistiche non le sono rivolti contro?

      • Lucio

        Per mantenere il controllo dell’area ed evitare che si riunisca all’alleato americano (il sud) o sotto il controllo Onu (cioè non mano agli americani).

  • fabbri73

    Hanno sempre esportato la democrazia in Paesi senza l’atomica e non armati fino ai denti come la Corea. Tieni inoltre presente che si parla di un popolo con poche differenze etniche e religiose x cui non possono neanche fare perno su questo aspetto come hanno fatto in altri ambiti.

  • alex

    E’ una tua visione, non concordo, ma è una possibile strategia. Detto questo, io vedo cose differenti, a mio parere non si romperà molto facilmente l’asse-russo cinese, essendo basato su un destino comune rispetto agli Usa, o è La Russia-Cina il prossimo “padrone”, oppure semplicemente gli Usa diventeranno di fatto i soli padroni imperiali della Terra. Russia e Cina, dopo eliminazione Usa, potranno e dovranno “bisticciare”, ma, per ora il loro patto è inscindibile, pena la loro morte. I tempi sono maturi per un tranello agli Usa (da parte russo-cinese), dividere la forza Usa, lasciando la la Corea del Nord “difendersi”, da quella parte di navi ed aviazione nell’est-Asia e al momento certo distruggerla congiuntamente, invadere Taiwan, Filippine, etc.. Isolando Giappone e Australia. Invadere l’Europa, la Turchia (volterebbe la faccia a Nato e Usa) e l’Iran, farebbero da tappo ad Israele. Se gli Isra-Usa tirano una bomba nucleare o in Asia o In Russia, Cina, Medio Oriente, credo che gli Usa diventeranno il prossimo “deserto”, tipo Sahara, ma radioattivo. No, gli Usa-Nato non faranno niente, altrimenti sarà il loro suicidio.Strategicamente e come tattici militari, gli Usa-Isra-Eu, sono deprimenti. La storia insegna: se la Germania ed il Giappone, avessero avuto contro solo il fronte alleato senza i russi e italiani (traditori), col cazzo gli Usa avrebbero vinto la II guerra mondiale..

  • Sepp

    L’autore ha scritto quello che penso io.
    Solo che ha dimenticato di dire che
    sempre i poveracci di qualsiasi
    latitudine ci rimetteranno le piume,
    alla fine per che cosa?
    una idea.

  • Johnny Palomba

    Tutto molto plausibile, manca solo qualche dettaglio: il bombardamento americano sarà effettuato tramite asini volanti mentre l’invasione cinese avverrà a cavallo di unicorni rosa.

    • cipperimerlo

      Purché alla fine venga allestito un ricevimento dove si servono fette di torta al limone.

  • HarinGV

    Possibile, ma con i cinesi non firmi nessun patto: tu gli parli, loro ti parlano. Non hai garanzie di ciò che faranno. Ne consegue che lo scenario netto qui descritto, è a mio avviso ben più vago e fumoso.
    Tanto meno sarà certa e facile la decapitazione della corea del nord, tutt’altro: altra vaghezza.
    In sintesi, la realtà non è un quadro semplice come quello sopra descritto, è uno scenario ben più probabilistico, dove le variabili sono molte
    Senza voler includere le rampe mobili e i super-katiuscia di Kim, questi ultimi capaci di incenerire Seoul in poche ore senza l’uso di armi nucleari.

  • Saltalungo

    Aggiungo, inoltre, che questo presunto “patto” tra Cina e USA per togliere di mezzo Kim Jong-un semplicemente non esiste. Si tratta solo di una invenzione mediatica di un presidente, quello americano, che ha un disperato bisogno di consensi e di allentare la morsa al collo da parte dei suoi falchi.
    Infatti, il recentissimo dispiegamento di navi spia cinesi in collaborazione con le navi spia russe per monitorare la flotta statunitense al largo della penisola coreana indica piuttosto un patto tra Cina e Russia per controllare gli Stati Uniti ed impedire che facciano mosse stupide, ed eventualmente annullare o limitare i danni di un loro possibile attacco avventato.
    Probabilmente, Trump si è inventato questa favoletta del “patto” perché sa bene che la sua politica estera contro la Corea del Nord è destinata al fallimento e quindi ha già in mente di incolpare la Cina della sua prossima debacle.

  • Chiudetegli l’account

    • glock

      Ma il bello è che era talmente fuori di testa il suo articolo che mi sono chiesto se lo ha fatto apposta per trollare. E’ stato insultato praticamente da tutti. Io se fossi in lui scriverei un articolo per dire “Vi ho trollato perché per Pasqua volevo divertirmi”.

  • Alessandro Farolfi

    Questo articolo a me pare un esempio di fantapolitica di quart’ordine,x una miriade di ragioni,ne citerò una sola x esemplificare,ma che a mio avviso è sufficiente x far cadere ogni pretesa di verità al suddetto articolo:
    Qualcuno di voi ha mai dato uno sguardo su una carta geografica della penisola Coreana?
    se no scoprirà che la RDPdK confina al nord(frontiera sul fiume Yalu)NON solo con la Cina,ma anche se solo x un breve tratto,addirittura con la Russia!
    Quindi secondo voi sia Xi Jingpin che anche Putin,sarebbero d’accordo se gli USA ed alleati(sud Corea) invadessero la Corea del nord,a parte il fatto che ci hanno già provato nel 1950/1953 e sappiamo tutti come è andata a finire,comunque come dicevo sarebbero contenti se la RDPdK sparisse ed al suo posto la Corea unificata alleata degli USA giungesse a lambire la 2 frontiere con annesse le basi USA al seguito?
    Io sono sicuro di no perchè oltre x la Cina a perdere l’unico stato cuscinetto che lo protegge,dalla vicinanza delle basi USA nella regione,anche Putin vedrebbe le suddette basi ad una distanza di circa un centinaio di KM dalla più grande base aeronavale Russa del Pacifico Vladivostok.
    Tutto questo bailamme senza contare che la RDPdK è de facto una potenza nucleare,anche se agli inizi e se messa alle strette sarebbe capace di incenerire tutta la Corea del sud(non dimentichiamoci che Seul la capitale dista circa 50 Km dal 38° parallelo)con annesse basi USA(ci sono 30000 militari USA in sudCorea ma non solo anche buona parte del Giappone fino all’isola di Okinawa(con altri 30000 militari USA)
    Ora o Trump è impazzito improvvisamente cosa del quale dubito,oppure è tutto un bluff,x far tacere all’interno la fronda che i servizi segreti,il dipartimento di stato ed il Pentagono,gli stanno facendo intorno,x,come dice Montalbano “scassargli i cabbasissi”
    un saluto
    Alexfaro

    • glock

      Non preoccuparti AlexFaro, ha preso del “fuori di testa” praticamente da tutti. Non sa nulla di geopolitica, non preoccuparti. Probabilmente aveva voglia solo di trollare o di capire le reazioni. C’è gente che ragiona sul fine e meglio di lui, gente che studia sul serio. Forse una boutade riuscita parecchio male. Non ti arrabbiare. Glock

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi