Non dite a Renzi che nella Silicon Valley cui si ispira, la gente dorme in macchina. E Obama…

Di Mauro Bottarelli , il - 45 commenti


Sfrutto poche righe per porre rimedio a un errore compiuto nell’articolo di questa mattina: i voti presi da Marine Le Pen sono 11 milioni e non 10, in crescita dai 7,6 del primo turno. Chiedo scusa, colpa della fretta. Per farmi perdonare, vi regalo uno strumento di analisi e interpretazione ulteriore del voto, appena pubblicato in un report ad hoc di Deutsche Bank. Eccolo,

ci mostra due cose. Primo, al netto dell’aumento del Front National, negli ultimi 15 anni è stato il calo costante dei candidati dei partiti tradizionali a segnare il passo politico. Secondo, il supporto nel secondo turno a favore di Macron è stato maggiore da parte degli elettori di estrema sinistra che da parte di quelli di centrodestra: per capirci, il bacino di Mélenchon ha contato più di quello di Fillon. Insomma, ai comunisti padroni e banchieri continuano a piacere un sacco, c’è poco da fare. Tanto, come accaduto oggi pomeriggio, dopo il voto si indice una bella manifestazione sindacale contro Macron, con annesse tensioni con la polizia e la coscienza è bella che risciacquata.

E veniamo ora al Macron italiano, quel Matteo Renzi che sempre ieri si è ufficialmente re-insediato a alla guida del PD dopo il trionfale risultato delle primarie. Nel corso dell’assemblea, Matteuccio nostro ha sfoderato il suo repertorio istrionico migliore, saltando – senza apparente vergogna nei confronti della funzionalità delle sinapsi – dai gay in Cecenia alle mamme da sostenere nell’azione di governo al fatto che quanto stava accadendo in Francia lo faceva rosicare. Insomma, mancava la dimostrazione dei coltelli dello chef Toni e il quadro era completo. Ma sentiamo le sue parole: “Ma in cinque mesi molte cose sono cambiate. Dal Venezuela, che qualcuno (il M5s, ndr) considera un modello di democrazia. Occorre non dimenticare quello che è accaduto: la Cecenia, dove si organizzano campi di sterminio di persone colpevoli di avere un diverso orientamento sessuale: il Pd grida vergogna! E a chi parla di flop della legge sui diritti civili, dico che i diritti non si contano come i voti, si difendono. Dobbiamo ripartire con la consapevolezza che il futuro è il nostro campo da gioco”.

Ora, al netto che la questione gay in Cecenia rappresenta davvero un’emergenza mondiale, penso pari all’incidenza dell’alluce valgo tra i ballerini classici di fede atalantina, mi è piaciuto molto il passaggio sul Venezuela: Renzi ha fatto bene a cantargliele chiare ai grillini, la democrazia è cosa seria e argomento su cui non si transige. Peccato che, immediatamente dopo la tirata degna di Amnesty International, si sia scoperto che, d’ora in avanti, Maria Elena Boschi abbia emanato un diktat – attraverso un documento ufficiale – in base al quale ogni atto di governo dovrà avere la sua supervisione e il suo via libera. Magari Maduro eccede un po’ con l’uso delle forze armate ma, diciamolo, anche la Boschi – una che, al pari del suo capo, avrebbe dovuto ritirarsi a vita privata, in caso di sconfitta al referendum – ha un concetto abbastanza muscolare di democrazia.

Ma andiamo avanti. E passiamo alla parte che preferisco, quella dichiaratamente comica dell’intervento in assemblea: “Nessuno metterà in discussione il governo di Paolo Gentiloni. Lo diciamo da cinque mesi, lo diremo fino a fine legislatura. Se questo è chiaro vorrei rafforzarlo: sono contento del lavoro del governo quando mette soldi sulle periferie, sulla povertà. Questo governo non sta facendo opera di discontinuità, ma continua un lavoro che noi abbiamo lasciato a mezzo. E siamo felici quando vediamo 739mila posti di lavoro in più grazie al Jobs Act”. Dunque, al netto che penso Gentiloni abbia già cominciato a inscatolare le sue cose, stile trader licenziato da Lehman Brothers, io davvero non vedo l’ora che Matteo Renzi torni al governo e prenda in mano la politica economica.

Ricorderete che, in febbraio, abbandonò l’Italia come un cervello in fuga e andò a cercare ispirazione nella Silicon Valley, a suo modo di vedere l’esempio, il modello e il paradigma da contrapporre al provincialismo e all’arretratezza italiana in fatto di mercato del lavoro e innovazione. Ecco cosa scriveva in una delle sue e-news d’Oltreoceano, dopo l’incontro con Elon Musk: “Scegliere l’innovazione contro la rendita, insomma. Tema tutt’altro che semplice da declinare concretamente. Ma tema cruciale. Vado a letto che il fuso orario si fa sentire. Ci aggiorniamo domani con il resoconto di altri incontri nella Silicon Valley. Buona giornata!”. Ora, al di là che sentire parlare di lotta alla rendita uno che è stato in piedi, parlamentarmente parlando, grazie ai voti di Denis Verdini e i suoi, fa abbastanza sorridere, per il resto io sono d’accordo: il modello Silicon Valley è quello che Matteo Renzi vuole per l’Italia e, stante la sua precedente esperienza di governo, penso che ce la farà.

Questa grafica

ci mostra la vaghissima bolla immobiliare presente nella zona, tanto che molti cittadini della Bay Area hanno optato per alternative più a buon mercato: nonostante il Nasdaq ai massimi, infatti, molti impiegati del comparto tech vivono in macchina, nei van e nei camper, non potendosi permettere un affitto. Questo video

High rents force some in Silicon Valley to live in vehicles

mostra la realtà che sta dietro la facciata di benessere e successo della Silicon Valley ed è stato curato da Joanne Elgart Jennings per “Newshour Weekend”, non dalla redazione di Russia Today. Va beh, danni collaterali di una storia di successo. Proprio sicuri? Questi due grafici,


relativi ad IPO e venture capital nell’Eldorado tecnologica, ci dicono che le cose non vanno benissimo: lo scorso anno, l’ammontare ottenuto da aziende tech attraverso i collocamenti è stato del 60% in meno rispetto al 2015. Il caso di SNAP, poi, parla chiaro: certi errori valutativi del venture capital, si pagano. Ma Renzi ha ragione, occorre scegliere l’innovazione e non la rendita. Oddio, più che innovazione, diciamo creatività. La specialità della Silicon Valley, infatti, sono i cosiddetti “decacorns”, ovvero unicorn startups valutate decine di miliardi di dollari – come Airbnb, Uber e Palantir – la cui sovra-valutazione è palese agli occhi di tutti ma, come nel caso della bolla dot.com, nessuno pare voler dire che il Re è nudo prima dell’arrivo della bufera. Prendiamo Uber, ad esempio: ha racimolato più di 16 miliardi di dollari ed è valutata più di 69 miliardi, ovvero al di sopra del livello di General Motors e Ford. E sapete con quali perdite? 2,2 miliardi solo nel 2016. Il problema è il seguente: per quanto Uber potrà perpetuare l’inganno di operare come una private company, visto che racimola capitale come una public company ma senza nessuna trasparenza imposta da questo status?

Ma si sa, Matteo Renzi è peggio di Veltroni nei confronti dell’America: tanto che, approfittando della presenza a Milano di Barack Obama per una conferenza sull’alimentazione, il segretario del PD punta a un incontro privato a latere per ottenere qualche trucco e segreto, al fine di ricalcare i successi della ripresa economica obamiana, una volta tornato al governo. Ad esempio, questi


che ci certificano come tra marzo 2010 e aprile 2017, la gran parte dei posti di lavoro creati sia stata nella categoria baristi e camerieri. Parliamo di 2,345 milioni di unità, poco meno del 15% dei posti di lavoro creati in totale nei sette anni. La manifattura? Roba vecchia, occorre innovare. E io sono d’accordo, chi può vivere senza app, oramai. Peccato che, nella mia ignoranza, continui a credere che tra innovazione e bolla speculativa ci sia una bella differenza. Ma suvvia, come scordare questo:


ovvero, l’armageddon del commercio retail in un Paese che ancora basa il 70% del suo Pil sui consumi personali. Tutti con l’e-commerce? Ma Obama parlerà di innovazione alimentare, non di economia a Milano, per questo c’è la fila di gonzi pronti a pagare fino a 850 euro per sentirli: poi i lobotomizzati sarebbero i nordcoreani. E, in effetti, questi grafici


ci mostrano come nessuno meglio di un ex presidente USA possa insegnare al mondo la buona alimentazione. Certo, la moglie Michelle aveva piantato l’orto alla Casa Bianca e dato vita a una campagna contro il junk-food nelle mense scolastiche, quindi le credenziali da conferenziere ci sono tutte. Sapete cosa vi dico, se questa è la logica? Mia madre fa una pasta e fagioli eccezionale, vedo di farmi ingaggiare come relatore a una conferenza sui motori a reazione.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • maggioranza_silenziosa

    Bottarelli, con la chiusura dell’articolo ti sei avvicinato a Longanesi!

  • Gianox

    Quando si parla della distopia di questa finanza, in cui una società come Uber, che non produce un’emerita fava, viene valutata più di GM o Ford, non posso non pensare a questo vecchio articolo di Uriel Fanelli, che ho letto solo di recente:
    http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=270107:il-superstato-canaglia-senza-freni&catid=83:free&Itemid=100021
    Molte delle società della Silicon Valley non varrebbero nulla se non fosse per la FED che stampa moneta fiat come se non vi fosse un domani, in modo da permettere a queste società di avere linee di credito che altrove sarebbero loro assolutamente impossibili, ma che vengono concesse allo scopo di sbaragliare indebitamente la concorrenza da parte di quelle società straniere, in primis europee, che potrebbe mettere loro i bastoni tra le ruote.
    Altro che modello virtuoso da seguire! Si tratta di un’enorme bolla, per non dire truffa!
    Al solito, Renzi si conferma il re dei fanfaroni: solo un fanfarone come lui può credere, o far finta di credere, al miracolo americano.
    E quando il dollaro non varrà più niente a seguito delle operazioni congiunte di Russia e Cina che accumulano oro, costituiscono banche e sistemi di pagamento alternative a FMI e SWIFT, e accrescono il proprio controllo politico in medio oriente, minando alla base lo stesso petroldollaro che rischia di non essere presto più il mezzo privilegiato per il commercio dell’oro nero?
    Kaputt Uber, kaputt Tesla, kaputt tutte queste aziende farlocche, e soprattutto kaputt USA. E con loro speriamo pure Renzi.
    Da ultimo, segnalo che Puerto Rico, di fatto il 51° stato degli USA, di cui è un protettorato, ha appena dichiarato bancarotta e Washington dovrà farsi carico anche di questo.

    • Ronf Ronf

      O si re-industrializza l’America oppure il Partito Repubblicano si estinguerà: nel frattempo in Francia il centrodestra moderato si è notevolmente spostato verso destra, quindi possiamo dire che la de-industrializzazione della Francia porta la radicalizzazione politica come conseguenza. E in effetti anche i due partiti USA si sono radicalizzati moltissimo rispetto ai tempi di Reagan in cui una parte dei Dem votavano SI alla famosa legge di Jack Kemp sul taglio delle tasse: oggi sarebbe impensabile vedere parlamentari Dem votare SI alla riforma del fisco di Trump oppure, negli scorsi 8 anni, vedere parlamentari Rep votare SI all’Obamacare.

    • marcoferro

      tutta quella roba della silicon valley Blondet la chiama fuffa, ed io concordo…

      • Gianox

        Infatti è fuffa, una fuffa che sta in piedi solo perché la FED stampa a manetta dollari su dollari che servono a comprare azioni di queste società che non producono nulla ma che fanno tanto cool perché sono della Silicon Valley.

    • Caio Giulio

      La non tanto fuffa è il finanziare l’AI, il loro orgasmo da perfetti demoni quali sono.

    • Fabrizio Bertuzzi

      coi software gratis finanziati dalla FED ci fanno intelligence di tutti i tipi. chiamali scemi… e’ sulla forza che si basa il loro potere e l’informazione e’ forza.

    • Friendly Cynic

      La BCE potrebbe fare altrettanto.

  • kikko19

    si vabbeh, una montagna di dati sui negozi che chiudono, ma perche’ voi andate ancora in negozio? io compro tutto su internet costa meno e me lo portano direttamente a casa. i vestiti me li compro ai mercatini dell’usato, le biciclette me le costruisco da me’ (con roba comprata su internet)… l’unica roba che mi compro al supermercato e’ quella da mangiare anche se i miei amici e colleghi fanno la spesa e gliela portano a casa… vabbeh non siamo in italia dove devi anche andare alle poste per prendere la pensione col rischio che lo zingaro o il negro ti accoppino per un pugno di euri.

  • marcoferro

    ogni atto del governo dovrà avere l’avallo della ragazza di bottega che si atteggia a politico ? ah ah ah. https://www.youtube.com/watch?v=eRUPWunttzU

  • Ronf Ronf

    Salvini: “se vengo rieletto con meno dell’ottanta percento, io lascio”. Salvini di fatto fa il ricatto che fece John Major ai Conservatori nel 1995. Precisamente l’allora Premier UK mise “un tetto assai elevato” sotto il quale avrebbe rifiutato la rielezione come Leader e quindi il partito lo rielesse rispettando la sua indicazione https://en.wikipedia.org/wiki/Conservative_Party_(UK)_leadership_election,_1995

    • Ronf Ronf

      Precisamente il “tetto minimo” era di 215 deputati a favore di Major, altrimenti il Leader, seppur rieletto secondo le regole del partito, si sarebbe dimesso: ergo, Salvini sta scherzando con il fuoco visto che Major ottenne appena 218 voti (un risultato deludente per un Premier in carica, ma questo risultato è stato appena sufficiente a rilegittimarsi agli occhi del gruppo parlamentare assai dilaniato) e il ricatto psicologico quindi era funzionato https://en.wikipedia.org/wiki/Conservative_Party_(UK)_leadership_election,_1995#The_first_and_only_ballot

  • fnatile

    In Cecenia hanno sempre comandato gli islamisti che hanno sempre maltrattato i gay. Quando pero’ combattevano contro le truppe russe nessuno qui da noi fiatava, anzi venivano considerati forze democratiche. Oggi che sono rientrati sotto il controllo di Mosca ci fanno orrore.

    • Caio Giulio

      Ma non serve nemmeno andare così lontano, visto che i wahabiti li gettano, con tanto di video, dalle finestre.

      • fnatile

        Certo, qui si vede tutta l’ipocrisia occidentale. In Russia hanno passato una legge, certamente opinabile, che vieta la propaganda omosessuale ai minori ma non perseguita i gay in quanto tali e giu strali. I wahabiti gli ammazzano e per premio nominiamo un saudita ai vertici della commissione onu per i diritti umani

        • Friendly Cynic

          É opinabile vietare la propaganda omosessuale ai minori?

    • donato zeno
  • donato zeno

    Renzi è la scolatura del PD

  • Caio Giulio

    Bravo, devo dire che migliori ogni giorno e complimenti. Ricordo, a proposito di obesi, che inizialmente il trans più acclamato ed adorato del mondo aveva giustamente e scientificamente, in buona fede direi, puntato il dito sulle cd. soda che sono l’equivalente del diabete ed obesità in via espressa anche per un giovane toro in piena salute; anzi ricordo un ottimo documentario americano tipo sugar up o tipo del genere che spiega molto meglio il problema.
    Inutile dire che poi il tutto è diventato solo un problema di troppa poca palestra, alla faccia dello zucchero.

  • fnatile

    Diceva Eugenio Benetazzo in uno show finanziario alcuni anni fa che l’unico silicone rimasto nella Silicon Valley era quello del seno rifatto delle attrici, mentre le aziende informatiche si erano trasferite in India o in Cina. No so se aveva ragione o meno

    • A. Luca B

      Sicuramente non conosceva il significato di silicon in inglese

      • Bruno Rosso

        In realtà nel suo show diceva che da Silicon Valley (silicio, cioè l’elettronica e informatica) si è passati alla Silicone Valley, con la E finale: il silicone delle tette rifatte, appunto, per via del nuovo boom del porno californiano.

  • Avevo mostrato ieri l articolo di zerohedge ad un collega americano. Mi ha detto che in America sono cose note e che è da metà anni 80 che la silicon valley ha le case a prezzi assurdi. Una semplice bistecca con birra e insalata costa decine di dollari in un bar. Per cui i titoloni de giornali italiani che dicono che uno stagista in googlecprende 6k al mese raccontano solo metà della storia.
    Come ripeto sempre, non conta il reddito, conta il potere d’acquisto. Per me é follia.

    • GianAntonio

      Esatto. Non e’ la cifra in se, ma la stessa rapportata al costo della vita in quella parte del paese / del mondo

    • Friendly Cynic

      Il PIL a parità di potere d’acquisto é infatti il calcolo piú accurato della prosperità di un paese.

    • winston-universe

      Sillicon valley ha costi di vita stratosferici.
      Solo per avere un tetto sulla testa si parte da 2300 $ (1 stanza + WC).
      Con 6k al mese a Sillicon valley non vai da nessuna parte. 6k vanno via solo per pagare Appartamento, tasse e assicurazioni varie, poi bisogna anche vivere e la vita a Sillicon valley costa.
      Diciamo che una Famiglia con 2 figli per vivere decentemente a Sillicon valley dovrebbe avere entrate di almeno 500k al anno, un sigle 150/200k. Imho.

  • Colui

    E intanto il nostro amato presidente della rebubbliga mattarella (stramaledetto figlio di puttana ) è in argentina a dare lezioni all’ università. Cosa centra? Niente! Era solo per ricordare a tutti noi che i nostri soldi in tasse ed imposte non sono buttati del tutto!!

  • Anto Nella

    che “botta” di vita i tuoi articoli!!!

  • Luca

    un vero schifo di mondo….mi dispiace solo per i miei figli! Spero che cambi qualcosa…certe cose fanno solo incazzare, viviamo rassegnati all’evidenza dei fatti, al peggio non c’è mai fine

  • johnny rotten

    Ai padroni delle banke fotte un cazzo dei deplorevoli, il loro sogno è ridurli di numero, se non nel caso che riescano a lobotomizzarli tutti e farne un esercito di schiavi nomadi, l’aspirazione di ogni usuraio che si rispetti è quello di prendere possesso totale delle sue vittime, o ritorniamo alle sane leggi contro l’usura oppure c’è il rischio che più aumenta il dissenso e più diventa probabile un’altra ecatombe mondiale, una soluzione finale, ma al contrario, come si dice in giro la stragrande maggioranza delle cose che producono certi agglomerati industriali o sono inutili o sono dannose e su queste miriadi di nuove sostanze che vengono immesse ogni giorno nel circolo del consumo di massa non vi è alcun controllo, al massimo complicità, da parte dei pseudo-governanti, un tizio come obanana che ha potuto rivendicare solo una cosa come buona, buona per lui naturalmente, perchè le altre rivendicazioni erano solo bugie, e quella cosa sarebbero i cessi gender, ebbene questo tizio viene ancora osannato come fosse un messia, quando di fatto ha retto il moccolo per otto anni ai distruttori del mondo favorendoli ogni volta che ha potuto, non sarà dai processi elettorali che verrà un cambio di paradigma, a questo punto inderogabile, si dovrà mettere mano alle armi, perchè delegare ai politici che vengono imposti dai rothschild, tipo micron, è solo una stupida perdita di tempo.

    • GianAntonio

      Madonna… leggere il tuo post mi ha fatto venire l’ansia e fatto rimanere senza aria nei polmoni.

      Non si puo’ scrivere 5 o 6 frasi tutte attaccate, tutte di seguito, senza un punto, senza un punto e virgola e soprattutto senza un “a capo”.

      Cristo. La punteggiatura l’hanno inventata qualche “anno fa”.

      Tu dov’eri quando la distribuivano?

      • GianAntonio

        Per il resto, quanto a contenuto, sono d’accordo al 100%.

      • johnny rotten

        Ero in giro a farmi i cazzi miei.

      • Noel

        si può tranquillo:licenza poetica!

    • GattoMaculato

      “se non nel caso che riescano a lobotomizzarli tutti e farne un esercito di schiavi nomadi”

      Sono decisamente orientati verso questa opzione, sintomatico ne è che il controllo delle nascite, che ne ridurrebbe il numero in modo naturale impedendo la creazione di eserciti di schiavi, è sempre più un tabù. Invece la direzione “schiavi nomadi” (e musulmani, che quando han pregato 5 volte al giorno son felici e soddisfatti anche se vivono nelle baracche) è quella saldamente imboccata dalle élite al potere. Se poi la miseria ne ridurrà il numero, niente paura, musulmani e africani sono abbondantemente prolifici e si riproducono anche in condizioni ostili, non interessandosi minimamente del destino della prole. Ecco perché ne stanno riempiendo l’Europa.

  • Claudicante

    Come sempre godibile ed illuminante.

  • nathan

    “ovvero, l’armageddon del commercio retail in un Paese che ancora basa il 70% del suo Pil sui consumi personali. Tutti con l’e-commerce? Ma Obama parlerà di innovazione alimentare, non di economia a Milano, per questo c’è la fila di gonzi pronti a pagare fino a 850 euro per sentirli.”

    Applausi..

    “E, in effetti questi grafici ci mostrano come nessuno meglio di un ex presidente USA possa insegnare al mondo la buona alimentazione. Certo, la moglie Michelle aveva piantato l’orto alla Casa Bianca e dato vita a una campagna contro il junk-food nelle mense scolastiche, quindi le credenziali da conferenziere ci sono tutte. Sapete cosa vi dico, se questa è la logica? Mia madre fa una pasta e fagioli eccezionale, vedo di farmi ingaggiare come relatore a una conferenza sui motori a reazione.”

    ..Standing ovation.

  • Hannibal Lecter

    Che dire, gli itaglioti si innamorano sempre del peggio, in questo caso di obanana, l’uomo che viene qui a parlarci di cibo, magari ci dirà come sono buoni gli spaghetti in scatola stracotti colla da manifesto, oppure quanto ci vuole a scaldare in bagnomaria i ravioli in scatola, magari ti da la ricetta delle ali di pollo fritte, roba che il mio cane non mangerebbe. Tutto ciò, alla modica cifra di € 850 vuoi mettere come fa trendy e chic ascoltare obanana, Peccato che non è venuta anche michelle, ti insegnava come fare l’orto, con orina incorporata del suo cane. Poi vai a trovare macaron a parigi?

  • Colui

    Ma aldilà del fatto che non capisco da dove renzi tragga i suoi stipendi. Dal partito? Ok! Ci sta! Quanto costa la tessera? Una decina di euri immagino. è in viaggio un giorno si ed un altro pure. Spende e spande. Di quanti soldi dispone un partito? Considerato che sono in millemila. MISTERO! Almeno per me.
    Secondo, questo imbecille dovrebbe esser fuori da qualsiasi atto politico ufficiale, ma a quanto sembra conta più lui che l’ altro asino al potere (messo da lui stesso poi ).
    Terzo, l’italia è un paese alla fame, aldilà degli inciuci interni, alitalia, mps, e altri, tanti altri casi uno peggiore dell’ altro, ma voglio dire… Lui verrà ancora eletto dai cittadini italiani (mi ci gioco la casa ) e se non lo fosse tornerebbe al potere comunque…Paghiamo europa, paghiamo nato, paghiamo onu, paghiamo tutti ma…
    Dei problemi dei gay in cecenia chiccazzo se ne fotte non lo dice nessuno?
    Oddio può anche dispiacermi eh! Davvero! Ma se risolvessimo i nostri problemi? TUTTI?? (è impossibile lo so bene ) ma almeno provarci? quando poi stiamo come la svizzera allora si dai, andiamo a combattere per i diritti gay!! Cioè andate!
    Andate…A fare in culo (dubbio gusto? ) pace.

  • per molti : usa = paradiso
    per me : usa = regno della menzogna

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi