IL CAOS? E’ IL METODO DI GOVERNO DEL GLOBALISMO.

Di Maurizio Blondet , il - 190 commenti

A Teheran, fra i partecipanti alla conferenza  internazionale New Horizon, ho potuto conosce finalmente il Comitato Invisibile di Tarnac, autore  collettivo, nel 2008,  del breve, ma epocale saggio “Gouverner Par le Chaos”.  Governare attraverso il caos.

Rievoco in breve la storia, ovviamente ignota ai lettori. Nel novembre 2008,  la polizia francese arrestò in modo estremamente vistoso, brutale e  mediatico una decina di giovani abitanti a Tarnac, un  paesino del Corrèze, con l’accusa di progettare atti terroristici e di averne già messi in atto altri,  come danneggiamenti  alle linee ad alta velocità (TGV). In inchieste durate anni, s’è scoperto che: terroristi anarchici di Tarnac erano controllati giorno e notte (è il caso di dirlo)   da un poliziotto britannico che si era infiltrato,  e aveva messo incinte alcune signorine del gruppo terroristico; che i servizi francesi  ne sapevano ogni mossa; che i danneggiamenti al  TGV erano stati perpetrati da ecologisti tedeschi. Alla  fin fine, si intuisce cha la sola cosa per cui il potere ha considerato pericoloso e da smantellare il gruppo di Tarnac, la vera bomba da esso confezionata, era proprio il libretto – una novantina di pagine – concepito nel loro ambiente:

Gouverner par le  Chaos – Ingénierie Sociale et Mondialisation.

https://www.amazon.fr/GOUVERNER-PAR-CHAOS-Collectif/dp/235341074X#reader_B007V5AQ4W

Eccone le tesi principali:

Le classi  dirigenti hanno adottato il caos come metodo di governo più efficace per mantenersi al potere.  Quel caos che fingono di combattere, è la loro strategia privilegiata di controllo. Jacques Attali, il futurologo ebreo  che ha creato artificialmente Macron, lo ha detto perfino chiaro nei suoi scritti e nelle conferenze. Ii dirigenti d’oggi non perseguono che due scopi; il primo,  realizzare un governo mondiale; l’altro, proteggere il governo mondiale da  ogni rovesciamento e nemico, attraverso un sistema di sorveglianza  generalizzato fondato sulla tracciabilità totale delle persone e delle cose.

Come   si diventa padroni del mondo? “Centralizzando l’ordine e il potere attorno a una minoranza e spargendoo il caos nel popolo,  ridotto al livello di burattini nel panico”.

Molto più comodo che farsi obbedire dal popolo migliorandone le condizioni, risolverne i problemi   sociali (dalla disoccupazione al disordine pubblico, dalle disparità crescenti ed inique alla droga). Le elites, governando col caos, non si assumono più alcuna responsabilità  verso i cittadini delle crisi che provoca il capitalismo terminale. Anzi il  caos finanziario permette di giustificare la concentrazione del potere delle grandi banche d’affari; l’11 Settembre giustifica il  potere insindacabile dello Stato Profondo;  la strage al Bataclàn, il mantenimento delle leggi speciali che Hollande aveva varato  per la strage di Charlie Hebdo (aveva già sul tavolo il decreto da firmare).

“Abolire tutte le frontiere”, anche interiori, è la loro tecnica

Attenzione: sono cose che sapete, adesso  nel 2017, e solo da lettori avvertiti. Le masse non ne sono affatto consapevoli. Ma il Comitato Invisibile ne  ha scritto nel 2008 – quando ancora il caos concentrico (finanziario, bellico, terroristico eccetera) non era ancora dispiegato pienamente. E  nel testo  si trovano   profetizzati precisi caratteri  del caos ingegnerizzato che, nel 2008, erano ancora  invisibili: la “lotta alle discriminazioni” non aveva ancora all’insegnamento alle elementari della teorie del genere, ai diritti  omosessuali, le nozze gay, alle “Piazze” (Maidan, Tahrir) a cui si riducono le  rivoluzioni colorate..

Premessa:  Ciò che importa al potere più di tutto – mi ha spiegato il Comitato a Teheran  – “è distruggere il legame tra  il reale e la ragione [Tommaso d’Aquino approverebbe: la verità è l’adeguarsi dell’intelletto al reale]. Fare in modo che il ritorno al reale sia indefinitamente differito, sicché il discorso del potere diventa  il paradigma del pensiero; discorso pronunciato in quella lingua mediatica, la neo-lingua”.

E come si ottiene questo?  Dicevano gli anarchici di Tarnac nel 2008:  “La distruzione delle capacità di autonomia dei dominati – è la risposta – passa per l’abolizione delle frontiere del loro  essere: individuale e collettivo. Finché esistono frontiere, è possibile opporre  un sistema di valori  a un altro, un tipo di diritto all’altro,   distinguere uomo da donna, madre da padre  [distinguere in Niki Vendola lo schiavista, non mamma], cittadino da straniero, insomma  vero da falso,  giusto dall’ingiusto, normale da anormale …

Risultato: finchè resiste un   solo confine,   il potere non può ancora chiudere la sua matrice, la  costruzione di “uno ‘spazio di vita’  puramente virtuale in cui la massa potrà fare le sue evoluzioni senza mai toccare  il reale – a cui il sistema ha dedicato tutte le tecniche del comportamentismo, dello spettacolo,   della programmazione neuro-linguistica, delle tecniche pubblicitarie, dell’ingegneria sociale”.

La distinzione primordiale fra uomo e donna, ma anche fra figlio e madre e padre, è potentemente esemplificata  nel mito di Edipo, coi suoi sacri tabù (al figlio non lecito andare a letto con mamma), che sono “l’organigramma originario  di un gruppo, la sua capacità di costituirsi in organizzazione”.

“Fare la promozione dell’ indistinzione dei ruoli e dei cambiamenti di luogo, far passare  le voglie personali avanti  al rispetto del’organigramma del gruppo”, ha lo scopo di  “ridurre   quel gruppo a individui giustapposti, incapaci di comunicare e di cooperare” – all’essenziale compito politico di rovesciare i Signori del Caos.  “Facilitare l’espressione dell’individualismo fallico  è parte della strategia della disorganizzazione. A livello comportamentale, si traduce in  una cultura dello spontaneo, dell’impulsivo del viscerale, del flessibile e della ricerca del risultato immediato, con la conseguente incapacità di concentrazione, di pianificazione e de elaborazione di strategia di lungo termine.

Bergoglio e Lady Gaga uniti nella lotta

Lo stesso vale anche per le  grandi immigrazioni con le ONG che vanno a raccogliere a centinaia di migliaia i profughi che hanno pagato somme  che in Africa bastano ad aprire un’attività  utile? Ovvio, è la risposta: “Il mondialismo distrugge le frontiere nazionali” come le frontiere mentali,  mentre  “il consumismo regressivo cancella le frontiere dell’essere individuale”.  Naturalmente tutto ciò secondo le esigenze  del capitalismo terminale, “dove i ricchi si possono arricchire ancora solo impoverendo  i poveri e seminando il caos nel loro modo di vita  – E  per far meglio accettare il caos e la destabilizzazione   alle popolazioni, si è chiamato tutto ciò “progressismo”.  Il risultato è sotto gli occhi di tutti: oggi non c’è più differenza tra la Sinistra e le Spice Girls. Cohn-Bendit e Lady Gaga, même combat !”.

Grazie a questa suggestione, anch’io povero italiota mi faccio domande: Boldrini e Bello Figo “No pago affitto”  uniti nella lotta?

Peggio. Esiste ancora una differenza tra  Papa Francesco  e le Spice  Girls? Entrambi icone pop di successo….

Vi lascio con questa domanda, ma non è   che una prima puntata sui metodi di “governare col caos”. E’ che non ho voluto  mettere nello stesso articolo informazioni di grande rilievo fornitemi dal Comitato Invisibile– avendo scoperto che i miei lettori (i migliori) spesso non sono capaci di cogliere e ricordare le informazioni che non siano   già enunciate  nel titolo,  o subito sotto; sicché spesso mi segnalano notizie che ho già dato.

Dick Cheney: “Ecco, adesso siete perfettamente al sicuro  dagli attentati del terrorismo”.

Le prossime notizie saranno: la parte di Israele in questo governare col caos, e perché non ci si può aspettare un collasso economico-finanziario-politico tale, che  distrugga le elites  mondialiste.  Si  sono preparate, mi ha spiegato il Comitato.

Solo un’ultima  riga su tale Comitato Invisibile. Come alcuni lettori hanno intuito, si  tratta sostanzialmente  di una persona. Di nome Lucien Cerise. Un  trentenne lievemente sovrappeso, occhialuto, timido,  coltissimo,  non abbastanza immodesto da postare un proprio profilo biografico su Wikipedia  (dove molti lo cercano).  Ha scritto Ritorno a Maidan, sul trucco fondamental-mediatico delle primavere colorate, Neuropirati –quelli dell’ingegneria socialela guerra ibrida della NATO, eccetera. Fa il bibliotecario in non so quale angolo della Francia. Apparentemente, la persona più inoffensiva della Terra. Spero che non lo sia.

Continua….

 

L’articolo IL CAOS? E’ IL METODO DI GOVERNO DEL GLOBALISMO. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Martino Mireles

    L’Agnello si è immolato sin dal principio del mondo” e pertanto non dobbiamo cadere nello sconforto “guardati dallo scoramento, padre di tutti i mali e della varietà delle tentazioni. Perché permetti al tuo cuore di essere triste e fiacco a causa della sofferenza
    provocata dalla turba che segue Cristo?” (Barsanufio – Lettere ascetiche Eb. 11,25).
    La Redenzione è un’azione congiunta tra Dio e l’uomo e solo in questa si realizza l’amicizia anche tra gli uomini ed è sempre in questa che si sconfigge il caos riportando separazione tra luce e tenebre perché “la parola è energia umana: sia quella del genere umano, sia quella della singola persona, è l’energia dell’umanità che si rivela attraverso la persona. Ma, in senso proprio, non possiamo considerare questa energia come oggetto della parola, o come suo contenuto: nella sua attività conoscitiva la parola guida lo spirito al di là dei confini della soggettività e lo mette in contatto con il mondo
    che si trova oltre i nostri stati psichici” (Pensiero e Linguaggio, Pavel A. Florenskij, 1922)

    • Paulo Paganelli

      Senza nessuna intenzione di offendere o contraddire queste parole, vorrei aggiungere che da un punto di vista matematico (“la matematica è l’alfabeto con cui Dio ha scritto l’universo” – Galileo G.), il caos è portatore di novità poi la zona caotica dei sistemi è considerata “creativa” nella sua imprevidibilità (Spirito Santo ad agire?). Governare con il caos è un grande rischio per i supposti controllori, non si può fare previsioni in mezzo al caos e senza previsione il controllo non è possibile. Quello che si vede è uno stupido e superficiale (il male è ridicolo) tentativo da parte del male di conseguire il controllo tramite la disorganizzazione sociale. Siccome diventiamo quello che facciamo, lo stesso vale per il male che diventa disorganizzato “perdendo le frontiere” e distruggendosi. Nonostante il dolore che dobbiamo passare, alla fine il Bene vincerà, non per opposizione al male, ma per impossibilità del male di sopravvivere (“Io vi dico non opporvi al malvagio.”)

      • Caio Giulio

        E’ come navigare nella tempesta, e non sempre è detto che te la cavi.

      • Winston Smith

        La Teoria dei Sistemi Automatici…. questa sconosciuta !!!!

        • Paulo Paganelli

          Possono anche essere automatici, ma più che altro sono complessi 🙂

          • Winston Smith

            Una battuta di spirito ci sta tutta, tanto per sdrammatizzare un po’; peró spero anche tu abbia compreso cosa intendo.

          • Winston Smith

            Perdonami, adesso ho letto meglio; e non posso che concordare con quanto scritto sopra….

      • Stopensando

        Ottimo commento grazie.

      • silvia

        Credo proprio tu abbia ragione. Visto il livello di caos non manchera molto al crollo del sistema.

      • Martino Mireles

        Dio è un separatore. Egli separa le luci dalle tenebre e continuerà sempre quest’opera di separazione. Egli non cerca accordi con la menzogna.
        Il dialogo è un accordo con la menzogna e questo porta il caos.

  • Gianox

    Parbleu. Che articolo!
    Quello che posso dire è che, grazie anche a tante letture fatte qua, su Rischio Calcolato, queste cose non mi giungono nuove.
    In qualche modo, è l’estremizzazione della strategia del “divide et impera”, ma ad un livello mai visto finora.
    Lo scopo non è solo quello di mettere popoli contro popoli, etnie contro etnie, città contro città, ma anche quello, attraverso il caos organizzato, di impaurire le masse, in modo che i singoli non siano in grado di unirsi e che, anzi, finiscano con il contrapporsi gli uni con gli altri, generando una totale atomizzazione della società.
    L’unica cosa da fare, oltre che restare vigili e continuare ad informarsi, è quella di andare dritto per la propria strada, senza mai voltarsi, senza mai avere un ripensamento, ma sapendo sempre che si è dalla parte del giusto e che occorre avere consapevolezza di se stessi ma anche di quello che ci sta accadendo.
    La nostra sicurezza nel procedere dritto per la nostra strada potrà essere d’aiuto anche per chi ci sta accanto, perché quello che manca la gente è una figura di leader che la guidi e dalla quale potranno attingere quelle sicurezze di cui è disperatamente alla ricerca.

    • Ronf Ronf

      “Ma la Meloni è troppo di destra… ma Fitto è troppo meridionalista… ma Salvini ha il retaggio della Lega… ma Musumeci è localistico (Sicilia) e Caldoro non ha il consenso fuori dalla sua area (Campania) e quindi io resto con FI-NCD-ALA” è il grido di certa gente che poi si lamenta di quando FI-NCD-ALA vota con il PD

      • Gianox

        Ma la colpa è anche di questa gente che sta in politica. A parte il fatto che nessuno di loro ha la stoffa del vero leader, ma non gliene frega nulla. Questi tengono famiglia. Stanno al gioco dei potenti, litigano su questioni marginali perché devono dividere l’elettorato e dargli l’impressione che si abbia una vera dialettica politica. In realtà sono solo uno specchietto per le allodole, si accontentano di essere dei burattini nelle mani dei burattinai. Hanno il loro tornaconto, sotto forma di indennità, vitalizi e pensioni d’oro. Ma di fatto sono dei traditori che si sono venduti per un piatto di lenticchie.

        • Caio Giulio

          Sono volutamente scelti tra i mediocri e soprattutto i ricattabili, basta dare una riletta ai savi.

        • Ronf Ronf

          E allora votate per FI che vota la fiducia al PD, poi però non lamentatevi: io dico che (per seguire il tuo teorema) se sappiamo che la Meloni fa la faccia cattiva che vota contro il governo, allora bisogna votare per lei perchè (per seguire il tuo teorema) ufficialmente la Meloni sta all’opposizione perchè “i potenti” le hanno assegnato questa parte in commedia. Benissimo, allora il cittadino di destra deve votare per la Meloni apposta per indebolire FI e PD, i quali quindi avranno meno seggi a disposizione e allora faticheranno nel governare visto che la Meloni (per seguire il tuo teorema) deve fare la parte della cattiva che sta all’opposizione. Quelli come te si astengono e quindi mandano la Meloni sotto lo sbarramento provocando così un aumento dei seggi a disposizione di FI e PD che quindi così hanno meno difficoltà nel far passare le loro leggi. Il giorno che voi capirete come usare le regole sia del sistema (che voi a parole avversate, ma che di fatto sostenete visto che non siete in grado di capire come muovervi) sia delle leggi elettorali, allora forse qualche risultato concreto riuscirete ad ottenerlo. Riflettici sopra, mio caro!

        • silvia

          Giusto!

      • maboba

        Questi sono tempi in cui non ci possiamo permettere distinguo “intellettualoidi”, né (come nel mio caso) pregiudizi antichi. Bisogna convincersi e convincere che di fronte allo schieramento “progressista”, le tentazioni inciuciste alla Berlusconi maniera che relegano la difesa di temi e politiche identitarie a pure manovre di facciata potrebbero essere letali per ogni residua speranza. Bisogna favorire e appoggiare persone e iniziative favorevoli ad uno schieramento unitario di opposizione dura, con un programma preciso e chiaro. Un programma che abbandoni però alcune “grida” controproducenti. Non declamare più ad esempio “fuori dall’Euro” (cosa che spaventa ancora moltissimi, li getta in braccio a FI e presta il fianco a polemiche sguaiate e fuorvianti), bensì “dobbiamo prepararci anche ad un’eventuale crollo dell’Euro” .
        Compito molto difficile, forse impossibile.

    • Consulente dei nuovi schiavi

      Il primo modo di liberare un nuovo schiavo è farlo sentire tale.Il nuovo schiavo non sa di esserlo. Appena si sentirà nuovo schiavo non vedrà più alcun caos, solo obiettivi.

  • Un crash finanziario globale sarebbe gestibile?

    • Gianox

      Evidentemente sì, visto che sarebbe causato dagli stessi che ne trarrebbero beneficio.
      Cioè, sarebbe gestibile da loro ma esclusivamente a loro uso e consumo.

      • Paulo Paganelli

        Per fortuna esiste sempre una possibilità, forse piccola, di sfuggire loro di mano e andare dove non avevano pianificato.

        • Winston Smith

          Concordo appieno…. non bisogna mai dimenticare che nessuno, eccetto l’Altissimo (per chi crede), ha il dono della infallibilità, onnipotenza ed onniscienza.
          La natura umana è altamente corruttibile è fallibile (credo che uno dei loro primi errori sia quello di aver voluto questa situazione di caos), e questi criminali non ne sono certo esenti.

    • Il_disturbatore

      I crash finanziari sono sempre serviti per togliere anche le mutande a chi si era illuso di aver battuto il mercato

    • Caio Giulio

      Infatti, anche se loro si sono premuniti industrializzando la Cina contro ogni apparente logica. Il loro miliarduccio di schiavi che producono ogni sorta di bene lo lasceranno intatto di sicuro.

      • Friendly Cynic

        Il miliarduccio di schiavi sta tuttavia spodestando i padroni, lentamente, silenziosamente ed inesorabilmente, essendo un intelligente e millenario popolo di mercanti (che sa anche combattere).

    • Consulente dei nuovi schiavi

      Sì se il denaro potesse essere creato dal nulla da una fantomatica banca centrale che potesse stampare moneta basata sul nulla. Allora questa entità potrebbe comprare debiti e azioni a destra a manca con un programma lisergico di allentamento monetario e parallelamente prestare soldi, come non ci fosse un domani, agli operatori finanziari chiedendo indietro meno soldi come se gli interessi fossero negativi. Però tutto funzionerebbe solo se queste fantomatiche banche centrali, avendo il monopolio della moneta, si organizzassero in un fondo monetario, che dovrebbe essere mondiale, e creassero un paniere di carta-merda da prelevare con dei diritti speciali in modo da sostituire l’oro. Nel frattempo l’oro fisico andrebbe tenuto sotto controllo commerciando oro finanziario e abbassando il prezzo dello stesso per dimostrare che è meglio il paniere di carta-merda per trasportare valore nel tempo e nello spazio. Ma non è certo possibile che la realtà sia questa? Diffondi il verbo, amico.

  • Caio Giulio

    Direttore, articolo molto interessante come sempre ma, come sempre, il diavolo si dimentica di fare i coperchi; questo per dire che i loro deliranti piani sono, a mio avviso, destinati a fallire anche per persone come lei e quelli citati nell’articolo.
    P.S.
    Una piccola curiosità: ma il nostro amico dove e come avrebbe appreso queste tecniche di manipolazione? Anche se io una mezza idea ce l’avrei..

  • alex

    Tempo fa in una intervista si citava Tierry Meyssan, che nel 2003 aveva citato “La teoria del caos” Dice: Se le accademie militari europee avessero svolto appieno il loro compito, già da tempo avrebbero scoperto e studiato la dottrina del ‘grande fratello’ statunitense. Anche perché il Pentagono non nasconde le sue strategie e pubblica tutti i documenti sulla ‘teoria del caos’, improntata alla filosofia di Leo Strauss”.

    E’ davanti a tutti noi, gli statunitensi & Co, hanno abbandonato la strategia della “destabilizzazione e democrazia,” ora usano solo l’istigazione del caos, lasciando le castagne bollenti ai governanti e popoli. oggetto della strategia del caos. Un grande omaggio al “dividi et impera” di romana memoria.
    Creare casino in un paese, lasciare che i problemi derivati da scontri etnici, religiosi, culturali, rendano deboli i governi e poi “zac” governarli con le tecniche più inumane. E’ una novità? Da sempre la strategia degli USRAELE, affinata e perfezionata nel corso d’opera.

  • Consulente dei nuovi schiavi

    Il nuovo schiavo è mentale, pertanto le prime catene si costruiscono nell’immaginario. Io l’ho definita tempo fa la “colonizzazione dell’immaginario”. Tutto è funzionale per colonizzare l’immaginario delle persone. Eccellente articolo. Non conoscevo l’esistenza di Lucien Cerise, come averlo letto dalla nascita nei fatti ma adesso andrò a colmare la lacuna.
    P.S. La colonizzazione dell’immaginario permette il controllo mentale con ottimi risultati, nessun caos fuori controllo nei loro piani.

    • silvia

      La colonizzazione di cui parli non avviene principalmente tramite i mass-media, ma attraverso l’istruzione, soprattutto quella superiore e universitaria, in particolar modo umanistica. E io ne parlo per esperienza diretta 🙁

      • Consulente dei nuovi schiavi

        La colonizzazione è totale e usa il principio dell’acqua: ogni strada, fessura, dislivello roccia o sentiero è utile per arrivare al mare. Ogni goccia, grazie alla gravità, conosce, cerca e sfrutta la via migliore…. Per annacquarti la mente.

        • silvia

          Tanti ormai piu’ che annacquati sono proprio annegati!

  • Winston Smith

    Attenzione che chiunque abbia un minimo di nozioni di teoria dei sistemi automatici, sa perfettamente che un qualsiasi sistema caotico e disordinato è il massimo della imprevedibilità e non controllabilità.

    • Consulente dei nuovi schiavi

      Se posso, è il profano che vede caos dove vi è un piano. Chi vede il piano… pianifica e raggiunge obiettivo in obiettivo. Il nuovo schiavo vede solo più caos.

      • Paulo Paganelli

        Possiamo dire confusione programmata invece di caos. Una continua distrazione per fare passare gli obiettivi.

      • Gianox

        Giusto. Noi vediamo solo il caos, ma chi il caos lo ha creato, proprio per sottomettere i nuovi schiavi, non ci vede caos ma ordine, perché sempre almeno un passo, probabilmente di più, avanti a noi.

        • Winston Smith

          Sei tu che, da praticante, mi insegni che solo l’Altissimo è onnisciente ed infallibile.
          Ecco, l’errore che, inconsciamente, commettete, è quella di trasferire queste caratteristiche, di esclusiva competenza all’Innominabile, a degli esseri umani; seppur estremamente perfidi e malvagi.

          • Gianox

            Forse è così.
            Ma come mai hai cambiato nickname, se mi posso permettere?

          • Winston Smith

            Ti avevo già risposto ieri, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato e ti è.sfuggito la mia rsposta )-:….
            Ma non ho nessun probkema a spiegarlo nuovammete, sopratutto ad un amico (come oramai ti considero): ritengo 1984 di gran lunga il miglior romanzo che abbia mai letto tanto più che lo volli rileggere nuovamente nella versione originale; e riflettendo appieno credo che non posso che identificarmi appieno nel suo protagonista, Winston Smith, oscuro impiegato al ‘MinVer’, ‘ultimo uomo sulla terra’ circondato oramai da automi che, occasionalmente presentano solo piccoli difetti di programmazione (come ad esempio il Sig, Parson o lo scacchista Syme, per esempio); ed anche per me, come lui, l’unica forma di lotta ad un regime orwelliano che si fa, giorno per giorno, sempre più opprimente,, dispotico ed autoritario, consiste nel resistere ad oltranza alle menzogne, alla propaganda ed ai condizionamenti imposti da questa tirannia.
            L’unica, sola, ma significativa differenza che voglio mantenere con Winston Smith sarà che io, contrariamente a quanto accaduto a lui, mi sono preparato in modo di non morire ‘amando il Grande Fratello.
            PS: mandami un commento di risposta a questo post; in modo da sapere che lo hai letto.

          • Gianox

            Grazie.
            In effetti la tua precedente risposta non mi era pervenuta.
            Ti ringrazio anche per considerarmi un amico. Ne sono onorato.
            In effetti, trovo sia il nuovo nickname sia l’avatar particolarmente indicati per i tempi che stiamo vivendo.
            Non ho mai letto quel libro anche se ovviamente ne ho sentito molto parlare. Così come non ho mai letto l’altro libro distopico ad esso simile, cioè il Nuovo Mondo di Huxley.
            Non posso che concordare con tutto ciò che hai scritto. In definitiva, quello che provi tu lo proviamo un po’ tutti su queste pagine. Ci si rende conto veramente di vivere in una realtà distopica, dove ci viene continuamente insegnata la menzogna al solo scopo di renderci schiavi. E come tu stesso hai scritto, non essendo in numero sufficiente per poter fare una rivoluzione, l’unica cosa che possiamo fare è andare dritti per la nostra strada, non accettando la menzogna che ci viene continuamente imposta e che tutti gli altri sembrano accettare senza battere ciglio. È l’unica cosa che possiamo fare, anche per aiutare chi ci sta vicino con il nostro esempio e la nostra dedizione alla verità, per quanto questo non sia affatto un cammino semplice.
            Non a caso, nel Vangelo è scritto: “Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano”.

          • Fabrizio Bertuzzi

            per trovarla e’ meglio non perdere troppo tempo nelle cose che entrano ed escono dalla porta larga 🙂

          • Luciano

            ….”l’unica cosa che possiamo fare è andare dritti per la nostra strada”…. E questa non è forse una forma di ribellione/rivoluzione? E’ bello sapere che non siamo soli.

          • Winston Smith

            Il film puoi anche lasciarlo perdere, discreto ma nulla di più.
            Ma il libro devi assolutamente trovare il tempo di leggerlo: lo feci durante l’estate di circa due anni fa: in un paio di giorni riuscì a bermi tutte le oltre 300 pagine dell’edizione italiana e rimasi leggermente deluso solo per il fatto che mi sembrò così breve.

          • valentino
          • silvia

            Sono d’accordo, e’ un errore che a volte fa anche Blondet: ad esempio, la lobby di sion e’ potentissima, ma anch’essa e’ soggetta all’autorita’Divina. Quando sara’ il momento il caos che hanno creato e che credono di controllare li inghiottira’.

          • Winston Smith

            Senza scomodare l’Altissimo; credo che un loro primo grossolano errore sia stato proprio il voler controllare un sistema estremamente complesso (e difficilmente modellabile) come quello socio economico globale…..
            Tieni conto che la nostra natura umana è anche estremamente fallibile, corrutibile ed avida (in particolare queste ultime due caratteristiche in loro sono estremamente accentuate…).
            Ripeto, non riteniamoli infallibili, onniscienti ed onnipotenti; solo l’Innominabile lo è.

          • silvia

            Concordo: di fondo, sono ignoranti, per cui la prenderanno in saccoccia.

        • Consulente dei nuovi schiavi

          Eccellente. Hai centrato perfettamente come sempre. Per vincere è sufficiente arrivare un passo prima degli altri, non sempre è necessario correre più veloci ma semplicemente far rallentare gli altri.

        • Winston Smith

          Ma cosa hanno, la sfera magica per caso, da avere il dono dell’onniscienza ?
          Non ti passa per la testa che forse questo attributo lo possiede solo ed unicamente l’Altissimo ?

          • Fabrizio Bertuzzi

            l’Altissimo provvede apposite persone al compimento del Suo piano.

          • Winston Smith

            Se questo sarebbe il piano dell’Altissimo, allora spero vivamente di non essermi sbagliato relativamente al mio ateismo.

      • Winston Smith

        È impossibile avere sotto controllo tutte le variabili di un sistema fisico; figuriamoci quelle di un sistema economico sociale; ben più difficilmente modellabile.

        • Consulente dei nuovi schiavi

          Hai ragione ma non si usa la candeggina sui colorati. Proprio per questo lavorano sul mentale e colonizzano l’immaginario. Tu forgi le tue catene proprio perché sia io a forgiarle per te.

          • Winston Smith

            Ma non ti sfugge il fatto che gli stessi obiettivi potevano essere raggiunti in modi decisamente più ordinati e molto meno frettolosi ?
            A me sembra che stiano improvvissando tutto.

          • Consulente dei nuovi schiavi

            Non lo so, ma ho la stessa impressione, il punto è che ai padroni del vapore è sufficiente essere un passo avanti. Zenone mi insegna che Achille è un nuovo schiavo che insegue la tartaruga. Adoro gli stoici, avevano capito tutto.

          • Caio Giulio

            Ma lo sono un passo avanti? O forse sono con un piede nella fossa? La storia si ripete continuamente e le purghe puntualmente ritornano.

          • Consulente dei nuovi schiavi

            Il Karma è una ruota. Io credo nel Karma non nel denaro, Io credo allo Spirito non agli uomini. Tanta gente è semplicemente morta dentro. Il tempo è sempre galantuomo, sia con i vivi che con i morti.

          • Winston Smith

            Ti ammiro, perché alla fine la mia cultura è limitata alle scienze sperimentali; la tua invece spazia sui 360°.
            Attento però che la storia ci insegna che un qualsiasi sistema di potere è comunque limitato se non nello spazio, certamente nel tempo.

          • Consulente dei nuovi schiavi

            Stanne certo e non perdere la speranza, le profezie confermano che non finirà come vogliono loro.

          • Winston Smith

            Quali profezie ?

          • GattoMaculato

            Hanno fretta perché sanno che un mondo di 10 miliardi di cavallette, con il petrolio che ha “piccato” e nessun’altra alternativa energetica plausibile su tale scala, con inquinamento a mille e risorse che, in gran parte, hanno anch’esse raggiunto il “picco”, sarà uno scenario apocalittico anche per loro. Devono abbassare il tenore di vita (attenzione: non il numero) dei loro schiavi drasticamente e velocemente, in modo da contenere il danno senza rischiare di perdere il dominio sul loro “parco buoi”. Sanno bene che, se si riuscisse ad arrivare alla robotizzazione completa del lavoro, la maggior parte dei questi schiavi non gli servirà più, ma non sono ancora certi che la tecnologia possa farcela (il futuro dell’AI è ancora un enorme punto interrogativo, e lo sarà per un bel po’), così stanno alla finestra, ben sapendo che, quando e se verrà il momento, basterà lasciar fare “alla natura”: i disoccupati che perderanno il posto e il reddito moriranno semplicemente di fame, e gli verrà anche detto che è “colpa loro” perché non sono stati capaci di rendersi “competitivi”.

          • Winston Smith

            La gatta frettolosa fece i gattini ciechi….

          • Luciano
          • Consulente dei nuovi schiavi

            Ti ringrazio perché è un esempio perfetto. Talmente perfetto che il counselling che vorrebbe aiutarti è la stessa persona che ha impiantato il paletto. Il nuovo schiavo forgia le sue catene quando si sente libero. Un esempio: la Società ti comprime ma il messaggio è di esprimere te stesso e Facebook te lo permette. Il nuovo schiavo si libera solo quando capisce di essere schiavo, di essersi forgiato le proprie catene. Solo allora comincerà a vedere gli obiettivi che lo condurranno alla libertà. Solo allora comincerà a riconoscere i padroni quando si presentano nel suo agire.

          • Luciano

            Grazie a te, è un piacere leggerti e commentare

  • Zazà la Superscimmia

    Vogliono governare col caos? Auguri! E’ molto difficile rimettere a posto il dentifricio una volta che hai spremuto il tubetto. Il caos è un espediente di governo che può anche funzionare a breve termine, ma non può durare per sempre. Quindi aspettiamo che dal caos emergano delle forze capaci di travolgerli. L’alternativa è una dittatura violenta, orwelliana, Probabilmente questa è la loro seconda opzione, il loro piano B. Ma se la prima opzione, il caos, non può durare nel tempo, la seconda opzione (una dittatura globale) non può durare nello spazio. Non si può controllare una massa di miliardi persone. E’ come cercare di tappare con le dita una diga piena di falle: a un certo punto le dita finiscono e l’acqua ti travolge. Questi pensieri ovviamente sono di ben poca consolazione, perché finiremo travolti insieme agli apprendisti stregoni. Come dicono i cinesi: vivremo tempi interessanti.

    • silvia

      Sottoscrivo: il problema vero e’ come non farsi travolgere dalla loro disfatta.

  • Il Cercatore

    Oltre ad apprezzare molto questo splendido articolo. Ho letto dei bellissimi commenti. Complimenti a tutti.

  • Ocram59

    Le elite? Sono degli sfigati squilibrati che giocano col mondo, mezze seghe figli di ricconi che per divertirsi fanne porcherie. Tra poco Soros seguirá il suo amico rockfeller all’inferno

    • Il Cercatore

      Sai la stessa cosa da un po’ di tempo ho cominciato a pensarla pure io, ovvero che questa gentaglia dell’elite fa tutto questo solo per divertimento per ammazzare la noia. D’altra parte, con il controllo che già hanno delle banche centrali possono crearsi tutto il denaro che gli serve e di conseguenza, in una società globalizzata governata dal dio denaro, possiedono già tutto il potere possibile immaginabile.

      • Consulente dei nuovi schiavi

        Il potere ha sete di potere e fame di potere. Il denaro è solo nella mente del nuovo schiavo, il denaro é espressione del potere.

        • Caio Giulio

          Mi stai citando il vecchio gobbo: ” Il potere logora chi non ce l’ha” 😉

        • Il Cercatore

          Concedimi però che il denaro è anche lo strumento per eccellenza con cui il potere si propaga e si autoalimenta.

    • Nicola Albano

      I migliori tra di loro si drogano… gli altri si credono divinità ma sono solo pedine del principe di questo mondo.

    • ufo

      magari fosse come tu dici, sarebbe facile sopraffarli,purtroppo come certamente saprai la loro rete è talmente vasta che servirà un intervento divino per porre fine a tutto questo. Le porte dell’inferno si spalancheranno per molti oltre a Soros.

  • silvia

    “Quale potere avresti tu, se non ti venisse da Chi sta sopra di te” i piani delle elites vengono usati da Chi sta infinitamente piu’ in alto di loro e che loro si illudono di poter combattere. Quando il loro tempo sara’ scaduto, le elites verranno gettate nel fuoco come legna secca.

    • Caio Giulio

      Non offendiamo la legna, io direi più merda secca visto che basta solo guardarli in faccia e poi brucia anche meglio.

      • silvia

        :))))

  • johnny rotten

    Il caos non è però una finalità, il caos è una delle premesse che nei piani dei padroni del discorso porteranno ad una riduzione drastica della popolazione mondiale, i sionisti vedono loro come padroni e pensano di poter vivere alla grande con una popolazione mondiale di 500 milioni di schiavi al loro servizio, in pratica poche centinaia di migliaia di giudei e mezzo miliardo di goym che forniscano il necessario e anche il superfluo, sono molti i documenti che attestano questa visione del mondo.

    • GattoMaculato

      Sbagliato. In un mondo con 500 milioni di persone, non ci sarebbero più schiavi, perché lo schiavo, per esser reso tale, va privato della possibilità di sostentarsi da sé, ovvero della terra e della libertà, cosa fattibile solo in un mondo di miliardi di formiche intruppate in città-formicaio, in continua e feroce competizione per le risorse. E’ sempre stato così nel corso della storia: all’aumento della popolazione e conseguente scarsità di risorse nel territorio che le ospitava, assembramenti umani inizialmente nomadi e di cacciatori-raccoglitori basati su rapporti essenzialmente orizzontali (il capo tribù godeva di molta stima ma i suoi privilegi erano limitati e, soprattutto, se si dimostrava un cattivo capo veniva presto sostituito), si sono trasformati in società con “caste” feroci, corrotte, avide e onnipotenti al potere (le società sudamericane precolombiane ne sono un esempio lampante). Con 500 milioni di persone, vi sarebbe un’infinità di spazio, terra e risorse a sufficienza per tutti, nessuno quindi vorrebbe far da schiavo all’élite, pretenderebbero, invece, di esser ben pagati. Altrimenti, fatica per fatica, ognuno si dedicherebbe alla cura delle proprie terre, invece di quelle altrui. Altro scenario è invece quello di un mondo saturo di miliardi di “senza terra” inurbati, che, per sopravvivere, devono dipendere dai loro “padroni”, ed quello auspicato dai folli che reggono le sorti del mondo, altrimenti non si opporrebbero così ferocemente al controllo delle nascite, coccolando gli africani sfornafigli, incoraggiandoli a sostituire i meno prolifici europei.

      • johnny rotten

        Che sia sbagliato o meno non devi dirlo a me, ma a chi ha scritto tali piani, partendo dalle teorie malthusiane ed arrivando fino a chi sostiene che siamo troppi e che stiamo consumando più risorse di quante ne occorrono, hanno creato una falsa opinione anche su questo tema e lo hanno diffuso per anni senza che qualcuno iniziasse a metterlo in dubbio seriamente, come per la sostituzione etnica dei nativi europei, prima hanno reso impossibile la riproduzione per poi far apparire intevitabile la sostituzione, così hanno convinto un mucchio di gente che il problema è la riproduzione eccessiva, ma senza mai mettere in questione il problema dei consumi insulsi e distruttivi, nessuno infatti può dire di saper quante persone può sfamare il globo se usato con sapienza e non abusato, ma le cose stanno così e loro inseguono quel disegno di una drastica riduzione, e all’uso stanno studiando di vaccinare le popolazioni più prolifiche per sterilizzarle, questa è, ad esempio, l’opera della bill & melinda gates foundation, ma anche le vaccinazioni qui da noi potrebbero avere lo stesso scopo. Ma il punto che io ho esposto non è una valutazione sul grado di fattibilità, intendiamoci, ma solo sul fatto che questi sono i sogni che cullano e perseguono con enormi finanziamenti quelle quattro famigli di criminali sionisti che controllano la ricchezza finanziaria e bankaria oltre che la politica di tutto il mondo che fa capo all’occidente. Sulla schiavitù hai certezze che io non condivido, tutta la storia mostra che ci sono mille modi diversi di esercitare la schiavitù e noi ne stiamo sperimentando una nuova.

      • AnonimoSchedato

        Quello che dici presuppone una distribuzione delle risorse abbastanza egualitaria, o almeno diffusa. L’esatto contrario della concentrazione che stiamo vivendo (esempio: “land grabbing”). Quali argomentazioni riesci a portare che giustifichino questa inversione di rotta?

  • marcoferro

    altro esempio di come il potere usi la sua forza coercitiva è il vergognoso decreto per i vaccini ben 12 con 12 richiami, in bambini piccoli, ingiustificabile e senza alcuna emergenza sanitaria non esiste alcuna epidemia, di nulla.. italia unico paese al mondo che per legge rende obbligatorio la vaccinazione anche contro il parere dei genitori e chi si oppone multe fino a 7500 euri, la perdita della patria podestà e il non potersi iscrivere a scuola anche se la costituzione dice che esiste il diritto allo studio. i l tutto poi è incostituzionale e viola il codice di norimberga, lo stato è nazista in pratica.

    • Caio Giulio

      Altro che gas, questi sono più raffinati, tra mercurio ed alluminio e magari nanotecnologie già che ci siamo.

      • marcoferro

        molti si chiedono perche fare il trivalente per esempio? non e mai stata testata realmente la sua efficacia. ricordi che una volta ti ho detto che il vaccino non è un farmaco e quindi non è necessario il test e fornire dati obbligatori sulla sua efficacia. ed inoltre senza attaccare direttamente il vaccino in se, è stato fatto il test sul “vettore” ossia il liquido dove si inietta il vaccino e bene conteneva metalli pesanti, come hai detto anche tu mercurio che modifica il dna e trasmette le modificazione anche al feto e l’allumino che è un veleno per cervello umano…etc–

        • Caio Giulio

          La nanotecnologie ormai sono più che una realtà,questi ormai spendono miliardi per modificare il DNA e quindi vi consiglio di non farvi mai iniettare nulla, detto tra noi,..figuriamoci un bambino.

          • marcoferro

            il problema nasce adesso con questo governicchio ridicolo e pure criminale che si arroga il diritto di decidere sulla salute. quando il diritto appartiene solo alla singola persona, io decido cosa prendere o se prenderlo. un ministro della sanità che ha la sfacciataggine di ergersi a paladina dei vaccini senza avere alcun titolo o merito visto che ha un diploma di merda delle magistrali.
            il dissenso è stato eliminato, nelle notizie non si ascolta o non si da voce a qualcuno fuori dal coro. le associazione sicuramente agiranno a strasburgo e vinceranno ma potrebbero passare anni e nel frattempo c’è la paura che porteranno una generazione di popolazione italiana ad essere handicappata o quando va bene con blande forme di ritardo mentale, mentre i negri importati saranno forti e sani..sono pericoli anche perche l’italia sempre grazie ai nostri servi al potere è stata scelta proprio per questo grande esperimento dei vaccini ed era previsto negli usa con l’obamacare che trump ha cancellato.

          • Caio Giulio

            Solo quegli stronzi di californiani, se non sbaglio, vogliono passare una legge simile ma mi pare che non ci siano riusciti, per quanto sinistrati siano. Come sempre noi siamo all’avanguardia del peggio, ma non credo che il decreto alla fine passerà alle camere.

          • maboba

            Questa è u’n emergenza che dovrebbe essere discussa seriamente. Quando ero bambino, purtroppo molto tempo fa (anni cinquanta), nessuno né alle elementari, né alle medie soffriva di allergie e parlo di migliaia di bambini. Oggi è una “strage”, così come il morbo di Khron (colite ulcerosa) allora sconosciuto anche dai medici condotti di allora se non sui libri e che oggi invece colpisce con frequenza anche giovani di vent’anni. Tutti fenomeni probabilmente collegati al contatto sin dai primi giorni di vita con migliaia di sostanze chimiche estranee (aliene) all’ambiente naturale. Sono “effetti collaterali” della tecnologia che da una parte ci rende più semplice la vita (anche se non sempre), e dall’altra …. In tutte le cose di questo mondo la negatività fa sempre capolino disturbando i luminosi propositi dei tecnocrati che spesso si credono onniscenti.

          • silvia

            Hanno sostituito la religione con la scienza, cosi quelli che prima cercavano certezze dai preti le hanno cercate dai medici, passando dalla padella alla brace.

          • Gianox

            Almeno vaccineranno anche i bambini degli immigrati.
            Forse corrono più pericoli questi ultimi di prendersi qualcosa di brutto che i bambini italiani.
            Però vorrei ricordare che gira voce che il figlio più piccolo di Trump, Barron, sia affltto da una leggera forma di autismo dovuta ad una vaccinazione. I casi di autismo in America sono pesantemente in aumento, e già qualcuno li mette in relazione con la vaccinazione. In realtà è proprio una brutta cosa questa. Pura malvagità.

          • marcoferro

            uno ogni 7 minuti è diagnosticato. comunque per le risorse che arrivano qui nessuno si vaccinerà. l’obbligo hanno detto è fino a 16 anni…

          • ws

            come mi immaginavo;… dal doversi vaccinare per chi da qui andava in affrica al doversi vaccinare noi tutti perché l’ affrica viene qui

    • Gianox

      Ciò che sconcerta non è l’obbligatorietà in sé della vaccinazione. Nella maggior parte dei paesi europei le vaccinazioni non sono obbligatorie, in alcuni però si.
      Ma in nessuno si è obbligati a fare ben 12 vaccinazioni. E soprattutto da nessuna parte ti minacciano di portare via i bambini se non gli fai fare le vaccinazioni.
      Questo è assurdo, che vi sia una tale sproporzione nelle punizioni. Questo decreto non ha certo l’obiettivo di pensare alla salute pubblica, visto che non c’è alcuna emergenza. L’hanno fatto per punire il dissenso, devo immaginare. Perché altrimenti devo pensare che l’abbiamo fatto proprio per far star male i bambini italiani.
      Questa è proprio malvagità, nel primo caso grave, nel secondo atroce.

      • marcoferro

        ti ricordi poggiolini ? mi sembra che sia stato lui a dire che il ministro per la sanità in italia viene scelto dalle case farmaceutiche. inoltre vaccininare obbligatoriamente tutti i bambini è un regalo alla multinazionali farmaceutiche. comunque ti allego questo interessante articolo o video se preferisci di paolo messora http://www.byoblu.com/post/2017/05/19/decreto-vaccini-il-commento-che-sui-giornali-non-leggerete-mai.aspx

        • cipperimerlo

          Claudio Messora

      • hurom

        io sono un terapista e posso affermare con assoluta certezza, avendone più volte verificato gli effetti , che i vaccini, specie quelli multipli tipo l’atroce esavalente, ( sei tipologie di dna virale + aditivi tossici quali alluminio, mercurio, antibiotici, formaldeide,
        tutti “sparati” direttamente nel torrente sanguigno, bypassando e shoccando ogni barriera e attivazione difensiva )
        ad oggi sono assolutamente certo che il “programma vaccinale” obbligatorio serva realmente e solo per creare uno shock al sistema immunitario e nervoso di una tale portata che poi in futuro saranno soggetti ad ogni sorta di “misteriose” sindromi invalidanti.
        esattamente quello che già sta succedendo.
        il vaccino antiinfluenzale serve a indurre neuro-degenerazione negli anziani ed avviarli più spediti al parkinson/alzheimer.
        i vaccini insieme alle irrorazioni aeree, alle onde elettromagnetiche (haarp, muos, torri cellulari) e precetti alimentari fuorvianti (pochi grassi, poca carne, tante fibre) sono i principali metodi di controllo e riduzione delle masse , ridotte ad un meticciato debole, disturbato psicofisicamente e facilmente controllabile. ordo ab chaos.

        • Gianox

          Sono realmente sconvolto ma purtroppo questo era il mio sospetto.

    • Fabrizio Bertuzzi

      mi interessa conoscere di piu’ sui vaccini obbligatori nel caso i miei figli volessero fare un salto in una scuola italiana, hai qualche link utile?
      valgono solo per iscriversi ad asilo nido e scuola materna?

    • johnny rotten

      É evidente che non si fidano dell’efficacia dei vaccini altrimenti non si preoccuperebbero che gli altri siano vaccinati o meno, sarebbero tranquilli nella convinzione della propria immunità, ma la storia insegna che chi c’ha il culo rotto vuole che anche gli altri lo abbiano rotto e non se ne sta di essere l’unico.

    • PClaudio

      Mi chiedo se gli snobisti della (presunta) qualifica medica o scientifica non si vergognino neanche un po’ di aver degradato la scienza moderna da sistema basato sulle conoscenze empiriche, verificate tramite un approccio DUBITATIVO al reale, a dogmatismo post-moderno del “consenso scientifico”; a tribalismo della comunità accademica divenuta corporazione al pari dei notai o dei commercialisti (con tutto il rispetto per queste categorie professionali). Mi chiedo se non si vergognino di aver ridotto la scienza moderna a braccio armato ideologico del dispotismo statalista, incarnato da merdacce abissalmente ignoranti come il nostro ministro della Salute. Chissà se personaggioni come Burioni, illustre virologo che di virulento ha anche e soprattutto il cacofonico protagonismo mediatico, si siano mai posti un banale problema di costi-benefici: vale a dire, se il perseguimento dell’immunizzazione di gregge contro una lista burocraticamente definita di patologie infettive e non, valga la concessione allo stato – specie QUESTO stato, incarnato da menti sopraffine come Beatrice Lorenzin – l’imprimatur di somministratore di trattamenti sanitari obbligatori arbitrari, pena la privazione della patria potestà e l’imposizione di sanzioni pari a qualcosa come sei mesi di stipendio del servo della gleba italiota medio (e nel frattempo promuove l’immigrazione di massa da paesi dove è endemica ogni sorta di patologia debellata in Europa ormai da secoli). A me, che pure non sono anti-vaccinista per complottismo o partito preso – tutt’altro – questo pare un PESSIMO affare. Ma a quanto pare non godo dell’illuminazione dei numerosissimi predicatori del pensiero unico scientificamente corretto, quelli che se “non sei del parere della scienza”, ovvero se sollevi dubbi e quesiti legittimi – insomma, se applichi il metodo scientifico – sei un coglione che si informa su internet e sui social media, un minus habens che crede a rettiliani e scie chimiche. Io prego (eufemisticamente parlando) che il livello umano e intellettuale della classe scientifica non sia quello di Burioni e dei suoi tanti, tronfi emuli da tastiera. Quelli che hanno dato gli esami di statistica 1 e 2 all’università, e li usano come corazza per la loro ottusa arroganza di mezze seghe della mezza cultura con cui si atteggiano orgogliosamente a esegeti dell’autoritarismo mascherato da illuminismo scientifico.

      • marcoferro

        la rabbia è tanta e sta montando, spero che questi sciacalli al governo facciano un passo indietro, già tanti hanno detto che il decreto è incostituzionale e viola anche il codice di norimberga, quindi speriamo e allo stesso tempo le varie associazioni facciano pressione.

    • Luciano

      Ho 4 figli, di 9, 6, 4 e 2 anni. Ho cominciato ad informarmi sui vaccini poco prima della nascita del primo figlio nel 2007. Solo la prima “ha subito” i vaccini, ma a modo mio e non come consigliano. Il consiglio è di vaccinarli entro il terzo mese di vita e di farli tutti insieme, esavelante e antimeningococco… per non farti tornare più volte. E’ stata vaccinata dopo il 9 mese; prima l’esavalente e poi dopo un mese l’antimeningococco. Fortunatamente, a parte un po’ di febbre, non è successo niente. Intanto continuavo a fare ricerche ed informarmi, più mi informavo più i miei dubbi sui vaccini aumentavano. Con gli altri figli niente vaccini (sarà un caso, ma si sono ammalati meno della grande che tuttavia col tempo sta ridiventando più resistente all’influenza… lo vedo dal fatto che negli ultimi tre anni nessuno ha assunto antibiotici). Per cui niente richiami e niente più vaccini. Invitato a comparire dal responsabile delle vaccinazioni dell’asl, ho sempre risposto per iscritto motivando il mio rifiuto a far vaccinare i bambini, finchè un giorno mi son deciso ad andare di persona (questo circa tre anni fa).
      Il medico dell’asl mi ha fatto tutto un discorso…. e io l’ho lasciato parlare. Alla fine del discorso voleva farmi firmare un documento nel quale avrei dovuto dare il mio consenso alle vaccinazioni dopo quella chiaccherata.
      Al mio rifiuto di firmare, ho risposto così al suo perchè:….”preferisco correre il rischio che si possano ammalare di qualcosa, piuttosto che correre il rischio che possano subire qualche danno permanente a causa dei vaccini”. Fine del discorso e fine delle lettere da parte dell’asl.
      Purtroppo il figlio di un mio vicino di casa non è stato così fortunato con i vaccini…. Una sera di circa 4 anni fa mi chiama mia moglie raccontandomi che aveva appena finito una conversazione al telefono con la nonna di questo bambino, (sua amica), che aveva appena tre mesi… raccontandomi che era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale pediatrico con gravi convulsioni…. al che ho chiesto ma ha fatto i vaccini? La mattina aveva fatto la prima dose di tutti i vaccini…. Il bambino ha fatto più di un mese di ospedale tra la vita e la morte…. ma da allora ha sempre con se la macchinetta per l’ossigeno.

      PS. Questo è il link di un documento “confidenziale” della Glaxo dove si parla di “possibili” correlazioni tra vaccino esavalente ed autismo:
      http://www.informasalus.it/it/data/allegati_docsc/2738.pdf

      http://www.lastampa.it/2017/05/14/italia/cronache/sostanze-non-segnalate-nel-vaccino-esavalente-indaga-la-procura-di-torino-jAUq852YWyyHLWOPoxvEVO/pagina.html

      • marcoferro

        tu hai fatto bene ti appoggio, anche io sono padre e vivo in costarica, qui ci sono dei vaccini obbligatori ma sono poca cosa. comunque parlano i numeri, ho letto alcuni siti americani e secondo i dati un bambino ogni 7 minuti gli viene diagnosticato l’autismo. il vaccino non è considerato farmaco per questo è facile approvarlo subito e non deve fare tutto l’iter burocratico se fosse un farmaco. ma aldilà del vaccino, su report forse lo hai visto fecero una analisi dei 27 tipi di vaccini, anzi non il vaccino ma il VETTORE che sarebbe il liquido dove viene messo il vaccino per iniettarlo. ebbene era “sporco” con particelle di metalli pesanti come alluminio, mercurio, etc…la domanda che fari al nostro ministro capra con il diploma delle magistrali sarebbe questa : perche questo liquido e sporco e contiene mercurio e allumino pericolosissimo per la salute ? speriamo che le associazioni insorgano e si facciano sentire perche queste cosa è incostituzionale e viola il codice di norimberga, che sarebbe quella cosa che tu dovevi firmare, il consenso. senza quello lo stato è nazista.
        ultima cosa per non annoiarti, io quando era bambino metà -fine anni 70′ le malattie me lo sono beccate tutte rosolia, morbillo, una cosa che si chiamava la quinta malattia. se c’era nel quartiere un bambino con una malattia nuova mia mamma mi mandava a giocare li per prendermi la malattia anche io….saluti

        • Luciano

          ….”io quando era bambino metà -fine anni 70′ le malattie me lo sono beccate tutte rosolia, morbillo”…. esatto, uguale per me. Addirittura era il medico di famiglia (quello di una volta), che consigliava di far prendere il contagio da piccoli, per evitare di poterle prendere da grandi.
          Saluti Marco

          • marcoferro

            però nonostante mi avessi pasato il tempo con tre orecchioni e una varicella, queste malattie non le ho prese. la varicella mi venne a 19 anni strano. gli orecchioni niente e da grandi sono pericolosi si diventa sterili ma onestamente al momento mi farebbero quasi un favore….
            per esempio adesso quando vado all’ambulatorio ogni 4 mesi per farmi prescrivere le medicine per la pressione l’infermiera tutte le volte mi dice: vuole farsi il vaccino contro il tetano ? puntualmente le dico no. primo perche , le spiego io a lei, il tetano non è infettivo, non si trasmette, non sta nell’aria. ma lo si prende solo quando si finisce contro qualcosa di arrugginito ed entra nel sangue, oppure ti morde un cane e roba simile….non lo faccio e vado via non è obbligatorio. saluti..

  • Friendly Cynic

    I due blocchi inamovibili sulla strada verso il “governo mondiale” si chiamano Russia e Cina che il mondo possono distruggerlo se messe con le spalle al muro.

    • ufo

      non solo loro , le coscienze si stanno svegliando e molte persone rispetto a soli 4 o 5 anni fà sono consapevoli di quello che sta accadendo. Soros ,Rothschild e soci non sono più degli sconosciuti miliardari ,15 anni fa quando in ogni occasione possibile parlavo e informavo (per quello che le mie conoscenze mi permettevano) dei disegni del NWO trovavo menti chiuse e la totale ignoranza ,sembrava che raccontassi favole, adesso oltre che aver convinto molti , trovo sempre più spesso persone che sanno e si preparano al peggio. Il gregge marcia ancora verso il baratro ma non è più compatto come qualche anno fà.

      • silvia

        Consapevoli?Sei sicuro di questo?Tollerare manifestazioni pro immigrati , dico solo tollerarle, non e’ certo segno di consapevolezza…..i consapevoli di fronte a questa violenza ideologica bruciano di rabbia, credimi, fa male,non si puo’ sopportare…….

        • ufo

          Come dicevo il gregge è sempre in marcia verso il baratro ,ma si assottiglia , tra un paio di anni arriverà il peggio e i consapevoli che conosco io si stanno e si sono armati ( visto la vendita di armi in italia ?) .Quello che a te sembra una tolleranza passiva non è altro che un prepararsi all’inevitabile , farsi trovare pronti quando verrà il momento. La rabbia è molta e diffusa , ma da sola non basta.

          • silvia

            Sono Silvia2: la gente ha solo bisogno di un incoraggiamento, nel vero senso della parola, tanti capiscono ma sono scoraggiati e confusi. Ma metti ad esempio che le truppe di usrael becchino anche mezza batosta dai Russi in Siria …non scoppiera’ la 3 guerra mondiale ma tanti in Europa cominceranno a credere che “lorsignori” si possano sconfiggere 😉

          • silvia

            C’e solo da sperare come dici tu che i consapevoli raggiungano la Massa Critica. Personalmente sono pessimista per diversi motivi tra cui il fatto che rovesciare il tavolo di solito lo fanno i giovani dotati di forza bruta ma purtroppo un’intera generazione e’ stata fottuta con il brainwashing voluto dal marxismo culturale obamiano e clintoniano (naturalmente a loro volta manovrati da Soros & co.). Una generazione intera e’ stata sacrificata in otto anni di indottrinamenti universitari affinche’ ,come robottini telecomandati andassero a votare per Hillary…..ma stavolta il giochetto a Soros non e’ riuscito poiche’ i robottini sono sganciati dalla realta’ e andare a votare e’ un atto reale in cui bisogna alzare il culo per davvero , uscire e andare al seggio , cosa che i robottini millennials non hanno fatto……e’ intervenuto un difetto di fabbrica e il meccanismo si e’ inceppato…..questa generazione di millennials adesso e’ destinata al cesso poiche’ non piu’ utilizzabile e mentalmente compromessa, e’ solo un peso per i padroni…….cercheranno di inventarsi qualcos’altro….

          • valentino

            Votare con lo smartphone

          • silvia

            che gran cagata….ma per i padroni e’ un’idea: non dirlo piu’….

          • valentino

            Non è mia l’idea ci stanno lavorando da tempo, certo non siamo ancora al voto vero e proprio ma la direzione è quella http://www.lastampa.it/2016/11/06/tecnologia/news/lo-smartphone-per-spingere-i-giovani-americani-a-votare-vu3LFv5ffB9oNDFkzCA8PM/pagina.html

          • silvia

            La realta’ e’ peggiore del peggiore pessimismo.

          • nathan

            “Quello che a te sembra una tolleranza passiva non è altro che un prepararsi all’inevitabile , farsi trovare pronti quando verrà il momento.”

            Pronti a piagnucolare allo Stato, quello è matematico.

          • ufo

            Sto parlando di gente che non credono più nello stato attuale, non si piangono addosso ne vanno a piagniucolare da chi difende questo sistema, credono semplicemente che le uniche possibilità che hanno/abbiamo siano riposte nelle nostre uniche forze e nel sapersi organizzare per quando sarà il momento .

          • nathan

            Quanto ottimismo..

          • ufo

            é il contrario , mi organizzo perchè sono molto pessimista.

          • silvia

            Guardati attorno…..onestamente quante persone conosci disposte e in grado di scendere in strada rischiando la vita in caso di mattanza finale?

          • ufo

            Ne riparliamo tra un paio di anni , quando le “risorse ” aumenteranno e gli italiani impoveriti e fatti fallire da questo stato non avranno alternativa.Comunque che tu scenda in strada o che tu resti chiusa in casa avrai sempre bisogno di organizzare bene il tuo futuro , che sia qui o altrove .

          • Winston Smith

            Adesso no…. ma toglili il calcio alla TV, il Tablet, lo smartphone, la WiFi e mettili in seria difficoltà ad accordare pranzo e cena.

          • Alessandro Federighi

            Concordo. Il momento si avvicina. Ne sono certo.

        • Winston Smith

          E cosa avremmo dovuto fare in concreto ?

          • silvia

            Manifestare contro, manifestare il dissenso in qualsiasi maniera si possa fare, essere provocatori, a costo di rasentare l’arresto,e soprattutto parlare, urlare le proprie idee contrarie….cosi’ quando riprendevano il corteo pro immigrati sarebbero stati costretti a riprendere anche i protesters: gli si sarebbero rovinate le riprese.

          • Winston Smith

            Sì, hai ragione e probabilmente tutti noi (io per primo) dobbiamo ammettere la nostra pavidità !!!!
            Ma considera una cosa:
            -) Loro che si trovano dalla parte giusta non rischiano nulla, al max. se c’è qualche lavoro sporco da fare, hanno sempre la manovalanza di quei teppisti criminali dei centri sociali.
            -) Noi, dalla parte sbagliata, abbiamo una famiglia, probabilmente molti di noi hanno anche dei figli, svolgiamo una professione…. siamo dei tengo famiglia (e ti concedo anche il senso più dispregiativo del termine); ma poi con cosa manteniamo i nostri figli se a causa del nostro comportamento non politicamente corretto perdiamo il lavoro ? Oramai per mantenere un solo figlio è necessario il lavoro di entrambi i genitori, con cosa gli do da mangiare se, per una parola di troppo (con tanti saluti alla tutela del diritto di opinione ed espressione) vengo sanzionato dell’equivalente di 6/7 mesi di stipendio ?
            Cosa gli dico a mia moglie poi ?
            Non posso certo andare a fare il profugo, right ?

          • silvia

            Il discorso e’ lungo e controverso. Ognuno ha dei core values per i quali e’ disposto a combattere e sacrificare anche la propria vita. Dipende cosa metti in cima alla classifica dei tuoi valori.
            La paura appunto blocca l’azione.Oggi abbiamo paura di perdere quello che abbiamo conquistato, ma se fai una riflessione profonda capirai che nella direzione in cui ci spingono perderai comunque tutto quando magari sarai troppo anziano per poter ricominciare e affogherai nei rimpianti.
            Non avere paura,questo posso suggerirti…..
            Io purtroppo ho in cima ai miei valori la mia liberta’,che e’ la cosa piu’ costosa da ottenere in termini morali e materiali.
            E in nome dei miei principi libertari mi sono piu’ volte messa di traverso al sistema, brutalmente ho lottato con tutte le mie forze, anche io ho famiglia , avevo un lavoro ben pagato statale, ho case , e tutto cio’ che ho costruito col mio duro lavoro….ho perso tutto, ma ho riconquistato tutto.
            Alla fine ho lasciato l’Italia perche’ ho capito che le mie energie sarebbero state meglio spese in un paese degno di questo nome.
            Ma soprattutto l’ho fatto per mia figlia, perche’ essendo una persona meritevole in gamba e purtroppo anche molto fiera, avrebbe passato molti piu’ guai in Italia di quelli che ho passato io.
            I miei problemi incominciano sempre nel momento in cui mi chiedono di mettermi in ginocchio….ho proprio grossi problemi a genuflettermi e allora ingaggio battaglie interminabili.
            Per fortuna in Inghilterra le cose sono diverse e vivo piu’ serenamente.
            Ora mi divido tra Londra e l’Indonesia dove ho attivita’ e sara’ il luogo del mio ritiro.
            Quindi non avere paura, la tua famiglia capira’,e sara’ fiera di te se ti vedra’ combattere da uomo e non vivere come un codardo.
            Mi sembra che sei ingegnere quindi vuol dire che hai un ottimo lavoro per le mani utilizzabile ovunque nel mondo….vai tranquillo.

          • Winston Smith

            Oramai, giunto alla soglia della mezza età credo sia opportuno stilare un bilancio, seppur parziale; ti confesso che già durante il tempo dell’università intuii quale letamaio si stava avviamdo a divenire l’italia e la UE, ma non ho mai voluto credere appieno a queste mie considerazioni e concretamente non feci nulla per lasciare questa gabbia di matti, e sai il perché?
            Per la semplice ragione che non ho mai voluto rischiare, sicuramente conscio delle mie limitatissime (in)capacità ed l’ancora più scarso coraggio…. a differenza di mio fratello, riconosco di essere sempre stata la classica mezza clazetta (forse più 1/4 che 1/2)) e come non ho combinato nulla di buono qua, ancora meno avrei fatto all’estero.
            Ora credimi, con quasi 50 anni alle spalle, un modesto impiego di insegnante e progettista di schede elettroniche, una moglie anche essa insegnante (e che amo alla follia), entrambi con pochissimi soldi da parte, nonostante il ‘Mortadella’ sosteneva che con l’avvento dell’€ l’acqua dei fiumi sarebbe stata sostituita con latte e miele, dove vuoi che vada ?
            Aspetterò mestamente la fine, sto imparando a maneggiare le armi da fuoco al poligono e divertendomi a giocare con l’oscilloscopio nella cantina che ho allestito amlaboratorio oppure leggendo qualche buon libro; visto e considerato che da sempre reputo l’elettronica e la cultura alternative decisamente molto più intelligenti della droga.
            Lottare contro il sistema ?
            Perché da una diecina di giorno a questa parte, ho cambiato il nick in Winston Smith ?
            Perché come Winston Smith lotto contro l’establishement unicamente comportandomi come uno degli ‘ultimi uomini sulla terra’, rifiutando di bermi le menzogne che leggo sui giornali o sento alla TV (alle quali invece mia moglie crede), e cercando la compagnia di altre ‘persone libere’ in questo blog.
            Tutto qui, fino al momento in cui non verranno a prendermi per la ‘Stanza 101’; ma qui li fregherò: basta un attimo per inghiottire qualche compressa di KCN che ho già sintetizzato (e testato) sfruttando le mie conoscenze di chimica jnorganica.
            Almemo avrò la soddisfazione di essere stato un ‘uomo libero’ fino all’ultimissimo momento e di non morire amando il Grande Fratello.

      • paolosenzabandiere

        Vorrei crederti ma amo troppo la aerità qualunque essa sia per illudermi. Io l’unica consapevolezza che ho è che siamo degli splendidi culi di pietra. Se scendessimo in piazza altro che i 20mila reali di Milano ma preferiamo scrivere piuttosto che fare e o non ho mai visto la rivoluzione dei culi di pietra.

        Siamo così ridicolmente edonisti ( leggi *oglionisti), così pieni di noi che non riusciamo a mettere nemmeno un like ad un articolo che è clamoroso. su 120 post di risposta solo due mi piace. Patetici, siamo rivoluzionari da salotto. Poi magari tra qualche anno, come dici più sotto, incominceremmo a muoverci….

  • Lila
    • Il Cercatore

      What the world needs now is love sweet love 😉

  • Lila
  • Giovanni Netto

    ma sta arrivando colui (o coloro) che metterenno ordine al caos..

    in Siria (fonte ultima ora) i soldati russi delle forze speciali d’attacco saranno in prima linea nelle battaglie intorno Al-Sweida lungo il confine con la Giordania

    https://www.almasdarnews.com/article/russian-forces-arrive-southern-syria/

    a fine maggio sono previste manovre militari RUSSE al largo della Libia con relativo lancio di missili Kalibr

    http://reseauinternational.net/la-russie-testera-ses-missiles-de-croisiere-au-large-de-la-libye/

    avviso ai mangiaspazzatura: siate consapevoli; siate preparati…. https://uploads.disquscdn.com/images/6f1cf38f6faae6da00b225364af54e07ef42f54688c636ef4b03ab15efdb60f9.jpg

    • fnatile

      Caro Giovanni, i tuoi commenti mettono sempre il buonumore!

    • Giovanni Netto

      se qualcuno pensasse che stamattina mi sia svegliato male prima di scrivere il mio commento aggiungo questa foto: c’è un tizio – armadio 3 ante – con l’uniforme russa e con i gradi da ufficiale che sta facendo un selfie con due soldati siriani ; foto scattata vicino alla base di Al-seen 90 km ed est di Damasco: coordinate 33°41’19″N 37°13’4″E

      1) o è un burlone che ha sbagliato la tempistica del carnevale
      2) o è disinformazione
      3) o è veramente un ufficiale russo e allora son ca@@i amari per amici del Fake Siryan Army

      https://uploads.disquscdn.com/images/da161f7a75b0f83f5217f7031ba6bab3b930c0040ba6c2b79992099a60644da0.jpg

    • winston-universe

      Sistema micidiale e molto preciso, insieme allo Smerch.
      Sè non mi sbaglio i 2 sistemi furono usati anche in Ucraina con risultati molto buoni per i difensonri e devastanti per gli attacanti.
      Una salva del TOS-1 annienta tutto dove cadono per 400m x 200m.
      Ancora più micidiale lo Smerch ovuque cade lascia terra bruciata per 1km x 1km.

      • Giovanni Netto

        sono due cose completamete differenti:
        il buratino è un arma diciamo di supporto truppe diretto infatti ha una gittata massima di più o meno 6 (sei) km.
        lo smerch è un arma devastante che serve a colpire in profondità (difatti ha una gittata minima di 15 e un a massima di 90 (novanta km).

        il Tos-1 generalmente viene generalmente carica con missili a testata termobarica mentre lo Smerch lanccia missili con molteplici tipologie di testate (tra cui la termobarica)

        https://www.youtube.com/watch?v=tvntHazo6hE

        https://www.youtube.com/watch?v=fYnBmxjfld4

    • gianni

      Spero sia tutto vero e grazie per le informazioni

    • GianAntonio

      Infatti.. anch’io sono convinto che (ancora una volta) se ne usciremo, sarà solo grazie alla Russia.

    • ENRICO

      Impressionante!

    • Alessandro Federighi

      Il caos come strategia.
      Bisogna essere matti e paranoici x arrivare a tanto

    • Winston Smith

      Ancora non ho trovato questa notizia in RT (magari mi è sfuggita).

  • ufo

    Le mandrie impazziranno e loro non riusciranno a controllare il caos che hanno creato, guerre civili in francia e in italia spazzeranno via politici e poteri forti che hanno venduto i propri popoli e sarà l’inizio della fine per il NWO.

  • AndreAX
    • nathan

      Visto e considerato come tanti vedono la realtà appena si svegliano, tra Kalergi, gli alieni ed i piani del Dottor Male, è più adatta questa gag introduttiva

      https://youtu.be/ZcSSpw7t044

      • AndreAX

        Effettivamente ognuno ha la sua personale palingenesi in questi confusi e matti tempi.

        • Alessandro Federighi

          Tempi folli ci aspettano

  • valentino

    Alchimisti in azione, ora siamo nella fase “Solve” a cui seguirà la fase “Coagula”

  • silvia

    Blondet e’ sempre diversi gradini piu’ in alto.
    il fine ultimo infatti non e’ il capitalismo come si crede, ma il potere di pochi (sempre i soliti) che hanno capito che per governare le masse planetarie bisogna privare gli individui e i popoli di qualsiasi forma identitaria, concedendo solo alle pecore (mi scuso con le pecore ma dovrei cominciare ad usare termini meno gentili) di riorganizzarsi in gruppi identitari fake (come per esempio i 79 genders attuali).
    Personalmente ho avuto modo di osservare da vicino il modus operandi ebreo/sionista. Loro la loro identita’ di popolo ce l’hanno eccome, come hanno muri frontiere e uno schieramento rigido millenario di valori costanti nel tempo…..fatevi domande.

    • paolinks

      che il fine ultimo non fosse il capitalismo solo i gonzi ancora non l’hanno capito

      i padri del capitalismo ammettevano ogni genere di liberta’ tranne una, la creazione e il mantenimento di monopoli

      questi signori qui ( tramite varie megafusioni, controllo politico dell’economia, abuso del sistema delle concessioni pubbliche ) hanno creato giganteschi monopoli

      e’ lapalissiano che siano nemici del capitalismo, ma ne usano il nome per fingersi buoni e giusti, perche’ ( da quasi 100 anni di propaganda da loro abilmente orchestrata ) hanno dipinto il capitalismo come nemico del comunismo/dittatura e quindi strumento di liberta’

      e oggettivamente lo e’, ma non certo nella declinazione che loro ci stanno imponendo

      • Winston Smith

        Mi sembra una tipica declinazione in stile marxista…

        • Alessandro Federighi

          Marxista-Leninista

          • Winston Smith

            Sono un ingegnere,non un filosofo ed ho sempre ritenuto questa materia decisamente più ostica ed astratta dell’analisi di Fourier (che almeno ne vedo le applicazioni pratiche nel progetto di sistemi elettronici…).
            In ogni modo una piccola idea me la sono fatta: il marxismo ha subito diverse evoluzioni e varianti, durante questi quasi due secoli di vita (curioso per una corrente filosofica che pretendeva di porre termine alla ridda infinita di tesi/antitesi—>sintesi)…. e quella sovietica ne ha rappresentato una forma che probabilmente è sfociata in una specie di degenerazione.
            L’evoluzione attuale, rappresenta probabilmente una sintesi di tutte le precedenti esperienze marxiste, attaccando pesantemente l’intera civiltà occidentale; e proprio questo la rende la più
            pericolosa di tutte le precedenti.
            Sia maledetto MARX, e tutti i suoi seguaci, per l’eternità!!!!

    • paolosenzabandiere

      Comandare da soli tutto il gregge di pecore? Pensa se gli va male…

      • silvia

        E cosa mai gli potrebbe accadere perdendo il controllo delle pecore?un grosso belato li seppellira???

        • paolosenzabandiere

          Credo di aver fatto delle critiche serie ai nostri comportamenti., anche in questo bell’articolo. Essere maggioranza ed essere incapaci di farne buon uso è cosa grave ma la storia ci insegna che crollano gli imperi e quindi in situazioni esplosive tutto può accadere.

          • hurom

            gli imperi CROLLAVANO.
            allora non c’era la stampa martellante di regime, la tv spazzatura , i social, l’inquinamento elettromagnetico, i vaccini, le irrorazioni chimiche, gli ogm…

          • paolosenzabandiere

            Io credo al contrario di riconoscere i limiti dell’attuale situazione, solo come non eccedo in facili entusiasmi non voglio eccedere in tutto è perduto e per sempre. Gli imperi sono crollati malgrado crocefiggessero, tagliassero teste, torturassero. Vero non c’erano giornali e televisone ma i popoli si rincoglionivano sempre con giochi e altro. Poi oggi c’è internet. In Italia ha creato per ora falsi rivoluzionari ma mai dire mai.

        • GianAntonio

          Infatti ormai la mia unica speranza è riposta nella Russia..

    • Winston Smith

      Silvia, ma tu sei credente ?

      • silvia

        Purtroppo no.

        • Winston Smith

          Allora saprai che l’onnipotenza, l’onniscienza e l’infallibilità sono caratteristiche che noi umani abbiamo attribuito al divino…. Feuerbach docet

          • silvia

            Nessuno e’ infallibile. Compreso Dio ,se esiste….ha fatto parecchi errori e ne continua a fare.La vita poi e’ tutto un metterci una pezza a colori.

          • Winston Smith

            Infatti, nessuno è infallibile; tanto meno loro.

      • Alessandro Federighi

        Cosa cambia?

        • Winston Smith

          Se fosse stata credente, avrebbe dovuto sapere che l’unica entità infallibile ed Onnipotente è l’Altissimo.

  • hurom

    https://www.youtube.com/f5b1f693-0d5d-431b-b2d3-99c124e887a2
    distillato di verità by george carlin (in inglese)

    • GianAntonio

      Non ci resta che sperare nella Russia.. (se non fanno fuori Putin)

      • Winston Smith

        Come ognuno di noi, anche Putin è un essere mortale e potrebbe tranquillamente ammalarsi e morire in tre mesi, come purtroppo è recentemente capitato ad un mio coetaneo…..
        Ma allora sarebbe veramente la fine per l’intera civiltà occidentale; non mi fido per nulla di quel deficiente di Ziuganov o quel cialtrone di Zhirinovsky: entranbi con la loro somma idiozia non aspetterebbero un momento a reagire alle continue provocazioni occidentali e condurre l’Armata Rossa al masacro…… o forse entrambi premerebbero immediatamente il famoso ‘pulsante’; anche se d’altra parte finirà così in ogni modo.

  • nathan

    Siamo troppi, prima lo capite, meglio sarà.

    • gianni

      Infatti si stanno dando da fare con la geoingegneria , oggi in Piemonte hanno reso il cielo bianco a furia di spruzzare veleni

  • Friendly Cynic

    Nel frattempo i padroni dell’occidente espongono il piano ventennale per ristabilire il proprio controllo sull’informazione ed il dibattito pubblico, compromesso da Internet:

    http://www.corriere.it/tecnologia/17_maggio_21/confessione-fondatore-twitter-internet-non-funziona-piu-scusateci-donald-trump-0a58775a-3ddc-11e7-b817-1edf273dd83b.shtml?refresh_ce-cp

    Gli sforzi dei giganti del web per sistemare quel che sembra un «errore di sistema» sono sempre di più: le modifiche di Google ai suoi algoritmi e la maggiore capacità di segnalare esiti inappropriati di ricerche; l’assunzione, da parte di Facebook, di migliaia di persone che monitorino in tempo reale i contenuti posti online da quasi due miliardi di esseri umani. «Credo che riusciremo a sistemare questa situazione», dice Williams, concludendo i suoi ragionamenti. «Ma il lavoro è appena cominciato. Vent’anni non sono un periodo troppo lungo, per modificare i meccanismi di funzionamento della società».

    • gianni

      Ormai chi si è svegliato e ha capito l’ inganno non lo controllano più

  • paolosenzabandiere

    A PROPOSITO DI CAOS.

    Caro direttore nella manifestazione dei 20 mila, risorse comprese, mi è parso di intravedere un famoso parlamentare piddino di religione ebraica, uno a caso con pancetta e occhiali al seguito. La cosa mi ha particolarmente stupito. Non conosco cosa pensa di Israele il Sig. in questione ma so benissimo che Israele le risorse clandestine non le respinge, gli spara proprio. Ha costruito muri su muri e più che accogliere, con la sua politica mediorientale, ha contribuito a devastare Iran, Siria e Libia. Non riesco a capire come costoro possano difendere l’arrocco di Israele e poi marcino per chiedere a paesi come l’Italia di farsi carico di coloro che scappano da una guerra “coltivata” dagli stessi israeliani?

    Cosa deve essere la politica per certe persone? Là ci si difende dal caos da loro stessi provocato e qui lo si reclama?

    • GianAntonio

      Speriamo che la Russia (di Putin), ancora una volta, ci salvi e ci tiri fuori dalla m…a in cui ci hanno conficcato le elite mondialiste…

      Come successo nel ’39 – ’45…. ormai l’unica speranza rimane nella Russia…

      • Carlo Robotti

        Non verrà nessuno a salvarci, su questo posso scommettere quello che volete.
        Di sicuro possimo ancora scrivere qui e respirare (se abili al lavoro forzato) SOLO grazie alla presenza di Russia e Cina (e pochi amici vari)

        • Alessandro Federighi

          Credo anche che nessuno muoverà foglia x noi

      • Winston Smith

        La Russia di Putin ci salvi…. e come pensi possa avvenire concretamente ?
        PS: non è affatto una domanda retorica.

    • Carlo Robotti

      “Per risolvere un problema occorre prima crearlo”. H. Kissinger

  • GianAntonio

    Direttore, se mi volevi far venire i brividi, e far finire male il weekend, ci sei proprio riuscito.

    Complimenti.

  • winston-universe

    Impressionante ignoranza americana. Se vede proprio che gli americani non sanno assolutamente nulla del mondo fuori le frontiere degli USA.

    L’ultima copertina del Time dimostra la casa bianca e la cattedrale di san Basilio di mosca, per far capire che il cremlino stia occupando la casa bianca. Solamente che c’è una grande differenza tra cremlino e cattedrale di san Basilio. La cattedrale di san Basilio ha nulla a che fare con il cremlino.
    Ancora più ridicolo un articolo di CNN con il titolo: ” White House overtaken by Russian onion domes on new Time cover” la casa bianca viene occupata da minaretti russi.
    Sembra che non conoscono la differenza tra una chiesa ortodossa russa un minaretto musulmano e il cremlino :-)))))))))))))))))))))))

    No, se continuano così non ci sarà nessun ORDO AB CHAO, ma una perdita di potere per deficienza mastrodontica. Purtroppo gli individui deficienti sono i più pericolosi. Se questi sono i strateghi americani, buona notte US. Qui siamo a livelli italiani o ancora peggio.

    http://edition.cnn.com/2017/05/18/politics/white-house-russia-time-cover/

    • nemo_propheta_in_patria

      Onion dome non significa minareto https://en.wikipedia.org/wiki/Onion_dome

      • winston-universe

        L’hanno già corretto, sostituendo minareto con onion dome.

    • Alessandro Federighi

      “gli americani non sanno assolutamente nulla del mondo fuori le frontiere degli USA.”

      Infatti i loro tg non parlano che di cose interne

      • Winston Smith

        Ma cosa vuoi pretendere da dei vaccari arricchiti….

  • ENRICO

    Terrificante,ma tutto corrispondente ai fatti reali.

    • Alessandro Federighi

      Purtroppo

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi