AI FANATICI DELLA NATO TRUMP NON E’ PIACIUTO.

Di Maurizio Blondet , il - 55 commenti

No, non ha ripetuto che l’Alleanza Atlantica è “obsoleta”. Ma col linguaggio del corpo, Trump è stato inequivocabile. A  cominciare da  come ha sbattuto da parte il primo ministro del Montenegro Dusko Markovic, prossimo membro della NATO: certo,   Donald non lo conosceva (e chi mai lo conosce?) ma l’atto è altamente  simbolico: Stoltenberg e i servi europei di Obama hanno voluto i il Montenegro nella NATO, contro Mosca, a tutti i costi,  al punto da tentare un colpo di Stato per farlo.  Per il resto, ha ripetuto agli alleati a muso duro: pagate per la nostra protezione. Un discorso da commerciale, il che è un benefico miglioramento rispetto  moralismo bellicista coltivato dai Stoltenberg e dai Tusk in funzione anti-Mosca, il Bene  in lotta contro il Male, contro il Putin “aggressivo alle frontiere”.

Soprattutto, attenzione, Trump si è rifiutato di evocare esplicitamente l’articolo 5: ossia il principio che l’attacco ad un solo membro dell’Alleanza sarà considerato automaticamente un attacco a tutti. Ogni presidente americano prima di lui ha ripetuto l’impegno a rispettare l’aricolo 5, ad alta ed esplicita voce;  a Trump  era stato chiesto, con insistenza, dietro le quinte; lui, duro, niente. Un anonimo funzionario della Casa Bianca ha spiegato poi che l’impegno all’articolo 5 veniva da sé…

Ma no, ha  risposto The Guardian fremente di rabbia: “Per gli alleati, specie per quelli sulla frontiera d’Europa all’ombra di una Russia sempre più aggressiva, non va da sé”. Insomma i baltici e la Polonia “avevano bisogno di sentirlo dalle labbra del presidente, e non l’hanno sentito”.  Il  Guardian giunge al punto di dire:   “L’ostinazione del suo rifiuto di usare il linguaggio  che è stato consueto a tutti i presidenti di prima, ha rafforzato i diffusi e persistenti  riferimenti che Mosca ha una qualche  influenza sul presidente”: il che è la solita accusa demente  a cui in Usa gli anti-Trump cercano invano di dare concretezza, ma è  bello vedere un giornale progressista  schierarsi coi più guerrafondai dell’Alleanza.

“Un grave colpo per l’Alleanza”, ha commentato un ex ambasciatore americano alla NATO, Ivo Daalder

Invece di nominare Mosca come nemica, Trump alla NATo ha dedicato molti passi alla “lotta contro il terrorismo e contro l’immigrazione”, e ancora una volta il Guardian non si contiene dal commentare: “Non è chiaro che ruolo si aspetti che la NATO svolga  nella gestione dell’immigrazione”. Chissà, magari bombardare meno la Siria? Smettere di destabilizzare a Libia? Sparare agli scafisti?

“La  prima visita di Trump era una opportunità di unire l’Alleanza; purtroppo, la NATO è oggi più divisa che mai”, ha commentato l’ex ambasciatore Daalder. Del che personalmente non ci addoloreremo troppo.

Perché Macron riceve Putin, a Versailles

Un altro colpo all’Alleanza  è pronto:  sorprendentemente, il neo-presidente Emmanuel Macron  sta per ricevere Putin. Lo riceverà a Versailles, laddove fu ricevuto nel 1717 Pietro il Grande, gesto altamente simbolico.  Il motivo per cui  Macron  ha  deciso di dedicare alla Russia la prima visita ufficiale che accoglie, è molteplice. Da una parte, si tratta di correggere l’orrenda mascalzonesca ostilità che Hollande ha dedicato a Mosca, a cominciare dal rifiuto di venderle le navi Mistral che aveva pagato, fino a  provocare Putin a annullare una sua visita  a  Parigi un anno fa, per le restrizioni offensive che Hollande aveva posto al  viaggio. Una stupidità politica e diplomatica senza precedenti.

Più vicini di quanto si creda?

L’altro motivo è che Macron ha bisogno di una sponda, in vista della dura opposizione che si aspetta dalla Merkel:  il giovinotto ha promesso di “fare le riforme” (tagli ai salari) come Angela chiede, ma per poter poi esigere “un bilancio comune della zona euro controllato da un parlamento dell’eurozona”.  Buona fortuna:   vuol costringere Berlino a mettere in comune i suoi surplus con i deficit e debiti  italiani, spagnoli, francesi, greci,  in un debito pubblico condiviso e solidale.   Ciò ovviamente non avverrà mai: la Germania ha sempre ripetuto a tutti, “prima”, fate le riforme. Ossia riducete il bisogno di solidarietà, anzi fate sparire il bisogno di  solidarietà  verso i paesi in deficit, e solo poi noi accederemo alla solidarietà.  In questo però Trump  ha dato una   mano insperata a  Macron, ripetendo che la Germania è “cattiva” per via dell’enorme surplus (280 miliardi) della sua bilancia commerciale.

Insomma   la situazione è in movimento.   Di fatto, fino ad oggi, è stata la Germania non solo a dettare la linea ostile a  Putin nella UE, ma anche a fare  la sola interlocutrice (e grassi affari)  a nome della UE con la Russia; ora Macron, certo su consiglio del suo creatore Attali, sta cercando di riprendere una certa iniziativa in fatto di politica estera, una vaga eco di gollismo…

Un’altra ragione è che, al contrario di Hollande, Macron non ha manifestato  alcuna voglia di impegnare le forze armate francesi contro Assad,  nella “lotta al terrorismo”, insomma ha dei motivi per allentare un po’ l’impegno  bellicista  in Medio Oriente. Lo ha detto in modo singolarmente esplicito: “Metterò fine agli accordi che favoriscono il Katar in Francia. C’è  stat troppa compiacenza…”. Il Katar? Il massimo finanziatore (in concorrenza con l’Arabia Saudita, più che in coordinamento)  dei terroristi in Siria, è un cliente  di gran valore   per la Francia, perché compra i suoi “Rafale”.

Ryad e il Katar ai ferri corti, quasi in guerra

Un grosso affare che profuma di scandali mal coperti e di mazzette miliardarie, di cui non ci si stupirebbe di apprendere, un giorno, che alcune sono finite nelle tasche di Hollande e del suo entourage:  tutto l’affare è stato basato sulla “amicizia personale” fra Hollande  e il pretendente al trono katarino Tamim bin Hamad Al Thani, spesso invitato all’Eliseo;  reciprocamente, Hollande ha visitato il Katar due volte, confricandosi coi miliardari locali.

Al Thani sotto attacco saudita.

Ora, sta succedendo qualcosa di grave proprio alla   famiglia Al Thani  del Katar:  la sua tv Al Jazeera è stata attaccata e silenziata da hackers; la tv saudita Al Arabyia ha dato notizia che il Katar “ha convocato i suoi ambasciatori dall’Arabia Saudita ,  Bahrein, Egitto, Emirati”: notizia falsa, che   il Katar ha dovuto smentire.

Sono, come si è potuto intuire, atti di ostilità messi in atto dal principe saudita Bin Salman (notoriamente “Impulsivo”)  che comanda al posto del vecchio re Alzheimer, contro   il mal sopportato concorrente in terrorismo. Fonti chiaramente saudite attribuiscono al katarino Al Thani  propositi come: Hezbollah è “un movimento di resistenza” (fra i wahabiti è obbligo definirlo “terrorista”),  “c’è della pazzia nel voler persistere in ostilità verso l’Iran”, lui,  Al Thani, vuole “cooperare  coi vicini a portare la pace nella regione”, intrattenendo buone relazioni sia con l’Iran sia con gli Usa, le cui truppe “proteggono il Katar dalle  voglie territoriali dei vicini” (delicata allusione a contestazioni confinarie coi sauditi).

Al Jazeera vittima di hackers (no, stavolta non è stato Putin).

Sono frasi che fanno di Al Thani un filo-sciita e dunque, per i Saud e i wahabiti in genere,   un candidato alla decapitazione  come kafir. Non si sa se le abbia davvero pronunciate, anzi si tende ad escluderlo: si tratterebbe di “fake news” messe in  giro per ordine della corte saudita, e dell’impulsivo Bin Salman, che ha un modo tutto suo di usare l’informazione. Certo è che  ciò avviene a sole  48 ore dalla visita di Trump con la sua volontà di  costituire una “NATO del Golfo”   per  combattere il “terrorismo” iraniano.

Gran disordine sotto il cielo, dunque tempi eccellenti. O almeno meno peggio del prevedibile.

L’articolo AI FANATICI DELLA NATO TRUMP NON E’ PIACIUTO. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Luciano

    …”ha ripetuto agli alleati a muso duro: pagate per la nostra protezione. Un discorso da commerciale”…. più che un discorso da commerciale, un discorso da…”mafioso”

    • silvia

      Piu’che altro il discorso di chi e’rimasto ai tempi del vecchio West, quando la legge la faceva il fucile. Non si rendono conto che adesso il fucile c’e l’hanno in tanti…e forse piu’ lungo del loro…

      • Gianox

        In realtà, in questo caso Trump sarebbe dalla parte della ragione.
        È così che si fa nelle Relazioni Internazionali: contano i rapporti di forza, come nel Far West.
        Non è quello che fa Trump ad essere assurdo, ma quello che fanno gente come Macron, Renzi, Merkel ed adesso pure il premier montenegrino, che vogliono solo cedere sovranità in nome di un’integrazione che serve solo alle élites transnazionali per renderci schiavi e riempirci di afro-islamici.
        Forse è questo il motivo per cui Trump ha indispettito gli altri: pur con i suoi modi da buzzurro, ha fatto intendere che non è come loro e che non vuole procedere alla cessione di sovranità.
        Questa gente si aspettava che Trump parlasse di più cooperazione, più integrazione, cioè cessione di sovranità.
        Invece Trump ha fatto capire che le Relazioni Internazionali devono essere ancora quelli di sempre.

        • silvia

          Vorrei tanto credere che sia cosi’…il comportamento di Trump e’ cosi’ volubile che e’ impossibile capire da che parte stia veramente e dove voglia andare a parare. C’e’ da dire che dalle foto dell’incontro con Bergoglio postate sul sito di Blondet si vede che “el papa e’ torvo” come non mai quando posa accanto a Trump, speriamo davvero voglia dire qualcosa …

      • gianni

        ….E meno male

  • johnny rotten

    Se c’è confusione nel fronte dei miei nemici vuol dire che dalle mie parti è sereno, concordo con Blondet, pur non essendo sensazionali sono pur sempre buone notizie, e vedere i leccaculi della nato stizziti e delusi è un buon viatico, però è comprensibile che siano tutti devoti al dio della guerra, non perchè guerrieri, tuttaltro, ma perchè la guerra devono farla e vincerla altrimenti finiranno tutti alla forca, possono fare anche gli smemorati ma è agli atti che le prove contro le pedocrazie del golfo sono schiaccianti, non ci si può davvero dimenticare delle 70.000 toyota regalate all’isis, che a spanne fanno un miliardo di $, la toyota su richiesta di Russi e Syriani ammise pubblicamente, non poteva fare altrimenti, che furono acquistate dai wahabiti sauditi e dai fratelli musulmani qatarioti ed una piccola quota venne acquistata dal re giordano, se perdono la guerra,o non riescono neanche a combatterla, il rischio che qualcuno, anche partendo da una semplice causa civile, possa trascinarli davanti a qualche corte internazionale non è certamente impossibile, magari il rampollo qatariota che non si fa di captagon, sta realisticamente valutando il rischio e cerca di mettersi in salvo.

  • gianluca pointo

    mah, non mi convince molto ne su trump ne su macron

  • Luigi za

    Continuare ad illudersi sul Trump mi pare follia pura.
    Ha palesemente già capitolato su tutto il fronte e certamente qualcuno deve avergli ricordato i veri motivi della fine prematura di J. F. Kennedy che il Craig Robert riporta in un suo articolo apparso anche su ZeroHedge:

    Paul Craig Roberts On JFK At 100
    .

    C’è un video su YouTube dove viene intervistato uno dei killer dei Kennedy a Dallas. Verso la fine l’intervistatore gli chiede se a distanza di tanti anni si é pentito di quanto fatto. La risposta illuminante é:
    “sì mi dispiace per i figli (del Kennedy) ma a quel tempo pensavamo (i killers furono più di uno) che stavamo facendo la cosa giusta”.

    Il Trump per quanto clown sia non é ne sarà mai un eroe che si mette in opposizione a chi veramente comanda negli USA.
    Mettetevi l’anima in pace e preparatevi a morire morti ammazzati perchè la 3.a Guerra Mondiale sta per scoppiare.

    • Winston Smith

      Non fu solo Lee H. Oswald ?
      Almeno secondo la versione ufficiale….

      • johnny rotten

        Spararono da diverse direzioni, lo racconta bene Oliver Stone in JFK.

        • Winston Smith

          Sì, ma mi risulta che, almeno ufficialmente, venne beccato solo Lee Harvey Oswald, che la commissione Warren indicò come unico assassino.
          Poi sul fatto che la commissione Warren ebbe l’incarico di insabbiare il tutto sono d’accordissimo; resta comunque il fatto che la versione ufficiale parla di un solo killer; per cui quegli altri sarebbero unicamente dei fake.

          • paolinks

            dalle affermazioni della commissione Warren si capisce quanto stupidi siano gli americani

            bersi la teoria della pallottola magica, cioe’ una singola pallottola che colpi’ Kennedy in ben tre punti diametralmente opposti, e tra un foro e l’altro nel corpo del presidente, si diletto’ anche a colpire la persona che gli stava seduta davanti

          • Ronf Ronf

            Notare che uno dei feriti nell’attentato era John Connally, allora Governatore del Texas per i Democratici e che poi divenne uno dei Ministri del Tesoro che si sono succeduti durante il I governo Nixon (a quel tempo Connally era ancora tesserato Democratico e a quel tempo era comune che i governi avessero membri del partito di “opposizione” al proprio interno. Per dire… ai tempi di JFK e LBJ il ministro della Difesa era McNamara, Repubblicano) e in seguito Nixon aveva proposto Connally come suo Vice (per le elezioni del 1972, ma poi, Spiro Agnew si impose e quindi lui riottenne la candidatura: nel 1973 dopo le dimissioni di Agnew ci fu un tentativo di Nixon per far votare al Congresso la nomina di Connally, che nel frattempo si era tesserato con i Repubblicani, come nuovo Vicepresidente – serve il voto delle due Camere per nominare un nuovo Vicepresidente che sostituisce quello eletto dal popolo – e quindi Nixon ripiegò sul moderato Ford per NON fare una guerra enorme con il Congresso a guida Democratica)

          • johnny rotten

            Non è così, perchè il procuratore di cui racconta Stone dimostrò che i colpi venivano da diverse direzioni e lo dimostrò in aula di un tribunale, con perizie alla mano, l’insabbiamento è quello dei media che continuano a riportare solo la prima versione fasulla, quella si che era un fake, anche negli attentati bombaroli avvenuti in itaglia negli anni 70 è stato dimostrato che gli esplosivi erano forniti dalla nato, ma i media di regime questa prova non la riportano mai, se non come trafiletti .

  • fnatile

    E’ chiaro che a Washington c’e’ un conflitto tra fazioni opposte e gli USA non riescono ad avere una politica univoca sulle numerose questioni internazionali. Ma questo non fa che rendere ancora piu’ evidenti le divisioni e le insipienze dei pseudo leader europei, credo sempre piu’ che gli americani ne approfittino ma non siano i soli responsabili del pietoso stato del nostro ormai ex glorioso continente

  • LucaF.

    Trump e il premier montenegrino Dusko Markovic: https://twitter.com/JackPosobiec/status/867793393941958657

    • johnny rotten

      Spassoso, comunque trump rimane un buzzurro di prima categoria.

      • Winston Smith

        Da una nazione di burini arricchiti, cosa altro pretendi ?

        • fnatile

          Forse piu’ appropriato usare il termine “bifolco” che significa proprio guardiano di bovini 🙂

      • Gianox

        Strano gesto quello di Trump.
        Viene da pensare di primo acchito: “che burino, il classico mandriano americano, un bifolco appunto”.
        Eppure mi dà quasi l’impressione che l’abbia fatto con un pizzico di cattiveria, per malanimo più che cafonaggine.
        Eppure si dice che Trump non conoscesse il tizio in questione.
        Come mai avrebbe potuto avere acredine verso uno che manco sa chi sia?
        Mah, magari sono solo mie fisse, però secondo me gatta ci cova: forse non era un semplice gesto di maleducazione, ma celava un messaggio nascosto.

        • johnny rotten

          Non si può escludere che tu ci abbia visto giusto, o magari più semplicemente è accaduto qualcosa tra i due nel backstage, ma a me dal gesto che fa dopo sembra voglia prendersi semplicemente il posto in prima fila, una questione che lui ritiene sua di diritto e con ragione, non sia mai che uno chiunque possa passare davanti al vero padrone della nato.

          • gianluca pointo

            si ma scoatta proprio, ha un risentimento, sembrerebbe, il linguaggio del corpo, oppure semplicemente è popo un coatto, che sa di essere il più importante, al pari di putin….

          • Gianox

            Sai che è proprio strano.
            Ho rivisto il filmato più volte e c’è da dire che il linguaggio del corpo da parte di Trump è singolare.
            Si vede Trump camminare come se nulla fosse, ad un certo punto volta il capo ed appena scorge con la coda dell’occhio il premier montenegrino, riconosciutolo, gli tira proprio quello che sembra un bel ceffone, con cattiveria e con una bella forza. Tra l’altro, Trump sarà anche un uomo di una certa età, ma è pur sempre un marcantonio di un metro e 90.
            Trump poi non lo guarda manco negli occhi, guarda davanti a sé con aria di sfida.
            Marcovich, invece, rimane sorpreso, fa come un gesto di stupore, sembra sul punto di rispondere “ma che cazzo vuoi?”, ma appena si accorge che Trump fa finta di nulla.
            Sì ha proprio l’impressione che Trump abbia voluto dargli una lezione.

          • LucaF.

            Trump nei primi 3 secondi del filmato stava parlando con Orban e forse Gentiloni, il premier montenegrino si è affiancato al premier ungherese rubando la ribalta a Donald davanti alle telecamere, sicché gli ha gentilmente fatto capire che doveva stare dietro al socio di maggioranza della Nato.

        • winston-universe

          Trump ha fatto capire ai pezzenti del UE che ha il bastone in mano
          :-)))))))))))))))))))))

          • Gianox

            Probabile. Più che altro, ho l’impressione che Trump abbia voluto dire a questa gente: “non sono come voi e quindi non aspettatevi che faccia quello che voi vorreste che io faccia”. O qualcosa del genere.

    • fnatile

      Il presidente-contrabbandiere del Montenegro ha fortemente voluto l’adesione alla NATO rinnegando gli storici rapporti di quel paese con la Serbia e con la Russia e rischiando una guerra civile. I vassalli non meritano trattamento migliore, i politici sono abituati a recitare ma talvolta la verita’ inconsapevolmente viene fuori

      • Winston Smith

        Alla fine non ha avuto altro che il degno trattamento da vassallo quale è….

        • gianluca pointo

          giusto giusto….

      • gianluca pointo

        vero vero….

      • silvia

        Giusto!

      • winston-universe

        Quoto
        Un po come i miseri servi italici del PD.

      • Caio Giulio

        Pensa che Rand Paul, per aver votato contro l’adesione, si è beccato l’accusa, da parte del nano pazzoide gran figlio di caino, di essere un agente russo e queste cose Trump le sa.

    • gianluca pointo

      un ber coatto….

    • winston-universe

      hahahahahahahahahah

    • Il Cercatore

      che classe, che stile!!! ahahaha

  • gianni

    Dopo Obama e Trump spero che ormai ci siamo chiariti tutti : il presidente degli Stati Uniti d’America non conta niente è soltanto un burattino per il popolo bue ( stesso dicasi per tutti i governi occidentali )per far credere al popolo che cambia qualcosa invece non cambia niente , chi comanda davvero è sempre lo stesso potere che nell’ ombra da decenni o forse secoli decide tutto (ebrei sionisti e altri )

  • gianni

    Ma Macron non aveva detto che qualora ce ne fosse stato bisogno avrebbe attaccato la Siria ?

    • paolinks

      Va pure dicendo di essere un globalista, pro-immigrazione, abbasso le frontiere, ma intanto la frontiera a Ventimiglia continua a restare chiusa!

      • Winston Smith

        probabilmente il sistema pensionistico francese non necessita di nuove risorse…..

    • fnatile

      I francesi come gli inglesi da soli non possono fare un tubo, possono solo associarsi alle scorribande americane, in modo da avere l’illusione di contare ancora qualcosa e fornire una sorta di alibi agli USA per non fargli apparire troppo palesemente gli unilateralisti che sono

    • winston-universe

      Mi ricordo che durante i bombardamenti Libici, l’aviaziane francese e inglese dopo 2-3 settimane avevano finito le loro bombe e dovettero intervenire gli USA direttamente ma anche con rifornimenti ai francesi e inglesi. Senza l’intervento degli USA oggi Geddafi forse sarebbe ancora vivo. Sempre ricordarsi che furono Francia e UK ad incominciare la Guerra contro la Libia, Obama intervenne solo dopo e su massiccia richieste della Francia e UK.
      Adesso immaginamoci cosa succederebbe al Europa in caso di confronto contro la Russia.
      E gli eserciti francesi e inglesi sono i più forti d’europa.

      • davide

        In caso di confronto con la Russia gli rimane da prendere il guttalax per poter sganciare qualcosa

  • Disca

    Macron…..il signorotto è affidabile tanto quanto Cicciolina all’altare che giura fedeltà al pigmeo che la sposa.

    • Ronf Ronf

      Cicciolina si era sposata con un ricco, ci ha fatto un figlio e poi venne lasciata dal marito (che nel frattempo era rinsavito…) e quindi non è proprio l’esempio più adatto. Comunque, certi poteri hanno tutto l’interesse a frenare sia gli USA che la Germania: infatti Macron rappresenta l’elites francese pro-Euro che certamente è pro-Euro, ma è francese (e quindi non prenderà i clandestini di cui in Italia e il PD non ha ancora capito che Macron NON risolverà MAI i problemi del PD)

    • marcoferro

      pensa che la cicciolina i radicali di pannellaccio la portarono in parlamento e ogni tanto caccia fuori le tette ah ah . ed oggi le dobbiamo pure pagare il vitalizio di 4 mila euro se non sbaglio…

      • Caio Giulio

        Io la votai, non scherzo, e sai perchè? Perchè in un parlamento di papponi non poteva certo mancare una baldracca.

        • marcoferro

          ah ah ah, comunque meglio la cicciolina che quel travone di vladimir luxuria…

          • Caio Giulio

            Io avrei votato Moana tutta la vita 😉

  • Lucio

    Ma magari si legnassero un po’ tra Katar e Arabia saudita.

    Macron quindi non è ostile a Mosca? Avevo inquadrato il personaggio in maniera opposta.

    • marcoferro

      non fidarti di lui o si rischia di fare lo stesso sbaglio fatto con trump che credevamo migliore. micron sta flirtando con zio putin ? ricorda che quando il diavolo ti accarezza vuole l’anima tua….

  • Mikahel

    Quando si parla di Marionet-Macron, bisogna ricordarsi che il grande sogno sionista era ed è quello di creare un mondo capitalistico-comunista (ovvero bolsceviko), ergo non meravigliatevi se concede spazio ad i Russi e di certo non mi meraviglierei se Putin (dopo la non speriamola mai, cavalcata europea assieme agli occhi mandorlati) venisse scaricato da un nuovo baffone.

    chi stà in cima alla scala putrefatta di questo mondo lercio (e non parlo della Madre Terra, ma del mondo di “Cesare”) vuole l’umiliazione dell’uomo e vuole che esso segua il destino già a loro assegnato di scendere ancor più nell’oscurità [vi sarà per loro lo stesso mondo dei dinosauri, spariti ma mai estinti… quanti-mondi-quantici ci sono? Eheh].

  • marcoferro

    dovete pagare per la protezione……a me ricorda l’intimidazione mafiosa.

    • Caio Giulio

      E mica sbaglia, e poi detto tra noi sarebbe anche una maniera furba per ridimensionarla, così come sta facendo dimezzando i fondi per il carrozzone ONU.

  • Caio Giulio

    Come si vede, rimane il fatto che lorsignori Trump proprio non lo digeriscono e una qualche ragione evidentemente ci deve essere che va oltre la nostra percezione.
    Ieri ascoltavo Alex Jones il quale parlava di una imminente controffensiva da parte di Trump contro il deep state come se si fosse prossimi a svolte clamorose, speriamo e vedremo; ma ormai indubbiamente è guerra aperta all’interno della WH.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi