In Siria bombe a grappolo, napalm e fosforo bianco. Poi spengono la playstation e dormono

Di Mauro Bottarelli , il - 68 commenti


Non bisogna farsi mancare niente in questo periodo in cui il gran varietà delle fake news istituzionali sta dando il meglio di sè, un misto fra “Drive in” e “Colpo grosso” in versione anti-terrorismo. Quindi, dopo il Consiglio di sicurezza dell’ONU in cui il rappresentante boliviano ha ricordato agli americani che il mondo non ricade sotto la loro giurisdizione e in attesa della missione di Rex Tillerson a Mosca prevista da domani, ecco che oggi il menù della balla diplomatica prevedeva il G7 dei ministri degli Esteri a Lucca, di fatto una riunione informale in cui il capo del Dipartimento di Stato elencava i desiderata USA, il ministro degli Esteri britannico traduceva e gli altri rappresentanti pedissequamente prendevano nota, prima di andare ad ammazzarsi di tartine.

E cosa è stato partorito? A parte una bozza di documento dedicato al clima con il quale domattina USA e Cina si puliranno il culo, proprio il capo del Foreign Office, il comico Boris Johnson, comunicava in via ufficiosa alla stampa che il simpatico simposio stava valutando ulteriori sanzioni contro la Russia per la situazione in Siria. Insomma, la fantasia al potere. D’altronde, c’è poco da stupirsi, perché prima che si aprissero i lavori e Angelino Alfano sparasse la prima bestialità in inglese (voleva ordinare un caffè macchiato e ha quasi dichiarato guerra al Belgio), ecco le parole di Rex Tillerson, una sorta di memorandum d’intenti in vista della visita a Mosca: “La Russia si era impegnata ad assicurare che gli arsenali chimici siriani fossero distrutti. Ma non l’ha fatto e questo ha consentito l’attacco. Noi vogliamo essere coloro che sanno rispondere a quanti creano danni agli innocenti in qualunque parte del mondo”. Fin qui, umorismo d’Oltreoceano, logica conseguenza di quanto dichiarato domenica alla ABC: “Il Cremlino ripensi la sua alleanza con Assad, perché ogni volta che accadono attacchi orribili come quello chimico, la Russia viene investita da un qualche livello di responsabilità”. Chissà se Tillerson è a conoscenza delle pacifiche pratiche di politica estera di Arabia Saudita e Israele?

Ma mentre i ministri del G7 stavano prendendo il caffè o ruttando il pranzo, ecco che le agenzie rilanciavano l’ennesima notizia destinata a sconvolgere il mondo: “Intensi bombardamenti aerei e di artiglieria da parte del governo siriano sono in corso in Siria in zone fuori dal controllo delle forze lealiste a Damasco, Daraa, Hama, Idlib e Aleppo”. E chi lo diceva? Fonti concordanti sul terreno a conferma di quanto affermato in precedenza dall’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) e da media panarabi: ovvero, dagli sponsor dei ribelli, più o meno moderati e delle nazioni che vorrebbero Assad sotto terra. Il massimo dell’equidistanza. Ed ecco la perla: “Le fonti affermano che gli attacchi sono condotti con armi convenzionali, ma anche con armi considerate illegali dal diritto internazionale, come le bombe a grappolo e bombe incendiarie al napalm”. Eccheccazzo, nient’altro? Dunque, finito il sarin passatogli dal Cremlino e acquistato da un hacker russo probabilmente con una carta di credito rubata a un membro del Partito democratico Usa per screditarlo in sede di nota spese, Assad ha dovuto mettere mano alle scorte e utilizzare ciò che passava il convento.

Ma se le agenzie occidentali si bevono e rilanciano di tutto, Al Jazeera domenica ha letteralmente superato se stessa. Sarà che il Qatar che controlla l’emittente panaraba è vagamente interessato al passaggio in Siria della sua pipeline verso l’Europa ma i nostri eroi l’altro giorno hanno mandato in onda un servizio in cui si denunciava l’utilizzo di fosforo bianco da parte delle milizie di Assad nel bombardamento della città di Idlib. Ora, al di là del fatto che l’uso di fosforo bianco in Siria da parte di truppe lealiste o russe per Al Jazeera è il corrispettivo di “Una poltrona per due” per ItaliaUno, ovvero una volta all’anno tocca mandarlo in onda per forza, invito anche un ubriaco con deficit cognitivo e un ictus in corso a fare il seguente ragionamento, mettendosi nella testa di Assad.

Dunque, sono appena stato bombardato dagli USA perché convinti che abbia utilizzato gas letali e mi hanno minacciato di altre azioni se fossi ancora balzato agli onori delle cronache per fatti simili, quindi cosa faccio? Ma ovvio, utilizzo a cazzo di cane una sostanza proibita come il fosforo bianco – legale soltanto quando Israele compie le sue paranze a Gaza -, attendo che la stampa mi si inculi con tutti i pantaloni e aspetto un bel missile direttamente nel soggiorno del palazzo presidenziale, fumando una sigaretta. Ma che cazzo di sostanze assumono ad Al Jazeera? Capirei una Rula Jebreal o un Alan Friedman a sparare puttanate simili su La7 ma qui parliamo di una tv a livello globale, uno sceneggiatore che non sembri appena arrivato dal set di “Scemo e più scemo” potrebbero anche permetterselo.

Ma non basta, perché questo weekend penso che abbia ispirato una nuova serie a RealTime, “Attacchi imbarazzanti” o “Non sapevo di essere al-Nusra”. E stavolta a sparare la puttanata ci ha pensato una testata di quelle davvero serie, nientemeno che il Wall Street Journal, a detta del quale sabato la base statunitense di al-Tanf, vicino al confine tra Siria e Giordania e colpita lo scorso anno dai russi per dimostrare che era una casamatta e un centro di comando della CIA, è stata assaltata da un gruppo di miliziani dell’Isis, un’azione così proditoria da essere stata debellata soltanto attraverso l’uso dei caccia. E sapete quanti erano i militanti di Daesh in azione, così ben armati e infoiati da necessitare che si alzassero in volo gli aerei?

Ce lo dice il Wall Street Journal: “Tra i 20 e i 30 combattenti dell’Isis, inclusi alcuni con abiti da kamikaze, hanno attaccato la base, la quale rappresenta una struttura di addestramento per i ribelli siriani sostenuti dagli USA”. Dunque, personale militare statunitense si caga addosso per 30 miliziani dell’Isis e deve far alzare in volo dei jet per respingere il loro assalto a una base che è un avamposto della CIA? Nemmeno “Igor il russo” che sta tenendo in scacco l’intero Consiglio supremo di difesa italiano da due giorni nelle campagne ferraresi fa così paura: se fossero stati una cinquantina, cosa avrebbero fatto? Altri Tomahawk come se piovesse? Forse no, perché a differenza di USA e Israele, quando la Russia ha le prove di qualcosa, le tira fuori senza minacciarle e questo video

Interception de missiles américains par le système de défense syrien

ci mostra quale fine ingloriosa abbiano fatto la gran parte dei missili sparati giovedì notte dalle navi statunitensi e mai andati a bersaglio sulla base aerea siriana: intercettati e distrutti dalle batterie contraeree siriane. Quindi, di fatto, russe. Ma si sa, certe notizie vanno tenute nascoste. Come ad esempio quella diffusa oggi pomeriggio dall’agenzia iraniana Farsnews su indicazione di fonti bene informate nel Nord della Siria, a detta delle quali le truppe dell’esercito lealista hanno aperto il fuoco con enorme volume contro un aereo da ricognizione statunitense a nord di Hasaka, costringendo il velivolo ad abbandonare lo spazio aereo, dopo che questo si era avvicinato troppo alle posizioni siriane nella città di confine di Qamishli.

Altro che Isis, qui il caro pilota si è cagato in mano sul serio. Ma non importa, finché ci saranno media pronti a riciclare qualsiasi stronzata pur di mantenere viva la narrativa dell’America buona e dei russi cattivi (non parliamo di Assad, il quale starà sicuramente fabbricando qualche arma chimica nella vasca del bagno in questo momento), la grande farsa mediorientale continuerà ad andare in onda, sottotitolata per non ragionanti a reti unificate. Oltretutto, con due perle che i media europei non hanno ancora sfruttato: il fosforo bianco e l’attacco Isis contro la base Usa, di fatto la conferma di Assad assassino e degli Usa sotto attacco del Califfato. Ciak, si gira.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • ws

    bisogna sempre stare accorti sui video , quello che vediamo non è il fuoco di un pantsir ( e tanto meno di un s300) ma sembra piuttosto una difesa puntale con srapnel “flottanti” , che sicuramente puo’ essere efficace ma non sappiamo se in una versione “moderna” rispetto a quelli ( inefficienti) di saddam nel 1991.

  • Nabir Obar

    I video ai cui si riferiscono le veline dei mainstream girano da ieri pomeriggio su #hama
    https://twitter.com/a_certain_woman/status/850787293212409856
    Come nel precedente “attacco chimico” coincidono coll’avanzata del governo siriano sul fronte di Hama dopo che ha annunciato un operazione su larga scala.
    Che i ribelli vogliano un altro aiutino mi sembra chiaro, sono bombe al fosforo che non sono vietate https://it.wikipedia.org/wiki/Fosforo_bianco
    e riguardo le pericolose bombe a grappolo ricordiamo che ben 34 stati non hanno firmato il trattato che ne vietava l’uso tra cui gli americani

    https://it.wikipedia.org/wiki/Stati_che_aderiscono_al_trattato_di_Ottawa#Stati_che_firmatari_non_ratificanti

    • All’inizio del video in uno dei focolai del “fosforo bianco” si vede chiaramente il manico del razzo di segnalazione. li sulla strada, infatti la telecamera subito si è spostata. osservate bene. I cialtroni hanno preso dei bengala e li hanno sparsi qua e la. Si vede che non avete mai visto una bomba incendiaria. cazzo, non sarebbe rimasto niente. tutto incenerito.

      • Fosse per me gliela farei capire bene la differenza, magari si potrebbero usare grosse bombe termobariche, così si agisce nella legalità.

        • marcoferro

          ma tutto questo fiorire di fake news e quant’altro,è decisamente fuori dal normale. deve essere già pianificato a tavolino. non è che è in previsione una invasione di terra per mano di questi pazzi ?

          • verklarte

            Pare di sì. Marcello Foa nel suo blog ha detto che in Usa sono stati richiamati 150.000 riservisti.

          • marcoferro

            già me li immagino 150 mila homer simpson ai 40-50 gradi in siria a combattere veterani , truppe abituate da anni a combattere con l’appoggio di russia iran e hazboallah….

          • verklarte

            Forse per la prima volta in Siria ci sarà anche da ridere…

          • paolinks

            Probabile. Infatti Pieczenick ieri ha sbottato di brutto da Jones, segno che sa che questi malati mentali vogliono scatenare una guerra vera e propria. E infatti http://www.zerohedge.com/news/2017-04-10/white-house-reveals-new-red-line-assads-use-barrell-bombs-could-lead-new-strikes

            Quindi e’ ufficiale, i nuovi video fake serviranno per scatenare nuovi attacchi. E mi pare chiaro che abbiano intenzione di agire contemporaneamente anche sul fronte pacifico. E’ la terza guerra mondiale, piaccia o no.

            L’unica certezza e’ che gli USA hanno l’unico esercito NATO piu’ o meno degno di tale nome. Si ritroveranno a combattere su due fronti, con due avversari mostruosi. Il secondo ( la Cina ) che ha decine di milioni di soldati ferocemente addestrati, scapoli e incazzati neri con gli imperialisti americani.

          • marcoferro

            ma anche oggi, i dementi ammeragani fanno i bulli, con minacce alla corea de nord. cosa vogliono ? stanno a casa loro non danno fastidio a nessuno, si ogni tanto fanno un test con i missili, ma a loro cosa frega, perche non stanno anche loro a casina tranquilli ? hanno bisogno di una guerra questo è il mio pensiero al momento. il problema è per cinici calcoli di bottega trascineranno il mondo in un baratro. se ci fosse un dopoguerra e con vincitori russi e cinesi, dovranno commissariare gli stati uniti per almeno 100 anni, così come anche la germani.

          • Friendly Cynic

            Beh, no purtroppo: c’é la Turchia.

      • Nabir Obar

        potrebbe anche essere un bastone di legno per terra ma cmq sia ripeto NON sono vietate in determinati contesti, almeno questo è riportato da wiki

        • in effetti bombe incendiarie nei mesi scorsi i russi le hanno impiegate eccome. ma niente di banale come fosforo e napalm, ma semplici bombe “ignoranti” mescolate con propellente.

          • Nabir Obar

            Scusami hai ragione non sono stato chiarissimo ma questo perchè ci hanno abituato a credere il falso. Riassumo un pò quello che viene riportato su Wiki e concludo.
            L’utilizzo(non il possesso) delle armi chimiche(il Napalm ne fa parte)è vietato dal 99%degli stati
            IL fosforo bianco gode di brutta fama, non rientra tra le armi chimiche, e si può utilizzare se lo scopo è difensivo (risulta difficile stabilire il contrario)
            Le bombe a grappolo come il fosforo godono di una brutta reputazione ma sono utilizzabili dai paesi che non hanno aderito al bando, Usa,Russia,etc
            Detto ciò la russia potrebbe benissimo aver usato in fase offensiva le bombe a grappolo e in fase difensiva quelle al fosforo senza commettere nessuna violazione di trattati.
            E per le armi incendiarie(armi non convenzionali CCW o CCWC)c’è anche li un trattato con tanti punti opzionali e adesioni parziali.
            Si capisce quindi perchè è sempre l’arma chimica quella che fa scattare un intervento militare, è l’unica vietata in tutto il mondo.

          • Ale C.

            le termobariche? eheheh definirle bombe “ignoranti” lo definirei un sontuoso under-statement

          • come dovrebbero sapere i tanti “esperti” che mi dicono che le bombe a gas si usano solo gettate dagli aerei ( non mi riferisco a te Ale) le bombe a gas si lanciano benissimo con cannoni e mortai. solo che l’effetto Flash distrugge parte del gas. La bomba termobarica è un gigantesco effetto flash creato apposta. facile a dirsi ma non a farsi. infatti stranamente le bombe russe di quel genere sono molto più piccole di quelle degli americani….

          • Ale C.

            🙂
            per quanto ne so, non è nemmeno facile a dirsi. ci ho messo un po’ solo a capire la differenza con un esplosivo convenzionale.

          • la storia è lunga, nacque proprio con le prime bombe a gas, un involucro di gas tossico con una piccola carica esplosiva, che serve a diffonderlo. Spesso il gas si infiamma tutto od in parte con una tipica fiammata, l’effetto detto in gergo “flash”. E ancora non è chiaro bene per molti come funziona. Non per tutti, visto che i russi padroneggiano quell’effetto molto bene.

          • Ale C.

            basta confrontare la MOAB con il FOAB.

      • Ale C.

        per quanto si vede potrebbe benissimo essere una gara di barbecue.

  • Friendly Cynic

    Quando Tillerson incontra il suo collega Mattis alias il Benefattore di Falluja, si commuovono insieme pensando ai bambini innocenti?

  • AndreAX

    Se posso permettermi io aggiungerei l’uranio impoverito una vecchia gloria che merita di essere rispolverata

    • Friendly Cynic

      Non dimenticare i giocattoli bomba che sicuramente i russi staranno fornendo ad Assad, comprandoli dai cinesi che peró li producono in corea del nord dove Kim li testa sui bambini mentre divora ciambelle.

      • AndreAX

        E ogni tanto se sbaglia e mozzica un bambino!

    • paolinks

      Vecchia? Lo stanno usando in questi giorni in Iraq.

      • AndreAX

        Ah sì non sapevo hai visto mai i classici ritornano sempre per questo li chiamano classici

  • Marino

    ma allah akbar è l’equivalente di socmel in bolognese?

  • Ale C.

    Qualcuno mi spiega la “divisa” da kamikaze? No perché se è così allora sono un po’ idioti quelli che si lasciano coinvolgere negli attentati…

    • TheoGattler

      A cosa ti riferisci precisamente ?

      • Ale C.

        Cito dal post “Ce lo dice il Wall Street Journal: “Tra i 20 e i 30 combattenti dell’Isis, inclusi alcuni con abiti da kamikaze, hanno attaccato la base”

        • TheoGattler

          LOL mi era sfuggito.
          Grazie.

          • Ale C.

            Era da tempo che non ridevo così…

          • TheoGattler

            Vedrai che questo autunno, al più la ‘divisa da kamikaze’ apparirà anche da noi nella Militaria

          • Ale C.

            @friendlycynic:disqus, @theogattler:disqus
            @mauro308:disqus , @disqus_CyZhStKfNL:disqus
            mi avete fatto morire 😀 😀 😀 😀 😀

          • paolinks

            A me stavano per esplodere le budella hahahahahahahaha

            L’oscar dovrebbero darlo a questi qui altro che ai fasulli elmetti bianchi.

        • Friendly Cynic

          Indossano il giubbetto esplosivo come il chiodo dei metallari.

        • mauro308

          Forse si riferivano a questo video che gira in rete https://www.youtube.com/watch?v=s6UGsplcSmI

          • Un arabo al ristorante. Il cameriere: prende ancora qualcosa? “No, grazie, sto per esplodere”

          • Albert Nextein

            Divertentissimo.
            Molta gente si comporta diversamente da come predica.
            Questo è un video da far vedere ai politici nostrani.
            Quelli dell’integrazione da subire, non da guidare o imporre.

    • valentino

      Semplice: divisa dell’aviazione nipponica della WWII, come copricapo una bandierina raffigurante il sole con i raggi, di colore rosso, su sfondo bianco

      • Mauro Rossini

        prego:
        i kamikaze erano onorati militari combattenti che andavano a viso aperto con le loro insegne contro altri militari combattenti.
        Mi da molto fastidio quando viene usato il loro nome accostandolo a quello di quegli… non ho termini adeguati….

    • valentino

      Semplice: divisa dell’aviazione nipponica della WWII, come copricapo una bandierina raffigurante il sole con i raggi, di colore rosso, su sfondo bianco

  • gianni

    sta girando nei media mainstream la notizia che assad sta usando il
    napalm contro il suo popolo , mi rincuora il fatto che non e’ data come
    prima notizia se no dovevamo aspettarci un altro attacco USA in siria

  • marcoferro

    ma il napalm, l’agente arancione, defolianti e le bombe a grappolo che hanno usato in vietnam indisturbati erano forse legali ? nessuno diceva niente. oppure quando i nazi-ebrei usano il fosforo bianco contro i palestinesi per testare le armi, perche non parlano ? oppure perche quando Tillerson, che mi sta facendo rimpiangere quella faccia di culo di kerry purtroppo, dice che loro interverranno ovunque nel mondo se gli innocenti soffriranno, non dice nulla ai psicolabili saud ? potrebbero pure bombardarsi loro stessi. non dicono niente neanche ai nazisti ucraini che prendono a colpi di mortaio i civili del dombass. ma l’ipocrisia e la cattiveria è proverbiale in questa gente. ormai non mi aspetto nulla di buono da loro. per esempio, oggi di quel deficiente di senatore Gragham ha dichiarato che Assad e la russi sono come il giappone e la germania nazista….

    • donato zeno

      Difatti lo psicopatico McCain fu abbattuto mentre bombardava il Vietnam purtroppo scampò

      • marcoferro

        credo pure che il tempo trascorso in un buco come prigioniero gli causato danni gravi danni al cervello.

    • Friendly Cynic

      Chi interpreta l’Italia?

      • marcoferro

        non dico la cina che è troppo grande e potente, ma forse la corea del nord…

  • donato zeno

    Ci sono gli Iskender in Siria?Si possono munire di testate tattiche?quello è deterrente

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/siria-russia-avrebbe-inviato-50-missili-ss-21-tochka-1361778.html

    • paolinks

      boh, comunque non l’ho scritto giorni fa per non suonare troppo “pazzo”, ma se le cose dovessero prendere una brutta piega, io se fossi in Putin agirei nel seguente modo

      un bel false flag con armi nucleari tattiche, magari usando una testata americana ( penso che l’URSS o anche la Russia moderna abbiano avuto modo di rubarne qualcuna ) o magari israeliana, facendola detonare in un’area semi-desertica o magari su un villaggio preventivamente evacuato

      e poi scatenare una massiccia campagna mediatica, magari dicendo che a farla detonare sono stati i terroristi, ma a fornirla gli americani, o magari sauditi o israeliani

      di sicuro le puttanazze occidentali strillerebbero al complotto, ma il danno sarebbe in gran parte fatto e difficile da rimediare, soprattutto per via delle signature tipiche delle armi nucleari

      • deadkennedy

        la vedo un poco contorta come strategia ma chissà visto il mondo pazzo che siamo

  • Albert Nextein

    Io ritengo Assad un dittatore, ma non uno stupido.
    Ed anche se lo fosse stato o volesse anche ora comportarsi da stupido, da come la vedo io non potrebbe.
    Ora è sotto tutela diretta di Putin che, da esperto e smaliziato politico, non gli lascerebbe scappare neppure una scorreggia, se non debitamente autorizzato.
    Oggi , in Siria, comanda Putin.
    La Russia ha tutto l’interesse , se la storia delle pipelines è fondata, a mantenere ed incrementare la sua presenza in medio oriente, ad iniziare dalla Siria e senza troppi clamori.
    Non vedo quindi che vantaggio ne ricaverebbe ad innescare un focolaio dopo l’altro di violenza inutile ed insensata.
    La Russia ha interesse a sedare il disordine, a mantenere , per ora, in sella Assad, e a tutelare i propri interessi economici.
    Ragiono a lume di buon senso.

    • Friendly Cynic

      Assad é un medico oculista con specializzazione a Londra (quindi non esattamente un idiota), veste come un europeo, parla come un europeo e sembra un europeo cosi come la moglie e prima che l’occidente la destabilizzasse, la sua Siria era una repubblica laica e secolarizzata: non é un fondamentalista urlante vestito con un lenzuolo ed un tovagliolo in testa. I fake media peró riescono a far passare l’immagine di un tizio che pur essendo impegnato in una guerra di sopravvivenza contro bande di tagliagole e pur avendo missili occidentali puntati sul collo, non ha niente di meglio da fare che utilizzare ogni tipo di arma proibita possibile contro i suoi cittadini per il solo piacere di farlo ben sapendo che rischia bombe ed invasione da parte dei “nobili paladini della giustizia e della libertà” di Washingzion.

      Non sarà un santo ma neppure cosí cretino da servire la propria testa agli americani su un vassoio.

      • gianni

        la siria dovrebbe farsi dare dalla russia armi nucleari cosi’ da essere pari con israele

        • paolinks

          Si cosi’ Trump “il biondo” spedisce un altro strike group pure in Siria.

          Secondo te quanto impiegherebbero ad usare una delle atomiche di Israele per inscenare un false flag, dove Assad viene fatto passare per il mostro che ha nuclearizzato il suo popolo?

        • Friendly Cynic

          Vinta la guerra, la Russia dovrebbe piazzare missili nucleari a medio e corto raggio in Siria come quelli che ha piazzato a Kalinigrad, in aggiunta a basi navali, aeree e dell’esercito.

          La Siria diventerebbe intoccabile perché persino gli americani avrebbero paura ad aggredirla, in quanto sarebbe un attacco diretto ai russi con quel che ne conseguirebbe.

  • Friendly Cynic

    Sono comunque stupito che nel centenario dell’entrata in guerra degli USA non abbiano ancora tirato fuori la storia dei bambini infilzati dalle baionette dei soldati siriani.

    • Mauro Rossini

      beh anche quella dei russi che mangiano i bambini potrebbe andare bene

  • Maximus

    Gli USA accusano Assad di usare bombe al Napalm ???

    Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ha !

    Saluti dal Vietnam.

    Siete di un’ipocrisia vomitevole, americani.

    • gianni

      uno schifo gli USA

    • Friendly Cynic

      Salutano anche da Falluja per il fosforo bianco.

  • Se danno queste notizie… evidentemente ritengono che la gente possa crederci… e non vedo dove si sbaglino tanto… il 99,9% della popolazione ci crede. Meglio che in URSS.

    • paolinks

      Sara’, ma a me pare che il popolino ormai reagisca sulla base di stimoli immediati, poi dimenticati nel giro di qualche ora.

      Su Facebook il web influencer di turno posta la fotina dei “bambini massacrati da Assad” e il nostro eroe da smartphone si accoda, commenta, pigia il tasto like tremila volte. Poi mezz’ora dopo esce per andare in discoteca e sbattersene altamente dei “poveri bambini massacrati da Assad”.

      Se davvero fossero indignati scenderebbero in piazza per chiedere la guerra, come faceva D’Annunzio e i suoi agli inizi del ‘900. Invece no, qua da noi fanno i militari perche’ e’ “pane sicuro” e tanto le guerre non ci sono e non ci saranno.

      Se per un “Igor il russo” hanno mollato un budino al cioccolato nei pantaloni, davvero si crede che abbiano le palle per fronteggiare l’intera “armata rossa”?

      • Friendly Cynic

        Infatti non ne sento mai parlare tra la gente, ne di Siria e ne di politica estera in generale.

  • Paolo Venturini

    Grande Bottarelli!!!

  • Mauro Rossini

    voilà i bimbi napalmati da Assad (o forse era Johnson? Mah fate voi…) https://uploads.disquscdn.com/images/e2278d7dbf08d03c8218bb4ed61e63e8f5dd2e4b5a4da5dc8d436fe1d43ba9ec.jpg

  • what you see is a fraud

    http://www.rense.com/general96/USdemandsRUSS.htm

    US Demands Russia End Support for Syria
    Gli US domandano alla Russia di fermare il supporto per Assad.

    Spero che la Russia gli dica di andare a fa’ culo !

  • what you see is a fraud

    Parlando di ipocrisia Ammerigana … Citazione: “‘The US will hold to account any and all who commit crimes against innocents anywhere in the world’, vows Secretary of State Rex Tillerson as Russia and Iran condemn Trump’s missile strike in Syria ”
    Gli USA terra’ conto di ognuno che commette crimini contro innocenti in tutto il mondo ! Dice il Segretario di stato Rex Tillerson mentre la Russia e l’Iran condannano l’assalto missilistico in Siria .
    Rez Tillerson ha parlato come un vero buffone che ignora la criminalita USA degli scorsi 70 anni … e anche di piu’ . Lui ha un problema con la realta’ ….. troppe sedute ascoltando Rabbini e alti ufficiali USA corrotti e mentalmente deficienti hanno causato un danno permanente .

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi