Gli sbarchi? E’ colpa dei francesi in Niger (proprio oggi, casualmente). Senza scordare il Russiagate

Di Mauro Bottarelli , il - 136 commenti


Non so voi ma io ho un rapporto strano con Fiorella Mannoia. La trovo umanamente insopportabile, come il 90% dei cosiddetti “artisti impegnati” ma devo ammettere che la sua voce ha un qualcosa di magico che la rende unica, un’interprete fuori dal normale. Ricorderete come uno dei suoi più grandi successi si intitoli “Come si cambia”, inno a un trasformismo di sopravvivenza in un modo falso e mutevole, soprattutto in amore e soprattutto per le donne. Bene, appena ho letto i giornali di stamattina, quella canzone è cominciata a risuonare nelle mie orecchie come un mantra: la questione migranti è come l’amore per la Mannoia, tocca cambiare per evitare di morire. O,in subordine, figure di merda. Questa è la prima pagina di “Repubblica”,

la quale mostra tutta la sua faccia governativa: apertura dedicata al monito di Mattarella verso l’UE e poi, come approfondimento, un bel reportage dal Delta del Niger dove le truppe francesi, quelle stronze, lasciano passare indisturbate le colonne di profughi diretti in Libia per poi approdare, via gommone, in Italia. E’ così da qualche anno, di fatto: i francesi fanno i guardiani ai piani destabilizzanti di USA e convitati di pietra alla Soros, dando vita a movimenti ribelli fantocccio come i “Niger Delta Avangers” (l’unico gruppo para-terroristico al mondo con un sito Internet ufficiale stile Justin Bieber) e ammantando con rivendicazioni sovraniste su terre e petrolio, operazioni che sono di ben altra natura.

Fiorella Mannoia – Come si cambia

A “Repubblica” ovviamente lo sanno e, fino a quando l’Italia non ha cominciato a sguazzare ansimante nella merda degli sbarchi senza fine, si sono ben guardati dal denunciare quanto accadesse in Niger: ora, invece, l’attacco frontale in nome della libertà di informazione. E’ tutta colpa delle truppe francesi, di fatto fiancheggiatrici – con la loro inazione – del traffico di uomini che si arricchisce con i barconi che approdano nei nostri porti. Non sarà che questo straordinario reportage cada un pochino ad orologeria rispetto all’incontro previsto proprio per oggi a Parigi fra le due anime della Libia, al-Sarraj e il general Haftar, con Emmanuel Macron gran cerimoniere del summit che dovrebbe gettare le basi per un futuro pacificato in Libia (contratti petroliferi inclusi)?

Viene da chiederselo, perché fino a non più tardi di due settimane fa, se qualcuno osava tratteggiare la questione migranti con qualcosa che non fosse totale empatia verso chi “scappava da guerra e fame” veniva additato al pubblico ludibrio come razzista e fascista, ora invece tutto il marcio che sta dietro i flussi migratori diventa ragione mistificante per nascondere le responsabilità di un governo che con quello schifo è sceso a patti attraverso l’accordo su Triton, salvo ora rompere i coglioni alla truppe francesi in Niger. Primo, è loro mandato quello di bloccare i flussi di persone o devono solo garantire sicurezza ai giacimenti petroliferi e far finta di contrastare i “Power rangers” del Dipartimento di Stato, di Soros e della Clinton Foundation? Come mai questa scelta tardiva? Come mai proprio oggi, quando a Parigi si celebrerà la nostra ennesima figura di merda sul fronte della diplomazia estera e geopolitica?

New Delta Avengers are not people of Delta state – Governor Okowa

Ha proprio ragione la Mannoia, “come si cambia per non morire, come si cambia per ricominciare”. E’ ufficiale: Emmanuel Macron, il salvatore dell’Europa dal fantasma neo-fascista della Le Pen, ora è uno stronzo patentato, un egoista nemico del principio di solidarietà di Spinelli a Ventotene, un cinico stratega degli interessi egemonici francesi. Insomma, è l’ennesimo che – utilizzando un linguaggio diplomatico – ce lo mette nel culo. E si sa, “Repubblica” è favorevole a certe pratiche solo se riferite al Ddl Cirinnà, quando vede che la questione si amplia nel suo raggio d’azione, scatta subito il bel reportage sul Niger. Quanto aveva ragione il buon Ricucci, nella sua ruspante saggezza.

E “La Stampa”, il quotidiano che sta alla verità come Dracula alla donazione di sangue? Eccola qua,

in tutto il suo splendore: il tema migranti è ridotto a un mini-tassello di richiamo all’intervista con Angelino Alfano proprio sul tema della Libia, nella quale il ministro degli Esteri denuncia le troppe iniziative estemporanee in atto. Come dire, ci hanno fottuto ma adesso gliene canto quattro. All’Eliseo e al Quai d’Orsay la paura era palpabile, nessuno vuole incrociare le spade con il leader di Alternativa Popolare e anche i Rothshield invitano alla prudenza, prima di un tale passo. In compenso, ecco l’apertura: se Macron stronzo lo è diventato, Trump invece lo è sempre stato. Ma, ora, anche con il timbro dell’FMI e delle sue lisergiche proiezioni sulla crescita, una revisione dei dati di aprile che potrebbe essere giustificata unicamente con l’immersione degli analisti in una piscina di gin-tonic allungato con meta-anfetamine.

L’Europa? Una bomba, una locomotiva in piena corsa. La Cina? Il traino del mondo, senza mezza criticità macro. Gli USA? Una merda da rivedere al ribasso, esattamente come il Regno Unito che ha avuto la mancanza di pudore di scegliere il Brexit. Nulla di ideologico, come vedete. Semplicemente, la colpa è di Trump e del suo prospettato boom economico che non si è avverato. Insomma, il giornale che per otto anni ha spacciato come un pusher di periferia le balle sull’Obamanomics, dipingendo l’inquilino della Casa Bianca come una sorta di Re Mida e scordando di far notare le minuscole criticità macro di un Paese che vede il PIl retto al 70% dai consumi personali, non ha dubbi: Trump è un fallimento. Non c’è nemmeno il “teorema Raggi” da invocare, il presidente USA non può chiedere tempo e invocare una moratoria, essendo in carica da poco più di sei mesi: è già finito. E, in questo caso, “La Stampa” non pecca di eccessiva “sindrome Mannoia” rispetto al boom dei primi mesi di presidenza Trump, visto che questi grafici,



ci mostrano chiaramente che chiunque non fosse in malafede, avesse capito fin da subito che Wall Street beneficiava unicamente dell’effetto FED che si sostanziava sulla certezza proprio del fallimento del piano Trump. Il quale, tra l’altro, non ha dedicato nemmeno uno dei suoi 157 tweets quotidiani a quegli stronzi dell’FMI e alla loro revisione al ribasso: come mai, a vostro modo di vedere? Forse perché più cattiva narrativa si catalizza sull’economia USA, più il dollaro si deprezza sull’euro, facendo volare l’export? A pensar male.. Perché altrimenti non si spiega come un giornale attento agli affari USA come “La Stampa” si sia lasciato sfuggire questo,

ovvero il dibattito andato in scena il venerdì scorso al prestigioso Aspen Institute, il rituale Security Forum dedicato agli argomenti di maggior interesse pubblico discussi da un panel di esperti. Bene, attorno al minuto 43 potete sentire l’ex direttore della CIA, John Brennan, invocare un colpo di Stato da parte dei deputati e senatori repubblicani in caso Donald Trump decidesse di licenziare il super-procuratore sul caso Russiagate, l’ex capo dell’FBI, Robert Mueller. Non male come professione di democrazia.

D’altronde, sono giorni caldi per la graticola giudiziaria su cui il Deep State intende cucinarsi Trump: ieri è stato sentito dal Comitato intelligence del Senato il genero, Jared Kushner, mentre domani sarà la volta del figlio Donald Jr. e dell’ex capo della campagna elettorale, Paul Manafort, riguardo ai rapporti con l’avvocatessa venuta dal freddo, quella che doveva portare notizie compromettenti contro Hillary Clinton e che, casualmente, è entrata nel Paese solo grazie a un “visto straordinario” garantitele – chissà come mai – da quello stesso ministero della Giustizia all’epoca in mano a Nancy Pelosi. Che cosa fantastica, il Russiagate, non trovate? Decine di audizioni, scoop di “New York Times” e “Washington Post”, false flag nei campi da baseball, migliaia e migliaia di tweets, una richiesta di impeachment già formalmente presentata dai Democratici a fronte di cosa, a livello di prove? Zero. Tanto più che mentre Jared Kushner testimoniava, ecco cosa dichiarava il capogruppo Democratico al Senato, Chuck Schumer:

Schumer takes shot at Clinton: Our biggest mistake in 2016 was not telling people what we stood for

capito, l’errore più grande dei Democratici è stato concentrarsi unicamente su Trump. “Quando perdi contro qualcuno che ha il 40% di popolarità, non puoi dare la colpa a Comey o alla Russia, è colpa tua. La gente non ha capito per cosa ci presentavamo, sapeva solo che eravamo contro Trump. E continua a crederlo”, ha dichiarato Schumer alla ABC, di fatto sconfessando l’impianto stesso del Russiagate e delle accuse verso intromissioni del Cremlino e hacker. Ma non importa, perché i media mainstream USA ragionano come “La Stampa” e il risultato, pubblicato ieri da Statista, è questo:

Trump peggio di Nixon, sempre più gente spinge per l’impeachment, di fatto a fronte di alcuna prova della sua colpevolezza. Ma si sa, la strategia è antica: ripeti mille volte una bugia e questa verrà percepita come realtà. Siamo alla settimana clou per Trump, qualcosa davvero bolle in pentola di così grosso da ridurlo a un’anatra coppa a meno di un anno dall’inizio della sua amministrazione? Chissà, ormai realtà e fiction vanno di pari passo: siamo ben oltre Orwell, siamo alla “democrazia del pizzicotto”, necessario a capire se siamo o svegli o stiamo sognando, di fronte a pressoché qualsiasi notizia ci viene dispensata. Ma c’è anche chi fa del realismo un atto di fede, come “Il Messaggero”:

no, non guardate il titoli di apertura, quello serve solo ad accalappiare i lettori in edicola, come fa “Il Vernacoliere” parlando di figa e pisani. Guardate il titolo di spalla nel corpo centrale: siamo pronti a pagare pur di toglierci le risorse dai coglioni. E chi manterrà in equilibrio i conti dell’INPS, così facendo? Chi arricchirà la nostra società, decadente, vecchia e da rieducare? Chi invertirà il trend demografico? Ma, soprattutto, ora chi farà i lavori che gli italiani non vogliono più fare? Il Re è nudo, siamo talmente nella merda che abbiamo optato per la “variabile sequestri”, si paga e passa la paura. Anzi, paghiamo. Perché sono soldi nostri quelli con cui si vuole incentivare il ritorno a casa di chi è stato fatto venire qui in massa tramite un patto scellerato in seno a Triton. Altro che assalto al Palazzo d’inverno…

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • hurom

    incidentalmente,
    vorrei far notare come oggi varie testate riportino in prima pagina l’annuncio del microchip sottopelle.
    si inizia ad abituare l’opinione pubblica ai tanti “benefici” di tale marchingegno diabolico .
    per ora facoltativo, “ci mancherebbe” dicono.

    • ecomostro

      È la finestra di Overton… intanto si inizia a buttare lì la cosa per iniziare ad abituare la gente all’idea.

      • Winston Smith

        Un po’ come accadde con la moneta elettronica…

    • silvia

      http://www.ilgiornale.it/news/cronache/usa-ecco-chip-sottopelle-timbrare-cartellino-1424357.html

      Moto in fine velocior, ma sara’ la loro fine, non la nostra…

      • Winston Smith

        ‘su base volontaria’… mi piacerebbe sapere quanto sia stata volontario il loro consenso.

    • televisione falsa

      L’obbligo dei vaccini è più dannoso del microchip

      • silvia

        sono male tutti e due

    • Austrian school

      Il chip sottopelle andrebbe messo per primo ai dipendenti pubblici, così per dare l’esempio.

      • Goffry

        Naah… avresti CGIL, CISL e UIL subito in sciopero a oltranza…

        • Austrian school

          Figurati che danno, se i dipendenti pubblici scioperano non se ne accorge nessuno 🙂

  • adelmano

    qualcosa non quadra: il delta del fiume Niger è in Nigeria mentre i francesi si trovano nel francofono Niger dove si sarebbero verificati i fatti. Qualche migliaio di chilometri dal delta del fiume Niger.

    • Ronf Ronf

      Le “risorse boldriniane” risalgono il fiume da te citato e quindi arrivano nella zona francofona dove non vengono bloccati. Non mi sembra difficile da capire

      • adelmano

        la frase era:”un bel reportage dal Delta del Niger dove le truppe francesi, quelle stronze, lasciano passare indisturbate…” quindi sei tu che non hai capito anche se è come dici tu..

  • MattoMatteo

    Scusi Bottarelli, mi puo’ confermare che quella foto della CNN e’ un suo scherzo? Sa di questi tempi ci si puo’ apettare di tutto … 🙂

  • johnny rotten

    Tutto cambia per rimanere uguale, i nostri fake news si cambiano d’abito ma sono sempre gli stessi stronzi, il loro compito è quello di falsificare non tanto i fatti quanto piuttosto la realtà nel suo insieme, distogliendo da quei fatti che si svolgono lontano dalla luce del sole, i fatti importanti che riguardano il futuro degli itagliani, nel mentre continuano a spararle sempre più grosse e sempre più strane sull’immigrazione, sarebbe importante cercare di capire qual’è la vera inkulata che ci stanno preparando, perchè è sicuro come l’oro che qualcosa stanno preparando, non c’è limite al peggio e se questa querelle sull’immigrazione è solo un paravento ti lascio immaginare che cosa stiano cercando di nascondere.

    • Goffry

      Quando tratti con enti e organizzazioni che muovono soldi, l’inkulata e la falsificazione della realtà sono certe al 110%.

      • televisione falsa

        Ennesima dimostrazione che nei soldi c’è il maligno

        • Ronf Ronf

          I soldi sono oggetti inanimati. Sono le persone ad essere cattive, non di certo gli oggetti che da soli non possono muoversi…

          • televisione falsa

            Sì certo, diciamo che tutto il male che fa l’ umanità lo fa per soldi

          • Ronf Ronf

            Il male nelle persone esisteva anche molto prima dell’invenzione dei soldi (esempio: nella Preistoria dove non esistevano i soldi)

          • Goffry

            Mah… se uno è stronzo, arrogante e maleducato col prossimo, con la moglie o con i colleghi, lo fa per soldi??

          • Ronf Ronf

            Spiacente, ma far ragionare certa gente è inutile: il tipico italiota è ossessionato dai soldi (degli altri ovviamente) che sono cattivi

          • Winston Smith

            Perché dici questo ?
            Non mi sembra che @televisione falsa dica delle fesserie.

          • televisione falsa

            Intendevo che per avidità di soldi oggi abbiamo droga ,immigrazione ,obbligo di vaccini ,vizi ,tutti rincoglioniti da smartphone televisione e videogiochi ,corruzione ,guerre e conseguente uccisioni di milioni di innocenti ,armi, creazione di virus in laboratorio , il 90% dei farmaci e medicine che danneggiano la salute ,mafie, inquinamento del pianeta ,deforestazione , scie chimiche ,cibo industriale avvelenato…….

          • Goffry

            Credo ci fossero più problemi a campare nel 1200 o nel 1500…

          • silvia

            No, a volte solo per puro sadismo

          • silvia

            concordo!

        • Winston Smith

          Denaro sterco del demonio. diceva Martin Lutero.

          • silvia

            Non mi pare che Lutero disprezzasse il denaro e facesse vita da ancoreta… il denaro e’ solo un mezzo, puoi usarlo per il bene o per il male

  • Goffry

    L’enorme problema odierno è che chiunque faccia stronzate o menta spudoratamente o salti su qualsiasi carro vincitore (giornalisti, politici, magistrati, dirigenti) la passa sempre liscia e può continuare a sorridere come se nulla fosse. Non esiste responsabilità, non esistono controlli, non esiste gogna.

  • what you see is a fraud

    #DefendEurope : The Far Left’s Attempt to Silence REALITY
    Difendi l”Europa : i sinistroidi tentano di dare silenzion sulla realta’ .

    citazione “Remember kids, if you don’t want to be replaced in your own country by low IQ savages who would eventually lynch you once they become the majority then you’re far right. ”
    Ricordate ragazzi , se non volete essere soctituiti nel vostro paese da selvaggi con basso QI che vi linceranno eventualmente una volta che loro diventeranno la maggioranza , allora voi siete di estrema destra .
    http://investmentwatchblog.com/defendeurope-the-far-lefts-attempt-to-silence-reality/

  • Winston Smith

    Volete l’impeachement di Trump ?
    Bene, fatelo, paralizzate il paese con queste ridicolaggini, assieme al caso di quel fornaio del Colorado che si è rifiutato di confezionare una torta nuziale ad una coppia di kulandre, caso dal quale dipende la sicurezza di tutti gli USA visto che è stato di recente dibattito dalla Corte Suprema.
    Ma sappiate che Trump ha rappresentato (forse) l’ultima valvola di sfogo di una buona parte del paese reale di poter invertire il triste declino della loro nazione, di rivedere un rilancio industriale, di porre fine al progressivo impoverimento della middle class; ed ai quali non gliene importa una beata mazza di bagni e spogliatoi gender neutral o delle idiozie sui diritti delle minoranze.
    Sappiate anche l’americano medio è forse decisamente molto più ingenuo di noi italiani rispetto al quale sicuramente ha almeno un miliardo di difetti in più; ma possiede almeno un pregio che noi non avremo mai (e che in tutta sincerità gli invidio): non è un cialtrone, non riesci ad intortarlo eternamente con football, basket e baseball (anche il soccer sta diventando molto popolare mi è sembrato :-)) come succede a noi con il calcio e… sopratutto è armato —> ergo: abbiate l’accortezza di non fargli girare troppo i ‘cosidetti’.

    • silvia

      e’ sull’armato che ripongo le mie speranze per gli Americani.

      • Winston Smith

        È già accaduto una volta non si sentirono più rappresentati…. ricordi come andò a finire ?

        • silvia

          si ma furono manipolati dai massoni fondatori che gia pensavano a massacrare i pellerossa per creare la nazione provvidenziale e l’uomo nuovo. Spero che stavolta non ripetano lo stesso errore.

    • donato zeno

      basterebbe rileggessero le cronache dell america post watergate ma evidentemente pretendere questo da gente col cervello in pappa (non metaforicamente) è troppo

      • Winston Smith

        Non ricordo bene…. cosa accadde dopo il Watergateb?
        Nixon si dimise, subentró il suo vice (Gerald Ford se non erro), ma poi ?
        Scusami ma ero bambino all’epoca.

        • Ronf Ronf

          Dunque, nelle elezioni del 1972 Nixon voleva cambiare il suo Vice: nel 1968 il californiano Nixon si era presentato con Spiro Agnew, ex Governatore del Maryland; nel 1972 Nixon voleva Joe Connally come Vice, ma Agnew fece capire a Nixon che lui aveva in mano i voti dei conservatori e quindi Nixon lasciò perdere: nel 1973 Agnew si dimette a causa di un’inchiesta che riguardava le sue vicende di quando era Governatore del Maryland, quindi ci fu il tentativo di nomina di Joe Connally. Considerando che per fare la nomina del Vice Presidente serve anche il voto del Congresso (che era in mano ai Democratici in entrambe le Camere), Nixon doveva fare una scelta: o andare allo scontro totale per forzare la nomina di Connally (ex Governatore Dem del Texas durante l’era Kennedy, ma soprattutto ex Ministro del Tesoro del 1° governo di Nixon quando ancora Connally aveva la tessera dei Dem, quindi è passato ai Rep dopo le elezioni del 1972) oppure nominare un Rep inattaccabile come il moderato Gerald R. Ford (capogruppo Rep alla Camera), quindi la scelta di Nixon cadde su “Jerry” Ford.

        • donato zeno

          Pure io ma ricordo i commenti degli adulti alle immagini degli americani che tiravano giù a calci i sudvietnamiti dagli elicotteri:

  • Winston Smith

    OT: un ricordo alla tristissima vicenda del povero Charlie Gard si potrebbe fare ?

    • silvia

      Dici bene tristissima: in pratica il bambino (che NON e’ terminale) aveva delle chances seppur minime di migliorare previa terapia tempestiva. Ma gli assassini (chiamarli medici mi fa orrore) da Marzo avevano gia deciso la sua sorte e praticamente avevano smesso di curarlo. Basti pensare che avrebbero potuto praticare una tracheotomia evitando al bambino il fastidio (e immaginiamo le irritazioni per la pelle di un neonato) del respiratore. Non solo, hai genitori era stata tolta la patria potesta’ ed essi poi avevano scoperto che la “guardiana” del piccolo era una attivista pro-eutanasia. Insomma, rifiutandosi di curarlo i medici hanno fatto in modo che Charlie deperisse sempre di piu cosicche’ anche la terapia risultasse inutile. Ovviamente anche uno stupido capirebbe che la cosa era deliberata. Credo che la decisione terribile dei genitori sia dovuta alla realizzazione che il loro piccolo e’ sequestrato da una banda di satanisti e che non possono liberarlo se non con la morte. “Chi accoglie questo piccolo per amore mio accoglie Me” : Charlie era una possibilita’ data da Dio a una nazione, una societa’, sull’orlo dell’abisso. E qualle manine inermi avrebbero potuto tirali in salvo ma hanno preferito sprofondare.

      • Winston Smith

        Io sono sempre stato favorevole all’eutabasia, ma conditio sine qua non è che deve essere sempre e comunque limitata ad una propria scelta individuale…. nessun altro (nè tantomeno un medico o magistrato) può arrigarsi il diritto alla vita (o morte) di un malato, ancorché individuale.
        Spiace prendere atto che I tristi scenari huxeliani evocati dal prof. Pennetta stiano purtroppo diventando sempre più realtà.
        PS: notizia che fa il paio con quella del ‘microchip’ incidentalmente riportata in questa rassegna stampa:

        • silvia

          Guarda che il discorso dell’eutanasia (che non e’ il suicidio per onore degli antichi o dei Giapponesi) serve solo gli interessi di qualcuno che NON e’ mai il moribondo o il malato cronico. Se a uno paralizzato nel letto dici “muori per farmi felice!” ti manda a fan… e resta vivo per dispetto. Invece gli si fa pensare che e’ per il suo bene allora si convince…e questa formuletta magica “per il tuo bene” e’ la stessa usata per Charlie…la morte fa sempre schifo e non e’ mai un bene, mentre VIvo per Dispetto e’ un motto molto piu’ coraggioso oltre che dignitoso.

          • Winston Smith

            Guarda, se fossi paralizzato a letto e qualcuno mi iniettasse della stricnina nelle vene, personalmente lo considererei un estremo atto d’amore e di pietà.
            Lo scrivo adesso che ho la piena funzionalità delle gambe.
            Che poi il triste caso del povero Charlie Gard rappresenti un abuso che purtroppo apre lo scenario a cupi scenari eugenetici, questo è indice che il limite del lecito è stato pericolosamente superato.

          • silvia

            Capisco lo stato mentale, ma io non riuscirei mai a iniettare la stricnina a qualcuno che amo…tu chiamalo se vuoi egoismo, o istinto

          • Winston Smith

            Ti capisco… vidi la mia povera nonna spegnersi di cancro come una candela e maledissi come non mai il medico che la operó unicamente per dargli tre mesi di ulteriori agonie (oltre per incassare la parcella dell’intervento dal SSN)…. ma non me la sarei mai sentita di ucciderla personalmente o di portarla in Svizzera.

          • silvia

            E’ qui il punto: come dice maboba sospendere le cure inutili. Mia nonna morta di cancro alla fine ci ha chiesto di non darle da mangiare e lei abbiamo obbedito, ma acqua e cure normali le ha avute fino alla fine.

          • Winston Smith

            Sì…. ma se qualcuno ‘accorciasse’ la mia agonia, gliene sarei eternamente grato.
            Ovviamente parlo solo per me; non è ammissibile che qualcuno decida per un altro.

          • maboba

            Io ammetto che si possa accompagnare qualcuno che si ama verso la fine; naturalmente senza fare qualcosa di attivo, ma semmai solo smettendo di fornire le ultime cure palliative atte solo a prolungare l’agonia. A farlo però spetta solo ai familiari più stretti. Solo a loro può spettare una responsabilità così terribile, non ai medici, né tantomeno allo stato tramite giudici o politicanti da strapazzo.

          • Caio Giulio

            Secondo me, chiaramente quando parliamo di adulti coscienti, la scelta spetta al paziente che dovrebbe poter dare volontariamente disposizioni scritte in tal senso.

          • Winston Smith

            Certo: solo ed unicamente di adulti consenzienti.
            La scelta potrebbe essere espressa anche precedentemente con il testamento biologico; ovviamente sempre revocabile.

          • silvia

            Su questo sono d’accordo con te.

          • zioru

            La morte fa sempre schifo? La propria forse, ma quella altrui dipende dalle convenienze, e ci sono molti casi in cui “di nascosto” si prega perché qualcuno muoia. Anche se sono cari, ma ad un certo punto non ce la si fa più a sopportare il dolore o l impegno e si spera in una fine rapida. Senza poi contare le spese, sono sicuro che molta gente contraria all’eutanasia ci ripenserebbe se a pagare fossero loro anziché pantalone. Queste discussioni dovrebbero essere lasciate UNICAMENTE a chi sa di cosa sta parlando, e non a chi guarda, commenta e poi va per i cazzi suoi.

          • silvia

            Moriremo tutti, giusto? Abbiamo tutti assistito i nostri cari morenti giusto?Quindi siamo tutti autorizzati a parlare. Quanto al discorso di pregare perche un parente muoia, o non voler pagare le cure mi sa, per esperienza, che stai parlando quasi solo per te stesso.

          • zioru

            Come no. Le solite chiacchere dei ricchi (in italia grazie allo stato tanto bistrattato) che non sanno cosa vuol dire caricarsi il peso, economico e sociale, di una lungodegenza. Infatti siamo pieni di badanti perché non vediamo l ora di accudire i nostri cari.

          • silvia

            Su cosa basi le tue considerazioni? Ne io, ne i miei familiari, ne i miei parenti siamo dipendenti pubblici. Dallo stato non abbiamo mai preso, solo dato. Di piu’ io faccio parte di quell’esercito di poveracci che se ne e’ dovuto andare dall’Italia per sperare di avere in futuro. Non siamo ricchi, tuttavia, a casa mia mi hanno insegnato che quando ami qualcuno fai qualunque sacrificio pur di curarlo. A te chiaramente hanno insegnato che la tua vita non vale nulla per loro, e che se costi troppo megli che crepi. Hai la mia compassione.

          • zioru

            Vedi, il dibattito sarebbe sopratutto sul concetto di “curare”, visto che mi sembra che si SPRECHI un’enorme quantità di denaro ed energia per mantenere INUTILMENTE in vita malati terminali, anziani, gravissime malattie croniche, e non si capisce a quale scopo. So di una ragazza nata ormai 30 anni fa senza cervello, è una bambola, perchè sia ancora in vita non si capisce, ma lo stato ha già speso decine di migliaia di euro per pensioni e spese varie, ma la sua mamma non rinuncerebbe mai a lei. Curioso come si condannano a una vita atroce (tetraplegici, tumori tremendi, malattie dolorosissime, problemi psitici gravi) persone solo per soddisfare “l’amore di mamma, di figlio, di coniuge” che altro non è che un profondo egoismo o in nome di un’idea religiosa assai discutibile, quando non un’interesse economico.
            “Ne io, ne i miei familiari, ne i miei parenti siamo dipendenti pubblici. Dallo stato non abbiamo mai preso, solo dato.”
            Premesso che nemmeno io ne mia moglie siamo dipendenti pubblici, mi spiace che tu te ne debba essere andata, ma io qui ci vivo piuttosto bene, e ci sono milioni di persone come me, e quando ho avuto bisogno dello stato, ospedali, strade, acqua corrente, energia, scuole, forze dell’ordine, l’ho trovato. Magari non sempre al massimo livello, ma quello succede anche con i privati, no? Adesso ho un amico che è in ospedale, ottimamente assistito due posti letto per camera con bagno e tv, sono ormai 40 giorni e temo che sarà ancora lunga la faccenda: hai idea di cosa gli costerebbe se dovesse pagare di tasca propria? E non parlare di assicurazioni private, basta guardare gli USA per vedere cosa costa e cosa rischi.

      • Ronf Ronf

        Semplicemente il caso giudiziario di C. Gard serve soltanto per creare un precedente giuridico: comunque, sopra trovi in inglese la scritta che ho messo a proposito di Macron sulla nuova legge sull’immigrazione…

        • silvia

          concordo con il tuo giudizio, quanto a micron da come si mettono contro di lui i giornali e la stampa anche israeliana non lo faranno durare molto

      • Stopensando

        Hanno fatto lo stesso con mio figlio, assassini.

        • silvia

          Mi dispiace, ma vedrai che la pagheranno

  • Enrico Cavallini

    In tutto ciò su Radio 24 hanno appena detto che la causa delle primavere arabe fu la siccità. Ahah, ridiamo per non piangere.

    • johnny rotten

      Non ci posso credere…

    • Winston Smith

      Ed è andata ancora bene che
      non l’abbiano attribuita a Putin e ai suoi hacker russi…

    • È fuor di dubbio che una causa scatenante in Egitto fu l’aumento del prezzo del cibo.

      • ecomostro

        Ok… ma teniamo a mente che la “causa scatenante” è una cosa, le “cause profonde” un’altra.
        Può darsi che una situazione si aggravi nel corso di decenni senza che si veda nulla in superficie… e poi di colpo salta il tappo quando qualche evento (di per sé contingente e accidentale) fa da catalizzatore.

        • Di cause profonde ce ne sono a iosa: quando un regime è appunto un regime (e quelli arabi lo erano e lo sono) ci sta che l’opposizione a esso prenda la forma della rivolta.
          Se invece fossero state delle democrazie, l’opposizione avrebbe preso la forma di una vittoria alle elezioni.

          • donato zeno

            Cè il regime quando agli yankees on fa più comodo vedi lo Shah,Van Thieu.Marcos,Mubarak etc.etc.etc.

      • Andrew

        Ed il risveglio di Tutankamon

    • maboba

      Strano che non abbiano detto: Colpa del riscaldamento globale!

    • Caio Giulio

      La stessa stronzata, detta e ripetuta più volte, per la guerra in Siria.

    • gino monte

      siccità nel sahara? evento inusitato 🙂

  • Sia Repubblica che Bottarelli sono in confusione mentale:

    Repubblica stigmatizza il fatto che “da oltre due anni l’esodo dall’Africa verso l’Europa passa sotto gli occhi delle truppe francesi, che nulla fanno per ostacolare gli affari dei trafficanti d’uomini”. E perché mai dovrebbero? Mica è compito di un esercito. E anche se lo fosse, uno, a cose normali, è libero di lasciare il proprio paese. E poi quelli che Repubblica definisce “trafficanti d’uomini” altro non sono che persone che forniscono un servizio di trasporto su richiesta dei suddetti uomini.

    Se tanta gente cerca di venire da noi, occorre in primo luogo chiedersi perché desiderano lasciare il proprio paese. E perché lo fanno in massa solo in questi anni, mentre in passato no.

    Poi, prima di fare della questione dei migranti questo psicodramma senza fine, occorre chiedersi perché in Italia vengono quelli senza titoli di studio, occorre poi chiedersi perché qualche decina di migliaia di persone sono in Italia un problema, mentre altrove non lo sono.

    Allora forse sarebbe il caso di ammettere che l’Italia, nella situazione di sclerosi economica in cui si trova da almeno trent’anni, fa fatica ad accogliere qualsiasi immigrante, che sia un bracciante africano piuttosto che un docente universitario ariano.

    I “trafficanti d’uomini”, le ONG, le COOP e quant’altri non sono il problema: tutt’al più sono conseguenze del problema, sono soggetti che ci marciano sopra, così come non è colpa dello spacciatore che gliela vende se vostro figlio compra la droga (peraltro alimentando spacciatori, mafia, narcos e quant’altro).

    Non è colpa delle ONG se i migranti arrivano in Italia: prima di esse i migranti arrivavano lo stesso, solo che arrivavano in gommone a Lampedusa, se avete due bit di memoria. E viaggiavano nonostante i maggiori rischi della traversata completa del canale di Sicilia in gommone.

    Non è colpa delle COOP se lo stato italiano è da solo incapace di provvedere all’accoglienza di queste persone: paradossalmente potremmo ringraziare i migranti che ci mostrano lo stato del sistema Italia, così come quelli a Calais, che rischiavano la vita pur di andare in Gran Bretagna (come se la Francia fosse il Niger) mostravano il difficile stato del sistema Francia.

    • Ronf Ronf

      Pure a difendere i mafiosi… come sei caduto in basso… i tizi che forniscono i servizi da te elencati in Africa sono mafiosi… ah, come sono finiti i tempi in cui quelli come te insultavano a morte il sen. Dell’Utri per delle bazzecole… ih ih ih

    • Goffry

      Negli anni 2000 arrivavano tra i 20 e i 30.000 clandestini all’anno, con picchi minimi di 4.000 nel 2011… negli ultimi tre anni ne arrivano 170.000 ogni anno… non male, eh… e si chiamano CLANDESTINI, non migranti.

  • biafra66

    Fiorella M’annoia…nomen omen….tutti gli altri mi intristiscono…a parti gli ita-gliani che mi fanno sempre più ridere.
    Oggi, filotto Macron Libia siccità. …hihih…come perdere qualsiasi credibilità, a prescindere, da ciò che dici o fai….e far danni! Ridicoli

    • televisione falsa

      Siccità probabilmente causata anche dalle scie chimiche

      • silvia

        Bravo!

      • Austrian school

        Scie chimiche disseminate per un complotto giudo-massonico-plutarchico

        • Caio Giulio

          Mi spiace caro ma le scie chimiche esistono eccome, ed oltratutto sono anche ufficiali: mai sentito parlare di geoingegneria? Se guardi bene vedrai che ci sono interi dipartimenti delle università più rinomate che ci lavorano sopra da anni.

          • televisione falsa

            Certo che sono ufficiali , nelle manifestazioni militari e statali in Cina in Russia e in tanti altri paesi quando c’è il rischio che piove spruzzano qualcosa nel cielo e sono sicuri che non pioverà, figurati qua in Italia che ci sono decine di migliaia di voli ogni giorno che spruzzano queste cose nel cielo ….chissà a che livelli di modifica climatica sono arrivati oggi visto che già 40 anni fa la gente mi ha raccontato che si spruzzava delle cose nel cielo per non far grandinare o per non far piovere o per far piovere

          • Antonello S.

            Le scie chimiche che si intendono in questa discussione non hanno certamente lo scopo di arginare la siccità…

          • Winston Smith

            Mah…. sono sempre convinto che difficilmente le analisi (le vere intendo) evidenzino sostanze estranee alla combustione di cherosene.
            Credo che invece lo scadimento generale sia piuttosto da spiegarsi nella crescente diffusione di nuove tecnologie che abituano l’uomo a tenere il cervello sempre meno allenato.
            Ne parla anche la Fallaci, en passant, nel suo bellissimo libro ‘La forza della ragione’.

          • televisione falsa

            Sicuramente televisione videogiochi smartphone e tecnologia in generale ci hanno rincoglionito di brutto

          • Winston Smith

            Ma non solo… la Grande Oriana faceva l’esempio della spesa: diversi anni fa non c’erano le bilancie elettroniche che fai la pesatura, digiti un importo unitario (oppure premi semplicemente un pulsante) et voilà ecco il foglietto con il totale; prima (negli anni ’70) il negoziante pesava con la stadera e calcolava manualmente il costo; ovviamente l’operazione di calcolo si svolgeva ‘a mano’ e doveva essere veloce ed esatta.
            Non era certo raro che un negoziante ripetesse tale operazione almeno diverse diecine al giorno, 6 giorni/settimana.
            Tutti questi calcoli ripetuti non facevano altro che tenete continuamente in allenamento il cervello che così non si atrofizzava….
            E possiamo trovare a iosa esempi in cui la tecnologia ha sostituito il nostro cervello, che così rimane inerte.
            Dispiace ammetterlo, perché sono ingegnere elettronico; ma la tecnologia ci sta rincretinendo.

        • maboba

          Quello va bene sempre e comunque

      • biafra66

        ….di arido quelli hanno il cervello! …e per risolvere il problema non basta l’acqua …ci vuole uno bravo…ma bravo bravo!

  • silvia

    so che e’ OT ma se dovete ancora decidere dove andare in ferie propongo il B&B del Signor Flippo Mondella:

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/lalbergatore-che-dice-no-ai-gay-coppie-omosessuali-1424461.html

    • Winston Smith

      Boicottiamo booking….
      E sopratutto contribuiamo a dare la max. pubblicità al suo B&B.
      Io personalmente gli telefonerò per esprimergli la mia solidarietà e chiedergli il permesso di linkarlo gratuitamente nel sito della mia azienda.

      • Pippo Pelo

        Affitto camera…. non sono graditi piddini e animali

        • Nieuport

          Cosa c’hai contro i poveri animali?

      • silvia

        Non sarai il solo credimi 😉

  • Ronf Ronf

    On 12 July 2017, the Prime Minister of France (Mr. Philippe, UMP-LR) announced a new immigration plan. The plan attempts to speed up asylum claims from fourteen months to six, provide housing for 7,500 refugees by the end of 2019, improve living conditions for minors and deport economic migrants. President of FR Macron (EM) supported his Prime Minister. The draft of the law will be introduced in September.

    • Ronf Ronf

      @PhilipMichaelSantore:disqus, mi sa che il tuo idolo Macron ti starà deludendo…

  • Piripiro

    C’è il Niger e la Nigeria…

  • Austrian school

    Macron mette le mani sulla Libia e Gentiloni resta fuori.
    Inizio ad apprezzarlo questo Macron, se non altro perché è più sveglio dei nostri politicanti che si sentono così fighi e furbi e puntano sul cavallo sbagliato.

    P.S. Condivido di Bottarelli praticamente tutto, salvo che la Mannoia è insopportabile anche come canzoni.

    • Stopensando

      La Mannoia ne ha fatto solo una degna di nota, chissà come gli sarà venuta.
      Il cielo d’Irlanda.

    • Davide

      Ci vuole poco per essere più svegli dei nostri politicanti.

  • Caio Giulio

    Ahahahah, come volevasi dimostrare ennesimo successone delle nostre nullità:
    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/libia_serraj_haftar_accordo_a_parigi_per_cessate_il_fuoco-2582394.html
    Si vede che le parole di fuoco dei nostri cazzoni e i titoloni della carta straccia hanno colpito ancora: Oh, non ne azzeccano una manco da lontano!

    • Goffry

      Se vogliamo fare un paragone calcistico, i nostri governanti sono più scandalosi di Luther Blissett, Darko Pancev, Andrade e Saadi Gheddafi…

      • silvia

        XD

    • Il_disturbatore

      Avrà diviso da buoni fratelli le commissioni della Elf per lo sfruttamento del petrolio.
      Ci voleva tanto a metteteli d’accordo??
      E noi a guardare da perfetti idioti,… anzi se si sa che Eni paga per avere qualcosa in giro per questi stati balordi, si sveglia subito il braccio sinistro della legge….

  • lupodeicieli

    Si potrebbe scoprire che i francesi ci avevano pure avvisato che c’era un flusso di nigeriani e africani in genere, che andava verso la Libia: e che quindi siamo noi che non siamo intervenuti. Magari non lo abbiamo fatto perché il Niger è uno stato sovrano? Per quanto riguarda i soldi da dare ai migranti per tornare a casa propria, ci sono altri stati europei che già lo fanno: semmai chiediamoci perché quei soldi non vengono dati agli italiani. Forse perché anche quello è un imbroglio, come la terra da dare a chi si trasferisce nei famosi paesini spopolati in Italia, e che poi scopri che quando vai lì non ti danno un cazzo? Non hai i requisiti. Però loro si sono fatti pubblicità e magari i soldi stanziati ,non venendo spesi , cambiando capitolo di spesa, vanno dove inizialmente non potevano andare. Bello per un’amministrazione pubblica,scoprire che toh, abbiamo trovato dei fondi, visto che non dobbiamo più pagare affitti gratis e dare contributi a chi si trasferisce da noi , paese spopolato. Poca gente ,buona festa. Salvo errore ai migranti che fanno ritorno in patria gli viene pagato il biglietto e gli viene dato dai 1.500 ai 5 mila euro (non vorrei sbagliare).

    • Winston Smith

      Per poi ritornare dopo qualche mese ed incassare nuovamente…

      • lupodeicieli

        Quello è il minimo. Così li dovrai pure rispedire indietro un’altra volta.

        • Winston Smith

          Non prima che il clandestino incassi nuovamente…

    • Tex42

      In realtà una misura del genere (pagare per mandarli via) funziona se fatta bene. Si veda quello che ha fatto il Giappone con gli immigrati brasiliani (che in realtà erano discendenti degli immigrati giapponesi stanziatisi là, quindi etnicamente sono sempre giapponesi). Però un conto è il Giappone un conto è l’Italia. Qua appena fai una schedatura/impronte di pollici/qualsiasi cosa gridano al nazismo…poi vabbè ovvio che si risolverà in un ennesimo salasso dei contribuenti.
      L’unica soluzione è cacciarli via senza un euro e non farli entrare.

    • aiccor

      mi piacerebbe fossero addebitati al sig. renzi….comunque soldi ben spesi!

  • Fabrizio de Paoli

    Ci sono notizie che dovrebbero essere prioritarie.
    Stavo leggendo l’articolo e quando alla foto de La Stampa non ho potuto fare a meno di notare una notizia agghiacciante:

    “col microchip sottopelle si timbra il cartellino”

    Ora, non è tanto importante che sia un privato a farlo.
    È proprio gravissimo il fatto in sé, cioè è gravissimo che ci sia gente disposta a farselo impiantare, e magari dopo vanno pure in giro a vantarsi del nuovo modello di catene da schiavo.
    Sarà poi lo stato a pretendere che i chip diventino obbligatori per tutti, magari già dalla sala parto…

    • silvia

      Hai ragione: e’ una notizia inquietante che viene fatta passare di striscio quando rappresenta l’inizio del controllo totale.

      • AnonimoSchedato

        “Il marchio della Bestia”

  • Austrian school
  • Scrillo

    I francesi fanno affari sull’italia che affonda e i pdioti si mettono a blaterare (senza ovvaimente cambiare nulla della politica fin qui adottata e consacrata da re giorgio prima e l’attuale PDR poi) contro migranti e francesi, quasi per sembrare nazionalisti, dopo essere andati avanti per mesi a cianciare di accoglienza? Sarebbe davvero bello, se quelle facce da c..o a palazzo chigi, si levassero dalle scatole alla svelta per la loro manifesta incapacità (tranne che ovviamente di rubarsi i nostri soldi, in quello sono imbattibili!!!) di governare il paese. Tutto questo iniziato con il golpe finanziario nel 2011, grazie alla Zeropa.
    https://www.radiospada.org/2017/07/tra-idiozia-e-dolo-le-giravolte-sinistrorse-sul-tema-immigrazione/
    http://www.ordo-militiae-templi.org/gli-ultimi-giorni-di-costantinopoli-N-827.html

  • rossana

    …siamo alla “democrazia del pizzicotto”
    Stupenda, bellissima ed efficace…

  • Il_disturbatore
  • Epiphanius

    Dall’ANSA.
    ————————–
    Libia: approvato documento, Macron: ‘Ora pace può vincere’
    Presidente francese: ‘Italia pienamente associata, nessuna divergenza’. E poi ringrazia il premier italiano che domani incontra a Roma al Sarraj
    ————————-
    Juncker, pronti a 100mln a legge Minniti. Fondi aggiuntivi per accelerare asilo, rimpatri e integrazione
    la Commissione Ue è pronta a “mobilitare fondi di emergenza fino a 100 milioni di euro per misure
    necessarie ad attuare la legge Minniti, ed in particolare ad accelerare il processo di asilo e di rimpatrio, e per assistere comunità e autorità locali che ospitano i migranti, e sostenere l’integrazione”
    ————————
    Sito TG1: Macron ringrazia anche il premier Gentiloni: “Ha molto lavorato per arrivare al risultato”.
    ————————-

    “Nonna…m’hanno fatto un buono…”

    https://www.youtube.com/watch?v=Iy9H8ltkAH8

    • Winston Smith

      Ma il famoso ‘documento’ cosa prevederebbe ?

      • silvia

        Che i 100 miliardi li mangiano piddini, corrotti, caritas e risorse. I terremotati di Amatrice sentitamente ringraziano.

  • Disca

    Dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io…….

    • Epiphanius

      Ribadisco che la Francia si è dotata anni fa di una cosa che si chiama “ECOLE DE GUERRE ECONOMIQUE”, retta da un Generale.
      Numerosi loro autori sono letti e tradotti in Italia.
      Indubbiamente in quel settore non amano il politicamente corretto e la falsità/vendita allo straniero come noi. Non sono esenti da muratoria, ci mancherebbe, però un vicino poco competitivo, sfasciato e incapace di proiezione estera (saremmo noi), fa più comodo di uno combattivo, capace e sveglio.
      Non vale solo per la Francia naturalmente…Anzi la Francia viene sovente sputtanata, ma fa comodo così.

      Penso al film TAKEN, dove i servizi francesi omettono di aiutare l’agente Liam Neeson che cerca di liberare la figlia..In molte produzioni cinematografichez e culturali il francese è ostile..Specie se la produzione è angloamericana.
      Anche il “7 MINUTI” molto “sinistra-de-noantri”,regia di Placido ed ispirato a una storia francese, con la Mannoia tra le co-protagoniste, si vede il dirigente cattivo nella signora francese insensibile alla sorte delle operaie (prassi certamente importata da un certo economicismo angloamericano…
      Sempre i francesi cattivi, stessa cosa la celebre NIKITA..il servizio è quello francese..quello inglese invece ha eroi fascinosi alla James Bond.
      Noialtri siamo il vaso di terracotta, eppure un tempo…
      http://www.repubblica.it/online/fatti/afri/nigro/nigro.html

      • Disca

        Certo, possiamo anche aggiungere l’incredibile “lavoro” svolto dall’Italia per “aiutare” gli algerini nella liberazione ( chiedi ai francesi cosa pensano di Pontecorvo e del suo capolavoro ” la battaglia di Algeri”) e potremmo andare avanti tutta notte. Il problema è che nel dopoguerra il mondo era affar nostro (occidente) e tutti facevano a gara per guadagnarsi la propria fetta di interessi. Oggi, teoricamente, almeno in Europa, dovremmo essere una cosa sola. Ora, sparare sull’Italia è facile, io sono il primo ad essere consapevole di vivere-sopravvivere in un paese allo sbando, caricatura di se stesso, ma non posso che ridere di gusto quando sento parlare di Europa unita, o frasi del tipo ” per fortuna siamo nell’UE.” Sto cazzo, nell’UE vige la legge del più forte, ognuno cura i propri interessi anche se questo significa fare del male al “fratello” accanto.

  • Nicola Albano

    Ho sempre pensato che se non si comincia a sparare in questo paese non cambierà mai nulla…

  • Podeanu
    • Podeanu
    • gino monte

      si potrebbe iniziare con l’affondare la marina militare italiana 🙂

      • Ronf Ronf

        Notare che l’elites UK ha usato i mass media di Murdoch per fare sia il Brexit (infatti Murdoch era per il Leave) sia per eliminare Cameron (in UK chi sbaglia viene sempre eliminato: in Italia invece viene promosso di grado) perchè l’elites UK ha capito che l’aver seguito Sarkozy (come ha fatto Cameron) sulla Libia è stata una cavolata assurda.

        • gino monte

          io continuo a credere che la francia sia uno strumento (interessato, certo) di qualcun’altro.
          orban ha appena nominato un “piano contro l’europa”… che può essere ordito solo fuori dall’europa. e non certo in burundi o in polinesia.

          • silvia

            La Francia e’ strumento massonico dal 1789.

      • silvia

        Ottima idea: sono una banda di traditori.

        • AnonimoSchedato

          Obbediscono agli ordini che ricevono dal governo civile.
          Funziona così in uno stato di diritto.
          Eviterei di accusarli per cose che fanno di malavoglia e solo per fedeltà allo Stato che hanno giurato di difendere.
          I traditori sono altri. Quelli che tirano le fila. E non vestono una divisa.

          • cagliostro

            ma! non ne sono del tutto convinto,

          • AnonimoSchedato

            Neppure io di vivere in uno stato di diritto (Napolitano, il Trattato di amicizia disatteso e la guerra in Libia, docet, tanto per usare l’esempio più evidente).
            Comunque a mio parere il dubbio è lecito, l’insulto erga omnes no, specie il più infamante per un militare. La responsabilità penale è personale, e necessita quantomeno di qualche prova per non diventare diffamazione o calunnia. Dei militari temo potremmo avere presto bisogno, per come stanno andando le cose.

  • marcoferro

    basterebbe chiudere i porti come ha consigliato il fassista Orban e fine dei giochi. ma la verità amara è che non ne hanno voglia, mentre fanno finta di correre di qua e di la senza costrutto e prendere i pesci in faccia, loro prendono tempo e fanno venire altri negretti…

  • Mannoia??? M’annoia…

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi