Come è Giusto che Sia : “La Francia non è Un Paese Bianco e Cristiano” ( Presto in Italia )

Di FunnyKing , il - 91 commenti

Hanno voluto la bicicletta (Macron) ora pedalare.

Comincia il lavoro per annientare definitavmente la radice culturale dei Francesi. Ed è giusto che sia così, l’hanno voluto loro. il sito Controinformazione.org riprende le considerazioni fatte per Al Jazeera della giornalista e scrittrice Rokhaya Diallo, Francese di origini senegalesi e del Gambia:

…Occorre ripensare il nostro modo di sentirci tutti francesi”, dice la Diallo. “Dobbiamo rimpostare il nostro modo di pensare e di considerarci come francesi: questo non è un paese bianco e cristiano, la narrativa deve essere cambiata”….

….i migranti che da molti anni sono diventati cittadini francesi non si considerano ancora integrati pienamente nella società frncese e questa sembra essere una sfida. Diallo: “Questo accade  perchè il paese, la Francia, si vede ancora un paese bianco. Tutto quello che si  produce in Francia come film, come in televisione , è di colore bianco. Nel  partecipare nei dibattiti in TV, mi trovo sempre ad essere l’unica rappresentante delle minoranze, l’unica donna. Non c’è alcuna altra minoranza ammessa a discutere  su un tavolo sulle questioni francesi. Non c’è nessuna volotà di cambaire questo”. Inoltre la butalità della polizia nei controlli si esprime sempre verso i giovani mussulmani o africani che hanno alta probabilità di essere detenuti, soprattutto nelle balnieu. (……………………) Bisogna affrontare questo razzismo istituzionale e dire che lo Stato è una parte del problema e bisogna conoscere la parte che è coinvolta nel problema. Parte della popolazione non si sente francese perchè viene maltrattata. Questo problema non si risolverà fino a che il paese non finirà di considerarsi bianco e cristiano“.

Nota: La soluzione prospettata dalla Rokhaya Diallo è quella condivisa dalla sinistra mondialista francese ed europea. Annullare l’identità culturale e storica del paese e proclamarsi un paese cosmopolita e multiculturale, come lo stesso Macron ha candidamente dichiarato, “la Francia non ha una sola cultura ma più culture”.

Presto in Italia ci potete scommettere, posto che la visione delle elites europee è rimasta all’idea  fallita di integrazione fra razze e culture, il trade-off fra votare per rimanere parte dell’Europa (sottotitolo: non lasciare l’Euro) e fra rinunciare alla propria identità culturale continuerà a pendere verso la soluzione francese.

Io non ho alcun dubbio a riguardo e d’altro canto è naturale, l’impoverimento demografico e di qualità del Demos Italiano è del tutto evidente e ha conseguenze ovvie.

Le rivoluzioni le fanno i giovani e i coraggiosi, non le teste bianche e gli zombie.

p.s. non ve la prendete con la giornalista, lei ha ragione.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • aiccor

    ok, si sapeva che l’obiettivo della deportazione forzata in europa di africani e asiatici è quello di togliere identità e cultura per “normalizzare” la popolazione e renderla più schiavizzabile, cioè volevo dire governabile, ma la soluzione qual’è? il governo, palesemente NON fa ciò che vuole il popolo. In maniera sfacciata, tanto sa che non sono mai stati votati, non ne hanno bisogno, e non rischiano niente, neppure il linciaggio. Che facciamo per opporci? votiamo lega? scendiamo in piazza?

    • paolinks

      Semplicemente voti per chi portera’ alla rovina piu’ velocemente. Il tempo ci frega. Tra 30 anni i bianchi saranno tutti vecchi, ma tra 5 anni avremo ancora i numeri per opporci.

      Quindi se the shit will it the fan il piu’ velocemente possibile, allora potremo sperare che i tonti aprano un pochino gli occhi.

      Quindi vota M5S, il partito della caciara, almeno loro ( e si vede dalle azioni ) mirano a destabilizzare il sistema. Un crollo e’ quello che ci vuole. Ovviamente l’altro metodo e’ la guerra, ma non mi sento di augurarlo.

      • Cruciverba

        Pensavo anch’io di andare a votare ( cosa eccezionale visto che non ho mai votato regolarmente per le politiche ) per qualcuno che affondasse definitavemente il paese ma in effetti questo partito non c’è . I M5S sono una stampella del Sistema , l’anticorpo giusto al momento giusto .
        Per quanto facciano proclami che possono affondare il paese la loro posizione non è mai chiara . Potrebbero essere l’ennesimo stratagemma dei padroni del vapore .

        • maurizio

          E’ esattamente così purtroppo..!!

        • Angel

          …”POTREBBERO”…?

          • Cruciverba

            Ho messo un dubitativo perchè secondo me nel M5S ci sono elementi estranei e non consapevoli . Se si parla di vertici bhè non c’è nessun dubbio …

          • Angel

            Le persone per bene e genuinamente ingenue sono dappertutto. Grillo è pienamente e totalmente un burattino Illuminato. Facile, oltretutto, vista la sua genovese passione per il “liquido” 😉

          • silvia

            Vero

        • paolinks

          Sottovaluti l’ideologia del M5S e la stupidita’ del loro operato.

          E la loro base e’ quella parte rivoluzionaria, a cui bisogna dare risposte concrete in termini di picconamento del sistema.

          Guarda come hanno fatto inversione ad U sui migranti, solo perche’ la massa sul blog cominciava a criticarli per avere posizioni soft sul tema.

          Ci vogliono gli stupidi per far crollare il sistema, proprio come Trump negli USA!

    • Angel

      Non c’è niente da fare, quindi relax…
      Le solite Elites del menga stanno creando un problema. Al momento opportuno, accenderanno la miccia del ‘mécontentement’ popolare, e della conseguente ribellione. Vogliono il Caos, e ci stanno riuscendo in pieno. Però, non posso non confessare la mia gioia maliziosa nel constatare il grottesco fallimento dell’ipocrita “égalitarisme” francese. I francesi sono, in realtà, visceralmente razzisti, intolleranti, superbi, e latinamente emotivi e rabbiosi. Un mix micidiale di fattori, che faranno esplodere il Paese transalpino. Manca solo il ‘quando’…

      • Goffry

        Conosco diversi francesi (bianchi e socialisti) di giovane età e tutti inneggiano lo stesso mantra: bianchi o neri poco importa, abbiamo fatto le stesse scuole e viviamo negli stessi quartieri, siamo uguali, siamo francesi.
        Stavo per vomitare…

        • Angel

          Infatti, si tratta di ipocrisia allo stato puro. non dissimile da quella, stomachevole, dei democratici USA.

          • silvia

            La trasformazione dell’Europa non sara’ portata a termine in quanto destabilizzerebbe tutti gli equilibri globali. Gli “altri” (che sia Est od Ovest) interverranno. Ed e’ anche possibile che si stiano accordando sottobanco sul quando e come far partire la guerra. L’ Europa bianca ma sottomessa e divisa in aree d’ influenza come durante la guerra fredda fa comodo ad entrambi …

          • paolinks

            Non fa comodo a Sion pero’, la quale vuole semplicemente uno scontro all’ultimo sangue tra cristiani e musulmani.

            Basta guardare come anche le “destre” continuino a dare la colpa di tutto ai migranti, quando questi ultimi sono solo strumenti, carne da macello.

          • Angel

            E’ così.

          • silvia

            Si ma Sion non e’ onnipotente: sono uomini come gli altri (piu cattivi non piu intelligenti) faranno passi falsi anche loro …io non ho paura che vincano, perderanno. Il problema e’ che noi subiremo le conseguenze dello scontro …e’ questo che rompe!!

      • Scrillo

        Non doveva già vincere la Le Pen ? Forse dovresti aggiornare i tuoi archivi storici, perché questa strategia ha già perso, purtroppo, ed è inutile sperarci ancora, almeno a breve.

        • Angel

          Già amaramente aggiornati. Mi compiaccio del tuo controllo sulle mie opinioni, ma come mai ci tieni tanto? Io non mi ricordo affatto di te…
          🙂

          • Scrillo

            la francia per me è sempre uguale e non cambia mai, o meglio sta cambiando, ma non come vorremmo noi, e non ci possiamo fare più niente, pure la le pen ha perso ormai.

          • Angel

            E io che ho detto? Calma & Relax, che tutto sta andando secondo i Piani. E anche la Le Pen ci ha preso per il culo, esattamente come Grillo gli italiani.

    • gianni

      Rendere la popolazione più schiavizzabile e governabile assolutamente NO , semmai più anarchica

    • Goffry

      Le risposte alle tue domande sono molto semplici.
      Che facciamo per opporci? Nulla, il popolo italiano subisce e subirà da sempre.
      Votiamo Lega? Solo chiacchiere e fuffa, e in effetti è un movimento che non supererà mai il 10% nazionale.
      Scendiamo in piazza? Gli unici che sono scesi in piazza veramente sono i tassisti…
      Vedi tu…

      • Semplice

        Sarebbe anche l’ora di finirla di vederci come i calimeri. I francesi sono peggio di noi e per quanto ai tedeschi…hanno navi che vanno a prenderli sulle coste libiche !!!

      • Scrillo

        Ma scendere in piazza serve ? Alcuni dicono di fare sciopero fiscale. Anche lì serve prendersi un multone ? Io l’unica cosa che credo è di non gettare la speranza, c’è voglia di cambiamento nell’aria, lo vedo da come si muovono le procure, sono 5 anni che il governo è sempre tecnico (era monti in poi) per non dire calato dall’europa.

      • Winston Smith

        Fintanto che avremo di che riempirci la pancia sia per pranzo che per cena, ci saranno smartphone e WiFi e televisori per vedere le partite di calcio, non succederà mai nulla.

    • Scrillo

      IMHO per il voto o Lega o M5S, ma la Lega purtroppo non ha una percentuale che le permetta di fare da sola. M5S invece spazzerà via tutto l’apparato come sta già facendo a Roma e più silenziosamente ma meticolosamente a Torino. Purtroppo neanche io credo alla Lega come partito nazionale, perché non vedo come possano guadagnare voti al sud e nel centro, seppur salvini si sia speso molto per la causa, ci sono molti motivi per cui il suo tentativo non lo porterà al governo presto.

  • Peppino Prisco

    quando ci saranno solo “le risorse” chi le manterrà?

    • gianni

      Infatti l’ obbiettivo è il caos

      • Goffry

        Esatto, il caos da classi sociali.
        O, in altri termini, sudamericanizzazione.

      • Jonny Weber

        Nel caos, sorgera’ l’Anticristo…………… i tempi presenti stanno per finire.

    • Cruciverba

      Gli schiavi bianchi ovvio .

      • Winston Smith

        Attenzione che 90 persone sono in grado di mantenere 10 parassiti vita natural durante….. ma è impossibile che 10 persone riescano a mantenere 90 parassiti vita natural durante.
        O quelle 10 crepano di lavoro, oppure si ribellano.

      • Edoxxx

        Basterà un 30 % o meno di bianchi a far mandare avanti le cose

  • gianni

    Essia

  • Semplice

    Il conte Kalergi è molto compiaciuto che il suo piano stia andando avanti.

    Io rimango dell’avviso che falliranno, come sempre.

    • Paolo Venturini

      Lo spero ma ci credo poco………….

      • Semplice

        Hanno sempre perso, sempre.

        • Angel

          Non hanno MAI perso, fino ad ora…

          • silvia

            …C’e’ sempre una prima volta 😉

          • Fabio Rubino

            ormai la 3gm è l’unica “occasione”

          • Winston Smith

            Con la speranza che la nostra Europa non si trasformi in un letamaio multi etnico radioattivo….

    • silvia

      Pure io: il loro e’ un delirio di onnipotenza, che pero si concludera’ male non solo per loro ma pure per noi….

    • gianni

      Anch’io alle volte penso che falliranno

  • Scrillo

    Stiamo ripetendo le cose fino alla nausea, ma non è una novità di ora. I francesi non esistono più, esiste questa nuova società multietnica, multiraziale, multiculturale, in cui i veri padroni sono banche e finanza (Macron non a caso) e il vecchio detto Macchiavellico “dividi et impera” è stato applicato alla perfezione. Indietro non si torna, la francia del XXI secolo non ha più niente a che fare con quella del secolo XIX e questo cambiamento è stato certamente voluto dalle elites e dall’apparato che ancora governano. Per l’italia la situazione è sulla scia. Ma se adesso in austria si rifanno le elezioni, tra qualche mese, forse ancora qualcosa può cambiare.

    • Paolo Venturini

      Pane al pane: più che Macchiavelli ed elites io parlerei semplicemente di massoneria.

      • Angel

        E che differenza fa, se non nel nome? Obbediscono tutti al medesimo dettato, da secoli.

        • Paolo Venturini

          Hai ragione ma dicendo massoneria qualcuno può capire meglio.

          • Angel

            Però, si rischia di far confusione. Il progetto è di lunghissima portata, e data addirittura al Rosarium Philosophorum del XIII secolo (leggasi: Rosacroce). La massoneria nasce alla fine del XVIII secolo.

          • Winston Smith

            Guarda che oltre 2000 massoni caddero nelle trincee italiane durante la I GM.

  • pierluigi86

    A mio modesto parere il problema non sono gli immigrati ne le altre culture ma la distruzione della propria cultura. La distruzione del concetto di famiglia, della identità cattolica, delle tradizioni non dipende da quelli che arrivati ma dal nostro governo, inoltre anche gli immigrati sono vittime perché tutti i fondi a loro destinati servono solo a far mangiare le cooperative. Se non ci fosse tutta quella mafia dietro con il cavolo li andrebbero a prendere. Noi diamo agli immigrati 30 euro al giorno ma solo un paio arrivano a loro il resto è solo una mangia mangia dei soliti

    • Scrillo

      La identità cattolica, ha contribuito alla propria autodistruzione, a partire dal concilio vaticano II. Secondo me i cristiani hanno perso un fottio di territorio che hanno bellamente ereditato dai romani (che li perseguitavano proprio perché non volevano combattere per difenderlo), se si considera tutto il nord africa, la penisola anatolica e ultimi i balcani. Ora siamo agli sgoccioli, e del cristianesimo non resterà molto. Ma questo non è detto che sia un male. Il problema è l’islam che è stato accettato come innocuo dalla civiltà occidentale in nome di valori che hanno totalmente perso la ragione iniziale per cui erano stati messi (come la libertà religiosa che serviva ad evitare faide interne tra cristiani, non per farsi sottomettere). Senza volontà di combattere seriamente e di uccidere molte persone, non si vincerà nessuna guerra. Ma noi italiani siamo solo la coda dell’occidente, che oggi militarmente parlando sono gli stati uniti, e se loro non lottano noi faremo la stessa fine. Ma questo ormai è scontato, o l’italia si riesce a staccare ricostituendo un esercito proprio con dei propri confini definiti, o è la fine.

      • silvia

        Vai a vedere quanti martiri dei primi secoli erano soldati: e non veninvano uccisi perche’ si rifiutavano di combattere ma perche si rifiutavano di abiurare. Senza contare Poitiers, le Crociate, la riconquista Spagnola, Lepanto e la battaglia di Vienna… e senza contare che chi e’ in grado di difendersi oggi (Russia, Ungheria) e’ chi ancora non ha rinnegato la Fede Cristiana…la fine dell’Europa e’ iniziata con l’abbandono dell’identita’ Cristiana

        • Winston Smith

          Non voglio alimentare sterili polemiche teologiche, ma ti ricordo che il concetto di Porgere l’altra guancia (uno degli insegnamenti più nichilisti ed assurdi di sempre) è scritto nei Vangeli, e spesso all’omelia domenicale (la sento perché mia moglie è cattolica praticante) il sacerdote usa la parabola del ‘Buon Samaritano’ per inculcarci il concetto della accoglienza.

    • Cruciverba

      L’Islam non puo’ coesistere con le altre religioni .
      Scoprirai che il probelma sono proprio quelli che arrivano quando inizieranno a perseguitare i cristiani e a fare loro violenze , perchè nell’Islam solo gli Islamici contano .

      • pierluigi86

        dipende , ho conosciuto diverse persone israeliane islamiche che erano forse le persone più gentili del mondo. Non si può generalizzare quando si parla di popoli o religioni. Ognuno persona è responsabile solo di quello che fa

        • Winston Smith

          Forse ti sfugge il concetto di massa critica….

        • paolinks

          Ma infatti si continua a cadere e ricadere nella medesima trappola, che ci porta alla guerra dei poveri ( e dei fessi ) e ci mantieni sotto il giogo di quella marmaglia viscida chiamata elite.

          Voglio dire, Hitler si convinse che il problema erano gli ebrei e aveva in parte ragione, perche’ molti capoccia della finanza erano ebrei e molti burattinai in Francia, Inghilterra, ecc… erano ebrei. Ma stermino’ 8 milioni di ebrei bottegai, insegnanti, massaie. Davvero questa gente era una minaccia per la Germania? Era forse questa gente che complottava 24/24 per mantenere la Germania in ginocchio?

          Ecco oggi vale lo stesso discorso. Netanyahu e’ un sionista ed e’ il problema, ma la ragazzina diciottenne appena spedita a fare il servizio militare e che posta selfie su instagram, mi viene difficile credere che sia questa brillante mente criminale che manovra la finanza mondiale e porta avanti i piani Kalergi et similia.

          Eppure spariamo sempre nel mucchio, lasciando che il divide et impera funzioni alla grande per la gioia di lorsignori.

  • Andromeda

    Dato che la storia è maestra di vita ed esprime fulgidi esempi in quello che sto per dire, il rischio che qualche bianco cristiano crei una sua falange armata non è da escludere, anche perchè mai sottovalutare la risposta di una parte del popolo che, innanzi al tutto perduto, potrebbe facimente inferocirsi.

    • paolinks

      infrocirsi? hahahaha, quello e’ il popolo delle sinistre 😛

  • Tommasodaquino

    Non ti offendere ma non è mica colpa di Macron o delle elitè che implementano il programma mondialista. Nemmeno della scrittrice Diallo. La colpa di tutto ciò e di coloro che dovrebbero opporsi e non si oppongono. La colpa in fin dei conti è proprio dei francesi (e lo sarà degli italiani) che hanno venduto se stessi per un tozzo di pane. Che si provi a fare una cosa del genere con un russo… Come dice il prof Mela, è solo questione di tempo. Gli ideologi socialisti sono destinati all’estinzione anagrafica. Gli unici che fanno figli (e tanti) oramai sono solo i cattolici praticanti. Vi dico solo che frequento da diversi anni un gruppo di amici siamo 11 coppie. Dopo 10 anni (da quando la prima coppia si è sposata) abbiamo dato alla luce 30 bambini (+ 3 in arrivo nel 2017). Già nella prossima generazione se dovessero seguire la stessa media parleremmo di un minuscolo paese…fatevi i conti. Ripeto è solo questione di tempo, il futuro del mondo proporrà una riscoperta della tematica religiosa. Con buona pace di Marx , Soros , Macron dei Rotschild e compagnia danzante.

    • silvia

      Bravi! 🙂

  • nathan
  • Belaundeterzo Terzo

    Io credo che tutti i paesi hanno una identità culturale e prima ancora lavorativa che è fatta di numeri. Non possiamo limitarci a fare la conta di quanti residenti sono di diversa origine etnica. Quello che conta è la popolazione attiva in età lavorativa e poi le nuove generazioni che a breve andranno a sostituire l’attuale forza lavoro.
    In altre parole se analizziamo la popolazione per classi di età ne esce un quadro poco edificante per coloro che credono e sperano ancora nella identità nazionale.
    Non conta tanto la percentuale di stranieri più o meno regolare. Il dato da prendere in considerazione è la percentuale in rapporto alla popolazione attiva. Gli italiani invecchiano e quelli che arrivano non sono mica vecchietti. Anzi sono giovani e intraprendenti. La tendenza è inevitabile e le recenti inversioni di tendenza attuate in america sicuramente verranno adottate anche in europa ma solo quando saremo costretti per assoluta necessità e quando sarà troppo tardi.

  • Zazà la Superscimmia

    Prendetelo come un intervento semi-serio… ma l’unica speranza per i bianchi autoctoni europei è quella di fare “terrorismo demografico”: andare in farmacia e alla città mercato, avvicinarsi con nonchalance agli espositori dei preservativi e bucare tutte le confezioni con uno spillo. Visto e considerato che gli unici a usare il preservativo sono gli autoctoni e non le risorse, questo dovrebbe portare, almeno in teoria, a una certa inversione del calo demografico. Ma anche così facendo, la vedo dura, perché i numeri comunque non sono dalla nostra parte. Quando penso a come sarà l’europa tra 20-25 anni, o forse anche prima, mi viene in mente una specie di iran occidentalizzato. Se l’unione europea e la politica dell’immigrazione forzata andranno avanti, noi saremo messi in minoranza e infine perseguitati. E’ un processo che è già iniziato. Al principio sarà lento e graduale, poi sarà rapido, brutale e giocato a carte scoperte. Tra non molti anni i bianchi e i cristiani in generale verranno uccisi o perlomeno perseguitatii alla stregua degli ebrei nella germania nazista ante guerra mondiale. Le nostre opere d’arte saranno coperte, bandite o addirittura distrutte. La nostra cultura sarà cancellata ed epurata dai programmi scolastici. Molti film saranno censurati o tolti dalla programmazione. Chi non sarà allineato col pensiero vigente non potrà lavorare nei pubblici uffici o fare qualunque tipo di carriera. I governi europeisti in carica, naturalmente, faranno finta di non vedere e liquideranno tutto come fake news. Chi proverà timidamente a far notare la cosa si beccherà multe salatissime e tanta tanta galera (poi, a parte, gli islamici penseranno a bruciargli la casa e a stuprargli la moglie). Penso che alla fine i cristiani torneranno letteralmente nelle catacombe, magari organizzandosi come nuovi templari, diventando dei fanatici religiosi e ultranazionalisti. In pratica il futuro dell’europa, almeno andando avanti così, sarà una realtà rovesciata: i terroristi saranno i bianchi cristiani messi in minoranza e saranno etichettati come nazisti/populisti (anche questo processo è già in atto). Inoltre, novità, i nostri discendenti cercheranno di fare molti figli (una po’ come stanno facendo gli islamici adesso per conquistarci). Se vinceranno gli islamici sarà sottomissione, se vinceranno i cristiani avremo un ritorno a una specie di nuovo medioevo in salsa neonazista, in cui i bianchi, per necessità, saranno razzisti e fanatici religiosi, pronti a uccidere chi non la pensa come loro. I più giovani fra noi forse faranno in tempo a vedere tutto questo. Nel frattempo, mi raccomando, votate PD e chiedete più europa: è il modo migliore per realizzare bancarotte nazionali e far avverare incubi orwelliani.

    • ZENA

      Amen

    • nathan

      “ma l’unica speranza per i bianchi autoctoni europei è quella di fare “terrorismo demografico”: andare in farmacia e alla città mercato, avvicinarsi con nonchalance agli espositori dei preservativi e bucare tutte le confezioni con uno spillo”

      Se prendo quello fallato ti vengo a cercare e ti faccio pagare tutte le spese della zavorra partorita, a vita 😉
      Ps, ma non è più semplice abolire la democrazia per chi non la merita o continuiamo beatamente a far votare ancora tutti i cervelli/risorsa per mitico ed unico requisito di cittadinanza?

  • Lucio

    Le rivoluzioni le fanno i giovani? Ma se i giovani attuali sono degli “snowflakes” e dei “classe Erasmus”… Altro che rivoluzioni, sono loro i primi ad accettare a braccia aperte tutte le minchiata di accoglienza, uguaglianza e LGBT.

    Il problema è che la società ha troppi finti problemi in testa. Ho paura che serva qualcosa di catastrofico per resettare molte teste poco pensanti.

    • deboravr

      Ovunque io casa vedo ragazzi ventenni con i pantaloni aderenti e le gambe depilate. È più facile che la rivoluzione la faccia mia nonna in carrozzina.

      • gianni

        Finché si ha da vivere non cambia niente , serve la povertà

    • gianni

      Esatto, serve l’ enorme sofferenza se no non si cambia

  • johnny rotten

    Quando si fanno venire degli stranieri nella propria terra va sempre chiarito che la cosa è temporanea, altrettanto chiari bisogna essere sulla durata massima dell’ospitalità, come dicevano gli antichi: l’ospite è come il pesce, dopo tre giorni puzza.

    • Fabio Rubino

      non la sapevo questa…bella 🙂

  • SYMPATHY FOR LADY VENGEANCE

    Buongiorno Idalia gli sbagheddi al dende
    e un bardigiano gome Brezidende
    gon l’audoradio sembre nella mano desdra
    e un ganarino sobra la finesdra

    • silvia

      : D

  • Nick

    Ma sicuro sicuro che l’hanno voluto loro?
    A me ormai pare che il suffragio universale sia tutta una farsa.

    • Winston Smith

      Che dire…. ho sempre ritenuto la democrazia un’ottimo strumento per poter illudere l’uomo della strada di poter contare qualcosa.

  • Winston Smith

    Concordo… la giornalista è solo l’ultima ruota del carro (inteso in senso non dispregiativo), Prendersela con lei sarebbe una inutile perdita di tempo, nonché si fomenterebbe solo la classica guerra tra poveri.
    Ciò non toglie che vada considerata come una soldatessa di un esercito nemico ed invasore.

    • silvia

      Cio non toglie che si approfitta del potere e della visibilita’ che ha per ostentare tutto il suo razzismo antibianco. Una cosi va bene in miniera, in una miniera africana pero’

      • Winston Smith

        Leggi attentamente l’ultima mia riga…

  • Lila

    Mah, io non credo che la Francia si vede come un paese bianco…basta vedere la squadra di calcio, che in fondo rappresenta il Paese nel Mondo…io vedo tutti neri, che se qualcuno non ha nozioni storiche su dove si trova la Francia puo’ benissimo pensare che sia un paese confinante con la Costa d’Avorio.

    • nathan

      Vaglielo a spiegare ai complottisti che è tutta farina del loro, del nostro e di qualunque sfigato sacco con incomprensibile diritto di voto.

  • biafra66

    Eila’….oggi surfando il WEB mi imbatto in una dichiarazione del Salvini dopo le primarie del suo “carrozzone”:
    “….difendo l’ita-glia il PAESE PIÙ BELLO DEL MONDO”……..Ehhheeeeee? Che cosaaaaa? ….piccoli Macron-cefali crescono!
    Almeno in quel che rimane della “mitologica”Padania un consiglio:
    siate consapevoli… siate preparati!
    Palme e banani sono già in centro…..cammelli e dromedari negli autosilo? Auguri teruni. Qui a nord comincia la stagione di luce H24 ….ditelo a Maroni.

  • Mela

    C’avete poco da prendere per il culo, visto che vivete in un paese governato da Gentiloni, dove 13 milioni di persone hanno votato SI al referendum costituzione.

    Se il pubblico, contribuente e sofferente, avesse solo anche una vaga idea dello scenario rampante e nascosto che lo vuole sotto il tacco, forse potrebbe resistere all’oppressione fino a far giungere il mondo a qualche cambiamento. Tuttavia, questa possibilità ha poche probabilità d’essere. Gli individui, nel più gran numero, oltre ad essere ignoranti per difetto naturale, oltre ad essere soggetti al trattamento sistematico dell’ignoranza artificiale indotta da stampa e Tv, sono anche tipi conformisti, accondiscendenti, avidi di sottomissione (della loro propria sottomissione, non di quella d’altri), e, quando pure il loro opportunismo e la loro necessità di sopravvivere li richiamano al problema centrale, non sanno rimanerci sopra, ritornano subito a farsi distrarre dalle chiacchiere confuse del quotidiano, fabbricato giornalmente dalle agenzie di stampa, proprio per riempire le loro inutili esistenze e dirigere la loro attenzione su nuovi falsi bersagli.

  • Sempre Lostesso

    “Questo accade perchè il paese, la Francia, si vede ancora un paese bianco? Nó e che la sinistra intellettuale per anomastia, non capisce che essere africani e musulmani, data l´ignoranza generica di sapere solo ció che un Imam vi racconta del profeta che ve lo racconta come un liberatore e amante del popolo, e che percióil corano deve essere legge al di sopra della civiltá. Voi musulmani , non accetterete mai leggi laiche, perché non ne siete capaci. siete passati dalla legge dello stregone del villaggio a quella dell´imam arabo con i regali. e le machete https://uploads.disquscdn.com/images/66a0fa62eeb29dae40f0f1c1879b121becaa812c5250252da03ad26af3b70e61.jpg islamiche.

    • Luca

      ahahahah

  • SDM

    Forse la signora, e la maggior parte della gente, non ha capito che in un paese normale non devono essere gli autoctoni ad includere e coinvolgere forzosamente i diversamente bianchi e diversamente cristiani nella società, nella televisione e simili, ma forse dovrebbero essere questi ultimi a fare lo sforzo per acquisire una visibilità che sia positiva. Mai nella storia un popolo immigrato è stato coccolato ed elevato artificialmente per il solo motivo di essere una minoranza distinta. Sarebbe compito della minoranza farsi accettare. Se i musulmani ed afro-musulmani in Francia vengono perquisiti, temuti e respinti dalla gente civile, non è perché quest’ultima è stata colpita dal virus della malvagità, ma c’è un motivo ben preciso. La cara giornalista trascura che dietro ai comportamenti dei bianchi (tutti) ci sono la consapevolezza ed il ricordo, magari inconfessati e inconsci, dei pericoli, della violenza, del terrorismo religioso, della non volontà di integrazione, di lavorare… insomma, non vengono perquisiti nelle stazioni solo perché i poliziotti sono cattivi o vogliono palparli! Alcuni poliziotti che lo fanno sono persino neri!
    Se non vanno ai dibattiti tv è perché o non sanno parlare bene la lingua, o perché non sono in grado di esprimere le proprie opinioni in modo accettabile, o perché, qualora vi riuscissero, creerebbero scandalo e danni tali da scoraggiare persino chi li sostiene. Se lo stato abbandonasse la politica di relativa neutralità verso le diverse etnie/culture, grazie alla quale quelle non cristiano/bianche non mancano mai di mostrarsi sempre qualcosa di poco di buono, e lo stato iniziasse a favorire i non cristiano/bianchi a scapito degli altri, allora si creerebbe vero razzismo, che penso provocherebbe da una parte un ulteriore peggioramento delle relazioni tra i gruppi, e dall’altra farebbe da leva per un ulteriore incremento di quelle abitudini socioculturali negative che rendono le minoranze appunto minoranze separate e non membri positivamente attivi e partecipi della società in senso complessivo.

    • redfifer

      […lo stato iniziasse a favorire i non cristiano/bianchi a scapito degli altri, allora si creerebbe vero razzismo…]

      Ma perché sta succedendo forse qual’cosa di diverso oggi in Italia?

  • Lila

    Bhe.. la France… Ricordo ancora l’elezione del 2010 vinta da Gbagbo, mentre i francesi ed una commissione esterna dicevano che aveva vinto Ouattara già testimone di nozze di Sarkozy, e quindi cosa non si fa per un compare…. si sono fiondati bombe al fosforo alla mano e inno FRATERNITE’… liberte egalite , a spodestare Gbagbo, nel silenzio assordante del mondo.

  • nathan

    L’islam è il termometro dell’arretratezza media umana , molte atre religioni (immaginariamente punitive senza vere punizioni, ma per gli allocchi basta l’immaginazione) sono, oltre che divertenti, anche utili per tenere buoni individui non in grado di gestire se stessi e convivere socialmente con altri individui della stessa specie, ma l’Islam è qualcosa di davvero inutile, folkloristico, tragicomico, controproducente ed imbarazzante per ogni mente che si ritenga anche solo minimamente complessa.

    • Mister Libertarian

      Il problema dell’islam è proprio quello di non essere una religione.

      Magari lo fosse.

      E’ fondamentalmente un’ideologia politica totalitaria.

      Di questioni spirituali si interessa poco o nulla.

      All’islam interessa il dominio politico, l’imposizione sociale, la guerra.

  • Mister Libertarian

    Si comincia così, poi fra si arriverà, inevitabilmente, al genocidio di tutti i pochi vecchi bianchi rimasti.

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.