“Gender” come arma della nuova oppressione libertaria

Di Maurizio Blondet , il - 118 commenti

“Nessuno ci obbligherà a tornare  indietro al concetto di “la biologia è destino”, che cerca di confinare e ridurre le donne alle loro caratteristiche fisiche.  La definizione di genere è già entrata nell’attuale discorso pubblico”, come “differenziata dalla parola sesso”, […] ”l’inclusione della prospettiva di genere in tutti gli aspetti delle attività dell’Onu è un impegno fondamentale approvato già nelle precedenti conferenze e pertanto deve essere rafforzato nella quarta conferenza internazionale  sulle  donne”. Così gli organizzatori della Conferenza di Pechino sulla donna  del 1995: un momento cruciale  dell’imposizione del “gender” in Occidente,  ma, come si vede, lungamente preparato da “precedenti conferenze” tutte sotto l’egida dell’Onu.

Il rifiuto del “sesso come destino”  nasce come una istanza di certo femminismo estremo statunitense,  come programma “di liberazione” della donna.  Uno dei meriti del saggio di Elisabetta Frezza Malascuola, è mostrare come il programma “libertario”  venga fin dall’inizio concepito come coercitivo.  A cominciare da Simone De Beauvoir,la compagna di Sartre, capostipite dell’ideologia femminista:

nessuna donna dovrebbe essere consentito di stare a casa a  badare ai figli […] per il semplice fatto che se esistesse una tale opzione sarebbero in  troppe a sceglierlo”.

Così cominciamo a capire come mai  nella Italia povera dei nostri nonni,  le madri avevano il lusso di stare a casa, mentre oggi  nel ricco  Occidente  devono lavorare fuori: non è stata la crisi economica, ma un programma  attuato deliberatamente. Perché, come scrive l’esponente femminista Nanchy Chadorow, “in una famiglia in cui il padre lavora e  la donna sta a casa, il bambino viene condizionato a credere  che i due sessi siano diversi”.

Liberticide festeggiano

Ma già nel 1969 Frederick Jaffe, vicepresidente della International Planned Parenthood Federation (la grande entità promotrice dell’aborto legale, oggi diventata in Usa l’abortoio di massa che rivende le  parti corporee di feti) redige un memorandum – attenzione,  richiestogli dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità  dell’Onu – indica i fini: “Ristrutturare la famiglia, posticipando o evitando il matrimonio; alterare l’immagine della famiglia ideale; educare obbligatoriamente i bambini alla sessualità; incrementare percentualmente l’omosessualità”

Avrete notatola parola “obbligatoriamente”.   Di fatto, è impressionante  con quanta frequenza   tali termini  che invocano  coazione, ricorrano nei testi dell’ideologia del “gender” e delle loro promotrici. Bisogna  fare violenza alle donne e alle famiglie, per liberarle.

Propaganda del regime.

Judith Butler, alta esponente della filosofia lesbica,  sostiene che è necessario “il controllo assoluto sulle famiglie, sull’educazione, sui media e sulle conversazioni private”.   Capito? “Controllo assoluto”. Persino sulle “conversazioni private”: bel programma libertario. Stalin non avrebbe  potuto dir meglio.  Quanto ai media,  le dichiarazioni di intenti dei gruppi femministi avviati a Pechino  intimano agli autori televisivi, di cartoni animati e di testi scolastici  quanto segue: “Non bisogna  mai mostrare le donne come madri a tempo pieno o casalinghe, a meno che non si  raffigurino come vittime di violenze, sociopatiche, o nelle vesti di fanatici religiosi”.

Notate  il tono imperativo: “Non bisogna”. “Mai”. Per contro, secondo Shulamit  Firestone (notissima esponente femminista, fino al giorno in cui si suicidò nel 2012) bisogna promuovere il “pansessualismo senza ostacoli. In cui la perversità polimorfa sostituirà l’etero, l’omo,  la bi-sessualità”:  da cui si vede con quanta naturalezza  il programma  totalitario femminista si colleghi  alle”battaglie omosessuali”,  alle “lotte di liberazione” sodomitiche, LGBT, che stanno chiudendoci nella loro gabbia totalitaria.  Ciò serve, per la Firestone, a annullare “il tabù dell’incesto”.

“Il tabù dell’incesto serve solo  a preservare la famiglia. […]  Una volta eliminato il tabù dell’incesto, non ci sarebbe  niente di male se un bambino avesse rapporti sessuali con la madre”:    naturalmente, bisognerà forzare i bambini, condizionarli ad accettare questa liberazione dal tabù. A  ciò mirano tutti i testi ONU, i programmi UE, le “riforme educative” mondialiste,  e i progetti sovrannazionali che passano sotto la dizione (in neo-lingua orwelliana) di “diritti del bambino” . I “diritti del bambino alla sessualità” erano già invocati fra i  “diritti umani” in una conferenza ONU del Cairo, nel 1994, sulla popolazione.

Abbiamo già visto la direttiva del Planned Parenthood, l’abortoio: “educare obbligatoriamente i bambini alla sessualità”, per convincerli che “gli esseri umani  alla nascita sono psicosessualmente plastici”; così sono escogitate le nuove pedagogie che insegnano ai  maschietti all’asilo a comportarsi d bambine, a  recitare di  “sposare” altri maschietti, gli Standards per l’Educazione Sessuale in Europa, emanati  nel 2010 dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)  raccomandano d insegnare ai bambini di 4 ani “il piacere di toccare il proprio corpo”.  Si punta al condizionamento dei bambini come cani di Pavlov. E’ violenza,come dimostrano le innumerevoli  reazioni di bambini di questo tipo: “Mio figlio è tornato  a casa e mi ha detto: il sesso fa schifo; parlandoci ho capito che era rimasto disgustato dalla spiegazione data in aula  del sesso orale”.

Ma è ovvio che un regime totalitario così inaudito da  imporre ogni perversione, patologia e vizio sessuale  come “valore  pubblico”, debba trattare l’innocenza infantile come uno spregevole residuo del passato, da stroncare  corrompendo le piccole anime: nel che mostra la sua natura   metafisicamente satanica .  Il governo quindi  insiste  nel compito educativo di far superare il disgusto ai giovani:  “Per le scuole superiori il MIUR e l’UNAR promuovono la visione di film di amore omosessuale  guidati da  kit didattici”.   Tra i film  ce n’è uno che insegna questo: “nel mondo gay funziona così, cioè prima si scopa e poi ci si conosce”.

Notate l’uso orwelliano delle sigle: MIUR sta  per Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, UNAR è il noto istituto della presidenza del Consiglio il cui compito   è segnalare e denunciare alla nuova psico- polizia, all’OSCAD (Osservatorio per la Sicurezza Contro gli Atti Discriminatori) , il corpo di polizia Ps e CC,  i “reati” di omofobia o discriminazione.

Ricordiamo che quando lo Stato si mette ad applicare misure “contro la discriminazione”,   si deve intendere “misure contro la libertà”, di  opinione, di critica, di espressione: scopo repressivo pure e semplice.  Ora,  già il ministro berlusconiano Frattini ratificò nel  2010 la direttiva di repressione  dei Ministri degli Esteri Europei “misure volte a combattere la discriminazione fondata sull’orientamento sessuale e  sull’identità di genere”  che contiene già un invito legalizzare la pedofilia (finalmente abbiamo capito a cosa serviva  il “ministro”  Frattini). La Fornero, del governo golpista-tecnocratico Monti, in qualità di Ministra delle Pari Opportunità, a  Monti dimissionario, varò la “Strategia nazionale per  la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere” [così avete capito a cosa serve il ministero  Pari Opportunità] . Un progetto POLITE (Pari Opportunità  nei Libri di Testo, sic) della Presidenza del Consiglio esige dalla Associazione Italiana Editori “la garanzia che nella realizzazione dei libri di testo e materiali didattici destinati alla scuola vi sia attenzione allo sviluppo dell’identità di genere , come fattore decisivo dell’educazione dei soggetti in via di formazione”

Esperta in totalitarismo.

..Una successione di normative e decreti, spesso atti amministrativi (sottratti dunque alle “garanzie  previste dal sistema giuridico per le fonti di diritto” ) che  dobbiamo per forza accorciare. Arriviamo al ddl Fedeli, 2014,   quando la allora vicepresidente del senato Valeria Fedeli  dà  le istruzioni per la “lotta ai pregiudizi”; il “disegno di legge Fedeli è assorbito in toto dalla legge di riforma della legge chiamata La Buona Scuola”,  scrive la Frezza; e la Fedeli, fanatica  ideologica del “gender”,  è la ministra della Istruzione, senza titolo di studio, ma assolutamente titolata per attuare il programma totalitario di sovversione dei giovani nella scuola. Cosa si propone il ddl Fedeli? Lo dice la relazione preliminare:

Eliminare stereotipi, pregiudizi, costumi, tradizioni ed altre pratiche socio-culturali fondati sulla differenziazione delle persone in base al sesso di appartenenza”.

Ancora il tono imperativo: “Eliminare”. E non solo “stereotipi e pregiudizi”, ma soprattutto “costumi e tradizioni”:  la volontà totalitaria  di sradicare la struttura storica e culturale, i fondamenti della stessa identità  di un popolo. Allo stesso modo, i bolscevichi hanno provato per 70 anni di sradicare la cultura  e le tradizioni russe  a forza di pistolettate alla nuca e di GuLag.  Decisamente i comunisti restano affezionati ai loro sistemi e  progetti di creazione coattiva dell’Uomo Nuovo; pur essendosi messi al servizio del capitale internazionale, restano, si può dire, Fedeli ai vecchi metodi.

Non a caso in alcuni libretti destinati alle scuole, e commissionati dall’UNAR (di Spano, il cappottino arancio) il fatto di professare la religione cattolica “è enunciato in sé come grave sintomo di omofobia, da cui diffidare e a cui porre rimedio”.  Prodromi di una stretta persecutoria che ha già la benedizione di El Papa “Francesco”: il quale nel documento Amoris Laetitia ha inserito un  disprezzo della famiglia (definita “tradizionale” e spesso teatro di  autoritarismo, in piena sintonia con la dittatura sodomita) e un elogio  alle nuove “famiglie”   nate “dall’amore”:  chiarendo che la neo-Chiesa “non  rimane” attaccata “a  uno stereotipo della famiglia ideale bensì”, bensì si rallegra di “ un interpellante mosaico di realtà diverse” (AL, n.57).  Lo sdoganamento clericale della  perversione totalitaria.

Ma non  cominci il lettore a dire che qui siamo mossi da moralismo e bigottismo cattolico.   La  nostra opposizione  è  morale e  metastorica, ma anzitutto civile e politica; una lotta per la libertà contro l’oppressione. Perché sappiamo, con la Frezza, che il nuovo totalitarismo, con la  “Buona Scuola”  mira a  formare, “ad uso e  consumo dei padroni del vapore, torme di individui incolti e svirilizzati, privi del senso del sacrificio e dell’attitudine al combattimento, disabituati al dissenso e incapaci di affrontare il conflitto, esenti per mandato da ogni velleità speculativa e  identitaria, concentrati sulla soddisfazione delle proprie pulsioni, […]  senza finestre su quel patrimonio di esperienza e di pensiero che  ha sempre legato le generazioni lasciando uno spiraglio aperto sull’uomo e la sua natura spirituale”:

 

Per ordine internazionale.

L’articolo “Gender” come arma della nuova oppressione libertaria è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • E presto peggiorerà….

  • Gianox

    Quindi, siamo vittime di una forma di coercizione violenta.
    Questo per dire che non è propriamente giusto sparare a zero contro gli occidentali.
    Non è che siamo una società decadente, ci hanno obbligato con la violenza a diventarlo.
    Si può dire che la nostra colpa sia quella di esserci adagiati sugli allori, di non aver capito per tempo quello che ci stavano facendo, e pertanto di non aver reagito.
    Però, onestamente, non mi sento di farne una colpa agli occidentali.
    Semplicemente, quando si viene continuamente martellati dalla propaganda, i più non hanno occasione di capire.
    Vedete? Non è che i musulmani sono migliori di noi. Vorrei vedere loro se gli avessero fatto il lavaggio del cervello che abbiamo subito noi.
    E’ che ci hanno costretto in maniera subdola ad abbandonare i nostri principi morali.
    Sostanzialmente, siamo vittime. E la cosa pazzesca è che chi ha capito e si oppone a tutto questo, perché sa di essere vittima, viene definito carnefice. Tutto quanto molto diabolico.
    Non resta che sperare in un reset, perché alla fine sono convinto che nel cuore di ciascuno di noi alberghi una luce di ordine e ragione, che non attende altro che un evento catalizzatore per dispiegarsi in una maniera che non potrà che essere violenta.

    • Annibale Mantovan

      E secondo te quale sarebbe il reset? Una guerra alla Russia?…o contro Israele?…o l’ eliminazione del debito?

      • Gianox

        Una bella guerra mondiale.

    • silvia

      non siamo vittime: lo abbiamo voluto noi, abbiamo rifiutato la porta stretta (basta divieti e sacrifici) e scelto quella larga. Adesso si salvi chi puo’

      • Gianox

        Quello è stato il nostro errore, certamente.
        Infatti questo è quello che intendevo quando ho scritto che ci siamo seduti sugli allori.
        Ma rimango convinto che siamo vittime: quando ti insegnano, anche attraverso metodi coercitivi, che il bene è male e viceversa, viene praticamente meno la tua capacità di giudizio, il tuo libero arbitrio.
        Questo è il vero grande inganno del demonio: toglierti il libero arbitrio facendoti credere che ciò che è bene è male e che ciò che è male è bene.

        • silvia

          Si, ma viene sempre il momento in cui Qualcuno ci viene a cercare, anche quando siamo sperduti. E se non rispondiamo e’ colpa nostra.

          • Gianox

            Forse.
            Però l’intrinseca malvagità della nostra società sta proprio in questo, che non abbiamo più gli strumenti per distinguere il bene dal male. Ed in questo le colpe della Chiesa cattolica sono enormi: è lei che ci deve dare questi strumenti, ma ormai la prostituta di Babilonia, non più sposa di Cristo, ha deciso di abbracciare il mondo, facendo sprofondare con sé le pecorelle cui dovrebbe dare gli strumenti per poter esercitare il proprio libero arbitrio.

          • silvia

            Sulla Chiesa Cattolica la vedo come te, ma pagheranno con gli interessi. E non credo manchi molto

  • AndreAX

    Mah a me più che LIBERTARIA questa sembra la battaglia dei Radicali nichilisti del fu Pannella e della ancora infestante Bonino. Troppo spesso vedo usato il termine LIBERTARIO per indicare l’assoluta mancanza di metodologia, ma non è affatto vero anzi io nel Libertarismo di Rothbard ci ho trovato tutto il rigore di Tommaso D’Aquino! Forse abbiamo conosciuto libertari diversi.

  • Fabrizio Bertuzzi

    settimo principio ermetico:

    7. Il genere si manifesta in ogni cosa e su tutti i piani; ogni cosa ha il suo principio maschile e femminile. Attivo e ricettivo.

    Principio di genere: ogni cosa ha un genere, maschile o femminile.
    Questo concetto non ha a che fare con il genere sessuale. Il genere mentale è infatti slegato e indipendente dal genere fisico, o sessuale, di una persona.

    Il genere maschile è attivo, proiettato verso l’esterno, e la sua parola chiave è “Volontà”.

    Il genere femminile è ricettivo, crea nuovi pensieri e idee, e la sua parola chiave è “Immaginazione”.
    Tra i due generi deve esserci equilibrio: il maschile infatti, se non è bilanciato dal femminile, agisce indiscriminatamente tendendo al caos, così come il femminile, se non bilanciato dal maschile, tende viceversa alla stagnazione.
    Il maschile e il femminile insieme portano a un’azione ragionata, la quale conduce al successo.

  • Luigi za

    il bambino viene condizionato a credere che i due sessi siano diversi”.

    Oh cacchio ma allora sono stato un bambino traviato perchè ho creduto che i sessi fossero diversi.
    Ed adesso che faccio? Li suicido?

  • Ronf Ronf

    E poi mi venite a dire che votare non è importante: se state a casa, regalate seggi al PD

    • Nicola Albano

      Non è che con i 5 stelle su questi temi ci sia tanta differenza.

      • Ronf Ronf

        Infatti io dico da diverso tempo di votare per la Meloni: se lei supera lo sbarramento allora calano i seggi degli altri partiti (PD, FI e M5S; vi ricordo che la Lega al Sud non elegge nessuno, quindi è una cosa nota che la Meloni vada meglio al Sud che al Nord e perciò i suoi seggi vengono tolti a PD, FI e M5S principalmente al Sud e un pò meno al Nord) perchè la legge elettorale dice che il numero dei seggi di calcola a livello nazionale (non importa dove abiti tu, l’importante è che voti per la Meloni) e quindi la distribuzione dei seggi (cioè per stabilire se entra il signor X di Bari o il signor Y di Parma sempre all’interno delle liste di Fratelli d’Italia) avviene su base circoscrizionale/regionale. Capito?

    • Annibale Mantovan

      Io resterò a casa alle prossime elezioni… inutile stare ad avvelenarci il sangue. Semprechè non venga fuori UNO o UN GRUPPO che voglia veramente cambare le cose. Non vedo nessuno…

  • gianni

    Proprio così , si vede dalla televisione che è il mezzo del potere ebraico- sionista che comanda l’ Occidente per fare il lavaggio del cervello alla popolazione che ci sono programmi addirittura politici con travestiti come Vladimir Luxuria e gay come niki vendola o mettono nella Prova del Cuoco della clerici o in altri show televisivi persone che non si sa se sono maschio o femmina

  • gianni

    Sì è vero , in giro ci sono più sempre più gay e lesbiche sempre più femmine mascoline è maschi effemminati , però possibile che sia soltanto dovuto a televisione giornali eccetera ….potrebbe essere anche una evoluzione umana o chissà magari inquinamento radiazioni nucleari nel pianeta cibo spazzatura farmaci che stanno alterando gli ormoni

    • Verklarte

      Mi viene in mente un divertente episodio raccontato dal regista Nanni Loy. Parlando in una intervista televisiva del suo sodalizio culturale con Mario Soldati lo descrisse come uno sperimentatore ante litteram di esperienze omossessuali : “Un giorno – disse – alla fine degli anni ’50, mi chiese se avevo avuto esperienze del genere. Io gli risposi di no e lui mi rimbeccò: ma prova, prova Nanni, che cosa ti costa? Io gli chiesi se lui aveva già fatto esperienze simili e Mario mi rispose: sì, una volta con un giovane e mi ha fatto malissimo”. Capito l’antifona?

      Un uomo prova un rapporto contro-natura tanto per fare un’espierienza, perché nel suo ambiente va di moda, poi magari si ritrae inorridito, ma un giorno ci ripensa e ci riprova, poi una tera volta e alla fine si ritrova gay convinto, Non è necessario tirare in ballo cibo spazzatura ( un tempo si mangiava anche peggio) o l’inquinamento, quello che conta oggi è vantarsi di nuove esperienze, sentirsi a la page, infrangere i cosiddetti tabù, fregarsene della propria e dell’altrui dignità, tanto si vive una volta sola no?

      • gianni

        Proprio per quello che hai scritto noi italiani abbiamo un tremendo bisogno di povertà e miseria così la smettiamo di fare cazzate

  • PClaudio

    Molti avranno già avuto il dispiacere di leggerlo, ma vi propongo un estratto dal “materiale didattico” per l’educazione affettiva recentemente propinato ai bambini di una scuola elementare a Modena:

    «Quando una donna e un uomo scoprono di piacersi desiderano stare insieme, parlano, giocano, fanno passeggiate e vanno al cinema. Talvolta sentono molto forte il bisogno di ricevere e dare tenerezza. Si baciano e si accarezzano per
    tutto il corpo esprimono con parole affettuose l’amore che provano. Allora il pene dell’uomo diventa grande e duro e la vagina della donna si inumidisce: per tutti e due è molto bello quando la donna fa penetrare il pene rigido dell’uomo nella sua vagina. I due lo fanno muovere avanti e indietro nella vagina e provano un piacere
    intenso. Sussurrano, ridono felici: sono i rumori che forse qualche volta hai sentito provenire dalla camera di mamma e papà».

    Questa sarebbe l’idea di “educazione affettiva” secondo lorsignori dello stato totalitario italiota. E’ una soddisfazione constatare i progressi della gloriosa cavalcata italica verso nuove, inesplorate vette di assolutismo statalista orwelliano. A quanto pare
    abbiamo raggiunto un nuovo traguardo: ora i nostri figli potranno guardare allo stato come fornitore unico della dose di pornografia quotidiana prescritta a norma di legge. Attendo fiducioso altre conquiste sul fronte del monopolio statale sui bisogni naturali; chessò, potremmo introdurre l’eutanasia obbligatoria per gli over-settanta, così la smettono di rompere i coglioni alle povere risorse nordafricane costrette a emigrare per venire qui a mantenerli. Del resto, constato con incredulità, per non dire con
    disperazione, che secondo alcuni dei malati mentali che commentano quanto sopra, “i genitori devono imparare a stare fuori dalla didattica di una scuola”. Insomma, non siamo più individui sovrani, e i nostri figli non sono più cosa nostra. Li abbiamo sfornati per affidarli entusiasticamente alle amorevoli e premurose braccia dello stato. Di
    questo stato mafioso e clientelare, per inciso. Personalmente, ma mi rendo conto di essere parte di una minoranza condannata, voglio lo stato fuori dalle dinamiche affettive e relazionali mie e dei miei figli. Non esiste contratto sociale o fondamento giuridico che dia ai nostri sovrani fintamente demokratici il diritto di fare danni anche in questa delicatissima sfera della nostra esistenza. Si accontentino di aver trasformato la denominazione geografica chiamata Italia in un invivibile inferno burocratico-fiscale.

    • Ronf Ronf

      E ovviamente non si fa l’unica davvero necessaria, cioè lo studio delle malattie a titolo di informazione e prevenzione (in questo modo si risparmiano soldi sulla sanità perchè la prevenzione costa meno della – ammesso che esista – cura).

      • PClaudio

        No, meglio le lezioni di “educazione affettiva” (?) ai bambini di sei anni in cui si insegna alle bambine a piantare un chiodo e ai bambini a cucire un bottone, perché capiscano che le distinzioni di genere non sono altro che costrutti culturali. E’ un’obiezione realmente mossami da una madre sinceramente progressista e democratica nell’area commenti di un altro sito, per la cronaca. Non aggiungo altro, perché non so se ridere di gusto o disperarmi

        • Ronf Ronf

          Cioè, la madre di sinistra non teme le malattie che i suoi figli in età pre-puberale e adolescenziale potrebbero prendersi? Sul serio?

          • ws

            la “madre di sinistra” non pensa , o al massimo pensa solo di “essere furba”

          • silvia

            La madre di sinistra non e’ madre. Se lo fosse non sarebbe di sinistra

    • gianni

      Tanto anche senza la scuola con televisione internet videogiochi e smartphone il lavaggio del cervello ai bambini e ragazzini viene fatto lo stesso , a che serve il porno libero su internet ?

      • PClaudio

        D’accordo, però televisione, internet, videogiochi e smartphone sono strumenti su cui i genitori possono ancora esercitare un certo controllo, ammesso non abbiano sfornato figli per il solo gusto di vedere l’effetto che fa (e sospetto che oggi sia così per molti, ma sorvoliamo). La scuola dell’obbligo, invece – lo dice il termine – è un’altra cosa…

        • gianni

          Concordo

    • Fabrizio de Paoli

      L’intento è privare i bambini del piacere della scoperta e di evolversi ognuno autonomamente, sradicargli l’anima ancor prima che possa farli diventare adulti, entrare nella sfera più intima e personale in modo da omologarla secondo lo schema statale anziché venga lasciata ad ognuno di noi e ci permetta di diventare grandi.
      Lo stato deve impedirti di crescere ed evolerti.
      Secondo me la questione è molto più grave di come sembra.

      • gianni

        Se fosse veramente così , sei veramente la verità è l’inferno che dici quasi quasi preferirei una guerra che distrugge tutto

    • Nicola Albano

      Avessi trovato qualcosa del genere tra le mani dei miei figli sarei entrato dritto nella scuola con un kalashnikov in braccio.

      • ws

        avercelo il kalshnikov… mica siamo ” cittadini abanesi” noi.

    • Annibale Mantovan

      Non sei parte di una minoranza perchè il 90 % ne ha i maroni pieni di questa situazione.

  • gianni

    Quindi è un bene che arriva la povertà in Italia così giovani si svegliano e tirano fuori le palle

  • Fabrizio de Paoli

    Quindi le femministe di sinistra sono “libertarie”?
    Questa mi mancava proprio, sapevo dei vegani che preferiscono il sottofiletto al filetto, possibilmente al sangue, ma…
    Blondet, non abbassarti a questi mezzucci da piccolo uomo senza onore e senza palle, altrimenti vanifichi tutti i concetti buoni che cerchi di propagandare.
    A tratti vedo similitudini con un tipo di isteria tipicamente femminile che i certi casi compare periodicamente ogni 28 giorni.
    Su, da bravo, proviamo a fare gli onesti, torniamo ad essere nobili e lasciamo la stronzaggine ai piccoli uomini.

  • Paolo Venturini

    Io credo che una decina di anni di Califfato non ci farebbero male……………………

    • gianni

      Ma non per diventare musulmani ma per combattere e morire per qualcosa di importante

  • giuseppe

    …chissà che non nascano finalmente dei veri CLN in tutta la penisola (per combattere, anche con le pietre questi bastardi!). Altro che combattere il Fascismo, che faceva della “famiglia tradizionale” uno dei suoi fondamenti.
    Proprio vero…che in questo momento ci vorrebbe un altro “ventennio” a base di olio e sacro manganello. Purtroppo non c’è piu’ il Duce, ne un personaggio simile all’orizzonte…

  • Mela

    Intanto, nel mondo reale in uno studio emerge che ben 6500 geni si attivano in modo diverso nei maschi e nelle femmine, anche in reazione ai farmaci: http://wis-wander.weizmann.ac.il/life-sciences/researchers-identify-6500-genes-are-expressed-differently-men-and-women

    E qui in Italia stiamo moolto indietro. In Svezia succede questo
    https://www.youtube.com/watch?v=xfO1veFs6Ho

    • gianni

      Ma infatti è quello che ho scritto nell’altro commento , non può essere solo televisione o giornali o internet o videogiochi ,c’è qualcosa nel umano che sta cambiando magari anche dovuto a cibo spazzatura, farmaci ,inquinamento ,radiazioni, onde dei cellulari non è possibile tutti questi femmine mascoline e maschi effemminati

      • paolinks

        Quel che e’ noto, da alcuni studi, e’ che ci sono composti chimici usati in pesticidi, farmaci e industria, che favoriscono lo sviluppo di estrogeni, cioe’ ormoni femminili. Questi studi mettevano tali composti sul banco degli imputati per la femminizzazione del maschio occidentale.

        Inutile dire che laddove si vive maggiormente in natura ( medioriente ad esempio ) non c’e’ traccia di femminizzazione. Se 2+2=4…

        • gianni

          Grazie molto interessante, magari il famoso pesticida Roundup che viene usato per il cibo occidentale è il responsabile

          • marcoferro

            no il roundup provoca solo l’autismo e il cancro è tranquillo sotto quel’aspetto…

  • Cruciverba

    Il Gender è la negazione della vita stessa .
    Solo una razza di coglione patentato puo’ affermare una cosa che va contro la natura stessa empirica del mondo .
    Ma i nostri governanti Satanisti si sa a quel che mirano : a sdoganare la pedofilia ed a rendere i bambini dei giocattoli sessuali .
    Qualora ci dovessero riuscire il mondo sarà veramente finito .

    • paolinks

      Finito? I romani facevano lo stesso. Poi discesero i veri uomini dal Nord e li schiacciarono come i vermi che erano.

      • Cruciverba

        Con gli schiavi ma gli schiavi per loro non erano considerati nemmeno esseri umani . Chi provava ad abusare di bambini liberi cittadini romani veniva punito ( Lex Scatinia ) .
        I Romani non erano vermi lo sono diventati quando i loro costumi si sono corrotti per mano delle influenza Ellenistica-Persiana .
        Un po’ come sta accadendo piu’ in generale agli Europei con la cultura finto buonista-progressista .

        • Mela

          Per i romani la sodomia passiva (prenderlo in culo) era il massimo disonore.

  • Le persone che sanno di non valere niente, per natali, per censo, per educazione, per intelligenza, sposano idee enorme quanto false – che non comportano beninteso alcun sudore della fronte né rischio – al fine di sentirsi qualcuno. Tipicamente, “di sinistra”; perché è il pensiero dominante. Nel Ventennio le stesse persone sarebbero state fasciste e con idee diametralmente opposte, ugualmente convinte. Perché sarebbe stato la cosa più comoda. Il coraggio ci vuole a fare il cristiano in Siria, non il frocio qui.

    • silvia

      Applausi!

      • thomas

        mi unisco

  • formic

    Disarmante!!

  • Gianox

    Tutte queste coercizioni che subdolamente e spesso pure con violenza ci sono state imposte, la teoria gender, l’emancipazione della donna, il femminismo, il dirittoumanitarismo, il sovvertimento dei ruoli tra uomo e donna, la distruzione della famiglia tradizionale, l’arrivismo, l’omossessualizzazione della società, il porno su internet, l’educazione dei figli ormai monopolio dello stato, l’aborto, l’edonismo, il pansessualismo, eccetera eccetera eccetera, ebbene, tutte questo forme di violenza sono state mirate ad uno scopo: far sì che gli europei, bianchi e cristiani, facessero sempre meno figli.
    Così si è creato un gap demografico.
    Ed oggi? Oggi ti dicono che siccome non facciamo figli bisogna importarli dall’Africa, dall’Asia e dal Sud America.
    Come farci credere che la sostituzione etnica sia un bene.
    Insomma, tutto quello che è stato fatto negli ultimi decenni aveva una finalità ben precisa: favorire il grand remplacement delle popolazioni autoctone europee.
    Arrivati allo stato attuale, c’è solo una cosa da fare: dopo avere preso coscienza di quanto ci stanno facendo, reagire attraverso l’unico canale possibile, e cioè adottare una serie di leggi a tutela delle popolazioni europee, vittime di questo programma di sostituzione etnica, cosa possibile solo sospendendo quelli che tanto pomposamente vengono definiti diritti umani (sì, degli invasori).
    Facile, no?
    Alcuni benpensanti di sinistra direbbero: “Ovvove, ovvove! Sono forse leggi razziali?”.
    Lungi da me il pensare una simile cosa.
    Parafrasando Blondet, :”la nostra opposizione è morale e metastorica, ma anzitutto civile e politica; una lotta per la libertà contro l’oppressione”.
    E’ appunto una lotta civile e politica contro chi ci vuole male.

    • valentino

      E’ già stato fatto in passato, ci ritrovammo in guerra contro il mondo

      • Gianox

        Ma questa volta è proprio il mondo che deve dare i conti con se stesso.

        • valentino

          Peccato che il mondo attuale sia figlio di quel passato, troppi scheletri negli armadi dovrebbero essere svelati, troppi “mea culpa” dovrebbero essere recitati, credo che nessuno abbia la volontà e la forza (attualmente) per una tale resa dei conti. Ricordi sempre che tutto ebbe inizio con i “poveri” ebrei che finirono gasati, da lì si è partiti

          • Gianox

            Eh, ma è lì che volevo andare a parare.
            Il mondo deve fare i conti con se stesso e capire che il passato, per come ci è stato insegnato, è fondamentalmente una menzogna.
            Non dobbiamo più vivere nella menzogna su cui è costruito tutto il nostro mondo.
            Purtroppo, cose si suole dire, la verità fa male, ed apprendere la verità questa volta farà malissimo.

          • valentino

            Avevo buone speranze in Putin, ma, (forse è troppo presto) per ora tutto tace, comunque sì a noi farà malissimo, ma ad altri farà ancor più male

          • Gianox

            Sarà che il mio nuovo avatar tradisce una certa partigianeria, ma non ho motivo di dubitare di Putin.
            E tutto sommato, mi sto ricredendo pure su Trump.
            La mia sensazione è che si stia vivendo il classico momento di quiete prima della tempesta.
            Bene o male, le pedine sono state già posizionate sulla scacchiera e qualche pedone è stato mosso.
            Ma si è in attesa che i pezzi da 90 facciano le loro mosse.
            Nel frattempo, si tergiversa, in attesa di quell’evento che possa dare il là alle danze. Evento di cui tutti paiono in attesa, ma che ancora oggi non si osa invocare.

          • valentino

            Strano… non l’avrei mai pensato (l’avatar intendo) :). Mah, secondo me, Trump sta attuando la vecchia strategia americana, aizzare gli Stati europei affinchè scoppi una guerra ed intervenire poi direttamente, vedo troppo “attivismo” tedesco ultimamente, soprattutto in funzione anti Trump, che, ai crucchi potrà non piacere per mille motivi, rimane sempre il loro “padrone”

          • Gianox

            Non solo gli stati europei.
            Le mosse di Trump sono ben strane. Apparentemente, non hanno logica, dal momento che, proprio perché sono i “padroni”, dovrebbero avere interesse a placare i bollenti spiriti dei “servi”.
            Invece, Arabia e Qatar sono ai ferri corti, tanto che si prospetta un’invasione dei sauditi ai danni dei qatariani, Merkel e Macron un giorno sì e l’altro pure si lamentano degli USA, tanto da arrivare al punto da dire che gli europei devono far da sé, la NATO è in fermento, sia per l’idiosincrasia che Trump ha apertamente professato contro di essa, sia per il ruolo sempre più ambiguo della Turchia, che fa quello che le pare e che adesso rischia persino di dover muovere guerra all’Arabia, nel caso in cui il Qatar, con cui è alleata, fosse veramente invaso.
            Insomma, un casino immane.
            Io ho sempre pensato che una potenza imperiale quali sono gli USA dovesse sempre svolgere un ruolo di contenimento e mediazione a favore del mantenimento dello status quo.
            In realtà, gli USA in Medio Oriente non lo hanno mai fatto, ovviamente perché si sono sempre comportati non come potenza imperiale ma come golem di Israele: il piano Kivunim, più o meno inconsapevolmente, è sempre stato la loro priorità.
            Il fatto è che oggi stanno seminando zizzania proprio in quegli apparati sovrastatali, ONU, UE, NATO, GCC, che da sempre sono la sovrastruttura del loro potere imperiale. E’ attraverso essei che si concretizza l’impero e la pax americani.
            Invece l’America di Trump, con atteggiamenti incomprensibili apparentemente, sta proprio minando le basi del proprio dominio.
            L’utente Silvia ieri sera mi riferiva che molti in USA ritengono Trump una sorta di distruttore. Ed è per questo che lo hanno votato, perché si sono accorti che l’America per come si è evoluta negli ultimi decenni era qualcosa di sbagliato, e che la si doveva rifondare, anche a costo di distruggerla prima.
            Ed in effetti, devo convenire che la cosa mi quadra.
            D’altronde, mi sono accorto che per poter giudicare certi personaggi bisogna guardare ai particolari apparentemente poco significanti.
            Ad esempio, è vero che Trump, durante la visita a Gerusalemme, si è recato in preghiera al muro del pianto con tanto di kippah. Ma non ha voluto con sé Netanhyau, ma soprattutto prima ancora si era recato in pellegrinaggio al Santo Sepolcro, cosa che mai in precedenza nessun satanista americano, pardon, statista, aveva mai fatto.
            Inoltre, ai più non sarà sfuggito come la bella Melania abbia indossato il velo non in occasione dell’incontro coi Saud, ma in Vaticano.
            Oppure, mi ha particolarmente stupito la sbracciata violenta con cui Trump ha brutalizzato Markovic, il premier montenegrino, in occasione dell’ultima riunione NATO.
            Alla fine, sono segnali. E forse neanche tanto piccoli, se poi gente come la Merkel si è tanto risentita da aver contraddetto il “padrone”.

          • valentino

            Sembrerebbe che vi sia in atto una guerra interna tra le elitè mondiali su chi avrà effettivamente lo scettro in mano, mi spiego meglio; tutte le elitè collaborano per la meta finale, ma più ia meta si avvicina più nascono attriti interni alla fin fine chi comanderà effettivamente? Ricorda i Protocolli? A quale clan apparterrà il Re? Non è detto che sia un ebreo, avranno pure tutti i soldi dell’universo, ma le armi sono in mano ai bianchi

          • Fabrizio Bertuzzi

            le armi sono in mano ai bianchi, il potere spirituale pure.

          • alex

            “””le armi sono in mano ai bianchi, il potere spirituale pure.”””
            Le armi non ancora per molto e poi cosa servono se non le sai usare? Il potere spirituale, già da tempo ha abbandonato l’etnia bianca a favore di altre etnie, più promettenti da un punto di vista di longevità e duratura. Il bianco è un colore vecchio, che tende più al beige-giallo e al bianco-sporco odiernamente.

          • Caio Giulio

            La guerra alcuni dicono che sia tra vere stirpi di cuginetti “americani” e “europei”. Succede tutti i giorni anche nelle migliori famiglie 😉

          • silvia

            C’e’ da sperare che si sterminino a vicenda

          • Caio Giulio

            Magari..Però curiosamente sembra che quelli americani siano i nostri nemici, mentre quelli europei siano la linea morbida. Forse perchè devono recuperare i loro investimenti in Russia 😉

          • silvia

            Al momento gli europoidi non fanno nulla perche’hanno le basi americane in casa…E se non le avessero sarebbero alla merce’ dei Russi. Sono dei mollaccioni. Trump lo sa e per questo li prende letteralmente a sberle 🙂

          • Maciste2011

            NO. è da escludere, usano sempre carne impura, spesso avariata. di certo inconsapevole.

          • Gianox

            Tempo addietro, un amico mi fece leggere questo articolo:
            http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/09/la-bufala-di-henry-kissinger-che-pero.html
            Si tratta di una pseudo-intervista a Kissinger; pseudo perché Kissinger non l’avrebbe mai rilasciata, senonché l’autore di quest’intervista porta il nome di un alter ego dietro cui si nasconderebbe lo stesso Kissinger. Orbene, questo ed il fatto che l’intervista non sia stata pubblicata da un giornale mainstream, ma da un giornaletto satirico connesso ad un grande gruppo editoriale, fa supporre che si sia trattato di una sorta di ballon d’essai da parte di Kissinger, col quale ha voluto mandare a chi di dovere un messaggio ben preciso.
            In questa intervista Kissinger afferma che ad un certo punto l’élite americana si è trovata a scegliere quale opzione attuare per impedire l’inesorabile declino dell’impero:
            a) guerra civile in USA;
            b) far implodere l’UE e l’euro;
            c) guerra con la Russia.
            Si dice che ad un certo punto, durante l’amministrazione Obama, per volontà del Pentagono si sia scelta infine l’opzione c).
            Ed in effetti, noi sappiamo che quest’opzione sarebbe forse già divenuta realtà se le elezioni di novembre fossero state vinte dalla Clinton.
            Ma ha vinto Trump.
            Ed è singolare notare come Trump stia seminando zizzania all’interno delle varie organizzazioni sovranazionali: ha detto che la NATO è obsoleta, ha accusato la Germania di fagocitare l’Europa, ha sconfessato l’ONU e la sua politica di global warming; da ultimo ha creato tensioni all’interno del GCC accusando il Qatar di finanziare il terrorismo (cosa vera, ma sentirsi dire dall’Arabia che rompe i rapporti col Qatar per via di questo, beh, ti viene da ridere per non dover piangere).
            Insomma, se la Clinton impersonificava l’opzione c), Trump sembra invece rispondere all’opzione b).
            Guarda caso, l’opzione b) era quella che Kissinger medesimo avrebbe voluto intraprendere.
            Che dietro a Trump vi sia Kissinger?
            Sinceramente non lo so, anche perché Kissinger è notoriamente un uomo Rockefeller. Ma ricordo però che proprio con lei mesi fa parlavo degli strani contrasti tra Kissinger e Brzenzinski, indice di una frattura in seno all’élite. Facilmente, si può identificare nella Clinton un uomo Brzenzinski.
            Che lo stesso valga per Trump-Kissinger?
            Se così fosse, questo potrebbe significare un contrasto in seno all’élite coi Rockefeller da una parte, e tutti gli altri dall’altra.
            Delle dinastie che si dice governino il mondo, alla fine i Rockefeller dovrebbero essere l’unica non ebrea, essendo discendenti di ugonotti francesi.

          • valentino

            Credevo fossero di origine controllata anche i rockfeller, parenti dei rothschild, vabbè poco importa, comunque, ritornando al nostro discorso, sì, può essere però non direi che abbiamo una solo famiglia contro tutte le altre, non scordiamoci che il kissinger è quasi di casa al Cremlino nonchè molto ascoltato da Putin. A ben pensarci le forze mondialiste, sionisti, anglosassoni, cattolici e comunisti (Cina) ultimamente si stanno guardando in cagnesco

          • Gianox

            Così recita Wikipedia, per quanto possa essere affidabile.
            In effetti, Rockefeller non pare un nome da tribù, per quanto non si possa escludere.
            Comunque, ciò che fa Trump è piuttosto insolito.
            Pare che il suo compito sia quello di portare discordia in un mondo elitario che, per quanto da sempre diviso al proprio interno in correnti, è sempre stato abbastanza monolitico, almeno guardandolo da fuori.
            Non si può pensare che sia un parvenu, un estraneo all’élite che è odiato proprio perché tale; altrimenti non sarebbe divenuto presidente degli USA.
            E tuttavia, lo si odia come se non fosse uno dei loro.
            Questo comunque è ben strano.

          • Maciste2011

            Wikipedia va preso sempre con le apposite pinze, soprattutto con certi argomenti, anzi di piu’.

            PS
            di piu’
            (cercate quello che cercava di modificare il profilo della Nuland senza riuscirci)

          • silvia

            Tutto il discorso del Qatar ha molto a che vedere con i soldi della clinton foundation, non credo che Trump si lascera’ sfuggire la possibilita’ di mettere il clan obama-clinton alle strette.

          • alex

            A mio parere, decisamente no. Da sempre le elite, monarchie, si scannano fra di loro, ma la gola è quella popolare, per poi infine firmare trattati di pace e armistizio sui cumuli dei cadaveri dei popolani mandati a morire in nome del re,maestà, patria, presidente, stato, etc..etc… Si mettono alle strette (a volte fra di loro) ma non troppo, un tacito accordo del fare, ma non troppo. Cane ( e questi sono cani)non mangia cane, lo strapazza, a volte uccide, mai se ne ciba, preferiscono il tenero deretano del popolo.

          • silvia

            Stavolta lo scenario potrebbe essere diverso: proprio come scrive Valentino, tanto piu’ potere accumulano, tanto piu’ si scannano tra di loro per averne di piu’, e questo alla fine perdera’ i piu’ follie e perversi tra loro. Mentre i piu’ normali resteranno a dividersi la torta in pace.

          • silvia

            Avevo letto anche della madre di putin, e pare sia una balla. Inoltre, la donna era una devota ortodossa che fece battezzare il figlio. Gli antenati di Putin erano servi della gleba originari di Borodino, proprio alle porte di Mosca. Putin e’ uno statista, quindi gli tocca essere diplomatico, anche per mantenere buoni rapporti con gli ebrei Russi che ora in israele formano una fazione influente e laica, quindi contraria a certe politiche del noto staterello.

          • what you see is a fraud

            http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=152837
            Putin’s Passport Proves He Is A Member Of The Tribe
            Il passaporto di Putin prova che lui e’ un menbro della Tribu’ . La madre era Shelomova Maria Ivanovna, Jew (“евр” is short for “евреи”/Jew or “еврейка”/ Jewess)
            Non c’e’ nessun dubbio che la madre e ebrea e siccome la religione si passa ai figli dalla linea materna dal punto di vista di discendenza familiare non c’e’ dubbio . La questione e’: Putin ha rifiutato l’ebraismo e abbracciato la religione Cristiano Ortodossa ? O e’ solo una finta ?
            Questa e’ la domanda da un milione di euro ! Trovo alcune cose sconcertanti riguardo al comportamento di Putin . Certo che Putin ci ( a noi tutti che viviamo oggi ) ha salvato da una guerra mondiale molte volte . Ma lui esita e perdona ? le numerose cazzate ,aggressioni e attacchi di vario genere , perpetrati dalla stato canaglia in Siria . Sappiamo anche che la banca centrale Russa e’ ancora controllata dalla famiglia criminale Rothschield.
            Alcuni anni fa’ Putin dichiaro’ che circa 80- 85 % dei leaders russi ai tempi dei bolscevici , erano membri della tribu’ e uccisero milioni di Russi e Ukraini cristiani .
            Nonostante queste prove di appartenenza alla tribu’ infernale , complessivamente , cristiano o ebreo che sia , Putin e’ il miglior leader che abbiamo in Europa .
            Speriamo di non essere traditi in futuro !

          • valentino

            Ed io che credevo avesse antenati italiani (veneti visto il cognome). Sì, ha ragione, a volte, certi atteggiamenti, diciamo teneri, mi ricordano certi “errori”marchiani compiuti dai tedeschi nella WWII, comunque in questo momento, è l’unico che cerca di preservare ie tradizioni del proprio Paese dall’assalto omologante mondialista

          • silvia

            Pare questa storia sia una balla. Di certo Putin ammirava ed era rispettato da Solzhenitsyn, i cui libri grazie a Putin sono diventati testi scolastici in Russia. Vatti a leggere quello che Solzhenitsyn scrisse sugli ebrei e poi giudica tu se Putin e’ sionista. E’ vero invece che tra i migliori amici di Putin ci sono ebrei: dai fratelli Rotenberg, vicini di condominio di Putin quando era bambino, al suo maestro di judo Raklin, che per lui era come un secondo padre. Probabilmente Putin distingue tra ebrei e sionisti.

          • valentino

            Speriamo lo sia davvero. Distinzione superflua, non tutti gli ebrei sono sionisti, tutti i sionisti sono ebrei il problema va risolto alla radice

          • silvia

            La vedo dura, perche’ certe verita’ scomode verranno fuori solo quando il sistema stara’ crollando. Temo non sia ancora il momento per certe rivelazioni. Quanto a Putin, e’ uno statista non un super-eroe dei fumetti deve sicuramente attenersi a compromessi, ma se non ci fossero lui e la Russia per noi tutti sarebbe ancora peggio.

          • alex

            E’ nella stessa zuppa di potere, servita agli idioti affamati. Un attore non protagonista, bella recitazione, futuro promettente, oppositore dell’altro, ma l’uccello di costoro, punta sempre al buco del culo nostro, poi che sia ammantato di cirillico, ideogrammi orientali, gaelico, romano, etc.,è sempre la solita zuppa con colorante diverso aggiunto, ma costantemente con il tradizionale e perpetuo sapore di merda!!

          • silvia

            Puo’ essere, cio non toglie che gli altri elitari possano stargli sulle palle per ragioni varie, e quindi abbia pensato di creare un fronte di potere opposto, e questo apre degli spiragli di opportunita’ per i “commoners” come noi. Se fosse tutto come dici tu, ne io ne te saremmo mai andati a scuola e all’universita’, io non avrei mai viaggiato, tu non saresti andato a lavorare in Cina, i nostri nonni non avrebbero avuto una pensione, ecc… soprattutto, nessuno di noi sarebbe in grado di ragionare e scrivere in questo forum. Quando ti convinci che il male e’ ovunque ed e’ invicibile non solo gli permetti di vincere, ma de-responsabilizzi il popolo, che invece non e’ affatto innocente bensi complice con le elite malvagie. In base ai Russi che conosco, se Putin si mettesse a fare il pro-gay, lo scannerebbero per strada, di cui la possibilita’ che Putin sia davvero meno peggio dei leaders occidentali.

          • alex

            Se nessuno reagisce a livello individuale, la cosa è semplice: siamo schiavi fottuti insieme a figli, mogli, parenti, nipoti, etc..etc.. e l’onore, la decenza, l’onestà in ognuno di noi, sono morte e sepolte. Mi dispiace per gli altri, io personalmente ho ancora tante munizioni da sparare, su altrettanti “obiettivi”. Non mi arrendo senza combattere, sia solo o in compagnia e per coloro che ancora dicono, cosa facciamo, dove andiamo, chi combattiamo, ho famiglia, auguro a tutti questi pavidi vigliacchi senza spina dorsale, le peggiori agonie possibili. Quale differenza c’è fra queste persone “zecche” e coloro che ci vogliono proni schiavi, nella eventualità di dovergli schiacciare?

          • valentino

            Siamo a bordo di Christine la macchina infernale, ci illudiamo di guidarla in realtà è lei che ci sta dirigendo nel precipizio

      • alex

        E guerra sia!! Cazzo, restare fermo ed inerte ed aspettare che arrivino a prenderci i figli e nipoti, compagne e mogli e si sollazzino a piacere con loro, potrà sembrare una ultima ratio (e lo è), ma perdio non mi calerò le braghe volontariamente, devono venirlo a fare di persona, almeno morirò tirandomene dietro tanti. Siamo a mio parere, nella situazione: o si agisce, oppure meglio stare zitti e fare scorta di vasellina e rossetto.

    • thomas

      …e chi dovrebbe scrivere queste leggi?Chi dovrebbe discuterle?Chi dovrebbe applicarle?Sono tutti marci,politici,magistrati,medici,educatori,è tutta una fogna pestilenziale,un miasma i cui vapori mortiferi stanno sempre di più intaccando le nostre certezze.Non vedo genitori che si oppongono nei fatti,solo parole,chiacchiere,mugugni da cortile e poi quando si pretenderebbe l’azione…tutti proni al “potere”.Buona notte Mondo!

  • Massimo Decio Meridio

    “Ristrutturare la famiglia, posticipando o evitando il matrimonio; alterare l’immagine della famiglia ideale; educare obbligatoriamente i bambini alla sessualità; incrementare percentualmente l’omosessualità”

    Mi sembra che tutto ciò, purtroppo, sia stato abbondantemente fatto …

    “la garanzia che nella realizzazione dei libri di testo e materiali didattici destinati alla scuola vi sia attenzione allo sviluppo dell’identità di genere , come fattore decisivo dell’educazione dei soggetti in via di formazione”

    Hanno rotto il cazzo …e scusate la delicatezza…

    • valentino

      Ed ora ci vogliono rompere il cu..

  • johnny rotten

    Tutto questo è parte del progetto di sostituzione etnica delle popolazioni indigene europee, dopo avere impedito con mezzi culturali ed economici la riproduzione a questi popoli, adesso si finisce il lavoro rendendo le ultime generazioni indegne e non in grado di vivere, quando le vecchie generazioni saranno sparite rimarrano queste sottospecie di uomini, a giocarsela con gli immigrati, e sappiamo con certezza come andrà a finire, dopo di che il lavoro sarà concluso. Quello che più è osceno è il totale non rispetto dei minori che sottointende il totale disprezzo del genere umano, una volta questi erano delitti da pena capitale, gli antichi Romani per reati come questi avevano disposizioni legali di infliggere le massime sofferenze, sarebbe ora di riprendere dalle nostre antiche radici e punire come meritano questi stolti e infami.

    • marcoferro

      anche i 12 vaccini, decreto firmato da quel kazzone di mattarella buono solo a fare danni, è funzionale anche in questo senso. rendere una intera generazione malaticcia e blandamente ritardata. nanoparticelle, molecole di mercurio e alluminio che andranno al cervello e li rimarranno a vita creando infiammazioni croniche a bambini che poi per il resto della loro vita avranno bisogno di farmaci.

      • Lupis Tana

        Marc hai tutte le ragioni di sto mondo ma, chi ferma questo scempio?
        chi inverte la rotta? non vedo niente all’orizzonte salvo qualche gay, (era ironico). ciao non te la prendere tanto non si muove foglia che francesco e non-mori-tano non voglia… t l

      • alex

        Marco, la soluzione è individuale al momento, potrebbe essere anche parzialmente collettiva (abbastanza ristretta), però fondata per azioni e strategie sull’emergenza in atto. Non è questione del se arriverà ad un punto fatale, ma solo quando arriverà a tal punto. Ossia, più tempo passa in questa condizione e più difficile sarà anche il minimo tentativo di uscirne. Non è più il momento di parlare, discutere, è già ora, il tempo di agire!!

        • marcoferro

          concordo, più tempo passa e più questa gente ci toglie libertà e diritti acquisiti in passato con grandi lotte fatte dai nostri nonni e padri. a domani se Dios quiere…

  • marcoferro

    mi sta sorgendo il dubbio che nelle elite e nei posti di comando ci sia una cosca di pedofili fanatici che vuole la legalizzazione della pedofilia, compreso il vaticano. altrimenti non si spiega questa ossessione oscena di spiegare il sesso alle elementari, è assurdo. andrebbero mitragliati tutti…..è assurdo anche che quella vecchia befana con la terza media faccia il ministro dell’istruzione, con la capra lorenzin col diploma delle magistrali a fare il ministro della sanità e imporre per legge i vaccini, col decreto firmato da quell’infame inutile di mattarello, che quando non è in giro a fare inaugurazioni inutile va facendo solo danni.

    • Gianox
      • marcoferro

        avevo dimenticato questo tipo, in pratica dicono che questi essere satanisti odiano la vita, la creazione e la natura….ma io dico perche non si suicidano in massa e ci liberano della loro presenza blasfema ?

        • Gianox

          Non sarebbero satanisti se non si accanissero contro il prossimo.

        • alex

          Non vi è un obiettivo a termine nelle menti di questi individui. L’unico obiettivo è il caos e poi niente, lasciare tutti e tutto nel caos, senza direzione precisa, piani, strategie, solo e solamente caos & Co. Non sono neanche immaginabili gli effetti di questa strategia e del resto chi lo provoca, non è interessato a chi vive, muore, solo a come e dentro quale marasma vivrà. Conoscono benissimo i loro limiti, non è possibile corrompere ogni singolo individuo, basta immergerlo senza scelta in quel liquame, per contaminarlo, o rendere “liquame”, l’ambiente in cui deve vivere.

    • valentino

      Lo ha spiegato molto bene ieri il sig Fabrizio de Paoli, commentando il primo articolo della serie, il motivo principe di tutta questa sodomia dilagante (certamente per “qualcuno” farà comodo nonchè piacere, chiamiamoli effetti secondari) creare la legge liberticida par excellence, tramite la quale, sarà possibile incriminare qualcuno per il solo fatto di bere un bicchiere d’acqua anzichè un bicchiere di aranciata

      • marcoferro

        che aspettano a far fuori questa gente ?

        • valentino

          Si potrebbe iniziare con Scalfa rotto

          • marcoferro

            è l’unica strada ormai…

        • silvia

          Me lo domando anche io. Ma se lasciamo che facciano questo ai bambini, non meritiamo di continuare a esistere.

          • marcoferro

            e i vaccini ? è già incostituzionale questa legge , nonostante quella nullità che abbiamo come presidente della repubblica lo abbia firmato. se uno dicono non è vaccinato non potrà andare a scuola, bene, che non vadano a scuola per quello che vale oggi…

    • Mela

      Vogliono il nostro male perché è il loro bene. Il ricco non sarebbe ricco senza i poveri, ergo, l’attacco alla famiglia, alla vita e alla libertà, è sempre parte della guerra più antica, la guerra dei banchieri, dei potenti, contro i contadini e, più in generale, contro quelli che lavorano. Chi è ricco, in Arabia, in Cina, in Francia, o dove altro sia, può avere una famiglia unita, di gente eterosessuale che fa altri figli e che crede nella propria unità e fa rispettare i propri diritti, i quali comprendono anche quello di drogarsi e di essere gay, volendo, si tratta sempre di una scelta individuale. I Rothschild alla famiglia, alla loro dinastia, ci tengono. Sono le famiglie degli altri che devono sparire. Più difficile è la vita per tutti gli altri a cui piace la figa o che vogliono fare figli, in Arabia o in Cina, e, gradualmente, lentamente ma progressivamente, anche in Europa, e si giunge allo stesso risultato con sistemi molto più perversi, perché senza soldi non si scopa, o si scopa meno, non si fanno figli e non si compra casa.

      Il riduzionismo è l’altra chiave di lettura intersecatile. Ma chi ha voluto che i dirigenti cinesi imponessero ai loro schiavi di non fare più di un figlio per coppia di schiavi (promuovendo parallelamente la cultura gay occidentale, i matrimoni gay, i turni di lavoro femminile H24, eccetera)? Gli stessi soggetti che si occupano degli studi maltusiani, da subito dopo la seconda guerra mondiale in poi, e primo fra tutti proprio il famoso ebreo-tedesco Heinz Henry Kissinger, ruffiano di primo piano di David Rockefeller, e di altri banchieri-petrolieri, responsabile di aver riempito il mondo di testate nucleari, fra le altre cose, e di essersi prodigato per il controllo delle morti e la conseguente riduzione della crescita geometrica della popolazione del pianeta.

      • marcoferro

        stanno ovunque questi schifosi pedofili che metterei a morte de immediato. adesso qui in costarica ne hanno arrestato uno che aveva postato le foto sul dark web. la polizia della nuova zelanda ha mandato le foto al costarica e tramite un campanile che compariva nello sfondo hanno arrestato quello schifoso…

      • alex

        Vero, senza menzionare che la politica cinese del figlio unico, aveva due facce, una delle quali semi-nascosta. Per cultura e necessità da sempre in campagna (ma anche nelle città), la nascita dell’unico figlio femmina, era ed è una tragedia, da qui gli affogamenti, assassini, abbandoni della prole femmina, (gli orfanotrofi sono strapieni di bambine, pochi i maschi) e con questo, il deliberato obiettino, riuscito, raggiunto, di rendere molto, ma molto difficile, quasi impossibile, ai maschi fertili, trovare moglie & Co femminile. Questa situazione (conosco bene la Cina, vi ho vissuto, lavorato, etc..)ha creato in sordina (non tanto) un numero pazzesco e tremendo di omosessuali fra i maschi. La natura repressa, forzata, vituperata, cerca alternative valide allo sfogo sessuale, legittimo e coerente.

    • Caio Giulio

      Non essere in dubbio, visto che per me è una certezza.

    • alex

      ***mi sta sorgendo il dubbio che nelle elite e nei posti di comando ci sia una cosca di pedofili fanatici che vuole la legalizzazione della pedofilia, compreso il vaticano.***
      Dubbio? Cavolo arrivi tardi a scoprire che l’acqua calda non è fredda.
      La peggiore specie di pedofili, pervertiti, acide femmine, è al comando nel mondo odierno. L’unica soluzione o istanza di resistenza è “combatterli” con ogni mezzo, in ogni dove, per sperare di avere il tempo della nuova semina. Stanno distruggendo e rendendo sterile l’umanità nascente e quella in eta da riproduzione, non è una deviazione naturale, è un progetto studiato, attuato da pochi verso il resto. La creazione della razza eletta, unica autorizzata a riprodursi, il resto magari clonato, per fini di braccia.

      • marcoferro

        vabbè dai spesso sono quelle domande retoriche che uno si fa.. le vie di uscita sono o ammazzarli tutti, o una guerra che ripulisce il mondo, oppure un evento naturale tipo: lo yellowstone il vulcano gigante, un meteorite, etc…o magari gli alieni che vengono a liberarci….ah ah ….

  • Caio Giulio

    Io aggiungerei solo il fatto che questi aborti malriusciti, se ci fate caso, fanno anche schifo e ribrezzo anche a livello fisico, della serie che nel loro caso l’abito sì che fa’ il monaco La loro perversione e il loro marciume ci viene tramandata anche attraverso il più elementare dei sensi, eppure i beoti ipnotizzati non vedono: non possono che essere i tempi dell’inganno.

  • Rifle

    Mi chiedo quando questo calvario di schifezze e oscenità sociali che ci tocca sopportare finirà.

    Non se ne può veramente più.

  • paolosenzabandiere

    STAVOLTA HO LETTO QUALCOSA DI DIVERSO.

    Ho spesso consigliato i suoi scritti, ma spesso erano scritti che pur dicendo cose a volte clamorose erano scritti di parte, spesso divisivi.

    Stavolta sento che è diverso. Non solo uno splendido articolo ma direi un manifesto che chiama a raccolta tutti gli uomini di buona volontà

  • alex

    Io propongo una serie ben ampia, di “ali tarpate” ad hoc, in contemporanea o quasi, al fine di mostrare un poco di “diversa volontà popolare”. Altre soluzioni mediate, non le vedo. Siamo (siete, come bambini) destinati alla omosessualità coatta, ed ogni tentativo di libertà sarà represso e stroncato. Andiamo gente, se non volete resistere e combattere per le vostre finanze e risparmi, almeno facciamolo per la violenza esercitata sui nostri figli/e o nipoti. Non divenite capò, carnefici e violentatori della vostra prole.

  • SYMPATHY FOR LADY VENGEANCE

    “mia madre e’ lesbica e rompe le scatole , mio padre e’ gay e non sa piegare i calzini”. Scusa una domanda tesoro, ma… se a tuo padre non piace la figa e a tua madre non piace il cazzo, tu come hai fatto a venire al mondo? Ti ha forse cagato tuo padre (o qualunque cosa esso sia…) dal buco del culo?

  • Nick

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi