Ora spunta il forno crematorio di Assad, attendo con ansia l’arsenale nella lavanderia dei Jefferson

Di Mauro Bottarelli , il - 92 commenti


Non so voi ma io sto ancora attendendo, con ansia pari alla rescissione del contratto di Lapadula, le prove della responsabilità diretta di Bashar al-Assad nel presunto attacco chimico di Idlib che USA, Israele, Regno Unito e Francia hanno millantato di avere. Di più, definendole incontrovertibili. Io capisco che per fare un bel lavoro e non un girato che sembri “Vacanze di Natale” ci voglia tempo, però qui siamo al ridicolo. Soprattutto quando si insiste sulle stessa linea. Ieri, mentre ancora il mondo temeva uno showdown tra USA e Nord Corea, da Washington sono arrivate notizie inquietanti.

Il Dipartimento di Stato ha mosso nuove accuse verso il regime siriano, definite dagli americani stessi di “disumana crudeltà”: stando a quanto dichiarato in conferenza stampa da Stuart Jones, assistente del segretario di Stato per il Medio e Vicino Oriente, Assad starebbe procedendo a esecuzioni di massa di migliaia prigionieri nel carcere militare di Saydnaya, a 30 chilometri da Damasco. Le impiccagioni, accusa il diplomatico statunitense, avvengono a un ritmo di una cinquantina al giorno. E, rullo di tamburi, per cancellare le prove dello sterminio, all’interno dell’istituto di pena, un edificio è stato modificato per essere adibito a crematorio, come mostrerebbero foto satellitari declassificate diffuse dal Dipartimento di Stato. Ok, hanno rivisto di recente “Schindler’s list” o “La vita è bella” e hanno avuto l’intuizione geniale.

Già, perché le foto sono state scattate da satelliti commerciali e coprono un periodo che va dal 2013 ad oggi, passando dall’agosto di quattro anni fa al gennaio del 2015, quindi all’aprile del 2016 e 2017. E sentite da che presupposti partono, in epoca di blog accusati di fake news: “Non provano in modo assoluto – ha precisato Jones – che l’edificio inquadrato sia un crematorio ma evidenziano una costruzione coerente con quel genere di utilizzo”. L’immagine del gennaio 2015, in particolare, mostra il tetto del presunto crematorio ripulito dalla neve, scioltasi presumibilmente per il calore sviluppato da una combustione. Ora, io non voglio scomodare la tardiva ma liberatoria reazione di Fantozzi alla visione reiterata della “Corazzata Potemkin” ma come cazzo gli vengono? A che livello di disperazione sono arrivati a Washington?

Di più, pressato sull’argomento dalla stampa durante la sessione settimanale, il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha dato vita alla 1.432ma capriola dell’amministrazione Trump sul tema, dicendo che “non potrà esserci stabilità in Siria, fino a quando Assad sarà al potere”. Cosa vi avevo detto che l’accordo tra Putin ed Erdogan sulla Siria, raggiunto ad Astana anche con l’Iran e sancito in un bilaterale a Sochi, avrebbe scatenato reazioni? Et voilà, curdi siriani equipaggiati con armamento pesante e una nuova barzelletta, fresca fresca, contro Assad. Ma si sa, gli USA quando sparano cazzate, lo fanno con stile. Ecco quindi le parole di Stuart Jones, il corrispettivo fonetico delle fialette iene di Gaviscon di Colin Powell: “Dato che le numerose atrocità perpetrate dal regime siriano sono state abbondantemente documentate, riteniamo che la costruzione di un crematorio sia il tentativo di nascondere le esecuzioni di massa nella prigione di Saydnaya. E fonti credibili hanno riferito che molti dei corpi sono stati sotterrati in fosse comuni. Questo fa sprofondare Assad in un nuovo livello di depravazione. Col sostegno di Russia e Iran”.

Il problema è che se anche confezioni le cazzate per bene, sfoggiando l’occhione triste da labrador, se stai vendendo balle, la gente – non complice – lo capisce al primo inciampo. Ed è arrivato subito. Jones, infatti, si è detto pessimista sui risultati dell’accordo che ha istituito “zone di de-escalation” in Siria nel tentativo di ridurre la violenza e salvare vite umane: “Alla luce dei fallimenti dei precedenti accordi per il cessate il fuoco, abbiamo ragione di dirci scettici. Il regime di Assad deve fermare tutti gli attacchi ai civili e alle opposizioni e la Russia deve assumersi la responsabilità di garantire il rispetto dei diritti umani da parte del regime”. Disse l’esponente di un Paese dove essere di colore aumenta esponenzialmente il rischio di ritrovarti con un democraticissimo ago nella vena in un penitenziario federale.

E sapete quale è stato il carico da novanta che tutti i media hanno giocato per corroborare questa ennesima puttanata travestita da casus belli? Lo scorso febbraio Amnesty International aveva elaborato la stessa accusa di “sterminio” contro il regime di Damasco, calcolando in 13mila le persone impiccate tra il 2011 e il 2015 in Siria proprio nella prigione degli orrori di Saydnaya. La cifra è contenuta in un rapporto di Amnesty sulla Siria, redatto sulla base delle interviste a 84 testimoni oculari, tra cui guardie carcerarie, ex detenuti, magistrati e avvocati, oltre che a esperti nazionali e internazionali. Già tre mesi fa il rapporto Amnesty affermava come “ogni settimana, spesso due volte a settimana, fino a 50 persone sono state tirate fuori dalle celle e impiccate. In cinque anni, almeno 13mila persone, tra cui civili che si opponevano al governo”. Ma non basta. Oltre alle vittime di Saydnaya, Amnesty quantificava anche 17mila i detenuti morti nelle carceri siriane nel corso del conflitto. Ma a Saydnaya, aggiungeva l’organizzazione nel suo documento, “sono inflitte ai detenuti condizioni inumane, torture, sistematiche privazioni di acqua, cibo, cure mediche e medicine” mentre sono costretti a ubbidire a “regole sadiche”. Cazzo, sembrano Guantanamo o Abu Ghraib, tu guarda a volte le combinazioni! Ecco perché al Dipartimento di Stato si sono presi così a cuore questo ennesimo dossier siriano, quantomeno sono preparati sull’argomento.



Ora, cosa dobbiamo aspettarci da qui a un mesetto, quando anche la narrativa del forno crematorio sarà smentita dai fatti? Parliamo di anni e anni di registrazioni, oltretutto fatte da voli commerciali e soltanto ora saltano fuori come prove? Prima cosa ci facevano, le usavano come simulazioni per il Risiko? E Stuart Jones, con che faccia parla di violazioni dei diritti umani e crimini di guerra del regime di Assad comprovate nel tempo, quando le tesi del Dipartimento di Stato sono state sputtanate niente meno che dal MIT, non esattamente un istituto nelle mani della propaganda russa e siriana? E poi, vogliamo parlare della credibilità scientifico-demoscopica della denuncia di Amnesty? Ben 84 testimoni oculari: e chi lo prova? Non si sa, visto che tra essi vengono citati avvocati, magistrati ed esperti internazionali, purtroppo chiamati in causa nello stesso documento in cui la Amnesty chiede che ai colloqui di Ginevra si tenga conto di queste atrocità e si permettano visite nelle carceri da parte di osservatori indipendenti. Scusate ma se le visite sono vietate, a parte guardie carcerarie ed ex detenuti, come cazzo hanno fatto ad essere testimoni oculari gli altri? D’altronde, da un’associazione che di fronte a una barbarie simile non trova di meglio che girare un cartone animato,

Carcere di Saydnaya in Siria: un mattatoio di esseri umani

cosa cazzo volete aspettarvi? L’Oscar a quei Carlo Rambaldi del terrorismo sunnita degli “Elmetti bianchi” ha scatenato un senso di emulazione feroce.

Un’ultima cosa, poi. Prima la bufala di Bana Al Abed, la “Anna Frank di Aleppo” che a 7 anni twittava in inglese come una madrelingua e, casualmente, aveva il padre affiliato ad Al-Nusra, adesso il forno crematorio: non starete un po’ esagerando con l’utilizzo infame e strumentale di riferimenti storici ad alto impatto? Ok, quel coglione a pedali di Sean Spicer poi ha rovinato tutto dicendo che nemmeno Adolf Hitler aveva usato i gas contro i civili, però un filo di decenza sarebbe carino utilizzarla. Ma, come vi dicevo l’altro giorno, ora c’è l’ufficialità: l’Austria andrà al voto anticipato in ottobre. Domani le opposizioni – formate da FPÖ, Verdi, NEOS e Team Stronach – presenteranno una richiesta congiunta per indire elezioni anticipate e, salvo mosse strategiche dell’ultim’ora, la Övp appoggerà la proposta che verrà quindi approvata.

Una bella rinfrescata di pericolo neonazista, a livello globale e con tanto di simboli sbandierati e rilanciati sulla stampa come cibo per i cani di Pavlov, può sempre fare comodo. Azzardo, se da qui al voto in Gran Bretagna la Russia non avrà ceduto su Assad, temo che salteranno fuori di stoccaggi di armi chimiche nella lavanderia dei Jefferson. Ma c’è poco da ridere, il nome dell’Iran è stato fatto molto chiaramente da Stuart Jones e fra tre giorni nella Repubblica islamica si vota per le presidenziali. In perfetta contemporanea con la partenza di Donald Trump per la sua prima missione estera. E sapete dove sono le prime due tappe, antipasto dell’arrivo in Italia per il G7? Arabia Saudita e Israele. Non c’è un cazzo da fare, è mio destino continuare a inciampare contro delle coincidenze.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • gianni

    che sconforto vedere che quasi tutte le persone credono a queste cazzate dei telegiornali , se la gente in occidente e’ cosi’ stupida allora la civilta’ occidente e’ meglio che cessa di esistere

    • Winston Smith

      Infatti, un reset TOTALE è più che necessario, indispensabile…..

      • gianni

        Anche essere invasi da 20 milioni di africani sarebbe un reset

        • Blas

          No, gli africani non sonomeglio caro.

          • silvia

            almeno le bombe non chiedono di essere mantenute e poi non si lamentano se il riso della Caritas e’ scotto o se non hanno il wifi.

        • Winston Smith

          Appunto per questo che preferisco la IIIGM….

          • silvia

            Effetivamente, con una bella pioggia di bombe sull’europa, almeno siamo sicuri che gli africani scappano …

          • Winston Smith

            Alla fine la scelta è tra l’africanizzazione e la nuclearizzazione…. realisticamnete non riesco proprio a vedere altre alternative tertium not datur.
            In tutta sincerità delle due preferisco di gran lunga la seconda…. ed alla fine credo di avere anche buone probabilità di venire accontento.

          • silvia

            Sul fatto che se ne esce solo con la forza sono d’accordo con te.

          • Winston Smith

            “Periodicamente l’albero della libertà richiede di essere annaffiato dal sangue dei patrioti e da quello dei tiranni…. è il suo concime naturale”-
            Thomas Jefferson

          • silvia

            Thomas Jefferson era un’altro della cricca che si e’ arrogata il potere di decidere chi e’ il patriota e chi e’ il tiranno. Ma non c’e’ dubbio che QUESTA VOLTA sarebbero i tiranni a pagare il tributo piu alto in quanto hanno bisogno di un sistema ben organizzato da parassitare. Se si torna all’eta della pietra, quei pochi tirannelli che restano verrebbero sterminati a randellate appena provano a rubare una gallina o un cesto di frutta ai poveri patrioti che si spaccano la schiena…

          • Winston Smith

            Ciò non toglie che la frase sia ampiamente condivisibile….. ed in ogni caso Thomas Jefferson la storiografia ufficiale non lo colloca certo dalla parte sbagliata

  • gianni

    hanno bisogno di un pretesto per invadere la Siria e bombardarla di nuovo , ci sono gia’ adesso truppe USA e giordane che stanno entrando nel sud Siria

  • Maximus

    Quei coglioni del Corriere Della Serva hanno già abbracciato in pieno questa tesi del cazzo.

    • gianni

      Tutta l’ informazione ufficiale ha un unico padrone ( Sion )

  • Cruciverba

    Hanno un fretta incredibile di portare avanti la loro agenda .
    Sanno che se passa ancora un po’ di tempo potrebbero fallire .
    Sono proprio disperati , ma lo sono ancora di piu’ tutti gli imbecilli che si bevono le loro balle preconfezionate .

  • Fabio Rubino

    avete letto che stanno preparando l’impeachment per Trump?
    la butto li: trump va via, ulteriore inasprimento rapporti con russia, escalation in medio oriente (o corea) e BOOM!

    • silvia

      Diciamo che in America i vari gruppi di potere sono ormai giunti al redde rationem. Trump e’ come il tappo che potrebbe saltare da un momento all’altro.

      • donato zeno

        Ogni qual volta Trump è sotto pressione se la piglia con Assad

        • silvia

          Vedremo: non puo ripetere lo stesso giochino del bombardamento farlocco.

    • Ronf Ronf

      Servono almeno i due terzi del Senato per farlo fuori: direi che Trump è al sicuro…

  • Luben22

    l’obiettivo finale è distruggere la Russia, perché non vuole inginocchiarsi davanti ai padroni dell’universo e si ostina a resistere. Avendo soldati molto inferiori ai bei palestrati invincibili che hollywood ci propina, l’unica opzione è quella nucleare. E ci stanno pensando seriamente.

  • Satiel

    Stamattina radio Deejay, l’attacco hacker (???) che ha paralizzato (???) infrastrutture di mezzo mondo (???) è partito da…indovina indovina…la Nord Corea!!! Aahahahhahahahahahahahahhahahaha la nord cazzo corea!! Ma come si fa…come si fa anche solo a crederci!!
    Devo conoscerli, analizzarli, capire cosa c’è dentro il loro cervello che blocca il normale processo congnitivo…sarà il fritto, le scie chimiche….
    Seconda notizia che Assad starebbe usando forni crematori per incenerire prigionieri di guerra (ospedali e bambini finiti??)…

    Ero in macchina e ridevo da solo….sto perdendo il senno…

    • gianni

      Chi ci comanda sono malati di mente

      • what you see is a fraud

        Loro sono impiegati della NSA e CIA che sono pagati profumatamente . Questo per dirvi il livello di stupidita’ di certe carogne che lavorano per ” l’Intelligence ” .

        • silvia

          Non sono stupidi: e’ che hanno fatto instupidire una massa critica di persone. Che (non)pensano esattamente quello che vogliono “loro”.

    • gianni

      Anche io quando ho sentito degli haker Nord koreani sono scoppiato a ridere

    • Ho una certa abitudine a questi notiziari flash standard forniti alle radio musicali… le cosiddette notizie in pillole… tarate sul livello presunto dell’ascoltatore medio… praticamente, se uno non è cretino, ad ascoltarli ci diventa. E hanno un ascolto complessivo pari se non superiore ai notiziari TV… mentre guidi o fai la piega o impasti la calce ascolti le cazzate, e dai e ridai ci credi, quando poi parli con qualcuno per fare il forbito, quello che si aggiorna, ripeti a pappagallo la cazzata… praticamente è come quelle musicassette dei corsi di lingua da ascoltare in auto e ripetere.

      • Fatto la prova adesso con un collega… ho dato l’innesco… è partito il jingle… forno crematorio, oppositori, 50 impiccati al giorno bla bla…

        • Satiel

          Fagli una TAC prima e dopo 🙂

          • silvia

            Non ci sarebbe differenza: come farla ad uno zombi.

        • silvia

          L’unica soluzione e’ niente tv ne radio: io non ho la prima e non ascolto la seconda.

    • silvia

      C’e’ gente che ci crede eccome. Hanno bisogno del “quarto d’ora di indignazione” (l’odio costa troppa fatica) per sentirsi antropologicamente superiori. E no, non stai perdendo il senno, e il mondo attorno a noi che sta sbandando paurosamente.

  • fnatile

    Quanto meno Spielberg in “Schindler’s list” e’ stato piu’ intellettualmente onesto di Benigni ne “La vita è bella”, ha fatto vedere che il lager nazista era stato liberato dall’Armata Rossa; non come il nostro sopravalutato replicante che l’ha fatto liberare dalle truppe yankee, dimostrando oltre alla paraculagine anche una profonda ignoranza della storia

    • what you see is a fraud

      La storia viene scritta dai vincitori . Ora ci vogliono lavare il cervello con le balle delle camere gas di Assad . Ma se uno dice la stessa cosa su altre camere a gas di cui ci hanno lavato il cervello , allora si puo’ finire in galera ! Minchia che logica !
      La morale e’ che le Fake news esistono da sempre !

      • silvia

        E la religione dell’olocausto: serve a fare sentire chi ci crede buono e salvo a prescindere, senza bisogno di un Redentore. Ci si salva “indignandosi”. Per questo tanti ci cadono…e non ne escono piu’

    • silvia

      Diciamo che entrambi, Spielberg e Benigni, hanno trattato un tema su cui di onesta’ intellettuale c’e’ ne pochissima…

  • Giovanni Netto

    visto che la storia delle armi chimiche & C.non fa più audience e non avendo più inventiva su cosa tirar fuori dal magico cappello da parte della CIA/FBI/NSA pur di farsi notare adesso i PAGLIACCI mangiaspazzatura del dipartimenti di Stato hanno dovuto RIESUMARE la storia dei forni cematori per ottenere un po di attenzione mediatica.

    sono come le bombe sexy della TV, quelle con la 7^ – che- non avendo altro da mostrare al pubblico (leggi cervello) quando invecchiano vanno in TV con 10 kg di trucco, parrucco reggiseno push up per farsi vedere ANCORA giovani e desiderabili suscitando invece solo la pietà degli spettatori.

    DIO mio come sono caduti in basso!!!!

    • silvia

      Il problema e’ che c’e’ gente che crede alle balle in quanto ha bisogno di identificarsi con “il bene”, vogliono sentorsi antropologicamente superiori. Basta che gli diano un cattivo (Assad, Putin, Kim) da odiare e loro vanno a nozze.

      • deadkennedy

        infatti le foche ammaestrate dei circhi sono decisamente più intelligenti di molti soggetti che votano

        • silvia

          Le foche almeno lo fanno per il pesce. Questi invece lo fanno senza tornaconto per una questione morale. Piuttosto si fanno ammazzare (come temo succedera’)

          • Caio Giulio

            I vili perbenisti non combatteranno mai, poco ma sicuro; al massimo da buone pecore, si faranno macellare in fila ordinata.

          • silvia

            …e ringraziando i padroni del mattatoio.

          • deadkennedy

            si!

    • Caio Giulio

      Che ci vuoi fare, loro sono gli eletti, gli illuminati, anche se poi vedendo la faccia da ebete del soggetto che annuncia queste stronzate, ti viene la quasi certezza che questi sono proprio dei ritardati fulminati.

    • Ronf Ronf

      Spiacente, le bombe sexy da te citate sono state bandite da anni dalla televisione

      • Giovanni Netto

        sbagliato in pieno. non appaiaiono in TV perché sono veramente OSCENE al vederle MA le trovi nei giornaletti tipo Novella 2000, Oggi ecc ecc che titolano

        “XXXXX” si racconta dopo 40 vent’anni e sembra di vedere un cadavere appena truccato da tanatoprattore

        • Ronf Ronf

          Rispetto a 10 anni fa certe copertine non si fanno più neppure su Playboy, figurati sui vari Panorama e Novella 2000 di turno… ah, tu parlavi delle ex dive degli anni 70-80 che oggi sono decadute nel nulla da almeno 20 anni!

          • Giovanni Netto

            indovinato! 🙂

  • deadkennedy

    intanto nel silenzio generale Mosul sta cadendo sotto l’attacco delle truppe governative che hanno circondato la moschea di Abu Bakr al-Baghdadi… pertanto bisogna creare la falsa notizia per togliere l’attenzione da quella vera e pessima per i demo-sionisti… speriamo lo becchino vivo e finisca in mano al battaglione dello spetsnaz r6 così giusto per avere qualche piccola confessione che tanto i media di regime diranno essere falsa…

  • ws

    una cosa è certa: ai tagliagole, spesso nemmeno siriani che in siria hanno fatto pulizia etnica massacrando prigionieri e civili nei modi più crudeli non spetta certo un trattamento da “convenzione di ginevra”.
    Ed è questo uno degli effetti perversi della sconfitta della “legione islamista” più temuti dai suoi mandanti U$raeliani : se queste bestie esaltate cominciano dubitare sia della vittoria che delle “settantaduevergini” dove andranno a sfogare la loro rabbia belluina esaltata dal captagon ? E’ per questo che la guerra in siria non può nemmeno “descalare” ad un “pareggio”.

  • redfifer
    • Winston Smith

      E cosa vorrebbe dire, di grazia ?

      • redfifer

        Che a meno che Assad non ami come i Cinesi fare cattedrali nel deserto, la bugia neocon stile armi di massa in Iran, questa volta si è rivelata in anticipo per quella che è – l’ennesima bugia!

        Capito o faccio il disegnino?

        • Winston Smith

          Confesso di aver bisogno del disegnino…
          Cosa evidenzierebbe la foto che hai postato ?
          L’immagine satellitare del fantomatico forno crematorio?

          • redfifer

            Oh mio Dio!

            – Siamo nel 2017, la foto rimessa è datata 2006

            – Nel 2006 la Siria era in pace, la guerra sarebbe iniziata ben 6 anni dopo e Assad non aveva certo bisogno di alcunché compresi forni crematori.

            – Sembrano peraltro assenti comignoli a indicare che l’edificio sia o sia stato fin dalle origini un forno crematorio

            – La fobia dei forni è indotta dal sionismo assimilandolo al nazismo di cui sono stati ai tempi di Hitler gli ideatori, i sovvenzionatori, gli ufficiali di rango e parte delle truppe, alla stessa stregua di quanto fecero in precedenza in Russia ma che ritennero come esperimento fallimentare, mentre il nazismo fu per il sionismo l’apoteosi constatando che funzionava. Ora riportano le stesse storie in Siria, augurandosi e contando su quanto siano boccaloni la maggior parte della popolazione mondiale e loro servi le elité che indottrinano anno dopo anno, mese dopo mese, giorno dopo giorno per raggiungere finalmente lo scopo di dominare il mondo.

            Spero di averti illuminato le parti oscure, che sembrano dalle tue domande dominanti…

            Ho una domanda io da farti ora: sei caduto dal pero o da piccolo dal seggiolone? Non posso credere che nell’attuale era e con una connessione internet, che vi siano persone che anelano sguazzare nell’ignoranza, ignorando cose che oggigiorno dovrebbero essere certezze come il sole in cielo!

          • Winston Smith

            Oltre ai ringraziamenti, una spiegazione:
            Dopo cinque ore di scuola mattutine e tre ore di un pallosissimo collegio docenti, credo che ci stia.
            Scusami, ma inizialmente non avevo proprio compreso.
            Thanks

          • redfifer

            Prego

  • Caio Giulio

    I “padroni del discorso” dimostrano per l’ennesima volta la loro superba idiozia, visto che che loro balle hanno funzionato per un secolo, non cambiano ricetta e ripetono in maniera grottesca la stessa menzogna con l’unica differenza che oggi, grazie alla rete, le bugie hanno le gambe cortissime. Visto l’andazzo, credo proprio che stiano preparando un bel filmino di un fantomatico campo di concentramento chiaramente “liberato” dai buoni ribelli, anche se il buon Alfred è da tempo passato a miglior vita.

    • silvia

      Qualcuno che gli crede lo trovano, non preoccuparti, anche se il film stavolta lo fanno girare ai Vanzina…

      • Caio Giulio

        Chi gli crede, merita giustamente di essere considerato un animale parlante da schiavizzare.

        • silvia

          Giusto. e’ che poi gli animali parlanti fanno massa critica e trascinano nella m… pure noi : (

  • Laura

    https://www.amnesty.org/en/documents/mde24/5415/2017/en/
    Non l’ho letto tutto, ma mi sembra che le uniche tesi a supporto siano basate sulle testimonianze di alcune persone, un pò pochino per montare il casus belli…

  • deadkennedy

    nel frattempo succede anche questo a chi si schiera contro i “progressisti” buonisti….
    http://www.zerohedge.com/news/2017-05-16/murdered-dnc-staffer-seth-rich-shared-44000-emails-wikileaks

    • Caio Giulio

      Lo aveva detto Assange intervistato mesi fa, ma naturalmente tutte le , puttanazze parlano dei Regeni & C, oppure dei diversivi russi quando lo stesso Trump, che finalmente ha capito che con queste merde non esistono compromessi, tranquillamente ammette di aver condiviso informazioni con i Russi. Credo che finalmente McMaster si sia scavato la fossa, e sarebbe una grande cosa.

  • Giovanni Netto

    ecco perché i MS (mangiaspazzatura si stanno incazzando tanto…… https://uploads.disquscdn.com/images/cc7cda4de148a593f263128c0f04b08849e01196569a5008fbbfb8e59c99acef.jpg

    devo ANCHE spiegarvela la mappa?

  • what you see is a fraud

    Su Amnesty ho le mie osservazioni di molti anni sul loro comportamento . Quella organizzazione non e’ attendibile . Vede abusi di diritti umani nei paesi nemici degli USA e ignora gli abusi commessi da paesi amici degli USA . Quindi, paesi come l’Italia , Germania , e il resto de’Europa incluso la Gran Bretagna ,Australia , Canada e USA e Israele possono commettere tutti gli abusi di diritti umani che vogliono e Amnesty non li vedra’ mai . Ma se Assad , o il signore della Corea del Nord , o la Cina o la Russia commettono l’ombra di qualche abuso di diritti umani allora apriti cielo !
    Quindi per principio io non credo alle balle di Amnesty , so the e’ aria fritta politicamente manovrata . Quelle merde hanno i mezzi e i soldi per truccare tutto.
    Ancora vedo segni di Amnesty nelle strade ” Verita ‘ per Reggeni ” ……
    Ma dove era Amnesty quando Abu Omar fu rapito in pieno centro di Milano trasportato in una base USA e poi trasportato per essere torturato in Egitto ?
    Amnesty va a fa ‘ .

    • Caio Giulio

      Basta solo dire che amnesty era la fonte principale di tutti i piantarelli del fu giacinto (cappuccino) pannella..

    • Ronf Ronf

      Hai sbagliato solo un dettaglio: in Italia si possono fare gli abusi dei diritti umani solo e soltanto contro gli avversari del PD e della sinistra, MAI invece contro PD e sinistra altrimenti tutte le organizzazioni umanitarie fanno un sacco di casino…

      • what you see is a fraud

        No gli abusi umani sono diffusi . Pensa ai vari casi Cucchi e casi di gangstalking ( io sono una vittima da dieci anni ) che non vengono mai alla luce perche’ i giornali obbediscono chi gli da milioni di euro ogni anno . E infatti tortura non e’ riconosciuta in italia come in crimine . Gangstalking fatta da un cittadini contro un altro e’ punibile , ma fatta da qualche ente statale viene ignorata e tutto l’apparato statale in coro copre le malefatte e ci dice il contrario di cosa succede veramente .

        • Ronf Ronf

          Hai ragione nel tuo commento… ma io dicevo un’altra cosa: che in Italia gli abusi avvengono solo e soltanto contro gli avversari della sinistra e mai contro la sinistra visto che la sinistra è ben protetta e per quello che vale ti sono umanamente vicino per la tua vicenda (cerca di non farti fare del male) e quindi ribadisco quello che ho detto prima, cioè che lo Stato va contro soltanto gli avversari della sinistra visto che lo Stato tutela la sinistra; dicesi sinistra i servi del PD dell’UE-Euro a guida FR-GER

    • Lupis Tana

      Amnesy international, please saluti tl

  • Disca

    Si, i cow boys parlano dei forni crematori, il ministro degli esteri cinese, a Damasco, stipula tanti di quegli accordi da poter ricostruire 3 volte la Siria. Goodbye

    • Giovanni Netto

      se i cinesi stpulano accordi per ricostruirla 3 volte …INTERESSANTE sarebbe quante volte potrebbero ricostruirla i russi con i contratti firmati…….e NOI siamo sempre dalla parte SBAGLIATA della storia…..come SEMPRE…

      mandi mandi

  • Giovanni Netto
    • Caio Giulio

      Come diceva baffone, alcuni non valgono nemmeno una pallottola, figuriamoci una costosa cremazione. Questi non sono buoni nemmeno come concime.

  • marcoferro

    saranno anche forni, ma i i merighi li avranno scambiati per quelli dove si cuoce il pane e la pizza. ma palano proprio loro che stanno massacrano lo yemen insieme ai pazzi saud. uno yemen ridotto alla fame e dove ci sono focolai di colera, dove cavolo sta l’ oms che rompe i koglioni a tutti con le vaccinazioni ? non si stancano mai di sparare queste bufale eppure dovrebbero capirlo che il gioco è bello quando dura poco.

  • Nabir Obar

    Osceno il servizio del tg5 ore 20 sui presunti forni crematori e ancor più vomitevole la faccia indignata della giornalista che dava la velina di regime.

    • Ronf Ronf

      Tranquillo: oggi è uscita la notizia del trasferimento del TG5 da Roma (cioè dal famoso palazzo che Pippo Baudo dovette dare ai Berlusconi per recedere con anticipo dal famoso contratto televisivo nella seconda metà degli anni ottanta) a Cologno Monzese e quindi ci saranno parecchi trasferimenti (se la redazione e gli studi televisivi passano al Nord, mi pare evidente che i giornalisti e i dirigenti dovranno lavorare a Milano e non a Roma…) e soprattutto ridimensionamenti a danno di molti giornalisti e di molti dirigenti (Berlusconi sta infatti battagliando in tutti i palazzi della politica per convincere il PD a reintrodurre i capilista bloccati anche al Senato perchè Berlusconi vuole portare Clemente J. Mimun in Senato tramite i capilista bloccati perchè con il trasferimento a Milano del TG5 ci sarà o Paolo Del Debbio o, assai più probabile, Mario Giordano come nuovo Direttore)

    • Winston Smith

      Io mi domando solo come si riesce a svolgere dei ‘lavori’ simili senza poi sentire la necessità di sputare ogni qual volta ci si vede allo specchio….
      Certa brutta gente ha tonnellate di pelo sullo stomaco.

  • Mauro Rossini

    Beh dai, non hanno ancora detto che ci sono anche i vagoni piombati e le camere a gas…

  • Pareggiamoiconti

    “Costruzione coerente con quel genere di utilizzo”

    E quali altri?

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi